Ultimo aggiornamento: 13.06.21

 

Epilatore a Luce Pulsata – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti 

 

Con l’arrivo dell’estate la necessità di avere sempre gambe morbide e lisce è un desiderio di tutte le donne, ma non sempre i comuni metodi depilatori si rivelano efficaci. Per questo è possibile ricorrere alla luce pulsata, un nuovo sistema di epilazione permanente, che potrete effettuare da soli comodamente a casa vostra. L’acquisto di un articolo di questo tipo necessita di alcuni accorgimenti che ci preoccuperemo di elencare in questa nostra guida, insieme con alcuni dei prodotti secondo noi, e secondo gli utenti, più validi sul mercato. Inizieremo da HoMedics DUO LUX, con un sistema pensato per accorciare notevolmente i tempi di trattamento, e Imetec Bellissima Flash&Go Pro, comodo perché privo di tasti da premere per metterlo in funzione.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 Migliori Epilatori a Luce Pulsata – Classifica 2021

 

Iniziamo la nostra guida con alcune delle opinioni degli utenti riguardo alcuni esempi di epilatore a luce pulsata, che sono risultati tra i migliori online.

 

 

Epilatore a luce pulsata HoMedics

 

1. HoMedics Duo Lux Dispositivo Epilazione a Luce Pulsata

 

Una delle prime offerte che spicca per le sue qualità e per le recensioni positive, è questa firmata HoMedics. Grazie alla sua tecnologia IPL (Intense Pulsed Light) è un dispositivo usato anche nei centri estetici, poiché in grado di indirizzare la giusta quantità di energia direttamente nei follicoli piliferi.

Uno degli aspetti per cui si contraddistingue è anche la riduzione dei tempi di trattamento, che risultano più brevi e dunque più tollerabili dalla pelle. Si tratta infatti di un dispositivo da un flash al secondo, che si attiva solo a contatto con il derma e non prima, per una potenza totale di 5 Joule.

L’azienda include nella confezione una spazzola corpo, pensata per preparare la pelle al trattamento, e assicura una garanzia di tre anni. Gli effetti sulla pelle sono molto soggettivi e dipendono anche dalle caratteristiche del pelo, ma i risultati sono ben visibili dalla maggior parte di coloro che ne hanno fatto uso.

Su certi tipi di pelle, però, il trattamento potrebbe essere un po’ aggressivo.

 

Pro

Durata: La tecnologia messa a punto dall’azienda prevede una riduzione dei tempi di utilizzo, che deve comunque essere costante.

Effetti: Secondo i pareri degli utenti, le caratteristiche di questo dispositivo lo rendono valido in termini di effetti, che si manifestano distintamente già dopo i primi trattamenti.

Spazzola: La casa produttrice consegna insieme all’epilatore anche una comoda spazzola, pensata per effettuare al meglio la fase preparatoria dell’intero trattamento.

Potenza: A seconda della zona su cui volete intervenire, potrete scegliere tra cinque diversi livelli di potenza.

 

Contro

Sensibilità: In alcuni casi l’effetto dei flash è risultato eccessivo su certi tipi di pelle molto sensibili, causando macchie difficili da rimuovere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Epilatore a luce pulsata Imetec

 

2. Imetec Bellissima Flash&Go Pro Epilatore a Luce Pulsata

 

Dalla nostra comparazione emerge anche questo dispositivo, marcato Imetec, una garanzia per vari prodotti di bellezza, capace di eliminare fino al 92% dei peli superflui. La lampada Quartz dispone di 350.000 impulsi, che si attivano senza dover premere alcun tasto.

Grazie a un sensore pensato appositamente per questo scopo, infatti, la lampada percepisce la vicinanza con la pelle e l’emissione degli impulsi avviene no stop.

Un nuovo sensore inoltre è in grado di percepire le diverse colorazioni della cute, adattando l’intensità del trattamento, anche in base a questo parametro. In soli 20 minuti potrete effettuare un ciclo completo e ottenere dei risultati già dopo poche settimane.

Secondo alcuni utenti però la dimensione della parte anteriore del dispositivo, ossia la fonte dei flash, risulta troppo grande su alcune zone del corpo, rendendo necessario l’intervento di un’altra persona.

Insieme con il link per sapere dove acquistare questo epilatore a luce pulsata, facciamo un focus sui suoi vantaggi e svantaggi.

 

Pro

Skin touch sensor: Questo sensore è pensato per evitare che la lampada emetta le sue radiazioni quando non è a contatto con la pelle, in modo da prevenire il consumo della batteria ed evitare inutili flash.

Skin colour sensor: Questo ulteriore sensore, invece, è in grado di adattare l’intensità dell’erogazione in base al colore della pelle sottostante, così da evitare bruciature o fastidi.

Comodità: L’attivazione delle radiazioni avviene senza l’ausilio di tasti, rendendo molto più facile l’utilizzo.

Resa: Già dopo poche settimane il prodotto sembra dare i suoi risultati, riscontrabili in un’ evidente diminuzione dello spessore del pelo.

 

Contro

Dimensioni: Su certe zone del corpo la lampada potrebbe risultare troppo grossa, come sulle ascelle o l’inguine, per cui si necessita l’aiuto di un’altra persona.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Epilatore a luce pulsata Philips

 

3. Philips Epilatore a luce pulsata Lumea Prestige BRI954/00

 

Con il modello Lumea Prestige, Philips si lancia sul mercato degli epilatori a luce pulsata mantenendo la qualità e l’efficacia che da sempre contraddistinguono i suoi prodotti. In questo caso, l’azienda ha puntato tutto sulla sicurezza dotando il modello di un sensore “Smart Skin” che riconosce il fototipo di pelle e regola automaticamente l’intensità della luce emessa dalla lampada.

Questa funzione contribuisce a rendere l’utilizzo dell’apparecchio più pratico e sicuro, grazie anche alla presenza di un filtro UV integrato che si occupa di schermare le lunghezze d’onda nocive. Nonostante le dimensioni abbastanza ingombranti, risulta molto maneggevole e facile da usare perché dotato di tecnologia cordless senza fili che permette un’ampia libertà di movimento e anche nella scelta del luogo in cui eseguire il trattamento.

L’autonomia della batteria raggiunge tranquillamente i quaranta minuti per poter trattare le aree più estese del corpo con una ricarica completa, per la quale però è richiesto un tempo di attesa abbastanza lungo.

 

Pro

Pratico: Il Lumea Prestige di Philips è un epilatore a luce pulsata molto maneggevole e pratico da usare grazie all’impugnatura ergonomica e alla batteria ricaricabile che elimina lo scomodo inconveniente del filo.

Sicuro: Il sensore “Smart Skin”, in combinazione al filtro UV integrato, permette un utilizzo sicuro anche a chi è alle prime armi, regolando automaticamente l’intensità della luce in base al fototipo di pelle.

Versatile: La dotazione di tre diversi adattatori consente di trattare le zone di precisione con il minimo sforzo, garantendo una maggiore aderenza alle naturali curve del corpo.

 

Contro

Ricarica: Non ci sono grossi difetti da segnalare, sebbene qualche utente si sia lamentata dei lunghi tempi di ricarica richiesti dalla batteria in dotazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Epilatore a luce pulsata professionale

 

4. Braun Epilatore a Luce Pulsata Silk-Expert Pro 5 PL5137

 

Semplicissimo da usare, l’epilatore a luce pulsata Braun Silk Expert Pro 5 è dotato di una lampada che emette fino a 400.000 impulsi di luce ed è stata certificata come dermatologicamente sicura. Due volte più veloce dei modelli che l’hanno preceduto, si fregia di un design estremamente compatto e leggero che ne rende l’utilizzo pratico e confortevole anche in mancanza di esperienza.

Il parco accessori comprende due testine intercambiabili per trattare ogni area del corpo con la massima precisione, assicurando risultati soddisfacenti in sole quattro settimane. Il sensore “Senso Adapt” riconosce automaticamente il fototipo di pelle per regolare l’intensità degli impulsi luminosi in base alla differenza di colore tra la melanina dei peli e quella dei tessuti cutanei circostanti, così da agire solo sul bulbo pilifero lasciando la cute illesa.

Oltre agli adattatori, nella dotazione sono inclusi anche un’elegante pochette dove riporre il kit in modo ordinato e un rasoio Venus per accorciare i fusti più lunghi e facilitare il passaggio del dispositivo.

 

Pro

Leggero e solido: La particolare leggerezza della struttura, unita al design compatto ed ergonomico, rende l’utilizzo dell’epilatore estremamente facile e alla portata di tutti.

Preciso: Gli adattatori in dotazione permettono di eseguire un trattamento completo e preciso su ogni area del corpo, e quando non servono sarà possibile riporli ordinatamente nella pratica custodia inclusa nel prezzo.

Facile da usare: Per attivare la luce pulsata basta premere l’unico pulsante presente sull’impugnatura, perché a regolare l’intensità degli impulsi luminosi ci pensa il sensore “Senso Adapt” di cui è provvisto il dispositivo.

 

Contro

Filo: L’assenza di una batteria ricaricabile pone dei limiti sulla scelta del luogo in cui eseguire l’epilazione, costringendo l’utente a lavorare nelle vicinanze di una presa elettrica.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Epilatore a luce pulsata Braun

 

5. Braun Silk-expert BD 5009 Epilatore Luce Pulsata

 

Tra gli articoli più venduti online spicca per le sue qualità anche questo modello Braun, che propone una riduzione permanente della crescita del pelo dopo un trattamento di quattro settimane.

Ancora una volta, un apposito sensore si assicura della giusta intensità della luce pulsata, a seconda del colore della pelle, e garantisce il trattamento completo delle gambe in poco meno di 10 minuti. L’azienda consegna una spazzola esfoliante, ideale per preparare la pelle alla depilazione, rimuovendo pelle morta ed eventuali peli incarniti.

Gli utenti ne sono soddisfatti, perché osservano validi risultati e apprezzano particolarmente la modalità delicata, ideale per le pelli che non sopportano trattamenti troppo aggressivi. A questo proposito dobbiamo aggiungere che, in sporadici casi, anche questa funzionalità risulta eccessiva, creando arrossamenti e bruciori difficili da debellare.

