Ultimo aggiornamento: 21.08.19

 

Lavatesta – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

In occasioni particolari è opportuno servirsi di un lavatesta che renda l’operazione poco difficoltosa. Può accadere per motivi di lavoro, vedi il parrucchiere che si reca a casa delle clienti, oppure di salute, quando un parente è costretto a letto o sulla sedia a rotelle. Ci sono modelli gonfiabili, molto utili perché occupano poco spazio quando non vengono usati. Qual è il lavatesta da preferire per casa? Bisogna accertarsi della presenza di un tubo che aiuti l’acqua a defluire e anche di una doccetta da applicare al lavandino. La nostra guida esamina tutte le caratteristiche più importanti, datele un’occhiata per essere aiutati nella scelta. Se non potete, ecco un’anteprima dei prodotti che abbiamo preferito. Il Nrs M37297 è un modello gonfiabile molto morbido, che consente di poggiarvi la testa senza soffrire. Ci è piaciuto anche quello di Planethair Store, con lavatesta basculante e struttura regolabile in altezza per garantire la massima comodità a chi vi si adagia.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior lavatesta

 

Nel salone di un parrucchiere o in casa è possibile usare lavatesta fissi o portatili. Si tratta di oggetti molto utili per ottenere un lavaggio completo dei capelli e che, in alcuni casi, sono particolarmente indicati per le persone diversamente abili.

Abbiamo realizzato una guida in grado di aiutarvi a scegliere il modello migliore sul mercato. Confrontate i prezzi per verificare quale sia il più economico, che vi consenta anche di risparmiare.

 

 

Guida all’acquisto

 

Fisso o portatile?

Chi desidera arredare il proprio salone per parrucchieri non si pone grosse domande sul tipo di postazione dedicata a shampoo e balsamo. Il cosiddetto lavaggio, comprensivo di seduta, rubinetti, lavandino e tubi per l’allacciamento idraulico, è il prodotto più completo che non comporta ricerche di altri particolari, già compresi nel pacchetto.

Questo oggetto diventa anche un complemento d’arredo per il salone, dato che deve intonarsi al resto della mobilia scelta per le postazioni di taglio e asciugatura. Scegliere per la propria casa un insieme del genere comporta certo una grossa spesa, dato il prezzo non proprio basso delle sue componenti. Inoltre richiede spazio e un intervento professionale in caso di guasto che aumenta il rischio di non aver completato un acquisto molto economico.

Un lavatesta portatile, invece, ha dimensioni contenute, è leggero e facile da maneggiare. Si addice quindi sia al professionista sia alla casalinga che desidera un prodotto specifico per la cura dei propri capelli. Ci sono modelli dotati anche di tubo di scarico e serbatoio atto a contenere l’acqua defluita, dal costo molto competitivo.

 

Come è fatto

Se nella classifica delle vostre preferenze vince il modello portatile, è necessario valutare bene la modalità d’uso. Distinguiamo, innanzitutto, tre tipi di lavatesta: portatile, semi-portatile e quello costituito da una vaschetta singola rigida.

Il primo è composto da un’asta di ferro regolabile in altezza e una vaschetta in moplen sagomato che garantisce il massimo comfort nell’appoggiarvi il capo. Il semi-portatile è praticamente identico al precedente ma è fornito anche di un serbatoio che arriva a contenere fino a 9 litri di acqua di scarico.

Solitamente entrambi questi modelli sono dotati di doccetta estraibile e miscelatore e hanno la parte superiore inclinabile, di modo da adattarsi alla conformazione della testa di diverse persone.

La vaschetta semplice, infine, si poggia sul lavandino e, pur essendo più scomoda dei precedenti, è molto efficiente nello svolgere il suo compito.

 

 

Facile manutenzione

Non è necessario che il lavatesta sia della migliore marca per garantire una grande comodità anche nella pulizia. Basta infatti effettuare semplici manovre per mantenerlo in buone condizioni per lungo tempo. Nel caso di prodotti professionali, è bene accertarsi di avere un fornitore sempre disponibile a procurare pezzi di ricambio, quando necessario.

Una tipologia molto richiesta è anche quella dei lavatesta per disabili, ovvero gonfiabili, che occupano poco spazio quando non utilizzati e rendono semplice eliminare l’acqua tramite morbidi tubi di scarico.

Se avete valutato diversi modelli ma non sapete ancora quale acquistare, considerare la recensione che ne fanno gli altri utenti è sempre utile a comprendere se la scelta è valida o meno.

 

I migliori lavatesta del 2019

 

Di seguito trovate i cinque modelli che abbiamo ritenuto i migliori tra quelli venduti online. Date un’occhiata ai nostri consigli d’acquisto per individuare come scegliere un buon lavatesta.

 

Prodotti raccomandati

 

NRS M37297

Principale vantaggio:

A differenza dei comuni lavatesta professionali, questo è fatto in plastica ed è gonfiabile. In questo modo non affronterete una spesa eccessiva e non andrete a gravare sul collo o sulla spalle di chi state lavando. Non solo, questo formato è perfetto per essere riposto senza occupare eccessivo spazio.

 

Principale svantaggio:

Alcuni utenti lamentano che il tubo di scarico, pensato per far defluire l’acqua, non funzioni alla perfezione e questo può essere risolto solamente provvedendo allo svuotamento manuale dello stesso.

 

Verdetto 9.8/10

Siete davanti ad un articolo di grande praticità che con un costo decisamente competitivo risolve la problematica dell’igiene delle persone allettate in maniera semplice e sicura.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Come funziona

Per chi non dovesse conoscere questo oggetto, spieghiamo brevemente di cosa si tratta.

Alla consegna si presenta in plastica, sgonfio e dotato di un tubicino anch’esso in plastica.

Dovrete gonfiarlo fino a renderlo stabile a sufficienza (potete aiutarvi con una pompa in questa fase) e vi basterà posizionarlo al di sotto della testa della persona che rimarrà comodamente supina.

A questo punto potete procedere al lavaggio; il tubicino servirà per far defluire l’acqua in un apposito catino e, qualora notaste che questo processo risulti più difficoltoso del previsto, potrete provvedere allo svuotamento manuale.

Potete decidere se riporlo ancora sgonfio o da sgonfiare, a seconda di quanto uso ne fate, abbiate solo l’accortezza di lasciarlo asciugare con cura per preservarlo da usura precoce o proliferazione batterica.

Materiali e struttura

Il materiale che lo compone è ovviamente la plastica. La struttura somiglia, una volta gonfiato, a quella di un normale materassino da mare, ma non abbiate dubbi in merito alla resistenza.

Anche coloro che erano titubanti rispetto alla possibilità di piccoli fori e quindi all’impossibilità di utilizzo, si sono ricreduti poiché il materiale plastico di cui è composta la bacinella è molto resistente.

Questa conferisce all’intera struttura una morbidezza tale da non gravare sul collo e sulle spalle della persona allettata, rendendo il lavaggio un momento piacevole.

Una volta gonfiato infatti apparirà di forma rettangolare, molto profondo, così da garantire acqua a sufficienza per un lavaggio accurato e con un bordo fatto di due strati. Su uno dei lati troverete l’apertura per la testa che si poggerà sul primo dei due livelli garantendo il giusto supporto.

 

Praticità

A differenza di altri modelli presenti sul mercato, la praticità è ciò che contraddistingue questo lavatesta.

In primo luogo le dimensioni: una volta gonfiata infatti, la bacinella non occupa più che l’ampiezza di un normale cuscino, per un’altezza pari quasi al doppio. Non dovrete quindi provvedere a spostare altri oggetti o a rivedere la disposizione della vostra camera perché non ne avrete bisogno.

Un altro indice di praticità risiede anche nella possibilità di riporlo in un luogo qualsiasi una volta sgonfio, senza che questo occupi troppo spazio.

Infine, insieme con la bacinella stessa riceverete anche il tubicino adibito al drenaggio dell’acqua, anch’esso in plastica e lungo a sufficienza da garantirvi una buona mobilità, che osserverete anche grazie alla morbidezza del tubo stesso e quindi alla possibilità di poterlo orientare come meglio preferite.

 

Acquista su Amazon.it (€13.99)

 

 

 

PLANETHAIR STORE Busculante

 

Riscontra il favore degli acquirenti anche questo modello di Planethair Store che si rivela essere un lavatesta portatile di buona qualità. Si compone di un lavandino in plastica basculante che ha una fessura adatta a poggiare comodamente il collo. La struttura che lo regge si monta con molta facilità e può essere regolata sia in altezza sia in inclinazione.

Adattarlo alle esigenze della persona che riceve il trattamento è perciò molto facile e nessuno sarà costretto a stare in posizione scomoda, con la conseguenza di contrarre la zona cervicale. Importante la presenza del tubo flessibile che permette di scaricare direttamente l’acqua usata per il lavaggio.

L’unico appunto mosso dagli utenti riguarda proprio questo elemento, che avrebbero gradito fosse dotato di un fermo che lo rendesse più stabile e lo avvicinasse al lavatesta impedendogli di creare intralcio.

Molto apprezzato anche lo stile del prodotto che, per quanto sia in plastica, appare curato nel colore nero della bacinella.

Ideale per il lavaggio dei capelli a casa ma anche nello studio di un parrucchiere. Rivediamo insieme i pregi e i difetti di questo prodotto, che ha conquistato il favore dei pareri di molti utenti.

 

Pro

Regolabile: Questo lavatesta si compone di un lavandino poggiato su un’asta regolabile, che permette di collocarlo alla giusta altezza. Chi dovrà poggiarvi il collo non sarà così costretto in posizioni scomode e dolorose.

Basculante: La vaschetta è basculante e si adatta alle esigenze dell’utente che vuole avere i capelli puliti.

Stile: Seppure si tratti di un articolo molto semplice, il colore nero che lo caratterizza aggiunge un tocco di stile nella stanza alla quale è destinato.

 

Contro

Tubo: La presenza del tubo di scarico aiuta a eliminare più facilmente l’acqua dopo il lavaggio, ma alcuni utenti lamentano la mancanza di un fermo che lo avrebbe reso più stabile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Melcap MB-006

 

La domanda è sempre la stessa: quale lavatesta comprare? Effettuando una comparazione tra i vari modelli, appare molto valido anche questo di Melcap. Si tratta di un prodotto venduto a un prezzo abbastanza conveniente e dotato di tutti i goodies necessari per operare in tranquillità.

È un lavatesta pensato per i parrucchieri che hanno bisogno di un oggetto portatile quando devono effettuare prestazioni a casa. La bacinella è ovale e poggia su una struttura da montare, dotata di un’asta regolabile in altezza. In questo modo si garantisce la comodità a chi desidera farsi lavare i capelli.

Il tubo di scarico si rivela molto utile ma, per alcuni utenti, un po’ troppo corto. Importante la presenza della doccetta da collegare a un rubinetto vicino. Anche se è descritta come universale, molti acquirenti testimoniano che non si adatta bene a tutte le tipologie idriche, per cui è bene verificare prima la compatibilità con i lavandini di casa.

Uno dei modelli più economici tra quelli presenti sul web. Diamo un’occhiata più da vicino a tutte le sue caratteristiche positive e negative, in modo da aiutarvi a prendere la giusta decisione.

 

Pro

Portatile: Il prodotto è composto da una bacinella e un’asta regolabile, che possono essere comodamente montate e smontate e portate ovunque con sé.

Prezzo: Chi non ha intenzione di spendere troppo potrà acquistarlo con confidenza, perché a basso costo e molto valido per una durata nel tempo.

 

Contro

Tubo di scarico: Seppure sia utile, per alcuni utenti si rivela troppo corto e quindi scomodo da utilizzare.

Non universale: Anche se l’azienda sostiene che lo sia, molti acquirenti hanno verificato che non si adatta bene a tutte le tipologie idriche. Per questa ragione, è bene verificare prima la sua compatibilità con il lavandino di casa.

Acquista su Amazon.it (€47.88)

 

 

 

ALBOLAND COD 630

 

Una delle offerte più convenienti per chi ha un parente con un handicap è quella di Alboland, che propone un lavatesta per disabili gonfiabile. La comodità di questo modello sta nel poterlo conservare in poco spazio quando non serve e di averlo sempre pronto all’occorrenza.

La sua forma è a scivolo, motivo per il quale è indicato soprattutto per chi è seduto stabilmente su una sedia a rotelle. Basta poggiare la testa della persona nell’apposita fessura e poi far scorrere l’acqua che defluirà grazie alla particolare forma del lavatesta.

L’unica scomodità è dovuta al fatto che l’oggetto deve essere retto con entrambe le mani per evitare che cada e che lo scarto si riversi al di fuori del lavandino o della vasca. È necessario perciò che ci siano almeno due persone: una che lo tenga fermo e un’altra che provveda al lavaggio.

Tenendo conto del suo costo, però, questo è un sacrificio che si può sopportare senza troppe difficoltà.

La convenienza è quello che ha conquistato i consumatori che hanno optato per il lavatesta di Alboland. Se non sapete dove acquistare, potete cliccare sul link più in fondo, che ve lo propone a prezzi bassi. Analizziamo i lati positivi e negativi che lo caratterizzano, come conclusione della nostra recensione.

 

Pro

Compatto: Questo modello ha il vantaggio di occupare poco spazio una volta chiuso, per cui potrete conservarlo in casa anche se non avete a disposizione un ripostiglio.

Forma: È a scivolo ed è quindi indicata per chi è costretto a stare stabilmente su una sedia a rotelle. Basterà infatti che la persona poggi la sua testa sull’articolo e versare l’acqua, per procedere al lavaggio.

Prezzo: Trattandosi di un prodotto molto conveniente, diventa l’acquisto ideale se non si vuole oltrepassare un budget contenuto.

 

Contro

Appoggio: Manca un elemento che consenta di poggiarlo mentre si procede al versamento dell’acqua. Per questa ragione è necessario che ci siano almeno due persone che lo reggano e questo potrebbe rivelarsi abbastanza scomodo se non avete chi possa darvi una mano.

Acquista su Amazon.it (€12.5)

 

 

 

Homecraft AA1878

 

Non è forse uno dei prodotti più venduti e neppure il miglior lavatesta in circolazione ma non può mancare tra i nostri consigli per la sua grande comodità. Consta infatti in un vassoio che si può appoggiare facilmente al lavandino e consente di lavare i capelli anche delle persone disabili.

La fessura posta su un lato è ideale per inserirvi la testa, mentre i due fermi bloccano il prodotto sulle spalle del destinatario. La presenza del laccio è utile per ancorare la vaschetta al lavandino, ma non è regolabile e necessita perciò di essere serrata con una mano per trovare la misura giusta.

Molti utenti lamentano che la plastica è dura e può accadere che il collo si bagni quando si trova a contatto con l’acqua, anche se il rivestimento di gomma ha lo scopo di evitare che ciò avvenga. Per questo motivo è bene regolare il lavatesta nella posizione giusta, di modo da scongiurare inconvenienti del genere.

Ecco qui di nuovo un’analisi dei vantaggi e degli svantaggi di questo lavatesta di Homecraft.

 

Pro

Comodo: La sua semplicità è il suo punto di forza, infatti consta in una semplice vaschetta che può essere poggiata nel lavandino, consentendo il lavaggio della testa anche alle persone diversamente abili.

Fermi: Sono presenti due elementi che bloccano il vassoio sulle spalle della persona che vi si poggia. Anche il laccio è molto utile per ancorare l’articolo al piano d’appoggio.

 

Contro

Materiali: La plastica del quale è fatto è molto dura, per cui potrebbe accadere che, nonostante la presenza di una parte in gomma, il collo si bagni durante il lavaggio. L’unico modo per ovviare al problema è quello di regolare nella maniera più corretta il prodotto, così da scongiurare inconvenienti del genere.

Acquista su Amazon.it (€19.5)

 

 

 

NRS M37297

 

Il lavatesta risulta essere un prodotto molto utile in occasioni particolari. Se si ha un parente costretto a letto per motivi di salute, è possibile utilizzarlo per mantenere la sua igiene completa. In questo caso la spesa non sarà eccessiva, data la presenza di modelli molto economici ma non per questo di bassa qualità.

Uno dei migliori lavatesta del 2019 è certamente quello di Nrs che è stato progettato specificamente pensando a chi non può alzarsi e ha bisogno di avere i capelli lavati in posizione supina. È un oggetto facile da gonfiare a bocca o tramite una pompa, che deve però essere acquistata a parte.

Consta in un lato con una piccola apertura, che permette alla persona distesa di poggiarvi comodamente la testa. Il tubo di drenaggio dell’acqua sembra essere l’unico punto debole, poiché qualche utente testimonia che il defluire del liquido avviene abbastanza faticosamente. Molti però risolvono svuotando la bacinella direttamente nel lavandino o nella vasca da bagno.

La nostra guida per scegliere il miglior lavatesta vede quello di NRS come uno dei preferiti dagli utenti. Diamo uno sguardo ai pro e ai contro che lo caratterizzano, per farvi avere un’idea più chiara delle loro caratteristiche.

 

Pro

Gonfiabile: Il vantaggio di questo lavatesta sta nella possibilità di gonfiarlo a bocca o tramite una pompa, per poi richiuderlo quando non serve. Non occuperà perciò spazio in casa e neppure dove decidete di conservarlo.

Economico: Il costo del prodotto rientra nel budget di chi ha intenzione di risparmiare ma di non optare per qualcosa di scadente.

 

Contro

Tubo di drenaggio: Sembra essere il suo punto debole, in quanto parecchi utenti affermano che il defluire dell’acqua sia eccessivamente lento.

Acquista su Amazon.it (€13.99)

 

 

 

Come utilizzare un lavatesta

 

Il lavatesta non è un articolo per soli saloni di parrucchieri ma in alcuni casi è un’ottima soluzione da adottare anche in casa. Questo accessorio consente di lavare i capelli pure a chi è costretto a letto o sulla sedia a rotelle. Inoltre, anche i professionisti possono scegliere di acquistare un modello portatile, così da recarsi a casa dei clienti. Per quanto il lavatesta non richieda particolare esperienza per il suo utilizzo, abbiamo qualche consiglio da darvi.

 

 

Installazione dei lavatesta fissi

Come avete avuto modo di leggere nella guida all’acquisto, i lavatesta possono essere portatili e fissi. Questi ultimi si possono installare in bagno, così da poter lavare i capelli con più facilità a qualche parente anziano, rendendo l’esperienza confortevole. Generalmente, quando si acquista questa tipologia di prodotto l’installazione dovrebbe essere inclusa nel contratto di vendita.

Se così non dovesse essere, potrete procedere da soli, magari affidandovi alle istruzioni riportate dal produttore. Il nostro suggerimento, in ogni caso, è quello di contattare un professionista, qualore le indicazioni dovessero risultare poco chiare.

Il collegamento di tubi è la parte più difficile da gestire: richiede attenzione e anche un po’ di conoscenza idraulica, poiché da questa operazione dipende la corretta erogazione dell’acqua, la circolazione dell’acqua calda e fredda e lo scarico delle acque reflue. Non dimenticate di usare anche un sifone.

 

L’uso professionale

Il lavatesta è un accessorio fondamentale per un professionista. Posto all’interno del salone di bellezza, non solo dovrà rendere lo shampoo un’esperienza piacevole e rilassante per i clienti e per chi lavora, ma dovrà accordarsi bene con il resto dell’ambiente. Scegliete quindi un modello che si integri adeguatamente all’arredamento o, al contrario, potreste creare un piacevole e vivace contrasto di colori.

Per quanto riguarda l’installazione, è praticamente uguale a quella domestica. Inoltre, potreste anche aggiungere un miscelatore termostatico, ovvero una valvola che consente di mantenere l’acqua sempre a temperatura ambiente, per rendere il lavaggio dei capelli più rilassante.

 

Il lavatesta portatile

Esistono tre tipologie di lavatesta portatili, che variano in base alle loro caratteristiche e all’utilizzo principale per cui sono state progettate. Il modello portatile ha praticamente tutti i connotati di quello fisso, con la differenza che sono leggeri e si spostano con facilità da una parte all’altra. Sono composti da un’asta regolabile in altezza, una vaschetta, il miscelatore, la doccetta estraibile e anche l’inclinazione dovrebbe essere regolabile.

I modelli semi-portatili sono praticamente uguali ai portatili ma in più hanno un serbatoio, che può contenere fino a 9 litri di acqua di scarico. La vaschetta semplice è la soluzione più adatta a chi ha poco spazio in casa e non vuole un’installazione troppo complicata, poiché all’occorrenza basterà poggiarla sul lavandino e sarà subito pronta.

 

 

Lavatesta gonfiabili

I modelli gonfiabili sono quelli più adeguati a un uso personale o a chi ha appena iniziato questa attività e non ha un grande budget da investire. Confortevoli, pratici e facili da riporre, nei momenti in cui non vengono usati non occupano molto spazio in casa, poiché basta sgonfiarli e piegarli.

Hanno anche il pregio del trasporto semplice e leggero, quindi sono adatti anche quando vogliamo lavare i capelli a domicilio a qualche parente o altra persona cara. Sono una buona scelta anche per fare lo shampoo a una persona bloccata a letto o, più in generale, a chi non ha una buona mobilità.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 21.08.19

 

Bigodini termici – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Siete in cerca di ottimi bigodini termici, magari senza spendere troppo? Ecco le nostre proposte tra cui spiccano i Remington KF40E che compongono un set ricco perché dotato di numerosi pezzi di diverse dimensioni così da adattarsi alle zone della testa per ottenere un effetto naturale e gradevole. Immancabili tra i prodotti per la cura dei capelli ci sono i Remington H5600 Bigodini Ionici che meritano decisamente di essere presi in considerazione come prima scelta. Sono realizzati con buoni materiali e prodotti in diverse misure per creare un effetto mosso naturale.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere i migliori bigodini termici

 

Se la tua chioma richiede attenzioni particolari e non te la senti di uscire di casa con un nido arruffato in testa, ma nemmeno di sottoporre i capelli a stress eccessivi, i bigodini termici possono essere la soluzione, un po’ vintage, che fa per te.

Vediamo insieme grazie a questa guida quali sono i criteri da non sottovalutare prima di scegliere il modello più adatto e cosa si addice meglio a lunghezze, spessore e tipo di pettinatura di ognuna.

Il prezzo non è l’unica discriminante da tenere in considerazione, la conducibilità del calore e la scelta dei materiali di costruzione si riflettono direttamente sulla capacità di questi strumenti di bellezza di offrire un buon risultato in tempi ragionevoli, ma non certo istantanei.

 

Guida all’acquisto

 

Ricci o lisci in base al diametro del bigodino

Diffusi dall’inizio del secolo scorso e ancora in auge oggi, i bigodini sono lo strumento più diffuso per rendere presentabile l’acconciatura anche se fatta in casa da mani poco esperte. Questo perché il semplice cilindro che tiene insieme le ciocche in modo che i capelli mantengano tutti la stessa forma e direzione è l’invenzione in grado di risolvere la giornata di molte.

Negli anni ’60 le più brave usavano i bigodini dal diametro più grande per allisciare i capelli, non per arricciarli, dando loro anche corpo e volume. Ma oggi chi cerca uno strumento per ravvivare la capigliatura e non vuole perdere nel confronto prezzi, specie rispetto alla spesa necessaria per l’acquisto di strumenti più sofisticati, sa di potere creare chiome mosse o ricce con poche mosse e spendendo solo un po’ di tempo e pazienza.

I cilindri non hanno tutti lo stesso diametro per due ragioni: i più piccoli offrono un riccio più stretto e fitto, specie se si prolungano i tempi di posa; i più grandi si possono usare per variare l’effetto ondulato specie nelle ciocche che ricadono sul volto e che devono essere più “domabili”.

 

Materiali termoresistenti

La classifica dei materiali migliori impiegati per la realizzazione di questi speciali attrezzi di bellezza prevede l’uso di materiali in grado di assorbire bene e rilasciare il calore con lentezza. Alcune soluzioni geniali sono le più semplici, come nel caso dei modelli che all’interno sono riempiti di cera, che si scioglie facilmente e lentamente trasferisce il calore accumulato ai capelli senza stressarli o scottare.

La recensione di un altro materiale che si conquista il favore delle opinioni più favorevoli è il teflon che inoltre offre il vantaggio di essere antiaderente e quindi non c’è il rischio che i capelli si ingarbuglino intorno al bigodino.

Di solito il meccanismo alla base del funzionamento dei bigodini termici prevede che questi siano riscaldati a parte prima di essere usati sui capelli, la custodia stessa è dotata di resistenza che porta i singoli elementi a temperatura e la mantiene man mano che vengono tirati fuori. L’alternativa è quella di far bollire i pezzi per riscaldarli, ma il rischio è quello di scottarsi per tirarli fuori dall’acqua o che nel frattempo gli ultimi perdano la temperatura ideale.

 

Funzionano davvero?

Sul mercato non mancano le affermazioni entusiaste che eleggono la migliore marca del momento, ma in questa guida vorremmo fare chiarezza su una cosa: il risultato, specie quando si tratta di capelli, dipende da così tante variabili che dire a priori se un dispositivo per l’arricciatura funziona oppure no è pura utopia.

Cosa significa? I capelli hanno caratteristiche di spessore, vigore e resistenza che variano da persona a persona e anche nello stesso individuo a seconda dell’età o dello stato di salute. Quindi il risultato dipende soprattutto da quanto i capelli siano in grado di rispondere ai trattamenti a cui decidiamo di sottoporli.

In generale è bene non esagerare con l’esposizione a calore eccessivo o sbalzi termici, questo perché ne indeboliremmo la struttura. Anche l’uso continuo di prodotti chimici, come spume o lacche, potrebbe in un primo tempo creare un effetto gradevole che alla lunga si potrebbe rivelare dannoso. Meglio scegliere con attenzione e tenendo a mente alcune norme base in termini di salute e di bellezza a lungo termine.

 

I migliori bigodini termici del 2019

 

La messa in piega mette in croce tante di noi che per avere un aspetto decoroso prima di metterci in marcia ogni mattina litighiamo con spazzola e phon.

Abbiamo deciso di dedicare questa recensione a caccia dei migliori bigodini termici del 2019 a tutte le capigliature ribelli che necessitano particolari attenzioni, proponendo suggerimenti su come scegliere i modelli su misura tra quelli più venduti.

 

Prodotti raccomandati

 

Remington KF40E

 

Principale vantaggio:

La presenza della cera all’interno dei bigodini è la caratteristica vincente del prodotto. Questa sostanza consente di rilasciare il calore lentamente senza danneggiare i capelli.

 

Principale svantaggio:

Dai pareri emerge che l’unico punto debole del prodotto è la durata dell’acconciatura. Infatti, la resa per qualcuno non sembra essere ottimale, anche se molto dipende dal tipo di capello.

 

Verdetto 9.8/10

Ottenere una piega a casa in pochi semplici passi assicurando un risultato professionale, grazie ai bigodini Fast Curls. Non danneggiano i capelli e creano l’acconciatura desiderata. Sono facili da usare e lavorano lentamente, creando ricci di diverso tipo.

Acquista su Amazon.it (€35.7)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Rapidi e comodi

Ricci ben definiti in pochi semplici passaggi e senza rischiare di danneggiare i capelli. Un funzionamento molto semplice che consente di ottenere acconciature diverse secondo esigenza. I bigodini elettrici si trovano all’interno del cofanetto che serve anche per scaldarli. All’interno di ogni bigodino è contenuta della cera che, una volta sciolta, si distribuisce in tutto l’accessorio.

In questo modo ogni ciocca di capello viene avvolta dalla cera calda che la modella in base alle esigenze. I bigodini sono facili da mettere grazie alle molle U-Clip, che semplificano l’operazione. Se avete delle difficoltà basterà inumidire le ciocche prima di applicarli. Un’operazione semplice, che anche le principianti nel settore riusciranno a fare. I ricci che ne risultano sono ben definiti e molto morbidi.

Materiali di qualità

Tra gli aspetti più apprezzati di questi bigodini termici ci sono i materiali utilizzati per la loro creazione. Offrono risultati professionali senza doversi recare in un salone di bellezza e soprattutto non rischiano di rovinare i capelli. La cera all’interno di ognuno dei bigodini si riscalda in circa 15 minuti e rilascia il calore poco a poco, in modo tale da non danneggiare la chioma. I capelli all’interno dei bigodini si scaldano lentamente e, grazie alla presenza di un rivestimento in Teflon, si inseriscono con estrema semplicità e scorrevolezza.

Inoltre, la dotazione del sistema con emissione di ioni è ideale per eliminare l’effetto crespo e antistatico della vostra chioma.

 

Tanti stili diversi

Un prodotto per lo styling comodo e compatto, che ha reso felici le utenti che l’hanno scelto anche per i risultati che si ottengono. Si può utilizzare con altri prodotti, oppure al naturale, e grazie alla presenza di bigodini di diverso spessore è possibile creare acconciature diverse.

Quindi ricci stretti oppure larghi a seconda delle preferenze del giorno. I bigodini si scaldano rapidamente e non scottano, quindi si possono mettere subito dopo che la cera si è scaldata senza alcun rischio. Un modello ideale per chi non ha molto tempo da dedicare alla bellezza dei propri capelli e desidera una soluzione pratica e veloce.

