Ultimo aggiornamento: 13.08.20

 

Principale vantaggio

Il detergente intimo Hydra Gel a marchio Lubrigyn Uniderm si serve delle proprietà emollienti e antiossidanti dell’acido ialuronico per ripristinare il pH fisiologico delle mucose genitali e migliorarne le naturali capacità di difesa. Oltre a preservare l’acidità del plesso vaginale, svolge un’azione batteriostatica aspecifica per salubrizzare i residui organici responsabili dei cattivi odori, donando una piacevole sensazione di freschezza per tutto il giorno.

 

Principale svantaggio

Per quanto la composizione sia generosa di ingredienti dermatologicamente testati e rispettosi della flora batterica stanziale, nell’INCI compaiono conservanti e profumi che potrebbero non essere graditi da chi ha una cute particolarmente sensibile o delicata.

 

Verdetto: 9.0/10

Seppur con qualche piccola remora in merito alla formulazione, è assolutamente fuori discussione l’eccellente qualità di questo prodotto per l’igiene intima quotidiana, che ha dalla sua anche un prezzo molto conveniente in rapporto al formato da 400 ml, ideale per far fronte al fabbisogno di tutta la famiglia.

Acquista su Amazon.it (€5.34)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Rispettoso del pH intimo

L’ecosistema intimo si compone di diversi microrganismi deputati alla produzione di acido lattico e perossido di idrogeno, il cui compito è quello di inibire la proliferazione dei batteri nocivi responsabili di infezioni e secrezioni maleodoranti. Per mantenere in equilibrio l’acidità dell’ambiente vaginale è fondamentale provvedere a una corretta igiene intima, evitando saponi e detergenti che abbiano un valore di pH particolarmente elevato.

Partendo, quindi, dall’assunto che questi prodotti devono comunque avere un certo grado di acidità per favorire l’attività della flora batterica stanziale, in caso di mucose sensibili o irritate il migliore alleato è sicuramente l’Hydra Gel di Lubrigyn Uniderm.

Grazie alla sua formula arricchita con acido ialuronico, svolge un’azione emolliente e protettiva della regione genitale, rinforzando il naturale sistema di difesa della zona senza alterarne il delicato pH fisiologico.

Dal momento che la sostanza funge da “setaccio” molecolare capace di trattenere le particelle d’acqua all’interno dei tessuti connettivi, applicando la soluzione regolarmente si potrà contrastare il fisiologico invecchiamento delle cellule epiteliali, così da restituire elasticità e idratazione al plesso pelvico.

Non solo, grazie alla sua capacità di aderire e persistere a lungo sulla superficie del canale vaginale, è in grado di apportare diversi benefici idratanti e lubrificanti che lo rendono ideale per il trattamento della secchezza intima, oltre che come coadiuvante del naturale processo di guarigione delle microlesioni e di diverse forme irritative.

Idrata e protegge

In virtù dell’elevato contenuto di acido ialuronico (ecco la lista dei migliori prodotti), il detergente intimo Hydra Gel di Lubrigyn Uniderm si pone come efficace trattamento igienico preventivo in caso di irritazioni e secchezza intima, preservando al contempo l’acidità dell’ambiente vaginale grazie all’azione lenitiva e emolliente dell’estratto di Baobab.

Non a caso, le sue spiccate capacità antiossidanti, date dalla vitamina C e dai numerosi fenoli contenuti nella polpa del frutto, si propongono di prevenire e rallentare i processi degenerativi del naturale pH fisiologico della zona, la cui alterazione potrebbe determinare uno squilibrio dei microrganismi che popolano e proteggono il complesso vaginale stesso.

Nella sua formulazione troviamo anche l’iodopovidone, un detergente non ionico ad azione antisettica, che grazie al graduale rilascio di iodio riduce l’insorgenza di infezioni e aiuta a mantenere inalterata la microflora batterica stanziale.

Tuttavia, pur trattandosi di un prodotto delicato e dermatologicamente testato per essere rispettoso anche delle pelli più sensibili, consigliamo di effettuare un test di prova su una piccola porzione di pelle prima dell’utilizzo, dato che nell’INCI figurano comunque conservanti e profumi di sintesi che potrebbero causare bruciori o pericolose reazioni allergiche.

Eccezion fatta per questo piccolo inconveniente, riteniamo che il detergente rientri tra i migliori attualmente disponibili sul mercato sia in termini di efficacia sia sul fronte dei risultati che è in grado di apportare nel breve periodo, poiché capace di prevenire gli odori sgradevoli donando al contempo una prolungata sensazione di freschezza e idratazione che permane anche dopo diverse ore dall’applicazione.

 

Packaging e prezzo

Nonostante la buona qualità complessiva, il gel intimo di Lubrigyn può essere acquistato a un prezzo molto conveniente in rapporto al formato da 400 ml. Una tale quantità si presta, infatti, a soddisfare le esigenze di tutta la famiglia garantendo una buon numero di applicazioni anche se usato in maniera frequente.

Grazie al pratico dispenser di cui è provvisto il flacone, si potrà utilizzare sempre la giusta quantità di detergente evitando gli sprechi, e dal momento che ne bastano poche gocce per ottenere una detersione profonda ed efficace, non sarete costretti a effettuare un nuovo acquisto nel giro di poche settimane.

Inoltre, la sua texture fluida molto simile a un gel lo rende facile da applicare e da dosare, mentre il fatto che non sia schiumogeno ne consente l’utilizzo anche durante la gravidanza e il ciclo mestruale senza timore di ledere la naturale fisiologia intima della zona.

 

Acquista su Amazon.it (€5.34)

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.08.20

 

Principale vantaggio

Il mix di attivi a effetto emolliente e antiossidante che caratterizza la crema Artemis di Vovees si rivela ideale per contrastare la proliferazione dei radicali liberi e la perdita di tonicità del tessuto cutaneo, il cui cedimento favorisce la comparsa delle tanto odiate rughe.

 

Principale svantaggio

Il prodotto non presenta particolari difetti a eccezione del costo, che appare proibitivo in rapporto al formato da 50 ml, sebbene giustificato dalla formulazione pregiata e dermatologicamente testata.

 

Verdetto: 9.1/10

Realizzato solo con ingredienti di origine naturale e senza aggiunta di sostanze potenzialmente irritanti, vanta una consistenza abbastanza fluida e leggera che viene assorbita rapidamente dal derma, donando una persistente sensazione di freschezza che si propone anche di attenuare eventuali rossori in caso di cute sensibile.

Acquista su Amazon.it (€39.9)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Dieci ingredienti a effetto anti-age

Come il siero Athena, anche la crema viso idratante Artemis proposta dall’azienda italiana Vovees si pone come efficace trattamento anti-age che promette di arginare il problema delle rughe e degli inestetismi causati dalla proliferazione dei radicali liberi, apportando nutrimento e tonicità alla pelle del viso.

Alla base della sua formula, oltre all’esclusivo acido ialuronico (ecco i migliori modelli) “ultrapure” a basso peso molecolare, troviamo un equilibrato mix di dieci principi attivi che si propongono di proteggere la pelle dalla disidratazione e di migliorarne il tono, la compattezza e l’elasticità.

Tra questi spiccano in particolare l’olio di Argan, il burro di Karitè e l’estratto di Vite Rossa che, agendo in perfetta sinergia, sono in grado di regolarizzare la produzione di sebo responsabile della formazione di brufoli e comedoni, così da contrastare l’antiestetico effetto lucido.

Questo, però, non significa che si tratta di un cosmetico pensato esclusivamente per le pelli grasse, poiché nella sua formulazione sono presenti anche l’olio d’oliva, la Cera Alba e le vitamine antiossidanti A, C ed E, che oltre ad apportare elasticità e nutrimento al derma, lo preservano dalle aggressioni dei radicali liberi, dallo stress ossidativo e dagli agenti esterni.

Parliamo, dunque, di un prodotto che può essere utilizzato in egual misura sia da chi ha una cute grassa sia da chi necessita di un’idratazione profonda per contrastare e prevenire il tanto temuto skin aging, risultando sicuro anche in caso di pelle sensibile o reattiva.

Naturale e biologico

Come avete potuto leggere nella nostra introduzione, l’unico svantaggio della crema antirughe Artemis di Vovees è il suo costo elevato che non la rende accessibile per tutte le tasche.

Questo perché si tratta di un cosmetico dermatologicamente testato e privo degli allergeni più comuni, come parabeni, derivati petrolchimici e profumi artificiali, per essere rispetto anche delle pelli più sensibili. Non solo, essendo nichel tested, ovvero contenente meno dello 0,0001% (1 ppm) di nichel, è quasi totalmente scongiurata la possibilità di reazioni allergiche, caratteristica che la rende sicura anche per i soggetti intolleranti alla sostanza.

Inoltre, visto che tutti gli ingredienti impiegati per la sua formulazione provengono da coltivazioni biologiche nel rispetto degli standard qualitativi previsti dalla legge, può essere usata da tutti senza alcun rischio per la salute, e grazie alla sua consistenza molto fluida e leggera risulta anche facile da applicare, assicurando un rapido assorbimento senza appesantire troppo la pelle.

 

Consigli e modalità di applicazione

A costo di sembrare banali, ricordiamo che, come qualsiasi altra crema a effetto idratante, anche quella di Vovees necessita di un’accurata detersione del viso prima dell’applicazione.

In effetti, solo dopo aver espletato questo passaggio la pelle sarà in grado di assorbire efficacemente i principi attivi del cosmetico – e qui ce ne sono ben dieci pronti a fare il loro dovere – senza pericolo di arrossamenti o irritazioni dovute alla penetrazione delle impurità che si depositano quotidianamente sul volto.

La consistenza è delicata e densa al punto giusto, mentre la profumazione appare molto gradevole e per nulla invasiva. Tuttavia, dal momento che il prodotto ha una resa abbastanza alta, è bene prestare attenzione al quantitativo da applicare, poiché sebbene la texture appaia leggera al tatto ne basta davvero una piccola quantità per sortire l’effetto sperato.

Quindi, a meno che non abbiate una pelle arida come il deserto del Sahara, vi consigliamo di evitate dosi massicce, e non solo per scongiurare inutili sprechi, visto anche il costo elevato a cui viene venduta, ma anche per permettere alla pelle di assorbirla facilmente, senza creare fastidiosi residui che, tra l’altro, potrebbero occludere i pori e impedire al derma di respirare.

Inoltre, si rivela ideale anche come base per il trucco, in modo da apportare al viso l’idratazione necessaria per facilitare la successiva stesura dei prodotti per il make up, soprattutto in caso di fondotinta e ciprie compatte che tendono a seccare la pelle, rendendola arida e screpolata.

 

Acquista su Amazon.it (€39.9)

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.08.20

 

Principale vantaggio

Dieci volte più concentrato di una tradizionale crema idratante, questo siero a marchio Venus presenta un’elevata concentrazione di acido ialuronico puro capace di migliorare fin dalle prime applicazioni l’aspetto della pelle segnata da rughe e segni di disidratazione, il tutto apportando tono e compattezza ai lineamenti del viso senza appesantire o lasciare antiestetiche patine lucide. 