Si consiglia comunque di rispettare la frequenza riportata sulla confezione, in modo da non rimanere delusi dagli effetti. Ancora una volta, per capire come scegliere un buon epilatore a luce pulsata alleghiamo l’elenco di quelli che secondo noi, e gli utenti, sono i vantaggi e gli svantaggi di questo modello.

 

Pro

Funzione: La funzione delicata è particolarmente apprezzata, perché specifica per le pelli che non tollerano agenti aggressivi.

Spazzola: L’azienda consegna anche una comoda spazzola esfoliante, ideale per rimuovere peli incarniti e pelle morta e rendere il trattamento più efficace.

Durata: Il sistema consente un trattamento di durata minore rispetto alla concorrenza, riuscendo a coprire l’intera gamba in meno di dieci minuti.

Collaborazioni: L’azienda collabora con numerosi centri dermatologici al fine di realizzare prodotti non solo efficaci, ma anche sicuri.

 

Contro

Aggressività: Sebbene la funzione delicata sia apprezzata dai molti, in certi casi è risultata eccessiva, probabilmente anche per una mancata individuazione del giusto fototipo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Epilatore a luce pulsata Remington

 

6. Remington IPL6750 i-Light Prestige Epilatore a Luce Pulsata

 

Se ancora non sapete quale epilatore a luce pulsata comprare, valutate anche questa proposta Remington, un dispositivo con una finestra di erogazione flash più ampia, rispetto ad altre tipologie viste sul web, cinque livelli di intensità e 300.000 flash.

Con la sua tecnologia è in grado di individuare il bulbo pilifero e attaccarlo senza aggredire la pelle circostante: infatti è clinicamente testato e presenta diverse certificazioni dermatologiche, tanto che può essere utilizzato anche come epilatore a luce pulsata per uomo.

La sua specifica risiede inoltre nell’introduzione di tre accessori specifici, vari per dimensione e intervallo di flash, e dunque pensati in maniera mirata per diverse parti del corpo. Il primo è l’accessorio corpo, 3 cm² e 3 secondi di intervallo tra un flash e l’altro, poi c’è l’accessorio viso, 2cm² e 4 secondi di intervallo tra un flash e l’altro, e infine l’accessorio per zona Bikini, 2 cm² e 2 secondi d’intervallo tra un flash e l’altro.

Gli utenti ne sono generalmente molto soddisfatti, anche se c’è chi ha rilevato qualche malfunzionamento.

 

Pro

Dimensione: L’azienda provvede ad ampliare lo schermo del 50%, in modo da coprire in meno tempo molte più zone del corpo e in modo da renderlo un articolo adatto anche per uomo.

Accessori: Essendo di volta in volta molto diverse le zone da trattare, in questo caso avrete tre accessori specifici per corpo, viso e zona bikini, diversi per ampiezza dello schermo e per frequenza dei flash.

Contenitore: Per riporre il vostro dispositivo in maniera ordinata e pratica, riceverete a casa anche un’apposita valigetta rigida, della dimensione appropriata.

Istruzioni: Essendo uno strumento non sempre semplice da usare, gli utenti hanno apprezzato particolarmente la chiarezza e i dettagli delle istruzioni di utilizzo.

 

Contro

Malfunzionamento: In casi sporadici di oggetti difettosi o malfunzionanti, subito o dopo pochi utilizzi, può accadere che il collegamento del dispositivo alla corrente provochi l’interruzione dell’elettricità in tutta la casa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Epilatore a luce pulsata Babyliss

 

7. BaByliss G932E Homelight 50 Compact

 

Vogliamo adesso elencare alcune delle caratteristiche di questo epilatore a luce pulsata Babyliss, più economico rispetto ad articoli analoghi e presente in due versioni, con 50.000 o 100.000 flash erogati.

Non è un modello ad alte prestazioni, per questo si registrano tempi più lunghi per ottenere un buon risultato, anche se gli utenti se ne dicono abbastanza soddisfatti. I fototipi su cui è possibile agire sono cinque: bisogna prestare massima attenzione a non far entrare gli occhi a contatto con i flash, dunque è opportuno indossare degli occhiali pensati a questo scopo.

Dopo qualche minuto di utilizzo è necessario attendere prima di riaccendere il dispositivo , al fine di raffreddare lo schermo che, a lungo andare, potrebbe danneggiare la pelle creando bruciature o arrossamenti.

Complessivamente un articolo adatto al trattamento di molte tipologie di pelle, di cui andiamo a riassumere le caratteristiche principali in questa lista dei suoi pro e dei suoi contro.

 

Pro

Prezzi bassi: Un primo aspetto che gli utenti valutano in maniera positiva è il costo di questo articolo, che si colloca in una fascia molto economica e che si addice dunque a chi non vuole azzardare un acquisto molto costoso.

Istruzioni: Un’altra caratteristica sicuramente favorevole a un utilizzo consapevole è la chiarezza e la trasparenza delle istruzioni.

Occhiali: In dotazione riceverete anche gli occhiali appositamente pensati per ridurre i rischi da visione del flash.

 

Contro

Surriscaldamento: Sembra che sia necessario attendere qualche minuto, dopo un uso prolungato, al fine di far raffreddare lo schermo che è soggetto a un surriscaldamento eccessivo e potenzialmente dannoso per la pelle.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Epilatore a luce pulsata Beurer

 

8. Beurer 57609 IPL 10000+ SalonPro System

 

L’ultimo dispositivo che andiamo ad analizzare è firmato Beurer: con i suoi 250.000 impulsi luminosi continui e la sua superficie di ben 7 cm², consente un trattamento a uso casalingo, ma dagli effetti professionali.

Con un unico sensore, questo dispositivo è in grado sia di riconoscere se è a contatto o meno con la pelle, sia di che fototipo si tratta, adattandosi così alle varie caratteristiche del soggetto.

Si avvale inoltre di un accessorio di precisione ideale per indirizzare le radiazioni in punti altrimenti irraggiungibili o difficilmente trattabili. Con una struttura lievemente diversa dagli altri, questo modello presenta un apposito manipolo, ideale per un’impugnatura più sicura, ma talvolta scomodo per il raggiungimento di zone generalmente poco accessibili.

Complessivamente un articolo molto amato, che si colloca tra i migliori e di cui andiamo adesso a elencare, come di consueto, pregi e difetti.

 

Pro

Superficie: Per trattare zone ampie in minor tempo, l’azienda si preoccupa di ingrandire la superficie della lampada, un aspetto molto apprezzato dagli utenti.

Sensore: Con un unico sensore, questo modello è in grado di percepire sia il contatto con la pelle, sia il fototipo che ha davanti.

Precisione: Un’ulteriore aggiunta è quella di un accessorio di precisione pensato per le zone solitamente meno accessibili e per mirare al massimo il raggio d’azione del flash.

 

Contro

Lampada: Può accadere che dopo alcuni utilizzi, la lampada inizi a presentare delle macchioline marroni difficili da rimuovere, che potrebbero inficiare il funzionamento dell’intero dispositivo, facendo da schermo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un epilatore a luce pulsata

 

Individuare quale sia il migliore epilatore a luce pulsata per voi può non essere semplice, perché il mercato propone una vasta gamma di specifiche e varianti che spesso possono confondere. Con la descrizione che segue vogliamo individuarne le caratteristiche principali così da rendere la scelta più semplice, indirizzandovi verso l’acquisto giusto.

Fototipo

Un primo aspetto, che è necessario analizzare quando si deve decidere se comprare o meno un epilatore a luce pulsata, è il proprio fototipo. Con questo termine si intendono le caratteristiche della pelle in termini di colore e spessore.

Non tutti i fototipi percepiscono l’effetto della luce pulsata: il funzionamento di un dispositivo di questo tipo è a contrasto, ossia è in grado di percepire la differenza di melanina tra la pelle e il pelo, per cui il colorito ideale è quello della pelle molto chiara con pelo scuro.

I nuovi modelli sono stati studiati per migliorare in questo senso le prestazioni, ovvero per ampliare quanto più possibile lo spettro di colorazioni che possono essere sensibili al trattamento.

Dunque se avete la pelle scura o i peli sottili e chiari, questa soluzione potrebbe non fare al caso vostro ed è dunque opportuno indirizzarsi verso un altro tipo di trattamento, sebbene la tecnologia si stia ampliando anche in questo senso.

 

Sensibilità

Un’altra caratteristica importante della pelle da tenere presente è la sua sensibilità. Il trattamento è studiato clinicamente e dermatologicamente per essere meno invasivo, ma una pelle di natura molto sensibile potrebbe non essere il ricettore migliore per questa tipologia depilatoria.

Sono stati riscontrati infatti alcuni effetti collaterali, dovuti alla permanenza di luce su certe zone del corpo, responsabili di arrossamenti e bruciature.

Ovviamente, dopo la sospensione del trattamento e dopo l’attesa di un po’ di tempo, la situazione rientra, ma non sempre del tutto, con il rischio di lasciare antiestetici segni, duri da rimuovere totalmente.

Valutate dunque anche questo aspetto al momento dell’acquisto, onde evitare di procedere con un dispositivo non adatto a voi e soprattutto onde evitare ustioni che possono risultare davvero pericolose.

 

Dimensione della lampada

Una volta appurato che un trattamento di questo tipo possa veramente fare al caso vostro, possiamo procedere con le caratteristiche tecniche da tenere presenti. Una di queste è certamente la dimensione della lampada: grande o piccola che sia, la superficie a contatto con la pelle deve variare a seconda della zona in questione.

Ovviamente su zone come le gambe e le braccia, maggiore sarà la grandezza della lampada e minore sarà il tempo necessario per trattare l’intera zona. Ma per zone più delicate come le ascelle o la zona bikini, il tempo non è più una priorità, perché ciò che conta è l’accuratezza con cui si svolge l’intero trattamento.

Un superficie minore consente, in questo caso, di non disperdere i flash se non dove occorre, limitando quindi il contatto con la pelle priva di bulbi. Valutate anche questo aspetto al momento dell’acquisto, prediligendo, quando possibile, dispositivi che prevedano una superficie diversa a seconda della zona trattata.

