Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

I capelli biondi hanno un loro fascino, tuttavia, non è sempre così facile passare da una tonalità all’altra senza ricorrere all’utilizzo di prodotti chimici.

 

Vi piacerebbe avere una chioma bionda ma non volete rovinarla con un decolorante aggressivo? In questo articolo vi spiegheremo alcune tecniche che è possibile adoperare per schiarire i capelli naturalmente. Alcuni alimenti infatti hanno delle proprietà chimico fisiche in grado di rimuovere lo strato più superficiale di melanina, così da riuscire a ottenere gradazioni di colore più chiare rispetto alla propria.

 

Come schiarire i capelli in modo naturale

Sicuramente avrete sentito parlare dei famosi metodi della nonna: talvolta si rivelano solo una leggenda, molto spesso invece ci aiutano a risolvere dei problemi in modo più facile, senza ricorrere all’uso di medicinali aggressivi, oppure, in questo caso, di prodotti chimici.

Attenzione: molti impacchi necessitano di un’asciugatura naturale affinché il risultato possa essere più evidente e immediato. Per questo motivo, è consigliabile effettuarli durante l’estate, per garantire l’esposizione alla luce del sole.

 

Come schiarire con la birra

Uno dei metodi più utilizzato dai giovani per ottenere i capelli schiariti naturalmente è sicuramente l’impacco con la birra. Prendete un paio di bottiglie della bevanda, preferibilmente bionda, e bagnate completamente la chioma. Per raggiungere un effetto più immediato, è preferibile far asciugare i capelli al sole: in questo modo i raggi daranno il loro contribuito all’ottenimento di una sfumatura perfetta.

Il succo di limone

La vitamina C, ovvero la sostanza acida presente nell’agrume, può eliminare in modo naturale lo strato superficiale della melanina e fungere da schiarente per capelli.

Versate in una ciotola il succo di due limoni e mescolateli con un paio di cucchiai di acqua per evitare che la soluzione risulti troppo aggressiva. Bagnate completamente i capelli e lasciate agire per qualche ora, infine, effettuate un normale shampoo e utilizzate un balsamo molto nutriente, poiché l’acidità dell’agrume potrebbe far seccare eccessivamente le lunghezze.

 

La curcuma

Se volete ottenere dei riflessi biondi e partite già da una colorazione piuttosto chiara, questa spezia indiana potrebbe fare al vostro caso. La curcuma era apprezzata già nell’antichità dai Veda per le sue proprietà antibatteriche, antiossidanti e rivitalizzanti. Infatti, viene ancora oggi adoperata nella medicina tradizionale asiatica e nell’ayurveda persino per dimagrire e disintossicare l’organismo. È possibile utilizzarla anche sui capelli chiari per donare delle sfumature più bionde e luminose, tuttavia, chi presenta già una tonalità tendente al bianco o al platino, farebbe meglio a optare per un altro metodo, poiché la curcuma potrebbe rilasciare riflessi arancioni.

Per la preparazione dell’impacco vi occorrerà scaldare un cucchiaio di spezia in un pentolino di acqua calda, senza però arrivare all’ebollizione. Lasciate raffreddare e attendete che la polvere si sia depositata sul fondo: in alternativa, potrete utilizzare una garza o un colino, e versare solo la parte liquida in un flacone munito di erogatore. Spruzzate la miscela sui capelli fino a bagnarli del tutto, e lasciate agire per circa un’ora e mezza. Infine, sciacquate abbondantemente e procedete con il normale lavaggio. Se non siete del tutto soddisfatti del risultato, vi consigliamo di ripetere l’impacco almeno ogni due settimane.

Come schiarire i capelli con la camomilla

Uno dei rimedi naturali più diffusi e utilizzato fin dall’antichità è di sicuro la camomilla.

Si tratta di una pianta delicata dalle proprietà emollienti e calmanti, in grado di rendere i capelli di un paio di toni più chiari a seconda della base di partenza. È molto efficace sulle chiome bionde, mentre su quelle castane potrebbe dare una sfumatura leggermente più tendente al rame. Preparate un decotto di camomilla portando a ebollizione per alcuni minuti due o tre sacchetti di infuso. Lasciate raffreddare, dopo di ché versate il liquido in un flacone munito di spruzzino e cospargetelo su tutta la testa, insistendo però sulle lunghezze.

 

Come decolorare i capelli 

I rimedi appena elencati si rivelano molto efficaci sulle chiome bionde, tuttavia, schiarire i capelli scuri non è così semplice, soprattutto se si parte da una base nera. In quel caso il nostro suggerimento è quello di accettare il vostro colore naturale, curando piuttosto la qualità dei fusti con impacchi idratanti e rigeneranti. Ciò nonostante, se volete a tutti i costi ottenere una tonalità molto più chiara rispetto a quella di partenza, l’unica soluzione prevede l’utilizzo dei prodotti per schiarire i capelli adoperati dai parrucchieri, per riuscire a rimuovere buona parte della melanina presente sulle lunghezze.

Purtroppo però, tali tecniche, seppur professionali, possono portare all’indebolimento dei fusti, provocandone la disidratazione e talvolta la caduta. Per evitare il danneggiamento eccessivo, sul mercato è possibile reperire un colore per capelli temporaneo, in grado di donare alla chioma una tonalità particolare, come per esempio grigia, bianca, rosa, verde o blu, ma che si elimina progressivamente dopo pochi lavaggi. Si tratta di una valida alternativa per chi è stanco di vedersi tutti i giorni sempre uguale ma non ha voglia di apportare un cambiamento definitivo alla propria immagine.

Come schiarire i capelli tinti

Si tratta di un’operazione molto difficile, soprattutto se la tinta adoperata è molto più scura rispetto al proprio colore naturale. Inoltre, il nero e il rosso richiedono dei prodotti molto particolari per essere eliminati, per questo motivo, se non siete esperti è preferibile recarsi da un parrucchiere specializzato, che potrà eseguire un trattamento chiamato decapaggio.
Si tratta di un impacco con una sostanza chimica in grado di eliminare lo strato più superficiale del colore dei capelli, tuttavia, se lasciato in posa per troppo tempo può rovinare le chiome, lasciando una spiacevole sfumatura verde.

Un’alternativa senz’altro più naturale prevede l’utilizzo di olio, come per esempio quello di germe di grano. Quest’ultimo è ricco di acidi grassi insaturi, ovvero Omega-3 e Omega-6, in grado di scindere i legami chimici che la tinta ha formato sui fusti, fissandosi e colorandoli.

Inumidite i capelli e applicate abbondantemente l’olio su tutte le lunghezze. Il tempo di posa può variare da 30 minuti fino a un paio d’ore: indossate una cuffia o avvolgete la testa nella pellicola trasparente affinché il calore possa far agire meglio e più velocemente il prodotto.

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Il celebre tormentone degli Arteteca “Aggiù spaccat cu stu shatush” di certo ha ampliato il già notevole successo di questa particolare tecnica di schiaritura che garantisce un effetto del tutto naturale. Vediamo come si esegue e come scegliere la nuance perfetta.

 

Tra i numerosi trattamenti di colorazione offerti dal settore dell’hair styling, lo shatush è sicuramente quello più indicato per le donne che vogliono donare movimento e luminosità alla chioma con un effetto sunkissed assolutamente naturale. Approdato in Italia nel 2001 grazie allo shatush biondo del celebre hair stylist Aldo Coppola, questa tecnica di schiaritura vanta una folta schiera di seguaci tra star del cinema, modelle, influencer e beauty addicted.

A differenza delle meches capelli e similmente al balayage, non coinvolge tutta la capigliatura ma si esegue solo sulle punte e una parte delle lunghezze, lasciando intatte le radici. Il risultato, quindi, sarà molto simile a quello che si ottiene dopo una prolungata esposizione al sole, solo che in questo caso l’effetto finale sarà più uniforme e marcato grazie agli intensi giochi cromatici creati dalle sfumature di colore.

Ovviamente per ottenere il risultato desiderato, oltre ad affidarsi a mani esperte, è importante scegliere la gradazione che meglio si adatti alla propria tonalità di base, e nelle righe che seguono vi spiegheremo come fare per individuare quella giusta. Ma procediamo per gradi e vediamo prima in cosa consiste questa tecnica di colorazione, quali sono le differenze con le meches e gli errori da evitare.

Che cos’è lo shatush e come si realizza

Come già anticipato, lo shatush è una particolare tecnica di colorazione che permette di schiarire i capelli di due o tre toni rispetto alla tonalità di base, creando un contrasto uniforme e molto naturale tra le radici e le punte.

Per ottenere un colore vibrante con un effetto tutt’altro che artificioso, per prima cosa il professionista seleziona i ciuffi da schiarire e, dopo averli suddivisi in ciocche, andrà a cotonarli utilizzando un pettine apposito.

Una volta terminata la preparazione, si potrà passare alla stesura del colore, che verrà applicato su tutte le lunghezze mantenendo, però, una distanza di dieci centimetri dalle radici per realizzare il tipico effetto sfumato dello shatush.

Altri due fattori indispensabili per una corretta esecuzione del trattamento sono la scelta del colore per capelli e il tempo di posa, che in genere è compreso tra i venti minuti, per ottenere un contrasto più tenue, e mezz’ora per realizzare sfumature più strong e marcate.

Per quanto riguarda il prezzo, in genere il costo dello shatush spazia tra i 60 e i 120 euro, ma si tratta di valori puramente indicativi che tendono a variare da parrucchiere a parrucchiere, anche a seconda della lunghezza della chioma e della tipologia di prodotti utilizzati.

 

Differenze tra shatush e balayage

Anche se a un primo colpo d’occhio potrebbero sembrare due tecniche di schiaritura del tutto simili, in realtà lo shatush e il balayage si differenziano tra loro, non solo per l’effetto finale che si ottiene, ma anche per il metodo di applicazione.

Niente a che vedere, ovviamente, con i colpi di sole e le meches, ma mentre con lo shatush i capelli vengono decolorati in modo più marcato per ottenere un effetto più accentuato ed evidente, con il balayage si ricorre alla cosiddetta “applicazione a stella” per creare sfumature meno intense ma, allo stesso tempo, più naturali.

Proprio per questo motivo, il prezzo del balayage risulta più conveniente rispetto alla controparte, perché sarà possibile sottoporsi al trattamento solo tre volte l’anno per ravvivare il colore e uniformare la ricrescita, mentre lo shatush andrà ripetuto ogni 2/3 mesi per poter mantenere un risultato omogeneo nel tempo.

 

Come scegliere la tonalità giusta

Premesso che lo shatush può essere eseguito sia sui capelli corti sia sulle chiome più lunghe e folte, vediamo ora come individuare la nuance giusta tra le tante messe a disposizione dal settore della haircare. La prima cosa da fare per ottenere l’effetto sperato è scegliere un colore che si sposi alla perfezione con la tonalità di base della capigliatura, tenendo conto – ovviamente – anche del colorito della propria carnagione e dei gusti personali.

In effetti, non esiste un decalogo cromatico che obblighi a optare per una gradazione piuttosto che per un’altra, ma ci si potrà basare anche su altri dettagli, come il sottotono di pelle – freddo o caldo – e i trend del momento.

Se vi piace osare potreste anche prendere in considerazione uno stravagante shatush viola che di sicuro non passerà inosservato, mentre se volete distinguervi dalla massa, ma senza eccedere in eccentricità, un caldo shatush rame potrebbe essere la soluzione ideale per donare un allure molto glam a ogni acconciatura.

Se già avete i capelli biondi sfumati e desiderate dare una svolta decisiva al vostro hair look, lasciatevi ispirare da una delle tante gradazioni di shatush castano: dal caramello al nocciola, passando per il cioccolato e il toffee, ogni nuance sarà regalare armonia e vitalità alla capigliatura senza eccessivi stravolgimenti.

E che ne pensate del chatouche blond? Ideale sia per le chiome biondo scuro sia per quelle castano chiaro, viene declinato in numerose tonalità morbide e brillanti, che spaziano dai toni più freddi del cenere e del platino fino ai riflessi caldi del miele e del dorato.

Consigli per lo shatush fai da te

Anche se è sempre consigliabile effettuare il trattamento in un salone di bellezza, chi ha un minimo di dimestichezza può ottenere ottimi risultati anche con il fai da te, premesso però che si adottino le dovute accortezze del caso. La prima cosa da fare è procurarsi tutto il necessario per eseguire la tecnica in modo corretto, anche se in rete si possono trovare dei kit già pronti che di certo agevoleranno il lavoro.

Una volta reperito ciò che serve, non dovrete far altro che dividere la chioma in cinque grandi ciocche e, dopo averle fermate sulla testa con delle pinze a becco, procedere con la cotonatura.

Quindi, prendete un ciuffo e muovete il pettine su e giù velocemente cercando di mantenervi a una distanza di 5-10 centimetri dalle radici, dopo di che prelevate una piccola quantità di crema decolorante con un pennello a ventaglio e stendetela in modo uniforme sulle ciocche cotonate, prestando però attenzione a non tingere tutti i capelli per ottenere un effetto più naturale. Trascorso il tempo di posa raccomandato (che in genere è di 15-20 minuti), potrete procedere con il lavaggio e la tradizionale messa in piega.

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

ll balayage è una tecnica di decolorazione capace di ravvivare il colore dei capelli con un effetto sunkissed molto naturale e ricco di riflessi. Scopriamo tutte le curiosità su questa nuova tendenza dell’hair color.

 

Una parte importante del mercato della haircare è oggi costituito da trattamenti di decolorazione che promettono di ravvivare il colore della chioma con un effetto molto naturale. Uno di questi è sicuramente lo shatush, che ha ottenuto un grande successo tra le donne di tutto il mondo per i suoi numerosi privilegi.

Sebbene ancora oggi questa tendenza non accenni a passare di moda, a poco a poco è stata surclassata da un’altra tecnica di schiaritura capace di ricreare il tipico effetto sunkissed tanto amato in estate.

Particolarmente apprezzato per il risultato finale più luminoso e tenue, come quello che si ottiene dopo una prolungata esposizione al sole, il balayage può essere effettuato su qualsiasi tipo di capigliatura, a prescindere dalla tonalità di base e dalla lunghezza dei fusti.

Oggi scopriremo tutti i segreti e le curiosità che si celano dietro questo innovativo trattamento di hair styling a cui non hanno saputo resistere nemmeno le star più famose del cinema, come Scarlett Johansson e Jennifer Lopez.

I benefici del balayage

A differenza del tradizionale colore per capelli, il balayage è una tecnica che si propone di schiarire la chioma in modo naturale, senza stravolgerne l’originale tonalità. Oltre a regalare degli accattivanti riflessi di luce sulle ciocche, è in grado di conferire movimento e luminosità alla capigliatura, creando un affascinante contrasto cromatico tra le radici e le punte.

Il bello di questo tecnica è che non necessita di continui ritocchi come accade con la tradizionale tinta, per cui sarà sufficiente ripetere il trattamento tre o quattro volte l’anno per sfoggiare un look very cool e ovviare il problema della tanto odiata ricrescita.

Oltre che per il risultato naturale che crea, ha riscosso così tanto successo tra le donne anche perché schiarisce i capelli di uno o più toni senza danneggiare la fibra capillare. Il colore, infatti, non viene applicato su tutta la lunghezza dei fusti, come accade con meches e colpi di sole, ma a dieci centimetri di distanza dall’attaccatura dei capelli per rendere la schiaritura più evidente e armoniosa sulle punte.

Meno invasivo delle colorazioni chimiche, si adatta a tutte le tipologie di chiome e a ogni tonalità di base, riuscendo a donare corpo e luminosità anche ai capelli scuri, purché si presti attenzione a scegliere la nuance giusta.

Come si realizza

Nata a Parigi nel 1970, la tecnica del balayage ha riscosso un notevole successo in tutto il mondo, diventando estremamente popolare in Italia verso il 1990. In risposta alla grandissima richiesta, molti hair stylist professionisti hanno iniziato a proporre il trattamento come alternativa ai classici colpi di sole per creare dei riflessi multisfaccettati sulla chioma con un effetto di gran lunga più naturale e meno invasivo.

Il prezzo del trattamento varia in base alla lunghezza e alla consistenza dei capelli, e visto che le sfumature di colore non toccano le radici ma coinvolgono solo una parte delle lunghezze e le punte, non saranno necessari particolari interventi periodici per coprire la successiva ricrescita.

Per schiarire le ciocche viene utilizzata una speciale spatola con la quale il parrucchiere applica la miscela schiarente solo sulle estremità dei ciuffi selezionati, lasciando la parte centrale e l’attaccatura dei capelli del colore originale.

In questo modo la chioma viene schiarita di un paio di toni con un risultato meno evidente sulle radici e più marcato sulle punte, ma per ottenere l’effetto sperato bisognerà prestare molta attenzione sia alla selezione delle ciocche da schiarire, che dovranno risultare abbastanza spesse e consistenti, sia al rispetto dei tempi di posa raccomandati, che possono variare da un quarto d’ora per i riflessi più tenui fino a mezz’ora per le schiariture più strong. Trascorso il tempo necessario, si potrà procedere con il lavaggio tradizionale e la normale messa in piega.

In merito alla scelta del colore, per chi ha i capelli castani le palette cromatiche spaziano dal classico balayage biondo miele al biondo freddo, mentre in caso di chiome chiare un balayage nocciola o biondo scuro regalerà affascinanti mix di contrasto che sapranno valorizzare al meglio i lineamenti del viso.

Per chi è indicato

Sebbene i migliori risultati si ottengano sulle chiome lunghe e medio-lunghe, in realtà la tecnica del balayage trova una perfetta valorizzazione anche sui capelli corti. In questo caso, però, è sempre consigliabile affidarsi a mani esperte per ottenere un movimento cromatico non troppo accentuato che potrebbe rovinare irrimediabilmente il risultato finale.

Inoltre, si tratta di un trattamento che può essere effettuato anche dalle donne in gravidanza e da chi è allergico alle sostanze chimiche impiegate per le tradizionali tinture per capelli, visto che l’applicazione della miscela decolorante non andrà in alcun modo a toccare il cuoio capelluto.

Non solo, dal momento che il prodotto non viene applicato sulle radici, non sarete costrette a effettuare dei costosi ritocchi per coprire la successiva ricrescita, soprattutto se si opta per un balayage miele o comunque poco distante dalla tonalità di base della propria chioma.

In effetti, per garantirsi un effetto più duraturo sarà sufficiente ripetere il trattamento ogni tre o quattro mesi, e se si vuole tornare al proprio colore originale basterà aspettare che i capelli ricrescano naturalmente e poi tagliare le ciocche schiarite.

Errori da evitare

Per ottenere il risultato desiderato, oltre a rivolgersi a un parrucchiere esperto che padroneggi le tecniche di schiaritura alla perfezione e abbia una certa esperienza nell’applicazione, è fondamentale effettuare il trattamento non più di tre volte l’anno per evitare di sfibrare o danneggiare in modo eccessivo la fibra capillare. Qualora si renda necessario, sarà possibile eseguire dei ritocchi mensili per ravvivare il colore senza intervenire su tutta la capigliatura.