 

Principale svantaggio

Per quanto l’INCI appaia delicato e caratterizzato da numerosi ingredienti di origine naturale, nella formulazione sono comunque presenti siliconi e parabeni che potrebbero generare irritazioni e reazioni allergiche in caso di cute sensibile o reattiva.

 

Verdetto: 8.9/10

Il formato da 30 ml viene venduto a un prezzo ragionevole in rapporto alla buona qualità complessiva e ai risultati offerti; inoltre, è dotato di una pratica pipetta contagocce che permette di impiegare sempre la giusta quantità di soluzione, evitando inutili sprechi.

Acquista su Amazon.it (€14.16)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Con acido ialuronico puro

Chi ha una pelle che necessita di un’intensa idratazione per ridurre efficacemente le rughe già presenti sul viso e prevenirne la futura comparsa, potrà trovare un valido alleato nell’acido ialuronico.

Perché? Il motivo è molto semplice: si tratta di una sostanza, già naturalmente presente nei tessuti connettivi, che conferisce alla pelle le sue innate caratteristiche di resistenza e compattezza. Tuttavia, con il passare del tempo, soprattutto quando si supera la soglia degli “anta”, la sua produzione spontanea da parte dell’organismo tende a diminuire drasticamente, comportando un progressivo cedimento cutaneo che porta alla conseguente formazione delle tanto odiate rughe.

Per prevenirne la comparsa e migliorare l’aspetto di quelle già presenti sul volto, la soluzione migliore è applicare quotidianamente un buon acido ialuronico (i migliori modelli) come questo a marchio Venus, forte di una consistenza fluida e leggera che promette di apportare turgore e compattezza dove mancano, senza appesantire troppo il derma.

Ciò è possibile grazie alla perfetta combinazione di molecole a basso e medio peso molecolare, capaci di penetrare negli strati profondi dell’epidermide per trattenere efficacemente le particelle d’acqua e raggiungere così il massimo effetto tensore.

In questo modo, i tessuti sottocutanei potranno beneficiare di una maggiore idratazione che permetterà alle cellule epiteliali di avviare i loro naturali meccanismi di autoriparazione, in modo da sollevare e riempire le rughe direttamente dall’interno, ottenendo un immediato effetto lifting.

Risultati visibili fin dalle prime applicazioni

Oltre al prezzo, un’altra discriminante che può determinare la scelta di un siero all’acido ialuronico, è l’efficacia del cosmetico, ossia i risultati che è in grado di apportare dopo un certo numero di applicazioni. Ebbene, da questo punto di vista il filler Venus Hyaluronic Acid C/Attivi non deluderà le aspettative, e lo confermano i numerosi feedback positivi lasciati dalle utenti che lo hanno acquistato.

Nella formulazione del prodotto, oltre al già citato acido ialuronico a basso e medio peso molecolare, figura anche la glicerina che, dopo l’acqua, è l’ingrediente più utilizzato nei trattamenti anti-age. Le sue spiccate proprietà idratanti, infatti, sono in grado di prevenire la perdita di umidità da parte dei tessuti cutanei, proteggendo al contempo la pelle dall’azione dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento ossidativo.

Ma la domanda è: questo siero funziona oppure no? Diverse utenti, nel commentare il cosmetico, parlano di risultati quasi immediati, quindi la risposta è sicuramente sì, purché se ne faccia un uso costante in associazione a una beauty routine quotidiana completa e corretta.

Già dopo le prime applicazioni, aiuta a recuperare l’idratazione e la compattezza ormai perdute, prevenendo la comparsa di nuovi inestetismi dovuti alla secchezza epiteliale e all’azione dannosa degli agenti esterni, come freddo, smog e raggi UV.

Tuttavia, ci preme precisare che per quanto il siero di Venus si serva di ingredienti di origine naturale e certificati, il suo INCI non è esente da conservanti e parabeni che potrebbero ledere il normale equilibrio fisiologico delle pelli più sensibili, nel qual caso sarebbe preferibile optare per un cosmetico di stampo biologico.

 

Modalità di applicazione

Una delle caratteristiche più apprezzate del Venus Hyaluronic Acid C/Attivi è la sua spiccata praticità di applicazione, dovuta a una texture fluida e leggera che lo rende facile da stendere e da dosare.

A differenza di altri prodotti simili, ne basta davvero un piccolo quantitativo per ripristinare le riserve idriche di cui necessitano le cellule epiteliali per apportare idratazione e turgore ai tessuti cutanei. Inoltre, non si correrà il rischio di applicare più prodotto del necessario, poiché il flacone da 50 ml è provvisto di un pratico contagocce che permette di dosare sempre la giusta quantità di siero da stendere sul viso.

Inoltre, la sua consistenza liquida viene assorbita rapidamente dalla pelle senza appesantire o lasciare antiestetiche patine lucide, assicurando una prolungata sensazione di freschezza che permane per tutto il giorno.

 

Acquista su Amazon.it (€14.16)

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.08.20

 

CC cream – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

Le CC cream (acronimo di “Color Control cream”) stanno letteralmente spopolando nel mondo della cosmetica grazie alla loro capacità di nutrire la pelle e, allo stesso tempo, di perfezionare il colorito dell’incarnato. Pur trattandosi di una formulazione relativamente nuova, l’offerta sul mercato è molto ricca e variegata, quindi se non volete farvi cogliere impreparate meglio avere qualche dritta che vi aiuti a scegliere il prodotto dal miglior rapporto qualità/prezzo. Come per esempio la Erborian CC cream Dorè, che sfrutta le proprietà eudermiche della Centella Asiatica per migliorare l’idratazione della pelle, proteggendola dai radicali liberi e dalla secchezza. Se invece preferite affidarvi a un brand più conosciuto, senza badare troppo al prezzo, allora la Correction Complete di Chanel è la scelta giusta.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori CC cream – Classifica 2020

 

Quella che segue è una classifica delle otto migliori CC cream attualmente disponibili sul mercato. Sono state selezionate dal nostro team tenendo conto delle recensioni e dei pareri delle utenti che le hanno provate, senza ovviamente trascurare il rapporto tra qualità e prezzo messo in campo dalle migliori marche del settore.

 

 

CC cream Erborian

 

1. Erborian CC cream Dorè Centella Asiatica

 

Se avete dei dubbi su quale CC cream comprare, noi vi consigliamo quella di Erborian, che rientra tra i prodotti più venduti e apprezzati del momento, sia per l’eccellente capacità coprente sia per la sua texture leggera che non unge.

Grazie agli esclusivi pigmenti “Color Controlling” che si adattano automaticamente al colorito naturale dell’incarnato, si pone come efficace trattamento multitasking per nutrire la pelle in profondità e nascondere le piccole imperfezioni del viso.

Tra i suoi ingredienti spiccano in particolare la Centella Asiatica, ben nota per le sue proprietà emollienti e antiossidanti, e l’Adenosina che, in virtù dell’elevato contenuto di vitamina B3, si propone di proteggere il derma dalla proliferazione dei radicali liberi, migliorando l’elasticità e la compattezza della pelle.

A fronte di tutte queste caratteristiche e del discreto rapporto qualità/prezzo, abbiamo deciso di assegnarle il titolo di migliore CC cream del 2020, sebbene l’unica pecca sia la disponibilità di poche colorazioni tra cui scegliere.

 

Pro

Anti-age: L’esclusiva formula a base di estratti di Centella Asiatica e Adenosina, rende la CC Cream Erborian la scelta d’elezione di chi vuole contrastare lo skin aging per avere una pelle più tonica e radiosa.

Color Controlling: Assicura una copertura uniforme e leggera grazie agli esclusivi pigmenti “Color Controlling” progettati per adattarsi al colorito naturale della carnagione senza creare il minimo effetto “maschera”.

Pratica: Proposta in un pratico formato tascabile da 15 ml, risulta ideale per chi ha la necessità di portare il cosmetico con sé in viaggio o fuori casa.

 

Contro

Tonalità: Purtroppo, il cosmetico è disponibile in sole due shade (light e medium), lasciando poco margine di scelta a chi ha un incarnato più scuro o abbronzato.

Acquista su Amazon.it (€21.8)

 

 

 

CC cream Chanel

 

2. Chanel CC Cream Correction Compete Spf50 Beige

 

Tra i prodotti venduti online che hanno meritato di entrare nella nostra top 8 delle migliori CC cream del 2020, quella di Chanel è la più costosa, ma nonostante questo ha fatto incetta di elogi e riconoscimenti da parte delle utenti che l’hanno scelta.

È sicuramente tra i cosmetici di punta dell’azienda, poiché basato su una formula multifunzione capace di nutrire, uniformare e dare un tocco di luminosità all’incarnato già con una sola passata. La sua consistenza leggera e fluida offre una buon effetto coprente per mascherare le imperfezioni e le irregolarità della pelle, senza ungere o lasciare antiestetiche patine lucide sulla zona T del volto.

Come anticipato, non si tratta del prodotto più economico attualmente disponibile in commercio, ma ha dalla sua un SPF 50 che si propone di salvaguardare la pelle dagli effetti dannosi del photoaging, ponendosi quindi come scelta ideale per chi vuole proteggersi dai deleteri raggi UV sia in estate sia durante la stagione fredda.

 

Pro

Completa: Oltre a uniformare la grana della pelle con un effetto assolutamente naturale, idrata a fondo il derma grazie all’esclusivo complesso multivitaminico che apporta nutrimento e compattezza dove mancano.

SPF: Altro tratto distintivo del cosmetico è il filtro solare 50 che assicura una buona protezione dai raggi UVA e UVB per tutto l’anno

Delicata: La CC cream Chanel Correction Compete vanta una formula leggera e ultra delicata capace di rispettare il naturale equilibrio epidermico delle pelli più sensibili.

 

Contro

Costosa: Sarà anche una crema di qualità superiore, ma sta di fatto che il prezzo a cui viene venduta non la rende accessibile per tutte le tasche.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

CC cream L’Erbolario

 

3. L’Erbolario CC Cream Caramel SPF 20

 

Se non volete spendere un occhio della testa per una crema colorata, ma nemmeno rinunciare alla qualità, la CC cream L’Erbolario è la soluzione giusta per voi. Disponibile in due tonalità per pelli chiare e medio-scure, sfrutta le proprietà idratanti e antiossidanti dell’acido ialuronico per apportare nutrimento e turgore alle zone del viso segnate da rughe e occhiaie, migliorandone l’aspetto già dopo sole quattro settimane dall’inizio del trattamento.

Nulla di nuovo, in effetti, visto che in vendita si possono trovare numerose creme colorate con attivi anti-age, ma a differenza di questi ultimi il prodotto di L’Erbolario è formulato con acido ialuronico ad alto, medio e basso peso molecolare per raggiungere il massimo effetto tensore e riempire le rughe direttamente dall’interno.