 

Acquista su Amazon.it (€35.7)

 

 

 

Remington H5600

 

Remington propone un set di bigodini termici di primo prezzo, nella linea è presente una serie più efficace ma anche più costosa. Questi accessori sono perfetti per le amanti della cura dei capelli in vecchio stile, cioè sono perfetti per ridurre l’effetto crespo o disordinato dei capelli appena lavati ma senza sottoporli a calore eccessivo.

L’effetto riccio scompare dopo poco tempo ma la presenza di ioni all’interno dei bigodini è indispensabile per offrire un aspetto morbido e setoso a lungo. Un buon modo per avere capelli morbidi e lucidi anche se non si ha grande dimestichezza con il sistema di asciugatura con spazzola e fon.

Una grande scelta di pezzi, sono venti in tutto, consente di strutturare la piega in maniera ottimale con bigodini più grandi per la parte superiore della testa e quelli più piccoli per i lati e la parte inferiore.

Hanno un materiale floccato che simula il velluto e li rende più piacevoli al tatto ma anche con una migliore presa sulle ciocche di capelli che così sono più facili da arrotolare. Si fissano con le forcine o le mollette in dotazione per tenere i capelli in posa durante il tempo necessario.

 

Pro

Set corposo e bigodini di dimensioni diverse: Sono venti pezzi suddivisi in tre gruppi per essere usati nelle diverse aree della testa e distribuire il movimento dei capelli.

Non bruciano: La parte che si riscalda è solo quella centrale che va a contatto diretto con i capelli. La loro consistenza semimorbida li rende facili da usare ma senza surriscaldare i capelli o far bruciare le dita.

Facili da indossare: Hanno una superficie leggermente floccata, quindi simulano la consistenza del velluto per offrire maggiore resistenza e intrappolare la ciocca in modo uniforme e senza difficoltà.

 

Contro

Non arricciano ma aiutano la piega: Chi cerca un prodotto per avere riccioli ben definiti dovrà cercare altrove, questi bigodini servono solo a domare la chioma e facilitare l’acconciatura ottimale.

Acquista su Amazon.it (€39.99)

 

 

 

Remington H9100

 

Il prodotto offerto in fascia di prezzo più alto è approvato dalla maggior parte delle utenti che l’hanno scelto come alleato di bellezza. Remington propone un set di bigodini in grado di mettere su una bella acconciatura mossa e con boccoli definiti anche se pur sempre con un aspetto naturale e non artificioso.

Sono venti e proposti in due dimensioni diverse in modo da essere usati in parti diverse della testa ottenendo un effetto proporzionale.

Si scaldano in fretta e necessitano di un tempo di posa di circa mezz’ora, durante questo periodo gli ioni rilasciati dai bigodini conferiscono un aspetto lucente e sano ai capelli. Quindi sono perfetti per chi ha capelli tendenzialmente crespi o dall’aspetto un po’ spento.

Ogni bigodino è associato a una clip o una molletta che gli permette di restare in posa senza muoversi o scivolare dalla sua posizione. L’ideale è arrotolare le ciocche fino in cima tenendo in leggera tensione i capelli dall’attacco sul cuoio capelluto.

Il vantaggio rispetto all’uso della classica piastra arricciacapelli è evidente. Il risultato è ordinato anche se i boccoli non sono perfettamente definiti. Inoltre i capelli non sono esposti a temperature eccessivamente elevate.

 

Pro

Buona tenuta: La resa dei bigodini dipende direttamente dal tipo di capelli, quindi se sono molto lisci e sottili è difficile che la tenuta superi le aspettative. In tutti gli altri casi l’effetto complessivo è evidente e gradevole.

Capelli morbidi e lucenti: Anche se la struttura dei capelli non consente di tenere a lungo i boccoli ben definiti, la qualità della capigliatura ci guadagna per via dell’emissione di ioni che li rendono morbidi e setosi.

Set di dimensioni diverse: I bigodini sono proposti in due misure, una media e una grande per essere usati in maniera proporzionale nelle diverse parti della testa.

 

Contro

Non adatti su chiome molto lunghe: La resa non è la più soddisfacente se le ciocche da attorcigliare sono eccessivamente lunghe.

Acquista su Amazon.it (€65)

 

 

 

BaByliss 3038E

 

Babyliss spopola tra i modelli più apprezzati per la cura della chioma ed è abbondantemente presente in questa nostra classifica. Ecco un altro prodotto di questa marca, un po’ diverso rispetto ai modelli appena visti, data la dimensione extra large dei bigodini, solo cinque, a disposizione.

I bigodini hanno questa particolare forma proprio perché pensati per dare maggiore volume e corpo ai capelli, i ricci hanno un carattere particolare e così acquisiscono vigore. Sono l’ideale per chi ha già capelli ricci ma che tendono al crespo, e di conseguenza difficili da domare se asciugati “al naturale”, in questo modo, invece, assumono un aspetto accattivante e più ordinato, più facile da gestire.

Si riscaldano in breve tempo e rilasciano il calore gradualmente. La base riscaldante con cui sono venduti è anche adatta al trasporto, ma occhio a non strapazzarla troppo: non è una delle più robuste in circolazione.

Pensato soprattutto per persone che hanno già i capelli ricci e sono alla ricerca di un prodotto più economico, questo set di bigodini termici del marchio BaByliss ti permetterà di rendere la tua chioma più ordinata ed eliminarne lo sgradevole aspetto crespo.

 

Pro

Dimensione: La particolarità di questo set sono le dimensioni più voluminose dei suoi bigodini termici, che, al posto di creare la forma del boccolo, si propongono invece di dare a capelli già ricci un maggiore volume e un aspetto più ordinato.

Calore: Il materiale utilizzato per la realizzazione dei BaByliss si riscalda con facilità, rilasciando invece poi il calore gradualmente, per un effetto più duraturo sulla forma dei tuoi capelli.

Durata: Un altro pregio di questo set di bigodini, rispetto ad altri modelli con funzioni simili, è la durata più lunga del loro effetto volumizzante sui tuoi capelli.

 

Contro 

Base: Pur apprezzando il fatto che la base riscaldante dei bigodini funga anche da contenitore per il loro trasporto, alcuni utenti lo hanno ritenuto troppo delicato e con scarsa resistenza agli urti.

Acquista su Amazon.it (€29.9)

 

 

 

Unbekannt – Bigodini termici arricciatore termico

 

Sono bigodini molto essenziali ma non per questo meno efficaci dei modelli più curati sotto l’aspetto estetico. Funzionano esattamente allo stesso modo, cioè vanno riscaldati prima di essere indossati e si possono tenere fin quando si ritiene conveniente per ottenere una piega gradevole.

La loro forma è studiata per aggrapparsi alla ciocca e non scivolare dalla testa durante il periodo di posa. Si fissano con le apposite clip che avvolgono i capelli arrotolati e li tengono fermi al loro posto. Sono dieci pezzi tutti uguali da 2,5 cm di diametro. Una dimensione media che si può usare sui capelli di media lunghezza e che se si desidera si può combinare con un altro set di bigodini più grandi o delle stesse dimensioni in base al tipo di effetto desiderato. Si usano con qualche precauzione ma non è impossibile portarli alla giusta temperatura. Basta immergerli in acqua e lasciarli bollire per qualche minuto. Con una pinza si estraggono dall’acqua calda e si mettono in posa sui capelli uno alla volta. Il tempo di posa varia a seconda della consistenza dei capelli.

 

Pro

Economici e intuitivi: Si caratterizzano per il prezzo molto contenuto e la possibilità di essere usati indifferentemente su tutta la testa visto che sono tutti della stessa misura.

Buona la presa sulle ciocche: Hanno una superficie leggermente zigrinata in modo da fare migliore presa sulle ciocche di capelli appena lavati e quindi più scivolosi. Poi si fissano con la clip associata a ogni bigodino.

Tutti della stessa dimensione: Sono dieci (tutti da 2,5 cm) e possono essere usati su lunghezze più corte oppure si possono combinare con altri set a seconda della propria comodità.

 

Contro

Richiedono una certa manualità: Far bollire dell’acqua in una pentola non è certo un affare dell’altro mondo ma è necessaria una certa attenzione per evitare di farsi male e scottarsi se ci si deve trasferire in bagno per mettere in posa i bigodini uno per uno.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Remington KF40E 

 

Ideali per dare una sferzata di energia ai capelli medio/lunghi, questi ci sembrano un buon suggerimento da cui partire prima di decidersi a comprare i bigodini termici.

Sono fatti in modo da riscaldarsi, la cera all’interno è pronta in meno di un quarto d’ora, e rilasciare lentamente il calore per fare prendere la piega alle ciocche. A differenza che i modelli tradizionali dove è necessario stare sotto il phon, con questi è possibile continuare a prepararsi mentre i capelli prendono volume.

Sono venti i pezzi che compongono il kit, con bigodini di tre dimensioni, piccola, media e grande, in modo da distribuire un effetto diverso su tutta la capigliatura e creare uno stile naturale. Il boccolo non è troppo stretto, anche la dimensione più piccola non è tale da creare ricci troppo compatti, quanto piuttosto un effetto mosso gradevole e ordinato.

Sono realizzati in teflon, materiale antiaderente dove non si attaccano i residui dei prodotti fissanti usati per tenere meglio la piega, come la spuma.

La guida per scegliere i migliori bigodini termici si arricchisce, quindi, di un modello del celebre marchio Remington, che alla qualità per cui l’azienda americana è famosa abbina un comodo sistema di riscaldamento a cera.

 

Pro

Cera riscaldante: La più interessate caratteristica dei bigodini Remington è senza dubbio l’uso, al loro interno, di cera come materiale riscaldante il cui calore viene rilasciato lentamente e gradualmente.

Teflon: Il materiale della superficie esterna di questi bigodini termici è il teflon, le cui proprietà antiaderenti, utilizzate anche per le pentole, impediscono in questo caso che i prodotti usati per modellare i capelli si attacchino per effetto del calore.

Dimensioni: Presenta tre dimensioni diverse, in modo da garantire un effetto naturale nell’acconciatura.

 

Contro

Si tratta di un modello generalmente molto apprezzato dalle utenti. Qualcuna fa notare però che i ricci non tengono a lungo.

Acquista su Amazon.it (€35.7)

 

 

 

Come si utilizzano i bigodini termici

 

L’uso dei bigodini termici è un pratico modo per ottenere capelli ricci o delle onde sinuose, dal gusto vagamente retrò. Questi piccoli accessori da parrucchiere, nel corso degli anni, hanno subito una piccola ma importante modifica: si riscaldano velocemente, quindi non c’è bisogno di usare il casco o l’asciugacapelli per ore, e anche i meno esperti possono applicarli. In questo articolo vi diremo come funzionano e vi daremo qualche consiglio sulla scelta e sull’utilizzo.

 

 

Come funzionano

I bigodini termici furono brevettati negli anni ‘80 e, a differenza di quelli tradizionali, sono decisamente più veloci e pratici. Un classico bigodino, per far sì che dia un risultato ottimale, va lasciato in posa per un periodo di tempo abbastanza prolungato, il che significa che prima di uscire di casa bisogna programmare la messa in piega con un certo anticipo.

Quelli termici, invece, riscaldano il capello nel momento stesso in cui entrano in contatto con lui, quindi l’efficacia è decisamente più veloce.

I primi modelli erano realizzati con materiali particolari e si riscaldavano in acqua bollente. Questa tipologia è molto diffusa anche oggi ma prelevarli dall’acqua può essere pericoloso e, tra una cautela e l’altra per evitare di scottarsi, la temperatura potrebbe abbassarsi.

I bigodini elettrici più moderni, invece, vengono venduti in contenitori dotati di resistenza, ed è proprio qui che si riscaldano. Basta quindi collegare questa base alla corrente elettrica, aspettare che la spia cambi colore e la messa in piega può iniziare. I vantaggi sono diversi: minor ingombro, poiché tutto è raccolto in una scatola, e la possibilità di prelevare un pezzo alla volta con tutta calma, senza rischiare gli altri possano raffreddarsi.

Inoltre, potrebbe essere interessante anche fermarsi a fare una veloce riflessione sui materiali utilizzati per realizzare i bigodini elettrici, che devono essere in grado di assorbire il calore e rilasciarlo con lentezza. Ci sono quindi modelli in teflon, un materiale antiaderente che scorre lungo i capelli, evitando quello spiacevole ingarbugliamento che a volte può verificarsi.

Altri, invece, presentano la cera al loro interno, che sciogliendosi trasmette il calore in modo più dolce alla capigliatura.

 

Il diametro dei bigodini

I bigodini sono preziosi alleati per avere una messa in piega perfetta e duratura, anche quando non si è molto esperti. Grazie alla loro struttura, basta avvolgere i capelli ed ecco che tutti i boccoli avranno la stessa dimensione e direzione.

Un tempo venivano usati anche per ottenere capelli lisci ma voluminosi, pratica molto usati negli anni ‘60, adoperando quelli dal diametro più grande.

Vi sarà infatti capitato di vedere bigodini dalle dimensioni diverse e, magari, di non sapere quale scegliere. Quelli dal diametro più piccolo vi serviranno per avere dei ricci più stretti e fitti, soprattutto con lunghi tempi di posa; mentre quelli più larghi sono adatti per chi vuole ottenere l’effetto ondulato.

Inoltre, la scelta del diametro dipende anche dalla lunghezza dei capelli: se sono molto lunghi bisognerà scegliere dei bigodini grandi, altrimenti sarà difficile arrotolare l’intera ciocca.

 

 

Come si usano i bigodini termici

Utilizzare i bigodini termici non è affatto difficile, basta solo prendere un po’ di confidenza.

Prima di cominciare, è bene ricordare che i capelli saranno sottoposti a stress, meglio coccolarli un po’ durante e dopo lo shampoo, con prodotti che possano nutrirli e proteggerli.

Capelli asciutti o bagnati? Questa risposta può dipendere dal tipo di bigodino che avete acquistato. In linea di massima, però, i capelli non devono mai essere bagnati ma, al massimo, umidi: basterà tamponarli con un asciugamano leggermente bagnato per ottenere la giusta via di mezzo.

Dividete quindi la chioca in macrosezioni e avvolgete sui bigodini ciocche larghe al massimo 5 cm, cominciando dalle punte fino ad arrivare alla cute, nel kit dovreste anche delle apposite pinze a farfalla che dovrete usare per fermarle.

A questo punto, lasciate in posa per circa 20-30 minuti (fate pure riferimento alle note riportate dal produttore) o fin quando i bigodini non si saranno raffreddati.

Terminato il tempo di posa, srotolate le ciocche con delicatezza. Pettinate i capelli con le mani, se non volete che si appiattiscano come accade con la spazzola o con il pettine, e applicate un po’ di lacca.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

BaByliss 3021E

 

Venduti insieme al grazioso contenitore dal coperchio trasparente e facili da trasportare se necessario grazie alla comoda borsa con manico, questi bigodini termici, buoni sia per chi ha capelli molto lisci o crespi, ci hanno conquistato per la loro efficacia.

Sono venti pezzi in tutto, due le misure disponibili, e lavorano riscaldandosi in poco tempo così da rendere particolarmente facile mettere in piega la chioma senza fatica.

Sono dotati di pinza e di molletta di metallo, entrambe servono allo stesso scopo: tenere ferma la ciocca dopo averla avvolta intorno al bigodino. In effetti, concordiamo con il parere diffuso tra chi le ha provate, che la soluzione a pinza sia quella più comoda per fissare i capelli, in poco tempo e senza richiedere particolare destrezza e manualità. I ricci sono pronti in un lampo e la durata … quella, ahimè, dipende sempre e solo dal tipo di capello!

Con una scatola trasparente e una borsa stilosa con cui portarli con te quando viaggi, questo set di bigodini termici BaByliss ha saputo conquistare i favori degli utenti per la sua facilità d’uso ed efficacia, indipendentemente dal tipo di capelli.

 

Pro

Semplicità: BaByliss ha scelto di dotare il modello di pinze, per fissare le tue ciocche di capelli ai bigodini in maniera semplice ed efficace.

Velocità: Questo modello è particolarmente indicato per chi ha poco tempo, grazie a un sistema di riscaldamento veloce e un tempo di attesa altrettanto rapido. E grazie al sistema termico avrai le mani libere per continuare a fare altro nell’attesa!

Accessori: È dotato di una scatola e di una borsa eleganti per facilitarne il trasporto durante spostamenti di lavoro o brevi vacanze.

 

Contro

Durata: Pur riconoscendo che la durata di un’acconciatura ottenuta con bigodini è fortemente influenzata dal tipo di capelli, alcuni utenti hanno ritenuto la durata dei ricci troppo breve.

 

 

Remington H0747

 

Le caratteristiche offerte da questo set di dodici mollette colorate non ci dispiace, seppure in proporzione un po’ più caro rispetto ai prodotti appena visti. Hanno tutti la stessa forma e si distinguono per essere realizzati in ceramica in grado di garantire luminosità e un aspetto setoso ai capelli dopo essere stati in piega avvolti ai bigodini.

La comparazione con gli altri modelli perde qualche punto proprio perché la scelta è limitata a meno elementi per costruire la piega, inoltre tutti di una sola misura, cosa che può richiedere l’acquisto di altri bigodini per completare l’acconciatura.

Si riscaldano posizionandoli sulla loro base e si avvolgono facilmente, grazie al fatto che le estremità non si surriscaldano ed evitano il rischio di inutili ustioni, si fissano alle ciocche grazie alle comode mollettone che mantengono in posizione i capelli fino al momento di scioglierli e dare la forma preferita alle soffici onde che si sono create.

Se stai cercando dove acquistare un set di bigodini termici di marca e realizzati con un ottimo materiale, ti proponiamo questo modello della celebre azienda Remington, che ti aiuterà a trasformare i tuoi capelli in boccoli luminosi e morbidi.

 

Pro

Ceramica: Un grosso pregio di questo set di bigodini termici, nonostante non abbia un prezzo basso, è l’uso di ceramica, come materiale per la parte riscaldante, per creare ricci dall’aspetto naturale e dalla consistenza morbida.

Sicurezza: Le due estremità di ognuno dei bigodini termici Remington sono state realizzate con un materiale isolante che non si riscalda, mettendoti così al riparo dal rischio di scottature durante l’arrotolamento dei capelli.

Semplicità: È dotato di grosse mollette colorate, che ne rendono molto semplice il fissaggio, anche su te stessa.

 

Contro

Dimensioni: La presenza di pochi bigodini, in rapporto ad altri modelli simili, e tutti della stessa dimensione può rendere necessario l’utilizzo di un altro set per fare dei ritocchi.

 

 

Remington KF20i

 

Per chiudere la nostra carrellata di consigli per l’acquisto proponiamo questa soluzione di bigodini autoriscaldanti che funzionano come altri già visti, sfruttando il calore emesso dalla cera all’interno.

Sono, tra i bigodini venduti online, quelli proposti in tre misure, per dare gioco e possibilità di cambiare il diametro del riccio in base alla posizione della ciocca, così da ottenere un risultato naturale. Non sono eccessivamente larghi, quindi restituiscono un riccio abbastanza stretto, ma non certo paragonabile alla permanente che fa la parrucchiera sotto il casco.

Hanno una superficie leggermente zigrinata così da consentire maggiore aderenza dei capelli mentre si avvolgono al rullo, poi si può decidere se fissare i bigodini con la molletta o con la pinza, entrambe in dotazione. La cera che manda calore dall’interno fa sì che il calore sia rilasciato lentamente, così è più facile mettere in piega le ciocche senza pericolo di ustioni.

Semplici ed essenziali, si prestano come validi alleati per dare una sferzata di energia all’acconciatura per la festa.

Fa parte del nostro gruppo di recensioni, quindi, anche il nuovo set di bigodini termici dell’azienda Remington, che combinano un rilascio efficiente e graduale del calore a un diametro ridotto per ottenere ricci più naturali.

 

Pro

Cera riscaldante: Questi bigodini Remington contengono al loro interno cera, un materiale in grado di garantire un rilascio graduale del calore immagazzinato per ottimizzare l’efficienza del processo di arricciamento dei capelli.

Superficie: Piace agli utenti la scelta di Remington di dotare questo set di bigodini di una superficie ruvida, per migliorare aderenza e distribuzione dei capelli.

Dimensioni: Il diametro di di ogni elemento è piccolo, in modo da creare, dalle tue ciocche di capelli, dei ricci dall’aspetto naturale.

 

Contro

Peso: Dai commenti di alcuni utenti è emerso il fatto che i Remington hanno un peso superiore alla media, che ne può rendere più difficile la stabilizzazione con pinze.

 

 

Ultimo aggiornamento: 21.08.19

 

Extension capelli – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti del 2019

 

Sarà capitato a tutte, almeno una volta, di azzardare un taglio di capelli troppo corto e di pensare di non poter trovare nessuna soluzione. Per fortuna esistono le extension, che non richiedono necessariamente l’intervento di un parrucchiere esperto, ma che possono essere comodamente indossate a casa propria. Con un po’ di pratica infatti, riuscirete ad ottenere risultati davvero sorprendenti, sia allungando, sia infoltendo la vostra capigliatura di base. Per questo oggi elencheremo alcune caratteristiche importanti, che aiutano a scegliere le giuste extension per voi. Ci hanno convinto le Sunny Hair Extension Capelli Veri Clip & Balayage, impreziosite con una sfumatura naturale dal castano al biondo; valide anche le LaaVoo Nero naturale clip on extension, disponibili in diverse lunghezze.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sulle migliori extension capelli

 

Cominciamo questa guida con alcuni dei pareri degli utenti in merito ad alcuni esempi di extension capelli, che sono risultati tra i più venduti online.

 

Prodotti raccomandati

 

Extension capelli veri

 

Sunny Hair Extension Capelli Veri Clip & Balayage

 

Iniziamo la nostra comparazione con queste extension capelli veri, applicabili grazie a delle apposite clip. Avrete la possibilità di scegliere tra diverse lunghezze e colorazioni, così da poter rendere il vostro acquisto quanto più simile possibile alla vostra capigliatura.

Si tratta di capelli 100% umani, lavorati con la tecnica remy: sono quindi raccolti mantenendo il giusto orientamento, come se fossero veri, rendendo più leggera la lavorazione e più naturale il look finale. Per questo potrete utilizzare anche ferri e piastre per capelli, ma senza superare la temperatura di 180℃.

Il kit comprende la quantità di elementi necessaria per ottenere un look completo, poiché contiene sette ciocche da 120 g ciascuna. Infine, la caratteristica in grado di rendere l’effetto finale davvero naturale, è la schiaritura stile balayage, perfetta per adattarsi a diverse sfumature.

Per riassumere quanto detto e per comprendere al meglio i pareri degli utenti, vediamo i pro e i contro di questo articolo, che rientra tra i più venduti online.

 

Pro

Tecnologia remy: Il primo vantaggio da sottolineare è la tipologia di lavorazione, che si attua su capelli veri, orientati nello stesso verso di quelli naturali e per questo più leggeri.

Balayage: Per rendere il look ancora più naturale, l’azienda propone questa versione sfumata, in modo che si possa adattare maggiormente al vostro colore di partenza.

Applicazione: La modalità di applicazione è a clip, molto facile da attuare, anche da soli, e molto resistente, se si pensa che riesce a garantire la durata di un giorno intero senza appesantire la chioma.

Prezzi bassi: Secondo coloro che hanno già fatto uso di questi oggetti, si tratta di acquisto molto economico, soprattutto se paragonato ad altri articoli simili in commercio.

 

Contro

Quantità: Per coloro che richiedono un allungamento o un infoltimento davvero d’effetto, questa quantità potrebbe non essere sufficiente, poiché ogni ciocca non eccede in spessore e in massa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Extension su capelli corti

 

LaaVoo Nero naturale clip on extension

 

Tra le varie offerte spiccano queste extension su capelli corti, ideali per chi vuole rimediare un taglio troppo azzardato o festeggiare un’occasione con un look speciale. Si tratta infatti di extension lavorate fino a formare una coda di cavallo, la cui lunghezza potrà essere scelta in base a gusti ed esigenze.

Si adattano naturalmente sia a chi ha i capelli corti, sia a chi vuole infoltire la sua chioma di partenza. Con i suoi 80 g di peso, infatti, è in grado di sortire un effetto piacevole, grazie anche alla setosità della trama, frutto di una lavorazione attenta e alla morbidezza tipica di un capello 100% naturale.

Gli utenti sono davvero soddisfatti, anche perché la maggior parte delle volte il colore richiesto ha coinciso perfettamente con quello di partenza, rendendo l’acconciatura finale davvero autentica.

L’applicatore consiste in un unico gancio, che talvolta necessita di essere aiutato da alcune forcine, anche perché il peso della coda è piuttosto importante. Oltre al link, per sapere dove acquistare questo articolo, ecco a voi i suoi pro e i suoi contro.

 

Pro

Colori: Nella quasi totalità dei casi, l’effetto finale è stato davvero naturale, perché il colore richiesto ha coinciso perfettamente con quello di partenza.

Consistenza: La lavorazione rende queste extension molto setose, lavorabili anche con ferro e spazzola, e molto morbide.

Versatilità: Questo acquisto si adatta sia a coloro che vogliono rimediare a un taglio troppo corto, sia a chi desidera un look più deciso per una sera.

Lunghezza: Un altro aspetto che varia e che potrete scegliere a vostro gusto è la lunghezza della coda stessa.

 

Contro

Peso: L’applicatore si compone di un solo gancio, per questo può essere necessario intensificare il supporto, visto che il peso totale è percepito in maniera piuttosto decisa sulla testa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Extension capelli clip

 

S-noilite Set 8pcs 43cm extension capelli clip

 

Tra le migliori extension capelli del 2019, c’è anche questa proposta a clip, che risulta essere uno degli acquisti più economici in questo settore. Con diverse colorazioni e lunghezze, infatti, queste extension daranno nuova vita al vostro look in maniera semplice e naturale.

Sono composte da capelli sintetici, aspetto che non si nota molto alla vista o al tatto, ma che comincia a emergere dopo qualche utilizzo. Può accadere infatti che, anche dopo poche applicazioni, le ciocche comincino a perdere capelli o che questi tendano a creare nodi difficili da sciogliere.

Per alcune quindi si tratta di un acquisto usa e getta, anche perché la manutenzione su questo tipo di materiale è difficile, se non impossibile. Complessivamente però si tratta dell’articolo ideale per sperimentare nuovi look in maniera semplice, visto l’applicatore a clip e visto anche il costo totale.

Elenchiamo ancora una volta quelli che, secondo gli utenti, sono i vantaggi e gli svantaggi di questo modello di extension capelli clip.

 

Pro

Costo: Si tratta di un acquisto molto economico, soprattutto se si pensa ai costi che si devono affrontare per queste tipologie di prodotto.

Piega: Questo modello presenta una naturale piega mossa, molto apprezzata perché elegante, ma al tempo stesso ideale per chi vuole rendere il suo look più particolare.

Colori: Anche in questo caso sono in tanti ad affermare che il colore ordinato si avvicina molto a quello di partenza, rendendo quindi l’eventuale differenza poco visibile.

Pinzette: Un altro aspetto che in molti hanno premiato è la facilità di applicazione, insieme alla grande resistenza delle clip.

 

Contro

Durata: Secondo i più, l’effetto naturale e la qualità svaniscono dopo pochi utilizzi, perché il materiale sintetico che le compone tende ad annodarsi e a perdere spessore.

Acquista su Amazon.it (€12.48)

 

 

 

Extension capelli veri clip

 

Elailite Extension Clip Capelli Veri Volumizzante

 

Se ancora non sapete quali siano le migliori extension capelli veri clip, valutate le caratteristiche del prodotto che andiamo a mostrarvi. Con l’assoluta totalità di capelli naturali, lavorati con tecnologia remy, queste extension di Elailite non si annodano, non si spettinano e garantiscono look d’effetto.

Avrete massima libertà di esprimervi perché la loro composizione consente di poter tagliare, arricciare o lisciare i capelli stessi, in modo che possiate adattarne l’aspetto alla vostra capigliatura di partenza.

Si tratta di un vero e proprio set da otto fasce a tessitura doppia, così da rendere l’effetto finale molto più folto. La quantità di capelli per ciocca è infatti quasi il doppio di quelle normalmente vendute e l’applicazione è molto facilitata dalle clip, semplici da usare.

Gli utenti ne sono davvero soddisfatti, perché apprezzano in particolare l’ampia scelta in termini di colore e lunghezza, lamentando invece la dimensione delle clip che, su certe teste, potrebbe essere eccessiva.

Per riassumere quanto detto, alleghiamo come di consueto la lista dei pregi e dei difetti di questo articolo.

 

Pro

Tecnologia remy: Questo tipo di lavorazione consente di ottenere delle extension molto naturali, perché l’origine dei capelli è 100% umana e perché la tecnica usata mantiene intatte la maggior parte delle loro caratteristiche.

Quantità: Per ogni ciocca troverete una quantità di capelli doppia rispetto a quella normalmente presente in quelle comuni.

Versatilità: Vista la tipologia di lavorazione effettuata, queste extension possono essere modificate in termini di colore e piega come meglio preferite.

 

Contro

Clip: Se per alcune si tratta di applicatori molto facili da usare, per altri risultano troppo grandi, rendendosi quindi visibili sotto i capelli.

Acquista su Amazon.it (€35.99)

 

 

 

Extension capelli ricci

 

CLAROLAIR BRA K 10 12 14

 

Il modello di extension capelli ricci proposto da Clarolair è uno degli articoli più venduti poiché composto da parti 100% naturali. Si tratta di peli forti e che garantiscono la totale assenza di nodi, altrimenti difficili da sciogliere.