Infine, per prolungare la durata del balayage, dopo la seduta bisognerà prendersi cura della chioma con prodotti specifici per la haircare, ricordando che è assolutamente sconsigliato eseguire il trattamento sui capelli particolarmente sfibrati o già rovinati da altri interventi di decolorazione.

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Principale vantaggio

L’articolo proposto da Klorane è perfetto per chi non ha voglia di fare lo shampoo più volte a settimana e cerca un’alternativa per allungare i tempi tra un lavaggio e l’altro. Inoltre, la presenza dell’ortica rende il prodotto fresco e purificante, adatto sia per il cuoio capelluto tendente al grasso, sia per i capelli secchi e sfibrati.

 

Principale svantaggio

Il prezzo potrebbe non piacere a tutti, tuttavia, è necessario prendere in considerazione che si tratta di un prodotto specifico che difficilmente potrete trovare nei supermercati, poiché realizzato con materie prime naturali e biocompatibili.

 

Verdetto: 9.8/10

Se state cercando uno shampoo secco che abbia anche delle proprietà purificanti e curative, questo Klorane potrebbe essere una valida alternativa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Le proprietà dell’ortica

Quando pensiamo alle ortiche ci viene in mente una pianta urticante, dalla quale è meglio stare lontani. In realtà, questa è conosciuta per le sue qualità benefiche, sfruttate già dagli antichi greci e dai romani: si tratta di un’erba molto buona, con la quale è possibile preparare delle pietanze saporite. 

Ciò è dovuto alle proprietà diuretiche, antispastiche e antidiarroiche, inoltre sembra sia in grado di aumentare l’apporto di ferro nel sangue. Può essere adoperata anche sui capelli, per contrastare l’alopecia e per riequilibrare l’eccessiva produzione di sebo sulla cute, per diminuire la comparsa di forfora e prurito.

Potere lavante e profumazione

Lo shampoo secco è un particolare prodotto lavante che non necessita di acqua per essere risciacquato. Infatti, per eliminarne l’eccesso e distribuire ovunque la polvere, basta pettinare i capelli, così da ottenere un effetto volumizzante e pulente. Tuttavia, è bene considerare che si tratta di un articolo da adoperare soltanto in alcune occasioni, e non può sostituire completamente lo shampoo tradizionale, che andrebbe effettuato circa una volta a settimana.

Ciò non toglie, però, che quello proposto dall’azienda Klorane è davvero efficace: può durare fino a 48 ore, ed è perfetto sia per i capelli grassi, sia per quelli più tendenti al secco o danneggiati dai trattamenti chimici. Per quanto riguarda l’odore invece, è piuttosto persistente sulle chiome senza essere eccessivo o fastidioso, donando una sensazione di fresco e pulito fin dalla prima erogazione.

 

Per tutti i tipi di capelli

Tra numerosi shampoo secchi venduti online, questo è l’articolo che più ci ha convinto e che gli utenti hanno apprezzato. Questo probabilmente non dipende soltanto dalle particolari proprietà dell’ortica che, come abbiamo accennato, può essere un valido rimedio per alcune problematiche, ma anche perché è adatto a tutti i tipi di capelli. Infatti, lo spray può essere adoperato sia sulle chiome scure, sia su quelle chiare. Questo perché, a differenza di altri articoli simili, rilascia una polvere bianca quasi impercettibile, che va via spazzolando correttamente dopo averlo lasciato agire qualche minuto.

Inoltre, dà ottimi risultati sui capelli tendenzialmente grassi, poiché l’ortica riesce ad assorbire il sebo prodotto in eccesso riequilibrando il cuoio capelluto. Tuttavia, chi è soggetto a una formazione di forfora eccessiva, potrebbe non ottenere l’effetto sperato: si tratta pur sempre di uno shampoo secco che non va adoperato giornalmente, ma soltanto saltuariamente, quando non abbiamo molto tempo a disposizione.

Per quanto riguarda le chiome che risultano inaridite e spente, a causa dei trattamenti o delle decolorazioni, il prodotto può essere tranquillamente applicato senza danneggiare ulteriormente i fusti. Ciò potrebbe essere una soluzione per chi cerca un’alternativa allo shampoo tradizionale, allungando così i tempi tra un lavaggio e l’altro.

 

Confezione

L’articolo è proposto all’interno di una bomboletta contenente 150 ml di prodotto: una quantità piuttosto elevata, se consideriamo che ne basta davvero poco per riequilibrare e rinfrescare il cuoio capelluto e le radici.

Inoltre, il suo effetto può durare fino a un massimo di 48 ore, dunque non è necessario spruzzarlo tutti i giorni in modo spasmodico. Tuttavia, consigliamo agli utenti di fare attenzione durante l’utilizzo, poiché l’erogatore è piuttosto sensibile e potrebbe bloccarsi rendendo lo shampoo secco inutilizzabile.

 

Rapporto qualità/prezzo

Generalmente questa tipologia di articolo è venduta a un prezzo piuttosto basso, in questo caso però lo shampoo secco proposto da Klorane non è così economico come si potrebbe pensare. Tuttavia, è necessario prendere in considerazione alcuni fattori: per esempio gli ingredienti di origine naturale, come l’ortica, e la sua efficacia contro la cute grassa o l’alopecia. 

Oppure la quantità di liquido all’interno della bomboletta, corrispondente a 150 ml, che può bastare per un buon numero di applicazioni. Insomma, non si tratta di un articolo da supermercato, ma un prodotto realizzato da un’azienda che ha a cuore la natura e la bio sostenibilità, che sceglie le materie prime migliori in modo responsabile e controllato.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Principale vantaggio

Batist è un brand italiano che fa capo a una delle più grandi aziende di cosmetici e di prodotti per la cura del corpo. Lo shampoo secco è proposto all’interno di una bomboletta da 200 ml, ha un buon prezzo ed è adatto a tutti i tipi di capelli.

 

Principale svantaggio

L’unica pecca riscontrata riguarda l’erogatore che è molto delicato e basta premere in modo impreciso per romperlo e renderlo inutilizzabile. Per questo motivo, vi suggeriamo di maneggiarlo con cura, affinché possa durare fino allo svuotamento.

 

Verdetto: 9.6/10

Se state cercando un prodotto per rinfrescare la cute tra un lavaggio e l’altro, Batist è uno dei migliori in circolazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Garanzia Batist

Il marchio Batist nasce da una delle più antiche aziende italiane di cosmetici: Ludovico Martelli s.r.l., fondata nel 1909 a Firenze e apprezzata tutt’ora da milioni di italiani. Sicuramente avrete sentito parlare di Schultz, Proraso o Erbaviva, solo alcuni dei brand più famosi, importati persino negli Stati Uniti, in Canada e in Australia.

La ditta è specializzata proprio in prodotti per la cura del corpo, per la rasatura e per i capelli, proprio come Batist, che propone sul mercato principalmente shampoo secco di ogni genere e profumazione, per venire incontro alle esigenze di tutti gli acquirenti. Tali articoli sono tra i più venduti del momento, sia per il loro prezzo accessibile a tutte le tasche, sia grazie ai pochi e semplici ingredienti, che li rendono adatti a qualsiasi tipologia di chioma.

Ingredienti 

A differenza di altri prodotti simili, in questo caso ci troviamo di fronte a uno shampoo a secco caratterizzato da un INCI piuttosto semplice, ma non per questo privo di elementi importanti. Al primo posto degli ingredienti abbiamo l’isobutane, ovvero il gas necessario per l’erogazione, seguito subito dopo dall’Oryza sativa starch, che corrisponde al comune amido di riso. Tale pianta ha origini asiatiche, ed è da sempre conosciuta per le sue proprietà benefiche per la pelle: non è raro infatti trovare creme, pomate e maschere per il viso a base di riso, dall’effetto levigante, astringente e ammorbidente.

L’amido presente in questo prodotto è necessario per assorbire il sebo in eccesso generato dal cuoio capelluto, affinché la chioma risulti nuovamente pulita e idratata. Tuttavia, come potrete immaginare, si tratta di una polvere bianca, che una volta erogata sulle radici lascerà dei residui che andranno eliminati tamponando con un asciugamano pulito e una spazzola.
Ciò potrebbe essere un problema per chi ha i capelli molto scuri, che potrebbero ingrigirsi a contatto con la miscela. In questo caso, dunque, consigliamo l’acquisto di un articolo specifico per le chiome brune.

Infine, segnaliamo la presenza di una piccola percentuale di Cyclopentasiloxane e Cyclohexasiloxane: due elementi che non hanno origine naturale, ma sono derivati dal petrolio, dunque potrebbero non piacere agli utenti più scrupolosi e rispettosi dell’ambiente.

 

Effetto lavante

Utilizzare l’articolo Batist è molto semplice: dopo aver agitato la bomboletta, posizionate l’erogatore a circa 20 cm dalle radici e spruzzate una piccola quantità di prodotto. Lasciate agire per un paio di minuti, per permettere all’amido di assorbire buona parte del sebo, dopo di che tamponate l’eccesso con un asciugamano, e spazzolate finché la polvere bianca non sia sparita del tutto.

Lo shampoo secco Batist è piuttosto valido, consente di allungare i tempi tra un lavaggio e l’altro, oltre ad avere anche un effetto rinfrescante e profumante grazie alla presenza della silica e dell’aroma di limonene. 

In alcuni casi però, per esempio sui capelli neri o molto scuri, è probabile che i residui faranno più fatica a sparire, costringendovi a dedicare più tempo alla fase di eliminazione.

Per questo motivo, vi consigliamo di provare a spruzzarlo poco alla volta: in questo modo eviterete un sovradosaggio di prodotto, facilitando così la rimozione.

 

Rapporto qualità/prezzo

Il valore di tali articoli può spaziare tra varie fasce di prezzo: un prodotto caratterizzato da ingredienti totalmente naturali costerà indubbiamente di più rispetto a un altro, magari dotato di un INCI più semplice ma che presenta petrolati e siliconi tra i primi posti. In questo caso però, ci troviamo di fronte a una via di mezzo: è uno shampoo secco (lista dei migliori prodotti) di tutto rispetto, realizzato da una delle più importanti aziende italiane di cosmetici, ma venduto a un prezzo basso. 

Inoltre, è bene prendere in considerazione anche la quantità di liquido presente nel flacone, corrispondente a 200 ml, da adoperare per poche volte a settimana e solo a seconda delle necessità. Per questo motivo, riteniamo che la spesa possa essere giustificata, non essendo indispensabile comprare nuovamente il prodotto dopo poche applicazioni.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Principale vantaggio

Lo shampoo secco Batiste è perfetto per purificare i capelli tra uno shampoo e l’altro, inoltre, la sua profumazione ai frutti tropicali come il cocco, lo renderà ancora più piacevole da spruzzare. Può essere utilizzato anche per lo styling, poiché grazie al suo potere volumizzante potrete ottenere delle acconciature sempre perfette.

 

Principale svantaggio

Chi ha i capelli molto sottili e che si sporcano facilmente potrebbe non apprezzare a pieno le doti di questo prodotto, poiché non abbastanza sgrassante. Inoltre, è sconsigliato l’utilizzo eccessivo sulle chiome scure, poiché i residui di polvere potrebbero essere difficili da rimuovere.

 

Verdetto: 9.2/10

Si tratta di uno dei migliori prodotti in circolazione, apprezzato dagli utenti per la confezione convenienza e la profumazione particolarmente piacevole.

Acquista su Amazon.it (€22.79)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

I benefici di uno shampoo secco

Capita spesso di svegliarsi tardi e dover correre a lavoro senza poter avere il tempo di lavare i capelli. Ed è proprio in questi casi che lo shampoo a secco viene in nostro soccorso: basta spruzzare una quantità adeguata direttamente sulle radici, alzando leggermente le ciocche, per ottenere di nuovo dei capelli profumati, opacizzati e privi di quella patina oleosa creata dal sebo in eccesso.

In questo modo, potrete uscire di casa senza sentirvi inadeguati o in colpa per aver rimandato il lavaggio di un altro giorno. Tuttavia, è bene non abusare di tali prodotti, poiché a lungo andare potrebbero seccare eccessivamente i capelli, rendendoli spenti e poco piacevoli alla vista.

Inoltre, è consigliabile effettuare uno shampoo tradizionale una o due volte a settimana, per eliminare lo smog e la polvere che inevitabilmente si vanno ad accumulare sul nostro corpo, compresa la testa.

 

Confezione convenienza

Di primo acchito l’articolo potrebbe sembrare tutt’altro che economico, considerando che la maggior parte di prodotti di questo tipo è venduta generalmente a un prezzo più basso. In realtà si tratta di un vero e proprio affare, poiché al posto di una sola bomboletta ne riceverete ben tre.

Effettuando un semplice calcolo, dunque, scopriremo che l’offerta è piuttosto valida, e il costo di un unico pezzo è più economico rispetto a tanti altri shampoo secchi reperibili sul web oppure nei supermercati.

 

Profumazione

La peculiarità dei prodotti Batiste è la possibilità di scegliere tra varie fragranze differenti, una più particolare dell’altra. Quella proposta in questo caso è una profumazione unica nel suo genere: presenta note fruttate che vi riporteranno alla mente le favolose spiagge tropicali. Infatti, l’aroma che prevale maggiormente è il cocco, seguito da altri alimenti esotici e fiori come la vaniglia e il gelsomino.

Nonostante sembri essere molto buono e piacevole, non è gradito a tutti gli utenti, soprattutto a coloro che amano le fragranze più delicate.
Per esempio, alcuni uomini potrebbero trovarlo troppo stucchevole, e preferirebbero qualcosa di più leggero e maschile.

 

Un alleato per lo styling

Batiste è un brand americano conosciuto principalmente per la produzione di shampoo secco e mousse senza risciacquo. Può essere adoperato su tutte le chiome, sia scure, sia quelle chiare, rinfrescandole e purificandole in pochi minuti: basta spruzzare a circa 20 cm dalla cute, sollevando leggermente le ciocche dalle radici, per permettere al prodotto di penetrare e assorbire il sebo in eccesso.

Per rimuovere i residui è necessario spazzolare, tuttavia, in alcuni casi la polvere potrebbe essere difficile da eliminare, soprattutto dai capelli neri, che potrebbero ingrigirsi. Per questo motivo, vi suggeriamo di adoperare poco prodotto alla volta, così da diminuire le probabilità di comparse di aloni, costringendovi a lavare i capelli. Molti utenti lo utilizzano prima di effettuare delle acconciature: lo shampoo secco Batiste riesce a volumizzare le chiome, rendendo trecce, raccolti e chignon perfetti ed eleganti.

 

Ingredienti

L’INCI di questa tipologia di prodotto è generalmente molto semplice: al primo posto troviamo tre gas, ovvero propano, butano e isobutano, che si differenziano tra loro per il peso molecolare e per la facilità di erogazione. L’elemento fondamentale è invece l’Oryza sativa starch, che corrisponde all’amido di riso, conosciuto per le sue proprietà astringenti e purificanti. Infatti, lo scopo di questo articolo è proprio quella di eliminare l’eccesso di sebo che unge le radici, facendo sembrare i capelli sporchi.

Chi ha la cute tendente al grasso, a volte è costretto a lavare la chioma più volte alla settimana: con questo prodotto invece, potrete allungare i tempi tra uno shampoo e l’altro, evitando così di seccare eccessivamente le lunghezze a causa del sapone. Un dettaglio che potrà sicuramente far piacere agli utenti vegani è la presenza di sostanze solo di origine vegetale e rispettose dell’ambiente: l’azienda Batiste infatti, realizza i propri prodotti senza effettuare test sugli animali.

 

Acquista su Amazon.it (€22.79)

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Maschera per capelli – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

Uno dei must have irrinunciabili quando si tratta di haircare è sicuramente la maschera per capelli, un emulsione cosmetica da applicare sulla chioma per donare nutrimento e vitalità alla fibra capillare. Per ottenere risultati apprezzabili, però, occorre scegliere il prodotto adatto alla propria tipologia di capello per trattarlo in modo appropriato. Oggi vi presentiamo una guida che vi aiuterà a individuare il deep treatment che possa rispondere al meglio alle vostre specifiche esigenze, e nel caso non abbiate molto tempo a disposizione, possiamo subito suggerire la Pinpoxe Deep Repair, una crema proteica ristrutturante che si propone di reidratare i capelli e il cuoio capelluto sfruttando le proprietà riparatrici dell’olio di Argan e della cheratina. In alternativa si può optare per la maschera ristrutturante Simply Beautiful, apprezzata in particolare per la sua texture leggera e setosa che restituisce bellezza e corposità alla chioma, senza appesantirla.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori maschere per capelli – Classifica 2021

 

Quella che segue è una classifica aggiornata delle otto migliori maschere per capelli del 2021 che, secondo i pareri delle utenti, si sono dimostrate più efficaci e risolutive di altre. Ogni articolo è corredato da una nostra approfondita recensione e un link che rimanda allo store online dove acquistare il prodotto di proprio interesse a prezzi bassi.

 

 

Maschera per capelli secchi

 

1. Pinpoxe Maschera per capelli secchi Deep Repair

 

La Deep Repair di Pinpoxe si aggiudica il titolo di migliore maschera per capelli secchi in virtù della sua formula arricchita con ingredienti pregiati e idratanti che ripristinano la morbidezza e la vitalità della chioma, nutrendo in profondità la fibra capillare.

L’olio di Argan e la cheratina offrono un mix equilibrato di vitamina E e sostanze nutritive essenziali per ridurre l’effetto crespo e migliorare al contempo la salute generale del capello, che apparirà più forte e corposo già dalle prime applicazioni. Perfetta per riparare e disciplinare i capelli secchi, sfibrati e con doppie punte, dona un aspetto sano alla chioma, promuovendo la crescita dei fusti.

Formulata senza aggiunta di parabeni e solfati, aiuta a lenire e idratare il cuoio capelluto anche in caso di cute sensibile o facilmente irritabile, dimostrandosi abbastanza versatile e delicata da poter essere usata come trattamento periodico o settimanale su tutti i tipi di capelli; fatta eccezione però per quelli tinti o colorati, che potrebbero risultare leggermente schiariti dopo un certo numero di applicazioni.

 

Pro

Con olio di Argan: Pensata per nutrire e disciplinare i capelli secchi, sfibrati e con doppie punte, la Deep Repair di Pinpoxe sfrutta le proprietà idratanti e ristrutturanti dell’olio di Argan per riparare la fibra capillare dall’interno.

Versatile: La sua texture delicata e l’assenza di parabeni e solfati la rendono adatta per tutti i tipi di capelli, senza danneggiare o irritare il cuoio capelluto.

Formato: Il flacone da 250 ml assicura un buon numero di applicazione e viene venduto a un costo proporzionato alla buona qualità della formulazione.

 

Contro

Schiarente: Chi ha i capelli tinti potrebbe rimanere deluso dal leggero effetto schiarente del prodotto, compromettendo la lucentezza e l’intensità del colore.