Inoltre, grazie al finish opaco promette di uniformare il colorito dell’incarnato senza alcun effetto comedogenico, eliminando le discromie e il sebo in eccesso anche in caso di cute grassa o seborroica.

 

Pro

Anti-age: L’azione emolliente e idratante dell’acido ialuronico a tre pesi molecolari contrasta l’azione dannosa dei radicali liberi per prevenire e ridurre la formazione delle rughe.

Per tutti i tipi di pelle: Quella di L’Erbolario è una CC cream non comedogena e dal finish matt che si propone di tenere sotto controllo la lucidità cutanea senza appesantire o ungere, risultando quindi adatta per tutti i tipi di pelle.

Illuminante: La sua formula potenziata con estratti di semi di farro e fiori di porcellana è in grado di lenire i segni della stanchezza e di illuminare, al contempo, i lineamenti del viso con un effetto assolutamente naturale.

 

Contro

Filtro solare: In comparazione ad altre CC cream nella stessa fascia di prezzo, ha un SPF piuttosto basso che non la rende adatta per chi cerca un efficace schermo protettivo contro i raggi UV.

Acquista su Amazon.it (€26.39)

 

 

 

CC cream La Roche Posay

 

4. La Roche Posay CC Cream Rosaliac Daily Complete

 

La CC Cream La Roche Posay fa ampio sfoggio delle proprie doti emollienti e lenitive per donare maggiore tonicità e idratazione al derma giorno dopo giorno. Dermatologicamente testata per essere rispettosa anche delle pelli più sensibili, sfrutta l’innovativa formula “quick dissolving” brevettata dall’azienda per nascondere le macchie cutanee e i rossori con un effetto illuminante e rinfrescante sull’incarnato.

Non solo, il suo SPF 30 ad ampio spettro protegge la pelle delicata del viso dai raggi UVA e UVB per contrastare il tanto temuto photoaging responsabile della comparsa di rughe e inestetismi, apportando diversi effetti benefici senza occludere i pori o risultare eccessivamente pesante.

ll flacone da 50 ml, inoltre, risulta perfetto per chi non ha molta dimestichezza con questo genere di cosmetici, poiché dotato di un praticissimo tappo dosatore che permette di utilizzare sempre la giusta quantità di crema da stendere sul viso, evitando dosi massicce che potrebbero compromettere la buona riuscita del trucco.

 

Pro

Tecnologia “quick dissolving”: Il prodotto di La Roche Posay vanta una texture leggera ed estremamente delicata che si assorbe velocemente senza lasciare untuosità o creare un antiestetico effetto “cakey”.

Formato: Viene venduto in un pratico flacone da 50 ml dotato di un comodo tappo dosatore che permette di applicare sempre il giusto quantitativo di crema evitando gli sprechi.

Dermatologicamente testato: Idrata istantaneamente e aiuta a ridurre la comparsa di arrossamenti visibili sul volto, mentre l’assenza di conservanti e parabeni la rende adatta anche per le pelli più sensibili.

 

Contro

Pelle grassa: Chi ha un epidermide particolarmente grassa dovrebbe valutare altre offerte, poiché il prodotto non si presta ad assorbire il sebo in eccesso che tende a formarsi sulla zona T del volto.

Acquista su Amazon.it (€35)

 

 

 

CC cream It Cosmetics

 

5. It Cosmetics CC cream Your Skin But Better

 

Perché scegliere la CC cream It Cosmetics? Innanzitutto, perché è il best seller dell’azienda americana, oggi appartenente al gruppo L’Oréal, e poi perché è tra i pochi che riesce a combinare alla perfezione le qualità coprenti di un fondotinta a quelle idratanti ed elasticizzanti di un siero anti-age.

Inoltre, dispone di un filtro solare 50+ che risultata più efficace nella protezione contro le scottature, riducendo l’insorgenza di macchie cutanee ed eritemi. La formula arricchita con collagene idrolizzato, peptidi, niacina e acido ialuronico permette di minimizzare le imperfezioni del viso e le rughe generate dallo stress ossidativo, apportando una buona fonte di idratazione alle cellule cutanee per incentivare l’attivazione dei loro naturali meccanismi di autoriparazione.

L’unico appunto che possiamo muovere al prodotto è la sua consistenza densa e piuttosto corposa che la rende difficile da dosare e da applicare, ma a parte questo non ci sono altri difetti che potrebbero scoraggiarne l’acquisto.

 

Pro

Effetto anti-age: Grazie alla sua formula potenziata con collagene idrolizzato, peptidi, niacina e acido ialuronico, assicura un’idratazione profonda per attenuare le imperfezioni e rallentare il processo di invecchiamento cutaneo.

SPF: La consigliamo soprattutto a quante hanno la necessità di proteggere la pelle delicata del viso dai dannosi raggi solari, poiché provvista di un SPF 50+.

Coprenza: Disponibile in dodici colorazioni per adattarsi a qualsiasi sottotono di pelle, vanta un buon effetto coprente che permette di nascondere in modo efficace tutte le imperfezioni cutanee.

 

Contro

Texture: Sulla qualità del prodotto in sé nulla da recriminare, mentre a destare qualche perplessità è stata la sua consistenza abbastanza densa che costringe a prestare maggiore attenzione sul quantitativo da applicare.

Acquista su Amazon.it (€53.99)

 

 

 

CC cream Clinique

 

6. Clinique CC cream Superdefense Light Medium

 

La Superdefense di Clinique si attesta fra le CC cream più apprezzate nel settore cosmetico perché, a fronte di una qualità compositiva di tutto rispetto, viene proposta a un prezzo abbastanza conveniente.

Aspetto fondamentale di questo cosmetico è la sua capacità di assorbirsi rapidamente senza ungere o lasciare residui oleosi, il che la rende ideale sia per le pelli grasse sia per quelle secche che necessitano di un’idratazione profonda.

Giudizi positivi anche in merito alla durata, visto che una volta stesa sulla pelle resta al suo posto senza mai perdere di intensità, assicurando una copertura impeccabile fino a otto ore dall’applicazione. Inoltre, la disponibilità di cinque colorazioni permette di individuare facilmente la tonalità adatta al proprio sottotono di pelle, ma senza mai arrivare all’effetto lucido.

L’unico limite del cosmetico, purtroppo, riguarda la sua finitura opaca che, rispetto ad altre CC cream, non gli permette di apportare luminosità all’incarnato, a meno che non si decida di applicare un primer illuminante subito dopo la stesura.

 

Pro

Leggera: La CC cream Clinique Superdefense presenta una consistenza ricca ma leggera che si assorbe rapidamente e non lascia antiestetiche chiazze di colore sul volto, restituendo quindi una user experience davvero piacevole.

Durata: Una volta applicata, si fissa sulla pelle per diverse ore senza mai perdere di intensità, assicurando una tenuta fino a otto ore.

Tonalità: L’utente ha la possibilità di scegliere, tra le cinque tonalità disponibili, quella che meglio si adatta al proprio colorito di pelle.

 

Contro

Opacizzante: A causa del suo finish opaco non apporta alcun effetto illuminante, per cui  non la consigliamo a chi vuole lenire i segni della stanchezza e donare luminosità ai lineamenti.

Acquista su Amazon.it (€33.4)

 

 

 

CC cream bio

 

7. So’Bio Étic CC cream Correcteur De Teint 5 in 1

 

Tra i nostri consigli d’acquisto non poteva mancare una CC cream bio pensata per le donne che, avendo una pelle molto sensibile o reattiva, non possono utilizzare i tradizionali prodotti per il make up.

Non a caso, ciò che differenzia la Correcteur De Teint 5 in 1 è il suo INCI di stampo “bio” ricco di ingredienti di origine naturale: oltre all’estratto di Ginkgo Biloba, ben noto per le sue proprietà antiossidanti e lenitive, nella formula sono presenti dei pigmenti minerali che si propongono di nascondere le piccole imperfezioni del viso lasciando inalterata la naturale barriera protettiva della pelle.

Pur essendo un cosmetico dalla texture leggera e rispettoso del delicato equilibrio epidermico del viso, può essere acquistato a un prezzo molto conveniente che non costringe a fare grossi sacrifici, sebbene l’unico limite sia la presenza di un filtro solare 10 che non assicura una schermatura totale contro i raggi UV.

 

Pro

Biologico: L’INCI del prodotto parla chiaro: niente parabeni e derivati petrolchimici che potrebbero causare irritazioni o pericolose reazioni allergiche nei soggetti più sensibili.

Rapporto qualità/prezzo: Il formato da 30 ml viene venduto a un prezzo conveniente, soprattutto a fronte di una composizione pregevole che rispetta il delicato equilibrio idrolipidico della pelle.

Illuminante: Formulato con pigmenti correttivi e perle illuminanti di origine minerale, è in grado di nascondere le piccole imperfezioni del viso, donando allo stesso tempo un buon effetto illuminante.

 

Contro

Protezione solare: Pur essendo un prodotto di eccellente qualità, dispone di un SPF 10 che non assicura un’efficace schermatura contro i raggi UV durante il periodo estivo.

Acquista su Amazon.it (€10.8)

 

 

 

CC cream L’Oréal

 

8. L’Oréal Paris CC Cream C’est Magic

 

Chiude la nostra classifica la CC cream L’Oréal Paris C’est Magic, arricchita con oli volatili per permettere un’applicazione facile e uniforme anche alle meno esperte. Grazie all’olio di cocco si propone di donare idratazione e nutrimento in caso di cute secca, mentre l’estratto di tè verde e il burro di karité favoriscono la produzione del collagene per promuovere il rinnovamento cellulare e rendere la pelle più elastica e luminosa.

La coprenza è di buon livello, anche se sulle imperfezioni più evidenti e marcate non è in grado di assicurare le stesse performance di un fondotinta, ma si può comunque ovviare il problema applicando un correttore specifico che aiuti ad attenuare i rossori e le occhiaie.

Pur rimanendo discretamente leggera sul viso, è capace di resistere fino a otto ore senza problemi, mentre gli attivi antiossidanti e la protezione SPF 20 completano il quadro di una CC cream molto gettonata tra le utenti sia per il convincente rapporto qualità/prezzo sia perché fa bene il suo lavoro.

 

Pro

Nutriente: A rendere valida la CC cream C’est Magic è la sua formula arricchita con olio di cocco e burro di Karitè che idrata a fondo la pelle proteggendola dai radicali liberi.

Illuminante: Grazie alle perle illuminanti presenti nella sua composizione, il prodotto esalta i lineamenti del viso e infonde luminosità all’incarnato per un effetto shimmer davvero sorprendente.

Prezzo: La qualità e l’esperienza del marchio L’Oréal trovano conferma anche in questa crema colorata, che può essere acquistata a un prezzo molto vantaggioso.

 

Contro

Coprenza: Visto che si tratta di una CC cream dalla texture molto leggera, è chiaro che non si potrà pretendere lo stesso effetto coprente di un tradizionale fondotinta, risultando di conseguenza poco adatta per chi ha la necessità di nascondere le imperfezioni più marcate ed evidenti. 