La lavorazione consente di poter adattare quanto più possibile tali extension ai vostri capelli, con piastre e ferri, garantendo alta qualità per circa un anno di utilizzo. Ideale per ragazze afro o per chi ha capelli ricci, queste extension possono essere anche tinte o decolorate, per impreziosire la vostra chioma o per avvicinare la colorazione alla vostra.

Sono in molti ad elogiarne il prezzo e la qualità, che si manifesta particolarmente nella morbidezza e nella naturalezza del riccio. Non presentano clip, per cui l’applicazione avviene tramite cucitura o cheratina, rendendo di fatto più complesso l’intero processo.

Concludiamo anche questa sezione con la lista dei vantaggi e degli svantaggi di questo articolo.

 

Pro

Riccio: Sono in molti a elogiare la totale naturalezza del riccio, perfetto per mischiarsi alla vostra capigliatura di base e molto voluminoso.

Versatilità: Anche in questo caso potrete sbizzarrirvi con colori e pieghe, perché queste extension rimarranno sane e forti anche dopo diversi trattamenti.

Quantità: Con un solo acquisto riceverete a casa una grandissima quantità di extension, talvolta anche più di quelle che vi aspettate.

Costo: Un altro aspetto che gli utenti sottolineano in maniera davvero positiva è il fatto che il costo totale sia inferiore rispetto a quello di altre tipologie in commercio.

 

Contro

Durata: In alcuni casi gli eccessivi trattamenti hanno causato un’usura piuttosto accelerata di queste extension, rendendo necessario un nuovo acquisto dopo solo qualche mese.

Acquista su Amazon.it (€49.99)

 

 

 

Extension capelli con cheratina

 

Sunny Hair Extension Capelli Veri Cheratina

 

Se ancora non sapete quali extension capelli comprare, date un’occhiata a questa tipologia con cheratina di Sunny Hair. Questo nuovo metodo di applicazione rende le extension molto resistenti e consente di poterle tenere anche per diversi mesi. La colla di cheratina in questione è tutta italiana e non arrecherà danni ai vostri capelli.

La tecnica usata per la lavorazione del capello è quella remy, per questo risultano morbidi e setosi e non si prestano alla formazione di nodi e grovigli. Potrete effettuare numerose acconciature, purché la temperatura dei vostri dispositivi, quali piastre o ferri, non superi i 180℃.

Le colorazioni sono varie e ogni confezione contiene ciocche da 50 g: l’azienda consente anche di poter personalizzare il colore con aggiunte e specifiche di vostro gusto. L’applicazione necessita della presenza di un parrucchiere esperto: sono in molti a definirle delle valide extension, vista la morbidezza, la lucentezza e il bellissimo effetto cromatico.

Elenchiamo come di consueto la lista di quelli che sono i pro e i contro di queste extension capelli veri con cheratina, a detta degli utenti.

 

Pro

Remy: Importante è elencare ancora una volta l’importanza di un trattamento in grado di rendere le extension belle da vedere e morbide da toccare.

Colorazione: Sono in molti a elogiare il fatto che la colorazione riportata sul sito sia coerente con quello che poi si riceve.

Costo: Per l’alta qualità dei materiali ci si aspetta un costo piuttosto alto, mentre l’azienda è in grado di garantire un prezzo complessivamente economico.

Resistenza: Se tenute con cura e lavate con attenzione, queste extension possono rimanere intatte per diversi mesi.

 

Contro

Quantità cheratina: A detta di molti utenti e di molti parrucchieri, la quantità di colla a cheratina è eccessiva, per cui l’attaccatura viene appesantita e la rimozione diventa più difficile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Extension capelli veri tessitura

 

LAdiary capelli veri umani lisci

 

Proseguiamo il nostro elenco con questo modello di extension capelli veri di LAdiary, che necessitano di un processo di tessitura per essere applicate. Si tratta di un metodo che prevede la “cucitura” delle extension ai vostri capelli, consentendo così di tenerle addosso per molto tempo e di ottenere un effetto  naturale.

I capelli sono veri, sani e morbidi, oltre a essere lisci: le utenti sono molto soddisfatte, anche se la colorazione è una sola, il nero, e il processo di applicazione è piuttosto lungo. Ogni confezione contiene 300 g di capelli, la quantità sufficiente per riempire la chioma o anche per allungarla.

A questo proposito, la scelta in fatto di lunghezze è molto ampia e consente anche a chi ha già capelli cresciuti di ottenere un infoltimento di grande effetto.

Andiamo ancora una volta a vedere quali sono i pro e i contro di queste extension capelli cucite, scoprendo come mai sono così amate.

 

Pro

Morbidezza: La tipologia di lavorazione subita da questi capelli comporta un effetto molto naturale e una morbidezza che resta anche dopo vari utilizzi.

Lunghezze: Per offrire la più ampia libertà di scelta, l’azienda propone una vasta gamma di lunghezze tra cui optare.

Durata: Il metodo a tessitura, seppur lungo da effettuare, presenta il gran vantaggio di durare molto a lungo.

Peso: Ogni confezione contiene 300 g di capelli, la giusta quantità per un’applicazione completa e un effetto finale ben visibile.

 

Contro

Colore: L’unico colore disponibile è il nero e questo dispiace a coloro che vorrebbero farne uso, viste le numerose qualità, ma che presentano capelli di tonalità diverse.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Extension capelli mossi

 

Elailite Extension Clip Capelli Mossi

 

L’ultimo modello che vogliamo descrivere è quello di Elailite: sono disponibili diverse confezioni da otto ciocche, ciascuna corredata da 18 clip. In questo modo l’applicazione sarà molto facile e la stabilità garantita.

Il materiale di cui si compongono è sintetico mentre potrete scegliere tra moltissime combinazioni di colori. Il costo totale è competitivo e la scelta è ampia anche in termini di lunghezza e di acconciatura: sono disponibili infatti lisci o ondulati.

Agli utenti piace il fatto che, con un piccolo investimento, si possa ottenere un look davvero d’effetto, anche perché la piega mossa è molto pronunciata. Per questo stesso motivo però, non si adatta a coloro che hanno capelli di base molto lisci, anche perché è preferibile non usare piastre, neppure a basse temperature.

La quantità di elementi contenuta è abbondante, per questo con un solo acquisto potrete realizzare un look completo e ottenere una chioma ben folta. Per concludere anche questa sezione, ecco gli ultimi pro e contro.

 

Pro

Quantità: Con una sola spedizione riceverete a casa la dose giusta di capelli per riempire o allungare la vostra chioma in maniera davvero evidente.

Prezzo: Un altro aspetto particolarmente amato è il costo totale, molto basso, soprattutto se paragonato ad altre tipologie di questo tipo.

Piega: Sono in molti ad aver apprezzato anche la decisa piega mossa, che è in grado di dare la giusta eleganza al vostro look.

Scelta: Ancora una volta avrete la massima scelta in termini di colorazione e lunghezza.

 

Contro

Acconciature: La composizione del capello non consente di poterci lavorare con ferri o piastre, rendendo quindi obbligata la scelta della piega da sfoggiare.

Acquista su Amazon.it (€14.47)

 

 

 

Guida per comprare delle extension capelli

 

Sapere come scegliere delle buone extension capelli può non essere semplice. Si tratta di uno strumento utile per aggiungere bellezza alla chioma, ma spesso difficile da usare, perché spesso richiede un aiuto esterno quando lo si deve applicare. Per questo vi diamo un suggerimento sulle caratteristiche da avere chiare, in modo da effettuare un acquisto attento e conforme alle vostre esigenze.

Biadesive

Questa tipologia di extension presenta una fascia biadesiva, che può essere tagliata e applicata in base alla zona e alla tipologia di capello di base. Necessita di un po’ di pratica, se volete ottenere un risultato duraturo e naturale, per questo viene spesso anche applicata dai parrucchieri, ma con la giusta tecnica otterrete look davvero soddisfacenti.

In questo caso è preferibile avere capelli asciutti e puliti, in modo che metterle risulti più facile. Le confezioni contengono diverse ciocche e, per ottenere un look voluminoso, ne servono circa 150. Il prezzo varia dai 7 ai 9 euro a ciocca: si tratta quindi di un trattamento mediamente dispendioso.

La durata di questa tipologia varia: non supera però qualche giorno, perché la pettinatura e la gestione del nastro adesivo sui capelli diventano complicate, dovendo essere lavati e spazzolati con precisione.

 

A clip

Un’altra tipologia tra quelle vendute online, e non solo, è quella a clip: questo modello presenta delle pinzette all’attaccatura, che dovranno essere posizionate quanto più vicino possibile alla cute, in modo che siano più stabili e che l’effetto finale sia naturale.

Le confezioni comprendono generalmente diversi pezzi e il costo per ogni ciocca può variare dai 3 ai 7 euro o un pacco intero dai 15 ai 70 euro.

Si tratta di una tipologia molto semplice da utilizzare, che non richiede l’intervento di un parrucchiere e che si completa in pochi minuti. L’effetto finale sarà quello di infoltire la chioma di partenza, senza stravolgimenti, ma rendendo il look decisamente di impatto.

Le extension a clip durano il tempo di una serata o di un giornata: la loro struttura infatti è pensata per essere facilmente applicata e rimossa e non si presta quindi a essere tenuta indosso per più di un giorno. In questo caso infatti risulterebbe difficile la normale gestione del vostro capello, in termini di pettinatura e spazzolamento.

 

A cheratina

Un’altra tipologia presente sul mercato è quella delle extension capelli con cheratina.

Si richiede l’intervento di un esperto, nel caso in cui vogliate optare per la tipologia a caldo: la colla in questo caso verrà saldata a piccolissime ciocche di capelli naturali, permettendo così un allungamento e un infoltimento molto naturale.

La colla a freddo risulta invece più facile da utilizzare, ma richiede comunque massima attenzione nella disposizione delle ciocche e nella divisione in sezioni orizzontali del capello di base.

Massima attenzione deve essere prestata inoltre al momento della rimozione, che richiede l’utilizzo di un prodotto specifico ed eventualmente anche la consulenza di un parrucchiere esperto.

Eventuali residui di colla possono essere rimossi con impacchi di oli naturali, come quello d’oliva, di cocco o di mandorla, tenuti in posa per alcuni minuti e poi sciacquati con balsamo e shampoo.

 

Capelli finti o capelli veri

Un altro aspetto da tenere presente, oltre alle modalità di applicazione, è certamente quello della composizione del capello scelto. Inutile dire che il prezzo aumenta notevolmente nel caso in cui optiate per le extension realizzare con quelli veri.

Il capello sintetico potrebbe risultare meno autentico, rendendo il look finale più artificioso e per questo meno naturale. Il capello vero ovviamente garantisce risultati migliori sotto questo punto di vista e si differenzia in base alla tecnica usata per la sua lavorazione.

La raccolta dei capelli veri infatti può avvenire a seguito di un taglio o durante il taglio. Nel primo caso le extension subiranno un processo tale da reindirizzare la normale squamatura tipica del capello, in modo che tutti i fili abbiano la stessa direzione.

Nel secondo caso invece, la tecnica chiamata remy, fa sì che il capello finale abbia la stessa distribuzione di quello vero, rendendo quindi l’extension di qualità sicuramente maggiore.

 

 

Quantità

Un ultimo aspetto da tenere presente è la quantità di capelli necessari per la realizzazione di un look completo, che sia per allungare o solo per infoltire la capigliatura di base. La vendita è solitamente a ciocche o a peso: in entrambi i casi è necessario controllare la quantità, per effettuare un acquisto sufficiente per la propria testa.

Le ciocche variano anche in base al loro spessore, ma generalmente è richiesta l’applicazione di più di 50 singoli elementi, in modo da poter coprire eventuali zone meno folte o di un numero ancora maggiore se il vostro obiettivo è quello di allungare l’intera capigliatura.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come applicare le extension clip sui capelli corti?

L’applicazione delle extension a clip sui capelli corti richiede che essi abbiano una lunghezza di 10/15 cm. Dovrete individuare quei punti dove la presenza dei capelli naturali possa coprire la visione della clip, che andrà comunque collocata quanto più possibile vicina alla cute.

 

Quanto costano le extension capelli?

Il costo di questi oggetti varia molto in base al fatto che siano composti o meno da capelli veri, dalla modalità con cui si applicano e dalla quantità delle ciocche.

Il prezzo base si aggira intorno ai 10/15 euro e comprende solitamente il tessuto sintetico realizzato in ciocche. Si può però arrivare fino a oltre i 60 euro per delle applicazioni trattate chimicamente, ma realizzate con capelli naturali.

Quanto più veritiero è l’effetto, tanto più il costo tenderà ad aumentare.

 

Quante extension servono per allungare i capelli?

Questo aspetto è molto variabile e dipende soprattutto dal capello di partenza e dall’effetto che si vuole ottenere. In certi casi è sufficiente riempire la chioma con poche ciocche sparse per realizzare un look completo, in altre circostanze questo numero tende ad aumentare.

L’unità di misura in questione non è però solo il numero delle ciocche, ma anche la grammatura: è stato calcolato che un allungamento medio dei capelli può arrivare ad aver bisogno di 100/130 g di materiale. In termini di ciocche, con ampiezza ad esempio di 4 cm, possono essere necessari dai 30 ai 50 elementi.

L’effetto finale sarà deciso da voi e cambia molto anche in base alla lunghezza di partenza e a quella che si vuole ottenere.

 

Come togliere la colla delle extension dai capelli?

Le extension con la colla a cheratina garantiscono risultati molto naturali, ma hanno il difetto di costringervi a prestare molta cura nella rimozione dei residui. In questo caso, se non volete rivolgervi a un parrucchiere, che sicuramente avrà un prodotto apposito per questo scopo, potete tentare con un metodo casalingo.

La composizione della colla infatti tende a sciogliersi con facilità se entra a contatto con degli oli: via libera quindi a quello di cocco, di oliva o di mandorla, che andranno massaggiati sul cuoio capelluto, fino a creare una vera e propria maschera. Dopo alcuni minuti di attesa (dai 20 ai 30), potrete procedere con un pettine sottile, partendo dal cuoio capelluto fino alle estremità.

 

Come allungare i capelli senza extension?

Se non volete azzardare un rimedio così estremo, ma volete velocizzare il processo di allungamento dei vostri capelli, potete tentare alcuni rimedi naturali.

Primo tra questi l’olio di ricino, che andrà usato come una normale maschera, cioè applicato su tutte le lunghezze e lasciato in posa, anche per diverse ore.

Può aiutare abbinare a questo trattamento un massaggio al cuoio capelluto, realizzato a testa in giù, in modo da ripristinare la corretta microcircolazione anche in questa zona del corpo così trascurata.

 

Quanto durano le extension per capelli?

Le extension a clip sono pensate per essere usate e rimosse, visto che il metodo che le lega al capello è molto blando. Per quanto riguarda invece altri metodi più duraturi, tutto dipende dal tempo di crescita dei vostri capelli. In certi casi è necessaria una nuova applicazione dopo quattro mesi, in altri solo dopo due.

 

Come lavare le extension di capelli veri?

Essendo realizzate con capelli veri, queste extension devono essere lavate con del normale shampoo. Non è importante abbondare con le dosi, ma è fondamentale sciogliere bene tutti i nodi e procedere con un lavaggio accurato, proprio come se fossero i vostri.

 

 

 

Come utilizzare le extension capelli

 

Vogliamo adesso concludere la nostra guida descrivendo le fasi necessarie all’applicazione e al posizionamento delle extension. Divideremo la spiegazione in base ai tipi di articoli presenti online e cercheremo di fare chiarezza su questo strumento così importante per creare look sempre nuovi.

 

 

Preparazione

Un primo passaggio da effettuare consiste ovviamente nel lavare bene i vostri capelli e nell’asciugarli con cura. Questo step è importante perché quasi tutte le tipologie di extension prediligono chiome pulite e prive anche di sostanze idratanti come il balsamo, in modo da avere una presa maggiore.

La scelta della zona varia anche in base alle vostre esigenze e ai vostri gusti, ma il consiglio è sempre quello di dividere la testa in sezioni orizzontali. ln questo modo avrete la certezza di intensificare la densità di capelli in maniera omogenea, avendo cura di distanziare le parti sempre nella stessa misura.

Tali sezioni partiranno dalla nuca: la prima di queste è rappresentata dall’attaccatura dei capelli alla base del collo, per proseguire verso l’alto a una distanza che potrete stabilire autonomamente.

Maggiore è la distanza tra una sezione e l’altra e minore sarà la densità finale.

 

Applicazione

Trattiamo quelle tipologie che sono facilmente applicabili in casa propria, riservandoci di lasciar da parte quelle a cheratina, che richiedono l’intervento di un parrucchiere esperto.

Che siano adesive quindi o a clip, una volta realizzate le sezioni appena citate, siete pronti per la loro applicazione.

Il principio è il medesimo per entrambi i tipi e richiede un numero di ciocche che varia a seconda del tipo e delle esigenze, ma che supera quasi sempre il numero di 50. L’obiettivo è quello di porre l’applicatore quanto più vicino possibile all’attaccatura del capello normale.

In questo modo non noterete fortemente il distacco e avrete anche meno fastidio, percependo in maniera minore la presenza di un peso eccessivo. Coprite tutta la lunghezza della sezione che avete creato con le extension, portando in basso altri capelli veri e proseguendo così fino alla sezione più alta, che sarà in prossimità delle orecchie.

 

 

Manutenzione

Per allungare la vita delle vostre extension e assicurarvi un acquisto duraturo nel tempo, è molto importante che queste si mantengano pulite e senza nodi. Per far questo ovviamente, si richiede che già dopo pochi utilizzi i capelli vengano puliti con un normale shampoo, che deve essere però poco aggressivo.

I capelli delle extension infatti subiscono una lavorazione che li indebolisce molto ed è dunque importante non intervenire con agenti che potrebbero alterarne le caratteristiche estetiche. Un’altra fase molto importante è quella che prevede lo scioglimento di tutti i nodi: la stessa lavorazione di cui parlavamo prima, infatti, potrebbe facilitarne la formazione, rendendo necessario un intervento mirato ad ogni utilizzo.

Potreste usare un pettine non troppo stretto, per tutta la lunghezza del capello. Infine, per evitare accumulo di umidità o un’eventuale proliferazione batterica, lasciate asciugare le vostre extension all’aria aperta.

 

 

Ultimo aggiornamento: 21.08.19

 

Spazzola lisciante – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti del 2019

 

Vorreste acquistare la migliore spazzola lisciante in circolazione, ma c’è ne sono così tanti tipi che non sapete quale scegliere? Allora siete capitate nel posto giusto, perché in questa guida parleremo di tutto quello che dovete sapere per essere certe di fare il giusto acquisto ed effettueremo un confronto tra i migliori modelli attualmente in circolazione. Tra questi spiccano la BaByliss HSB100E, una spazzola rettangolare dalla superficie molto ampia, progettata per lisciare la chioma in tempi rapidi e nel pieno rispetto della cute; e la Imetec Bellissima Magic Straight Brush PB5 100, tra le più vendute online per il perfetto equilibrio tra qualità costruttiva, efficacia e prezzo di vendita.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sulle migliori spazzole liscianti

 

Per scegliere un buon prodotto potete percorrere due strade: fare una lunga e snervante comparazione dei prodotti venduti online – pessima idea se non avete tempo da perdere – oppure leggere la nostra guida, che classifica le migliori spazzole liscianti del 2019. Dunque, mettetevi comode e buona lettura!

 

Prodotti raccomandati

 

Spazzola lisciante BaByliss

 

BaByliss HSB100E

 

BaByliss è la migliore marca sul mercato in fatto di styling dei capelli e, non a caso, i suoi prodotti sono universalmente riconosciuti come il top della qualità.

Con tre impostazioni digitali della temperatura, un rivestimento in ceramica e due generatori di ioni, questa spazzola lisciante BaByliss promette di ridurre fino al 90% dell’elettricità statica che rende i capelli indomabili e difficili da stirare.

La superficie riscaldata è abbastanza larga per consentire una notevole riduzione dei tempi di messa in piega, sebbene non sia molto indicata per trattare i capelli corti.

Presenta una doppia fila di pettinini rigidi all’esterno che si occupano di districare con delicatezza le ciocche a ogni passata, mentre le setole centrali in morbido silicone diffondono uniformemente il calore emesso dagli elementi in ceramica per proteggere la chioma dall’azione aggressiva delle alte temperature.

È disponibile in due diversi colori per accontentare tutti i gusti, ma vi consigliamo di prestare attenzione al prezzo perché varia a seconda della versione scelta.

 

Pro

Con due generatori di ioni: A differenza di altri prodotti concorrenti dotati di tecnologia ionica, questa spazzola lisciante dispone di ben due generatori di ioni che riducono effettivamente l’effetto crespo e migliorano visibilmente la lucentezza della chioma.

Temperatura: Il modello permette di regolare la temperatura su tre livelli, 160°C, 180°C e 200°C, per adattare il trattamento alle esigenze del capello, e potrete visualizzare in ogni momento i parametri impostati sullo schermo Led posto sul manico.

Superficie ampia: La superficie lisciante, interamente rivestita in ceramica, è di 60 cm², quindi ideale per realizzare la piega desiderata in breve tempo.

 

Contro

Non adatta per capelli corti: È una spazzola dalle dimensioni notevoli, forse anche troppo per chi ha un taglio corto.

Acquista su Amazon.it (€45.95)

 

 

 

Spazzola lisciante Imetec

 

Imetec Bellissima Magic Straight Brush PB5 100

 

Perché spendere tempo e soldi dal parrucchiere quando possiamo realizzare una piega perfetta standocene tranquillamente a casa? Grazie alla spazzola lisciante Imetec Bellissima Magic Straight Brush potrete avere una chioma ordinata e nutrita senza alleggerire troppo il portafoglio. Entra a far parte dei nostri consigli d’acquisto per il suo rapporto qualità/prezzo molto vantaggioso, coadiuvato anche dalla presenza di alcuni accorgimenti strutturali che ne consentono un utilizzo più agevole.

Le quaranta setole e la superficie in Gloss Ceramic Coating riescono a lisciare i capelli senza rovinarli e garantiscono uno scorrimento più delicato tra le ciocche; mentre il sistema ionico, attivabile tramite il tasto di accensione sul manico, protegge la salute della capigliatura servendosi dell’azione combinata degli ioni negativi e del calore rilasciato dalla componente in ceramica.

L’unico difetto che abbiamo riscontrato è l’impossibilità di regolare la temperatura di servizio, che è fissa sui 200°C, per cui non sarà possibile adattare il funzionamento del dispositivo al tipo di capello o all’effetto che si vuole realizzare.

 

Pro

Setole: Le quaranta setole centrali rivestite in Gloss Ceramic Coating scivolano tra le ciocche in modo fluido senza spezzare né rovinare il fusto capillare, regalando un effetto liscio degno di un salone di bellezza.

Ionic Technology: Grazie al flusso di ioni, la chioma resta morbida, idratata e priva di quell’odioso effetto crespo causato dall’elettricità statica e dall’azione deleteria del calore.

Qualità/prezzo: Il costo estremamente contenuto e le buone prestazioni offerte rendono questa spazzola lisciante molto ambita tra le consumatrici, per cui siamo certi che, optando per questo modello, non vi pentirete dell’acquisto!

 

Contro

Gestione del calore: L’unico difetto dell’articolo è la mancanza di un sistema di regolazione della temperatura, una pecca che lo rende incompatibile con i capelli molto sottili o fragili che necessitano di un calore più contenuto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Spazzola lisciante Remington

 

Remington Keratin Therapy B95P

 

Tra le offerte da non lasciarsi scappare c’è anche la spazzola lisciante Remington Keratin Therapy B95P che, oltre a un prezzo di vendita molto competitivo, vanta un’innovazione davvero interessante: le setole in nylon sono arricchite con cheratina, una proteina già naturalmente presente nei nostri capelli che conferisce rigidità e compattezza alla fibra capillare. Anche questo modello dispone della funzione ionica che elimina l’elettricità statica dai capelli rendendoli più morbidi e lucenti, oltre a velocizzare sensibilmente i tempi della messa in piega.

Il materiale scelto per il rivestimento è la ceramica e chi lo ha provato conferma la buona distribuzione del calore su tutta la capigliatura, sebbene il dispositivo non permetta la regolazione della temperatura di funzionamento.

Grazie a un peso estremamente contenuto, di soli 180 grammi, e al manico in gomma Soft Touch, risulta maneggevole e comoda da utilizzare, in modo da consentire anche alle utenti meno pratiche di lavorare agevolmente e senza affaticare troppo la mano.

 

Pro

Keratin Therapy: Le setole in nylon intrise di cheratina scorrono tra le ciocche in modo delicato e aiutano a nutrire i capelli, aumentandone la luminosità e il colore.

Tecnologia: Lo speciale sistema a rilascio graduale di ioni mantiene intatta la qualità e la consistenza della chioma durante tutto il processo di stiratura e contribuisce a far durare più a lungo la messa in piega.

Maneggevole: La particolare leggerezza dell’oggetto e il grip concesso dal manico in gomma Soft Touch garantiscono una presa stabile e un controllo preciso dello strumento per rendere il lavoro più confortevole.

 

Contro

Non regolabile: La temperatura raggiunta non è eccessiva, quindi non si correre il rischio di rovinare i capelli, ma resta comunque il fatto che non è possibile regolarla a piacimento.

Acquista su Amazon.it (€10.99)

 

 

 

Spazzola lisciante professionale

 

Madame Paris – Modello Lila

 

Le utenti disposte a tutto pur di avere la migliore spazzola lisciante professionale in circolazione, troveranno valido il nuovo modello Lila di Madame Paris, dal costo importante ma ben accessoriata e ricca di funzioni capaci di garantire risultati di alto livello. Nella confezione, infatti, troverete un guanto di protezione, due pinze a becco e un’elegante pochette per tenere tutto in perfetto ordine.

Le setole piatte sono dislocate in modo da avvicinare il più possibile i capelli al rivestimento in ceramica che, grazie a una distribuzione ottimale del calore, impostabile fino a un massimo di 230°C, riesce a dare alla chioma lo styling desiderato in modo ancora più efficace.

Durante lo stiraggio, la spazzola libera degli ioni negativi che consentono di ottenere un risultato più duraturo, proteggendo al contempo la salute e la vitalità dei capelli.

Anche la sicurezza è al primo posto per questa azienda, visto che il dispositivo è dotato di un sistema di blocco dei tasti di accensione e temperatura per impedire che i parametri impostati vengano inavvertitamente cambiati durante il lavoro.

 

Pro

Performante: La tecnologia ionica dona un liscio perfetto e più durevole, oltre a garantire nutrimento e protezione ai capelli durante le operazioni di stiraggio.

Regolabile: La temperatura di questa spazzola è modificabile da 120° a 230°C per garantire uno styling impeccabile a ogni tipo di capello, il tutto completato da un comodo display LCD che permette di visualizzare i parametri impostati.

Accessoriata: Costerà anche di più rispetto ad altri prodotti concorrenti, ma inclusi nel prezzo vengono forniti numerosi accessori utili per lo styling, come il guanto di protezione, le pinze a becco e la custodia da viaggio.

 

Contro

Costosa: Stando ai pareri di alcune acquirenti, la spazzola Lila di Madame Paris gode di una buona qualità costruttiva a cui si associano prestazioni di livello professionale, ma è decisamente troppo costosa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Spazzola lisciante Madame Paris

 

Madame Paris – Modello Miracle

 

Tra i prodotti a marchio Madame Paris più venduti si colloca anche il modello Miracle, ed è facile capire il perché se si dà un’occhiata più da vicino alle sue caratteristiche.

Ha il pregio di essere uno strumento di tipo professionale che offre tre diverse funzioni: rimuovere l’elettricità statica e l’effetto crespo, sbrogliare i nodi e lisciare la chioma, il tutto con un unico prodotto.

Ciò è possibile grazie alla funzione ionica che, in combinazione alle setole in ceramica, protegge il capello a ogni passata, per ottenere un risultato perfetto con il minimo sforzo.

La spazzola lisciante Madame Paris Miracle dispone, inoltre, dell’innovativo sistema di riscaldamento MCH, che consente di raggiungere la temperatura impostata in pochi secondi, un grande vantaggio per chi è sempre di fretta e non ha molto tempo da dedicare al brushing. Potrete, quindi, passare la spazzola ogni giorno sui capelli senza timore che vengano danneggiati dal calore, mentre la ricca dotazione di accessori renderà meno gravosa la spesa sostenuta per acquistarla.

 

Pro

Versatile: Il prodotto vanta un buon livello di efficienza e riesce a svolgere ben tre funzioni: stiratura, protezione e rimozione del crespo. In questo modo potrete realizzare una messa in piega professionale a casa vostra ogni volta che lo desiderate.

Efficiente: La funzione ionica e le setole in ceramica lavorano in sinergia per garantire lucentezza e morbidezza anche ai capelli più crespi e sfibrati, con l’ulteriore vantaggio di poter regolare il calore in base alle esigenze.

Veloce: Si tratta di un modello che riesce a raggiungere la temperatura impostata in tempi davvero brevi. Basterà, poi, prendere la mano per ottenere in pochi gesti l’effetto desiderato.

 

Contro

Costosa: Tutto questo non si può di certo avere a prezzi bassi, per cui dovrete sborsare una bella sommetta per godere delle sue ottime prestazioni.