Acquista su Amazon.it (€14.99)

 

 

 

Maschera per capelli all’olio di cocco

 

2. Simply Beautiful Maschera Ristrutturante con Olio di Cocco

 

Quella di Simply Beautiful è una maschera per capelli all’olio di cocco che promette di nutrire i capelli secchi, crespi o rovinati, rendendoli più facili da domare grazie al suo potenziale anti-crespo e districante.

Promessa fatta e mantenuta a quanto pare, visto che le utenti che l’hanno provata si dicono molto soddisfatte dei risultati riscontrati già dopo le prime applicazioni. La sua formula, infatti, è arricchita con una sapiente combinazione di oli ristrutturanti (tra cui quello di Argan, avocado e ricino) che aiutano a riparare in maniera eccellente le doppie punte, restituendo equilibrio e idratazione alla chioma.

Grazie a questi ingredienti, la fibra capillare verrà ricostruita e riparata dall’interno, apportando protezione, luminosità e rigenerazione ai capelli senza però irritare il cuoio capelluto, vista la totale assenza di parabeni e solfati.

Nonostante la buona qualità complessiva, a generare qualche perplessità è stata la profumazione particolarmente forte e pungente del prodotto, che potrebbe risultare troppo pesante per chi è intollerante agli odori molto persistenti.

 

Pro

Nutriente: La formula arricchita con estratti di micro-oli a effetto ristrutturante penetra in profondità per riparare le doppie punte e apportare idratazione e nutrimento ai capelli secchi e sfibrati.

Delicata: L’assenza di parabeni e solfati la rende adatta anche per quante hanno una cute particolarmente sensibile o reattiva.

Leggera: Il prodotto vanta una texture corposa ma leggera al tempo stesso, che non appesantisce per niente i capelli, ma anzi li rivitalizza dall’interno, rendendoli più sani e voluminosi all’esterno.

 

Contro

Profumo: L’odore di cocco che questa maschera lascia sui capelli risulta molto forte e pungente, per cui potrebbe infastidire i nasi più sensibili che non tollerano i profumi troppo persistenti.

Acquista su Amazon.it (€44.77)

 

 

 

Maschera per capelli grassi

 

3. Camomilla Intea Maschera per Capelli Grassi al Té Verde

 

Se quella che state cercando è una maschera per capelli grassi che si proponga di idratare e nutrire la struttura capillare senza appesantirla, date un’occhiata al prodotto di Camomilla Intea, venduto in formato da 250 ml a un prezzo ben proporzionato alla qualità e all’efficacia della composizione.

La sua formula sfrutta un equilibrato mix di ingredienti ad azione astringente e dermopurificante per ripristinare l’originale pH del cuoio capelluto senza alterare il film idrolipidico che lo riveste naturalmente.

Tra questi spiccano in particolare il tè verde e l’estratto di menta, che agiscono in perfetta sinergia per stimolare la circolazione sanguigna e i processi metabolici della cute, in modo da favorire la crescita dei capelli e ridurre la produzione di sebo che li fa apparire unti e spenti.

Proprio per questo motivo, non ci sentiamo di consigliarlo a chi ha una chioma secca o sfibrata, dal momento che le proprietà opacizzanti di questi attivi potrebbero seccare leggermente il cuoio capelluto e generare una fastidiosa sensazione di prurito.

 

Pro

Riequilibrante: Grazie alle proprietà astringenti e purificanti del tè verde e della menta, la maschera per capelli di Camomilla Intea si pone come deep treatment intensivo per ridurre gli eccessi di sebo e il fenomeno della forfora grassa.

Profumazione: Il prodotto piace anche per il profumo molto gradevole e delicato che lascia sui capelli, tanto è vero che molte utenti lo considerano un vero e proprio trattamento di bellezza con cui coccolare la propria chioma.

Pratica: L’uso della maschera è davvero semplice e non richiede lunghi tempi di posa, il che si traduce in una maggiore praticità per chi ha sempre i minuti contati.

 

Contro

Capelli secchi: Non è adatto per i capelli crespi o particolarmente sfibrati a causa della sua texture opacizzante che tende a seccare il cuoio capelluto.

Acquista su Amazon.it (€14)

 

 

 

Maschera per capelli Omia

 

4. Omia Maschera per Capelli Erboristica Aloe Vera

 

La maschera per capelli Omia Erboristica sfrutta le proprietà idratanti ed equilibranti dell’aloe vera biologica per nutrire e rinforzare la struttura capillare, rendendo la chioma visibilmente più morbida e luminosa.

Oltre a essere dermatologicamente testata contro ogni possibile reazione avversa in caso di cute sensibile o reattiva, è formulata con il 95% di ingredienti di origine naturale per rispettare il naturale equilibrio del cuoio capelluto senza appesantirlo o provocare fastidiose irritazioni.

Inoltre, non contiene siliconi, PEG, polimeri acrilici e solventi chimici, per cui risulta adatta anche per gli utilizzi frequenti in caso di capelli ingestibili o particolarmente crespi. Oltre al gel di Aloe Barbadensis Miller, nella formula troviamo anche gli oli di avocado e riso, che si propongono di idratare e rinforzare ogni singolo capello, svolgendo un’azione riparatrice intensa e duratura.

Nonostante la buona qualità della composizione, bisogna però prestare attenzione in fase di applicazione, evitando di utilizzare un quantitativo eccessivo di prodotto che potrebbe ungere troppo i capelli, facendoli apparire spenti e piatti.

 

Pro

Biologica: Una delle carte vincenti della maschera per capelli Omia è sicuramente la sua formula biologica che implementa il 95% di ingredienti naturali per salvaguardare il benessere e la salubrità della chioma.

Riparatrice: Le proprietà idratanti dell’aloe vera migliorano la condizione dei capelli secchi e sfibrati, riparando le lunghezze e ripristinando il film idrolipidico che riveste e protegge il cuoio capelluto naturalmente.

Rapporto qualità/prezzo: Il formato da 250 ml viene venduto a un prezzo conveniente in rapporto alla buona qualità della composizione e ai risultati offerti.

 

Contro

Occhio al quantitativo: La texture ricca e corposa del prodotto impone una maggiore cautela in fase di applicazione per evitare di ungere o appesantire troppo i capelli.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Maschera per capelli all’avocado

 

5. Toque Magico Maschera per capelli all’Avocado Emergencia

 

I nostri consigli d’acquisto proseguono con la maschera per capelli all’avocado Emergencia di Toque Magico, un prodotto semi professionale che viene utilizzato anche nei saloni dei parrucchieri per trattare le chiome più indisciplinate e ribelli.

Si fa apprezzare per la sua capacità di donare lucentezza e volume istantanei all’acconciatura grazie alla presenza dell’olio di avocado, che essendo ricco di minerali come il magnesio, il rame e il potassio, agisce in profondità sulla cute prevenendo la caduta capillare e l’invecchiamento del cuoio capelluto, apportando vitalità e morbidezza ai capelli secchi e sfibrati.

Un’altra freccia all’arco del prodotto è il formato da 453 ml, che assicura un buon numero di applicazioni senza essere costretti a effettuare un nuovo acquisto nel breve periodo, anche perché ne basta un piccolo quantitativo per sortire l’effetto sperato.

Anche il prezzo a cui viene venduto è stato giudicato positivamente dai più, sebbene la composizione troppo ricca e pesante del cosmetico non lo renda adatto per chi ha i capelli grassi e oleosi.

 

Pro

Idratante: La formula arricchita con olio di avocado riduce l’odioso effetto crespo, dando idratazione e luminosità a tutta la chioma.

Antiossidante: Tra gli ingredienti troviamo anche l’olio di oliva, che essendo ricco di vitamina E e attivi antiossidanti, riesce nell’intento di contrastare la caduta dei capelli e l’invecchiamento del cuoio capelluto.

Formato: Dal momento che per ottenere i risultati sperati sarà sufficiente applicare sui capelli una piccola quantità di prodotto, il flacone da 453 ml durerà una vita, e il portafoglio non potrà che ringraziare!

 

Contro

Capelli grassi: Chi vuole ridurre il sebo in eccesso e il problema della forfora grassa dovrà valutare altre offerte.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Maschera per capelli rovinati

 

6. Kerastase Maschera per Capelli Resistance Therapiste

 

Se state cercando una maschera per capelli rovinati senza badare troppo a spese, la Resistance Therapiste a marchio Kerastase potrebbe essere la soluzione giusta per voi. Ideale per le chiome secche e sfibrate, raggiunge perfettamente il suo obiettivo grazie alla presenza della Linfa della Resurrezione, una pianta dalle grandi proprietà rigeneranti, che conferisce nutrimento istantaneo alla chioma per migliorare lo spessore e la consistenza della fibra capillare.

La sua azione ristrutturante ben si combina con la Fibra-Kap SP 94 implementata nella formula, un amminoacido che incentiva i follicoli ad assorbire le proteine associate alla cheratina per rinforzare i fusti e stimolarne la naturale ricrescita.

Inoltre, crea un efficace film protettivo sul cuoio capelluto per proteggere la capigliatura dallo stress termico causato dall’utilizzo di piastre e phon a temperature elevate, ripristinando l’equilibrio fisiologico del microbiota cutaneo.

L’unica nota negativa del prodotto è rappresentata dal costo non proprio economico a cui viene venduto il formato da 200 ml, ma visti i risultati e la bontà della composizione la cosa non dovrebbe sorprendere.

 

Pro

Ingredienti: La pianta della resurrezione dona energia e vigore ai capelli danneggiati dallo stress termico e dai trattamenti aggressivi, apportando nutrimento e idratazione alla fibra capillare.

Risultati: Già dalla prima applicazione si noterà subito la differenza, soprattutto se si hanno i capelli ricci o particolarmente crespi che necessitano di idratazione costante e cure specifiche.

Nutre e protegge: Per incrementare i benefici della formula, l’azienda ha aggiunto anche la Fibra-Kap SP 94 e l’acido glutammico per rinforzare la struttura capillare e proteggerla dagli agenti esterni.

Profumazione: Di questo prodotto piace anche l’odore molto gradevole che lascia sulla chioma.

 

Contro

Prezzo: La confezione da 200 ml viene venduta a un prezzo abbastanza elevato rispetto alla media, non proprio l’ideale per chi dispone di un budget limitato.

Acquista su Amazon.it (€35.98)

 

 

 

Maschera per capelli Ekos

 

7. Ekos Maschera per Capelli Bio con Idrolizzato di Semi di Moringa

 

La maschera per capelli Ekos è un prodotto ristrutturante ed elasticizzante, formulato senza aggiunta di solfati e siliconi per trattare in maniera adeguata tutti i tipi di capelli. Ideale per chi ha una cute particolarmente irritabile, stimola la circolazione del cuoio capelluto e nutre in profondità la fibra capillare grazie all’elevata concentrazione di glicerina vegetale, che promuove l’idratazione e la crescita dei capelli senza ostruire i pori, facilitando così l’assorbimento dei principi attivi contenuti.

Tra questi spicca in particolare l’idrolizzato di semi di Moringa, che in virtù delle sue spiccate proprietà antinfiammatorie e antimicrobiche riequilibra il pH del microbiota cutaneo contrastando la forfora e la comparsa delle doppie punte.

Inoltre, i buoni risultati ottenuti si sono dimostrati di gran lunga più duraturi rispetto a quelli dei principali competitor, e lo stesso vale anche per il formato da 500 ml che, a fronte di un prezzo davvero vantaggioso, assicura un cospicuo numero di applicazioni.

 

Pro

Formula: Grazie alle proprietà antimicrobiche e ristrutturanti dell’idrolizzato di semi di Moringa, la maschera di Ekos aiuta i capelli a ritrovare il giusto benessere, rinforzando al contempo il bulbo pilifero per stimolare la crescita dei fusti.

Quantità/prezzo: Il formato da 500 ml viene venduto a un prezzo davvero conveniente che non costringe a fare i salti mortali per acquistare un prodotto valido e di buona qualità come questo.

Risultati: Le utenti che l’hanno provata si sono dette molto soddisfatte dei risultati, che appaiono visibili già dopo i primi utilizzi.

 

Contro

Non specifica: La maschera di Ekos risulta adatta per tutti i tipi di capelli, ma chi è alla ricerca di un prodotto più specifico per trattare determinate problematiche (come la forfora grassa o l’opacizzazione del cuoio capelluto) dovrà puntare su formule più incisive.

Acquista su Amazon.it (€14.9)

 

 

 

Maschera per capelli Garnier

 

8. Garnier Maschera per capelli crespi Ultimate Blends

 

Tra le offerte più gettonate sul web si colloca anche la maschera per capelli Garnier Ultimate Blends, venduta in un maxi formato da ben 390 ml a un prezzo che farà sorridere anche le utenti più parsimoniose.

La sua composizione arricchita con olio di cocco e macadamia è pensata per trattare le chiome più crespe e ribelli, che saranno meglio predisposte alla piega grazie a un’intensa azione emolliente e rigenerante sul cuoio capelluto. Questi due ingredienti, inoltre, aiutano a prevenire la rottura dei fusti e le doppie punte, donando una sferzata di vitalità e nutrimento alla chioma con un effetto estetico di lunga durata.

Nonostante il costo economico, la sua formula implementa diversi ingredienti di origine naturale per essere rispettosa anche delle pelli più sensibili, mentre la sua texture leggera e idratante ne permette un utilizzo frequente senza appesantire o irritare il cuoio capelluto.

Tuttavia, questa sua caratteristica è un’arma a doppio taglio, dal momento che costringe a prestare maggiore attenzione in fase di applicazione per evitare di utilizzare più prodotto del necessario.

 

Pro

Anti-crespo: L’estratto di macadamia e l’olio di cocco riparano i capelli più danneggiati e crespi per donare morbidezza e vitalità alla chioma già dalle prime applicazioni.

Naturale: La texture leggera e dal profumo delicato risulta piacevole e facile da distribuire sulle lunghezze, offrendo un trattamento intensivo in grado di restituire forza, brillantezza e idratazione anche ai capelli più secchi e sfibrati.

Prezzo conveniente: Nonostante la buona qualità complessiva, il formato da 390 ml viene venduto a un costo molto conveniente, ponendosi come scelta d’elezione per chi tiene anche al risparmio.

 

Contro

Applicazione: Dal momento che il prodotto presenta una consistenza particolarmente leggera e setosa, bisognerà prestare maggiore attenzione al quantitativo da utilizzare per facilitare le successive operazioni di messa in piega.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una maschera per capelli

 

Per ricostruire e idratare la fibra capillare in caso di capelli provati dalle alte temperature dei dispositivi per lo styling, dalla salsedine e dagli agenti atmosferici, la migliore soluzione è l’utilizzo di una buona maschera per capelli. Se non sapete quale scegliere tra le tante disponibili sul mercato, la nostra guida vi aiuterà a individuare il prodotto più adatto alle vostre esigenze, mantenendovi su prezzi accessibili.

Differenza tra maschera per capelli e balsamo

Un sbaglio molto comune è quello di pensare che la maschera per capelli e il balsamo siano uguali, quando in realtà l’unica cosa che li accomuna è il fatto che sono entrambi prodotti per la haircare mirati a ripristinare la vitalità e la morbidezza della chioma. C’è chi non utilizza né l’uno né l’altro dopo aver fatto lo shampoo, un errore abbastanza grave dal momento che questi trattamenti permettono di rimediare allo stress a cui vengono sottoposti quotidianamente i nostri capelli.

Ciò premesso, le differenze che intercorrono tra i due cosmetici riguardano principalmente le loro funzioni e le modalità di applicazione. Il balsamo si presenta come crema districante dalla texture leggera che dona luminosità e pettinabilità ai capelli, rendendoli più elastici e morbidi al tatto.

Rispetto alla maschera, non richiede tempi di posa molto lunghi e può essere risciacquato subito dopo la stesura per facilitare le successive operazioni di messa in piega. Per contro, però, viene sconsigliato in caso di capelli fini o particolarmente grassi, poiché la sua consistenza corposa potrebbe appesantire troppo la fibra capillare, a meno che non si opti per un prodotto specifico che aiuti a bilanciare la secrezione di sebo.

La maschera, invece, agisce a 360 gradi per risolvere diverse problematiche del capello, poiché formulata con attivi capaci di penetrare in profondità nella struttura capillare per conferire idratazione e nutrimento ai capelli secchi, sciupati o rovinati.

In vendita esistono diversi tipi di maschere, ma in linea di massima sono tutte formulate per conferire densità, morbidezza e lucentezza alla capigliatura già dalle prime applicazioni. A seconda della tipologia di prodotto scelto, i tempi di posa possono variare da un minimo di 5 minuti fino a un massimo di 20, e a differenza del balsamo non può essere utilizzata dopo ogni shampoo, ma solo una volta a settimana (massimo due se si hanno i capelli molto rovinati o crespi).

 

La tipologia di capello

Per scegliere la migliore mascara per capelli non basta confrontare i prezzi e le caratteristiche dei prodotti più venduti e apprezzati dai consumatori ma occorre considerare la propria tipologia di capello per apportare un’adeguata idratazione alla chioma, rispettandone i bisogni fisiologici.

Contrariamente a quanto si pensi, i capelli grassi necessitano dello stesso nutrimento di quelli secchi, ma è necessario che il prodotto scelto svolga anche un’azione riequilibrante e astringente per stimolante il turnover cellulare del cuoio capelluto e ridurre la produzione di sebo.

Per le chiome secche e aride si consiglia, invece, una maschera nutriente a effetto rinvigorente per rimediare ai danni causati dall’utilizzo eccessivo di piastre e prodotti per lo styling aggressivi, così da ridurre l’odioso effetto crespo e donare densità e volume ai capelli.

In caso di tinte, meches e trattamenti di decolorazione la scelta dovrebbe ricadere su un prodotto capace mantenere nel tempo un colore brillante e capelli morbidi, minimizzando al contempo l’indebolimento della fibra capillare dovuto proprio all’utilizzo di questi preparati chimici.

Infine, se avete capelli fragili che tendono a spezzarsi con facilità, cercate una maschera a base di ingredienti fortificanti che vadano a riparare i fusti, contrastando anche il tipico “effetto paglia”.

Alcuni miti da sfatare

Se la maschera per capelli viene scelta in funzione delle caratteristiche della propria chioma e usata in modo corretto, si potranno riscontrare nel breve periodo risultati apprezzabili a tutto vantaggio del benessere e della salubrità della capigliatura. Tuttavia, sul web e tra i blog circolano alcune leggende metropolitane – assolutamente infondate – che spesso generano confusione in chi si appresta a effettuare una comparazione tra le varie tipologie di prodotti in vista di un potenziale acquisto.

Una di queste è la credenza popolare secondo cui la maschera per capelli possa tranquillamente sostituire il balsamo. Come abbiamo già sottolineato, si tratta di cosmetici completamente diversi tra loro, quindi risulta abbastanza evidente che l’utilizzo dell’uno non esclude l’impiego dell’altro.

Un altro mito sfatare è quello secondo cui la maschera andrebbe applicata dopo ogni shampoo, quando in realtà si tratta di un trattamento specifico da effettuare solo quando la chioma ne sente la necessità e fino a un massimo di due applicazioni settimanali.