Acquista su Amazon.it (€11.45)

 

 

 

Guida per comprare una CC cream

 

Bilanciare l’utilizzo del make up e la propria skin care quotidiana non è mai stato così semplice grazie alle CC cream, dei cosmetici a metà strada tra una tradizionale crema idratante e un fondotinta dalla coprenza medio-bassa. In questa guida troverete degli utili consigli che vi aiuteranno a capire come scegliere una buona CC cream in base alle vostre esigenze e possibilità di spesa.

Cosa sono le CC cream

Sorelle maggiori delle blemish balm cream, le CC cream sono ormai diventate un must have irrinunciabile nella beauty routine di ogni donna, poiché hanno la capacità di idratare la pelle in profondità e, allo stesso tempo, di perfezionare il colorito dell’incarnato grazie ai pigmenti colorati presenti nella loro formulazione.

In effetti, la sigla CC sta proprio per “Colour Control”, per cui è abbastanza evidente che la loro funzione è quella di migliorare la grana della pelle, rendendola più luminosa e compatta. Questi cosmetici, inoltre, assicurano un effetto più uniforme rispetto ai tradizionali fondotinta, nascondendo le imperfezioni senza ledere il benessere del derma.

Allo stesso modo, garantiscono un’efficace protezione contro i raggi UV grazie ai filtri solari presenti nella formula, così da rallentare gli effetti del tanto temuto skin aging. Inoltre, a differenza delle BB cream, risultano più coprenti e permettono, pertanto, di celare la maggior parte degli inestetismi della pelle, lasciandola libera di respirare per un effetto bonne mine assolutamente naturale.

 

A ogni pelle la sua CC cream

È chiaro, dunque, che le CC cream hanno totalmente rivoluzionato il mercato dei prodotti per il make up: si tratta, infatti, di cosmetici che si comportano come dei fondotinta coprenti quando si rende necessario nascondere le imperfezioni del viso, svolgendo al contempo le tipiche funzioni di una crema idratante per apportare nutrimento alla pelle.

Responsabili verso l’equilibrio cutaneo, sono la soluzione ideale per quante non sono avvezze ad applicare molti trucchi sul viso e preferiscono, pertanto, utilizzare un prodotto multitasking che, con un’unica applicazione, permetta di semplificare la routine quotidiana del trucco.

La cosa importante, però, è individuare una formulazione che sia in perfetta armonia con le proprie caratteristiche cutanee, in modo da ottenere l’effetto sperato senza appesantire troppo il derma o comprometterne il delicato equilibrio idrolipidico.

Partendo dal presupposto che tutte le CC cream contengono attivi nutrienti capaci di contrastare attivamente l’invecchiamento ossidativo e favorire l’idratazione epidermica, resta da capire quale formula scegliere in base al proprio tipo di pelle. Per quelle secche, la scelta migliore sono i prodotti dalla texture liquida e leggera, così da mantenere il viso fresco e idratato, proteggendolo dagli agenti atmosferici e dalle alterazioni dovute allo stress ossidativo.

Se, poi, l’incedere del tempo ha lasciato sulla pelle rughe e inestetismi molto evidenti, si potrà fare affidamento sulle CC cream a effetto anti-age, formulate cioè con attivi antiossidanti (come l’acido ialuronico e la vitamina E) che si propongono di contrastare la proliferazione dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare.

Avete una pelle grassa o seborroica? Tranquille, il settore cosmetico ha pensato anche a voi proponendo creme colorate ad azione opacizzante capaci di regolarizzare la produzione di sebo, donando all’insieme un plus lenitivo e astringente che vi farà dire finalmente addio al tanto temuto effetto lucido.

L’importanza della composizione

In tutte le CC cream, oltre alle molecole di base ad azione idratante, ci sono sostanze chiamate “funzionali” che, a seconda della composizione del cosmetico, hanno un obiettivo specifico. Il problema, però, è che non sempre gli ingredienti impiegati per la formulazione di questi prodotti, soprattutto se proposti a prezzi bassi, possono considerarsi sicuri per la pelle.

Imparare a leggere l’INCI (acronimo di International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) è, quindi, una buona base da cui partire per evitare di scegliere una CC cream che potrebbe scatenare allergie o irritare il derma.

Ora, con questo non vogliamo insinuare che i prodotti formulati con siliconi e parabeni siano il male assoluto, ma piuttosto che chi ha una pelle molto sensibile o reattiva dovrebbe tenersi a debita distanza da queste componenti, che oltre a compromettere il delicato equilibrio epidermico della pelle, potrebbero generare la comparsa di sfoghi cutanei e gonfiori a livello locale.

Infine, dal momento che le CC cream sono creme colorate che vanno a sostituire i tradizionali fondotinta, un altro elemento da valutare con attenzione è ovviamente la tonalità del prodotto, che dovrebbe armonizzarsi alla perfezione con quella del proprio incarnato. 

Scegliere il colore sbagliato, soprattutto quando si acquista online, rischia infatti di rendere la base trucco disomogenea e con quell’antiestetico effetto “mascherone” che non piace proprio a nessuno, per cui è fondamentale individuare il proprio sottotono di pelle per essere sicure di fare il giusto acquisto.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Cosa significa CC cream?

La sigla CC sta per “Color Control” e questo significa che la composizione di questi cosmetici ha come obiettivo quello di creare una buona base per il trucco che, oltre a uniformare il colorito dell’incarnato, si proponga di attenuare le macchie cutanee e le imperfezioni presenti sul viso, rendendolo più uniforme e levigato.

 

Coma applicare la CC cream?

Applicare la CC cream è molto semplice, anche per chi non ha molta dimestichezza con il make up. La sua texture simile a quella di una tradizionale crema idratante permette, infatti, di stendere il colore uniformemente su tutte le zone del viso senza creare sgradevoli chiazze di colore che potrebbero rendere il trucco troppo carico o eccessivamente artefatto.

 

Differenza tra BB cream e CC cream?

In effetti, si tende spesso a fare confusione tra BB e CC cream, quando in realtà hanno proprietà e funzioni piuttosto diverse. Innanzitutto, è fondamentale chiarire che le blemish balm cream sono dei cosmetici ad azione idratante che offrono una copertura molto leggera, per cui sono indicate per quante vogliono apportare nutrimento alla pelle e realizzare, al contempo, un look più acqua e sapone. La CC cream, invece, assicurano una pigmentazione maggiore per uniformare il colorito dell’incarnato e nascondere le imperfezioni, in modo da idratare e levigare la pelle allo stesso tempo. 

 

Quanto dura la CC cream?

Un importante fattore che distingue le CC cream in commercio, e che può farci propendere per un prodotto piuttosto che un altro, è sicuramente la durata, che può variare in base alla formulazione del cosmetico. 

La scelta, in questi casi, deve tenere conto delle proprie esigenze personali, dal momento che è possibile optare sia per una crema colorata che, una volta applicata sul viso, si fissa sulla pelle per diverse ore senza rischio che il colore perda di intensità, sia per una formula più leggera e delicata, ma dalla tenuta decisamente meno duratura.

 

Dove acquistare una CC cream?

Potete trovare delle ottime CC cream in profumeria o nei negozi di cosmetica, ma se siete soliti confrontare i prezzi dei prodotti per individuare le migliori offerte sul mercato, i canali di vendita online vi garantiranno un maggiore margine di scelta.

 

 

 

Come utilizzare un CC cream

 

Chi non ha molto tempo da dedicare alla propria skincare quotidiana può fare affidamento sulle CC cream, che grazie alla loro formula innovativa, risultano facili da applicare e lasciano la pelle morbida e setosa, nascondendo le imperfezioni del viso. 

Tuttavia, per ottenere l’effetto sperato non basta acquistare la migliore crema colorata disponibile in commercio, ma bisogna imparare a utilizzarla in modo corretto. Per saperne di più continuate a leggere la nostra guida, che vi spiegherà come realizzare un make up impeccabile degno di un professionista.

Preparare la pelle in modo adeguato

Dal momento che la CC cream è un prodotto a metà strada tra un fondotinta e un vero e proprio trattamento cosmetico, non sarà necessario applicare un primer o una crema idratante prima della stesura. Tuttavia, questo non significa che la pelle non vada preparata in modo adeguato prima di procedere con l’applicazione, ma anzi sarà necessario detergerla a fondo per eliminare tutte le impurità e le cellule morte che potrebbero compromettere il risultato finale.

Per prima cosa, bisogna utilizzare un detergente per il viso adatto al proprio tipo di pelle, meglio se delicato e privo di alcol: dopo averne versato qualche goccia su un dischetto di cotone, passatelo delicatamente su tutto il viso con dei piccoli movimenti circolari, senza ovviamente trascurare il décolleté e la zona perioculare. Una volta completato questo passaggio, risciacquate con acqua tiepida per eliminare ogni residuo di prodotto, e asciugate tamponando delicatamente con un asciugamano morbido.

Se la grana della pelle appare particolarmente irregolare e poco omogenea, potete anche effettuare uno scrub esfoliante per rimuovere le cellule morte che rendono l’incarnato spento e ingrigito, così da permettere agli attivi idratanti della CC cream di penetrare in profondità e di svolgere al meglio il loro compito.

 

Come applicare la CC cream

Come già anticipato, il principale vantaggio legato all’utilizzo della CC cream risiede nella sua texture leggera e cremosa che la rende facile da applicare e da dosare. Una volta detersa la pelle, si potrà procedere con la stesura della crema colorata, sfumandola sul viso con le dita o una spugnetta in lattice (come quelle che si usano per i fondotinta) fino a ottenere un risultato uniforme.

Attenzione però, se volete realizzare un maquillage da dieci e lode vi consigliamo di usare anche un buon correttore per le occhiaie, poiché l’effetto coprente della CC cream potrebbe non essere sufficiente per minimizzare gli inestetismi più evidenti e marcati.

A fine giornata, sarà possibile rimuovere la crema colorata dal viso come qualsiasi altro prodotto per il make up, quindi con del latte detergente o un comune tonico struccante, per poi concludere il trattamento tonificando il derma con la propria crema idratante abituale.

Anche per i capelli

Ebbene sì, a dispetto di quanto si possa immaginare, le CC cream non sono solo per il viso ma anche per i capelli. Si tratta, in genere, di maschere a effetto nutriente da applicare sulla chioma dopo lo shampoo e da lasciare in posa per un massimo di dieci/quindici minuti.

Castano nocciola, biondo caramello, nero liquirizia, sono disponibili in diverse tonalità che si propongono di ravvivare il colore naturale dei capelli e di accentuare i riflessi, restituendo al contempo nutrimento e idratazione alla fibra capillare.