Acquista su Amazon.it (€65.32)

 

 

 

Spazzola lisciante rotante

 

BaByliss 2735E

 

La spazzola lisciante rotante BaByliss 2735E ha una potenza di 1.000 watt e due combinazioni di velocità e temperatura per adattarsi a ogni tipo di esigenza.

La testina rotante è rivestita in ceramica e dispone di setole in pelo di cinghiale che scorrono in modo fluido tra i capelli, mentre lo ionizzatore riduce l’elettricità statica responsabile dell’effetto crespo.

Le buone prestazioni si devono anche alla possibilità di variare il senso di rotazione della testina, così da creare un’acconciatura diversa in base alle occasioni.

Nella confezione troverete due spazzole di diverso diametro, una da 50 e l’altra da 20 mm per trattare sia i capelli lunghi sia quelli più corti, un beccuccio concentratore per la pre-asciugatura e una pratica custodia per proteggere l’intero set da sporco e polvere.

Pur non essendo il prodotto più economico della nostra classifica, le utenti che lo hanno preferito ritengono che il rapporto qualità/prezzo è perfettamente bilanciato alle buone prestazioni offerte.

 

Pro

Prestazioni: Il rivestimento in ceramica garantisce protezione ai capelli, mentre la tecnologia ionica dona lucentezza e vigore alla chioma, contrastando l’elettricità statica.

Rotazione: La spazzola rotante di BaByliss offre la possibilità di variare la velocità e il senso di rotazione della testina per realizzare diverse acconciature.

Prezzo equo: Un prodotto dal buon rapporto qualità/prezzo, favorito anche dalla buona dotazione di accessori che contribuisce a renderne l’utilizzo più completo e versatile.

 

Contro

Effetto liscio: Pur essendo un articolo valido che non rovina e non stressa la chioma, non garantisce gli stessi risultati di una piastra per capelli, soprattutto per quanto riguarda l’effetto liscio.

Acquista su Amazon.it (€51.99)

 

 

 

Spazzola lisciante in termoceramica

 

Denman D79

 

Chi confronta prezzi e caratteristiche dei prodotti disponibili sul mercato allo scopo di individuarne uno caratterizzato da un buon compromesso tra prestazioni e prezzo di vendita, troverà molto interessante questa spazzola lisciante in termoceramica commercializzata da Denman. Oltre a un costo allettante, il modello ha dalla sua anche un design ergonomico e funzionale che ne rende l’utilizzo più pratico e semplice. La comoda chiusura a pinza, molto simile a quella di una comune piastra per capelli, consente di allineare le ciocche a ogni passata per ottenere un liscio molto naturale.

Il rivestimento è realizzato in termoceramica per agire con delicatezza durante la messa in piega, senza stressare in maniera eccessiva il cuoio capelluto.

Non è una spazzola elettrica e, strutturalmente parlando, appare molto diversa dagli altri modelli alimentati a corrente, per cui l’effetto lisciante sarà decisamente meno incisivo. Tuttavia, si rivela di grande utilità se si vuole effettuare una veloce messa in piega in viaggio e in tutte quelle situazioni di emergenza in cui non si dispone di una presa elettrica.

 

Pro

Termoceramica: Il rivestimento in termoceramica si configura come idoneo a non danneggiare la struttura capillare durante l’asciugatura col phon e consente di dare ai capelli la giusta piega.

Praticità: La comoda chiusura a pinza permette di trattare in modo preciso e ordinato le singole ciocche, così da risparmiare tempo e fatica durante le operazioni di brushing.

Senza fili: Il fatto che il modello non sia elettrico non deve essere visto per forza come un difetto, dato che l’assenza del cavo migliora la praticità d’uso e concede un’ampia libertà di movimento.

 

Contro

Risultati: Visto che stiamo parlando di un prodotto molto economico e, perdipiù, non alimentato a corrente, è chiaro che i risultati ottenuti non saranno paragonabili a quelli dei modelli più costosi e performanti sul mercato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Spazzola lisciante in ceramica

 

Anjou Spazzola Lisciante in Ceramica MCH

 

La nostra ultima recensione vuole mettere in evidenza i pro e i contro del modello proposto da Anjou, ideale per chi non vuole spendere troppo ma nemmeno rinunciare ai vantaggi di una buona spazzola lisciante in ceramica.

È dotata di numerose funzioni di controllo che offrono una sicurezza di utilizzo impareggiabile: il bloccaggio automatico dei tasti fa in modo che la temperatura non venga modificata per sbaglio durante il lavoro, mentre lo spegnimento automatico disattiva il dispositivo dopo trenta minuti di inattività nel caso in cui lo si dimentichi acceso. A rendere il tutto ancora più funzionale, un timer impostabile da 5 a 120 minuti che consente di decidere dopo quanto tempo la spazzola debba spegnersi.

La temperatura si può regolare da 150 a 230℃ e in soli 90 secondi dall’accensione si potrà già iniziare il trattamento. Ad arricchire ulteriormente il prodotto un buon pacchetto accessori, contenente un guanto protettivo, due clip per capelli e una pratica custodia da viaggio.

 

Pro

Sicurezza: Oltre a garantire risultati apprezzabili, la spazzola lisciante in ceramica Anjou offre una buona sicurezza di utilizzo, grazie soprattutto al bloccaggio automatico della pulsantiera e alla funzione di spegnimento automatico che disattiva il dispositivo dopo trenta minuti di mancato utilizzo.

Rapida: Una volta impostata la temperatura ottimale, che ricordiamo può essere regolata da 150 a 230℃, l’apparecchio impiega solo 90 secondi per essere pronto all’uso.

Timer: Il modello dispone di un comodo timer (da 5 a 120 minuti) che consente di decidere per quanto tempo la spazzola deve lavorare.

Accessori: Non solo costa poco ma dispone anche di un ricco pacchetto accessori, comprensivo di un guanto termico, due clip per capelli e una pratica custodia per agevolarne il trasporto.

 

Contro

Pesante: Alcune utenti hanno ritenuto il peso dell’oggetto eccessivo, il che potrebbe comportare un affaticamento della mano dopo un certo tempo di utilizzo.

Acquista su Amazon.it (€15.99)

 

 

 

Guida per comprare una spazzola lisciante

 

Tra gli strumenti per la haircare più apprezzati dalle beauty addicted si colloca senza alcun dubbio la spazzola lisciante, una sorta di ibrido a metà strada tra una piastra per capelli e una classica spazzola, che consente di ridurre i tempi di styling e di ottenere una chioma setosa e perfettamente liscia in poche semplici mosse.

In commercio ne esistono tantissimi modelli, ma siete sicure di sapere qual è la migliore spazzola lisciante per le vostre esigenze? Se la risposta è no, allora non lasciatevi sfuggire l’occasione di leggere tutte le informazioni contenute nella nostra guida all’acquisto.

 

 

Quale scegliere?

A differenza della spazzola tradizionale, quella elettrica è capace di lisciare la chioma come se fosse stata trattata con una comune piastra per capelli. Si tratta, dunque, di un accessorio di bellezza molto utile anche in occasione di un viaggio o quando non si ha molto tempo da dedicare al brushing, visto che si potranno ottenere ottimi risultati con qualche semplice “colpo di spazzola”.

Chi si chiede dove acquistare un prodotto di qualità e ricco di accessori, dovrebbe prima di tutto valutare la tipologia dei propri capelli in modo da stabilire quali caratteristiche il modello deve necessariamente possedere per soddisfare le esigenze specifiche della chioma.

Come accennato in precedenza, sul mercato si possono trovare diversi modelli, che variano tra loro per funzioni, struttura, materiali e costo ma, in linea di massima, sono tutti molto leggeri, facili da usare e spesso anche commercializzati a prezzi piuttosto bassi. Tuttavia, se pensate di utilizzare l’accessorio con una certa frequenza, vi consigliamo di acquistarne uno di qualità e che assicuri una buona durata nel tempo.

 

Design e materiali

Esteticamente parlando la spazzola lisciante è molto simile a una comunissima spazzola per capelli, fatta eccezione per il cavo di alimentazione da collegare alla presa elettrica.

I modelli della migliore marca si contraddistinguono per il design molto curato e la presenza di diverse funzioni utili per trattare ogni tipo di capello, da quello naturalmente liscio a quello più crespo e difficile da disciplinare.

Proprio come la spazzola tradizionale, anche quella elettrica può essere ovale o rettangolare. In realtà, tra le due tipologie non c’è una grande differenza in termini di prestazioni, se non che le ovali sono di dimensioni più contenute e quindi adatte per capelli corti o medio-lunghi.

Più che al design, però, è importante badare alla qualità costruttiva del prodotto, visto che ci sono sempre più aziende che producono questo genere di elettrodomestici e, probabilmente, non tutte impiegano materiali idonei in termini di sicurezza e prestazioni.

Accertatevi, quindi, che il manico sia realizzato con plastiche robuste e resistenti, e che la struttura sia costruita in modo da sopportare le temperature elevate.

 

Le setole

Dato che stiamo parlando di una spazzola, va da sé che l’aspetto più importante da valutare sono le setole. Le migliori sono quelle realizzate con materiali naturali, come il pelo di cinghiale, in quanto capaci di sciogliere delicatamente i nodi senza danneggiare né spezzare il fusto capillare. Tuttavia, questo non vuol dire che una spazzola con setole sintetiche, per esempio in nylon o in silicone, non sia di buona qualità, anzi sul mercato ci sono prodotti molto validi in grado di garantire comunque ottime prestazioni.

La maggior parte delle spazzole liscianti, inoltre, presenta due file di setole: quelle esterne, che hanno il compito di districare le ciocche e allinearle correttamente per favorire il lavoro; e quelle interne che, attraverso il calore, lisciano i capelli mentre vengono spazzolati.

Alcuni modelli, poi, sono dotati di un’ulteriore fila di setole al centro che si occupano di facilitare lo spazzolamento, che risulterà più scorrevole e delicato, e di proteggere la cute dalle alte temperature.

 

Rivestimento e ionizzatore

Per garantirsi una spazzola lisciante che, oltre a fare bene il suo lavoro, agisca in maniera delicata sulla chioma, lasciandola sana e lucente, bisogna verificare che disponga di un rivestimento adatto a proteggere i capelli dalle temperature elevate.

A tal proposito, la ceramica si configura come materiale più utilizzato per la creazione di questi accessori, perché capace di rendere il movimento della spazzola più fluido e di garantire una distribuzione uniforme del calore.

Visto, poi, che il principale nemico della salute dei nostri capelli è l’inaridimento, è importante accertarsi che il modello scelto disponga di uno ionizzatore. Questo elemento è in grado di emettere delle particelle a carica negativa la cui azione antistatica sui capelli li libera dall’effetto crespo, idratandoli allo stesso tempo.

Le spazzole liscianti che dispongono di questa tecnologia sono, in genere, le più costose, mentre nei prodotti economici è quasi sempre assente.

 

 

L’importanza della temperatura

Ultima, ma non per questo meno importante, la selezione della temperatura, un elemento decisivo sia per realizzare l’effetto sperato sia per salvaguardare la salute dei capelli. Se non si imposta la giusta temperatura, infatti, si rischia non solo di rovinare la fibra capillare ma anche di non avere il calore necessario per stirare a dovere la chioma. Se, poi, il modello scelto offre un range molto ampio di temperature selezionabili tanto di guadagnato, perché si avrà una maggiore possibilità di scelta sul livello di calore con cui lavorare!

Infine, può tornare molto utile disporre di un dispositivo che preveda una funzione di riscaldamento rapido, in modo da ridurre notevolmente i tempi della messa in piega.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona la spazzola lisciante?

La spazzola lisciante è un beauty tool finalizzato a rendere la chioma liscia e ordinata: l’elemento riscaldante integrato consente di realizzare lo styling desiderato in poco tempo, mentre lo ionizzatore rimuovere l’elettricità statica responsabile dell’odioso effetto crespo, il tutto lasciando i capelli visibilmente più morbidi e lucenti.

Ci sono, poi, modelli più completi che uniscono l’azione lisciante della spazzola e dello ionizzatore a quella del getto d’aria calda, in modo da asciugare i capelli e dare loro una piega perfetta utilizzando un unico dispositivo.

 

Come pulire la spazzola lisciante?

Prendersi cura della propria spazzola lisciante è fondamentale per preservare la salute della chioma ed evitare cali di efficienza che non garantirebbero l’effetto sperato.

Tra le setole, infatti, si accumulano capelli, polvere, forfora e residui di prodotti per lo styling, per cui andranno pulite con una certa frequenza: idealmente dovremmo farlo dopo ogni utilizzo, o comunque appena ne sentiamo l’esigenza.

Dopo aver rimosso i capelli, magari aiutandovi con un pettine o una pinzetta per estirpare quelli incastrati, togliete la polvere e altri residui dalle setole, operazione che potete eseguire con uno spazzolino da denti o per unghie.

 

A quanti gradi impostare la spazzola lisciante?

Utilizzare una spazzola lisciante causa un forte stress alla chioma, spesso sottoposta a un calore troppo elevato che rischia di sfibrare e indebolire la fibra capillare.

Per questo è fondamentale settare lo strumento in modo adeguato impostando la temperatura in base al tipo di capello e al risultato che si vuole ottenere.

In linea di massima, potremmo dire che i capelli sottili e fragili vanno trattati con una temperatura non superiore ai 150 °C; quelli lisci o leggermente mossi tra i 160 e i 180 °C; mentre in caso di chiome indomabili e tendenti al crespo il calore dovrà essere di almeno 200°C.

 

Quanto costa una spazzola lisciante?

Per stabilire quale spazzola lisciante comprare è importante soffermarsi sulle caratteristiche strutturali e funzionali del prodotto, ma è altrettanto importante prestare attenzione al costo, in quanto indicativo della qualità dell’elettrodomestico.

Si parte dai modelli in vendita a prezzi bassi, il che potrebbe suscitare qualche perplessità in merito all’efficienza delle prestazioni, fino ad arrivare ai top di gamma proposti a cifre da capogiro che, sicuramente, non tutti saranno disposti a investire.

Una buona via di mezzo sono le spazzole liscianti che offrono un buon compromesso tra prezzo finale e qualità complessiva: qui la spesa dovrebbe aggirarsi intorno ai 60-80 €.

 

 

 

Come utilizzare una spazzola lisciante

 

Da sempre considerata una valida alternativa alla piastra per capelli, la spazzola lisciante è uno styler innovativo che ha rivoluzionato il modo di stirare i capelli, rendendo la messa in piega più veloce e pratica.

Se fino a questo momento ci siamo occupati di come scegliere una buona spazzola lisciante, in questa sezione della nostra guida vogliamo darvi qualche dritta su come utilizzarla al meglio.

 

 

Preparate i capelli al trattamento

Prima di accendere il dispositivo, dovete preparare la chioma al trattamento che si appresta a ricevere. Occupatevi, dunque, del lavaggio pulendo accuratamente i capelli con uno shampoo appropriato, per poi passare all’applicazione di un balsamo adatto al tipo di capello. Se avete un riccio particolarmente “indisciplinato”, è preferibile utilizzare un conditioner o una maschera nutriente che aiuti a distendere la fibra capillare.

Ricordate che un’accurata pulizia dei capelli è fondamentale se volete che la vostra spazzola faccia bene il suo lavoro e vi garantisca un risultato di lunga durata.

Una volta terminato il lavaggio, asciugate i capelli con il phon e districate bene le ciocche per sciogliere tutti i nodi.

 

Scegliete la temperatura

Arrivate a questo punto potete accendere la vostra spazzola lisciante e impostarla alla giusta temperatura. Se avete una chioma riccia regolatela tra i 200 e i 220 gradi, mentre per i capelli lisci o normali usate una temperatura che non superi i 190°C. Chi, invece, ha un capello sottile o particolarmente fragile dovrà puntare su un range tra 160 e 180 gradi, non di più. Il dispositivo dovrebbe impiegare pochi minuti per essere pronto all’uso e nel frattempo potete selezionare le ciocche e abbozzare un’acconciatura.

 

Cominciate a spazzolare i capelli

Ora iniziate a spazzolare i capelli fino a raggiungere il risultato desiderato. In genere, per uno styling perfettamente liscio occorrono circa cinque minuti, per cui potrete servirvi del beauty tool anche per ritoccare al volo il brushing quotidiano.

È fondamentale partire dalle radici e far scorrere delicatamente le setole per tutta la lunghezza dei capelli, cercando di non trascurare nessuna zona.

Inoltre, potrete utilizzare la spazzola anche per arrotondare leggermente le punte, in modo da dare all’acconciatura un po’ di movimento.

 

 

Alcuni consigli per l’uso

Prima di utilizzare la spazzola lisciante è bene adottare alcune precauzioni che possano consentirvi di proteggere la salute della vostra preziosa chioma e di ottenere l’effetto sperato. Innanzitutto, evitate di utilizzare prodotti per lo styling, come spray, lacca e lozioni, per evitare che eventuali residui possano creare attrito al passaggio della spazzola. Potete usarli, sì, ma solo al termine del trattamento per fissare la piega.

Ricordate che l’apparecchio va utilizzato solo sui capelli perfettamente asciutti e ben pettinati, altrimenti si potrebbe correre il rischio di danneggiare la struttura capillare e, per la stessa ragione, evitate di usare la spazzola insieme al phon.

Inoltre, scegliete un prodotto contraddistinto dal marchio CE: trattandosi di un dispositivo elettrico con componenti in plastica è sempre bene prestare la massima attenzione al fattore sicurezza.

 

 

Ultimo aggiornamento: 21.08.19

 

Shampoo secco – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti del 2019

 

Visti i ritmi frenetici della vita d’oggigiorno, utilizzare uno shampoo secco per molti rappresenta una vera salvezza. Disponibile in formato spray o in polvere, consente di effettuare una mise en beauté della chioma veloce e senza impiego di acqua. È fondamentale, però, scegliere il prodotto su misura per la propria tipologia di capelli e imparare a usarlo in maniera corretta. Ecco, dunque, una guida all’acquisto che confronta le migliori proposte disponibili sul mercato, come il Klorane – Shampoo secco Ortica, ideale per restituire alla chioma volume e leggerezza in pochi minuti, e il Batist Classico Shampoo secco 200 ml che, oltre a detergere i capelli, prolunga la tenuta della messa in piega.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sui migliori shampoo secchi

 

Passiamo, dunque, alla parte della nostra guida che confronta prezzi e caratteristiche dei migliori shampoo secchi del 2019. Ogni prodotto è accompagnato da una recensione che ne mette in luce pregi e difetti, con in più un utile suggerimento su dove acquistare la proposta di interesse a prezzi bassi.

 

Prodotti raccomandati

 

Shampoo secco Klorane

 

Klorane – Shampoo secco Ortica

 

Se avete bisogno di un trattamento riequilibrante che doni freschezza e volume alla chioma, questo shampoo secco all’estratto di ortica a marchio Klorane potrebbe fare al caso vostro.

Adatto a chi ha una cute grassa e problemi di forfora, svolge un’azione detergente e dermopurificante che aiuta a ristabilire il naturale equilibrio del cuoio capelluto, agendo con delicatezza senza causare irritazioni.

Pur essendo una pianta molto temuta a causa delle sue proprietà urticanti, nell’ambito dell’hair care l’ortica si fa apprezzare per il suo elevato contenuto di vitamine del gruppo A, C, B1 ed E, che si propongono di rafforzare la struttura capillare e rendere la capigliatura più sana e corposa.

Gli utenti sostengono che si tratta di un prodotto efficace e soprattutto facile da utilizzare, ma molti si sono detti delusi dalla scarsa cura messa dall’azienda nel confezionamento, caratterizzato da una bomboletta dotata di un erogatore che non sempre funziona come dovrebbe, impedendo dunque un uso agevole dello shampoo.

 

Pro

Con ortica: Grazie all’estratto di ortica, il prodotto dona alla chioma tanto leggerezza quanto volume. Il risultato? I capelli risulteranno più morbidi, lucenti e voluminosi.

Seboregolatore: Lo shampoo secco di Klorane si fa apprezzare per la sua azione delicata che migliora gradualmente l’eccessiva secrezione sebacea senza aggredire il cuoio capelluto.

Contro la forfora: Il cosmetico si propone di detergere e purificare i capelli grassi e ridurre progressivamente la comparsa della forfora, oltre a rinforzare la struttura capillare.

 

Contro

Erogatore: Sebbene gli utenti abbiano espresso solo pareri positivi in merito all’efficacia e alla praticità di utilizzo del prodotto, molti hanno riscontrato un funzionamento difettoso dell’erogatore integrato nella confezione, che tende a bloccarsi di continuo creando non pochi disagi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Shampoo secco Batist

 

Batist Classico Shampoo secco 200 ml

 

Insieme a Klorane, Batist è una delle aziende più note e affidabili nella produzione di questi tipi di shampoo e da oltre quarant’anni propone prodotti di qualità a prezzi vantaggiosi.

È il caso del dry shampoo classico da 200 ml che promette capelli perfettamente puliti e freschi in appena tre minuti. Grazie all’amido di riso, assorbe tutto il sebo in eccesso, regalando un effetto “mat” di lunga durata.

Tra i suoi ingredienti troviamo anche l’acido salicilico che svolge un’azione antimicrobica volta a stimolare la circolazione del cuoio capelluto e l’ossigenazione cellulare. In pratica, agisce come una sorta di “scrub” che elimina tutte le squame e le cellule morte che creano una condizione favorevole per la proliferazione dei funghi responsabili della comparsa della forfora, arrestandone al tempo stesso la ricomparsa.

Tra le caratteristiche positive del prodotto non possiamo che includere anche il rapporto qualità/prezzo molto vantaggioso, sebbene alcuni utenti sostengono che il detergente tende a lasciare qualche residuo bianco tra le ciocche se si eccede con il dosaggio.

 

Pro

Formulazione: Il punto di forza dello shampoo Batist è la presenza dell’amido di riso, che assorbe il grasso e le impurità che si depositano sul cuoio capelluto, lasciando i capelli puliti e lucenti.

Antimicrobico: Il prodotto si caratterizza anche per la sua profonda azione antimicrobica. Ciò è dovuto all’elevato contenuto di acido salicilico, che contrasta la formazione dei funghi responsabili della forfora.

Prezzo conveniente: Nonostante sia un cosmetico di grande qualità, può essere acquistato a un costo estremamente vantaggioso.

 

Contro

Attenzione al dosaggio: Sono molti gli utenti che dichiarano di utilizzare lo shampoo con profitto da diversi anni, ma ci sono anche acquirenti che hanno riscontrato la presenza di parecchi residui bianchi dopo l’applicazione, una pecca dovuta principalmente a un cattivo dosaggio del prodotto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Shampoo secco per cani

 

Beaphar – Shampoo Secco Premium per Cane

 

La maggior parte dei veterinari consiglia rigorosamente di non lavare in maniera eccessiva cani e gatti perché altrimenti si rischia di compromettere lo strato protettivo presente naturalmente sulla loro pelle. È anche vero, però, che a nessuno piace l’idea che il proprio cane gironzoli per casa tutto sporco e magari emanando anche un odore poco gradevole.

In questi casi può venirvi in soccorso lo shampoo secco per cani di Beaphar, proposto in formato da 200 ml a un prezzo molto competitivo.

Il prodotto è studiato per assicurare la massima igiene al vostro cane, soprattutto quando non è possibile procedere con la tradizionale toelettatura. In questo modo potrete garantirgli una pulizia rapida e indolore, visto che molti animali domestici non gradiscono né l’acqua né il rumore assordante del phon, e senza correre il rischio di abbassare le sue difese naturali.

Ma il vero punto di forza del prodotto è la presenza di ingredienti di elevata qualità, tra cui l’Aloe Vera, che aiuta a mantenere il pelo sano e lucido, e l’estratto di Neem che fornisce protezione contro parassiti e insetti.

 

Pro

Senza risciacquo: Il prodotto va nebulizzato direttamente sul manto del cane e non necessita di risciacquo, così da provvedere al lavaggio del proprio amico peloso in modo pratico e veloce.

Ingredienti: L’Aloe Vera contenuta contribuisce a lenire la cute e a ravvivare il pelo dell’animale, mentre l’estratto di Neem tiene lontani flebotomi, pappataci e zanzare, responsabili di molte malattie gravi, come la leishmaniosi.

Rapporto quantità/prezzo: Il costo a cui viene venduto appare molto allettante in rapporto alla quantità di prodotto contenuto nella confezione, che si assesta sui 200 ml.

 

Contro

Dosaggio: Chi possiede cani di grossa taglia dovrà utilizzare una quantità maggiore di detergente, per cui il formato da 200 ml potrebbe esaurirsi molto velocemente e non garantire una lunga durata.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Shampoo secco Garnier

 

Garnier – Shampoo Senz’acqua 100 Ml

 

Il nostro viaggio alla scoperta del miglior shampoo secco per le proprie esigenze prosegue con quello di Garnier, azienda ben conosciuta nel campo della bellezza e della cura dei capelli.

Si tratta di un formato spray in confezione da 100 ml da utilizzare quando non si ha la possibilità di lavare i capelli con acqua. L’ingrediente che lo contraddistingue è il cetriolo, grazie al quale sarà possibile prevenire il danneggiamento della struttura capillare e favorire la ricrescita dei capelli.

A colpire maggiormente gli utenti è stata la praticità di utilizzo del cosmetico: basta, infatti, vaporizzare il prodotto sulla chioma, mantenendo una distanza di almeno 30 centimetri dal cuoio capelluto, attendere due minuti e spazzolare i capelli per eliminare eventuali eccessi.

Tuttavia, non tutti si sono detti soddisfatti dei risultati ottenuti, visto che il detergente si limita a rimuovere le impurità e il sebo senza, però, dare volume e consistenza.

Ma almeno c’è di buono che, nella comparazione con altri articoli simili, quello di Garnier risulta il più economico della nostra classifica.

 

Pro

Con estratto di cetriolo: Grazie alla sua ricchezza di sali minerali, tra cui il silicio e la biotina, l’estratto di cetriolo rende lo shampoo efficace nel rinforzare i capelli e incentivarne la ricrescita.

Pratico e veloce: Un paio di minuti di posa sono sufficienti per garantirsi una cute pulita e senza quel fastidioso eccesso di sebo che fa apparire i capelli unti e spenti. Inoltre, ne basta una piccola quantità per ottenere i risultati sperati.

Economico: Se non avete esigenze particolari e non sapete quale shampoo secco scegliere tra i tanti disponibili sul web, vi consigliamo di prendere in considerazione quello di Garnier che viene venduto a un prezzo ultra competitivo.

 

Contro

Effetto: Il cosmetico assorbe il grasso e lascia i capelli perfettamente puliti ma senza offrire alcun effetto volumizzante, una pecca che ha lasciato l’amaro in bocca a parecchi acquirenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Shampoo secco Batiste

 

Batiste – Dry Shampoo Coconut & Exotic Tropical

 

Il dry shampoo Coconut & Exotic Tropical di Batiste viene proposto in una confezione contenente tre bombolette da 200 ml ciascuna a un costo che ha dell’incredibile. Si tratta, dunque, di un’offerta molto vantaggiosa che vi consentirà di utilizzare a lungo lo shampoo senza dover effettuare un nuovo ordine nel giro di poche settimane.

Il prodotto risulta indicato soprattutto per chi vuole eliminare il cattivo odore emanato dai capelli quando sono sporchi. Questo è possibile grazie alla curmarina, una molecola estratta dalla cannella Cassia e all’Asperula dolce, che, oltre ad assorbire il sebo in eccesso, elimina gli odori sgradevoli lasciando sui capelli una gradevole fragranza esotica.

Inoltre, l’effetto sembra durare molto a lungo, come confermato dalla maggior parte degli utenti che lo hanno testato, per cui sarà possibile procedere con il lavaggio tradizionale anche a distanza di parecchi giorni dall’applicazione.

Chi ha la chioma particolarmente scura, però, dovrà prestare particolare attenzione a non eccedere con il dosaggio per non rischiare di lasciare tra i capelli antiestetici residui bianchi che potrebbero compromettere la vitalità e la lucentezza della chioma.

 

Pro

Efficace: Realizzato con ingredienti di elevata qualità, lo shampoo secco Coconut & Exotic Tropical di Batiste presenta una consistenza soddisfacente, capace di donare corpo e volume ai capelli, oltre a privarli del sebo e delle impurità.

Formato convenienza: Il prodotto viene venduto in confezione da tre bombolette, da 200 ml ciascuna, a un prezzo molto competitivo, ideale per chi vuole avere una buona scorta in casa senza spendere una fortuna.

Profumo: Un altro valore aggiunto è la sua profumazione molto gradevole che permane a lungo sui capelli, una caratteristica che ne rende ancora più piacevole l’applicazione.

 

Contro

Potrebbe lasciare dei residui: Il prodotto riesce a rimuovere efficacemente lo sporco e il grasso dal cuoio capelluto, ma potrebbe anche lasciare una fastidiosa patina bianca che rischia di danneggiare la struttura capillare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Shampoo secco per gatti

 

Trixie Shampoo secco per Cani e Gatti 450ml

 

Il vostro gatto non sopporta l’acqua? Tranquilli, abbiamo pensato anche a questa eventualità inserendo tra i nostri consigli d’acquisto lo shampoo secco per gatti di Trixi, ideale per tutti quei padroni che vogliono mantenere pulito e lucente il pelo del proprio felino senza ricorrere al lavaggio tradizionale.