Infine, per quanto riguarda i tempi di posa e le modalità di applicazione, molto dipende dal tipo di prodotto scelto e dagli ingredienti contenuti, che dovrebbero essere sempre dermatologicamente testati contro ogni possibile reazione avversa che potrebbe mettere a repentaglio la salute e la bellezza della chioma.

 

 

 

Come utilizzare una maschera per capelli

 

Capire come scegliere una buona maschera per capelli è abbastanza difficile, ma lo è ancora di più imparare a utilizzarla in maniera corretta per ottenere risultati soddisfacenti. Per aiutarvi nell’impresa abbiamo dedicato una sezione apposita della nostra guida su come sfruttare al meglio tutte le potenzialità di questi cosmetici per la haircare, in modo da sfoggiare una chioma bella, sana e lucente in ogni occasione.

Giù la maschera!

Totalmente diversa da shampoo e balsamo, la maschera per capelli è un prodotto cosmetico funzionale all’idratazione e alla ristrutturazione della fibra capillare provata dagli agenti atmosferici e problematiche di varia natura.

A seconda degli ingredienti impiegati per la formulazione, esistono diversi tipi di maschere, ognuna delle quali si propone di svolgere una funzione specifica che varia in funzione del tipo di capello.

Alcune vanno applicate solo una volta alla settimana, altre invece richiedono determinati tempi di posa o l’associazione a specifici prodotti per la haircare (shampoo e conditioner) per svolgere a meglio il loro lavoro. Da qui risulta abbastanza evidente come ogni prodotto debba seguire una precisa modalità di applicazione, soprattutto per quel che riguarda i tempi di posa e la frequenza di utilizzo.

Pertanto, la prima regola da seguire è leggere attentamente le istruzioni riportate in etichetta sia per evitare che si manifestino reazioni avverse sia per trattare il capello in modo adeguato.

 

Prima o dopo lo shampoo?

La maschera per capelli è un prodotto fondamentale per il benessere e la vitalità della chioma, poiché nutre in profondità la fibra capillare per ripristinare il film idrolipidico che protegge i capelli naturalmente e – in caso di trattamenti aggressivi – svolge un’azione ristrutturante e ravviva il colore.

È indicata soprattutto per i capelli particolarmente lunghi o di media lunghezza, in quanto sottoposti da più tempo allo stress termico causato dal calore di piastre e phon, sebbene ciò non tolga che anche le chiome corte possano trarre notevoli benefici dall’utilizzo di questi cosmetici.

In ogni caso, per rendere il trattamento efficace gli esperti consigliano di applicare la maschera prima dello shampoo sui capelli asciutti e ben pettinati; quindi, dopo aver preparato adeguatamente la capigliatura, basterà prelevare una noce di prodotto e distribuirla uniformemente su tutte le ciocche a partire dalla metà delle lunghezze per arrivare poi fino alle punte.

Questo perché sui capelli bagnati il composto potrebbe scivolare via e non penetrare in profondità all’interno della fibra capillare, rendendo di conseguenza inefficace il trattamento. Tuttavia, se i capelli risultano molto sporchi, è sempre preferibile lavarli con uno shampoo adatto prima dell’applicazione della maschera per evitare che il sebo e le impurità impediscano il corretto assorbimento degli attivi contenuti nella formulazione.

Un altro errore molto comune è quello di pensare che il prodotto vada utilizzato a ogni lavaggio, quando in realtà è sufficiente applicarlo una sola volta a settimana, o anche due in caso di capelli particolarmente sfibrati o secchi.

Tempo di posa e risciacquo

Per distribuire la maschera in modo uniforme su tutte le lunghezze ci si può aiutare con un pettine a denti larghi o direttamente con le mani, in modo da favorire la penetrazione degli attivi all’interno della fibra capillare.

Inoltre, bisognerebbe evitare di applicarla sul cuoio capelluto e sulle radici, altrimenti si rischia di appesantire troppo il capello, e una volta espletati tutti i rituali necessari bisognerà attendere il tempo di posa indicato sulla confezione.

In genere, l’attesa può variare da un minimo di 5 a un massimo di 20 minuti, trascorsi i quali si potrà procedere con lo shampoo tradizionale o risciacquare direttamente la chioma, prestando però attenzione a rimuovere ogni residuo di prodotto per facilitare il brushing.

 

 

 

Domande Frequenti

 

A cosa serve la maschera per capelli?

Considerata da tempo immemore un must have irrinunciabile della haircare, la maschera per capelli è un vero e proprio trattamento di bellezza per la chioma, capace di renderla più sana, idratata e lucente.

Applicata prima o dopo lo shampoo e mantenuta in posa sui capelli per il tempo necessario (in genere indicato sulla confezione) garantisce alla capigliatura un plus di nutrienti che permette, non solo di ristrutturare progressivamente la struttura capillare, ma anche di impartire pettinabilità, volume e morbidezza ai capelli secchi, sciupati, grassi o colorati.

 

Quante volte a settimana fare la maschera per capelli?

La frequenza di utilizzo di una maschera per capelli varia a seconda delle caratteristiche della propria chioma e della tipologia di prodotto scelto. In caso di capelli secchi, tendenti al crespo o particolarmente danneggiati da tinture, meches e colpi di sole, gli esperti consigliano di applicare il prodotto almeno due volte la settimana.

Per i capelli grassi, invece, la regola aurea è non esagerare, quindi una sola applicazione settimanale sarà sufficiente, purché si utilizzi un cosmetico della migliore marca formulato specificamente per risolvere il problema del sebo in eccesso e della forfora grassa.

 

Quanto tenere la maschera per capelli?

La formula delle maschere per capelli si basa su principi attivi specifici che si propongono di ricostruire la fibra capillare, rendendola più vitale e resistente. Per permettere agli attivi contenuti di penetrare in profondità nella struttura del capello e di svolgere al meglio il loro lavoro, bisogna dare al prodotto il tempo di agire, lasciandolo in posa per almeno 5 minuti e fino a un massimo di 20.

 

Come fare una maschera per capelli?

Se state cercando un rimedio più economico (e anche più salutare) ai tradizionali conditioner venduti online, potete realizzare una maschera per capelli fatta in casa sfruttando ingredienti molto comuni sulle nostre tavole, come lo yogurt, le uova, il miele e l’olio di oliva.

Per domare il fastidioso e antiestetico “effetto paglia” un rimedio green molto efficace è quello di mescolare la polpa di un avocado con mezzo vasetto di yogurt bianco e qualche goccia di olio di mandorle dolci; mentre per i capelli grassi si può utilizzare un preparato a base di miele, argilla e tea tree oil. Entrambe le maschera andranno applicate una volta a settimana prima dello shampoo e lasciate in posa per almeno 20 minuti.

 

Quale maschera scegliere in base alla tipologia di capelli?

L’efficacia di una maschera non dipende solo dalla scelta del prodotto giusto, ma anche dalla sua compatibilità con il proprio tipo di capello. Ogni formula, infatti, è pensata per offrire alla chioma un trattamento specifico volto a risolvere diversi tipi di problematiche, dalla forfora grassa alla secchezza, fino alla preservazione del colore in caso di tinte e meches.

Pertanto, per capire quale maschera per capelli comprare bisogna considerare le caratteristiche del proprio capello, il tipo di cute sul quale si vuole agire e la composizione del prodotto, optando per ingredienti di una certa portata che aiutino a ricostruire e rinforzare la fibra capillare senza compromettere la salubrità della chioma.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Shampoo antiforfora – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

Ottimo per contrastare il prurito e la desquamazione localizzata, lo shampoo antiforfora promette di ripristinare il naturale equilibrio del cuoio capelluto per una chioma visibilmente più sana e corposa, premessa ovviamente la scelta del prodotto giusto, si intende. Pertanto, una volta preso atto della propria situazione, bisogna rimboccarsi le maniche e cercare di risolvere il problema nel modo giusto, magari iniziando proprio dalla nostra guida. Intanto, vi anticipiamo brevemente le caratteristiche dei prodotti che ci hanno convinto maggiormente: Benessence Shampoo Antiforfora Bio sfrutta le proprietà antinfiammatorie e rinfrescanti dell’Aloe Vera biologica per purificare la cute mantenendone regolare il pH; mentre il Restivoil Complex è indicato per il trattamento della dermatite seborroica in caso di pelle sensibile o reattiva, poiché privo di agenti schiumogeni aggressivi.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori shampoo antiforfora – Classifica 2021

 

Se non sapete come scegliere un buon shampoo antiforfora, in questa guida all’acquisto troverete molte utili informazioni che vi permetteranno di fare il giusto acquisto. Nel frattempo godetevi la nostra classifica dei migliori shampoo antiforfora del 2021, frutto di un’attenta comparazione delle offerte più convincenti sul mercato. Chissà, magari tra questi si nasconde il prodotto che stavate cercando!

 

 

Shampoo antiforfora bio

 

1. Benessence Shampoo Antiforfora Bio con Aloe Vera Biologica

 

Il nuovo shampoo antiforfora bio con Aloe Vera proposto dall’azienda italiana Benessence racchiude in sé le proprietà rigeneranti, batteriostatiche e anti-prurito di questa straordinaria pianta per ridurre la formazione della forfora, senza alterare il pH naturale della cute.

L’efficacia della formula si deve anche alla presenza del piroctone olamine e dell’estratto di propoli, che esercitano un’azione purificante sul cuoio capelluto per nutrire e ristrutturare la fibra cheratinica del capello, riportandola al suo originale splendore. Formulato solo con ingredienti naturali e ipoallergenici, risulta adatto a tutti i tipi di capelli e per i lavaggi frequenti, riducendo al minimo i fenomeni irritativi in caso di pelle sensibile o reattiva.

Gli utenti che l’hanno scelto si dicono molto soddisfatti sia della sua gradevole profumazione, data dall’aggiunta nella composizione degli oli essenziali di limone, salvia e tea tree, sia dei risultati ottenuti nel breve periodo, anche se in molti raccomandano di rispettare alla lettera le modalità di applicazione riportate sulla confezione per evitare che il prodotto renda i capelli molto crespi e ruvidi al tatto.

 

Pro

Composizione: Punto di forza dello shampoo antiforfora bio di Benessence è la presenza nella formulazione dell’Aloe Vera biologica, che svolge un’azione purificante sul cuoio capelluto senza alterarne il naturale equilibrio.

Profumazione: Risulta molto gradevole grazie all’aggiunta degli oli essenziali di limone, salvia e tea tree, che lasciano un buon odore sui capelli anche dopo diversi giorni dal lavaggio.

Sicuro: L’assenza di componenti aggressive, come parabeni e petrolati, offre ai soggetti allergici o con cute sensibile la sicurezza di non avere ripercussioni sulla salute.

 

Contro

Potrebbe seccare i capelli: Si consiglia di rispettare alla lettera le modalità di applicazione riportate sulla confezione per non rischiare di inaridire eccessivamente la fibra capillare.

Acquista su Amazon.it (€11.9)

 

 

 

Shampoo antiforfora Restivoil

 

2. Restivoil Shampoo Antiforfora Complex per Cute Sensibile

 

Tra i migliori prodotti venduti online rientra anche lo shampoo antiforfora Restivoil Complex, che ha dalla sua una formula totalmente priva di agenti schiumogeni aggressivi (SLES e SLS) per essere rispettoso anche delle pelli più sensibili.

Grazie alla sua texture arricchita con arginato e piroctone olamina, risulta affine alla naturale struttura cheratinica del capello in modo da sciogliere gli eccessi di sebo e regolarizzarne la produzione, senza comportare irritazioni o fastidiosi sfoghi cutanei. Proprio per questo motivo risulta particolarmente efficace contro la forfora grassa, visto che, secondo i pareri degli utenti, non è in grado di portare a risultati concreti se utilizzato con capelli secchi o sfibrati.

Per beneficiare al massimo delle sue proprietà lenitive e dermopurificanti, si raccomanda di applicare il prodotto due-tre volte a settimana, magari associandolo a un maschera specifica per la cheratosi seborroica per rimediare all’odore poco allettante della composizione.

A parte questo piccolo inconveniente, possiamo ritenerlo il miglior shampoo antiforfora per cute sensibile, adatto sia per gli uomini sia per le donne ma non per i bambini sotto i 3 anni di età.

 

Pro

Per cute seborroica: Grazie alla composizione oleosa arricchita con arginato e piroctone olamina, il Restivoil Complex risulta indicato come coadiuvante nel trattamento degli stati seborroici in caso di forfora grassa.

Delicato: Non lasciatevi ingannare dalla ridotta formazione di schiuma, poiché il prodotto è formulato senza aggiunta di agenti schiumogeni aggressivi per favorire il ripristino del naturale equilibrio cutaneo.

Rapporto qualità/prezzo: Pur non essendo il prodotto più economico della nostra lista, riteniamo che il prezzo sia proporzionato alla buona qualità della formula e al quantitativo offerto.

 

Contro

Profumo: Proprio perché privo di sostanze di sintesi, l’odore che lascia sui capelli non è dei migliori, ma si può comunque risolvere il problema applicando una maschera specifica dopo lo shampoo.

Acquista su Amazon.it (€9.04)

 

 

 

Shampoo antiforfora per bambini

 

3. Restivoil Olio-Shampoo Baby per Cute Delicata e Irritabile

 

È arrivato il momento di lavare i capelli al piccolo? Niente paura, se siete alle prime esperienze lo shampoo antiforfora per bambini di Restivoil vi verrà in aiuto con la promessa di rispettare la cute delicata e irritabile del vostro frugoletto.

Grazie alla sua formula priva di agenti schiumogeni aggressivi, permette una detersione quotidiana del cuoio capelluto di neonati e bambini, apportando nutrimento e idratazione alla fibra capillare per favorire il distacco della crosta lattea e ridurre la formazione della forfora puerile. Non a caso le componenti oleose della lozione risultano affini al film idrolipidico che riveste fisiologicamente la cute dei piccoli, esercitando un’efficace azione lenitiva in caso di arrossamenti e bruciori.

Trattandosi di uno shampoo non aggressivo, rientra tra i più venduti e apprezzati dalle mamme, sebbene alcune abbiano espresso qualche perplessità in merito alla sua consistenza troppo oleosa che costringe a prestare maggiore attenzione al quantitativo da applicare.

 

Pro

Ingredienti: L’INCI dell’olio-shampoo Baby di Restivoil è esente da ingredienti schiumogeni e potenzialmente aggressivi per proteggere il cuoio capelluto dei piccoli e minimizzare al contempo il rischio di allergie e irritazioni.

Versatile: La sua formula ultra-delicata lo rende adatto per i lavaggi frequenti anche in caso di cute sensibile o facilmente irritabile.

Formato: La confezione da 250 ml assicura una buona durata, anche perché provvista di un pratico dispenser dosatore che riduce gli sprechi.

 

Contro

Oleoso: Dal momento che lo shampoo presenta una texture particolarmente oleosa, si consiglia di non esagerare con il quantitativo da applicare per evitare di lasciare fastidiosi residui sui capelli del bambino.

Acquista su Amazon.it (€8.04)

 

 

 

Shampoo antiforfora Vichy

 

4. Vichy Shampoo Antiforfora Dercos Technique per capelli secchi

 

Il Dercos Technique è lo shampoo antiforfora Vichy più amato dalle donne con capelli secchi, dal momento che permette di eliminare la forfora già dalle prime applicazioni, alleviando istantaneamente quella fastidiosa sensazione di prurito che ne deriva.

Alla base della sua formula troviamo il disolfuro di selenio, un composto inorganico capace di stimolare la spontanea rigenerazione del cuoio capelluto, rinforzandone la struttura e rallentando al contempo la desquamazione cellulare, responsabile dell’insorgenza della forfora secca. Vista la sua texture delicata, risulta adatto anche per gli utilizzi frequenti, lasciando sui capelli un fresco profumo di menta che in molte hanno gradito. 

Secondo la maggior parte dei consumatori, il prodotto assicura risultati immediati e un’efficace azione anti-ricomparsa per 6 settimane dal termine del trattamento, ma solo in caso di capelli secchi che necessitano di un’adeguata lubrificazione sebacea. Giudizi positivi anche in merito al formato da 200 ml che, oltre a garantire un buon numero di lavaggi, viene venduto a un prezzo vantaggioso in rapporto alla buona qualità complessiva.

 

Pro

Contro la forfora secca: Disponibile nei formati da 200 e 400 ml, il Dercos Technique rappresenta un valido aiuto per prevenire e ridurre la desquamazione del cuoio capelluto, grazie soprattutto alla sua formula arricchita con disolfuro di selenio che assicura risultati riscontrabili fin dalle prime applicazioni.

Profumazione: Convince anche il suo delicato profumo alla menta, che risulta molto gradevole e per nulla fastidioso.

Prezzo: Secondo noi, rientra tra i migliori shampoo antiforfora per capelli secchi anche per il convincente rapporto qualità/prezzo, che accontenta non solo la testa ma anche il portafoglio.

 

Contro

Capelli grassi: Chi è alla ricerca di un prodotto specifico per forfora grassa farà bene a valutare altre proposte, magari confrontando i prezzi degli altri shampoo della linea Vichy Dercos creati appositamente per questo disturbo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Shampoo antiforfora Biokap

 

5. Biokap Shampoo Antiforfora Dermopurificante con Salice e Agave

 

Se state cercando un prodotto da utilizzare in tutti i casi di forfora, grassa o secca che sia, provate a dare un’occhiata alla nostra recensione dello shampoo antiforfora Biokap Dermopurificante. Si tratta di un trattamento professionale, adatto a uomini e donne, venduto in un formato da 200 ml a un buon prezzo, soprattutto se si considera l’efficacia della formulazione e l’assenza di parabeni, allergeni e SLS.

Formulato con estratti di Salice e Agave, assicura un’efficace detersione del cuoio capelluto prevenendo la comparsa del prurito e di fastidiose irritazioni. Il Salice, in particolare, contribuisce a regolarizzare la produzione di sebo grazie alle sue comprovate proprietà antinfiammatorie e riequilibranti; mentre l’estratto di Agave ha il potere di stimolare la microcircolazione per apportare un plus di nutrienti alla radice dei capelli volto a stimolare la crescita dei fusti.

Se pensate sia proprio questo il prodotto che potrebbe fare al vostro caso, date un’occhiata alla nostra tabella riassuntiva qui di seguito per avere un quadro più completo dei suoi pregi e difetti.

 

Pro

Per tutti: Dermatologicamente testato contro la sensibilità cutanea e formulato senza aggiunta di PEG e siliconi, il prodotto di Biokap risulta adatto per tutti i tipi di capelli a prescindere dal tipo di forfora di cui si è affetti.

Dermopurificante: La formula arricchita con estratto di Salice Bianco aiuta a ripristinare il naturale equilibrio del cuoio capelluto, regolarizzando la produzione di sebo.

Anti-prurito: Chi soffre di secchezza cutanea potrà fare affidamento sulle proprietà energizzanti dell’Agave, ottima per combattere il prurito e ridurre la desquamazione del cuoio capelluto.