Ovviamente, non si tratta di una tinta vera e propria o di uno schiarente, quindi non si potranno pretendere gli stessi risultati, ma risulta comunque ideale per chi vuole apportare vitalità e lucentezza alla chioma con un effetto leggermente riflessante.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.08.20

 

In questo post vi proponiamo cinque ricette facili e veloci per preparare una beauty mask fai da te, che si prenda cura della pelle con i ringraziamenti del portafoglio.

 

Le maschere per il viso sono delle ottime alleate di bellezza, poiché migliorano il benessere e l’aspetto della pelle, rendendola morbida, radiosa e idratata. Per ottenere risultati apprezzabili, però, è importante effettuare il trattamento regolarmente, anche due volte a settimana se necessario, e scegliere un prodotto specifico adatto alle proprie esigenze e al proprio tipo di pelle.

Chi considera la maschera viso un appuntamento giornaliero e non settimanale, sa bene quanto questa abitudine possa diventare costosa: in tessuto, peel off, idratanti, antiage, fermarsi diventa quasi impossibile ed ecco che il budget riservato alla bellezza inizia a ridursi inesorabilmente.

Una passione a cui rinunciare quindi? Forse no. Già perché una soluzione low cost esiste ed è anche molto efficace: la cosmesi fai da te. Non dimentichiamoci, d’altronde, che la natura ci fornisce tutto ciò di cui abbiamo bisogno per prenderci cura del nostro corpo, compresi gli ingredienti necessari per preparare in casa la migliore maschera viso per la nostra tipologia di pelle.

Basta, dunque, attingere dalla propria dispensa per effettuare un trattamento mirato ed efficace a cui poter ricorrere tutte le volte che si desidera, visto che, oltre alla pelle, anche il portafoglio ne trarrà notevoli benefici. Curiose di scoprire le nostre ricette per realizzare delle ottime maschere home made con prodotti sicuri e 100% naturali? Allora preparate ciotole e pennelli, che iniziamo.

 

1. Maschera viso per pelle secca

Se avete una pelle particolarmente secca o soggetta a desquamazione localizzata, una delle maschere viso fai da te che dovete assolutamente provare è quella a base di frutta, yogurt e miele, ovviamente non da mangiare – anche se la tentazione è forte – ma da applicare almeno una o due volte a settimana sul viso.

Potete scegliere la banana o il kiwi, entrambi ricchi di vitamine antiossidanti che aiutano a contrastare l’inaridimento della pelle, mantenendola elastica e nutrita. Mescolate la polpa del frutto scelto a un cucchiaio miele e il succo di un limone e, dopo aver amalgamato bene gli ingredienti, aggiungete al composto un vasetto di yogurt bianco. La maschera così ottenuta andrà spalmata uniformemente su tutto il viso, eccezion fatta per la zona del contorno occhi e della bocca, e lasciata in posa per almeno 15 minuti.

Un’altra maschera homemade perfetta per chi ha la pelle secca può essere preparata con uovo, olio d’oliva e miele: l’albume d’uovo, infatti, si propone di nutrire a fondo la pelle, mentre il miele e l’olio contribuiscono a ripristinare il giusto livello di idratazione cutanea. Basta montare l’albume a neve e incorporare con un cucchiaio di legno l’olio extravergine d’oliva e un po’ di miele d’acacia per ottenere in pochi minuti una maschera idratante da applicare sul viso e lasciare agire per una ventina di minuti.

2. Maschera viso per pelle grassa

Avete bisogno di una maschera purificante che vi aiuti a combattere gli eccessi di sebo? Provate a frullare la polpa di una mela o un cetriolo con un cucchiaino di succo di limone, e massaggiate il composto sul viso per ottenere un immediato effetto astringente e opacizzante.

Se, invece, volete rimuovere brufoli e punti neri, la soluzione migliore è l’argilla verde, dal potere disintossicante e antinfiammatorio. Ecco come procedere: disponete l’argilla in un contenitore pulito e, dopo averla ammorbidita con i rebbi di una forchetta, aggiungete dell’acqua demineralizzata fino a ottenere un composto denso e pastoso. Applicate la maschera su tutto il viso, evitando il contorno occhi e il contorno labbra, e lasciatela in posa per una decina di minuti; poi, risciacquate con abbondante acqua tiepida.

Una terza maschera naturale che vi consigliamo di provare se avete una pelle grassa è quella a base di pera, un frutto ben noto per le sue proprietà astringenti che vi aiuterà a chiudere i pori ed eliminare quell’odioso effetto lucido sulla zona T del volto. Per prepararla frullate una pera sbucciata e il succo di un limone finché non otterrete un composto omogeneo e corposo. Applicate il preparato sul viso, dopo averlo deterso con cura, lasciatelo in posa per almeno 15 minuti e risciacquate con acqua fredda.

 

4. Maschera viso per pelle mista

A chi ha una pelle mista, ossia che presenta le caratteristiche sia della pelle secca sia di quella grassa, consigliamo una maschera naturale a base di tè verde e uva, due ingredienti rinfrescanti e lenitivi capaci di idratare la cute in profondità ma, allo stesso tempo, anche di disintossicare la zona T del volto, dove in genere si concentrano gli eccessi di sebo.

Per prima cosa procuratevi: due bustine di tè verde, 50 g di argilla verde, 10 acini di uva freddi di frigorifero e un infuso di camomilla. Dopo aver frullato l’uva con il frullatore a immersione, aggiungete l’argilla e il contenuto delle bustine di tè, servendovi dell’infuso di camomilla freddo per mescolare uniformemente il composto e renderlo più cremoso.

Un’altra maschera fai da te ideale per le pelli miste o impure è quella alla lavanda: basta pestare con un mortaio i fiori di lavanda insieme a della farina di riso e un cucchiaino di zucchero di canna; poi, bisogna addizionare le polveri con due cucchiai di gel d’aloe vera e uno di miele, mescolando il composto fino a che non diventa omogeneo e compatto.

La maschera andrà lasciata in posa per un quanto d’ora e rimossa con abbondante acqua tiepida: così facendo si noterà una progressiva riduzione sia della secchezza epiteliale sia dell’effetto lucido causato dagli eccessi di sebo.

 

5. Maschera viso anti-age

Se il problema che volete contrastare, o semplicemente prevenire, sono le rughe e gli altri segni del tempo sul volto, gli ingredienti su cui puntare sono l’avocado e l’olio d’oliva. L’avocado, infatti, è ricco di acidi grassi essenziali in grado di contrastare la proliferazione dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento ossidativo, mentre l’olio d’oliva si fa apprezzare per le sue proprietà idratanti e lenitive.

Per preparare una buona maschera anti-age basta mescolare la polpa di mezzo avocado con tre cucchiaini di olio di oliva fino a ottenere un’emulsione omogenea e senza grumi; poi, applicate il composto sul viso, accompagnando la stesura con movimenti circolari e lasciate in posa per venti minuti circa.

6. Maschera viso in tessuto

E chiudiamo in bellezza la nostra carrellata di beauty mask fai da te con un classico intramontabile: le maschere in tessuto. Perfette come trattamento d’urto per prendersi cura del proprio viso, sono disponibili in commercio già pronte e confezionate, ma se volete realizzarne una più “green”, potete utilizzare delle garze o degli scampoli, ovviamente puliti e senza coloranti, su cui andrete a praticare dei fori per occhi, naso e bocca.

Ora immergete il lembo di stoffa in un infuso a base di erbe o estratti naturali (come l’echinacea, la curcuma o la camomilla) e, dopo averlo strizzato leggermente, adagiatelo sul viso. Lasciate agire la maschera per quindici minuti, poi rimuovetela e sciacquate con acqua tiepida.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.08.20

 

Sheet mask: il nuovo trend skincare coreano che si prende cura della pelle del viso, donandole un aspetto più fresco, tonico e idratato

 

Prendersi cura della pelle del viso significa ottimizzare la propria skincare quotidiana, affidandosi a cosmetici specifici che siano in perfetta armonia con il proprio tipo di cute. Dopo un’accurata detersione e l’utilizzo di un tonico esfoliante, un’altra buona abitudine è quella di concedersi una coccola in più applicando regolarmente un’ottima maschera viso che si proponga di donare all’incarnato un aspetto più luminoso e fresco.

Non a caso, queste preparazioni cosmetiche sono oggi sempre più in voga tra le beauty addicted che amano sentirsi – perché no? – più attraenti e belle. È bene, però, precisare che le maschere di bellezza, tanto apprezzate dall’universo femminile, non sono solo un mero capriccio narcisistico per “apparire”, ma dei veri e propri trattamenti d’urto per risolvere in modo mirato una specifica problematica cutanea.

La loro efficacia, infatti, deriva dalla sapiente combinazione di principi attivi formulati per trattare diversi tipi di inestetismi che possono manifestarsi a prescindere dal sesso e dall’età, come secchezza, rughe, occhiaie, eccessi di sebo e così via.

Oltre alle tradizionali beauty mask per idratare, purificare, tonificare, detossinare e quant’altro, esistono anche versioni in tessuto che risultano più pratiche da usare e pensate appositamente per chi ha poco tempo da dedicare alla propria routine di bellezza quotidiana. Sono generalmente vendute in bustine monouso, per cui basta aprire la confezione, appoggiare la maschera sul viso e rimuoverla dopo aver atteso il tempo di posa necessario.

Questi innovativi rimedi skincare arrivano direttamente dalla Corea e stanno oggi conoscendo un periodo di grande successo perché molto facili da utilizzare e capaci di offrire risultati immediati. In questo post, vedremo nel dettaglio cosa sono queste sheet mask, come funzionano e quali sono le migliori per la propria tipologia di pelle.

 

Cosa sono le maschere in tessuto

Da quando l’universo femminile ha cominciato a prestare maggiore attenzione alla beauty routine quotidiana, le aziende cosmetiche hanno fatto passi da gigante nell’ambito della dermocosmesi, finendo così col “rubare” i principali segreti di bellezza del mondo orientale, oggi racchiusi nelle cosiddette sheet mask.

Queste innovative maschere in tessuto rappresentano, dunque, la nuova frontiera della skincare, fatta non più solo di creme e sieri anti-age, ma anche di cosmetici specifici per donare idratazione e benessere alla pelle del viso. Negli ultimi anni hanno letteralmente conquistato uomini e donne di tutto il mondo, sia per la loro spiccata praticità di utilizzo sia per la rapidità d’azione.

Si tratta, infatti, di prodotti monouso caratterizzati da uno speciale tessuto, che può essere sintetico, in cotone o cellulosa, imbevuto di sostanze ad alta concentrazione di attivi e hanno un tempo di posa che va dai 10 ai 25 minuti. Sono, inoltre, molto pratiche da usare poiché basta appoggiarle sul viso e attendere che le sostanze contenute vengano assorbite dal derma.

Questo sicuramente le rende la scelta ideale per chi ha sempre i minuti contati ma vuole coccolare la propria pelle con un trattamento specifico e, dal momento che occupano pochissimo spazio nel beauty case, possono essere portate tranquillamente in viaggio o fuori casa.