 

Intensità

Sempre in base alla zona su cui si vuole intervenire, è necessario inoltre regolare l’intensità del flash: i modelli proposti possono contare su diversi livelli, generalmente cinque, ed è molto importante che il dispositivo che andate ad acquistare presenti questa specifica.

Lo spessore della pelle e del pelo, infatti, varia a seconda delle zone del corpo: in quei punti dove il pelo tende a essere spesso e folto, è possibile intervenire con il massimo dell’intensità. Ciò è invece da sconsigliare laddove il trattamento è già quasi concluso o nella zona bikini, molto delicata e sensibile a un’eventuale aggressione.

Generalmente è possibile scegliere in autonomia come intervenire: seguite sempre bene le istruzioni in questo senso, cercando di partire da livelli più bassi ed effettuando piccole prove.

Accessori e istruzioni

Punti a favore sono anche la consegna di tutta una serie di accessori utili allo svolgimento della depilazione: tra questi possiamo elencare gli occhiali per prevenire il contatto del flash con gli occhi, le spugne abrasive, per preparare la pelle eliminando cellule morte o peli incarniti, dei contenitori dove riporre il dispositivo, una volta ultimato il trattamento, ed eventuali pezzi di ricambio.

Inoltre, poiché si tratta di uno strumento di cui non sempre si conosce l’esatto funzionamento, è importante prediligere quei modelli che presentano un insieme dettagliato di istruzioni, anche per garantire la vostra sicurezza.

A questo proposito, è opportuno suddividere i vari modelli anche in base a questo criterio: l’erogazione del flash infatti deve avvenire solo a contatto con la pelle ed è una buona aggiunta la presenza di un sensore, che percepisca tale contatto in modo da non disperdere flash eventualmente dannosi.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona l’epilatore a luce pulsata?

L’epilatore a luce pulsata è un dispositivo in grado di percepire la diversa concentrazione di melanina tra la pelle e il pelo. In questo modo l’azione di un flash, riconducibile alla tecnica laser, sfruttando l’energia emessa dalla luce, riesce ad “addormentare” il bulbo pilifero.

Con la giusta frequenza e alcuni accorgimenti, tale indebolimento del pelo è in grado di protrarsi nel tempo, rendendo dunque non più necessarie le consuete sedute depilatorie.

Segue poi una fase finale di mantenimento che dovrebbe coincidere con la perdita del 70% della peluria totale.

 

Ogni quanto usare l’epilatore a luce pulsata?

Ogni modello ha le sue specifiche in merito alla frequenza e alla cadenza con cui effettuare i trattamenti, ma solitamente si consiglia un intervento intensivo per il primo mese, andando poi a scemare nel tempo, effettuando sessioni a distanza di mesi, in modo da mantenere i risultati ottenuti.

La frequenza con cui effettuare ogni applicazione varia anche in base allo spessore del pelo e alla delicatezza della pelle. Su certe zone sarà necessario passare più volte prima di ottenere dei risultati apprezzabili, ma bisogna sempre tenere presente che la pelle deve riposare almeno due giorni tra un trattamento e l’altro, il tempo necessario per far passare eventuali arrossamenti e bruciori.

Da consigliare dunque un trattamento ogni due settimane per i primi tre mesi, una volta al mese per i successivi tre mesi e così via a seguire in base alla necessità. Si arriva così oltre i nove mesi di trattamento, con una cadenza di uno o due trattamenti all’anno.

 

Quali sono le controindicazioni nell’uso di un epilatore a luce pulsata?

Un trattamento a luce pulsata è sconsigliato in caso di eczemi, lesioni cutanee, dermatiti o altri tipi di escoriazioni. Un altro accorgimento da tenere presente è che tatuaggi, macchie cutanee scure o anche altre problematiche circolatorie, come vene varicose e cicatrici, devono necessariamente essere coperte da cerotti, in modo da non entrare a contatto con gli impulsi. L’utilizzo è sconsigliato anche in caso di assunzione di farmaci fotosensibilizzanti, in caso di pelle molto scura o nell’eventualità che ci si voglia esporre al sole dopo poco tempo.

Al momento dell’utilizzo è normale percepire un leggero pizzicore e riscontrare un po’ di arrossamento sulla zona trattata, che durerà qualche giorno.

 

Dopo quanto tempo comincia a fare effetto l’epilatore a luce pulsata?

Una volta effettuato il trattamento i primi risultati si possono osservare già dopo pochi giorni: i peli infatti cresceranno con una frequenza sempre minore e saranno in ogni caso molto radi.

I risultati sono però variabili da persona a persona e cambiano in base al tipo di pelle e al tipo di pelo, più o meno resistente che sia.

 

La depilazione a luce pulsata è un trattamento permanente?

Nessun trattamento depilatorio può definirsi permanente, poiché la pelle è naturalmente programmata per rigenerarsi e dunque anche il bulbo pilifero, attaccato dalla luce pulsata, dopo alcuni mesi tenderà a ricrearsi. Tuttavia, se il risultato sarà vincente, la crescita del pelo si ridurrà del 70% e non dovrete intervenire nuovamente se non dopo circa sei mesi.

 

 

 

Come utilizzare un epilatore a luce pulsata

 

Una volta capito a cosa serve l’epilatore a luce pulsata, dedichiamo questa ultima sezione alla spiegazione dettagliata dei passaggi da seguire, per beneficiare quanto più possibile delle proprietà di questo alleato di bellezza talvolta complesso da comprendere. Divideremo il tutto in sezioni, in modo da rendere la spiegazione quanto più chiara possibile.

 

 

Preparazione

Prima di iniziare con un trattamento, è necessario preparare la pelle in modo adeguato e prendere alcune precauzioni in modo da rendere il processo efficace e sicuro. Il primo step consiste nel radere la zona che andrete a trattare: la lunghezza del pelo infatti non deve superare 1 mm, perché l’effetto della luce altrimenti si disperderebbe, perdendo di vista l’obiettivo, ossia il bulbo pilifero.

Una volta che la pelle è asciutta,  procedete coprendo eventuali nei con una matita bianca, così come le macchie (come ad esempio le voglie). L’applicazione della luce pulsata inoltre è da evitare su vesciche o altre escoriazioni cutanee.

Un altro passo importante da seguire, consiste nel provare l’epilatore su una parte del corpo, in modo da verificare se questo tipo di trattamento faccia o meno al caso vostro. Valutate in questo senso bruciori eccessivi o arrossamenti lunghi da debellare, e a quel punto sarete sicuri di non incorrere in spiacevoli effetti indesiderati.

 

Trattamento

Il primo passaggio è sicuramente quello di scegliere il livello di energia: il libretto informativo del vostro dispositivo conterrà tutte le informazioni necessarie a questo scopo, sia che scelga autonomamente il vostro fototipo, sia che dobbiate impostarlo voi.

Un secondo passaggio consiste nel selezionare il tipo di flash da erogare, sempre a seconda del modello che avete scelto. Le modalità solitamente presenti sono quella a flash continuo, che prevede impulsi emanati a intervalli regolari e senza interruzione, o a flash singolo, su richiesta dell’utilizzatore.

La prima modalità risulta particolarmente efficace su zone ampie come gambe e braccia, mentre la seconda si presta maggiormente ad aree più piccole e in cui sia richiesta una maggiore precisione.

Fatto questo, non vi resta che posizionare l’apparecchio in modo che la lampada sia totalmente a contatto con la cute. In caso contrario l’impulso non verrà erogato, perché ormai la quasi totalità dei modelli, per ragioni di sicurezza, presenta un sensore in grado di percepire l’esatto contatto con l’epidermide o meno.

A questo punto scorrete lungo la zona da trattare, facendo attenzione a coprire l’intera superficie e, per farlo, dovete aver cura di scegliere la giusta finestra, più piccola o più grande a seconda dell’area su cui volete intervenire.

 

 

Pulizia

A seguito di ogni trattamento dovrete pulire la finestra: potrete osservare infatti, già dopo le prime applicazioni, la formazione di piccole macchie marroni che altro non sono che depositi di cheratina. Se non rimossi tempestivamente potrebbero fissarsi sul vetro, facendo diminuire l’effetto delle onde dell’epilatore.

Tale pulizia deve avvenire tramite un prodotto specifico, che solitamente viene consegnato in omaggio con ogni dispositivo. In caso contrario, dovrete procedere con l’acquisto di tale solvente e di un apposito panno, gli unici in grado di rispettare i filtri ottici della macchina.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Umelar Epilatore a Luce Pulsata Dispositivo IPL

 

Tra i migliori epilatori a luce pulsata del 2021 c’è anche questo modello professionale, pensato per limitare al massimo i danni da surriscaldamento della pelle. Un apposito sensore infatti interrompe l’erogazione di radiazioni, autonomamente, dopo nove secondi di permanenza su una stessa zona del corpo, riprendendo il suo funzionamento una volta spostato.

Molta attenzione è rivolta anche alla contaminazione, nel caso lo stesso dispositivo sia utilizzato da più persone: con tre diversi coperchi in silicone, infatti, potrete svolgere il vostro trattamento in tutta sicurezza.

La stessa tranquillità è il motivo che risiede dietro alla consegna, in dotazione, di un paio di occhiali pensato proprio per limitare i danni dei 300.000 flash erogabili. Con cinque diversi livelli di intensità e tre diverse funzioni, è garantita la massima adattabilità ad ogni tipo di pelle e di pelo, in modo che possiate ottenere risultati ottimali, in tutta autonomia.

Per chiarire quanto detto ed aiutarvi maggiormente nella scelta, elenchiamo ancora una volta la lista dei vantaggi e degli svantaggi di questo epilatore a luce pulsata.

 

Pro

Sensore: Per limitare i danni da contatto prolungato con la luce, questo dispositivo interrompe l’erogazione di flash non appena percepisce una permanenza di nove secondi su una stessa zona della pelle.

Versatilità: Per garantire risultati ottimali e poiché i tipi di pelle sono vari, così come lo spessore e la colorazione dei peli, è possibile scegliere tra tre diverse funzioni e cinque diversi gradi di intensità.