 

Contro

Piccoli fastidi: L’elevata percentuale di mentolo presente nella formulazione del prodotto potrebbe generare qualche piccolo bruciore in caso di cute sensibile.

Acquista su Amazon.it (€11)

 

 

 

Shampoo antiforfora Ducray

 

6. Ducray Shampoo trattante antiforfora antiricomparsa Kelual Ds

 

Da molti considerata la migliore marca specializzata nella cura dei capelli, Ducray propone uno shampoo antiforfora efficace contro la dermatite seborroica del cuoio capelluto. Il suo principale vantaggio è quello di non contenere sostanze potenzialmente irritanti che potrebbero compromettere il naturale pH della cute, caratteristica che lo rende adatto anche per chi ha una pelle molto sensibile o reattiva.

L’efficacia dello shampoo antiforfora Ducray si deve alla sapiente combinazione di ingredienti dermopurificanti, tra cui lo zinco, l’acido glicirretinico e keluamide, che si propongono di ridurre il prurito causato dalla desquamazione cutanea e dal sebo prodotto dal cuoio capelluto.

Oltre al fatto che non lasci residui, il prodotto si fa apprezzare per il suo profumo neutro che non infastidisce nemmeno i nasi più sensibili, anche se per alcuni potrebbe rappresentare un difetto più che un pregio. Altro neo è il costo alto in rapporto al quantitativo di 125 ml, ma se puntate alla massima qualità questo è il prezzo da pagare.

 

Pro

Formulazione: La presenza di zinco, acido glicirretinico e keluamide permettere di prevenire e combattere tutti i problemi legati alla dermatite seborroica, tra cui il prurito e la sovrapproduzione di sebo.

INCI: Nella lista degli ingredienti non compaiono sostanze potenzialmente irritanti, come parabeni e siliconi, prestandosi all’uso anche di chi ha un cuoio capelluto particolarmente sensibile o reattivo.

Versatile: Può essere utilizzato indistintamente su forfora secca e grassa, assicurando un’effettiva riduzione delle squame in poche settimane.

 

Contro

Costo: In rapporto al formato da 125 ml il prezzo appare abbastanza elevato rispetto alla media.

Inodore: In confronto ad altri shampoo antiforfora non presenta alcuna profumazione particolare, cosa che potrebbe essere vista come un difetto da alcuni utenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Shampoo antiforfora Head & Shoulders

 

7. Head & Shoulders Shampoo Antiforfora Classic Clean

 

Se oltre alla qualità cercate anche il risparmio, lo shampoo antiforfora Head & Shoulders Classic Clean potrebbe fare al vostro caso. Venduto in maxi formato da 1.000 ml a un prezzo molto competitivo, agisce sui capelli attraverso tre azioni specifiche, liberando il cuoio capelluto, non solo dalla forfora, ma anche dal prurito e dalla secchezza.

La sua formula purificante, a base di zinco e mentolo, deterge la cute in profondità e lascia sui capelli una prolungata sensazione di freschezza che aiuta a lenire i fastidi causati dal sebo e dalla xerosi cutanea.

Il suo punto di forza è anche l’assenza di parabeni, solfati, paraffine e coloranti, tutti ingredienti potenzialmente irritanti che potrebbero alterare il naturale equilibrio del cuoio capelluto.

Ci ha colpito anche la particolare attenzione che l’azienda ha riservato all’ambiente, dal momento che la confezione è realizzata con il 25% di plastica riciclata e provvista di un pratico tappo dosatore per evitare gli sprechi.

 

Pro

Purificante: Oltre a combattere la forfora, il Classic Clean di Head & Shoulders aiuta a contrastare il prurito e la xerosi cutanea grazie all’azione purificante del mentolo e dello zinco.

Prezzi bassi: Il formato da 1.000 ml viene proposto a un prezzo molto vantaggioso, che farà la gioia di chi è alla ricerca di un prodotto di buona qualità ma senza alleggerire troppo il portafoglio.

Dosatore: Buona l’idea di dotare il flacone di un pratico dispenser dosatore, così da essere sicuri di impiegare sempre il giusto quantitativo di prodotto, evitando gli sprechi.

 

Contro

Uso: Per ottenere i benefici sperati, si consiglia di associare il trattamento a un balsamo specifico per la propria tipologia di capelli, soprattutto se si ha una chioma particolarmente secca o sfibrata.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Shampoo antiforfora Clear

 

8. Clear Shampoo Antiprurito per uomo Pro Nutrium 10

 

L’ultimo prodotto che vi proponiamo è pensato appositamente per gli uomini che vogliono contrastare il prurito e la desquamazione localizzata. Stiamo parlando dello shampoo antiforfora Clear Pro Nutrium 10, venduto in confezione da 250 ml a un prezzo in linea con la qualità della formulazione.

Anche se alcuni utenti dichiarano che il prodotto tenda a lasciare qualche residuo oleoso – problema facilmente risolvibile con un risciacquo più accurato – è in grado di far rientrare l’allarme forfora già dopo i primi utilizzi, apportando morbidezza e idratazione alla fibra capillare per una chioma visibilmente più corposa e lucente.

Come facile dedurre dal prezzo economico a cui viene venduto, il suo INCI non è esente da qualche piccola magagna, visto che tra gli ingredienti compaiono parabeni e siliconi che lo rendono poco adatto per chi ha una cute sensibile.

L’eccipiente chiave della formula è l’estratto di Eucalipto, che in virtù della sua azione rubefacente e antisettica risulta molto utile nella riparazione delle microlesioni da grattamento, donando un immediato sollievo dal prurito e dalla secchezza.

 

Pro

Anti-prurito: Lo shampoo antiforfora Clear Pro Nutrium 10 è pensato per gli uomini che vogliono risolvere il problema della forfora secca e della fastidiosa sensazione di prurito che ne consegue.

Con Eucalipto: Grazie alla formula arricchita con estratto di Eucalipto, rinfresca e rafforza la chioma, lasciando sui capelli un delicato profumo che permane anche dopo diversi giorni dal lavaggio.

Rapporto prezzo/quantità: Il formato da 250 ml viene venduto a un prezzo molto vantaggioso, ponendosi come valida alternativa a tanti altri prodotti più costosi, ma senza rinunciare all’efficacia.

 

Contro

INCI: Chi ha una pelle molto sensibile dovrebbe leggere con attenzione l’INCI del prodotto, che non è esente da sostanze chimiche di sintesi potenzialmente irritanti.

Acquista su Amazon.it (€6.99)

 

 

 

Guida per comprare uno shampoo antiforfora

 

Lo shampoo antiforfora rientra tra i rimedi più efficaci in caso di cute desquamata e prurito, ma per ottenere i benefici sperati è fondamentale scegliere il prodotto adatto alla propria tipologia di capelli e al tipo di problematica che si vuole risolvere. Per facilitarvi il compito, qualora non sappiate quale shampoo antiforfora comprare, vi proponiamo una guida all’acquisto che vi aiuterà a capire quali caratteristiche cercare in un cosmetico del genere.

 

Forfora secca o grassa?

La forfora è un problema piuttosto comune – e per certi versi imbarazzante – che spesso si riverbera anche sul piano sociale e psicologico. Sì, perché oltre a essere molto fastidiosa a causa del prurito, si associa a un maggior rischio di caduta dei capelli e una forte sensazione di disagio.

Prima, però, di chiedersi dove acquistare un buon shampoo antiforfora è fondamentale capire di quale disturbo si è affetti, poiché a ciascun tipo di capello corrisponde un particolare tipo di forfora, che può essere grassa oppure secca.

La prima è causata, in genere, da un’eccessiva produzione di sebo da parte del cuoio capelluto e si presenta con scaglie grosse e giallastre abbastanza evidenti e difficilmente soggette a caduta. La forfora secca, invece, si manifesta con cuoio capelluto arrossato e squame biancastre che cadono facilmente dai capelli depositandosi sui vestiti all’altezza del collo e delle spalle.

In effetti, la differenza tra le due tipologie è soprattutto estetica, poiché nella maggior parte dei casi sono manifestazioni diverse di uno stesso disturbo: la dermatite seborroica. Raramente, infatti, la forfora secca può essere dovuta alla psoriasi o all’alopecia da stress, ma per scoprirlo bisognerà rivolgersi a uno specialista che, dopo aver diagnosticato la causa scatenante, prescriverà una terapia adatta al proprio quadro clinico.

Negli altri casi, invece, il trattamento contro la forfora prevede l’uso di shampoo specifici, che andranno scelti in base al proprio tipo di capello e alle caratteristiche peculiari del cuoio capelluto.

 

A ogni capello il suo shampoo antiforfora

In passato, quando si parlava di forfora si associava il problema a una cute secca o soggetta a desquamazione, mentre oggi esistono numerose tipologie di shampoo rivolte a diversi tipi di capelli, compresi quelli grassi. È fondamentale, quindi, prestare attenzione alla composizione del prodotto e accertarsi che sia in grado di fornire alla fibra capillare i nutrienti e le cure di cui ha bisogno.

Altro aspetto da considerare in fase di scelta è anche la frequenza di utilizzo dello shampoo: chi è solito lavare i capelli due o tre volte alla settimana, dovrà optare per un prodotto delicato che permetta di rimuovere le impurità dal cuoio capelluto senza, però, alterarne il naturale pH fisiologico.

Per essere efficace, infatti, uno shampoo antiforfora dovrebbe avere un pH acido non superiore a 5.5, un valore affine a quello della cute che garantisce l’eliminazione e la prevenzione della forfora senza compromettere le caratteristiche del film idrolipidico che ricopre e protegge la struttura cheratinica del capello.

 

Occhio all’etichetta!

Lo shampoo è un prodotto specifico per l’hair care formulato per l’igiene della chioma e del cuoio capelluto. Tuttavia, dal momento che lavare i capelli è diventata un’abitudine quasi scontata, spesso si presta più attenzione alla scelta dei prodotti per lo styling che non alle caratteristiche dello shampoo da utilizzare.

Per prendersi cura della propria capigliatura bisogna, quindi, iniziare a pensare a questo prodotto non solo come un’esigenza di tipo igienico ed estetico, ma anche di salute. Sapere quali sono gli ingredienti presenti nella formulazione dello shampoo è un buon punto di partenza ai fini di una scelta oculata, soprattutto se non si vuole irritare il cuoio capelluto e alterarne il film idrolipidico che lo ricopre.

Se si ha una cute molto delicata o sensibile è preferibile optare per un prodotto che sviluppi la propria formula in combinazione con ingredienti naturali come la salvia, lo zenzero e l’eucalipto, che grazie alle loro proprietà antibatteriche e purificanti aiutano a contrastare la formazione della forfora lasciando il cuoio capelluto idratato, lenito e fresco.

Parlando di ingredienti, negli shampoo antiforfora si possono trovare diverse tipologie di attivi con funzioni specifiche: addolcenti, dermopurificanti, ammorbidenti, riequilibranti, idratanti e opacizzanti. Ora, a prescindere dal tipo di formulazione scelta, che ricordiamo deve essere adatta alla propria tipologia di capelli, ci sono tre ingredienti da cui è bene stare alla larga per il loro potenziale notoriamente aggressivo, ossia tensioattivi, schiumogeni e conservanti.

Ovviamente, non è che dovete conoscere il nome scientifico di ognuna di queste sostanze (sarebbe davvero impossibile impararli tutti), ma vi consigliamo comunque di leggere con attenzione l’INCI del prodotto per accertarvi che tra gli ingredienti non compaiano le sigle SLS (Sodium Lauryl Sulfate) e SLES (Sodium Laureth Sulfate), due tensioattivi utilizzati come agenti schiumogeni e noti per la loro aggressività nei confronti del cuoio capelluto.

 

 

 

Domande Frequenti

 

A cosa serve uno shampoo antiforfora?

Lo shampoo antiforfora è un prodotto cosmetico (e talvolta anche farmaceutico) formulato per detergere i capelli e il cuoio capelluto affetto da forfora. A seconda del tipo di desquamazione, ci sono prodotti specifici rivolti a determinate tipologie di capelli, ma in linea di massima possono essere raggruppati in due grandi categorie: quelli che agiscono attraverso i tensioattivi, che sono i più diffusi ma anche i più aggressivi, e quelli che lavorano per affinità, ossia formulati con ingredienti delicati e rispettosi della naturale struttura cheratinica del capello.

 

Come agisce lo shampoo antiforfora?

Oltre a detergere i capelli, gli shampoo antiforfora si propongono di ridurre i disturbi causati dalla forfora (come prurito, secchezza e desquamazione), esercitando tre azioni specifiche: cheratolitica, per favorire la rimozione delle squame superficiali; antimicotica, per contrastare e prevenire la comparsa della dermatite seborroica; e purificante, per rimuovere lo sporco e le impurità che si depositano quotidianamente sulla fibra capillare.

 

Quante volte usare lo shampoo antiforfora?

Per ottenere i benefici sperati, gli esperti consigliano di utilizzare lo shampoo antiforfora a ogni lavaggio, la cui frequenza varia a seconda della propria tipologia di capelli e dell’intensità del disturbo.

 

Lo shampoo antiforfora può aggredire i capelli?

Gli attivi presenti negli shampoo antiforfora sono, in genere, ad alta tollerabilità cutanea, quindi una volta individuato il prodotto giusto e rispettate le modalità d’uso consigliate non si correrà il rischio di danneggiare né di irritare il cuoio capelluto.

 

Come preparare uno shampoo antiforfora in casa?

Sul web si possono trovare numerose ricette per realizzare dei trattamenti casalinghi contro la forfora, che sfruttano ingredienti naturali che probabilmente sono già presenti nelle nostre dispense: per esempio, si può preparare un infuso a base di fiori d’ortica essiccati da applicare sui capelli dopo il lavaggio tradizionale; oppure, mescolare 200 ml di aceto di sidro con dieci gocce di idrolato di rosmarino e un cucchiaino di olio essenziale di menta per ottenere uno shampoo antiforfora da utilizzare almeno due volte a settimana.

 

 

 

Come utilizzare uno shampoo antiforfora

 

Per prendersi cura della propria chioma è fondamentale scegliere lo shampoo giusto, ma la decisione deve essere ancora più ponderata se si soffre di forfora, un disturbo molto comune dovuto alla dermatite seborroica o più semplicemente alla desquamazione del cuoio capelluto. Fortunatamente, in vendita si possono trovare prodotti adatti per tutti i tipi di capelli e per tutte le esigenze, ma per ottenere i benefici sperati è necessario imparare a utilizzarli in modo corretto.

I campanelli d’allarme

Le cause della forfora possono essere diverse: squilibri ormonali, utilizzo di prodotti per lo styling aggressivi, secchezza cutanea, eccessiva produzione di sebo, predisposizione genetica e cattiva alimentazione. Sebbene il 60% delle persone sia soggetto alla forfora, il disturbo può manifestarsi in qualsiasi momento ed essere causato anche da un periodo di forte stress e da specifici fattori esterni, come il caldo, il sudore e l’inquinamento.

A prescindere dalla causa scatenante, il primo passo per risolvere il problema è riconoscerlo tempestivamente e iniziare a utilizzare uno shampoo antiforfora non appena si manifestano i primi sintomi riconducibili al disturbo in questione.

Ma quali sono i campanelli d’allarme a cui bisogna prestare attenzione? Ovviamente, il primo segno inequivocabile della forfora è il prurito, che può facilitare il successivo distacco delle squame (se si cede alla tentazione di grattarsi).

Altra manifestazione a cui fare attenzione, sebbene sia più difficile da riscontrare, è l’irritazione del cuoio capelluto, che appare arrossato e più grasso o secco del solito.

 

Come si usa lo shampoo antiforfora

A dispetto di quanto si possa pensare, lo shampoo antiforfora non è uno shampoo tradizionale, e lo dimostra il fatto che ce ne sono molti caratterizzati da una formula piuttosto aggressiva. Per questo motivo, è sempre consigliabile non usare il prodotto in maniera continuativa, leggere attentamente le istruzioni riportate in etichetta e, se necessario, farsi consigliare dal proprio parrucchiere di fiducia.

Ciò premesso, per un corretto utilizzo basta applicare lo shampoo sui capelli bagnati e massaggiarlo delicatamente su tutte le lunghezze, senza ovviamente trascurare il cuoio capelluto.

Dopo aver lasciato agire il prodotto per il tempo consigliato, occorre risciacquare con abbondante acqua tiepida fino alla totale rimozione della schiuma. Per quanto riguarda la durata del trattamento, in linea generale si raccomanda di utilizzare lo shampoo antiforfora due/tre volte la settimana per i primi periodi o fino a quando il disturbo risulta controllato.

Successivamente, la frequenza d’uso andrà ridotta, magari alternando il trattamento a un prodotto più delicato per evitare sia di appesantire la fibra capillare sia che il problema si ripresenti.

Rimedi naturali per combattere la forfora

Oltre agli shampoo specifici disponibili in commercio, per combattere la forfora si può anche ricorrere ad alcuni rimedi naturali, come il limone, l’Aloe Vera, l’aceto, il bicarbonato di sodio e l’olio d’oliva.

Partendo da questi ingredienti, potete realizzare degli impacchi da applicare direttamente sulla chioma prima dello shampoo tradizionale; dopo aver massaggiato con cura il cuoio capelluto e atteso un tempo di posa di 10 o 15 minuti, sciacquate i capelli con abbondante acqua tiepida e procedete con il lavaggio tradizionale.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Colore per capelli – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

Tingersi i capelli non è solo un vezzo ma anche un rimedio contro la canizie e un espediente per rinnovare il proprio look. I primi preparati cosmetici a base di coloranti industriali non brillavano certo per qualità, mentre oggi è possibile acquistare delle ottime tinte per capelli che assicurano risultati soddisfacenti senza danneggiare la chioma. Tra questi segnaliamo: Mystic Color Colorazione Permanente in Crema, che grazie alla sua formula con calendula e olio di Argan protegge e ristruttura i capelli mentre li colora di un nero molto intenso; e L’Oréal Paris Prodigy, ideale per chi vuole coprire la ricrescita dei fusti bianchi e ravvivare il colore della chioma con delicati riflessi ramati.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori colori per capelli – Classifica 2021

 

Avete dato un’occhiata ai colori per capelli più venduti e apprezzati del momento, ma non riuscite a capire quale possa essere quello a voi più congeniale? Tranquille, la nostra classifica qui di seguito confronta prezzi e caratteristiche delle offerte disponibili sul mercato per aiutarvi a individuare la migliore marca per le vostre esigenze.

 

Colore per capelli castano

 

1. Mystic Color Colorazione Professionale Permanente in Crema Nero 1

 

Negli ultimi anni le aziende cosmetiche hanno fatto passi da gigante nel campo delle colorazioni permanenti per capelli, proponendo prodotti sempre più innovativi per mascherare efficacemente i primi capelli bianchi con un risultato naturale, ma ricco di riflessi intensi, tono su tono.

Da questo punto di vista, Mystic Color è da sempre sinonimo di qualità e affidabilità grazie alla sua vasta linea di tinte prive parabeni, SLS e THIO che si dimostrano rispettose anche delle pelli più sensibili.