Realizzato con ingredienti sicuri e di alta qualità, risulta efficace anche per la prevenzione del prurito e dell’insorgenza di pericolose reazioni allergiche. Un altro vantaggio offerto dal prodotto è l’eliminazione dei batteri e dei cattivi odori che derivano dal loro proliferare, mentre la sua formula arricchita con principi attivi emollienti e condizionanti minimizza la formazione di nodi e permette di districare facilmente il pelo dell’animale.

Il formato è da 450 ml, quindi sufficiente per garantire un buon numero di applicazioni, e viene proposto a un prezzo più economico rispetto ad altri prodotti concorrenti.

Anche il profumo è stato particolarmente gradito perché non risulta fastidioso per l’animale e permane piuttosto a lungo sul suo manto.

 

Pro

Qualità: Gli ingredienti utilizzati per la formulazione dello shampoo sono sicuri e dermatologicamente testati, cosa che renderà il pelo di cani e gatti ancora più morbido e sano.

Formato: La confezione da 450 ml, oltre a garantire una durata apprezzabile, viene proposta a un costo molto vantaggioso, che farà la gioia di tutti quei padroni che vogliono prendersi cura dei propri amici a quattro zampe con un occhio anche al risparmio.

Durata: Per prolungare ulteriormente la durata del prodotto, l’azienda ha dotato il flacone di un pratico dosatore che vi permetterà di non sprecarne nemmeno una goccia.

 

Contro

Non sempre efficace: Una minore efficacia è stata riscontrata nel trattamento di cani e gatti con pelo particolarmente lungo e folto, poiché la schiuma, essendo molto densa, fa fatica a penetrare negli strati più spessi del manto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Shampoo secco per capelli grassi

 

Alama Professional Shampoo Secco

 

Rispetto ad altri prodotti venduti online, lo shampoo secco di Alma Professional ci ha colpito per il suo prezzo conveniente e per la buona qualità degli ingredienti che lo compongono. Tra questi troviamo l’amido di riso, che si rivela efficace nel assorbire il sebo in eccesso e donare alla chioma compattezza e volume.

Pur essendo specifico per capelli grassi, il prodotto può essere utilizzato da tutti e risulta anche molto facile da applicare grazie alla presenza di un erogatore spray, che consente di distribuirlo in modo uniforme sul cuoio capelluto.

Oltre al fatto che non lascia sgradevoli patine oleose e residui vari, lo shampoo si fa apprezzare anche per il suo profumo molto piacevole e per nulla invasivo, che è stato particolarmente gradito da chi ama avere una capigliatura morbida e redolente come appena lavata.

L’unico neo appare l’eccessivo tempo di posa di cui necessita il prodotto per agire che, secondo gli acquirenti, si protrae anche fino a otto minuti, non tantissimi ma comunque superiori ai canonici tre minuti di attesa.

 

Pro

Pratico: La modalità di utilizzo con erogatore spray è stata molto gradita agli utenti, soprattutto per la praticità con cui permette di applicare il prodotto sul cuoio capelluto.

Amido di riso: La validità dello shampoo è data dalla presenza dell’amido di riso che si rivela particolarmente efficace nel garantire una detersione profonda della chioma.

Sicuro: Il cosmetico è privo di coloranti e solfati, pertanto può essere utilizzato tranquillamente da chi ha una cute sensibile, spesso soggetta a irritazioni e dermatiti da contatto.

 

Contro

Tempi di attesa: Non tutti hanno valutato positivamente i lunghi tempi di posa necessari per ottenere i risultati di pulizia sperati, considerato che il principale vantaggio di uno shampoo secco è quello di garantire un lavaggio espresso dei capelli.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Shampoo secco Palette

 

Schwarzkopf Palette Styling Pure Fresh

 

Visto che oggi sempre più persone decidono di seguire i principi etici e morali della filosofia vegan, ci è sembrato opportuno inserire tra i nostri consigli d’acquisto uno shampoo secco con formula vegana certificato ECARF.

Palette Styling Pure Fresh di Schwarzkopf è un cosmetico formulato solo con ingredienti biologici, mentre l’assenza di qualsiasi sostanza chimica o di origine animale non potrà che giovare al cuoio capelluto, che non verrà a contatto con elementi potenzialmente nocivi.

Utile per detergere al volo i capelli in circostanze critiche, come un rendez-vous dell’ultimo momento, questo prodotto può essere utilizzato anche per creare delle acconciature originali, poiché dona corpo e volume alla chioma senza bisogno di ricorrere a phon, spazzole e piastre. Molto pratico per chi ha i capelli lunghi, in soli due minuti rimuove sporco e grasso dal cuoio capelluto, e offre tutta la leggerezza e la freschezza di cui la chioma necessita per apparire pulita e lucente.

Quanto al rapporto tra qualità, quantità e prezzo, riteniamo sia abbastanza equilibrato, un motivo in più per aggiungerlo ai propri prodotti per l’hair care.

 

Pro

Vegano: È realizzato solo con ingredienti biologici che rispettano la filosofia vegana, e questo non siamo noi a dirlo ma il certificato ECARF di cui è provvisto il prodotto.

Versatile: Oltre a detergere i capelli, il Palette Styling Pure Fresh può essere utilizzato anche come lacca volumizzante per donare consistenza alla chioma e realizzare diverse acconciature.

Prezzo equo: A nostro avviso, questo shampoo merita di essere acquistato, soprattutto per via del rapporto molto equilibrato tra quantitativo offerto, pari a 200 ml, qualità complessiva e prezzo di vendita.

 

Contro

Non adatto a tutti: Non è molto indicato per coloro che soffrono di forfora grassa; chi presenta questo disturbo dovrebbe preferire un prodotto ad azione dermopurificante che sia, al tempo stesso, delicato e adatto agli utilizzi frequenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare uno shampoo secco

 

Ormai allo shampoo non viene delegato più solo il compito di lavare i capelli, ma anche di renderli più sani e corposi, liberarli dalla forfora e proteggerli dagli agenti esterni. Sul mercato ne esistono di diversi tipi, ma mentre alcuni si rivelano davvero efficaci, altri servono a ben poco o sono addirittura da declinare.

Negli ultimi tempi è tornato alla ribalta lo shampoo secco, da sempre considerato un alleato prezioso della beauty routine quotidiana e oggi ritenuto una miracolosa soluzione di styling per avere capelli sempre in ordine anche quando si è di fretta.

Per quanto possa sembrare bizzarro lavare i capelli senza acqua, questo portentoso cosmetico è in grado di detergere e purificare la chioma in modo rapido ed efficace, senza dover andare sotto la doccia. Sul web e nelle profumerie ce ne sono di tutti i tipi e a diverse fasce di prezzo, ma consultando la nostra guida su come scegliere un buon shampoo secco scoprirete quali sono i parametri a cui prestare attenzione in fase d’acquisto, così da individuare facilmente il prodotto più adatto alle vostre esigenze.

 

 

Capelli puliti e sani senza acqua e phon

Caposaldo del mondo dell’hair care, lo shampoo secco viene oggi considerato un vero e proprio trattamento di bellezza capace di abbinare alla tradizionale funzione detergente diverse proprietà cosmetiche che lo rendono perfetto per chi vuole avere una chioma morbida e lucente in pochi minuti.

Il principale vantaggio di questo prodotto è che si applica direttamente sui capelli asciutti per regalare un’immediata sensazione di pulito e leggerezza. Inoltre, è in grado di assorbire l’eccesso di sebo e di neutralizzare l’effetto degli agenti inquinanti, oltre a ridurre lo stress dovuto a lavaggi e pieghe frequenti.

Se, poi, tra i vostri crucci si colloca anche la salvaguardia dell’ambiente, il dry shampoo diventerà un must have irrinunciabile, perché contribuisce a risparmiare sui consumi di acqua, prodotti per lo styling ed energia, così da ridurre sensibilmente l’impatto ambientale, con qualche piccolo beneficio anche per il portafoglio.

 

Cosa contiene

Siete in ritardo e non avete tempo per lavare i capelli e fare la messa in piega? Nessun problema, lo shampoo secco diventerà il vostro migliore amico in tutte quelle situazioni di emergenza in cui non è possibile ricorrere al lavaggio tradizionale.

La sua capacità di rendere la chioma perfettamente pulita senza l’utilizzo dell’acqua si deve all’azione delle polveri contenute, solitamente silicato, amido di riso o minerali, che assorbono ogni traccia di sporco e sebo presente su cute e capelli. A questi ingredienti vengono spesso aggiunti estratti di erbe e piante officinali, come quelli di ortica o cetriolo dall’azione purificante, e alcune essenze profumate, di agrumi, fiori e così via, che lasciano sui capelli un odore molto piacevole.

Alcuni prodotti, poi, vengono formulati con l’aggiunta di sostanze che contribuiscono a nutrire la fibra capillare (come la cheratina o il pantenolo), in modo da detergere la chioma in profondità e darle un aspetto più sano e corposo.

Inoltre, si possono trovare sul mercato cosmetici a cui vengono aggiunti dei pigmenti che regalano una lieve colorazione capace di accentuare il colore naturale dei capelli o di arricchirli con riflessi lucenti e naturali.

 

Attenzione a non esagerare!

Sarà anche un trattamento rapido ed efficace, ma questo non significa che sia del tutto privo di controindicazioni. Per quanto possa essere pratico, non deve mai sostituire lo shampoo tradizionale e l’utilizzo dell’acqua. Questo perché, sebbene il prodotto pulisca a fondo il capello assorbendone il sebo, non riesce invece a detergere in modo accurato il cuoio capelluto e a rimuovere tutte le impurità che si depositano sulla chioma, cosa che si ottiene solo usando l’acqua.

La soluzione migliore è quella di alternare le due modalità di detersione, limitandosi a una o al massimo due applicazioni di shampoo secco tra un lavaggio tradizionale e l’altro.

A metterci lo zampino, spesso, è anche l’utilizzo di quantità eccessive di prodotto, per cui è sempre consigliabile osservare la regola del “less is more”. Il pericolo, in effetti, è quello di lasciare piccoli residui tra le ciocche che potrebbero rendere opaco e spento il colore dei capelli.

 

 

L’INCI può aiutarvi

La strada da percorrere per decidere quale shampoo secco comprare potrebbe rivelarsi davvero tortuosa e piena di dubbi, complici le numerose offerte presenti sul mercato e le tante pubblicità ingannevoli.

Se non sapete come individuare la migliore marca in circolazione, potete adottare una strategia di diversificazione attraverso la comparazione dei prodotti più venduti, affidandovi magari alla recensione degli altri utenti; oppure leggere l’etichetta, che per legge deve riportare l’elenco degli ingredienti in ordine decrescente di presenza. A tal proposito, è sempre meglio optare per uno shampoo delicato con un INCI accettabile o preferirne uno naturale formulato senza aggiunta di profumi artificiali, conservanti e altre sostanze potenzialmente aggressive.

Chi ha esigenze particolari può, invece, acquistare uno shampoo vegano cruelty free, così da rispettare i propri principi etici e morali anche quando si tratta di bellezza.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona lo shampoo secco?

Lo shampoo secco è una valida alternativa a quello liquido, soprattutto quando non si ha il tempo e la possibilità di lavare i capelli con il metodo tradizionale.

Le polveri contenute si occupano di assorbire il sebo in eccesso e di opacizzare la chioma, donandole volume e una parvenza di pulito.

Una volta applicato in piccole quantità sui capelli asciutti, basta lasciarlo agire per qualche minuto e rimuovere eventuali eccessi con un pettine, il tutto senza bagnare i capelli o ricorrere al phon.

 

Ogni quanto usare lo shampoo secco per cani e gatti?

Se non avete la possibilità di portare il vostro cane a fare una toelettatura, specialmente in inverno, potete ricorrere a uno shampoo secco per animali, così da provvedere alla sua igiene in modo pratico e senza sforzo.

Tuttavia, ricordiamo che lavare cani e gatti troppo spesso potrebbe nuocere alla loro salute, poiché indebolisce il film idrolipidico della cute che protegge l’animale da batteri e parassiti.

In particolare, lo shampoo secco andrebbe utilizzato non più di una volta al mese, soprattutto in considerazione del fatto che il prodotto tende a lasciare dei residui sul pelo che, alla lunga, potrebbero provocare prurito e allergie. In caso di dubbi, chiedete consiglio al vostro veterinario di fiducia.

 

Come realizzare uno shampoo secco?

Lo shampoo secco si può realizzare facilmente anche in casa: basta mescolare del bicarbonato di sodio con uno di questi tre ingredienti: argilla bianca, amido di mais o di riso.

Una volta amalgamate le polveri, aggiungete un po’ di succo di limone e qualche goccia del vostro olio essenziale preferito, e versate il tutto in un flacone pulito.

In questo modo si otterrà uno shampoo secco naturale e privo di sostanze chimiche, ottimo soprattutto in caso di cute sensibile o allergie.

 

Da cos’è composto uno shampoo secco?

Lo shampoo secco viene venduto in forma di spray o in polvere. Nel primo caso basta nebulizzare il prodotto sulla chioma per averla pulita in men che non si dica; nel secondo, invece, si dovrà distribuire la polvere sul cuoio capelluto, accompagnando la stesura con un leggero massaggio.

In entrambe i casi, gli ingredienti sono sostanzialmente gli stessi: amido (di riso o di mais), silicato ed estratti di piante o erbe che, agendo in sinergia, assorbono il sebo in eccesso e altre eventuali impurità.

 

Lo shampoo secco rovina i capelli?

Anche se lo shampoo secco offre numerosi vantaggi, primo fra tutti quello di donare ai capelli un aspetto fresco e deterso in pochi minuti, presenta anche degli svantaggi che scaturiscono principalmente da un uso frequente e prolungato.

Tra questi, l’ostruzione dei follicoli presenti sul cuoio capelluto, a cui conseguono diversi disturbi come la secchezza epiteliale, la comparsa di forfora e il progressivo indebolimento del fusto capillare.

Per questi motivi, si consiglia di utilizzarlo con moderazione, al massimo una o due volte a settimana tra un lavaggio e l’altro.

 

 

 

Come utilizzare uno shampoo secco

 

Sarà anche vero che lo shampoo secco non sostituisce quello tradizionale, e su questo siamo tutti d’accordo, ma presenta comunque una miriade di benefici che gli danno diritto a un posto di tutto rispetto nei nostri beauty case.

Dona consistenza e volume a ogni hairstyle, aiuta a far durare più a lungo la messa in piega e rendere i capelli puliti e impeccabili a distanza di due/tre giorni dal precedente lavaggio, a patto però che lo si applichi correttamente e senza eccessi. Vediamo, dunque, i passaggi da rispettare per utilizzarlo al meglio.

 

 

Mantenetevi sempre a una certa distanza

Se si decide di utilizzare uno shampoo secco in spray è importante vaporizzarlo a una distanza di almeno 30 centimetri dal cuoio capelluto, scuotendo la chioma con le mani o con il getto d’aria fredda del phon per distribuire il prodotto in modo uniforme.

Quando, invece, si deve applicare un detergente in polvere, è sufficiente cospargerlo sul cuoio capelluto e strofinarlo con i polpastrelli per attivare la formula.

 

Concentratevi sulle radici

Quando si utilizza un dry shampoo non è necessario stenderlo su tutta la chioma. In effetti, è solo sul cuoio capelluto che si depositano gli eccessi di sebo ed è proprio in quella zona che si crea quella fastidiosa patina unta.

Pertanto, bisogna applicarlo solo sulle radici e non sulle punte per evitare di seccarle e creare quell’antiestetico effetto crespo che non piace a nessuno!

 

Non esagerate

Uno degli svantaggi principali dello shampoo secco è quello di lasciare dei residui che potrebbero rendere la capigliatura spenta e opaca, soprattutto se i capelli sono di colore scuro. Il nostro consiglio è di non esagerare con le dosi e, se necessario, aggiungere altro shampoo prima di procedere alle fasi successive.

 

Attendete qualche minuto

Affinché il prodotto possa assolvere il suo compito, bisogna dargli il tempo e la possibilità di agire. In che modo? Lasciandolo in posa per qualche minuto prima di rimuovere gli eccessi con la spazzola. Si può effettuare il trattamento ogni volta che la chioma ha bisogno di un refresh, anche se molti trendsetter consigliano di usarlo prima di andare a dormire, in modo da dargli più tempo per assorbire tutto lo sporco e avere al mattino uno styling come nuovo.

 

Anche il massaggio è fondamentale

Dopo aver applicato il prodotto sulla cute e atteso il tempo di posa necessario, è importante massaggiare la cute con le dita affinché le polveri contenute possano assorbire efficacemente tutte le impurità. In questo modo lo shampoo agirà in maniera più efficace e i risultati dureranno più a lungo.

 

 

Spazzolate via eventuali eccessi

Alcuni cosmetici possono lasciare sui capelli dei residui o una sottilissima patina bianca anche dopo averli massaggiati, soprattutto se si applica una quantità eccessiva di prodotto. In questi casi, basta spazzolare la chioma con un pettine a denti stretti o con una spazzola a setole rigide così da distribuire in maniera uniforme il detergente ed eliminare la polvere residua.

 

Non usatelo troppo spesso

Prima di lasciarvi un’ultima raccomandazione: lo shampoo secco, anche se molto pratico, non va applicato troppo spesso perché potrebbe lasciare sui capelli dei residui che rischiano di occludere i follicoli e rendere la chioma più fragile.

La soluzione ideale è utilizzarlo una sola volta tra un lavaggio e l’altro, in modo da dare al cuoio capelluto la possibilità di respirare e di autorigenerarsi.

 

 

Ultimo aggiornamento: 21.08.19

 

Piastra per capelli – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti del 2019

 

Avere i capelli in perfetto ordine è prerogativa di ogni donna e, non a caso, una delle spese più gravose del budget riservato alla bellezza è proprio quella del parrucchiere! Per ottenere buoni risultati standosene comodamente a casa si può utilizzare una piastra per capelli e, indipendentemente dal fatto che si voglia realizzare uno styling riccio, mosso o liscio, c’è un modello adatto per ogni esigenza. Per noi le migliori sono la BaByliss ST395E Pro Steam e la L’Oreal Professionnel Steam Pod Bianco. In entrambe i casi parliamo di piastre professionali che sfruttano il vapore per preservare l’idratazione della chioma e proteggerla dallo shock termico, ma mentre la prima si serve anche dell’innovativa funzione ionica per eliminare l’elettricità statica e l’effetto crespo del capello, la seconda vanta dimensioni ridotte e un design ergonomico che la rendono facile da maneggiare e da utilizzare.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sulle migliori piastre

 

A tutte le appassionate dell’hair styling che non vogliono rinunciare a una piega long lasting, consigliamo di prendere in esame i prodotti che elenchiamo di seguito, in modo da individuare facilmente la migliore piastra per capelli sul mercato.

 

Prodotti raccomandati

 

Piastra per capelli a vapore

 

BaByliss ST395E Pro Steam

 

Tra le piastre per capelli a vapore più vendute online troviamo questo modello di BaByliss, che risalta subito per il suo design innovativo e il prezzo di vendita ultra competitivo.

Sul dorso troviamo un piccolo serbatoio in plastica trasparente, dove inserire l’acqua che verrà trasformata in vapore, e un display LCD che consente di visualizzare il livello di calore impostato.

Nella parte laterale del manico sono presenti i pulsanti per la regolazione della temperatura, modulabile su cinque livelli fino a un massimo di 230°C, e per attivare la funzione Ionic, che rilascia molecole con carica elettrica negativa che scompongono le particelle d’acqua del capello per eliminare, come per magia, l’elettricità statica e l’odioso effetto crespo.

Le piastre flottanti sono rivestite in Nano Titanium Ceramic, un materiale che garantisce un’uniforme distribuzione del calore per preservare la fibra capillare da ogni possibile danno.

Il modello colpisce anche per una serie di accorgimenti strutturali che ne rendono più confortevole l’utilizzo, come il pettine removibile, da posizionare su tre aperture diverse, il blocco di protezione delle piastre e un cavo girevole.

 

Pro

Performante: La piastra per capelli a vapore di BaByliss consente di regolare la temperatura su cinque diversi livelli, mentre il sistema a emissione di ioni mette al riparo i capelli dai danni causati dal calore.

Qualità/prezzo: Si colloca tra i prodotti più venduti del momento per il buon compromesso tra qualità complessiva e prezzo di vendita, ottimo per quante non vogliono spendere troppo ma nemmeno rinunciare a prestazioni di livello professionale.

Portatile: Le dimensioni compatte consentono di portare l’elettrodomestico sempre con sé, oltre a renderne l’utilizzo più pratico e confortevole, e nella confezione è inclusa anche una pratica custodia termoresistente.

 

Contro

Serbatoio: Purtroppo, la capienza del serbatoio è stata sacrificata in favore della portabilità e della maneggevolezza, per cui se avete i capelli molto folti e lunghi dovrete riempirlo diverse volte per terminare il brushing.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Piastra per capelli professionale

 

L’Oreal Professionnel Steam Pod Bianco

 

Volete viziarvi acquistando una delle migliori piastre per capelli del 2019? Allora la L’Oreal Professionnel Steam Pod fa assolutamente per voi!

Questo innovativo beauty tool vi consentirà di lisciare la chioma in modo semplice, veloce e sicuro. Dall’aspetto di una classica piastra per capelli professionale, include un piccolo serbatoio per l’acqua separato dal corpo principale che dovrà essere riempito a ogni utilizzo.

Una volta raggiunta la temperatura ideale, impostabile su cinque livelli da 140 a 210°C, l’apparecchio genera un flusso di vapore che protegge i capelli dall’azione dannosa del calore per una stiratura impeccabile come dal parrucchiere.

Il suo plus? Combinando l’azione disciplinante del calore a quella protettiva del vapore si potrà lavorare sulle singole ciocche senza timore di seccarle, spezzarle o aggredirle, e la messa in piega durerà più a lungo.

Di notevole utilità anche la presenza di un pettine rimovibile per facilitare le operazioni di brushing e di un filtro per la demineralizzazione dell’acqua, attraverso il quale sarà possibile ottimizzare le operazioni di manutenzione dell’apparecchio.

 

Pro

Prestazioni: Un elettrodomestico capace di garantire prestazioni di livello professionale: si può utilizzare sui capelli lisci, ricci o crespi ma il risultato sarà sempre impeccabile grazie all’azione idratante del vapore e alla possibilità di regolare la temperatura su cinque livelli.

Materiali di qualità: Le piastre sono rivestite in ceramica, una scelta che rende l’oggetto robusto, resistente e in grado di diffondere il calore in modo uniforme su tutta l’area da trattare.

Serbatoio: Il prodotto dispone di un serbatoio molto capiente per concedere lunghe sessioni di lavoro senza interruzioni, mentre la presenza di un filtro per la demineralizzazione dell’acqua rende più pratiche le operazioni di pulizia.

 

Contro

Prezzo: Il costo del prodotto è stato ritenuto troppo alto da chi non ha intenzione di spendere cifre elevate per una piastra per capelli professionale. In questo caso, dovrete valutare qualcosa di più economico.

Acquista su Amazon.it (€174.61)

 

 

 

Piastra per capelli Ghd

 

Ghd Gold Professional Styler

 

Se cercate la migliore marca per i vostri capelli, allora l’avete trovata! Ghd è un brand che ha praticamente rivoluzionato il mondo dell’hair styling grazie alla sua innovativa linea Styler, tra cui spicca il nuovo modello Gold Professional.

Le sue dimensioni compatte e il cavo girevole a 360° offrono una buona libertà di movimento per lavorare in modo agevole raggiungendo facilmente ogni zona della chioma, mentre le piastre più piccole e perfettamente allineate garantiscono un effetto lisciante (o arricciante) praticamente perfetto e permettono di trattare sia i capelli lunghi sia quelli più corti.

La Tri-Zone Technology, in combinazione ai sensori intelligenti disposti sulle placche, è in grado di mantenere la temperatura costante sui 180°C per salvaguardare la chioma da ogni possibile danno causato dal calore eccessivo, e in soli 25 secondi è già pronta all’uso.

La funzione “sleep”, inoltre, provvede a disattivare il dispositivo dopo circa trenta minuti di inattività per risparmiare sui consumi energetici ed evitare ogni possibile danno.

 

Pro

La Tri-Zone Technology: Regola la temperatura automaticamente in base al tipo di capello e la mantiene costante durante la messa in piega per limitare i danni causati dal calore e ottenere un brushing perfetto.

Struttura: La forma arrotondata non ha solo una finalità estetica, ma è pensata per consentirvi di realizzare uno styling mosso od ondulato senza incontrare difficoltà.

Sicurezza: Oltre a un rivestimento in materiale isolante, utile per limitare il rischio di scottature, il modello dispone della funzione “sleep” che si attiva dopo trenta minuti di inattività, un optional estremamente importante quando si tratta di sicurezza.

 

Contro

Temperatura: L’unica rimostranza mossa nei confronti di questo modello riguarda la mancanza di un sistema di regolazione della temperatura, ma riteniamo che si tratti di una pecca che passa in secondo piano in confronto alle ottime performance offerte.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Piastra per capelli mossi

 

FURIDEN – Piastra capelli professionale

 

Per il basso costo a cui viene venduta questa piastra per capelli mossi (a fine recensione troverete anche un link su dove acquistare il prodotto) è facile pensare che si tratti di un modello di scarsa qualità, ma i pareri degli utenti sono di tutt’altro avviso.

Oltre a presentare un rapporto qualità/prezzo molto convincente, il prodotto dispone di due piastre basculanti con angoli curvi che permettono di lavorare la ciocca in modo agevole per massimizzare i risultati, oltre a distribuire bene il calore senza danneggiare il capello.

Sono presenti cinque diverse impostazioni di temperatura (da 120 a 230°C) per adattarsi alle esigenze della chioma, mentre la chiusura di sicurezza e la borsa da trasporto inclusa nel prezzo vi permetteranno di avere in ogni momento e in ogni luogo il look che desiderate.

Nonostante i prezzi bassi, i materiali di costruzione appaiono resistenti e affidabili: il rivestimento in ceramica regge bene il calore mentre il termostato integrato disattiva automaticamente l’apparecchio dopo un’ora di inutilizzo nel caso in cui non si provveda spegnerlo dopo l’uso.

 

Pro

Materiali e temperatura: Non fatevi ingannare dal prezzo competitivo, perché i materiali con cui è stata realizzata questa piastra sono di ottima qualità, mentre la funzione di regolazione della temperatura ha un intervallo molto ampio, da 120 a 230°C, per rispondere a ogni esigenza.

Accessori: Il pacchetto accessori incluso nel prezzo non teme la comparazione con le migliori piastre vendute sul mercato, in quanto comprensivo di una borsa da viaggio, un paio di guanti isolanti, un pettine e due clip per capelli.

Prezzo conveniente: Le prestazioni offerte sono ottime, su questo non ci piove, ma la cosa sorprendente è che nonostante i buoni risultati garantiti viene proposta a un costo davvero vantaggioso.

 

Contro

Dimensioni piastre: Secondo alcune utenti, le piastre sono troppo piccole, quindi non adatte a chi ha i capelli particolarmente lunghi e folti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Piastra per capelli Remington

 

Remington Pearl Collection S9500

 

Se non avete ancora deciso quale piastra per capelli comprare vi consigliamo di valutare attentamente le caratteristiche del modello proposto da Remington, che ha voluto stupire i suoi clienti con un oggetto di design e dalla notevole funzionalità.

Già solo guardandola si percepisce la grande attenzione che l’azienda ha riservato all’estetica, impreziosita ulteriormente da una splendida pochette bianca resistente al calore, perfetta per riporre l’apparecchio dopo l’utilizzo e portarlo con sé in viaggio.

Ma questa volta i progettisti Remington si sono davvero superati creando un rivestimento unico nel suo genere, composto da uno strato in perla e uno in ceramica di ultima generazione che, in combinazione, garantiscono un maggiore scorrimento sui capelli e risultati durevoli.

Ma la nostra recensione, purtroppo, deve mettere in luce anche eventuali difetti del prodotto, che in questo caso sono tutti riconducibili alla mancanza di un pacchetto accessori che avrebbe reso il modello più versatile e pratico da utilizzare.

 

Pro

Professionale: La piastra per capelli Remington ha tutto quello di cui si ha bisogno per realizzare una piega perfetta: piastre più lunghe e oscillanti, un display per il settaggio della temperatura da 150 a 235ºC e la funzione “Turbo Boost” per raggiungere velocemente il livello di calore impostato.

Rivestimento: Un’innovazione davvero interessante di questo modello è il rivestimento in perla e ceramica che garantisce una maggiore concentrazione del calore e una sua distribuzione uniforme sui capelli, così da risultare più scorrevole e meno aggressiva per la chioma.

Design: Non è solo performante ma anche bella sotto il profilo estetico, con le sue linee moderne e accattivanti messe in maggiore risalto dalle raffinate decorazioni sul manico.

 

Contro

Accessori: Oltre all’elegante custodia termoresistente, il prodotto non dispone di altri accessori per lo styling che, sicuramente, avrebbero contribuito a renderlo più completo e versatile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Piastra per capelli ondulati

 

ELEHOT – Arricciacapelli 5 in 1

 

La Elehot 5 in 1 è probabilmente la migliore piastra per capelli ondulati, con un prezzo proporzionato alle sue prestazioni e alle funzioni altamente innovative.