Contaminazione: Al fine di prevenire eventuali contaminazioni, nel caso più persone volessero utilizzare lo stesso dispositivo, sono presenti tre diversi cappucci in silicone.

Protezione: In dotazione riceverete anche degli occhiali, in modo da prevenire eventuali danni agli occhi.

 

Contro

Malfunzionamento: In pochi casi è accaduto che, dopo poche settimane dall’acquisto,  l’epilatore abbia smesso di funzionare, provocando un fastidioso fischio.

 

 

Philips BRI862/00 Lumea Essential Dispositivo di Epilazione

 

Tra gli epilatori a luce pulsata più venduti online c’è anche questo modello proposto da Philips e pensato per un primo approccio a questo metodo depilatorio. Con più di 200.000 impulsi luminosi e la possibilità di trattare entrambe le gambe in meno di 15 minuti, questo epilatore funziona sia a impulsi continui che alternati a brevi pause, in modo da adattarsi maggiormente ai vari tipi di pelle.

A questo proposito aggiungiamo che è in grado di percepire fino a quattro fototipi in perfetta autonomia, regolando l’intensità della radiazione in questo senso ed evitando quindi surriscaldamenti e bruciature.

L’azienda provvede anche a consegnare un comodo astuccio, delle dimensioni esatte del dispositivo, per una migliore modalità di conservazione. Complessivamente quindi si tratta di un articolo molto amato sul web che, nonostante le sue funzionalità di base, risulta veloce, pratico ed efficace su diversi tipi di peli e di pelle.

Per riassumere al meglio quanto detto, aggiungiamo alla descrizione quali sono i punti di forza e di debolezza di questo epilatore a luce pulsata.

 

Pro

Velocità: In soli 15 minuti riuscirete a trattare entrambe le gambe, perché l’intensità della radiazione e la numerosità dei flash consentono di ridurre notevolmente i tempi di utilizzo, rispetto ad altri articoli analoghi in commercio.

Praticità: Con la possibilità di rilevare in autonomia il colore della pelle e l’erogazione di flash senza tasti, questo epilatore è, tra le altre cose, anche molto facile da usare.

Studi: L’azienda presta molta cura nello studio degli effetti e dei miglioramenti a seguito di un utilizzo costante dei suoi dispositivi, rendendo noti i risultati ed eccellendo quindi per trasparenza.

Confezione: Per una conservazione comoda e pratica, la casa produttrice consegna anche un comodo astuccio.

 

Contro

Malfunzionamento: In alcuni casi si sono riscontrati difetti a livello del flash, che potrebbe smettere di funzionare dopo pochi utilizzi, necessitando di ricaricarsi prima di procedere con un nuovo trattamento.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.06.21

 

Principale vantaggio

Il numero di impulsi del Philips Lumea Essential garantisce una depilazione efficace di tutto il corpo, comprese ascelle, zona bikini e viso, ed è in grado di lavorare su diversi fototipi di pelle grazie a cinque impostazioni di intensità della luce. Inoltre, dispone di un efficiente sistema di sicurezza che, oltre a proteggere la cute dai raggi UV, impedisce l’attivazione accidentale dei flash.

 

Principale svantaggio

Come la maggior parte degli epilatori a luce pulsata, non è dotato di batteria e, pertanto, può essere utilizzato solo tramite collegamento alla presa elettrica. Questo ovviamente non inficia la validità del dispositivo, ma potrebbe rappresentare un limite per quanti hanno l’esigenza di portarlo con sé in viaggio o fuori casa.

 

Verdetto: 9.8/10

La buona qualità dei materiali impiegati per la realizzazione del prodotto ne garantisce una lunga vita, soprattutto se destinato a utilizzi intensivi. Il perfetto equilibrio tra prestazioni e prezzo è sicuramente una delle caratteristiche maggiormente apprezzate dai consumatori, insieme alla disponibilità di una pratica custodia e di un dettagliato manuale di istruzioni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Facile da usare

Tra gli epilatori a luce pulsata più validi per praticità di utilizzo si colloca il Philips BRI862/00 Lumea Essential, pensato per agevolare coloro che non hanno molta dimestichezza con apparecchi di questo tipo. Dai pareri degli utenti si evince un’ampia soddisfazione in merito alla presenza di un minuzioso manuale di istruzioni che spiega in maniera dettagliata come usare il dispositivo correttamente per ottenere una depilazione efficace e soprattutto sicura.

L’intensitá della luce si può regolare su cinque livelli differenti a seconda del fototipo della propria pelle e i risultati sono visibili già dopo soli due trattamenti eseguiti a distanza di due settimane l’uno dall’altro.

Il design compatto e leggero lo rende molto pratico da usare anche con una mano sola, una caratteristica che viene ulteriormente accentuata dalla presenza di un’impugnatura ergonomica che permette di raggiungere senza sforzo anche le aree del corpo più difficili da trattare, come la zona bikini e le ascelle che, in genere, richiedono un intervento più mirato.

Massime prestazioni a un prezzo ragionevole

Nella classifica degli aspetti principali che bisogna considerare quando si acquista un epilatore a luce pulsata (ecco la nostra lista dei migliori modelli), al primo posto si colloca la potenza. A tal proposito, il Philips Lumea Essential sfrutta l’innovativa tecnologia IPL capace di emettere 200.000 impulsi di luce a rilascio continuo, che vengono assorbiti dal cromoforo del bulbo pilifero e trasformati in energia termica per rallentare la capacità del follicolo di produrre il pelo, per un’epilazione efficace e duratura.

Per rendere l’utilizzo più sicuro e confortevole durante i primi approcci, il dispositivo è in grado di riconoscere il fototipo di pelle per individuare in modo automatico la modalità d’uso adatta alle esigenze dell’utilizzatore.

Al pari della maggior parte degli epilatori a luce pulsata, non è adatto per le pelli scure e non può essere utilizzato per rimuovere i peli bianchi, grigi e rossi, per cui si dimostra efficace solo su quelli di colore biondo scuro, castano e nero. Questo, però, non è un difetto del prodotto in sé ma della tecnologia IPL, che richiede un forte contrasto cromatico tra pelle e pelo per garantire i risultati sperati.

Nonostante questo piccolo limite, il Lumea Essential ha dimostrato di saper svolgere alla perfezione il suo lavoro e non sono poche le utenti che hanno riscontrato un’effettiva diminuzione dei peli e un progressivo rallentamento della loro ricrescita dopo poche settimane di utilizzo. Non solo, si fa apprezzare anche per quel quid in più che lo distingue dai competitor, ossia l’ottimo rapporto tra qualità complessiva, prestazioni e prezzo di vendita.

 

La sicurezza al primo posto

Se state cercando il miglior epilatore a luce pulsata, capace non solo di garantire risultati apprezzabili ma anche un trattamento senza rischi, questo a marchio Philips potrebbe fare al caso vostro. In merito alla sicurezza d’uso, il Lumea Essential vince su tutti grazie alla presenza di un filtro per i raggi UV, che si occupa di portare la lunghezza d’onda al di sotto dei 400 nm, un valore ritenuto sicuro per la pelle dai dermatologi e dagli esperti.

Ma c’è di più: la multinazionale europea ha dotato il suo dispositivo di un efficace sistema di sicurezza che blocca il fascio luminoso sui fototipi non compatibili, oltre a impedire l’attivazione accidentale del flash.

La finestra di applicazione presenta una grandezza pari a 3,2 cm² per consentire un trattamento più veloce e una maggiore visibilità in ogni condizione, sebbene in molti siano rimasti delusi dell’assenza di una batteria ricaricabile che ne avrebbe consentito l’utilizzo anche senza cavo di alimentazione, ma questo è quanto. Ricordiamo, infine, che nella confezione sono inclusi un adattatore e una pratica borsa per il trasporto dove riporre l’epilatore e custodirlo in maniera sicura.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.06.21

 

Principale vantaggio

Ci sono diversi aspetti interessanti dell’epilatore Beurer SalonPro System che vanno segnalati, come la dotazione di un sensore automatico che riconosce il fototipo di pelle e regola l’intensità degli impulsi luminosi di conseguenza. I livelli di potenza sono sei in tutto ed è presente un filtro UV che permette di trattare le varie zone del corpo senza correre rischi.

 

Principale svantaggio

Si tratta di un modello professionale che si fa apprezzare per la sua spiccata versatilità d’uso e l’efficacia riscontrabile già dopo soli tre/quattro trattamenti, per cui non c’è da stupirsi se il prezzo a cui viene venduto risulta superiore alla media.

 

Verdetto: 9.6/10

L’epilatore proposto da Beurer dispone di una lampada da 7 cm² capace di emettere ben 250.000 impulsi luminosi, così da rendere la depilazione veloce e confortevole. Se usato con costanza, assicura una riduzione dei peli superflui fino al 50% per una pelle liscia come la seta su tutto il corpo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Prestazioni di livello professionale

Per eliminare lo spinoso problema dei peli superflui, senza essere costretti a spendere cifre esorbitanti per delle sedute dall’estetista, la soluzione ideale è acquistare il miglior epilatore a luce pulsata disponibile sul mercato. Tra i modelli che hanno conquistato il maggior numero di apprezzamenti positivi per prestazioni ed efficienza, abbiamo scelto quello proposto da Breuer, un’azienda tedesca sempre in primo piano quando si tratta di piccoli elettrodomestici dedicati alla bellezza e al benessere della persona.

I dati emersi dall’analisi del prodotto sono molto promettenti, sebbene qualcuno si aspettava qualcosina in più per quel che riguarda la fluenza luminosa, pari a circa 5 J/cm². Questo sicuramente non intacca in alcun modo l’efficacia del modello, che può essere utilizzato sui fototipi di pelle dal I al V grazie a uno spettro luminoso di 475-1200 nm e alla possibilità di regolare l’intensità della luce su sei livelli differenti.

La lampada di cui è dotato emette ben 250.000 impulsi luminosi, un valore che lo rende, non solo performante, ma anche piuttosto longevo nel tempo, così da compensare la spesa iniziale, ritenuta abbastanza alta dalla maggior parte degli utenti, con una durata praticamente infinita e senza la necessità di sostituire la cartuccia dopo un certo numero di utilizzi.