Tra queste spicca in particolare il suo colore per capelli castano, una colorazione permanente in crema che assicura una totale copertura della ricrescita senza sfibrare le lunghezze o provocare disastrose rotture dei fusti.

La sua formula arricchita con cheratina idrolizzata, olio di Argan e calendula assicura un risultato professionale sia per qualità del colore sia in termini di protezione del capello, che apparirà visibilmente rinforzato dalla radice alle punte, riscoprendo la sua naturale lucentezza e vitalità.

 

Pro

Risultati: La tinta permanente in crema di Mystic Color combina l’azione idratante dell’olio di Argan con le proprietà lenitive della calendula per assicurare una colorazione ricca e ben strutturata, senza aggredire o appesantire il capello.

Cheratina idrolizzata: Non solo copre i capelli bianchi ma li protegge dalla disidratazione e dall’indebolimento grazie alla nuova formula arricchita con cheratina idrolizzata che promette di ripristinare il naturale equilibrio del cuoio capelluto.

Applicazione: La sua texture in crema ne fa un prodotto estremamente facile da preparare e da applicare, una caratteristica che può far comodo soprattutto alle utenti meno esperte.

 

Contro

Ossidante: Nella confezione non è incluso l’ossidante, che andrà pertanto acquistato a parte.

Acquista su Amazon.it (€13.99)

 

 

 

Colore per capelli cioccolato

 

2. L’Oréal Paris Tinta per Capelli Prodigy Cioccolato Castano Ramato

 

Il marchio L’Oréal Paris è sempre una garanzia quando si tratta di prodotti per capelli, grazie soprattutto alla sua capacità di rinnovarsi continuamente assecondando le nuove tendenze in fatto di haircare. Per questo motivo, abbiamo inserito tra i nostri consigli d’acquisto il suo colore per capelli cioccolato castano ramato della nuova linea Prodigy.

Il prodotto sfrutta l’innovativa tecnologia micro-oil per apportare idratazione e morbidezza ai capelli, preservandone visibilmente la qualità senza creare alcun effetto crespo, mentre il pratico flacone con beccuccio di precisione e la spatola emulsionante in dotazione ne rendono l’applicazione semplice e pratica per chiunque.

Le particelle di colore penetrano in profondità nella fibra capillare per arricchire la chioma con delicati riflessi ramati che, oltre a coprire i capelli bianchi, riflettono la luce per rivelare un colore naturale con un effetto volumizzante immediato.

Dai pareri delle utenti si evince una grande soddisfazione anche in merito al profumo molto gradevole e per nulla invasivo che lascia sui capelli, regalando una piacevole esperienza olfattiva che le altre tinte chimiche difficilmente riescono a garantire.

 

Pro

Tecnologia micro-oil: La texture arricchita con oli nutrienti permette al colore di penetrare in profondità nella fibra capillare apportando idratazione e morbidezza anche in caso di capelli secchi o particolarmente sfibrati.

Senza ammoniaca: Chi desidera coprire i capelli bianchi e ravvivare il colore della chioma con una tinta ad alto profilo di tollerabilità troverà nel prodotto di L’Oréal Paris un prezioso alleato, poiché formulato senza aggiunta di ammoniaca.

Profumo: A differenza di altri preparati chimici venduti online, il profumo sprigionato da questa tinta per capelli risulta gradevole e per nulla fastidioso grazie ai tenui effluvi di Magnolia, Tiaré e Vaniglia.

 

Contro

Occhio alle tonalità: Il prodotto è disponibile in otto nuance diverse, ma consigliamo di prestare attenzione in fase di scelta perché alcune tonalità risultano più scure di quelle mostrate in foto.

Acquista su Amazon.it (€7.59)

 

 

 

Colore per capelli caramello

 

3. L’Oréal Paris Tinta per Capelli Excellence Age Perfect Caramello

 

Se quello che state cercando è un colore per capelli caramello che si prenda cura della vostra chioma senza appesantirla, la Excellence Age Perfect di L’Oréal Paris potrebbe essere la soluzione perfetta per voi.

Il prodotto è rivolto soprattutto alle donne in età matura che cercano protezione e nutrimento per la propria capigliatura ormai segnata dall’inesorabile incedere delle lancette. Ciò è possibile grazie all’innovativa formula rivitalizzante, arricchita con pro-collagene e ceramidi, che si propone di fortificare la struttura capillare e di riempire in modo naturale le sezioni danneggiate delle cuticole.

L’azione protettiva, antiossidante e idratante della crema colorante si combina con l’innovativa tecnologia “multi-sfumature” brevettata dall’azienda per donare alla chioma un colore ricco di riflessi e assicurare, al contempo, una copertura ottimale dei capelli bianchi con un effetto ricrescita armonizzato.

Tuttavia, chi soffre di allergie o ha una pelle molto sensibile dovrà leggere attentamente l’INCI del prodotto prima di acquistarlo, poiché nell’elenco compaiono alcune sostanze allergizzanti come il toluene e l’ammoniaca.

 

Pro

Rivitalizzante: Grazie all’azione igroscopica del pro-collagene e dei ceramidi, la tinta per capelli di L’Oréal Paris agisce sugli strati profondi della fibra capillare per prevenirne la rottura e l’indebolimento.

Riflessante: Piace soprattutto alle donne in età matura per la sua capacità di coprire la ricrescita dei capelli bianchi, donando degli accattivanti riflessi dorati che conferiranno maggiore luminosità alla capigliatura.

Completa: Nella confezione, oltre alla crema colorante, sono inclusi il rivelatore del colore, il fissante, una spazzola di precisione e un paio di guanti, il tutto a un prezzo davvero conveniente.

 

Contro

Potrebbe provocare allergie: La presenza di ammoniaca e toluene non la rende adatta per chi ha un cuoio capelluto sensibile, che potrebbe irritarsi a contatto con queste sostanze. 

Acquista su Amazon.it (€7.99)

 

 

 

Colore per capelli corti

 

4. Y.F.M. Crema colorante per uomo, Argento grigio

 

Quello di Y.F.M. è probabilmente il miglior colore per capelli corti, pensato per quanti vogliono tingere temporaneamente la chioma con un’accattivante nuance grigio-argento. Si applica come una tradizionale cera per capelli ed è adatta sia per l’uomo sia per la donna.

A differenza delle tradizionali tinture permanenti o semi-permanenti, questa cera colorata offre la possibilità di sfoggiare un look originale e diverso in ogni occasione, poiché per rimuovere il colore basterà lavare la chioma con un comune shampoo, il tutto senza comportare alcun danno significativo né appesantire il cuoio capelluto.

Inoltre, è meno aggressiva rispetto alle tinte chimiche, dal momento che non penetra in profondità nella fibra capillare e non modifica la naturale melanina dei capelli. Lo svantaggio, però, è che l’intensità del colore tende a diminuire con il passare delle ore, senza contare il fatto che sui capelli molto scuri l’effetto risulta meno evidente, se non addirittura nullo.

 

Pro

Temporanea: Chi vuole sperimentare nuove colorazioni senza, però, agire in maniera definitiva sulla chioma può fare affidamento sulla cera colorata di Y.F.M., capace di fissarsi temporaneamente sul capello senza irrigidirlo, restituendo un risultato molto naturale.

Non secca i capelli: La sua texture arricchita con attivi idratanti ed emollienti regala una prolungata sensazione di morbidezza anche dopo diverse ore dall’applicazione, salvaguardando la chioma dalla secchezza e dalla disidratazione.

Applicazione: Ideale per realizzare un look originale e dal finish brillante, si applica come una tradizionale cera per capelli e si rimuove facilmente con il lavaggio senza lasciare residui.

 

Contro

Durata: Trattandosi di un colore temporaneo, l’intensità dei riflessi tende a diminuire man mano che la cera perde la sua presa sul capello.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Colore per capelli castano chiaro

 

5. Phyto Paris Tinta per capelli Phytocolor Castano Chiaro

 

Per ottenere una colorazione intensa, che assicuri una copertura totale della ricrescita senza alterare il naturale pH del cuoio capelluto, il colore per capelli castano chiaro di Phyto Paris rappresenta una scelta vincente, anche grazie a un prezzo piuttosto contenuto in rapporto alla buona qualità complessiva della formulazione. Il kit si compone di tre elementi: un flacone da 10 grammi di crema colorante, un latte rivelatore, che va a sostituire i tradizionali composti maleodoranti delle tinture a base chimica, e una maschera riparatrice da utilizzare in fase di risciacquo per apportare morbidezza e idratazione ai capelli dopo la colorazione.

Il prodotto sfrutta una sapiente combinazione di pigmenti vegetali, estratti da cinque piante dalle comprovate proprietà tintoriali, per sublimare la bellezza e la lucentezza della chioma senza causare irritazioni o pericolose reazioni allergiche, prestandosi quindi all’utilizzo anche di chi ha una cute particolarmente sensibile o reattiva.

Inoltre, è disponibile in ben venti colorazioni differenti per facilitare la scelta della nuance che meglio si adatti al proprio incarnato e al proprio stile personale.

 

Pro

Naturale: La tinta per capelli Phytocolor è indicata per coloro che hanno un cuoio capelluto sensibile o soggetto a irritazioni, poiché priva di sostanze chimiche di sintesi che potrebbero alterare il delicato pH della cute.

Rapporto qualità/prezzo: La buona notizia è che non sarà necessario spendere un occhio della testa per acquistare il prodotto, che si conferma il più economico della sua categoria ma anche il più valido dal punto di vista qualitativo.

Tonalità: Rispetto ad altre tinte formulate con estratti naturali, quella di Phyto Paris è disponibile in ben 20 nuance per trovare facilmente quella più adatta alla propria carnagione.

 

Contro

Tenuta: Pur essendo un prodotto di qualità elevata, la resa del colore non si è dimostrata all’altezza delle aspettative, sebbene si tratti comunque di un difetto che accomuna la maggior parte delle colorazioni naturali.

Acquista su Amazon.it (€8.21)

 

 

 

Colore per capelli biondo

 

6. Garnier Colorazione Permanente Olia, Biondo Chiaro

 

Olia di Garnier è una colorazione permanente dalla texture cremosa e di facile applicazione, che promette un colore intenso e ricco di riflessi, mantenendo i capelli morbidi e luminosi. Rispetto ad altre tinte della stessa fascia di prezzo, questo colore per capelli biondo chiaro si compone al 60% di oli emollienti che, grazie all’innovativa tecnologia ODS (Oil Delivery System), migliorano la presa dei pigmenti colorati sul capello, prolungando la durata del colore e assicurando al tempo stesso una buona copertura dei capelli bianchi.

L’assenza di ammoniaca nella formulazione è stata molto apprezzata dalle utenti, specialmente da quelle con cute sensibile, che hanno potuto così rivestire la chioma di un colore intenso e ultra-brillante senza appesantire né danneggiare il cuoio capelluto.

Anche la facilità di applicazione rientra tra i principali punti forti del prodotto, così come la sua delicata fragranza floreale che non infastidisce nemmeno i nasi più sensibili; mentre a destare qualche perplessità è stata la quasi totale assenza di riflessi, soprattutto se utilizzato su una base più scura.

 

Pro

Idratante: Olia di Garnier è una tinta per capelli che vanta una formula pregiata arricchita con oli nutrienti per donare idratazione profonda ai capelli, che appariranno più morbidi e voluminosi.

Applicazione: Ottimo rapporto qualità-prezzo per un prodotto già pronto all’uso e dotato di un pratico beccuccio di precisione per facilitare l’applicazione del colore anche alle utenti meno esperte.

Profumo: L’assenza di ammoniaca e la profumazione gradevole accontentano le clienti che cercano una tinta delicata e dall’odore non troppo persistente.

 

Contro

Riflessi: Per le donne che partono da una base molto scura, i riflessi oro si ottengono solo dopo la decolorazione, che purtroppo rovina il capello rendendolo crespo e sfibrato.

Acquista su Amazon.it (€5.99)

 

 

 

Colore per capelli nocciola

 

7. Euphidra ColorPro XD, 735 Biondo Nocciola

 

Il ColorPro XD di Euphidra è un colore per capelli nocciola – ma disponibile anche in altre varianti che vanno dal castano scuro al biondo chiaro – capace di coprire totalmente i capelli bianchi, donando riflessi lucenti dalla radice alle punte.

Pensata soprattutto per chi ha una cute sensibile, questa tinta è dermatologicamente testata per assicurare la massima tollerabilità cutanea, riducendo il rischio di irritazioni e reazioni allergiche. Nella formula, infatti, non sono presenti ammoniaca, fenilendiammina, resorcina e parabeni, risultando pertanto rispettosa del delicato equilibrio epidermico della zona.

Inoltre, grazie all’elevato contenuto di fitosteroli e pantenolo svolge un’efficace azione lenitiva e riequilibrante per il cuoio capelluto, mentre il balsamo con acido ialuronico e proteine della seta incluso nella confezione permette di fissare al meglio il colore, apportando nutrimento e morbidezza alla fibra capillare.

Se non siete sicure che questa possa essere la soluzione che faccia al vostro caso, Euphidra vi offre la possibilità di scegliere tra sette diversi formati che vanno dai 10 ai 190 grammi, così da testare la tinta prima di decidere.

 

Pro

Facile da applicare: La consistenza in gel e il pratico beccuccio di cui è provvisto il flacone rendono la tinta semplice da applicare, mentre il profumo delicato permette di attendere il tempo di posa necessario senza essere infastiditi da odori troppo pungenti o insopportabili.

Qualità/prezzo: Il costo elevato a cui viene venduto trova giustificazione nella buona qualità della composizione, che non vede l’aggiunta di ammoniaca, resorcina, parabeni e altre sostanze potenzialmente irritanti.

Tanti formati: L’azienda permette di scegliere tra sedici diverse colorazioni e sette formati, con l’ulteriore vantaggio di poter acquistare la versione da 10 grammi per testare il colore prima di decidere.

 

Contro

Resa: Anche optando per il maxi formato da 190 grammi, se si ha una chioma particolarmente lunga e folta si dovranno acquistare almeno due confezioni per stendere il colore uniformemente su tutte le lunghezze.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Colore per capelli rosso

 

8. S.O.S Color & Go Maschera Colorante Riflessante Rosso

 

Se la ricrescita incombe ma non volete procedere subito con un’altra tinta, un’ottima soluzione potrebbe essere la maschera colorante di S.O.S. Color & Go, che chiude la nostra panoramica dei migliori colori per capelli del 2021.

Innanzitutto, il prodotto – di colore rosso – non contiene ammoniaca e parabeni, per cui non causerà irritazioni o problemi di altra natura al cuoio capelluto, mentre la sua formula arricchita con olio di Tamanu esplica un’azione idratante e addolcente per mantenere i capelli lucidi, morbidi e in salute.

Nonostante tutte queste caratteristiche positive, il formato da 300 ml viene venduto a un prezzo abbastanza vantaggioso in rapporto alle sue qualità e alla particolare praticità di applicazione, dovuta anche alla dotazione di un comodo dispenser dosatore.

Come di consueto, la nostra recensione si conclude con una breve sintesi dei principali pregi e difetti del prodotto per facilitare il confronto con le altre proposte in classifica, in modo che possiate prendere la giusta decisione.

 

Pro

Pratico: Il colore per capelli rosso di S.O.S. Color & Go si dimostra utile soprattutto nei casi di emergenza in cui non è possibile fare una tinta vera e propria ma si vuole coprire efficacemente la ricrescita dei capelli bianchi.

Formato: La confezione da 300 ml può essere acquistata a un prezzo davvero conveniente ed è provvista di un pratico dosatore per applicare sempre la giusta quantità di prodotto senza sprechi.

Come una maschera: Gli step da seguire per un corretto utilizzo sono pochi e semplici, poiché basterà applicare la maschera colorante subito dopo lo shampoo, lasciarla in posa dai 3 ai 15 minuti, a seconda dell’effetto che si vuole ottenere, e risciacquare con acqua.

 

Contro

Poca scelta: Al momento il prodotto è disponibile in sole cinque tonalità che, però, coprono una palette piuttosto ampia.

Acquista su Amazon.it (€6.9)

 

 

 

Guida per comprare un colore per capelli

 

Quando nasce la necessità di coprire i primi capelli bianchi o si ha semplicemente voglia di cambiare look aggiungendo qualche riflesso luminoso alla capigliatura, c’è solo una cosa da fare: tingere.

Dal momento, però, che non tutte le tinte in commercio sono uguali, è importante capire come scegliere un buon colore per capelli capace di mascherare alla perfezione la ricrescita e di assicurare un risultato naturale e duraturo. Qui di seguito troverete degli utili consigli per individuare il prodotto giusto, con un occhio anche al prezzo.

Permanente o temporanea?

Come anticipato, le tinte per capelli si presentano sul mercato con formule ed effetti diversi, ma in linea di massima possono essere classificate in due grandi categorie: permanenti e temporanee, la cui differenza riguarda soprattutto la durata.

Le prime, come il termine stesso suggerisce, si fanno apprezzare per il loro carattere “permanente” che permette di passare da una tonalità all’altra in modo più incisivo, assicurando una resa di circa tre mesi.

Il rovescio della medaglia, però, è rappresentato dal fatto che per cambiare totalmente tono, passando per esempio dal nero al biondo, bisognerà ricorrere alla decolorazione attraverso l’utilizzo di sostanze ossidanti che eliminano dalla corteccia le tracce delle tinte applicate in precedenza.

Per eseguire questo tipo di trattamenti, però, è consigliabile rivolgersi a un professionista, perché un decapaggio realizzato in modo sbagliato rischia di sfibrare il capello, rovinandone visibilmente la struttura.

Se, invece, avete voglia di osare con un nuovo colore ma senza cambiamenti drastici, in vendita si possono trovare numerose tinte per capelli temporanee che promettono comunque ottimi risultati ma con una durata di gran lunga più breve rispetto alle colorazioni permanenti.

Il colore, infatti, tende a scaricarsi dopo pochi lavaggi, poiché i pigmenti contenuti si depositano sulla cuticola senza penetrare nella fibra capillare. Sono, in genere, disponibili in formato spray o in crema, e possono essere utilizzate sia per enfatizzare il colore naturale della chioma, giocando con le stesse tonalità, sia per ottenere un cambio drastico di nuance, ma con la possibilità di ritornare al proprio tono di base dopo qualche settimana.

Infine, una via di mezzo tra le due tipologie di tinte sono le colorazioni semipermanenti, che assicurano un’azione meno aggressiva rispetto a quelle permanenti ma una durata maggiore rispetto a quelle temporanee, che può variare dalle 3 alle 6 settimane a seconda del numero di lavaggi effettuati e dei prodotti per lo styling utilizzati.

 

L’importanza degli ingredienti

Prima di stabilire quale colore per capelli comprare è importante fare una comparazione degli ingredienti contenuti nella varie formulazioni per evitare di mettere a repentaglio la salute e il benessere della propria chioma.