Si tratta di un ferro arricciacapelli che saprà prendersi cura della vostra chioma grazie al rivestimento in ceramica e tormalina, che riduce i danni dovuti al calore, e alla tecnologia agli ioni negativi capace di rendere i ricci più definiti e privi di elettricità statica.

Il termine “5 in 1” si riferisce alla dotazione di cinque ferri intercambiabili di diametro diverso, grazie ai quali sarà possibile realizzare un look sempre nuovo e di tendenza, mentre il cavo girevole a 360° consente di lavorare da varie angolazioni con la massima comodità.

In base alle esigenze e al tipo di capello, potrete regolare la temperatura da 80 a 230°C e visualizzare in ogni momento i parametri impostati sullo schermo LCD posto sul manico.

Ma le sorprese non sono finite qui, perché inclusi nel prezzo troverete anche un guanto termoprotettivo per lavorare in tutta tranquillità senza rischio di scottature e un manuale di istruzioni in italiano per sfruttare al meglio le potenzialità dell’arricciacapelli.

 

Pro

Versatile: Con l’arricciacapelli si ricevono cinque ferri di diametro diverso per realizzare il riccio desiderato e un guanto termico per proteggere le dita. Inoltre, è presente un cavo girevole lungo due metri che renderà più semplice il lavoro.

Display: Tutte le impostazioni possono essere tenute facilmente sotto controllo grazie al display LCD sul manico.

Rapido: Una volta impostata la temperatura ideale, da un minimo di 80 a un massimo di 230°C, l’apparecchio impiega appena 60 secondi per raggiungere il calore necessario al suo utilizzo e, nel caso in cui lo si dimentichi acceso, si spegnerà automaticamente entro 60 minuti.

 

Contro

Pinza: Il ferro non dispone di una pinza per bloccare la ciocca quando la si avvolge intorno alla barra, per cui potreste dover utilizzare le mani per tenerla ferma.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Piastra per capelli ricci

 

Remington Ferro Arricciacapelli CI 593

 

La piastra per capelli ricci Remington CI 593 ha conquistato l’entusiasmo generale grazie alle sue interessanti caratteristiche tecniche e strutturali, nonché per il prezzo di vendita molto competitivo. Apprezzato da molte utenti per le sue prestazioni, il punto di forza di questo ferro arricciacapelli conico sta tutto nel rivestimento in ceramica, dato che riesce a scorrere meglio sui capelli e permette di ottenere ricci più definiti e durevoli.

La temperatura può essere regolata dai 130 ai 210°C per non rischiare di rovinare la chioma in seguito a un utilizzo frequente, mentre il display digitale consente di visualizzare il livello di calore impostato, oltre a rendere più pratica la gestione dell’apparecchio.

La sua particolare forma conica termina con una punta in materiale termico che resta freddo anche se si imposta il ferro alla massima potenza, in modo da evitare di scottarsi le mani durante le operazioni.

Se avete poco tempo da dedicare al brushing e volete un arricciacapelli subito pronto all’uso, il Remington CI 593 è in grado di riscaldarsi in appena 30 secondi e non dovrete preoccuparvi nel caso in cui vi dimentichiate di spegnerlo, perché si disattiva automaticamente dopo 60 minuti di inattività.

 

Pro

Rivestimento in ceramica: Il principale vantaggio del prodotto è il rivestimento in ceramica di alta qualità che, oltre a rendere il ferro più scorrevole sui capelli, garantisce maggiore protezione dallo stress termico causato dal calore.

Regolabile: La temperatura può essere regolata da 130 a 210 gradi, in modo da adattare il trattamento alle esigenze della chioma e ai risultati che si vogliono ottenere.

Sicurezza: Piace soprattutto per la presenza di alcuni piccoli accorgimenti che ne rendono l’utilizzo più sicuro, come il sistema di spegnimento automatico, che interviene dopo 60 minuti di mancato utilizzo, e la punta in materiale termico che minimizza il rischio di dolorose scottature.

 

Contro

Serve un po’ di pratica: Sebbene il suo funzionamento non sia particolarmente complicato, per ottenere l’effetto sperato bisogna acquisire una certa manualità, sopportando magari qualche primo risultato un po’ deludente.

Acquista su Amazon.it (€34.48)

 

 

 

Piastra per capelli Imetec

 

Imetec Bellissima My Pro Beach Waves GT20

 

La piastra per capelli Imetec Beach Waves GT20 ci ha colpito per il design innovativo pensato per realizzare onde molto naturali e morbide. Non si tratta, infatti, di un tradizionale arricciacapelli, ma di una piastra costituita da due cilindri da 16 millimetri e una lamella ondulata sulla parte opposta che, essendo reversibile, consente di scegliere tra la superficie con onde strette e quella con onde più larghe.

Giudizio positivo anche sulla qualità del rivestimento in ceramica, che garantisce uno scorrimento più fluido sulle ciocche e una diffusione uniforme del calore per ridurre lo stress termico a cui viene sottoposta la chioma durante la messa in piega.

Inoltre, è presente la funzione di riscaldamento rapido, per cui l’elettrodomestico impiegherà solo 45 secondi per essere pronto all’uso, anche selezionando il livello di temperatura più alto tra le tre modalità preimpostate, ossia 160°C, 180°C e 200°C.

Altri piccoli accorgimenti, come il rivestimento in ceramica, la punta antiscottatura e il cavo girevole arricchiscono la dotazione di questa rivoluzionaria piastra per capelli.

 

Pro

Struttura: Il prodotto colpisce per la sua particolare struttura, caratterizzata da due cilindri da 16 mm e una piastra ondulata reversibile per realizzare onde morbide o strette dall’effetto naturale.

Praticità: Anche se a guardarla non si direbbe, la Imetec Bellissima My Pro Beach Waves GT20 risulta leggera e maneggevole, per cui non si corre il rischio di affaticare la mano durante la messa in piega. Inoltre, si riscalda in appena 45 secondi.

Sicurezza: Sempre attenta alla qualità e alla sicurezza, Imetec ha dotato il suo prodotto di un’estremità isolante antiscottatura e di una cover che, oltre a fungere da custodia, può essere utilizzata come base d’appoggio su cui posare la piastra accesa, in modo da non danneggiare la superficie di lavoro.

 

Contro

Larghezza piastra: Pur apprezzandone la fisionomia avveniristica e funzionale, che è tra i suoi elementi distintivi, alcune acquirenti hanno lamentato una certa difficoltà a raggiungere gli ultimi centimetri prima dell’attaccatura dei capelli.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mini piastra per capelli

 

Imetec Bellissima BM 200 Piastra Mini

 

Chi confronta prezzi e caratteristiche dei prodotti presenti sul mercato, sa che ogni modello è progettato per rispondere a specifiche esigenze, e la nostra ultima recensione si concentra su una caratteristica spesso trascurata in fase di scelta, ossia le dimensioni.

Il modello che chiude la nostra classifica, infatti, è una mini piastra per capelli a marchio Imetec che si propone di soddisfare le esigenze di chi è spesso in viaggio e vuole portare con sé il suo fedele alleato di bellezza per essere sempre in perfetto ordine.

Grazie a un peso di appena 250 grammi e alle sue misure complessive di 20 x 4,5 x 3 centimetri, risulta molto leggera e compatta, per cui trovargli un posto in valigia o in una piccola borsa non sarà un problema.

Nonostante le dimensioni contenute riesce a garantire buone prestazioni, grazie a una temperatura di servizio che raggiunge i 200°C, che però non è regolabile, e alle due piastre rivestite in ceramica.

 

Pro

Compatta: La Imetec Bellissima BM 200 è una piastra per capelli leggera, maneggevole e compatta, ideale per quante non vogliono rinunciare a un look liscio e impeccabile nemmeno in viaggio.

Rivestimento: Le piastre sono rivestite in ceramica per concedere una buona scorrevolezza tra i capelli e proteggere la chioma dallo shock termico causato dal calore eccessivo.

Prezzo: Non sono solo le dimensioni a essere contenute, ma anche il prezzo che, in rapporto ai vantaggi offerti e alla buona resa costruttiva del modello, risulta davvero vantaggioso.

 

Contro

Temperatura fissa: L’unica pecca è che la temperatura è fissa sui 200°C, per cui non sarà possibile regolarla per adeguare il calore al tipo di capello.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una piastra per capelli

 

La piastra per capelli è ormai un elettrodomestico indispensabile per la maggior parte delle donne, in quanto permette di avere i capelli sempre in perfetto ordine e realizzare l’acconciatura desiderata, risparmiando tempo e denaro che, altrimenti, bisognerebbe spendere per andare dal parrucchiere.

In commercio ci sono tantissimi modelli tra cui scegliere, da quelli essenziali che offrono funzioni semplici, a quelli più completi e all’avanguardia. Tutte bene o male si incentrano sullo stesso concetto: sfruttare il calore per modellare i capelli e creare particolari effetti di movimento. A questo principio si aggiungono, poi, diverse tecnologie che consentono di trattare la chioma in modo più delicato e proteggerla dallo shock termico.

La nostra guida si concentra, quindi, sulle caratteristiche da tenere in considerazione per stabilire come scegliere una buona piastra per capelli, in modo che le nostre lettrici possano fare la scelta giusta ed evitare delusioni.

La scelta dei materiali

Il primo elemento da valutare, soprattutto in caso di utilizzi frequenti, è il rivestimento della piastra. Il materiale più utilizzato è la ceramica, che spesso viene abbinata alla tormalina o al titanio. È capace di distribuire il calore in modo uniforme per favorire la protezione della fibra capillare dalle alte temperature, oltre ad assicurare una perfetta scorrevolezza tra le ciocche.

Alcuni prodotti di ultima generazione si affidano al titanio e alla tormalina che, come la ceramica, distribuiscono uniformemente il calore per distendere la fibra capillare, ma in più la rivestono di uno strato protettivo che rende la chioma morbida e lucente, preservandola al contempo dai danni che derivano dai continui sbalzi di temperatura.

Per quanto riguarda la struttura esterna, è importante che sia realizzata con materiali solidi, resistenti e soprattutto sicuri, in modo da scongiurare il rischio di scottature e incidenti.

 

L’importanza della temperatura

Un buon prodotto, però, non si riconosce solo dai materiali, ma anche dalla sua capacità di adattarsi alle esigenze del capello. In fase di scelta bisogna quindi considerare anche la possibilità di regolare la temperatura, in modo da ottenere il risultato sperato e preservare la salute della chioma.

A tal proposito, è importante impostare il livello di calore a seconda del tipo di capello su cui la piastra andrà a lavorare: le chiome fragili e stressate, per esempio, risentono delle temperature troppo elevate, per cui bisognerà impostare lo strumento al massimo tra i 150 e 180°C; al contrario, i capelli particolarmente difficili da domare possono essere trattati con temperature più alte, anche fino a 210°C.

Tuttavia, ci preme sottolineare che esistono alcune piastre di tipo professionale che non consentono la regolazione della temperatura, in quanto impostata su un valore standard ritenuto ottimale per la maggior parte dei capelli, anzi quelle più sofisticate dispongono addirittura di sensori che settano automaticamente il dispositivo sul livello di calore ideale per non rovinare la fibra capillare.

 

Tecnologia

Per le donne che non hanno molto tempo da dedicare al brushing e vogliono disporre di un beauty tool che consenta di ottimizzare i tempi della messa in piega, consigliamo le piastre con funzione Wet & Dry che, grazie a un sofisticato sistema di evaporazione dell’acqua, possono essere utilizzate anche sui capelli umidi.

Restando sempre in ambito di tecnologia, di recente hanno riscosso un notevole successo le piastre a ioni e quelle a vapore: le prime rilasciano delle particelle a carica negativa che contribuiscono a scomporre le molecole d’acqua affinché il capello trattenga al suo interno l’umidità necessaria per apparire più nutrito, lucente e senza quell’odioso effetto crespo; mentre le seconde si servono dell’azione del vapore per preservare la giusta idratazione della chioma, che risulta così più protetta dallo shock termico.

Dimensioni e struttura

In base alla lunghezza e foltezza della chioma, nonché all’effetto che si vuole realizzare, è importante considerare anche le dimensioni e la struttura della piastra. Quasi tutti i prodotti in commercio hanno misure standard, per cui risultato adatti per i capelli lunghi e medio-lunghi; mentre chi ha un taglio molto corto dovrebbe puntare su un modello con una larghezza massima di 2,5 centimetri, ottimo anche per sistemare la frangetta o le ciocche scalate.

Tuttavia, a incidere sulla praticità di utilizzo dello strumento, non sono solo le dimensioni delle piastre ma anche quelle del cavo, che dovrebbe essere più lungo e girevole per concedere una maggiore libertà di movimento all’utilizzatore, così da poter raggiungere facilmente anche le zone più difficili.

Infine, a chi ha la necessità di utilizzare l’elettrodomestico con una certa frequenza, consigliamo di acquistarne uno leggero e maneggevole, in modo da poter lavorare in modo agevole senza incontrare difficoltà; mentre chi ha esigenze particolari, come per esempio quella di portare il beauty tool con sé in viaggio o in palestra, dovrà optare per i modelli “mini”, progettati proprio per offrire il massimo della portabilità e della leggerezza.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanto dura una piastra per capelli?

Tra tutti gli elettrodomestici dedicati alla haircare, la piastra per capelli è sicuramente tra i più utilizzati e la sua durata dipende essenzialmente da due fattori: la qualità e la frequenza di utilizzo. Un prodotto di fascia bassa, o comunque realizzato con materiali scadenti, sarà maggiormente soggetto a usura e deterioramento rispetto a un modello più sofisticato e innovativo che, invece, risulterà di gran lunga più longevo.

 

Quanto consuma una piastra per capelli?

A determinare il consumo di una piastra per capelli è la potenza, ossia la quantità di energia elettrica che l’apparecchio assorbe per funzionare. Questo valore è espresso in watt e viene generalmente indicato sulla scheda tecnica del prodotto.

Visto che la maggior parte degli apparecchi presenti in commercio permette di regolare la temperatura, se si lavora con il livello di calore minimo anche i consumi in bolletta saranno più bassi. Tuttavia, bisogna considerare anche il tempo di utilizzo del dispositivo, ed è abbastanza evidente che più lo si terrà acceso più il consumo di energia sarà elevato.

 

Come pulire una piastra per capelli?

Come tutti gli elettrodomestici di uso comune, anche la piastra per capelli necessita di una corretta manutenzione. Con il passare del tempo, infatti, sporco e residui di prodotti per lo styling, come sieri, oli e creme, possono ammassarsi sulle placche, finendo col comprometterne il funzionamento. Pertanto bisogna provvedere alla pulizia delle piastre e del serbatoio, qualora si tratti di un modello a vapore, almeno una volta al mese o, in caso di utilizzi frequenti, anche una volta a settimana.

A prescindere dalla manutenzione, è sempre preferibile scegliere un prodotto di qualità che, non solo si prenda cura della chioma, ma sia anche costruito con materiali durevoli e sicuri.

 

Come aggiustare una piastra per capelli?

Può capitare che, a seguito di urti e utilizzi intensivi, la piastra smetta di funzionare. In questi casi basta armarsi di cacciavite e tanta pazienza per smontare l’apparecchio e cercare di riparare eventuali componenti che si sono danneggiate.

Quando il guasto riguarda cavi e resistenze basta perlopiù saldare con lo stagno il punto del circuito elettronico dissaldato o sostituire la vecchia resistenza con una nuova, facendo attenzione che sia compatibile con il modello in proprio possesso.

Quando, invece, la riparazione si rivela più complessa è sempre preferibile rivolgersi a un tecnico professionista, soprattutto se non avete una buona dimestichezza con il fai-da-te e l’elettronica.

 

 

 

Come utilizzare una piastra per capelli

 

Nel mondo dell’hair styling le piastre per capelli sono tra gli elettrodomestici più utilizzati, poiché consentono di avere i capelli sempre in perfetto ordine. Fino a qualche anno fa venivano adoperate solo per realizzare acconciature perfettamente lisce, mentre oggi sono disponibili apparecchi sempre più versatili che permettono di creare vari tipi di onde, pettinature mosse e ricci ben definiti.

Ovviamente utilizzarla in modo corretto non è così semplice come può sembrare, anzi se usata in modo errato potrebbe addirittura rovinare e bruciare il capello.

Proprio per questa ragione, abbiamo deciso di condensare nelle righe che seguono alcuni utili consigli per utilizzare al meglio il proprio beauty tool.

 

 

Iniziamo dal lavaggio

Prima di accendere la piastra per capelli, bisogna preparare adeguatamente la chioma al trattamento, utilizzando dei prodotti per lo styling che aiutino a gestire meglio il capello.

Una volta terminato il lavaggio tamponate i capelli con un asciugamano facendo attenzione a non frizionarli troppo per non rischiare di aprire le squame che li proteggono naturalmente.

Dopo aver districato con cura gli eventuali nodi con una spazzola o un pettine per consentire uno scorrimento più fluido e delicato della piastra, applicate sulle ciocche un termoprotettore per proteggerle dall’azione aggressiva del calore e limitare i danni dello stress termico, soprattutto se utilizzate la piastra in modo frequente.

 

Passiamo alla piastra

Come prima cosa, la piastra andrebbe passata sui capelli perfettamente asciutti, a meno che non si disponga di un modello Wet & Dry che può essere utilizzato anche sui capelli bagnati o umidi. Una volta impostata la temperatura ideale, mettetevi in una posizione comoda che vi consenta di avere sempre la situazione sotto controllo e di raggiungere anche le zone più difficili della chioma.

A questo punto dividete la capigliatura in sezioni e passate la piastra su tutta la lunghezza della ciocca partendo dalla scriminatura fino alle punte.

È importante procedere in modo ordinato per non tralasciare nessun punto e, una volta lisciate tutte le ciocche, si potrà fissare l’acconciatura con della lacca o un prodotto specifico per rendere l’effetto più duraturo.

 

 

Cose assolutamente da evitare

Oltre agli accorgimenti indispensabili per utilizzare in modo ottimale la piastra per capelli, ci sono anche alcuni errori che bisogna assolutamente evitare per non rischiare di danneggiare la chioma durante le operazioni di messa in piega.

Innanzitutto, è fondamentale lavorare a basse temperature, per non indebolire troppo la struttura capillare, e mantenere la piastra a un paio di centimetri di distanza dal cuoio capelluto.

Le placche devono scorrere su tutta la lunghezza del capello, ma bisogna procedere con decisione e in maniera delicata, evitando di schiacciare troppo la ciocca tra le piastre e senza soffermarsi troppo sullo stesso punto per non rischiare di bruciare il capello.

Evitate, inoltre, di utilizzare troppi prodotti fissanti, come gel, spume e lacche, poiché gli eventuali residui potrebbero creare attrito e compromettere il risultato finale.

Infine, cercate di passare la piastra solo sui capelli perfettamente puliti ed effettuate una pulizia accurata delle placche quando sono presenti residui di prodotti per lo styling.

 

 

Ultimo aggiornamento: 21.08.19

 

Asciugacapelli – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti del 2019

 

A casa, in palestra o in viaggio, l’asciugacapelli è il miglior alleato per ottenere uno styling perfetto e duraturo! Ma prima di gettarvi a capofitto nell’acquisto di un nuovo phon dovete conoscere le sue caratteristiche, in modo da avere la certezza di scegliere il modello adatto alle vostre esigenze. Tra i migliori prodotti del momento si colloca il Dyson Supersonic Rosso, di dimensioni molto contenute e caratterizzato da un design estremamente moderno e funzionale. Si tratta di un asciugacapelli di ultima generazione dotato di un sistema che mantiene la temperatura costante per proteggere la chioma dai danni causati dal calore eccessivo. Più economico ma altrettanto valido è l’Imetec Salon Expert P4 2500 ION: largamente utilizzato anche dai parrucchieri professionisti, sviluppa una potenza di 2.000 watt che può essere impostata su tre livelli per ottenere il getto d’aria più adatto alla piega.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sui migliori asciugacapelli

 

Anche quando si tratta di scegliere un piccolo elettrodomestico di uso comune come un asciugacapelli, è importante valutare con attenzione una serie di parametri imprescindibili ed effettuare un’accurata comparazione tra i prodotti più venduti.

Qui di seguito potete leggere la recensione dei modelli che ci hanno maggiormente convinto tra quelli disponibili sul mercato: consultate le loro caratteristiche per stabilire quale asciugacapelli comprare.

 

Prodotti raccomandati

 

Asciugacapelli Dyson

 

Dyson Supersonic Rosso

 

Tra i migliori asciugacapelli del 2019 si colloca questo modello di Dyson che, pur non rientrando nella fascia dei prezzi bassi, ha catturato la nostra attenzione per il suo design all’avanguardia e le prestazioni di livello superiore.

Si serve, infatti, di un sistema che gestisce in maniera autonoma la temperatura del getto d’aria, in modo da impedire che il calore danneggi la struttura capillare.

Un altro grande vantaggio dell’asciugacapelli Dyson è la notevole riduzione dei tempi di asciugatura: grazie all’innovativa tecnologia Air Multiplier e a un potente motore digitale, riesce a concentrare il flusso d’aria dove serve per dare ai capelli la forma desiderata.

Buono anche il nostro giudizio sul design del prodotto, che appare leggero e perfettamente bilanciato per facilitare le operazioni di messa in piega.

L’utilizzo appare semplice e intuitivo grazie ai quattro pulsanti sull’impugnatura che consentono di impostare la velocità e la temperatura, mentre il cospicuo pacchetto accessori incluso nel prezzo rende l’elettrodomestico più completo e versatile.

 

Pro

Motore: È dotato di un potente motore digitale capace di ridurre sensibilmente i tempi di asciugatura e, essendo posizionato nel manico, contribuisce a rendere la struttura dell’asciugacapelli più bilanciata e maneggevole.

La tecnologia Air Multiplier: Mantiene sotto controllo la temperatura attraverso speciali sensori che misurano costantemente il livello di calore del flusso d’aria emesso. In questo modo la chioma sarà protetta dai danni causati dalle alte temperature.

Super accessoriato: È l’elettrodomestico più completo e funzionale tra quelli venduti online grazie ai numerosi accessori in dotazione: nel prezzo, infatti, sono incluse due bocchette per l’aria, un diffusore, un adattatore per le prese estere e un tappetino isolante in gomma.

 

Contro

Costoso: L’unico svantaggio del prodotto è il prezzo, che è a dir poco proibitivo e sicuramente non alla portata di tutte le tasche.

Acquista su Amazon.it (€769.99)

 

 

 

Asciugacapelli professionale

 

Imetec Salon Expert P4 2500 ION

 

Più abbordabile rispetto al modello precedente, l’asciugacapelli professionale di Imetec incontra il favore di un buon numero di utenti in virtù del suo rapporto qualità/prezzo molto allettante. Se, in genere, un basso costo è indice di una qualità scadente, non è sicuramente questo il caso, visto che il modello non ha nulla da invidiare ad altri elettrodomestici più costosi e all’avanguardia.

Le sue ottime prestazioni si devono al motore AC da 2.000 watt e alla disponibilità di ben otto combinazioni di velocità e temperatura, così da poter adattare il funzionamento alle caratteristiche del capello e ai risultati che si vogliono ottenere.

A incidere positivamente sulle performance del beauty device è anche la presenza di uno ionizzatore, che si occupa di idratare la chioma e ridurre l’elettricità statica responsabile dell’odioso effetto crespo. Il pulsante “cool”, invece, aiuta a fissare ancor meglio la pettinatura grazie al colpo d’aria fredda.

Gli utenti lo hanno scelto perché molto pratico da usare, realizzato con materiali di qualità e comprensivo di due accessori indispensabili per il brushing, ossia il diffusore e il concentratore.

 

Pro

Potenza: Con i suoi 2.000 watt di potenza garantisce un getto d’aria potente e molto efficace, mentre il sistema ionico elimina l’elettricità statica per una chioma visibilmente più sana e splendente.

Prestazioni: È possibile regolare la velocità e il livello di calore in base alle necessità e si potrà utilizzare il concentratore in dotazione per realizzare una piega liscia oppure il diffusore per dare maggior volume alla chioma, per poi fissare l’acconciatura con il colpo d’aria fredda.

Conveniente: Il costo dell’elettrodomestico appare davvero vantaggioso, considerata l’affidabilità del marchio che lo produce e le performance offerte.

 

Contro

Piccole mancanze: Qualche utente ha lamentato l’assenza di un cavo girevole, che avrebbe facilitato sensibilmente il lavoro, e della funzione “Turbo” che permette di potenziare il getto d’aria per asciugare i capelli più velocemente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Casco asciugacapelli

 

Sanqiao – Casco asciugacapelli professionale

 

Chi si sta chiedendo dove acquistare un buon casco asciugacapelli può fare riferimento al modello di Sanqiao, caratterizzato da un design tradizionale e da una potenza di 1.300 watt che garantisce risultati professionali anche tra le mura domestiche.

Asciuga i capelli in modo rapido e uniforme, e offre la possibilità di regolare la temperatura e i tempi di posa per ottenere l’acconciatura desiderata, mentre la visiera trasparente permette di avere sempre sotto controllo la situazione.

Si compone di un’asta regolabile, capace di raggiungere un’altezza di 180 centimetri per adattarsi alla statura dell’utilizzatore, e di una base con ruote per spostarlo da una stanza all’altra senza incontrare difficoltà.

Il prodotto, inoltre, è provvisto di certificazione CE, che attesta il rispetto degli standard di sicurezza imposti dalla normativa comunitaria, e di un termostato che provvede a disattivare automaticamente il dispositivo quando l’acqua nel serbatoio è terminata o in caso di surriscaldamento.

I pareri degli utenti sono molto positivi riguardo le prestazioni di questo casco asciugacapelli, sebbene qualcuno abbia manifestato qualche perplessità in merito all’eccessiva rumorosità dell’apparecchio quando è in funzione.

 

Pro

Materiali: Il casco asciugacapelli di Sanqiao è realizzato con materiali solidi e resistenti per garantire risultati impeccabili anche a seguito di utilizzi intensivi.

Rapporto qualità/prezzo: Il costo del prodotto è ritenuto conveniente in relazione a quanto offerto, ponendosi quindi come valida alternativa per chi non vuole spendere cifre eccessive ma nemmeno rinunciare a un elettrodomestico che consenta di ottimizzare i tempi di asciugatura.

Regolabile: È provvisto di un’asta telescopica, regolabile da 140 a 180 centimetri, con cinque ruote alla base che permettono di spostarlo facilmente.

 

Contro

Rumoroso: Quando impostato alla massima velocità genera un rumore abbastanza fastidioso, sebbene si tratti di una caratteristica che non incide sulle buone prestazioni del dispositivo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Asciugacapelli Parlux

 

Parlux Advance Light Ionic & Cer

 

A occupare la quarta posizione della nostra classifica è l’asciugacapelli Parlux Advance Light, che piace soprattutto per la disponibilità di diversi colori tra cui scegliere.

Estetica a parte, il modello colpisce per la bontà dei materiali con cui è realizzato, tra cui spicca in particolare la ceramica, capace di garantire una temperatura sempre costante, uniforme e non troppo eccessiva, così da ridurre non solo i tempi di asciugatura ma anche i danni causati dal calore troppo forte.

È dotato di un’impugnatura ergonomica e di una struttura molto leggera che ne rende più pratico l’utilizzo anche per chi non ha una buona manualità.

Un altro punto a favore è la presenza di uno ionizzatore che combina il getto d’aria all’azione idratante degli ioni negativi per neutralizzare l’elettricità statica che rende i capelli difficili da disciplinare, mentre la particolare silenziosità del motore consente di utilizzare l’elettrodomestico in qualsiasi momento della giornata senza dare fastidio alle persone che si trovano in casa.

 

Pro

Qualità: Questo asciugacapelli è costruito con materiali di eccellente fattura: emette ioni negativi che, in combinazione al rivestimento interno in ceramica, idratano la chioma ed eliminano l’elettricità statica nemica giurata del brushing.

Maneggevole: La sua struttura leggera e aerodinamica non affatica il braccio durante l’asciugatura, per cui lo si potrà utilizzare per parecchio tempo senza causare fastidi, anche perché è molto silenzioso.

Calore: Può essere impostato su tre livelli di calore e tre velocità in modo da personalizzare il funzionamento al tipo di capello.

 

Contro

Prezzo: L’aspetto negativo dell’asciugacapelli Parlux è il suo costo, che risulta abbastanza alto rispetto alla media.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Asciugacapelli Remington

 

Remington Pro-Air AC 5999

 

Il perfetto bilanciamento tra qualità costruttiva e prezzo di vendita ci ha spinto a inserire tra i nostri consigli d’acquisto l’asciugacapelli Remington Pro-Air AC 5999, la scelta ideale per chi vuole risparmiare senza però rinunciare alle buone prestazioni.

Il motore, infatti, raggiunge una potenza di ben 2.300 watt capace di assicurare un flusso d’aria di 130 km/h. I tre livelli di temperatura e le due velocità, selezionabili tramite i pulsanti posti sul manico, permettono di regolare il livello di calore in modo che non risulti troppo aggressivo per la chioma.

Ma i suoi vantaggi si spingono ben oltre grazie alla presenza della funzione ionica, che elimina ogni traccia di elettricità statica, e alla dotazione di un diffusore per prendersi cura dei ricci e di un concentratore per realizzare un effetto liscio a dir poco impeccabile.