Pratico e veloce

L’epilatore Beurer raggiunge l’eccellenza anche in merito al fattore sicurezza, un aspetto che non di rado genera perplessità in chi si appresta a effettuare un acquisto del genere. Dispone, infatti, di un sensore automatico che riconosce la tonalità della pelle per regolare di conseguenza l’intensità della luce, per cui anche coloro che hanno una cute più sensibile o non vogliono sottoporsi a dolorose sedute di ceretta potranno dire addio ai tanto odiati peli superflui. 

Ci preme sottolineare, però, che come la maggior parte degli apparecchi che utilizzano la tecnologia a luce pulsata, non può essere utilizzato sulle pelli scure né per rimuovere i peli molto chiari o bianchi, ma in ogni caso i risultati sono visibili già dopo tre trattamenti, da effettuare a distanza di due/tre settimane, a seconda della velocità di ricrescita del pelo.

La superficie della lampada è di circa 7 cm², ideale quindi per trattare zone ampie del corpo come gambe, braccia e schiena, e grazie alla dotazione di un accessorio di precisione si potranno raggiungere senza problemi anche le aree che necessitano un intervento specifico, come viso e inguine.

A colpire del prodotto è soprattutto il suo design compatto e leggero, che consente una notevole velocità di applicazione e il massimo della praticità, due caratteristiche che possono far comodo a chi non ha molta familiarità con apparecchi di questo tipo.

 

Le funzioni

Arrivati a questo punto è abbastanza evidente che il Beurer SalonPro System si colloca tra gli epilatori a luce pulsata migliori della sua categoria, per cui non abbiamo problemi a consigliarlo a chi vuole acquistare un prodotto professionale, senza però badare troppo al prezzo.

Rispetto agli apparecchi più economici, dispone di due modalità di emissione del fascio luminoso, una a flash singolo per trattare le zone di precisione, e l’altra a rilascio continuo per portare a termine il lavoro in un batter d’occhio, senza dover premere più volte il pulsante.

A conquistare la nostra approvazione è stata anche la presenza di un filtro che protegge l’epidermide dai dannosi raggi ultravioletti e di un sensore che impedisce l’emissione accidentale della luce durante il funzionamento.

Il modello, inoltre, è dotato di una base ed è alimentato a corrente elettrica, mentre i tasti di controllo attraverso cui regolare i diversi livelli d’intensità luminosa sono disposti sulla parte superiore dell’applicatore, così da consentire un facile accesso all’utilizzatore. 

La base appare un tantino ingombrante, per cui potrebbe causare non pochi problemi a chi dispone di uno spazio limitato dove riporre l’epilatore, ma a parte questo non abbiamo riscontrato altri difetti che potrebbero far rimpiangere il denaro speso per l’acquisto.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.06.21

 

Principale vantaggio

Il Braun Silk Expert BD 5009 sfrutta l’innovativa tecnologia “Senso Adapt” per rilevare automaticamente il fototipo di pelle e calibrare l’intensità degli impulsi luminosi in base alle caratteristiche della zona da trattare. Il design ergonomico e la particolare leggerezza della struttura, oltre alla maneggevolezza, assicurano una perfetta scorrevolezza su tutto il corpo, rendendo l’epilazione più pratica e confortevole. 

 

Principale svantaggio

È capace di emettere fino 100.000 impulsi luminosi, quindi lo si potrà utilizzare per parecchi anni; tuttavia, una volta terminate le pulsazioni non sarà possibile sostituire la lampada, e considerato che non si tratta di un modello economico, la sola idea di doverlo buttare a “fine carriera” potrebbe far desistere molti dall’acquisto.

 

Verdetto: 9.1/10

Nel prezzo, oltre all’epilatore a luce pulsata, è inclusa anche una spazzola esfoliante per rimuovere le cellule morte e stimolare la rigenerazione della pelle, lasciandola liscia e morbida al tatto. Sebbene il costo del prodotto appaia abbastanza elevato rispetto alla media, trova comunque giustificazione nella buona qualità costruttiva e nelle ottime performance offerte.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Tecnologia “Senso Adapt”

Come la maggior parte degli epilatori a luce pulsata, anche il Braun Silk Expert BD 5009 sfrutta la tecnologia IPL (Intense Pulsed Light) per consentire la rimozione dei peli superflui attraverso un processo di fototermolisi selettiva.

Visto il costo esorbitante a cui viene venduto, vi starete sicuramente chiedendo perché preferire il prodotto di Braun quando è possibile acquistare un buon epilatore a luce pulsata a un prezzo nettamente inferiore?

Ebbene, a differenza di altri modelli più economici, il Silk Expert implementa l’innovativa tecnologia “Senso Adapt”, brevettata dall’azienda in collaborazione con Cyden, che sfrutta dei particolari sensori intelligenti per rivelare il fototipo di pelle e regolare automaticamente l’intensità degli impulsi luminosi.

In questo modo, l’energia veicolata dalla luce pulsata verrà assorbita solo dalla melanina presente nel follicolo pilifero, così da rallentare il ciclo di crescita del pelo lasciando illesi i tessuti circostanti. L’unica accortezza richiesta è quella di coprire eventuali tatuaggi, nei e cicatrici con una matita bianca per evitare arrossamenti e lievi ustioni, ma a parte questo l’utilizzo del dispositivo si prospetta pratico e sicuro per chiunque. 

Sicurezza e risultati

Pur non essendo un prodotto di fascia economica, ha fatto incetta di feedback positivi da parte delle utenti, che lo hanno preferito soprattutto per la sua spiccata praticità d’uso. Il dispositivo, infatti, permette di eseguire a casa un trattamento professionale degno di un salone di bellezza, garantendo risultati visibili già dopo le prime sedute.

Questo lo rende la scelta ideale per chi cerca un’alternativa semplice ed efficace al rasoio o alla ceretta per l’epilazione casalinga, poiché basteranno solo quattro settimane per riscontrare un’effettiva riduzione dei peli superflui su diverse zone del corpo, così da ammortizzare la spesa iniziale nel tempo con un minor numero di visite dall’estetista. 

Giudizi positivi anche in merito alla buona qualità costruttiva del prodotto, che ha dato prova di sopportare bene gli utilizzi intensivi e le sollecitazioni ripetute. Non a caso, il modello ha ottenuto l’avallo della Skin Health Alliance, che attesta il rispetto dei rigorosi standard in termini di qualità, protezione ed efficacia previsti dalle normative vigenti.

Questo significa che anche chi ha una cute sensibile o molto delicata potrà utilizzare tranquillamente il beauty tool senza temere particolari effetti collaterali, sebbene sia doveroso precisare che l’epilatore assicura risultati apprezzabili solo in caso di pelle chiara e peli scuri.

 

Funzioni e accessori

Un’altra caratteristica davvero interessante del modello di Braun è la possibilità di poter regolare l’intensità degli impulsi luminosi su tre livelli differenti, così da eseguire un trattamento mirato in base alle proprie caratteristiche cutanee e ai risultati che si vogliono raggiungere.

Non solo, grazie all’impugnatura ergonomica e alla particolare leggerezza della struttura, risulta maneggevole e pratico da utilizzare anche per le meno esperte, permettendo di raggiungere senza problemi anche le aree del corpo più difficili da trattare e quelle di precisione come la zona bikini e le ascelle.

A colpirci positivamente del prodotto è stata anche la buona resa della lampada in dotazione, che è in grado di emettere fino a 100.000 pulsazioni senza mai perdere di intensità, assicurando quindi una durata di circa sei anni se lo si utilizza su tutto il corpo, e fino a un massimo di quattordici anni qualora il trattamento riguardi solo piccole zone. Tuttavia, visto che non è possibile sostituire la lampada, una volta terminati gli impulsi luminosi l’apparecchio diventerà praticamente inservibile.

Il Braun Silk Expert BD 5009 arriva a casa in un’elegante custodia Kapitza in edizione limitata, perfetta sia per trasportare e conservare il dispositivo in maniera ordinata sia come originale idea regalo da fare a un’amica o una parente. Oltre all’epilatore, nel prezzo è inclusa anche una spazzola esfoliante per provvedere alla pulizia del viso e del corpo, lasciando la pelle liscia e morbida fin da subito.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.06.21

 

Parliamo di un trattamento estetico che consente la rimozione definitiva dei peli superflui. Ma è davvero efficace? E quali sono le controindicazioni?

 

Le donne e gli uomini sono sempre alla ricerca di un metodo di depilazione efficace che si possa eseguire nella comodità della propria casa e senza spendere un capitale. Il settore estetico, in effetti, propone numerosi trattamenti che promettono ottimi risultati in breve tempo, sebbene alcuni si dimostrino più efficaci e duraturi di altri.

A tal proposito, è bene ricordare che tutte le tecniche di depilazione, soprattutto quelle definitive, vanno eseguite in modo corretto e con i prodotti giusti, sia per ottenere gli effetti sperati sia per evitare ogni possibile reazione avversa o danni alla pelle.

Tra i metodi più popolari per provvedere alla rimozione permanente dei peli superflui, la più apprezzata è sicuramente l’epilazione a luce pulsata, un trattamento ben più recente del laser. Entrambe le tecniche si basano sulla fototermolisi selettiva, ossia sulla conversione dell’energia luminosa in energia termica, che viene assorbita dalla melanina presente nel pelo per indebolire il bulbo pilifero e favorirne l’eliminazione.

Se l’operazione viene eseguita in modo corretto, la pelle che circonda il follicolo rimane inalterata e non si correrà il rischio di irritazioni o dolorose scottature. Ma quali sono i pro e i contro di questo trattamento? Se siete curiosi di scoprirlo continuate a leggere il nostro post.

Peli: perché conviverci quando possiamo eliminarli definitivamente?

Prima di entrare nel merito, è bene fare una veloce panoramica sulla funzione dei peli e sul loro ciclo vitale, in modo da affrontare il delicato tema della depilazione con maggiore consapevolezza.