A differenza dei tradizionali trattamenti all’argilla o in crema, non necessitano di risciacquo, non colano e sono subito pronte all’uso, mentre la loro efficacia è data dall’associazione di ingredienti funzionali e attivi che si fanno apprezzare sia per il loro effetto intensivo sia per la velocità con cui agiscono.

Proprio per questa ragione, le sheet mask vengono considerate dei veri e propri trattamenti d’urto, poiché contengono un’elevata concentrazione di principi attivi che assicurano risultati più efficaci e immediatamente visibili.

Come si usano

Come già sottolineato, il principale vantaggio delle maschere in tessuto è la praticità d’uso, ma per ottenere i benefici sperati è importante imparare a utilizzarle in modo corretto. Come ogni altro trattamento cosmetico, prima di applicare la maschera bisogna rimuovere le impurità e i residui di trucco che impedirebbero alle sostanze contenute di penetrare negli strati profondi del derma e di svolgere il loro lavoro.

Per pulire e detergere il viso in profondità, è bene usare un buon tonico o dell’acqua micellare dalla formula delicata che non vada ad alterare il pH epidermico e la naturale barriera idrolipidica che riveste la pelle naturalmente e la protegge dagli agenti esterni.

Per quanto riguarda le tempistiche, gli esperti consigliano di effettuare il trattamento soprattutto di sera, che è il momento della giornata in cui l’epidermide attiva i suo naturali meccanismi di autoriparazione; ma nulla ovviamente vi vieta di applicare la maschera al mattino presto o in qualsiasi altro momento della giornata.

Tutte le sheet mask, inoltre, sono pre-sagomate con apposite aperture per gli occhi e la bocca in modo che aderiscano perfettamente al viso. Questo significa che, una volta applicata, potrete dedicarvi ad altre attività senza timore che coli o si sposti, e trascorso il tempo di posa indicato sulla confezione, si potrà rimuoverla come fosse una pellicola.

Le tipologie

In vendita ci sono tantissime maschere in tessuto tra cui scegliere, ognuna delle quali assolve il suo compito specifico per rispondere a determinate esigenze cutanee. Ma come individuare il trattamento giusto tra i tanti disponibili sul mercato?

I criteri da rispettare sono due: il primo è il tipo di problema che si vuole contrastare, mentre il secondo riguarda la tipologia di pelle, che può essere secca, mista, grassa, matura o sensibile.

Per chi aspira ad avere un viso radioso ed elastico, le maschere viso più indicate sono certamente quelle idratanti, poiché ricche di principi attivi ad azione nutriente e riparatrice (come oli e burri vegetali), che si propongono di mantenere il giusto livello di umidità tra i tessuti epiteliali.

Chi ha una cute grassa o impura, invece, potrà fare affidamento sulle maschere in tessuto a effetto purificante, così da ridurre gli eccessi di sebo che favoriscono la comparsa di brufoli e comedoni; mentre in caso di pelle mista, che tende a essere secca in specifiche aree del volto e grassa nella zona T, sarebbe opportuno effettuare il cosiddetto multimasking, che consiste nell’applicazione di maschere specifiche a seconda della zona da trattare.

Ci sono, poi, prodotti pensati per contrastare i segni dell’invecchiamento cutaneo e far apparire il viso più giovane e disteso. Sono, in genere, formulati a base di attivi ristrutturanti – come l’acido ialuronico e il collagene, tanto per citarne alcuni – capaci di compensare le carenze che la pelle subisce con il passare degli anni. 

Infine, chi ha una cute sensibile che tende a irritarsi facilmente, dovrà scegliere con maggiore attenzione il cosmetico da applicare, che dovrebbe essere formulato solo con ingredienti naturali e certificati, senza aggiunta di sostanze chimiche aggressive che andrebbero ad alterare il delicato pH cutaneo.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.08.20

 

La bellezza non è una questione di genere ma di stile. In questa guida scopriremo quali sono i rituali di benessere a misura d’uomo per avere un look curato e un’impagabile sensazione di relax.

 

Creme idratanti, detersione quotidiana, sieri anti-age, sono solo alcuni dei rituali quotidiani a cui fanno ricorso le donne per prendersi cura del proprio corpo. Ma la bellezza non è una questione di genere, tanto è vero che molti uomini si dedicano regolarmente alla beauty routine per preservare il benessere della propria pelle e prevenirne il rapido invecchiamento.

Sebbene in commercio esistano tantissimi cosmetici pensati appositamente per la skincare maschile, ci sono ancora molti uomini che la sottovalutano. Se anche voi siete fra questi, il nostro post potrebbe fare al vostro caso: seguendo step by step i nostri consigli, scoprirete tutti i segreti di bellezza per essere sempre al top in ogni circostanza. 

 

L’importanza della beauty routine maschile

Prima di entrare nel merito e spiegarvi passo passo come prendervi cura di voi stessi, è doveroso fare una premessa valida per tutti: la beauty routine quotidiana è la migliore alleata della bellezza, poiché contribuisce a mantenere la pelle in salute e previene ogni possibile alterazione che potrebbe dare origine a rughe e inestetismi. Ma siete sicuri di aver compreso a fondo la sua importanza?

Proprio come quello delle donne, anche il viso maschile necessita di cure e attenzioni particolari, quindi vien da sé che anche per gli uomini sono fondamentali la detersione e l’idratazione quotidiana, in modo da conferire nutrimento alla pelle e rimuovere le impurità che tendono a seccarla e a renderla vulnerabile.

Insomma, una skincare adeguata fa bene a tutti e non è, come l’immaginario collettivo crede, una prerogativa esclusiva delle donne. Smettiamola, dunque, di considerare la bellezza maschile meno meritevole di attenzioni rispetto a quella femminile. Le aziende cosmetiche l’hanno capito ormai da tempo e lo dimostrano i numerosi prodotti cosmetici formulati appositamente per pulire, idratare, proteggere e lenire la pelle maschile che, oltretutto, è sottoposta a uno stress in più: la rasatura.

Bastano pochi minuti al giorno per riscontrare in poco tempo risultati apprezzabili, e se pensate di non averne bisogno provate a passare sul viso un dischetto di cotone imbevuto di latte detergente a fine giornata, così da rendervi conto di quante impurità si accumulano sulla pelle quotidianamente.

Bene, ora che abbiamo fatto chiarezza sull’importanza della beauty routine maschile, vediamo quali sono i tre passaggi fondamentali per prendersi cura di sé in modo mirato.

Primo step: la detersione

Il motivo per cui la detersione quotidiana del viso è così importante anche nell’ambito della cosmesi maschile è legato al fatto che ogni giorno si accumulano sul viso, che è la parte più esposta del nostro corpo agli attacchi esterni, impurità e tossine che fanno apparire l’incarnato spento e opaco, con la conseguente comparsa di macchie, punti neri, rughe e altre piccole imperfezioni.

Bisogna considerare, però, che la pelle dell’uomo è più resistente e spessa rispetto a quella delle donne, per cui è fondamentale scegliere i prodotti giusti, che devono essere leggeri, fluidi e quasi impercettibili.

Per eseguire una corretta depurazione del viso, il primo passo è quello di pulire accuratamente la zona per rimuovere le cellule morte e gli eccessi di sebo, un rituale che andrebbe eseguito con una certa regolarità.

A tal proposito, è bene utilizzare dei cosmetici specifici per il proprio tipo di cute: sono perfetti, per esempio, gli scrub in gel che, essendo ricchi di microgranuli, svolgono una delicata azione esfoliante volta a rimuovere gli eccessi di sebo prodotti durante la notte e a rinnovare lo strato superficiale dell’epidermide.

Chi ha la pelle sensibile dovrà, invece, scegliere un detergente più delicato a base di ingredienti naturali, privo di siliconi e sostanze aggressive che vadano a irritare la pelle, rendendola lucida e dall’aspetto grasso. Per questo motivo, è sempre consigliabile leggere con attenzione l’INCI del cosmetico per capire cosa stiamo mettendo sul viso.

Si può anche realizzare uno scrub fai da te utilizzando prodotti naturali che sicuramente sono presenti anche nelle dispense dei single, come lo zucchero: basta, infatti, mescolarne un cucchiaio a dell’olio di oliva o del miele per preparare in casa un’ottima crema esfoliante da applicare ogni giorno in sostituzione dei tradizionali detergenti in commercio che, spesso, sono ricchi di sostanze irritanti e potenzialmente aggressive. Una volta steso il composto sul viso, non dovrete far altro che massaggiare delicatamente la pelle con piccoli movimenti circolari e risciacquare con abbondante acqua tiepida.

 

Maschera viso: un rituale irrinunciabile

Complici il testosterone e la rasatura, la pelle maschile appare spesso secca e vulnerabile. Per questo, oltre alla detersione quotidiana, è fondamentale applicare regolarmente una buona maschera viso, da scegliere in base alle caratteristiche della propria pelle, alla stagione e allo stile di vita.

Siete appena stati al mare o in montagna? Allora, puntate su un prodotto idratante e lenitivo. Siete soliti fare le ore piccole? Scegliere una maschera energizzante. In vendita se ne trovano di tutti i tipi, pertanto è fondamentale capire di cosa necessita la propria pelle per agire di conseguenza. 

Chi si rade spesso, per esempio, dovrebbe evitare prodotti che contengono agenti irritanti, come profumi e parabeni, e preferire ingredienti ad azione rigenerante (aloe vera, burro di karitè e oli vegetali), che vadano a idratare la zona secca e stressata della rasatura.

Se, invece, la pelle del vostro viso appare spenta e poco luminosa, è preferibile utilizzare una buona maschera esfoliante; mentre a quanti praticano sport e hanno uno stile di vita molto “intenso”, consigliamo un trattamento detox capace di migliorare l’aspetto della pelle, rendendola più idratata e compatta.

Ultimo step: l’idratazione

Ed eccoci, infine, all’ultimo importantissimo passaggio della routine di bellezza maschile: ossia quello dell’idratazione, da eseguire attraverso l’utilizzo regolare di una buona crema viso. Questi cosmetici, a prescindere dalla loro formulazione, vanno sempre applicati dopo la detersione quotidiana, ma anche in questo caso è fondamentale individuare il prodotto più adatto alle proprie esigenze cutanee e ai propri gusti personali.

Tra i fattori da considerare in fase d’acquisto ci sono la tipologia di pelle, l’età, il periodo dell’anno e le eventuali preferenze in merito alla profumazione. Durante l’estate, è bene optare per un cosmetico dalla texture leggera e nutriente che non ostruisca i pori e consenta alla pelle di respirare, mentre in inverno è consigliabile utilizzare un prodotto, a base di burri e oli emollienti, capace di creare un efficace scudo anti-freddo.

Se preferite, prima di stendere la vostra crema idratante abituale, potete applicare anche un tonico riequilibrante specifico oppure un siero anti-age per rallentare l’azione dannosa dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cutaneo.