L’impugnatura ergonomica e il peso di soli 800 grammi rendono più pratica la gestione dell’elettrodomestico, così da sfruttarne appieno le potenzialità e rendere più agevole la messa in piega.

 

Pro

Potente: Il principale vantaggio dell’asciugacapelli Remington AC 5999 è la sua elevata potenza, di ben 2.300 watt, che lo rende estremamente efficace, oltre a ridurre notevolmente i tempi dell’asciugatura.

Economico: Un modello caratterizzato da un ottimo equilibrio tra qualità e prezzo, ideale per chi vuole spendere una cifra ragionevole per avere buone prestazioni.

Accessori: In dotazione troverete un concentratore per dare alla capigliatura la forma desiderata e un diffusore per asciugare i capelli ricci o mossi e renderli più voluminosi.

 

Contro

Rumorosità: La silenziosità non è sicuramente il punto di forza del modello e, a detta di molti utenti, quando è in funzione emette un rumore abbastanza fastidioso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Asciugacapelli a batteria

 

Acai – Asciugacapelli portatile a batteria

 

Acai propone un asciugacapelli a batteria dotato di un design ultra compatto che consente di portarlo comodamente in viaggio senza doversi preoccupare di avere una presa di corrente sempre a disposizione.

Le dimensioni del prodotto sono, infatti, 15,5 x 22,5 x 4,5 centimetri, mentre il manico può essere facilmente rimosso per ridurre al minimo l’ingombro.

La batteria al litio da 12 Volt e il suo apposito caricabatteria a carica istantanea con uscita USB ottimizzano sensibilmente i tempi di ricarica e dopo appena mezz’ora si potrà cominciare a lavorare senza incappare nel fastidioso cavo elettrico.

Degna di menzione anche l’autonomia dell’elettrodomestico, pari a cinque ore se si utilizza il getto d’aria fredda e a trenta minuti quando impostato alla massima velocità.

Non tutti, però, si sono detti soddisfatti in merito alla potenza dell’apparecchio, che raggiunge un massimo di 380 watt, ma da un modello così piccolo e compatto non si può pretendere di più.

 

Pro

Batteria: Grazie a una batteria al litio da 12 Volt, il phon garantisce un’autonomia che può raggiungere le cinque ore se si utilizza solo il getto d’aria fredda, mentre il caricabatteria USB a ricarica istantanea consente di ridurre i tempi di ricarica.

Dimensioni: Il suo design compatto lo rende adatto a chi ha bisogno di portare il proprio beauty device sempre con sé, senza causare problemi di ingombro o risultare troppo pesante.

Manico: Questo asciugacapelli Acai non è solo leggero e maneggevole, ma può essere inserito facilmente in una valigia affollata o in una piccola borsa grazie al manico rimovibile.

 

Contro

Potenza: Dimensioni compatte si traducono anche in una potenza ridotta, che in questo caso è pari a 380 watt; per cui valutate attentamente questo aspetto prima di decidere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cuffia asciugacapelli

 

Hair Flair Softhood

 

Hair Flair ha progettato questa cuffia asciugacapelli per garantire risultati simili a quelli che si ottengono utilizzando un comune casco per la messa in piega, ma in più offre il grande vantaggio di occupare pochissimo spazio, per cui sarà possibile portarla sempre con sé, in vacanza o in viaggio, riponendola nella pratica borsa per il trasporto inclusa nella confezione.

Molte utenti che l’hanno preferita dichiarano di utilizzarla con soddisfazione da diversi anni e ritengono che sia stato un acquisto che vale ogni centesimo speso. Con un investimento iniziale minimo, avrete capelli perfettamente asciugati e acconciati senza dovervi destreggiare per ore davanti allo specchio con spazzola e phon.

Inoltre, è molto facile da usare: basta collegare l’attacco universale all’asciugacapelli di casa e indossare la cuffia per diffondere il flusso d’aria calda in modo uniforme su tutta la chioma senza rovinarla.

Giudizi positivi anche in merito ai materiali di costruzione, anche se molte consumatrici consigliano di non impostare l’asciugacapelli alla massima potenza perché c’è il rischio che la cuffia voli via dalla testa.

 

Pro

Pratica: Comoda e facile da utilizzare, la Hair Flair Softhood si collega direttamente al phon per diffondere il calore sui capelli in modo uniforme e raggiungere ogni zona della chioma.

Portabilità: Le dimensioni contenute di questa cuffia consentono di riporla nella sua borsa senza incontrare eccessive difficoltà e, per la stessa ragione, la si potrà portare con sé ovunque sia necessario.

Economico: Un prodotto che, nonostante le buone prestazioni offerte e l’eccellente resa dei materiali di costruzione, viene venduto a un prezzo davvero competitivo.

 

Contro

Attacco: Sebbene la cuffia sia dotata di un attacco universale, potrebbe non aderire alla perfezione ad alcuni modelli di phon e staccarsi facilmente se impostati alla massima potenza.

Acquista su Amazon.it (€17.95)

 

 

 

Asciugacapelli da viaggio

 

Philips BHD001/00 Drycare Essential

 

Rivolgersi a un marchio affidabile come Philips è una garanzia se si vuole acquistare un buon asciugacapelli da viaggio.

Il Dry Care Essential, oltre a un valido rapporto qualità/prezzo, presenta dimensioni compatte e un peso ridotto per poterlo trasportare tranquillamente ovunque siano richiesti i suoi servigi, sebbene non possiamo fare a meno di porre l’accento sull’assenza di un manico pieghevole, che potrebbe renderne difficile l’inserimento nella valigia quando già troppo affollata.

Se le dimensioni sono contenute non lo è di certo la potenza che, raggiungendo i 1.200 watt, non fa assolutamente rimpiangere il canonico asciugacapelli di casa, per cui sarà possibile asciugare anche i capelli lunghi in tempi relativamente brevi.

La temperatura non è regolabile ma si può scegliere tra due velocità, in modo da adeguare il funzionamento alla lunghezza della chioma.

Le uniche rimostranze sollevate riguardano il concentratore incluso nella confezione che, secondo quanto riferito da alcuni utenti, risulta troppo largo per dare alle singole ciocche la forma desiderata.

 

Pro

Performance: Rispetto ad altri modelli simili, l’asciugacapelli da viaggio di Philips presenta alcuni accorgimenti utili per rendere l’asciugatura più pratica e agevole, come il cavo lungo quasi due metri e la potenza di 1.200 watt che consente di asciugare la chioma in poco tempo.

Compatto: Un modello estremamente leggero e compatto, pensato per rispondere alle esigenze di coloro che non vogliono rinunciare a una messa in piega perfetta nemmeno in viaggio.

Prezzo conveniente: Il prodotto colpisce soprattutto per il suo costo vantaggioso che, però, non sacrifica nulla in quanto a prestazioni e resa costruttiva.

 

Contro

Manico: Essendo sprovvisto di un manico pieghevole, potrebbe risultare un tantino ingombrante, soprattutto se lo si deve inserire in una valigia molto piccola.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Asciugacapelli Imetec

 

Imetec Power To Style K5 2200

 

Questo asciugacapelli Imetec si presenta davvero bene, con un design accattivante, linee aerodinamiche e un’impugnatura ergonomica che rende più confortevole e salda la presa, oltre a facilitare l’utilizzo dei pulsanti di controllo.

La sua potenza di 2.200 watt lo rende simile a un modello professionale, ma la vera innovazione è la disponibilità di ben otto combinazioni di velocità e temperatura, così da poter dare ai capelli la forma e il movimento desiderati.

Incontra l’approvazione del pubblico soprattutto per il suo basso costo, che appare perfettamente in linea con quanto offerto dal modello.

Grazie allo ionizzatore, insieme al flusso d’aria vengono rilasciati degli ioni negativi che rompono le particelle d’acqua affinché vengano assorbite più facilmente dalla fibra capillare, in modo da idratare i capelli e neutralizzare l’elettricità statica, responsabile dell’opacità e dell’antiestetico effetto crespo.

Sull’estremità del manico è presente un foro per appendere l’elettrodomestico alla parete e risolvere ogni eventuale problema di spazio, mentre la griglia posteriore si può rimuovere facilmente per provvedere a una più accurata manutenzione dell’apparecchio.

 

Pro

Ionizzatore: Gli ioni negativi emessi dall’asciugacapelli idratano in profondità la fibra capillare e fanno sì che i capelli si asciughino molto velocemente, esponendoli il meno possibile all’azione aggressiva del calore.

Struttura: Oltre a vantare una qualità costruttiva davvero eccellente, il modello dispone di un’impugnatura ergonomica che lo rende più comodo da utilizzare, mentre il cavo lungo due metri concede una buona libertà di movimento.

Prezzo: L’Imetec Power To Style K5 2200 è robusto, potente, ma allo stesso tempo delicato sui capelli e ha ottenuto numerosi commenti positivi soprattutto per il suo prezzo molto conveniente

 

Contro

Concentratore: Il beccuccio in dotazione ha sollevato qualche lamentela presso gli acquirenti, perché troppo sottile e incline a rompersi facilmente.

Acquista su Amazon.it (€23.99)

 

 

 

Spazzola asciugacapelli

 

Rowenta CF9320 Brush Activ Spazzola Rotante

 

Per dare corpo e volume alla chioma senza ricorrere all’uso congiunto di spazzola e phon, potete considerare l’acquisto di una spazzola asciugacapelli, che simula il movimento che i parrucchieri effettuano per mettere in piega i capelli, combinandolo a un efficace getto d’aria calda.

Tra le migliori disponibili in commercio abbiamo scelto questo modello a marchio Rowenta, ideale per chi vuole realizzare un look sempre nuovo e diverso a seconda delle occasioni.

Funziona come una comune spazzola, ma si serve di un efficace getto d’aria calda e di uno ionizzatore per semplificare le operazioni di messa in piega e ottenere risultati più durevoli.

Certo, la potenza di 1.000 watt non è paragonabile a quella di un asciugacapelli professionale, ma è comunque sufficiente per ottenere in poche semplici mosse il brushing desiderato, anzi alcune utenti dichiarano che le acconciature realizzate con questo piccolo gioiellino durano fino al lavaggio successivo.

Nella confezione sono incluse due spazzole di diverso diametro che permettono di trattare sia i capelli lunghi sia quelli più corti.

 

Pro

Asciuga e modella: Il principale vantaggio della spazzola Rowenta è la possibilità di utilizzarla anche sui capelli bagnati, che verranno asciugati dal getto d’aria calda, impostabile su due livelli di temperatura, e modellati attraverso il movimento rotatorio.

Versatilità: La presenza di due spazzole intercambiabili, una da 50 e l’altra da 40 millimetri, consente di adattare l’uso del dispositivo alla lunghezza dei capelli.

Ionizzatore: Il modello è dotato anche di un sistema di ionizzazione che si serve di due emettitori separati per donare alla chioma lucentezza e morbidezza.

 

Contro

Effetto curling: Sulla scorta dei pareri espressi online dalle utenti, riteniamo che questa spazzola asciugacapelli non sia adatta a realizzare dei ricci stretti e ben definiti, soprattutto se si ha una chioma particolarmente lunga e tendente al crespo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Asciugacapelli da parete

 

DCG Eltronic HTW1028

 

Spesso e volentieri si preferisce non utilizzare un asciugacapelli da parete perché ritenuto poco potente per asciugare la chioma in tempi brevi.

E se vi dicessimo che abbiamo individuato un modello che potrebbe farvi cambiare idea? Ebbene sì, il DCG Eltronic HTW1028 è tra i prodotti più performanti della sua categoria grazie a un motore da 1.600 watt di potenza. Questo valore offre prestazioni molto simili a quelle di un comune phon domestico, pur conservando un design estremamente compatto che assicura una buona maneggevolezza e un’elevata comodità di utilizzo.

A proposito di design, le sue linee accattivanti e ben curate lo rendono anche esteticamente gradevole, per cui se si decide di appenderlo, utilizzando il supporto da parete e il kit di montaggio inclusi nel prezzo, non si rischia di deturpare lo stile dell’ambiente circostante.

Inoltre, è presente un sistema di protezione che provvede a disattivare l’apparecchio in caso di surriscaldamento o corto circuito, così da risultare più sicuro sia per gli adulti sia per i bambini.

 

Pro

Potente: Con i suoi 1.600 watt, questo asciugacapelli da parete è in grado di asciugare in breve tempo anche le chiome più lunghe e si potrà impostare la velocità su due livelli e scegliere tra tre diverse temperature.

Emissioni sonore: Una delle caratteristiche più apprezzate del prodotto è la sua estrema silenziosità, ideale soprattutto quando si vogliono asciugare i capelli ai bambini molto piccoli senza rischiare di spaventarli.

Salvaspazio: Trattandosi di un modello molto compatto, lo si potrà riporre tranquillamente in un cassetto o appenderlo alla parete per averlo sempre a portata di mano.

 

Contro

Supporto: Secondo quanto riferito dagli acquirenti, il supporto da fissare al muro non è molto resistente e potrebbe cedere facilmente se non installato in modo corretto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Asciugacapelli Ghd

 

Ghd Air kit

 

Quello proposto da Ghd è un asciugacapelli dotato di un motore a corrente continua, con potenza di 2.100 watt che garantisce un’asciugatura ultra rapida, e tecnologia ionica per una finitura professionale in perfetto stile salone. Il risultato sono capelli perfettamente modellati e dall’aspetto visibilmente più sano.

Temperatura e velocità si possono impostare a seconda delle esigenze, mentre il getto d’aria fredda consente di fissare la pettinatura in modo che duri più a lungo.

Il peso dell’asciugacapelli Ghd è molto contenuto, come confermato da molti utenti che lo hanno scelto, ma ad alzare ulteriormente l’asticella del gradimento collettivo è stato il ricco pacchetto accessori incluso nel prezzo, che comprende: un diffusore per dare volume all’acconciatura, un concentratore stretto per uno styling impeccabile, due clip per separare le ciocche, una spazzola da tre centimetri di diametro con rivestimento in ceramica e una borsa per custodire e mantenere in ordine l’intero kit.

È vero costa di più rispetto alla media, ma viste le ottime prestazioni e i numerosi optional in dotazione dubitiamo fortemente che vi lascerete influenzare dal prezzo.

 

Pro

Temperatura e velocità: È possibile scegliere tra tre diverse temperature e altrettante velocità, mentre con il pratico tasto “cool” sarà possibile completare e fissare la piega tramite il colpo d’aria fredda.

Accessoriato: Sarà anche proposto a un prezzo elevato, ma vanta una dotazione davvero completa. Oltre al concentratore e al diffusore, sono inclusi una spazzola professionale con rivestimento in ceramica, due clip e una borsa per riporre il tutto in modo ordinato.

Veloce: Un altro grandissimo vantaggio riguarda i tempi di asciugatura, che risultano molto rapidi grazie al potente motore da 2.100 watt e all’innovativa tecnologia ionica.

 

Contro

Velocità: Purtroppo manca la funzione “turbo” per rendere il getto di calore più forte e potente.

Costo: Bisogna mettere mano al portafoglio per acquistarlo, ma viste le prestazioni e il cospicuo pacchetto accessori riteniamo siano soldi ben spesi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Asciugacapelli Rowenta

 

Rowenta CV5090F0 Powerline

 

Dovete acquistare un nuovo phon, ma ne cercate uno che non sia del solito triste colore nero? Allora, provate a dare un’occhiata all’asciugacapelli Rowenta CV5090F0 Powerline, che colpisce proprio per il suo design moderno completato da un’avvolgente finitura bianca.

Si tratta di un modello che vanta 2.300 watt di potenza e un prezzo di molto inferiore a quello di altri prodotti concorrenti, pur offrendo prestazioni nettamente superiori.

Anche in questo caso è presente la tecnologia ionica, ma grazie al rivestimento interno in ceramica risulta più efficace nell’asciugare e non rovinare i capelli con il troppo calore.

I pulsanti sul manico consentono di impostare la temperatura e la velocità ideali, mentre il beccuccio da 12 millimetri e il diffusore asimmetrico in dotazione permettono di realizzare l’effetto desiderato senza troppi sforzi.

Il prodotto si caratterizza anche per l’elevata maneggevolezza dovuta, non solo alla presenza di cavo lungo due metri, ma anche alle sue linee simmetriche e a un peso ben calibrato in relazione alle dimensioni complessive.

 

Pro

Efficace: Quello di Rowenta è asciugacapelli molto potente grazie a un motore da 2.300 watt; il vantaggio per l’utente è un’asciugatura più efficace e veloce.

Funzione ionica: Combinando la tecnologia ionica al rivestimento in ceramica, l’elettrodomestico garantisce una temperatura uniforme e non eccessiva per limitare i danni causati dal calore.

Design e accessori: Oltre a essere un ottimo prodotto, con un rapporto qualità/prezzo davvero sbalorditivo, ha anche un design molto raffinato ed è provvisto di un concentratore e di un diffusore molto solidi e performanti.

 

Contro

Materiali: Secondo alcuni utenti, la plastica utilizzata per la scocca esterna non sembra di alta qualità e potrebbe lesionarsi facilmente in caso di urti o cadute accidentali.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un asciugacapelli

 

Uomini e donne, oggigiorno, dedicano sempre maggiore attenzione alla cura della chioma, che viene considerata un emblema di bellezza solo se bella, forte e sana.

Per ottenere risultati apprezzabili si deve procedere per gradi, ma da dove cominciare? Beh, dalla scelta dell’asciugacapelli ovviamente! Si può fare ricorso ai migliori trattamenti per la hair care, ma non serviranno a nulla se si dispone di un phon che non fa bene il suo dovere.

Prima di acquistarne uno bisogna ragionare su diversi fattori: potenza, maneggevolezza, solidità, sicurezza, funzioni e, non ultimo, il budget disponibile.

Sono molti gli utenti che considerano poco importanti queste caratteristiche, pensando erroneamente che un modello valga l’altro. In realtà, ciascuno di questi aspetti può contribuire a rendere l’apparecchio adatto alla propria tipologia di capelli e al tipo di utilizzo che si intende farne.

Dopo aver letto la sezione della nostra guida che confronta prezzi e offerte presenti sul mercato, non vi resta che esaminare con noi tutti quei parametri di cui tenere conto per stabilire come scegliere un buon asciugacapelli.

 

 

La potenza

Come per ogni altro elettrodomestico il cui funzionamento si basa sulla corrente elettrica, anche per il phon i consumi energetici si misurano in watt.

La potenza è, in effetti, l’elemento più importante da valutare quando si acquista un asciugacapelli, perché è da questa che dipenderanno la velocità del getto d’aria calda, i tempi di asciugatura e le performance del dispositivo. Prendendo in considerazione i modelli più diffusi, il wattaggio parte da un valore minimo di 800 fino a un massimo di 2.500 watt.

Chi ha capelli sottili e fragili, per esempio, dovrebbe evitare di acquistare un modello che genera un calore eccessivo, in modo da non correre il rischio di danneggiare il cuoio capelluto.

A incidere sulle prestazioni e sul costo dell’elettrodomestico è anche la portata del flusso d’aria, in genere espressa in chilometri orari. È chiaro che questo dato è più alto negli asciugacapelli di uso professionale, mentre per quelli di tipo domestico o da viaggio la quantità d’aria che viene spinta verso l’esterno risulta abbastanza ridotta, ma comunque sufficiente per realizzare una perfetta asciugatura, che sarà quindi più lenta ma anche più delicata.

 

Praticità e maneggevolezza

Il miglior asciugacapelli per le proprie esigenze è quello che presenta specifiche caratteristiche strutturali che ne rendono l’utilizzo comodo e pratico in qualsiasi condizione.

A conferire al prodotto maneggevolezza e facilità d’uso è soprattutto il peso e, considerato che l’apparecchio andrà tenuto in mano per parecchio tempo, è preferibile che sia leggero nonché comodo da impugnare e maneggiare. Se poi l’intenzione è quella di portare l’asciugacapelli in viaggio, è bene scegliere un modello piccolo, compatto e, possibilmente, pieghevole in modo da riporlo in valigia e trasportarlo comodamente.

È fondamentale anche poter collocare facilmente l’elettrodomestico nel proprio bagno e, a tal proposito, può rivelarsi utile la presenza di un gancio che consenta di appenderlo alla parete per risolvere qualsiasi problema legato alla mancanza di spazio.

Infine, in merito alla manutenzione, vi consigliamo di accertarvi che il modello disponga di una griglia posteriore rimovibile, così da provvedere alla pulizia del filtro e rimuovere eventuali accumuli di polvere e capelli che potrebbero danneggiare il motore e inficiarne le prestazioni.

 

 

Anche le funzioni possono fare la differenza

Un altro parametro che può fare la differenza in termini di efficienza e qualità, sono le funzioni che l’elettrodomestico è in grado di offrire.

Per ottenere una piega impeccabile non basta dirigere il flusso di aria calda verso i capelli e rimuovere tutta l’acqua, ma bisogna selezionare la temperatura giusta, considerato che un calore troppo forte potrebbe danneggiare la struttura e la bellezza del capello.

Ricordate, inoltre, di tenere il phon a una certa distanza dal cuoio capelluto (ad almeno 20 centimetri) e di regolare il livello di calore in base alle esigenze.

Gli asciugacapelli della migliore marca sono più attenti alla salute della chioma e permettono, infatti, di selezionare la temperatura a più livelli, mentre i modelli più economici prevedono solo due modalità di selezione o, addirittura, nessuna.

A garantire risultati perfetti è anche la regolazione della velocità, la quale incide direttamente sulla portata del getto d’aria calda erogato dal dispositivo, che potrà così essere adeguata al tipo di acconciatura che si vuole realizzare.

Esistono, infine, alcune funzioni extra, spesso prerogativa dei modelli più innovativi e costosi, che rendono l’elettrodomestico più performante e pratico da utilizzare. È il caso del pulsante “cool”, che genera un flusso d’aria fredda per fissare in modo ottimale la piega, e dello ionizzatore che, oltre a velocizzare i tempi di asciugatura, produce ioni negativi capaci di rendere la chioma più morbida e pettinabile.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanto consuma un asciugacapelli?

A determinare i consumi energetici di un asciugacapelli è la potenza, ossia il quantitativo di elettricità che l’apparecchio assorbe per funzionare. Si tratta di un valore che viene generalmente espresso in watt ed è abbastanza evidente che maggiore sarà il wattaggio maggiori saranno anche i consumi in bolletta.

Tuttavia, dal momento che il dispendio energetico dipende anche dal tempo e dalla frequenza di utilizzo, per farsi un’idea sui consumi bisogna considerare anche il numero di persone che usano il phon: un nucleo familiare di quattro/cinque persone è chiaro che consumerà più corrente rispetto a una persona che vive sola, e allo stesso modo chi ha una chioma molto lunga e folta impiegherà più tempo per asciugare i capelli rispetto a chi ha un taglio corto.

 

Come aggiustare un asciugacapelli?

Visto che l’asciugacapelli è tra gli elettrodomestici più utilizzati nelle nostre case, per garantirgli una lunga vita bisogna, innanzitutto, provvedere periodicamente a una sua corretta manutenzione. Nel caso in cui, nonostante la pulizia del filtro, l’apparecchio non dovesse accendersi, potete smontarlo per effettuare la riparazione, senza essere costretti a gettarlo via e acquistarne uno nuovo.

Spesso la causa del guasto può essere un filo bruciato, per cui sarà sufficiente sostituirlo, utilizzando se necessario un morsetto multiplo. Anche in caso di problemi di alimentazione basterà sostituire i cavi per consentire l’assorbimento di corrente.

Ovviamente, il discorso vale per chi ha una certa dimestichezza con l’elettronica e il fai-da-te, mentre gli altri farebbero bene a rivolgersi a un tecnico esperto.

 

Come smontare un asciugacapelli?

Dopo una caduta o un urto può capitare che l’asciugacapelli smetta di funzionare. Per scoprire cosa si è danneggiato il primo passo è quello di smontarlo: la maggior parte dei modelli in circolazione è provvista di una scocca esterna divisa in due metà uguali e per aprirla basta svitare le viti e i fermi che tengono unite le due componenti.

Le viti possono essere di diverse forme, per cui prima di procedere con lo smontaggio è bene procurarsi un cacciavite adatto, cercando di non forzarle troppo per evitare di danneggiarle.

 

Come funziona un asciugacapelli?

L’asciugacapelli è un piccolo apparecchio che si serve di un getto di aria calda per asciugare la chioma. Questo flusso d’aria viene generato da un motore elettrico che, attraverso una ventola, sposta l’aria verso una resistenza che la riscalda per poi soffiarla fuori.

 

Chi ha inventato l’asciugacapelli?

Il primo asciugacapelli della storia fa la sua comparsa nel 1890 in Francia a opera di Alexander Godefroy, che inventò un congegno costituito da una sedia e un cappuccio collegato a una stufa a gas.

Prendendo spunto da tale invenzione, nel 1911 l’inventore Gabriel Kazanjian ottenne il brevetto per un asciugacapelli composto da un elemento riscaldante elettrico e un flusso d’aria ad azionamento manuale.

I primi modelli erano piuttosto voluminosi, pesanti e poco maneggevoli, ma ottennero comunque il consenso dei consumatori fino a evolversi nei prodotti attuali, molto più leggeri e pratici da utilizzare.

 

 

 

Come utilizzare un asciugacapelli

 

Un accessorio assolutamente indispensabile per la cura della chioma è sicuramente l’asciugacapelli, l’elettrodomestico per eccellenza quando si parla di haircare. Quasi tutti i modelli reperibili sul mercato offrono, chi più chi meno, buone performance e diverse funzioni utili per ottenere la messa in piega ideale.

In effetti, il compito di questo beauty device non è solo quello di rimuovere l’acqua dai capelli, ma anche di realizzare un brushing impeccabile, a patto però di utilizzarlo al meglio e sfruttarne appieno tutte le potenzialità.

 

 

Come usare correttamente un asciugacapelli

La maggior parte delle persone pensa che per utilizzare un asciugacapelli in modo corretto basta accenderlo, direzionare il getto d’aria calda verso la capigliatura ed eliminare tutta l’acqua. Ah, quanto si sbagliano! Innanzitutto, bisogna preparare i capelli all’asciugatura, avendo cura, però, di eliminare ogni residuo di shampoo o balsamo prima di accendere il phon. Una volta sciacquati e tamponati i capelli, è bene effettuare una messa in piega preliminare, pettinando le singole ciocche con una spazzola per rimuovere tutti i nodi e facilitare le successive operazioni di messa in piega.

Dopo aver espletato questi rituali, chi ha i capelli ricci può utilizzare un diffusore per impedire che la chioma si gonfi troppo, mentre chi ce li ha lisci può servirsi di un comune concentratore. Ricordate, inoltre, di eseguire l’asciugatura partendo dalla nuca fino a raggiungere le punte e di impostare l’asciugacapelli sulla temperatura più bassa, poiché un calore troppo forte potrebbe alla lunga rovinare la vostra preziosa chioma.

Seguendo questi semplici accorgimenti si avrà la sicurezza di utilizzare l’apparecchio nel modo giusto e ottenere risultati perfetti che consentiranno di diminuire le visite dal parrucchiere.

 

Quali accessori deve avere asciugacapelli?

A incidere sulla praticità di utilizzo di un asciugacapelli sono anche gli accessori a corredo, ed è chiaro che più economico ed essenziale è il modello minore sarà la sua dotazione.

Un elemento che non deve assolutamente mancare è il concentratore, utile per indirizzare il getto d’aria dove necessario e dare alla chioma il movimento desiderato.

Chi ha i capelli lisci o molto sottili e vuole realizzare una messa in piega mossa può utilizzare un diffusore che, grazie ai suoi ugelli, rende il flusso d’aria meno aggressivo e permette di realizzare onde e ricci definiti, donando all’acconciatura maggiore volume.

Infine, se volete trasportare o riporre il vostro phon con maggiore facilità, vi consigliamo di accertarvi che inclusa nel prezzo ci sia anche una custodia, indispensabile per proteggere l’apparecchio da sporco, polvere ed eventuali urti.

 

 

In viaggio senza preoccupazioni

Chi vuole avere i capelli sempre in perfetto in ordine anche in viaggio dovrebbe optare per un modello leggero e facile da trasportare. Fortunatamente, sempre più aziende offrono modelli capaci di soddisfare le esigenze di coloro che vogliono provvedere al brushing anche fuori casa, considerato che i modelli tradizionali possono risultare troppo ingombranti e, di conseguenza, poco pratici da riporre in valigia.

I phon da viaggio si caratterizzano per le dimensioni molto contenute, ma questo non significa che siano meno validi: certo, rispetto agli asciugacapelli domestici sono meno potenti, ma consentono comunque di asciugare i capelli abbastanza velocemente.

Se, invece, preferite un modello che occupi ancora meno spazio, potete optare per un asciugacapelli con manico pieghevole, in modo da riporlo in valigia o nella borsa riducendo al minimo l’ingombro.