Iniziamo subito col dire che i peli sono presenti solo sulla cute dei mammiferi e il loro compito è quello di diffondere il sudore apocrino ricco di feromoni deputati al richiamo sessuale e di proteggere la pelle dagli agenti esterni, come freddo e raggi UV. Le sopracciglia, per esempio, assorbono il sudore affinché non vada negli occhi, i peli del naso e delle orecchie impediscono l’accesso dei corpi estranei, mentre i capelli ci proteggono dal sole e da eventuali traumi.

La peluria è diffusa su tutto il corpo, eccezion fatta per il palmo delle mani e dei piedi e alcune zone dei genitali, e le sue caratteristiche (spessore, colore, lunghezza e forma) variano da soggetto a soggetto. Bisogna, però, precisare che il fusto non viene generato continuamente dal follicolo, ma segue un preciso ciclo vitale costituito da tre fasi: anagen (crescita), catagen (allontanamento dalla papilla pilifera ) e telogen (riposo e perdita del sistema di ancoraggio).

Cosa c’entra questo con l’epilazione a luce pulsata? Ebbene, dovete sapere che per essere efficace il trattamento va eseguito durante la fase anagen del pelo, ossia quando la melanina non è ancora del tutto presente nel fusto ma concentrata per la maggior parte all’interno del bulbo pilifero. 

Si tratta, dunque, di una tecnica depilatoria che permette di dire addio a rasoi, cerette e creme, con un notevole risparmio di tempo e denaro, e si può applicare a viso, gambe, ascelle, inguine, braccia e altre zone del corpo, piccole o estese che siano.

 

Come funziona

L’obiettivo principale dell’epilazione a luce pulsata è quello di indebolire progressivamente il follicolo pilifero inducendo l’assottigliamento e il diradamento della peluria, oltre ovviamente a rallentarne la ricrescita fino a renderla non visibile a occhio nudo. Ma vediamo nel dettaglio come funziona questo trattamento oggi così in voga tra le beauty addicted di tutto il mondo.

Si tratta, in pratica, di una tecnica di fotoepilazione che si serve di apposite radiazioni luminose ad alta intensità (IPL) che, dopo la loro opportuna conversione in energia termica, sono in grado di indebolire il bulbo pilifero e di favorire la caduta del pelo attraverso un processo fisiologico assolutamente innocuo.

Volendo spaccare il capello in quattro, l’energia delle IPL si adatta al contenuto di melanina del pelo e dei tessuti circostanti per trasmettere gli impulsi selettivamente al follicolo pilifero senza colpire la pelle e danneggiarla di conseguenza. 

Questo significa che con la veicolazione del calore nel bulbo pilifero, le radiazioni verranno assorbite in parte dal pigmento melaninico del fusto e in parte dalle papille dermiche della cute, in modo da danneggiare solo le cellule cutanee responsabili della crescita del pelo, lasciando illese quelle che invece costituiscono la struttura dei tessuti epiteliali.

Tuttavia, affinché questo metodo di depilazione sia assolutamente sicuro, è fondamentale usare un epilatore a luce pulsata con una lunghezza d’onda compresa tra i 590 e i 1.200 nanometri. A tal proposito, è sempre preferibile effettuare il trattamento presso un centro estetico specializzato o una clinica dermatologica, in modo che l’operatore possa valutare le possibili reazioni termiche della pelle ed escludere eventuali controindicazioni che potrebbero sorgere a seguito dell’intervento.

Tuttavia, si può anche decidere di eseguirlo direttamente a casa attraverso l’uso di uno dei tanti epilatori a luce pulsata venduti online, da scegliere in base ai seguenti fattori: 

 – la fluenza luminosa, ossia la quantità di energia irradiata dalla lampada per centimetro quadro, che dovrebbe essere sempre regolabile per adattare il funzionamento del dispositivo alle caratteristiche della propria pelle;

 – la zona da trattare, dal momento che esistono modelli dotati di alcuni accessori di precisione che permettono di intervenire anche sulle aree più piccole del corpo, come le ascelle e l’inguine;

 – la frequenza degli impulsi, che possono essere singoli (per le aree che necessitano di maggiore precisione) o continui (per zone più estese);

 – la lunghezza d’onda, da cui dipende la capacità delle IPL di raggiungere i bulbi in profondità;

 – e il numero di impulsi, che invece determina la durata della lampada.

I contro dell’epilazione a luce pulsata

Ora che abbiamo fatto chiarezza sui vantaggi dell’epilazione a luce pulsata, vediamo quali sono i contro che dovrebbero spingervi a preferire altri metodi di depilazione meno invasivi. Innanzitutto, i dispositivi a luce pulsata sono efficaci solo sui peli neri, marroni o biondo scuro, mentre su quelli biondi, rossi, bianchi e grigi non offrono alcun tipo di riscontro positivo. Proprio per questa ragione, prima dell’acquisto è importante individuare il proprio fototipo, ossia le caratteristiche della pelle in termini di colore e spessore.

Un altro limite di questo trattamento è che non va effettuato in presenza di tatuaggi, vene varicose, macchie cutanee (come nei, voglie e lentiggini) e cicatrici, senza trascurare ovviamente i potenziali effetti collaterali, come arrossamenti e irritazioni cutanee, secchezza e scolorimento della pelle, infiammazioni e scottature.

Insomma, la depilazione con luce pulsata non è adatta a tutti e viene assolutamente sconsigliata quando si fa uso di farmaci fotosensibilizzanti (pillola anticoncezionale e antinfiammatori) e in caso di diabete o epilessia.

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.06.21

 

Epilatore – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

Ci siamo, la prova costume è ormai alle porte e come ogni anno le donne (e anche gli uomini) hanno un solo pensiero fisso: rimuovere i tanto odiati peli superflui per sfoggiare una pelle perfettamente liscia e morbida. Per non farsi cogliere impreparati basta munirsi di un buon epilatore per uso domestico, così da raggiungere la tanto agognata chimera del corpo glabro, senza spendere una fortuna tra cosmetici ed estetiste. Se non avete molto tempo da dedicare alla ricerca sul web, date subito un’occhiata ai primi due modelli della nostra classifica: uno è il Braun Silk-expert Pro 5 PL5137MN, un epilatore a luce pulsata dotato di quattro testine di diversa grandezza per raggiungere facilmente ogni zona del corpo. Qualora, invece, nella lista delle vostre priorità ci fosse invece la pulizia e la rivitalizzazione del viso, vi consigliamo il Braun FaceSpa 851V, progettato per seguire in modo naturale le curve del volto e minimizzare il rischio di irritazioni.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori epilatori – Classifica 2021

 

Data la grande possibilità di scelta, non dovrebbe essere difficile trovare dei buoni epilatori venduti online a prezzi bassi. Visto, però, che troppa concorrenza potrebbe disorientare, se non addirittura indurre l’utente a cadere in qualche tranello, vi consigliamo di seguire i nostri consigli d’acquisto che, oltre a indicarvi dove acquistare online, vi permetteranno di scoprire pregi e difetti dei migliori epilatori del 2021. Dopo aver confrontato prezzi e caratteristiche degli otto modelli presenti nella nostra classifica potrete prendere la vostra decisione a cuor leggero, visto che il grosso del lavoro è già bello che fatto.

 

 

 

Epilatore a luce pulsata

 

1. Braun Epilatore a Luce Pulsata Silk-expert Pro 5 PL5137MN

 

Azienda leader nella produzione di piccoli elettrodomestici per la bellezza e la cura del corpo, Braun oggi ci propone un epilatore a luce pulsata, il Silk-expert Pro 5 PL5137MN, che promette una progressiva riduzione dei peli superflui in sole quattro settimane di trattamento, cosa che trova conferma anche nei pareri delle utenti che lo hanno provato.

Provvisto di sensore SensoAdapt con protezione UV per garantire la massima sicurezza ed efficacia, offre in dotazione quattro testine di diversa grandezza per raggiungere facilmente ogni zona del corpo, facilità che viene ulteriormente accentuata dalla sua struttura leggera e compatta che permette di maneggiarlo con disinvoltura e precisione.

A parte il costo esorbitante, che non può comunque essere considerato un vero e proprio difetto in virtù della buona qualità costruttiva e dei numerosi vantaggi offerti, precisiamo che la lampada in dotazione è in grado di erogare fino a un massimo di 400.000 impulsi di luce, ma una volta esauriti non sarà possibile sostituirla né utilizzare il dispositivo.

 

Pro

Testine: L’epilatore a luce pulsata a marchio Braun può essere usato con successo su qualsiasi zona del corpo grazie alla dotazione di quattro testine intercambiabili, due di forma standard e due di precisione.

Sicuro: Pur non essendo il modello più economico in circolazione, rientra tra i più venduti e apprezzati del momento perché facile da usare e dotato di un sensore intelligente che riconosce la diversa tonalità della pelle per regolare automaticamente l’intensità delle IPL.

Accessori: Oltre alle testine, nella dotazione sono inclusi anche una pochette da viaggio e un rasoio per accorciare i peli più lunghi prima del trattamento.

 

Contro

Lampada: Ha un’autonomia di 400.000 impulsi ma, una volta esauriti, non sarà possibile sostituirla.

Acquista su Amazon.it (€359.99)

 

 

 

Epilatore viso

 

2. Braun Epilatore Elettrico per il Viso 3 in 1 FaceSpa 851V

 

L’epilatore viso Braun FaceSpa 851V 3 in 1 è pensato non solo per depilare la zona baffetti e le sopracciglia ma anche per la pulizia e la rivitalizzazione della pelle. Nella confezione, infatti, sono inclusi una testina epilatrice con dieci micro fori per un trattamento preciso e delicato, una spazzola esfoliante, un accessorio rivitalizzante, uno specchio con luce led e una pochette per conservare l’intero kit in modo ordinato.

La cosa sorprendente è che nonostante la ricca dotazione di accessori, il prodotto può essere acquistato a un prezzo più che ragionevole, per la gioia di chi non può – o non vuole – spendere un occhio della testa per l’acquisto di un epilatore, seppur di buona qualità.