A ogni modo, saranno i risultati ottenuti a guidarvi nella scelta dei prodotti must have da introdurre nel vostra routine di bellezza: quindi, non più solo profumi e dopobarba nel beauty case maschile, ma anche cosmetici mirati per prendersi cura del proprio corpo.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.08.20

 

Sfoggiare un’abbronzatura perfetta tutto l’anno è il sogno di tutte, ma visto che è ancora presto per pensare alle vacanze estive, per avere un colorito meno spento e grigio dobbiamo ricorrere al make-up. Se state cercando una valida alternativa al fondotinta, la BB cream potrebbe essere una scelta vincente, poiché capace di idratare la pelle, proteggerla dalle aggressioni esterne e uniformare l’incarnato con una coprenza più leggera.

 

Si sente sempre più spesso parlare di BB cream e non sono poche le donne che, negli ultimi tempi, preferiscono utilizzare queste creme colorate dalla texture leggera e idratante in alternativa al tradizionale fondotinta.

Si tratta di un cosmetico che mette d’accordo un po’ tutte le beauty addicted, soprattutto quelle che non amano truccarsi in maniera eccessiva ma vogliono comunque correggere occhiaie e brufoli in maniera decente. È sicuramente uno dei prodotti più in voga del momento, poiché capace di offrire un perfetto connubio tra make-up e skincare per attenuare le imperfezioni, uniformare l’incarnato e idratare la pelle del viso senza dare l’idea di essere truccate. Ma vediamo meglio di cosa si tratta. 

 

Cos’è una BB cream?

BB cream è l’acronimo di “Blemish Balm cream”, che letteralmente significa “balsamo per le imperfezioni”, o come molti sostengono “Beauty Balm cream”, ovvero “balsamo per la bellezza”. Qualunque sia la semantica lessicale poco importa, poiché entrambe le definizioni danno già l’idea di un cosmetico che ha l’aspirazione di rendere la pelle del viso più bella e senza antiestetici inestetismi.

Inizialmente, questi prodotti venivano consigliati dai dermatologi per proteggere le zone del corpo rese sensibili dagli interventi di chirurgia estetica e coprire eventuali macchie e cicatrici post-operatorie. Non a caso, a inventare la BB cream fu proprio la dermatologa tedesca Christine Schrammek, che nel 1962 sviluppò una crema protettiva per le pazienti che avevano subito operazioni chirurgiche e non potevano utilizzare il trucco durante la convalescenza.

Verso il 1985 alcune aziende cosmetiche giapponesi, seguite a ruota dai brand più quotati della Corea del Sud, sfruttarono l’idea per creare un cosmetico che unisse i benefici di una crema idratante alle proprietà estetiche di un fondotinta, e in certi casi anche alle capacità protettive di una crema solare.

Da allora le blemish balm cream sono diventate un must have irrinunciabile da portare sempre in borsa, e oggi sono entrate di diritto nella beauty routine delle donne di tutto il mondo. Scherzandoci un po’ su, potremmo spiegare le potenzialità del prodotto con una formula matematica: “idratante + fondotinta + SPF = BB cream”.

Da qui è chiaro che si tratta di un cosmetico “all in one” in grado di assolvere a molteplici funzioni, potendo fare affidamento anche su una texture leggera e fluida che, oltre a renderne l’applicazione più pratica e veloce, non appesantisce la pelle come farebbe un comune fondotinta, ma anzi assicura un effetto coprente di gran lunga più naturale.

 

A cosa serve

L’enorme successo delle BB cream è dovuto principalmente al fatto che promettono di risolvere diverse problematiche della pelle, garantendo i vantaggi di un fondotinta, di una crema idratante, di una protezione solare, di un primer e di un anti-age messi insieme.

Visto, però, che non è facile destreggiarsi tra spot pubblicitari, offerte e formati disponibili, ai fini di una scelta consapevole è fondamentale conoscere tutte le caratteristiche del prodotto, pregi e difetti compresi: se, infatti, si hanno esigenze diverse da quelle che la BB cream potrebbe soddisfare, si rischia solo di perdere tempo (e anche denaro).

Le aziende spesso le pubblicizzano come cosmetici “miracolosi” capaci di rendere praticamente invisibili le imperfezioni più evidenti e marcate, regalando compattezza e luminosità all’incarnato. 

In realtà questo è vero solo in parte, poiché per quanto le BB cream riescano effettivamente a uniformare il colorito della pelle, facendola apparire più tonica e levigata, chi necessita di una coprenza abbastanza elevata per camuffare difetti e discromie importanti dovrebbe optare per un fondotinta coprente o comunque utilizzare un correttore specifico prima di applicare la beauty balm.

Chi, invece, preferisce una texture più leggera e non ha bisogno di una protezione solare contro i raggi UV né di un idratante, farebbe bene a puntare su una comune crema colorata, senza scomodare la blemish balm cream.

Al contrario, si può iniziare a valutare una BB cream quando l’esigenza è quella di: uniformare l’incarnato con un finish naturale dalla coprenza media o leggera; idratare la pelle in profondità; e proteggere il viso con un filtro solare. Inoltre, grazie alla consistenza fresca e leggera, la sua copertura non è totale come quella del fondotinta, quindi non andrà in alcun modo a modificare il colorito originale della pelle, permettendo così di creare una base che c’è ma non si vede.

Ci sono, infine, formule pensate appositamente per le pelli mature, che in genere tendono a diventare più secche e spente dopo l’applicazione del trucco tradizionale: in questo caso la migliore BB cream è quella che integra anche una funzione anti-age o liftante, grazie alla presenza di attivi antiossidanti come l’acido ialuronico, il collagene e la vitamina E.

Come applicarla in modo corretto

Come già anticipato, la BB Cream è un cosmetico “all in one” la cui funzione è quella di agire come idratante, crema colorata leggera e filtro solare. Tuttavia, questo suo carattere “multitasking” potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio in fase di applicazione, mandando in confusione le meno esperte che non ne hanno mai usata una prima d’ora.

Ebbene, precisiamo subito che la BB cream in fase di stesura va trattata come un fondotinta compatto o in crema, quindi bisogna seguire la stessa tecnica di base. In genere, chi è alle prime armi preferisce usare le dita, mentre le più esperte prediligono pennelli e spugnette, ma qualunque sia la preferenza ricordate che le beauty blender (le classiche spugne a goccia che si usano solitamente per applicare il fondotinta) sono sicuramente le migliori per ottenere un incarnato omogeneo e un finish naturale.

Dopo aver prelevato una piccola quantità di prodotto, si parte dai quattro punti “clou” del viso: fronte, guance, naso e mento. Prendendo come punto di riferimento il naso, tamponate la crema con la spugnetta salendo man mano verso la fronte, per poi sfumarla delicatamente fino ad arrivare al mento e al collo.

L’unica accortezza è quella di non esagerare con il quantitativo da applicare poiché, per quanto la copertura del prodotto sia abbastanza leggera, si potrebbe comunque creare uno stacco di colore troppo evidente che rischia di rendere il trucco artefatto e con quell’odioso effetto mascherone che non piace proprio a nessuno.

Per completare il make-up e far sì che duri più a lungo, potete stendere un velo di fard o di cipria traslucida per illuminare la zona T del volto, che ha una maggiore tendenza a lucidarsi. Infine, se il tempo stringe e volete realizzare un look acqua e sapone, terminate il lavoro con un po’ di mascara e un filo di lip gloss trasparente o nude.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.08.20

 

Entrambi i cosmetici sono formulati per uniformare la grana della pelle e rendere l’incarnato più radioso, ma con delle sostanziali differenze. Sebbene negli ultimi tempi ci sia stato un vero e proprio “boom” delle blemish balm, perché più leggere e idratanti rispetto ai fondotinta classici, nel frattempo anche questi ultimi si sono evoluti, diventando sempre più soft e impalpabili. Vediamo, dunque, cosa scegliere a seconda del proprio tipo di pelle.

 

Il settore cosmetico, tra spinta produttiva e attenzione verso il consumatore, nell’ultimo decennio ha conosciuto un trend di crescita costante, proponendo prodotti sempre più innovativi volti a rivoluzionare totalmente il mondo del make-up.

Tra le ultime novità si collocano anche le BB cream, una particolare crema da giorno che idrata e protegge la pelle del viso, uniformandone il colorito. Ma le sue proprietà basteranno per farci dire addio al fondotinta?

Le prime fan di questo cosmetico a metà strada tra un trattamento beauty e un prodotto per il make-up sono state le fashion addicted giapponesi, per le quali avere un viso perfetto e senza antiestetiche imperfezioni è assolutamente imprescindibile. 

Da qualche tempo, però, questo trend ha letteralmente invaso anche il nostro Paese, diventando un must have irrinunciabile soprattutto per le donne che, non avendo molto tempo a disposizione da dedicare alla propria skincare quotidiana, sono sempre alla ricerca di nuovi espedienti che semplifichino la routine mattutina del trucco.

Le BB cream (o blemish balm cream), in effetti, sono creme colorate, dalla consistenza leggera e lievemente coprente, che non alterano il colorito naturale dell’incarnato, ma piuttosto lo uniformano per nascondere le piccole imperfezioni. Inoltre, vantano anche proprietà idratanti e protettive, poiché contengono sia un fattore di protezione per schermare i raggi UV sia attivi antiossidanti che contrastano l’invecchiamento cutaneo.

A questo punto, però, sorge spontanea una domanda: considerati tutti questi aspetti, si può usare una BB cream in alternativa al fondotinta? La risposta non è così scontata come potrebbe sembrare, perché molto dipende dalle proprie esigenze e dal risultato che si vuole ottenere. Per risolvere ogni possibile dubbio, in questo post cercheremo di evidenziare le caratteristiche, i pregi e i difetti dei due prodotti.

 

Il fondotinta

Il fondotinta è il cosmetico per eccellenza, da sempre utilizzato come base per il trucco per rendere l’incarnato omogeneo e coprire le piccole imperfezioni del viso. È la scelta ideale soprattutto quando si vuole ottenere una coprenza maggiore per mascherare discromie, macchie cutanee, brufoli e rughe. Ancora, viene consigliato anche qualora si desideri sfoggiare un look impeccabile, dal momento che la sua texture corposa e ricca di pigmenti nasconde in maniera efficace tutti gli inestetismi che minano la bellezza e la luminosità del volto.

Il rovescio della medaglia, però, è che se non si presta attenzione a scegliere la tonalità giusta per il proprio tipo di pelle si rischia di ottenere un risultato contrario a quello desiderato, creando un antiestetico effetto “maschera” dovuto all’accumulo di prodotto tra le rughe e le pieghe della pelle.

Per fortuna, di recente i vari brand cosmetici hanno notevolmente ampliato i loro cataloghi, proponendo fondotinta sempre più innovativi e calibrati in funzione di specifiche esigenze cutanee: fluidi e leggeri per le pelli secche o soggette a desquamazione localizzata, opacizzanti per quelle grasse, anti-age e idratanti per le donne mature che vogliono nascondere e prevenire rughe, occhiaie e altri segni evidenti dell’invecchiamento ossidativo.