Vero è che le moderne tinture sono meno aggressive rispetto al passato, ma bisogna comunque tenere presente che le colorazioni permanenti contengono sostanze chimiche di sintesi che potrebbero comportare una serie di controindicazioni, anche gravi, per chi ha un cuoio capelluto particolarmente sensibile o soffre di allergie.

Pertanto, per avere un’idea chiara su cosa andrete a mettere sulla vostra capigliatura è importante prestare attenzione all’INCI (International Nomenclature for Cosmetic Ingredients), ossia l’elenco delle materie prime utilizzate per la formulazione del prodotto.

Optare per una tinta priva di sostanze chimiche a vantaggio di ingredienti naturali e sicuri, come nel caso degli henné per capelli, permette di colorare la chioma senza danneggiare il fusto capillare o irritare la cute, ma per contro si dovrà scendere a compromessi sul fronte della durata, poiché il colore tende a svanire nel giro di 4-8 lavaggi.

Pertanto, chi aspira a un cambio di colore più deciso e persistente dovrà ricorrere a una tinta per capelli meno naturale e formulata a base di sostanze alteranti. In questo caso, però, è bene stare alla larga da alcuni ingredienti piuttosto nocivi, che sarebbe meglio evitare per proteggere la salute e la bellezza dei propri capelli, come la formaldeide, la fenilendiammina e la resorcina.

Scegliere il colore giusto

Per ottenere un risultato naturale e che ben si adatti alle proprie caratteristiche fisiche, non basta scegliere la propria tonalità preferita, ma bisogna anche considerare l’effetto che quella nuance avrà sul viso.

Pertanto, prima di decidere di che colore tingere i capelli, è importante considerare alcuni fattori imprescindibili, tra cui il sottotono di pelle, la tonalità di base della chioma e, non ultimo, il colore degli occhi. Questi sono, infatti, degli aspetti fondamentali di cui si dovrebbe sempre tenere conto per ottenere un risultato soddisfacente che valorizzi al meglio la propria immagine.

Per esempio, chi ha una carnagione dai toni freddi, ossia diafana, bianca o rosata, dovrebbe preferire tonalità decise che vadano a creare degli affascinanti giochi di contrasto, come il rosso, il nero o il biondo freddo.

Al contrario, le donne con pelle scura o dai sottotoni caldi potranno puntare su colorazioni più intense e con sfumature tendenti al dorato, dal color cioccolato caldo al nocciola, passando anche per il rosso ramato se si desiderano dei riflessi più ricchi e corposi.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come scegliere il colore dei capelli test?

Il colore dei capelli può raccontare agli altri qualcosa in più su di noi, soprattutto se non è quello naturale ma rappresenta una scelta consapevole dettata dai nostri gusti personali. Tuttavia, dal momento che non esistono tonalità che stanno bene a tutti, bisogna tenere conto del proprio incarnato, dei propri occhi e, non ultima, della propria tipologia di capello.

A ogni modo, in vendita si possono trovare tantissime nuance tra cui scegliere per sfoggiare un look impeccabile che esprima al meglio la propria personalità; ma se volete avere maggiori garanzie sui risultati, esistono anche delle app scaricabili sullo smartphone che vi permetteranno di sperimentare “virtualmente” diverse tonalità per valutare gli esiti più o meno felici della tinta prima di applicarla.

 

Come scegliere il colore dei capelli in base al viso?

Scegliere il colore adatto a noi non è sempre un compito facile: che si tratti di coprire la ricrescita dei capelli bianchi o di cambiare semplicemente look, aggiungendo degli accattivanti riflessi alla chioma, per fare la scelta giusta bisogna considerare diversi fattori, primo tra tutti il sottotono della propria pelle.

I toni freddi, ossia corrispondenti a una carnagione diafana o rosata, prediligono le tonalità forti e decise, come il rosso, il biondo glaciale o il nero corvino; mentre chi ha una pelle scura o comunque dai sottotoni caldi dovrebbe scegliere nuance più luminose e tendenti al dorato, come il cioccolato, il caramello, il castano e il rosso ramato.

 

Come scaricare il colore dai capelli?

Per scaricare il colore dai capelli si può ricorrere a dei trattamenti specifici facilmente reperibili in commercio o ad alcuni rimedi casalinghi meno invasivi ma comunque efficaci. Uno di questi è l’acido ascorbico (altrimenti noto come vitamina C), che è in grado di scomporre le sostanze chimiche, generalmente presenti nelle tinte, per schiarire il colore di uno o due toni.

Se, invece, preferite una soluzione più veloce e risolutiva, anziché optare per una decolorazione fai da te (i cui risultati potrebbero, se non effettuata in modo corretto, peggiorare ulteriormente la situazione), si può utilizzare un color remover, ossia un decapante non aggressivo che sfrutta le proprietà del perossido di idrogeno per eliminare i pigmenti chimici dai capelli e riportarli progressivamente alla loro tonalità naturale.

 

Capelli decolorati come tornare al colore naturale?

Se dopo una decolorazione volete ritornare al vostro colore base, dovrete farlo in maniera graduale per non sottoporre la chioma a un eccessivo stress. A tal proposito, ci sono due possibilità: aspettare che i capelli ricrescano, tagliandoli ogni 4-6 settimane per ritoccare il taglio ed eliminare i fusti danneggiati dalle sostanze chimiche contenute nella tinta; oppure coprire i capelli decolorati con una tonalità simile al proprio colore originale, magari utilizzando le radici come guida per individuare quella giusta.

In casi estremi, però, è preferibile rivolgersi al proprio parrucchiere di fiducia, che dopo aver valutato la situazione, procederà con un balayage per scurire le ciocche più danneggiate e dare maggiore tridimensionalità al colore.

 

Dove acquistare un colore per capelli?

La cosa migliore – ça va sans dire – sarebbe comprare la tinta presso un negozio specializzato nella vendita di prodotti per parrucchieri, ma se preferite acquistare online o non avete tempo di recarvi presso un punto vendita, potrete trovare numerose offerte a prezzi bassi anche sulle piattaforme di e-commerce.

 

 

 

Come utilizzare un colore per capelli

 

Con i prodotti giusti e qualche buon consiglio, applicare una tinta per capelli che vi permetta di ottenere il colore che avete sempre desiderato sarà un gioco da ragazzi e potrete anche risparmiare qualche soldino. Nelle righe che seguono vi sveleremo tutti i segreti di una perfetta colorazione fai da te.

L’occorrente

Prima di avventurarvi nel vasto mondo dei colori per capelli, assicuratevi di avere a disposizione tutto il necessario per una corretta applicazione. Ciò che vi occorre sono: una mantellina in plastica o un vecchio asciugamano, un pettine a denti stretti, un paio di guanti in lattice, un pennello specifico per tinta con manico a punta per separare le ciocche, una ciotola e, naturalmente, la colorazione scelta. 

 

Prima di iniziare…

Affinché il colore sprigioni tutta la sua lucentezza, è necessario che la chioma sia ben idratata. A fornirle tutto il nutrimento necessario ci pensa il tradizionale balsamo, che dovrebbe essere parte integrante di ogni haircare che si rispetti.

Se però non lo è, potete effettuare un impacco con una maschera idratante un paio di giorni prima di applicare il colore, in modo che il capello assorba al meglio i pigmenti e non si sfibri a causa delle sostanze chimiche presenti nella tinta.

Altra accortezza da seguire è quella di non lavare i capelli almeno un paio di giorni prima di applicare il prodotto, così da non rimuovere il sebo che funge da barriera protettiva naturale per il cuoio capelluto.

Inoltre, se non siete del tutto sicure della colorazione scelta e dell’effetto che potrebbe avere sulla vostra tonalità di base, vi consigliamo di fare prima una prova applicando una piccola quantità di prodotto su una ciocca e lasciandolo in posa per almeno 20 minuti. Trascorso questo tempo, verificate il risultato alla luce del sole e decidete se applicare il colore anche sul resto della capigliatura.

 

La preparazione

Alcune tinte possono irritare o macchiare la pelle, quindi è buona norma proteggere le zone di interesse applicando un leggero strato di crema idratante o di vaselina lungo l’attaccatura dei capelli, vicino alle orecchie e dietro la nuca.

Prima di procedere con la colorazione è necessario anche indossare una mantellina o mettere sulle spalle un vecchio asciugamano per proteggere i vestiti da eventuali schizzi di colore, oltre a indossare un paio di guanti in lattice per maneggiare il prodotto con maggiore sicurezza.

A questo punto, non dovrete far altro che pettinare bene le ciocche per districare i nodi e prepararle alla colorazione. Fatto questo, aprite la confezione che contiene tutto il necessario per preparare la tinta e seguite alla lettera le istruzioni riportate sul foglietto illustrativo per essere certe di non commettere errori di dosaggio.

L’applicazione

Ed eccoci infine arrivati alla parte più delicata del lavoro: applicare il colore in modo corretto. Con la punta del pennello dividete i capelli in ciocche partendo dalla nuca e, dopo aver prelevato una piccola quantità di prodotto con le setole, distribuite il colore uniformemente sulle radici per coprire i capelli bianchi o nascondere la ricrescita.

Fatto ciò, trascinate il colorante su tutta la lunghezza dei capelli fino alle punte e, una volta terminato il lavoro, pettinate e massaggiate bene la chioma – sempre indossando i guanti – per far in modo che i capelli siano ben intrisi di colore.

A questo punto, lasciate la tinta in posa per almeno 20 minuti, salvo diverse indicazioni sulla confezione, e procedete con un accurato lavaggio con abbondante acqua fino a quando non ci sarà più schiuma. Infine, se preferite potete applicare un trattamento sublimatore del colore per nutrire i capelli ed esaltare al massimo i riflessi.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Henné per capelli – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

Nonostante il settore cosmetico sia saturo di tinture chimiche per capelli in grado di assicurare ottimi risultati, molte donne preferiscono ricorrere a trattamenti naturali, che rispettano il cuoio capelluto senza aggredirlo. Il più in voga negli ultimi tempi è senza dubbio l’henné, una polvere colorante utilizzata sin dall’antichità per colorare i capelli e rinforzarne la struttura. Informarsi e studiare le diverse possibilità d’acquisto sono gli step fondamentali per essere certi di fare la scelta giusta, ma se non avete molto tempo a disposizione, cominciate a dare un’occhiata ai due prodotti che si sono piazzati in vetta alla nostra classifica: Phitofilos Henné Egitto Rosso n.2 ha una formula arricchita con un mix di erbe biologiche per nutrire e proteggere il cuoio capelluto, assicurando risultati di lunga durata; l’henné castano e caramello di Centifolia, invece, colora i capelli con una nuance che va dal nocciola al biondo scuro a seconda della base di partenza.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori henné per capelli – Classifica 2021

 

Se avete bisogno di consigli d’acquisto più mirati a capire quale sia il miglior henné per capelli per le vostre esigenze, allora troverete un valido aiuto nella nostra tabella di comparazione che confronta prezzi, caratteristiche e difetti dei prodotti più venduti e apprezzati del momento.

 

 

Henné per capelli bianchi

 

1. Phitofilos Henné per capelli Egitto Rosso n.2

 

Phitofilos è un marchio italiano di riferimento per la cosmesi “green”, grazie soprattutto alla sua capacità di proporre prodotti 100% naturali che seguono metodi di produzione rigorosamente biologici, al fine di promuovere il benessere e la bellezza della chioma.

Non a caso, il risultato che si ottiene con questo henné per capelli bianchi ha regalato grandi soddisfazioni alle utenti, soprattutto a quelle attente alla formulazione, all’ambiente e ai processi di lavorazione delle materie prime.

L’estratto di Lawsonia Inermis, oltre a fissarsi alla struttura cheratinica del capello senza danneggiarlo, vede l’aggiunta di un equilibrato mix di erbe naturali già precedentemente miscelate per rendere la preparazione della tinta più pratica e agevole: basta, infatti, aggiungere acqua calda alla polvere, secondo le dosi consigliate, per ottenere un composto cremoso e facile da applicare.

Il prodotto è, inoltre, privo di ammoniaca, siliconi e petrolati per essere rispettoso anche dei cuoi capelluti più sensibili, ponendosi come trattamento curativo e di bellezza adatto per tutti i tipi di capelli.

 

Pro

Naturale: Le materie prime selezionate per la formulazione del prodotto sono 100% naturali e biologiche per assicurare una buona copertura dei capelli bianchi senza danneggiare la struttura del capello.

Pratico: Ideale per chi non vuole utilizzare prodotti chimici per tingere la chioma, risulta di facile preparazione grazie a un mix di erbe coloranti che non richiede l’aggiunta di altri ingredienti.

Rapporto qualità/prezzo: Tra i prodotti venduti online che hanno meritato un posto nella nostra classifica, l’henné per capelli di Phitofilos è quello che offre il miglior rapporto tra qualità complessiva e prezzo.

 

Contro

Packaging: L’attenzione riservata alla qualità del prodotto, purtroppo, non la si riscontra nel confezionamento, costituito da un sacchetto non richiudibile che potrebbe rendere difficile preservare intatto il contenuto per un periodo prolungato.

Acquista su Amazon.it (€9.97)

 

 

 

Henné per capelli castani

 

2. Centifolia Henné per capelli castano e caramello

 

Se siete stanche del solito castano piatto e spento, provate a dare un’occhiata alla nostra recensione del prodotto di Centifolia, che pur non essendo il più economico della nostra lista, ha fatto incetta di pareri positivi da parte delle utenti per le sue proprietà benefiche e i risultati di lunga durata.

Da molte considerato il miglior henné per capelli castani, è la soluzione ideale per chi vuole ottenere dei riflessi ricchi e corposi che vanno dal rame al biondo scuro. Grazie alla sapiente combinazione di Indigo e boro de noi, il prodotto si propone anche di rinforzare la struttura capillare creando un’efficace barriera protettiva contro gli attacchi esterni, per una chioma visibilmente più sana e luminosa.

È venduto in una confezione da 250 grammi perfetta per chi dovrà farne un utilizzo prolungato, anche perché provvista di un comodo sistema “apri e chiudi” a tenuta ermetica che permette di conservare il contenuto per lunghi periodi, mantenendone intatte le proprietà.

 

Pro

Riflessante: L’henné per capelli a marchio Centifolia si avvantaggia di un sapiente mix di Indigo e boro de noi per donare degli accattivanti riflessi bruni alla capigliatura, senza utilizzare la chimica.

Resa: Partendo dalla propria tonalità di base, si potrà ottenere un risultato eccellente sia in termini di colorazione sia sul fronte della durata, variabile dalle tre alle quattro settimane.

Formato: La confezione da 250 grammi assicura un buon numero di applicazioni ed è provvista di chiusura ermetica per preservare al meglio il contenuto.

 

Contro

Capelli fragili: Nonostante la buona qualità complessiva, l’henné di Centifolia tende a seccare leggermente il cuoio capelluto; non proprio l’ideale per chi ha i capelli fragili o sfibrati.

Acquista su Amazon.it (€15.35)

 

 

 

Henné per capelli Erbamea

 

3. Erbamea Henné Rosso Rinforzato Tiziano Tonalità n.4

 

Tra i migliori henné per capelli del 2021 segnaliamo anche quello di Erbamea, un prodotto di elevata qualità e formulato solo con ingredienti di origine naturale per rinforzare e nutrire in profondità la fibra capillare, arricchendo la chioma con delicati riflessi ramati.

I pigmenti contenuti colorano il capello senza l’intervento di sostanze alcalinizzanti o ossidanti, permettendo di ottenere la nuance desiderata con la sola aggiunta di acqua calda nel pieno rispetto della fisiologica integrità del cuoio capelluto.

Grazie all’effetto coprente dell’henné per capelli Erbamea potrete dire finalmente addio ai capelli bianchi, che verranno colorati con una bellissima tonalità rossa accesa già con una sola applicazione. Inoltre, risulta ideale per chi ha un cuoio capelluto particolarmente grasso, poiché si serve delle proprietà rinforzanti e seboregolatrici della Cassia Italica (comunemente nota come henné neutro) per regolarizzare la produzione di sebo e prevenire la formazione della forfora.

Se pensate sia proprio questo il prodotto che potrebbe fare al vostro caso, vi invitiamo a leggere la tabella riassuntiva qui di seguito per avere un quadro più preciso dei suoi pregi e difetti.

 

Pro

Seboregolatore: A differenza di altri prodotti simili, quello di Erbamea svolge un’efficace azione riequilibrante e addolcente per ripristinare l’originale pH del cuoio capelluto e prevenire la formazione della forfora.

Coprente: Il Rosso Tiziano è ideale per chi vuole coprire i capelli bianchi senza utilizzare la chimica, proponendosi al contempo di rinforzare la struttura capillare per rendere la chioma visibilmente più sana e lucente.

Facile da preparare: Il prodotto non richiede l’aggiunta di altri ingredienti in fase di preparazione, restituendo una praticità di utilizzo che in molte hanno apprezzato.

 

Contro

Rapporto quantità/prezzo: La confezione da 100 grammi, venduta tra l’altro a un prezzo nettamente superiore rispetto alla media, potrebbe non essere sufficiente per assicurare un utilizzo prolungato in caso di capelli lunghi e folti; pertanto, chi è alla ricerca del risparmio dovrebbe valutare altre proposte a prezzi bassi.

Acquista su Amazon.it (€6.91)

 

 

 

Henné rosso intenso per capelli

 

4. Sitarama Polvere di Henné Auburn Rosso Intenso

 

Il prodotto di Sitarama è consigliato a chi cerca un henné rosso intenso per capelli che permetta di coprire la ricrescita o i capelli bianchi senza ricorrere ad ammoniaca, siliconi e sostanze chimiche di sintesi.

La preparazione della tinta risulta pratica e semplice anche per le meno esperte che si approcciano al mondo degli henné naturali per la prima volta: grazie alle erbe in polvere già precedente mixate, basterà mescolare il contenuto di una bustina con dell’acqua tiepida per ottenere un composto cremoso e omogeneo da applicare agevolmente sulla chioma.

I pigmenti contenuti, oltre a donare degli accattivanti riflessi color rame, formano una sorta di film protettivo sui capelli per proteggerli dagli agenti esterni, dalla disidratazione e dalle alte temperature di piastre e phon.

Inoltre, potrete aumentare l’effetto idratante del preparato aggiungendo un cucchiaino di miele o dello yogurt magro, in modo da beneficiare di un plus di nutrienti che conferiranno corpo e spessore alla fibra capillare.

 

Pro

Prezzo: Tra i prodotti naturali e certificati, in confezione da 100 grammi, quello di Sitarama è sicuramente uno dei più convenienti dal punto di vista economico, cosa che, però, non è andata a discapito della qualità.

Colore: Questo henné è perfetto per tingere i capelli bianchi di un rosso intenso o per aggiungere delle splendide venature mogano alle chiome castane e more, ravvivando i riflessi naturali già presenti.

Protegge e idrata: Oltre a risolvere lo spinoso problema della ricrescita e delle doppie punte, i pigmenti contenuti si propongono di proteggere la fibra capillare dalle aggressioni esterne, apportando nutrimento e idratazione al cuoio capelluto.