Inoltre, è dotato dell’innovativa funzione Wet&Dry che ne consente l’utilizzo anche sotto la doccia, e funziona con due pile AA (incluse nella confezione) che liberano dalla schiavitù della ricarica, sempre ammesso che si sia disposti a sostituirle ogni volta che se ne presenti la necessità.

 

Pro

Delicato: Secondo le recensioni delle numerose utenti soddisfatte, questo epilatore è efficace come la ceretta, ma senza causare irritazioni in caso di pelle sensibile.

Accessoriato: Nella confezione, oltre alla testina epilatrice, sono inclusi una spazzola esfoliante, un accessorio rivitalizzante, uno specchio e una pochette.

Wet&Dry: Il corpo impermeabile e l’assenza di fili ne permettono l’utilizzo anche sotto la doccia, in modo da ottimizzare i tempi dell’epilazione.

Prezzo: Considerata la ricca dotazione di accessori, la versatilità d’uso e l’affidabilità del marchio, il prezzo di vendita appare decisamente interessante.

 

Contro

Alimentazione: Il modello funziona con due pile AA, quindi bisognerà ricordarsi di sostituirle quando necessario per non restare senza epilatore.

Acquista su Amazon.it (€54.99)

 

 

 

Epilatore laser

 

3. Beurer Epilatore Laser Tria LAS 50

 

Altro modello che ha fatto incetta di feedback positivi da parte degli acquirenti è l’epilatore laser di Beurer, che offre un buon compromesso tra prezzo e funzionalità. Dalla comparazione con gli altri prodotti concorrenti emerge subito come anche qui l’azienda abbia riservato la massima attenzione alla sicurezza, dotando il dispositivo di un sensore intelligente che rileva la tonalità della pelle e blocca automaticamente l’impulso luminoso in caso di fototipi non compatibili.

Il suo design leggero e compatto lo rende estremamente maneggevole e adatto per essere portato anche in viaggio, mentre la finestra di emissione del fascio luminoso grande appena due centimetri permette di trattare con la massima precisione anche le zone del corpo più piccole e difficili, come i baffetti, gli zigomi e l’inguine.

Inoltre, consente di regolare la potenza su tre livelli differenti per essere rispettoso anche delle pelli più sensibili, sebbene a destare qualche perplessità sia stata l’autonomia ridotta della batteria, che non permette di trattare le aree più estese con una singola ricarica.

 

Pro

Design: Il Laser Tria di Beurer è progettato appositamente per gli usi domestici, quindi risulta molto maneggevole e leggero per consentirne un utilizzo pratico e sicuro anche alle meno esperte.

Versatile: Le tre modalità di emissione del fascio luminoso, facilmente regolabili tramite il selettore posto sul manico, permettono di adattare il funzionamento dell’epilatore alle proprie esigenze e alle caratteristiche della zona da trattare.

Sicurezza: Il sensore intelligente riconosce automaticamente il fototipo di pelle e impedisce l’utilizzo del dispositivo su quelli non idonei al trattamento.

 

Contro

Batteria: L’autonomia risulta alquanto limitata, costringendo a mettere l’apparecchio in carica più di una volta per epilare le aree del corpo più estese.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Epilatore per sopracciglia

 

4. Nuonove Epilatore per Sopracciglia Eyebrow Hair Trimmer

 

Ottimo per i ritocchi veloci e per chi non ha tempo per recarsi con frequenza dall’estetista, l’epilatore per sopracciglia Eyebrow Hair Trimmer di Nuonove può essere utilizzato su tutti i tipi di pelle per eliminare la peluria su labbra, mento, guance e zigomi.

Ha una testina di precisione da 8 mm che permette di raggiungere senza sforzo anche le zone più difficili e nascoste, mentre il suo design leggero e compatto lo rende facile da usare e da trasportare, ideale quindi per chi ha la necessità di portarlo con sé anche in viaggio o comunque fuori casa.

La funzionalità USB, inoltre, permette di utilizzarlo ovunque e in qualsiasi momento, potendo fare affidamento sulla luce a led integrata per individuare e rimuovere i peli anche in condizioni di scarsa visibilità. Visto, però, il prezzo economico e il fatto che i fusti vengono rasati e non tirati dalla radice, la ricrescita sarà abbastanza veloce, ma come abbiamo sottolineato si tratta di un prodotto pensato principalmente per i ritocchi.

 

Pro

Preciso: La testina da 8 mm permette di trattare con la massima precisione anche le zone più piccole del viso per liberarle dai tanto odiati peli superflui.

Alimentazione: È alimentato da una batteria interna che può essere ricaricata tramite un cavo USB, caratteristica che, in combinazione al design leggero e ultracompatto, consente di portarlo con sé in viaggio o fuori casa.

Luce: La lampadina presente sul corpo macchina aiuta a individuare i peli più sottili e nascosti in caso di scarsa visibilità.

 

Contro

Risultati: Dal momento che i fusti vengono rasati e non estirpati dalla radice, la ricrescita sarà decisamente rapida, anche se è proprio questa caratteristica a rendere l’apparecchio completamente indolore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Epilatore Philips

 

5. Philips Epilatore Elettrico Satinelle Essential BRE225/00

 

Se non avete intenzione di spendere una fortuna per un epilatore laser o a luce pulsata che vi permetta di dire addio (seppur in via temporanea) ai peli superflui, potete valutare l’acquisto di una versione elettrica.

L’epilatore Philips Satinelle Essential BRE225/00 non alleggerirà troppo il vostro portafoglio e vi garantirà una pelle liscia e setosa per quattro settimane. Nella confezione trova posto anche una spazzola di pulizia per mantenere la testina dell’apparecchio sempre pulita ed efficiente, con l’ulteriore vantaggio di poterla lavare sotto l’acqua corrente per un’igiene ottimale.

La forma arrotondata della struttura si adatta perfettamente alla fisionomia della mano per restituire un’elevata praticità di utilizzo che può far comodo a quante non hanno molta dimestichezza con questi dispositivi, mentre le due impostazioni di velocità permettono un trattamento di epilazione personalizzato. L’unico appunto è che il modello non dispone di una batteria ricaricabile, quindi sarà necessario collegarlo alla presa di corrente per farlo funzionare, con tutti i disagi e le difficoltà che ne conseguono.

 

Pro

Design: Abbiamo particolarmente apprezzato l’attenzione che l’azienda ha riservato al design che, oltre a essere ben curato sotto il profilo estetico, si adatta perfettamente alla forma della mano per una maggiore praticità di utilizzo.

Rapporto qualità/prezzo: La qualità dei prodotti a marchio Philips la si riscontra anche in questo caso, visto che il Satinelle Essential ha dato prova di sopportare bene le ingiurie del tempo ma senza richiedere sforzi economici eccessivi.

Pulizia: La testina può essere rimossa facilmente dalla sua sede per lavarla comodamente sotto il getto dell’acqua, operazione che si prospetta abbastanza semplice anche grazie alla pratica spazzolina in dotazione.

 

Contro

Filo: Il fatto che sia sprovvisto di una batteria interna ricaricabile costringe a lavorare nelle vicinanze di una presa di corrente.

Acquista su Amazon.it (€20.99)

 

 

 

Epilatore per uomo

 

6. Philips Depilatore Corpo per Uomo BG7025/15 Bodygroom 7000

 

Chi ha detto che l’epilazione è roba da donne? Noi no di certo, visto che tra i nostri consigli d’acquisto abbiamo incluso anche l’epilatore per uomo BG7025/15 di Philips; quindi, cari amici maschietti fatevi avanti e sfatate questo mito assurdo secondo cui l’uomo peloso è più virile.

Tornando seri, vediamo quali sono le caratteristiche più interessanti del prodotto in questione: noi lo consigliamo sia per il convincente rapporto qualità/prezzo sia per il suo design ergonomico progettato appositamente per radere qualsiasi zona del corpo, dalla testa ai piedi. La testina in materiale ipoallergenico si flette in quattro direzioni per adattarsi alle curve naturali di schiena, addome, ascelle, braccia, gambe e zona inguinale. 

Oltre a essere estremamente maneggevole, risulta molto pratico da usare perché completamente impermeabile, così da poterlo utilizzare anche sotto la doccia, e dotato di batteria Quick Charge che offre un’autonomia di 80 minuti con una ricarica di appena un’ora. Nella confezione, inoltre, sono incluse una spazzolina per la pulizia e una custodia per conservare il dispositivo quando non utilizzato e portarlo con sé in viaggio.

 

Pro

Precisione: L’esclusivo rasoio 4D di cui è provvisto il modello di Philips si fa apprezzare per la sua ottima precisione nel taglio anche in caso di peli particolarmente duri.

Prezzo: A colpire positivamente gli utenti è stato anche l’eccellente rapporto qualità/prezzo messo in campo dall’azienda, che non costringe a fare i salti mortali per portarsi a casa un prodotto performante e di ottima fattura.

Materiali: Le lame sono ipoallergeniche e non irritano la pelle, caratteristica che lo rende adatto anche per quanti hanno una cute molto sensibile o reattiva.

 

Contro

Pulsante: L’unico difetto che abbiamo rilevato riguarda il pulsante di accensione, la cui posizione “scomoda” costringe a prestare maggiore attenzione per evitare di spegnere l’apparecchio durante l’utilizzo.

Acquista su Amazon.it (€70)

 

 

 

Epilatore Rowenta

 

7. Rowenta Epilatore Silence Soft EP5660

 

Insieme a Braun e Philips, anche Rowenta è un’azienda che si è sempre distinta nel settore dei piccoli elettrodomestici dedicati alla cura e alla bellezza del corpo, e il suo epilatore Silence Soft EP5660 ne è una chiara dimostrazione. Come facile dedurre dal nome, il prodotto si distingue dagli altri per la sua notevole silenziosità, riducendo il fastidio del rumore durante il trattamento grazie al doppio rivestimento esterno che assorbe le vibrazioni del motore.

L’esclusiva tecnologia “Micro-Contact” brevettata dall’azienda permette alla testina di aderire perfettamente alla pelle per rimuovere anche i peli più corti, e il merito è da ascriversi anche alle ventiquattro pinzette “ultra-precision” che estirpano i fusti dalla radice senza spezzarli.