Un altro aspetto da considerare è la coprenza: tendenzialmente le BB cream offrono una copertura abbastanza leggera, che in certi casi non riesce a celare in modo efficace le imperfezioni presenti sul viso, mentre i fondotinta da questo punto di vista assicurano un ampio margine di scelta, dato che la loro coprenza può essere alta, media o bassa a seconda delle preferenze personali e dell’effetto che si vuole ottenere.

Se si desidera un look più naturale, bisognerà orientarsi su prodotti dalla consistenza fluida o in mousse, magari formulati con l’aggiunta di attivi umettanti o idratanti per rendere più luminose ed elastiche le zone del viso soggette a secchezza; nel caso in cui si vogliano coprire le imperfezioni più evidenti e marcate con un finish simil porcellana, è bene puntare su un fondotinta dalla coprenza medio-alta e dalla texture compatta.

 

La BB cream

Abbiamo tessuto le lodi dei fondotinta, ma questo non significa che siano più validi delle nuovissime BB cream: la loro funzione, in effetti, è quella di rendere la pelle più tonica e idratata, oltre a rappresentare la soluzione ideale per tutte quelle donne che vogliono un incarnato luminoso e levigato senza ricorrere a mille trucchi e belletti.

Si tratta, dunque, di cosmetici multitasking la cui funzione principale è quella di idratare, uniformare e proteggere. Inoltre, grazie alla loro formula arricchita con pigmenti colorati, assicurano un effetto simile (ma non uguale) a quello di un comune fondotinta, andando al contempo a nutrire la pelle in profondità come farebbe una normale crema idratante.

Questo significa che si può applicare una beauty balm anche in alternativa al fondotinta, ma solo se l’obiettivo che si vuole raggiungere è uniformare la grana della pelle e non quello di coprire le imperfezioni più tenaci e accentuate. Ideale per creare una base leggera e dal finish assolutamente naturale – ragion per cui ne viene consigliato l’uso soprattutto durante i mesi estivi – non appesantisce il derma e lascia una piacevole sensazione di freschezza percepibile per tutto il giorno.

La BB cream più venduta è anche quella arricchita con attivi anti-age e liftanti, che si propongono di stimolare la naturale produzione di collagene ed elastina per contrastare la formazione di rughe e apportare al contempo nutrimento alla pelle, che apparirà visibilmente più tonica e rimpolpata.

Simili ma differenti

Oltre alla coprenza e al finish, un altro fattore che sancisce la differenza tra BB cream e fondotinta riguarda la circostanza di utilizzo. La prima risulta più indicata per chi ha i minuti contati al mattino ma non vuole uscire di casa con la faccia da zombie, poiché con un solo gesto idrata, leviga, protegge e uniforma, semplificando notevolmente la routine del trucco.

D’altro canto, però, il fondotinta assicura un effetto levigato e setoso particolarmente apprezzato da chi vuole essere sempre impeccabile, soprattutto in occasione di un ricevimento o una serata importante; ma in questo caso bisognerà prestare maggiore attenzione in fase di applicazione per non creare un look innaturale o troppo artefatto.

Se, poi, si abbia la necessità di realizzare un trucco long lasting, i fondotinta waterproof sono la soluzione migliore, mentre chi non vuole rinunciare al make-up nemmeno in spiaggia, dovrebbe puntare su una BB cream con SPF, così da nascondere le piccole imperfezioni del viso e proteggere la pelle dai dannosi raggi solari.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.08.20

 

Avere un viso radioso e senza imperfezioni è il sogno di tutte le donne. Se poi per averlo bastano pochi semplici gesti e un unico prodotto ad azione combinata, il sogno diventa realtà. Grazie alle nuove BB Cream si potrà mantenere la pelle perfettamente idratata e uniformare allo stesso tempo le discromie dell’incarnato, per un finish estremamente naturale e a lunga tenuta.

 

Non c’è make-up che tenga senza una base perfetta e una pelle ben curata. Dopo la skincare abituale, fatta di detergenti, maschere, sieri e creme idratanti, il viso è pronto per accogliere il trucco: si parte dalla base, con il primer illuminante e il fondotinta da applicare con polso deciso, e si termina con occhi e labbra.

Il problema, però, è che a causa dei ritmi frenetici della vita moderna si hanno sempre i minuti contati, il che spesso costringe a rinunciare a un beauty look impeccabile che ci faccia sentire a nostro agio e più sicure della nostra bellezza. E se vi dicessimo che bastano solo cinque minuti al giorno per realizzare un trucco perfetto, semplice e veloce adatto a tutte le occasioni? 

La rivoluzione nel mondo della cosmetica si chiama BB Cream, un prodotto che unisce le proprietà di una crema idratante ai benefici estetici del fondotinta. Ideale per chi ha poco tempo a disposizione ma vuole apparire sempre al top, assolve a molteplici funzioni: dall’idratazione quotidiana all’azione coprente sulle imperfezioni, fino alla protezione dai raggi solari (dato che molte di queste creme hanno un SPF compreso tra 15 e 50). Del resto la sigla “BB” sta per “blemish balm”, ossia “balsamo anti-imperfezioni”.

Si tratta, dunque, di un cosmetico, a metà strada tra un prodotto per la skincare e uno di make-up, in grado di correggere le discromie dell’incarnato e nascondere gli inestetismi del viso con una copertura paragonabile a quella di un tradizionale fondotinta, il tutto mantenendo una texture leggera e delicata.

Ma come scegliere tra le tante BB cream vendute online quella più adatta alle proprie esigenze? Se non riuscite a orientarvi tra le numerose proposte del mercato, in questo post vi mostreremo le tipologie più valide ed efficaci per avere una pelle luminosa e vellutata, senza appesantire il beauty case con mille trucchi e belletti.

 

Vantaggi e svantaggi delle BB cream

Sebbene le BB cream abbiano completamente rivoluzionato il modo di concepire la skincare quotidiana, prima di prendere una qualsiasi decisione è bene analizzare attentamente tutti i vantaggi e gli svantaggi legati al loro utilizzo.

Partiamo subito col precisare che i punti di forza del prodotto superano di gran lunga quelli di debolezza, e questo è sicuramente un pensiero incoraggiante. Tuttavia, come la maggior parte dei cosmetici, presenta anche dei difetti che vale la pena prendere in considerazione per capire se questo trattamento beauty sia adatto o meno alla propria tipologia di pelle e ai risultati che si vogliono ottenere.

Innanzitutto, precisiamo che le aziende cosmetiche propongono diversi tipi di blemish balm, ciascuno dei quali si propone di rispondere a diverse esigenze cutanee, che vanno dalla tipica secchezza epiteliale alla xerosi della pelle con profonde rughe d’espressione, passando per l’eccessiva produzione di sebo e l’ipersensibilità cutanea.

Il pregio indiscusso delle BB cream è che permettono di realizzare una base trucco perfetta utilizzando un unico prodotto che funge da crema idratante e fondotinta. In questo modo, si potrà applicare la crema colorata sul viso deterso senza effettuare altri passaggi, così da ridurre i tempi necessari per provvedere alla propria skincare quotidiana.

Tuttavia, dal momento che questi cosmetici risultano più oleosi rispetto alle tradizionali creme da giorno, non sono il massimo per chi ha una cute particolarmente grassa o seborroica. Inoltre, se le imperfezioni cutanee sono molto evidenti e marcate, sarà necessario scegliere un prodotto più coprente da strutturare man mano che si procede con l’applicazione, oppure utilizzare un correttore specifico per uniformare il colorito della pelle e nascondere gli inestetismi più accentuati.

 

Una BB cream per ogni occasione

Fortunatamente, sul mercato sono disponibili BB cream formulate per rispondere a ogni tipo di esigenza cutanea: da quelle naturali, pensate per chi vuole ottenere un look acqua e sapone senza appesantire troppo il derma, alle più specifiche blemish balm cream per pelli grasse, individuare il cosmetico giusto non dovrebbe essere difficile. Vediamo, allora, quali sono le tipologie più comuni che si prestano come valide sostitute del fondotinta per ottenere un risultato “less is more” impeccabile.

 

BB cream per pelli secche

La crema colorata idratante è un must have irrinunciabile per molte beauty addicted, soprattutto quando arriva l’estate e le temperature iniziano ad aumentare. Questi prodotti, infatti, offrono alla pelle un’idratazione profonda e di lunga durata unita a una coprenza medio-bassa, perfetta per uniformare il colorito in modo naturale.

Proprio perché formulate con ingredienti umettanti ed emollienti, si rivelano la scelta d’elezione per le donne con pelle secca, laddove il tradizionale fondotinta coprente metterebbe in evidenza le imperfezioni del viso con un effetto marcato e gessoso.

Grazie allo loro texture leggera e multitasking, arricchita con attivi idratanti e protezioni solari, lasciano la pelle libera di respirare senza generare quella fastidiosa sensazione di pesantezza che fa venire voglia di struccarsi dopo poche ore.

 

BB cream con protezione solare

Come già sottolineato, la maggior parte delle blemish balm disponibili sul mercato contengono anche un fattore di protezione per salvaguardare la pelle delicata del viso dai dannosi raggi UVA e UVB, che sono i principali responsabili del tanto temuto skin aging.

La sensazione che lasciano sulla pelle è davvero piacevole, ma è importante scegliere una BB cream con un SPF adatto alla stagione: se si è soggetti a macchie e discromie, per esempio, è preferibile optare per una protezione alta, soprattutto in estate, quando il rischio di irritazioni e scottature è più elevato; in primavera, invece, si può puntare su un SPF 15 per affrontare, senza paura, i primi sprazzi di sole della stagione.

 

BB cream per pelli grasse

In caso di pelle grassa la soluzione migliore sono le BB cream opacizzanti: oltre a evitare quell’antiestetico effetto lucido che rischia di compromettere la resa finale del make-up, non occludono i pori e sono formulate senza aggiunta di componenti comedogene, spesso presenti nei fondotinta coprenti, per minimizzare la comparsa di punti neri, comedoni e brufoli di ogni sorta.

Queste blemish balm, quindi, si pongono come dei veri e propri trattamenti purificanti capaci di migliorare progressivamente le condizioni della pelle impura, liberandola da brufoli evidenti, lucidità e imperfezioni, così da avere un viso sempre fresco e curato.

BB cream anti-age

A dispetto di quanto si possa pensare, le blemish balm non sono dedicate solo a un pubblico giovane, ma anche alle donne che vogliono nascondere e combattere i segni dell’invecchiamento cutaneo. In vendita, infatti, si possono trovare molte BB Cream pronte a soddisfare le esigenze delle pelli mature e di chi vuole rallentare l’incedere delle lancette sul volto.

Questi cosmetici non solo nutrono e idratano il derma in profondità, ma lo proteggono anche dalle aggressioni esterne e dai radicali liberi, poiché formulati con ingredienti liftanti e antiossidanti, come l’acido ialuronico, i peptidi e la vitamina E.