 

 

Ultimo aggiornamento: 21.08.19

 

Arricciacapelli – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti del 2019

 

Ondulati, mossi, ricci, a ogni styling il suo arricciacapelli! Se anche voi avete deciso di acquistarne uno ma non sapete quale modello scegliere, restringete il campo di ricerca alle due soluzioni che vi consigliamo: il Remington Ci5319 Pro Spiral Curls combina le buone prestazioni, dovute a una gestione del calore fino a un massimo di 210°C, a un costo molto vantaggioso, due caratteristiche che lo rendono uno dei più apprezzati dalle consumatrici; il Remington S6500 Sleek & Curl consente di regolare la temperatura su cinque livelli, da 150° a 230°C, per adattarsi alle esigenze della chioma ed evitare di danneggiare le fibre capillari più fragili.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sui migliori arricciacapelli

 

Per capire quale arricciacapelli comprare potete fare riferimento al nostro prospetto di comparazione che confronta prezzi, qualità e caratteristiche delle migliori offerte del momento. Analizzate i pregi e i difetti dei prodotti che vi proponiamo per scegliere quello più conforme alle vostre esigenze.

 

Prodotti raccomandati

 

Arricciacapelli

 

Remington Ci5319 Pro Spiral Curls

 

Per cambiare look e apparire al meglio in ogni circostanza un arricciacapelli dalle buone prestazioni è l’ideale per realizzare acconciature sempre diverse senza spendere un capitale dal coiffeur.

Tra i migliori arricciacapelli del 2019 per prezzo e qualità costruttiva abbiamo selezionato il Ci5319 Pro Spiral Curls di Remington, caratterizzato da un diametro di 19 millimetri per trattare sia i capelli lunghi sia quelli più corti e da un rivestimento protettivo in ceramica e tormalina che garantisce uno scorrimento fluido tra le ciocche e una maggiore protezione dai danni causati dalle alte temperature.

La ceramica, infatti, si occupa di distribuire il calore in modo uniforme, mentre la tormalina dona idratazione alla chioma per renderla morbida e lucente. Si tratta, quindi, di un prodotto che vanta un’ottima resa costruttiva a fronte di un prezzo di vendita davvero conveniente.

Inoltre, si riscalda molto rapidamente e in appena 30 secondi è già pronto all’uso, offrendo l’ulteriore vantaggio di spegnersi automaticamente dopo 60 minuti di inattività per impedire inutili sprechi energetici e ogni possibile danneggiamento.

 

Pro

Materiali: Il rivestimento in ceramica e tormalina, oltre a rendere la barra più scorrevole tra le ciocche, protegge e idrata i capelli senza danneggiarli, in modo da limitare i danni dovuti all’esposizione al calore diretto.

Praticità: Un altro fattore legato alla sicurezza è la presenza di una punta isolante e di un piedino antiscivolo che consente di appoggiare lo strumento su qualsiasi superficie anche quando è ancora caldo, mentre il cavo girevole lungo 180 cm concede un’ampia libertà di movimento.

Prezzo interessante: Remington Ci5319 Pro Spiral Curls è il prodotto più economico tra quelli venduti online. A conti fatti costa meno di quanto spendereste per una singola seduta dal parrucchiere!

 

Contro

Scarsa durata: La tenuta dell’acconciatura non ha convinto proprio tutti, anzi c’è chi addirittura consiglia di associare l’utilizzo del dispositivo a un prodotto specifico per il fissaggio del brushing.

Acquista su Amazon.it (€14)

 

 

 

Piastra arricciacapelli

 

Remington S6500 Sleek & Curl

 

Passiamo ora a una piastra arricciacapelli che ci ha colpito per la notevole versatilità di utilizzo, celata in una struttura molto discreta e compatta che la rende comoda da portare con sé anche in viaggio. Secondo i pareri delle acquirenti, è il miglior arricciacapelli in circolazione, non solo per via del rapporto qualità/prezzo molto positivo ma anche per le ottime prestazioni offerte.

A differenza del modello precedente può essere utilizzato per realizzare ogni tipo di acconciatura, a cominciare dal riccio estremo fino al liscio impeccabile, in modo da esibire un look diverso in base alle circostanze.

Consente di regolare la temperatura su cinque livelli, da 150 a 230 °C, per adattarsi alle esigenze della chioma, mentre il display digitale LCD permette di visualizzare in ogni momento le funzioni impostate.

Buoni anche i tempi di riscaldamento: in soli 15 secondi raggiunge la temperatura ideale, così da completare in men che non si dica la messa in piega anche se non si ha molto tempo a disposizione.

 

Pro

Temperatura: Il principale vantaggio di questo modello a marchio Remington è il meccanismo di regolazione della temperatura, che consente di adeguare il funzionamento alla tipologia di capelli e all’effetto che si vuole realizzare.

Display: Sul manico è presente uno schermo LCD che contribuisce a rendere più pratico e intuitivo l’utilizzo della piastra, merito anche dei tasti laterali che permettono di impostare la temperatura desiderata con una semplice pressione.

Rapida: Chi ha sempre i minuti contati per acconciare i capelli, non potrà che apprezzare l’innovativo sistema riscaldante del modello, che impiega solo quindici secondi per essere pronto all’uso.

 

Contro

Scorrevolezza: Secondo alcune utenti, le piastre, pur essendo ben progettare e rivestite in ceramica, non godono di una buona scorrevolezza, soprattutto nelle zone in cui i capelli sono più crespi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Arricciacapelli automatico

 

BaByliss C1300E Curl Secret Ionic

 

La nostra classifica prosegue con la recensione di questo arricciacapelli automatico firmato BaByliss, caratterizzato da un funzionamento intuitivo che consente di donare movimento alla chioma in modo pratico e veloce.

Grazie a questo innovativo apparecchio non dovrete avvolgere i capelli intorno alla barra riscaldata, ma basterà inserire le ciocche nelle apposite pinze posizionate sulla testa sferica e fare una leggera pressione: il sistema automatico aspirerà il ciuffo al suo interno e in pochi istanti si otterrà un riccio morbido e definito come dal parrucchiere.

Un segnale acustico, inoltre, vi avviserà quando è trascorso il tempo di posa necessario, che può essere impostato a piacimento, così come la temperatura, a seconda del risultato che si vuole ottenere.

Il dispositivo si serve dell’innovativa tecnologia ionica, che sfrutta l’azione idratante degli ioni negativi, per ridurre l’elettricità statica e l’odioso effetto crespo, dando così alla chioma maggiore morbidezza e definizione per un risultato perfetto e duraturo.

La nostra recensione vi ha già convinto? In basso troverete un suggerimento su dove acquistare il modello. Se, invece, volete qualche informazione in più, di seguito troverete un elenco dei suoi pregi e difetti.

 

Pro

Regolabile: La temperatura di servizio può essere regolata da 210 a 230 gradi, così come il tempo di posa (8, 10 o 12 secondi), mentre un comodo indicatore acustico segnala quando la ciocca può essere rimossa dalla testina.

Praticità: Un elettrodomestico che fa della praticità il suo principale punto forte grazie all’innovativa tecnologia Auto Curl, elemento particolarmente apprezzato dalle utenti che ne sono rimaste assolutamente soddisfatte.

Ionica: Questa tecnologia consente di ottenere un’acconciatura impeccabile con il minimo sforzo e protegge al contempo la chioma dagli effetti dannosi del calore.

 

Contro

Occorre una certa manualità: Sebbene il suo funzionamento non sia molto complicato, per sfruttarne al massimo le potenzialità e ottenere i risultati sperati bisogna fare un po’ di pratica e acquisire la manualità necessaria.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Arricciacapelli Babyliss

 

BaByliss BAB2665SE Pro Miracurl SteamTech

 

Il nostro viaggio alla ricerca di un buon elettrodomestico per lo styling prosegue con un altro arricciacapelli Babyliss, grazie al quale sarà possibile realizzare un look originale e diverso in poche semplici mosse.

Se da un lato la somma da investire per il suo acquisto è piuttosto alta, dall’altro appare proporzionata alle buone prestazioni offerte e alle sue funzioni innovative.

Anche in questo caso parliamo di un arricciacapelli automatico provvisto di una testa sferica che aspira autonomamente la ciocca per arricciarla in pochi secondi ma, a differenza del modello precedente, dispone della nuovissima tecnologia Steam Tech che combina l’azione disciplinante del calore trasmesso dalla camera di arricciatura in ceramica all’efficacia protettiva del vapore per idratare la chioma in profondità, lasciandola morbida e lucente.

Inoltre, la temperatura di utilizzo può essere regolata su tre livelli, rispettivamente di 190, 210 e 230°C, in base alla natura del capello (sottile o spesso) e al tipo di riccio che si vuole ottenere.

 

Pro

Trattamento personalizzabile: Oltre alla temperatura, impostabile su tre diversi livelli, è possibile regolare a piacimento anche il tempo di posa e il senso di rotazione, in modo da ottenere un trattamento personalizzato in base alle esigenze.

Vapore: Il Babyliss Pro Miracurl SteamTech dispone di un serbatoio dove inserire l’acqua da riscaldare: il vapore così ottenuto non solo protegge la chioma ma la rende morbida e idratata, per ricci perfettamente definiti e di lunga durata.

Professionale: Un apparecchio di livello professionale pensato anche per gli utilizzi domestici, in grado di bilanciare le ottime prestazioni a una notevole praticità di utilizzo, oltre a risultare estremamente facile da manutenere.

 

Contro

Costoso: Il suo acquisto richiede l’investimento di una cifra importante che non tutti hanno intenzione di spendere, specie se l’intenzione è quella di utilizzare l’arricciacapelli solo occasionalmente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Arricciacapelli Dyson

 

Dyson – Airwrap Styler Smooth

 

Chi preferisce orientarsi sulla migliore marca in circolazione, sicuramente non si allontanerà dall’idea di acquistare un arricciacapelli Dyson, una delle aziende più note e affidabili quando si tratta di piccoli e grandi elettrodomestici.

Il modello in questione è tra i più performanti e completi della categoria, come dimostrano i numerosi accessori in dotazione.

I coni Airwrap da 30 e 40 mm in un sol colpo mettono in piega i capelli attraverso un controllo intelligente del flusso d’aria, in modo da garantire che la temperatura rimanga sempre al di sotto di 150°C. La spazzola lisciante, invece, permette di utilizzare l’apparecchio come un comune asciugacapelli pre-styling, concentrando il calore nel punto desiderato per favorire un’asciugatura naturale in tempi brevi.

Gli accessori si installano con assoluta facilità grazie all’attacco magnetico che rende più semplice il montaggio e lo smontaggio delle varie componenti.

Inclusi nel prezzo troverete anche un tappetino antiscivolo resistente al calore, una custodia protettiva e la comoda spazzola per la pulizia del filtro.

 

Pro

Versatile: Oltre a fungere da tradizionale arricciacapelli, il Dyson Airwrap Styler Smooth può essere utilizzato anche come spazzola lisciante, ponendosi come valida alternativa al phon e alla piastra.

Performante: Pratico da usare e molto efficiente, così si presenta questo innovativo arricciacapelli che consente di realizzare un look diverso in ogni occasione. La buona combinazione tra funzioni all’avanguardia e maneggevolezza rende in parte legittima la spesa affrontata per il suo acquisto.

Accessoriato: Il prodotto si fa apprezzare soprattutto per il cospicuo pacchetto accessori in dotazione: oltre ai coni Airwrap da 30 e 40 mm e alla spazzola lisciante, nella confezione sono inclusi anche un tappetino antiscivolo isolante, una custodia protettiva e una pratica spazzola per la pulizia del filtro.

 

Contro

Prezzo esorbitante: Trattandosi di un apparecchio di ultima generazione, per godere delle sue ottime prestazioni bisogna mettere mano al portafoglio.

Acquista su Amazon.it (€731.12)

 

 

 

Arricciacapelli Imetec

 

Imetec Bellissima Revolution Bhs3

 

Probabilmente non è il miglior arricciacapelli sul mercato ma di certo è il modello dal prezzo più competitivo che si può trovare attualmente in circolazione, ideale per quante cercano un valido alleato per avere i capelli sempre in ordine con una spesa ragionevole.

Il suo utilizzo è davvero semplice e intuitivo: basta impostare la temperatura ideale, modulabile da 190 a 220 gradi, avvolgere la ciocca intorno al ferro, attendere qualche istante e voilà, il riccio è pronto!

Un segnale acustico, inoltre, vi avviserà quando è trascorso il tempo di posa necessario per la definizione del boccolo, ma nulla vi vieta di attendere qualche secondo in più per ottenere un risultato più duraturo, senza timore di rovinare i capelli. Questo perché il rivestimento in ceramica garantisce una trasmissione omogenea del calore per non danneggiare la struttura capillare, mentre la possibilità di variare il senso di rotazione consente di dare alla chioma il movimento desiderato.

Trattandosi di un prodotto a basso costo non è esente da alcune piccole pecche, come l’assenza di una protezione per le mani per limitare il rischio di scottature e di un cavo girevole per agevolare le operazioni di messa in piega.

 

Pro

Delicato: L’arricciacapelli Imetec dispone di un rivestimento in ceramica pensato per non rovinare i capelli più fragili; inoltre, la temperatura regolabile da 190 a 220°C consente di trattare anche le chiome più ribelli senza esercitare un’azione troppo aggressiva.

Rotazione: La possibilità di variare il senso di rotazione permette di ottenere un riccio più o meno definito e dare all’acconciatura il movimento desiderato.

Intuitivo: Il funzionamento dell’apparecchio appare semplice e intuitivo, per cui anche chi non è in possesso di una buona manualità potrà sistemare i capelli in modo pratico e senza fare sforzi eccessivi.

 

Contro

Scotta: Alcune utenti fanno notare l’assenza di una protezione per le mani, per cui bisognerà prestare attenzione per non rischiare di scottarsi le dita quando si mettono in posa i capelli.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Spazzola arricciacapelli

 

Imetec Bellissima GH18

 

La nostra guida per scegliere il miglior arricciacapelli condensa articoli di ogni foggia e genere per venire incontro alle esigenze di tutte le utenti che vogliono sfoggiare ogni giorno un look perfetto ma senza perdere ore preziose dal parrucchiere. È il caso della spazzola arricciacapelli Imetec Bellissima GH18 che offre la possibilità di asciugare e modellare i capelli allo stesso tempo per ridurre sensibilmente i tempi della messa in piega.

Grazie a una potenza di 1.000 watt, capace di generare un efficiente flusso d’aria calda, il prodotto garantisce risultati rapidi e impeccabili.

La spazzola dispone di setole naturali rivestite in Gloss Ceramic che veicolano in modo omogeneo il calore per  proteggere la fibra capillare e adattare l’asciugatura alle diverse necessità di styling.

Inclusi nel prezzo vengono forniti ben cinque accessori per il brushing che rendono il modello adatto a ogni tipo di capello, da quello corto a quello più lungo.

 

Pro

Funzionale: Combinando il potente getto di aria calda a uno dei cinque accessori in dotazione si ridurranno sensibilmente i tempi della messa in piega e si potranno realizzare tante pettinature diverse.

Versatile: Il modello è provvisto di due spazzole di diverso diametro per adattarsi alle esigenze di tutti, anche delle utenti con capelli particolarmente corti.

Setole: Le spazzole a corredo dispongono di setole rivestite in Gloss Ceramic per garantire una distribuzione omogenea del calore e ridurre i danni causati dalle alte temperature.

 

Contro

Montaggio impegnativo: Secondo le acquirenti, alcuni accessori fanno fatica a incastrarsi nel relativo alloggiamento e risultano, quindi, poco pratici da installare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Arricciacapelli professionale

 

Ghd Curve Creative Wand

 

Apprezzato dalla maggior parte delle utenti per le sue prestazioni, l’arricciacapelli professionale Curve Creative Wand di Ghd presenta un fusto dal diametro di 23-28 mm per adattarsi sia ai capelli lunghi sia a quelli molto corti.

La ultra-zone technology è in grado di riconoscere le dimensioni della ciocca da trattare, regolando la temperatura di conseguenza fino a un massimo di 185°C indipendentemente dal tipo di riccio che si vuole ottenere, in modo da salvaguardare la chioma da ogni possibile danno causato dal calore.

La sua particolare forma conica termina con una punta rivestita in materiale termico per ridurre il rischio di scottature durante la messa in piega, mentre la comoda funzione Sleep Mode spegne automaticamente il dispositivo dopo 30 minuti di inattività.

Pur essendo impostato su un valore che assicura ottimi risultati a prescindere dal tipo di capello, l’impossibilità di regolare la temperatura, fissa sui 185 gradi, rappresenta un limite non trascurabile se la necessità è quella di personalizzare l’utilizzo dell’arricciacapelli in base al tempo a disposizione oppure al tipo di acconciatura che si vuole realizzare.

 

Pro

La forma: Le dimensioni contenute lo rendono facile da maneggiare e, grazie alla barra conica dal diametro di 23-28 mm, risulta adatto anche per chi ha i capelli particolarmente corti e riesce a dare una piega riccia od ondulata alla chioma senza rovinarla.

Intelligente: La ultra-zone technology riconosce lo spessore della ciocca da trattare per regolare la temperatura di conseguenza, in modo da proteggere i capelli dall’azione dannosa del calore.

Sicurezza: Oltre alla funzione Sleep Mode che provvede a spegnere il dispositivo dopo 30 minuti di inutilizzo, vanta un rivestimento in materiale termico per ridurre il rischio di scottature e un supporto di sicurezza per impedire che le parti roventi del ferro entrino in contatto diretto con le superfici.

 

Contro

Costo: Le utenti non hanno segnalato particolari difetti nel prodotto, tuttavia qualcuno avrebbe preferito pagarlo meno vista l’assenza di accessori e l’impossibilità di regolare la temperatura di esercizio.

Acquista su Amazon.it (€142.14)

 

 

 

Guida per comprare un arricciacapelli

 

Per stabilire come scegliere un buon arricciacapelli, dopo aver letto la nostra recensione dei modelli più venduti quest’anno, non vi resta che scoprire quali sono le caratteristiche da ricercare in questi dispositivi nella guida all’acquisto che segue.

Il diametro

Il primo elemento da considerare nella scelta di un arricciacapelli è il diametro del ferro, perché da questo dipenderà il risultato finale. Nello specifico, un diametro tra i 13 e i 19 mm consente di ottenere un riccio stretto e definito, ed è adatto per tutte le lunghezze di capelli, da quelli lunghi a quelli più corti; salendo tra i 20 e i 25 mm, si potrà realizzare un boccolo morbido e naturale; infine, i dispositivi dal diametro dai 30 mm in poi sono ideali per donare un movimento sinuoso alla capigliatura e creare delle onde molto sinuose e larghe.

Di recente, hanno riscontrato un notevole successo anche gli arricciacapelli conici, caratterizzati da una barra più ampia alla base e sottile verso la punta, ideale per realizzare ricci dalla forma “a spirale” e ottenere un look più sofisticato.

Prima di prendere una qualsiasi decisione, però, dovete considerare che per utilizzare alla perfezione questo strumento dovrete fare tanta pratica e per rendere le operazioni di brushing più facili e confortevoli scegliete un modello leggero, maneggevole e dotato di un cavo lungo e girevole che ne consenta un comodo utilizzo in ogni circostanza.

 

Materiali e tecnologia

Chi punta sul prodotto più economico in circolazione sceglierà sicuramente un modello in alluminio: sono poco costosi e raggiungono la temperatura ideale in brevissimo tempo; tuttavia, non sono in grado di distribuire il calore in maniera uniforme e, pertanto, c’è la seria possibilità che la chioma venga danneggiata.

Se, invece, cercate un modello che garantisca una trasmissione omogenea del calore, vi consigliamo di optare per la ceramica, in quanto capace di ridurre lo stress termico causato dalle elevate temperature, oltre a risultare più scorrevole sui capelli. Per rendere il rivestimento più delicato sulla fibra capillare, molti produttori abbinano alla ceramica il titanio, un materiale molto leggero e resistente, che si fa apprezzare soprattutto per le sue proprietà ipoallergeniche.

Infine, c’è la tormalina che, oltre a essere molto robusta, vanta un effetto ionizzante naturale utile per ridurre l’odioso effetto crespo e garantire maggiore salubrità alla chioma.

Alcuni modelli, inoltre, combinano questi materiali a specifiche tecnologie che apportano diversi effetti benefici ai capelli, come lo ionizzatore che rilascia degli ioni negativi che riducono l’elettricità statica per rendere la capigliatura più morbida e lucente, limitando al contempo l’insorgere dell’effetto crespo.

 

La temperatura

Un altro elemento da considerare nella scelta di un arricciacapelli è la possibilità di modulare la temperatura, dato che il calore è uno dei principali responsabili dei danni causati alla chioma. Da qui, è chiaro che se non si imposta la temperatura in modo adeguato si corre il rischio di rovinare il capello che, di conseguenza, apparirà arido e sfibrato.

I modelli più completi e performanti hanno un range di temperatura piuttosto ampio, in genere compreso tra i 120 e i 230°C, così da adeguare il calore alle proprie esigenze.

I prodotti di fascia media offrono comunque un intervallo di temperatura variabile ma più ridotto, mentre quelli a prezzi bassi sono più essenziali e hanno solitamente una temperatura fissa. Questo, però, non vuol dire che i prodotti economici sono meno performanti, ma vengono in genere consigliati a coloro che hanno i capelli già tendenti al riccio e che, quindi, non avranno la necessità di lavorare le ciocche a temperature particolarmente elevate per realizzare lo styling desiderato.

 

 

Alcune funzioni utili

Le funzioni di cui dispone un arricciacapelli di certo non rappresentano una discriminante fondamentale in fase di scelta ma sono comunque un elemento da non trascurare perché incidono sulla versatilità e sulla praticità d’uso dell’elettrodomestico. Una di queste è la funzione di riscaldamento rapido, in genere prerogativa dei modelli più costosi, che consente il raggiungimento della temperatura ideale in pochi secondi, così da ridurre in modo considerevole i tempi della messa in piega. Altrettanto comoda è la funzione di autospegnimento che disattiva l’apparecchio automaticamente dopo un certo periodo di inattività, utile non solo per ridurre gli sprechi energetici ma anche per impedire pericolosi incidenti.

Infine, vi suggeriamo di verificare anche la presenza di alcuni pratici optional, come un display per visualizzare i parametri impostati, una pinza per bloccare la ciocca sulla barra riscaldata, e una custodia per il trasporto, specie se l’esigenza è quella di portare il proprio arricciacapelli con sé fuori casa o in viaggio.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come usare l’arricciacapelli su capelli corti?

Quando si hanno i capelli corti realizzare un brushing diverso può sembrare complicato ma basta utilizzare un semplice arricciacapelli per dare una ventata di novità al proprio look e donare alla chioma volume e movimento.

Tuttavia, non tutti i prodotti disponibili sul mercato sono indicati per chi ha un taglio corto, per cui dovreste orientarvi su un modello dal diametro compreso tra i 15 e i 25 millimetri, considerato che un ferro più largo andrebbe a creare un effetto poco definito.

Per rendere le operazioni più semplici e veloci, vi suggeriamo di dividere la chioma in sezioni, così da lavorare in maniera ordinata e avere la situazione sempre sotto controllo. Una volta che il dispositivo avrà raggiunto la temperatura ottimale, avvolgete la ciocca intorno alla barra, prestando attenzione a non avvicinare troppo la parte rovente al cuoio capelluto e alle mani, o saranno dolori!

Per ottenere un risultato impeccabile, direzionate la ciocca verso l’esterno del viso e attendete cinque secondi per realizzare un boccolo più morbido e dieci secondi se, invece, volete ottenere dei ricci più definiti.

 

Come usare l’arricciacapelli automatico?

Oltre ai modelli tradizionali, in commercio sono disponibili anche gli arricciacapelli automatici, pensati per tutte le donne che vogliono avere ricci impeccabili in poco tempo e senza sforzi.

Utilizzare questi dispositivi è davvero molto semplice: dopo aver preparato i capelli e impostato la temperatura giusta, basterà inserire la ciocca all’interno del cilindro, attendere qualche istante ed estrarre i capelli. È possibile anche realizzare diversi tipi di ricci regolando il tempo di posa, così da sfoggiare un look sempre diverso in ogni occasione.

 

Come usare la spazzola arricciacapelli?

Una delle migliori alternative all’utilizzo congiunto dell’asciugacapelli e della comune spazzola rotonda, che tra l’altro richiedono una certa destrezza per realizzare la messa in piega desiderata, è la spazzola arricciacapelli.

A differenza del tradizionale ferro, questi dispositivi si servono dell’azione combinata del getto di aria calda e della rotazione per modellare le singole ciocche senza bruciare i capelli.

Ecco come usarla in modo corretto: dopo aver spazzolato i capelli, avvolgete una ciocca intorno alla spazzola, facendo attenzione a non annodarla tra le setole, per poi srotolarla lentamente. L’acconciatura dovrebbe durare fino al successivo lavaggio ma per avere una maggiore tenuta potete applicare un prodotto specifico per il fissaggio o una comune lacca spray.

 

Come si usano i bigodini arricciacapelli?

Se siete donne appassionate al mondo dell’hair styling avrete sicuramente sentito parlare dei bigodini arricciacapelli, ma la domanda è: sapete come funzionano?

Sono molto simili ai comuni diavolini della nonna ma hanno una struttura più flessibile – in genere realizzata in gomma, plastica o silicone – che li rende più facili da utilizzare e meno aggressivi per la chioma.

Inoltre, sono molto pratici da applicare e basta acquisire un po’ di manualità per ridurre i tempi della messa in piega: dopo aver suddiviso i capelli in sezioni e avvolto la ciocca su se stessa, partendo dalle punte, non dovete fare altro che chiudere il bigodino e ripetere l’operazione fino a quando tutta la chioma sarà “bigodinata” e… il gioco è fatto! A questo punto, dovete solo attendere il tempo di posa necessario, dalle tre alle quattro ore in genere, e potrete anche andare a dormire con i bigodini ancora in testa per poi rimuoverli il mattino seguente.

 

 

 

Come utilizzare un arricciacapelli

 

Da quando è stato inventato, l’arricciacapelli è il migliore amico delle donne che vogliono dare alla chioma un po’ di movimento e realizzare acconciature sempre nuove e diverse.

Lasciateci indovinare, avete individuato il modello che fa per voi, ma non sapete come sfruttarlo al meglio per ottenere dei ricci perfetti? Prima di commettere un passo falso, leggete i nostri consigli per fare buon uso del vostro alleato di bellezza!

 

 

Facciamo un passo indietro

Prima di brandire il vostro arricciacapelli, è importante fare un passo indietro ed espletare alcuni rituali semplici ma imprescindibili per ottenere dei boccoli duraturi e salvaguardare la salute della capigliatura. Non ci stancheremo mai di ripeterlo: questi dispositivi vanno utilizzati sui capelli lavati almeno il giorno prima e trattati con prodotti specifici, soprattutto nel caso in cui si abbia una chioma particolarmente sfibrata e arida. Se avete appena fatto lo shampoo vi consigliamo di aspettare fino al giorno successivo, perché sui capelli puliti sarà più difficile garantire una lunga tenuta alle vostre onde.

Per facilitare le operazioni, molti hair stylist consigliano di utilizzare prodotti specifici per il curling che si propongono di strutturare il riccio, mentre per assicurarsi un risultato più duraturo è possibile applicare sulle ciocche prima dell’arricciatura una mousse per lo styling o un definitore di ricci, in quanto capaci di donare maggiore elasticità alla fibra capillare e di dare ai capelli la forma desiderata. Ricordate, infine, che l’arricciacapelli va utilizzato esclusivamente sui capelli asciutti per impedire che il calore possa bruciare o rovinare la vostra preziosa chioma.

 

Scegliere il prodotto giusto

Quando si tratta di scegliere un nuovo arricciacapelli il prezzo non è la sola variabile da considerare. Il diametro del ferro, per esempio, gioca un ruolo chiave al momento dell’acquisto e incide direttamente sul risultato finale. In linea di massima, potremmo dire che maggiore è il diametro più il boccolo sarà largo, e viceversa. Anche la possibilità di regolare la temperatura è un fattore da non sottovalutare nella scelta, visto che il calore è uno dei principali responsabili del danneggiamento dei capelli: impostare la temperatura giusta non solo limita i danni alla chioma ma consente di ottenere l’effetto desiderato.

Chi confronta prezzi e caratteristiche dei prodotti disponibili sul mercato sa che i più affidabili non sono solo quelli della migliore marca ma piuttosto quelli in grado di combinare la praticità d’uso alle funzioni, sebbene queste non rappresentino probabilmente il criterio principale su cui basare il proprio acquisto, ma sono comunque capaci di ampliare la versatilità e la comodità d’impiego del dispositivo.

 

 

È anche una questione di praticità

Se volete sfruttare al meglio le potenzialità del vostro arricciacapelli ed evitare di trascorrere ore e ore davanti allo specchio per mettere in piega i capelli, allora vi suggeriamo di tenere conto di quanto segue.

Per utilizzare il vostro arricciacapelli come farebbe un parrucchiere professionista, impugnate lo strumento con fermezza e avvolgete la ciocca selezionata a spirale su tutta la lunghezza della barra per consentire al calore di diffondersi in maniera uniforme. L’operazione deve essere abbastanza rapida per impedire che il calore rischi di bruciare i capelli, cercando di evitare il più possibile di spezzare la fibra capillare o di dare alla ciocca una piega sbagliata.

Se avete una chioma molto lunga è consigliabile realizzare il riccio in due sezioni, in modo da evitare che il capello si riscaldi troppo quando arrotolato su tutta la lunghezza del ferro.

A ogni modo, basta un po’ di pratica e qualche piccolo accorgimento per ottenere una pettinatura riccia e vaporosa con il minimo sforzo.