 

Contro

Odore: Unica pecca riscontrata è l’odore erbaceo molto forte e pungente che permane anche dopo diversi lavaggi.

Acquista su Amazon.it (€6.48)

 

 

 

Henné e Amla per capelli

 

5. Khadi Bio Henné e Amla in polvere 150 g

 

Avete i capelli sfibrati e con doppie punte evidenti? Allora, la soluzione giusta per voi è il preparato a base di henné e Amla per capelli di Khadi, un trattamento 100% naturale che vi permetterà di evitare la tanto temuta sforbiciata dal parrucchiere.

Il prodotto, oltre a prevenire la disidratazione e la secchezza capillare in caso di capelli secchi o sfibrati, può essere utilizzato anche da chi ha un cuoio capelluto grasso o con problemi di forfora, poiché le proprietà riequilibranti dell’Amla – comunemente nota come uva spina – permettono di regolarizzare la produzione di sebo donando, allo stesso tempo, volume e lucentezza alla capigliatura.

Il colore che si ottiene sulla base castana è un’accesa tonalità rosso fuoco con accattivanti riflessi mogano, mentre sui capelli biondi o bianchi il colore tende a virare verso l’arancio con leggere venature ramate; ma in ogni caso si potrà ottenere una sfumatura più scura o più chiara aggiungendo al composto altre polveri di hennè della stessa linea.

 

Pro

Versatile: Punto di forza dell’henné per capelli di Khadi è la sua capacità di adattarsi a qualsiasi tipologia di capelli, prestandosi all’utilizzo sia di chi ha un cuoio capelluto grasso sia di chi necessita di idratazione e nutrimento per prevenire la secchezza capillare.

Tonalità: Su una base castana si potrà ottenere un colore rosso molto acceso con scintillanti riflessi mogano, mentre sui capelli bianchi o biondi si avranno delle bellissime sfumature ramate in grado di risplendere soprattutto sotto i raggi del sole.

Con Amla: L’estratto di uva spina, nota anche come Amla, si fa apprezzare per l’elevato contenuto di polifenoli e vitamina C che contribuiscono a rallentare la caduta dei capelli, rendendoli più forti e robusti.

 

Contro

Durata: Pur essendo un prodotto di ottima qualità, la durata del colore non è eccezionale, sebbene si tratti di una pecca che accomuna la maggior parte delle tinte naturali.

Acquista su Amazon.it (€13)

 

 

 

Henné per capelli Forsan

 

6. La Tradizione Erboristica Forsan Henné Neutro Cassia Obovata

 

A dispetto di quanto si possa pensare, gli henné per capelli non servono solo per colorare la chioma e risolvere il problema della ricrescita, poiché esistono anche prodotti “neutri” formulati appositamente per chi necessita di un trattamento rinforzante e rinvigorente.

Ne è un esempio l’henné per capelli Forsan a base di Cassia Obovata, una pianta tipica delle regioni sud-occidentali dell’Africa, dalle cui foglie si estrae un colorante giallo dorato che non rilascia alcun colore. La sua funzione, quindi, è quella di rinforzare la fibra capillare per donare nuovo vigore ai capelli fini o fragili, proteggendoli al contempo dalla disidratazione e dagli agenti ambientali nocivi.

Inoltre, svolge un’efficace azione purificante che si dimostra utile in caso di forfora o cuoio capelluto grasso, liberando la chioma dagli eccessi di sebo che la fanno apparire spenta e priva di volume. Si utilizza come una tradizionale maschera per capelli, quindi basterà applicare il preparato uniformemente su tutta la lunghezza delle ciocche e attendere il tempo di posa necessario.

 

Pro

Rigenerante: L’henné per capelli Forsan sfrutta le proprietà rigeneranti e riequilibranti della Cassia Obovata per apportare idratazione ai capelli secchi e regolarizzare la produzione di sebo in caso di cuoio capelluto grasso.

Per tutti i tipi di capelli: La sua versatilità d’uso è stata particolarmente apprezzata dalle utenti, che hanno potuto così risolvere sia il problema della secchezza capillare sia quello della forfora grassa.

Formato: La confezione contiene tre bustine monodose da applicare sulla chioma dopo lo shampoo come una comune maschera per capelli.

 

Contro

Istruzioni: Essendo un prodotto incolore, risulta abbastanza semplice da utilizzare; tuttavia, sulla confezione non ci sono indicazioni chiare e precise sul tempo di posa necessario per ottenere i risultati sperati.

Acquista su Amazon.it (€13.8)

 

 

 

Henné biondo per capelli

 

7. Tea Natura Henné biondo 100 gr

 

L’henné biondo per capelli di Tea Natura viene proposto in una confezione da 100 grammi a un prezzo molto vantaggioso, che sicuramente farà la gioia di chi non può o non vuole spendere somme eccessive per una tinta naturale.

Nonostante il costo accessibile, gli ingredienti contenuti sono 100% naturali, vegani e sicuri, e lo dimostra il fatto che nel suo INCI non compare il picramato monosodico, un fissativo del colore di origine sintetica presente, in genere, nella maggior parte delle tinture a base di henné.

Le utenti, infatti, si sono dette molto soddisfatte dei risultati ottenuti, riscontrando anche un’effettiva riduzione della forfora e una maggiore tenuta della piega. Il colore che si ottiene su una base chiara o sui capelli bianchi è un bellissimo biondo caramello che tende a virare leggermente sul castano chiaro, mentre chi ha i capelli scuri avrà solo dei riflessi dorati visibili soprattutto sotto i raggi solari.

 

Pro

Sicuro: La cura e l’attenzione per le materie prime migliori è da sempre il fiore all’occhiello dell’azienda italiana Tea Natura, che oggi ci propone un henné biondo 100% naturale e formulato senza aggiunta di sostanze chimiche di sintesi.

Risultati: Non solo colora i capelli ma li protegge dalla disidratazione e dagli agenti atmosferici, ripristinando il naturale equilibrio del cuoio capelluto.

Riflessante: A prescindere dal colore di base, il prodotto dona degli accattivanti riflessi dorati che conferiranno maggiore luminosità alla chioma.

 

Contro

Capelli scuri: Se quella che state cercando è una tinta naturale che vi permetta di tingere i capelli castani o neri di biondo, questo non è il prodotto adatto a voi.

Acquista su Amazon.it (€9.97)

 

 

 

Henné nero per capelli

 

8. Centifolia Henné per capelli Nero Puro

 

Questo henné nero per capelli targato Centifolia si presenta in una confezione da 250 grammi, ideale per chi vuole garantirsi un buon numero di applicazione senza spendere un occhio della testa.

Grazie al suo effetto scurente si potrà ottenere un castano molto intenso tendente al bruno, ma può essere utilizzato anche per riflessare i capelli neri con accattivanti sfumature prugna o mogano.

Lo sconsigliano, invece, a chi ha i capelli biondi, decolorati e con meches, poiché i pigmenti viola addizionati al giallo daranno come risultato una tonalità verdastra poco gradevole; mentre in caso di capelli bianchi si consiglia di aggiungere al composto un po’ di Lawsonia Inermis pura per tingerli di un bel violetto che renderà la ricrescita meno evidente.

Essendo l’Indigo l’unica erba tintoria in grado di legarsi perfettamente alla struttura cheratinica del capello, l’henné di Centifolia assicura una migliore presa sui capelli, scongiurando il rischio di colorazioni poco uniformi e prolungando nel tempo la durata del colore.

 

Pro

Scurente: La polvere di Katam contenuta in questo henné rilascia una molecola colorante molto scura che permette di scurire i capelli con un nero/castano molto intenso.

Qualità/prezzo: La proposta di Centifolia si fa apprezzare, oltre che per la buona qualità della formulazione, anche per il prezzo vantaggioso a cui viene venduto il formato da 250 grammi.

Durata: Grazie alla capacità dell’Indigo di fissarsi alla cheratina del capello, il prodotto assicura una maggiore durata del colore, lasciando i capelli più morbidi e luminosi.

 

Contro

Capelli chiari: L’henné nero di Centifolia è pensato per scurire i capelli castani o per riflessare la chioma con accattivanti sfumature tendenti al mogano, per cui non è indicato per chi ha i capelli molto chiari, biondi o con meches.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un henné per capelli

 

Sebbene in commercio esistano numerose tinture naturali per tingere i capelli, l’henné resta il colorante più efficace in termini di risultati, soprattutto in virtù dei numerosi benefici che è in grado di apportare alla chioma. Se non avete mai utilizzato questo tipo di prodotto prima d’ora, date un’occhiata alla nostra guida per scoprire come scegliere un buon henné per capelli tra le numerose offerte disponibili sul mercato.

I vantaggi dell’henné

In genere, l’effetto che si ottiene con l’applicazione di una tinta naturale come l’henné ha una durata di circa un paio di mesi ma, a differenza dei prodotti chimici o delle meches, la ricrescita sarà meno evidente, cosa che permette di risparmiare tempo e soldi per il parrucchiere.

Un altro vantaggio riguarda la lucentezza e la forza che questo colorante estratto dalla Lawsonia Inermis dona alla chioma, rendendola visibilmente più morbida e voluminosa. Inoltre, grazie alle sue innate proprietà seboregolatrici, risulta indicato anche per chi ha un cuoio capelluto particolarmente grasso, poiché capace di regolarizzare la produzione di sebo, riducendo al contempo la formazione della forfora e delle doppie punte.

Tuttavia, per ottenere i risultati sperati è fondamentale prestare attenzione agli ingredienti presenti nella formulazione del colorante. Al momento dell’acquisto, quindi, è buona norma leggere attentamente l’INCI del prodotto per verificare l’assenza di sostanze chimiche di sintesi che potrebbero compromettere la salubrità e il benessere della chioma.

Se avete scelto un henné puro, l’etichetta sulla confezione dovrebbe riportare solo il nome della pianta in latino (Lawsonia Inermis), in caso contrario potreste trovare ulteriori nomenclature, sempre in latino, che si riferiscono ad altre erbe tintorie. Sono, invece, da evitare ingredienti aggressivi come il picramato monosodico, un fissativo di origine sintetica, e i siliconi derivati dalla combinazione di silicio e sostanze petrolifere.

 

Quale scegliere in base al proprio colore

L’henné puro, estratto dalla Lawsonia Inermis, presenta un colore rosso acceso la cui intensità può variare in base ai tempi di posa e alla capacità del capello di assorbire i pigmenti contenuti.

Per scegliere il prodotto giusto, però, bisogna considerare due fattori: il colore di partenza della chioma e l’effetto che si vuole ottenere. Se, per esempio, si utilizza un estratto puro di Lawsonia Inermis sui capelli bianchi o molto chiari, il risultato finale sarà un arancione acceso con delicati riflessi ramati, mentre chi vuole ottenere tonalità più scure dovrà optare per dei preparati specifici.

Nelle erboristerie e sugli store online si possono, infatti, trovare degli henné che vedono l’aggiunta di altre erbe tintorie, come l’Indigo e il Katam, per scurire i capelli con gradazioni cromatiche che vanno dal castano al nero.

Tuttavia, se avete i capelli già naturalmente scuri, e volete soltanto ravvivarne il colore arricchendolo di delicati riflessi mogano o ramati, potete anche usare l’henné puro ricavato dalla Lawsonia per ottenere un effetto riflessante molto naturale; mentre aggiungendo al preparato ingredienti come lo zafferano, lo zenzero, la camomilla e il limone, potrete donare alla vostra chioma dei leggeri riflessi dorati.

Infine, chi è alla ricerca di un trattamento rinforzante e “curativo” che apporti forza e vigore ai capelli sfibrati o fragili, potrà trovare un valido alleato nel cosiddetto “henné neutro”, che si estrae dalle foglie e dai pistilli della Senna Italica (o Cassia Obovata). Questo composto può essere applicato come impacco dopo lo shampoo per rendere la chioma più lucente e morbida al tatto, oppure miscelato ad altri estratti vegetali per ottenere tonalità e sfumature diverse.

Durata e precauzioni d’uso

Un altro fattore che può fare la differenza tra un prodotto e l’altro è sicuramente la durata del colore, che tende a svanire progressivamente dopo un massimo di 8-10 lavaggi. Rispetto a una tinta chimica, l’henné permette di sperimentare diverse tonalità senza rovinare il capello con agenti chimici aggressivi ma, come tutti i prodotti di origine naturale, bisognerà avere costanza nell’applicazione e osservare alcune precauzioni d’uso.

Specifichiamo, innanzitutto, che questo colorante naturale non permette di schiarire i capelli ma solo di scurirli, anche se aggiungendo al preparato ingredienti come zafferano, camomilla e limone, si potranno comunque ottenere dei leggeri riflessi dorati, ma nulla di più!

Per quanto riguarda, invece, la copertura dei capelli bianchi, bisognerà utilizzare l’henné classico per tingerli di rosso; tuttavia, se volete ottenere un colore più scuro, potete anche applicare la tinta in due tempi, usando prima la Lawsonia Inermis e il giorno dopo l’Indigo, in modo da coprire la ricrescita e avere una colorazione tendente al castano o al nero.

Un altro grande svantaggio dell’henné è l’odore erbaceo molto forte e pungente che potrebbe non essere gradito a tutti, ma si potrà comunque ovviare al problema aggiungendo all’acqua dell’impasto qualche goccia di idrolato di rosa o delle spezie profumate, come la cannella e i chiodi di garofano.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Dove acquistare l’henné per capelli?

Inizialmente, l’henné per capelli si poteva trovare solo nelle erboristerie o al massimo nei negozi di cosmetica naturale, ma al giorno d’oggi è possibile acquistare degli ottimi prodotti anche sui canali di vendita online. Indipendentemente da dove lo compriate, vi consigliamo di scegliere un prodotto certificato e biologico, in modo da avere maggiori garanzie su quello che andrete a mettere sui vostri capelli.

 

Che colore si ottenere con l’henné per capelli?

L’henné puro, noto anche come Lawsonia Inermis, tinge esclusivamente di rosso. Tuttavia, il risultato finale dipende anche dal colore di base della chioma: quindi, sarà più evidente sui capelli bianchi o chiari, mentre su quelli scuri si otterranno solo dei riflessi ramati. A ogni modo, in vendita si possono trovare anche dei preparati a base di erbe tintorie per tingere i capelli di biondo, castano o nero.

 

L’henné copre i capelli bianchi?

Sì, ma solo se si utilizza un henné puro (Lawsonia Inermis) in grado di legarsi alla cheratina del capello. In questo caso, il risultato finale sarà un rosso ramato molto intenso, mentre per ottenere delle sfumature sul castano, cioccolato o mogano bisognerà mescolare il colorante con altre erbe tintorie, come il Katam o l’Indigo.

 

Come togliere l’henné dai capelli?

Uno dei motivi per cui l’henné è così amato dalle donne è sicuramente la sua tenuta estrema che lo rende durevole, ma anche difficile da togliere. Pertanto, se si vuole tornare al proprio colore naturale bisognerà per prima cosa agevolare il processo di schiaritura facendo degli impacchi di olio d’oliva oppure con dello yogurt intero.

Una volta scaricato gran parte del colore, si dovrà procedere con un trattamento di decapaggio, molto simile alla tradizionale decolorazione che si usa per le tinte chimiche permanenti. Dal momento, però, che si tratta di una procedura particolarmente complessa e delicata, per avere maggiori garanzie sui risultati è sempre preferibile rivolgersi a un parrucchiere esperto.

 

Quanto dura l’henné per capelli?

In genere, il colore tende a scaricarsi dopo 8-10 lavaggi, lasciando comunque dei bellissimi riflessi ramati. Tuttavia, la durata può variare anche in base ai prodotti utilizzati dopo l’applicazione dell’henné (shampoo, maschera, balsamo e così via); quindi, se si vuole preservare il colore più lungo bisognerà utilizzare dei cosmetici più specifici.

 

 

 

Come utilizzare un henné per capelli

 

Si tratta di una tintura naturale che permette di coprire i capelli bianchi o di scurire il colore di base della chioma per creare diverse tonalità. Visto, però, che spesso ci si approccia a questo particolare settore beauty con il timore di ottenere risultati poco soddisfacenti, nelle righe che seguono vi daremo alcuni utili consigli su come utilizzare l’henné in modo corretto.

Come si prepara l’henné

Dopo aver stabilito quale henné per capelli comprare e prima di applicarlo sulla chioma, bisogna preparare la tintura miscelando la giusta quantità di polvere con acqua calda. Per fare in modo che l’henné si leghi con la cheratina del capello e rilasci i pigmenti tintori in maniera ottimale, la temperatura dell’acqua deve essere compresa tra i 50 e i 70 gradi.

La proporzione, invece, varia a seconda del tipo di prodotto, ma in ogni caso la consistenza del composto dovrà essere simile a quella di uno yogurt, compatta e senza grumi. È importante, quindi, che il preparato non sia troppo liquido né troppo denso, altrimenti potrebbe portare a risultati poco uniformi, rendendo tra l’altro la posa più disagevole.

In alcuni casi, si consiglia di aggiungere al composto delle sostanze acide, come l’Amla, il bicarbonato o il Brahmi, per consentire un rilascio omogeneo dei pigmenti e accentuare l’intensità del colore. Tuttavia, se si utilizza un prodotto della migliore marca o comunque di buona qualità questo passaggio sarà assolutamente superfluo, poiché si otterranno i risultati sperati utilizzando semplicemente l’acqua calda.

Anzi, a dirla tutta, l’aggiunta di sostanze acide potrebbe addirittura alterare la tonalità dell’henné, facendola virare sui toni del mattone o dell’arancio, oltre a essere una pratica assolutamente sconsigliata in caso di cuoio capelluto sensibile.

 

Preparare i capelli al trattamento

L’henné va applicato sui capelli perfettamente puliti, quindi prima di procedere con la stesura è bene lavarli accuratamente con uno shampoo delicato per rimuovere lo sporco, il sebo ed eventuali residui di prodotti per lo styling. Consigliamo, inoltre, di non utilizzare il balsamo o la maschera, poiché gli oli contenuti potrebbero impedire all’henné di legarsi alla struttura capillare.

Altro passaggio molto importante è quello di proteggere la pelle circostante per evitare che si macchi con il colorante. A tal proposito, si può stendere un leggero strato di olio di cocco o di burro di karitè lungo l’attaccatura dei capelli, sulla nuca e sulle orecchie, in modo da creare una sorta di barriera tra l’henné e la cute. 

Applicazione e tempo di posa

Una volta espletati tutti questi passaggi, si potrà procedere con la stesura della tinta: prendete una ciocca per volta, iniziando dalla parte posteriore della testa, e applicate una noce di prodotto partendo dalle radici.

Distribuite il composto uniformemente su tutta la lunghezza dei capelli aiutandovi con un pennello, dopo di che attorcigliate le ciocche trattate su loro stesse e fissatele alla testa con una pinza a becco.

Per quanto riguarda i tempi di posa, molto dipende dal tipo di prodotto che si utilizza: in genere, gli henné di buona qualità rilasciano il colore già dopo un’ora dall’applicazione, ma è possibile prolungare ulteriormente i tempi di attesa per ottenere un colore più intenso.