La luce integrata assicura un buona visibilità in qualsiasi condizione, la qual cosa è ideale dal momento che l’unica pecca di questo modello è che richiede il collegamento alla presa elettrica per poterlo utilizzare.

Nonostante il prezzo vantaggioso, dispone di numerosi accessori che ne rendono l’utilizzo molto pratico e versatile, con l’ulteriore vantaggio di poterli lavare tranquillamente sotto il getto dell’acqua corrente per mantenere sempre elevati gli standard igienici.

 

Pro

Silenzioso: Ciò che differenzia l’epilatore Rowenta dai competitor è l’innovativa tecnologia “Silence Soft” che riduce il rumore durante l’epilazione.

Accessori: Nella dotazione sono inclusi ben cinque accessori per trattare con la massima precisione ogni zona del corpo, con la certezza che le 24 micro pinzette della testina principale estirperanno anche i peli più corti e duri.

Pulizia: Tutti gli optional (eccezion fatta per il corpo motore, ovviamente) possono essere lavati comodamente sotto il getto dell’acqua corrente per facilitare le operazioni di pulizia e manutenzione dell’apparecchio.

 

Contro

Filo: Secondo noi la presenza della luce integrata vuole rimediare in qualche modo all’inconveniente di dover collegare l’epilatore alla presa elettrica, permettendo così una migliore visibilità a prescindere dal luogo di utilizzo.

Acquista su Amazon.it (€49.99)

 

 

 

Epilatore a molla

 

8. Ultnice Epilatore viso a molla

 

Semplicissimo da usare, l’epilatore a molla di Ultnice è un tip mingherlino simile a un pelapatate, composto da un manico in plastica estremamente leggero e facile da impugnare e tre molle metalliche a spirale lunghe circa 9 centimetri. Si tratta di un’alternativa economica alla classica depilazione con threading o epilatore elettrico, che permette una rapida rimozione dei peli superflui da fronte, guance, labbro superiore e mento, lasciando la pelle morbida e liscia.

Come sottolineato, il suo utilizzo è abbastanza semplice, poiché basterà appoggiare le molle sulla zona da trattare e chiudere le estremità del manico con delicatezza, facendo scorrere l’attrezzo sul viso. In questo modo i fusti rimarranno intrappolati nella spirale e verranno estirpati dalla radice in modo rapido e quasi indolore, visto che tuttalpiù si avvertirà un leggero pizzicore.

Il prezzo è molto valido se si considera che i materiali utilizzati per la sua costruzione sono abbastanza solidi e resistenti, sebbene molte utenti raccomandino di asciugare con cura le parti metalliche dopo la pulizia per evitare la formazione di ruggine.

 

Pro

Leggero: Il corpo in plastica, oltre ad aver dato prova di grande solidità e resistenza, rende l’utilizzo di questo epilatore a molla estremamente facile e alla portata di tutti.

Molle: Basta appoggiarle sulla parte da trattare e chiudere i manici con delicatezza per rimuovere i peli superflui dal viso, il tutto avvertendo solo una leggera sensazione di pizzicore.

Economico: Il prezzo a cui viene venduto ha convinto la maggior parte delle utenti, ponendosi come valida alternativa ai costosi epilatori elettrici per il viso.

 

Contro

Ruggine: Sebbene i materiali di costruzione siano di buona qualità, in caso di lavaggi frequenti si consiglia di asciugare con perizia le componenti metalliche per impedirne l’ossidazione.

Acquista su Amazon.it (€6.59)

 

 

 

Guida per comprare un epilatore

 

C’è chi lo utilizza abitualmente con la stessa facilità di un rasoio e chi, invece, soffre in silenzio pur di dire addio ai tanto odiati peli superflui. Fatto sta che l’epilatore, amico fidato di moltissime donne (e anche degli uomini), offre una valida alternativa alla dolorosa ceretta una volta acquisita dimestichezza e scelto il modello giusto.

Il problema, però, è che districarsi tra le numerose offerte che le varie aziende produttrici ci propongono a colpi di slogan è un’impresa ardua, piena di insidie e di possibili fregature. Pertanto, se siete alla ricerca del miglior epilatore per le vostre esigenze, date uno sguardo alla nostra guida per stabilire quali caratteristiche ricercare in un dispositivo del genere.

L’importanza della maneggevolezza

Il primo aspetto da considerare per capire come scegliere un buon epilatore riguarda la struttura del modello, da cui dipenderanno la sua maneggevolezza e la praticità di utilizzo. Il corpo macchina, oltre a risultare abbastanza piccolo e leggero, dovrebbe disporre di un’impugnatura ergonomica e antiscivolo per facilitare la presa e permetterne un utilizzo sicuro anche per chi è alle prime armi.

Per facilitare la rimozione dei peli, molti modelli sono provvisti di una testina epilatoria molto ampia e ulteriori cappucci accessori pivotanti che seguono le curve naturali del corpo per adattarsi alla zona da trattare e aumentare l’efficienza dello strappo.

Se nella lista delle vostre priorità c’è anche l’esigenza di rimuovere i peli superflui dalle parti più piccole e difficoltose, come il viso e la zona bikini, vi consigliamo di optare per un prodotto che abbia in dotazione anche una testina di precisione e pettini di varie lunghezze, in modo da poter direzionare il dispositivo facilmente senza trasformarvi in delle contorsioniste.

A rivestire un ruolo chiave in fase di scelta è anche il fattore sensibilità cutanea: visto che oggigiorno si sente sempre più spesso parlare di allergia al nichel e di pelle sensibile, molte aziende produttrici si sono adeguate alle esigenze delle consumatrici sostituendo le tradizionali pinzette in metallo – peraltro tendenti ad arrugginirsi facilmente – con quelle in ceramica che, sebbene non abbiano la stessa efficienza delle precedenti, risultano più igieniche e delicate sulla pelle.

 

Funzioni e accessori

Rispetto al passato, i moderni epilatori disponibili sul mercato integrano diverse funzionalità e accessori, capaci di rispondere a ogni necessità di depilazione e garantire risultati soddisfacenti con il minimo sforzo. È il caso, per esempio, degli innovativi modelli Wet&Dry che, essendo impermeabili e provvisti di tecnologia cordless senza fili, possono essere utilizzati anche sotto la doccia o nella vasca da bagno senza il pericolo di restare fulminati.

Oltre a ottimizzare i tempi necessari per il trattamento, permettono di sfruttare i benefici dell’acqua calda per favorire l’apertura dei pori e ridurre la percezione del dolore, minimizzando di conseguenza la formazione dei tanto odiati peli incarniti.

A chi, invece, non ha molto tempo da dedicare all’epilazione in vista della prova costume, consigliamo gli epilatori a doppia funzione, dotati cioè di una lama integrata in aggiunta alla classica testina con pinzette, per rendere il trattamento più rapido e indolore, soprattutto in quelle zone del corpo particolarmente sensibili o delicate.

Parlando di dolore, che è il principale nemico dell’epilazione casalinga, ricordiamo che in vendita si possono trovare apparecchi tecnologicamente più avanzati che dispongono di optional pensati appositamente per lenire le irritazioni e sentire meno dolore durante il passaggio del dispositivo, come i rulli massaggianti e le testine refrigeranti per “anestetizzare” la pelle depilata con il freddo.

Alcuni modelli, inoltre, includono nella dotazione anche un guanto di crine, per rendere la zona trattata più morbida e prevenire la formazione dei peli incarniti, e un’apposita testina esfoliante per preparare la pelle alla depilazione rimuovendo le cellule morte e le impurità responsabili dell’occlusione dei pori.

Marca e prezzo

Acquistare un epilatore della migliore marca è sicuramente un’ottima garanzia di qualità. La dimostrazione giunge proprio dalla nostra precedente classifica, dove abbiamo segnalato come top di gamma il Braun Silk-épil, seguito a ruota dal Philips Satinelle e dal Rowenta Silence Soft.

Il primo è senz’ombra di dubbio il più gettonato e richiesto dall’universo femminile, tanto è vero che spesso si tende erroneamente a identificare con il nome “Silk-épil” tutti i tipi di epilatori elettrici presenti in commercio. Il suo successo, in effetti, si deve alla presenza di numerose funzioni all’avanguardia che lo rendono estremamente rispettoso della sensibilità cutanea e dell’igiene personale.

Anche i modelli a marchio Philips hanno riscosso un enorme successo nelle vendite, soprattutto in virtù della loro particolare praticità di utilizzo che può far comodo specialmente a chi si approccia al mondo degli epilatori domestici per la prima volta; mentre quelli di Rowenta si fanno apprezzare per la buona qualità costruttiva e il prezzo che non spaventa.

Per quanto riguarda la spesa da affrontare per l’acquisto di questi dispositivi, ricordiamo che il costo può variare di molto a seconda delle funzioni disponibili e degli accessori di cui l’apparecchio è provvisto. Pertanto, è sempre consigliabile basare la propria scelta, non tanto sul prezzo, ma sulla conformità di quest’ultimo alle caratteristiche del prodotto e all’uso a cui è destinato.

 

 

 

Come utilizzare un epilatore

 

Dopo aver stabilito quale epilatore comprare, è fondamentale imparare a utilizzarlo in modo corretto per evitare ogni possibile trauma per la pelle e la formazione di dolorose irritazioni. Se non sapete come fare, in questa parte conclusiva della nostra guida vi daremo alcuni utili consigli che vi permetteranno di sfruttare al meglio tutte le potenzialità del vostro nuovo alleato di bellezza, senza alcun rischio per la salute e il benessere del derma.

Preparare la pelle al trattamento

La prima cosa da fare per epilarsi in maniera corretta è preparare la pelle al trattamento. Tutti gli epilatori, elettrici o a luce pulsata che siano, vanno utilizzati solo sulla cute perfettamente pulita e libera da eventuali cellule morte.

Oltre a lavare accuratamente la zona con un sapone neutro prima dell’utilizzo del dispositivo, è consigliabile effettuare uno scrub esfoliante qualche giorno prima del trattamento, in modo da prevenire sia le infezioni batteriche a carico del follicolo pilifero sia la formazione di peli incarniti.

 

Passiamo all’epilazione

Una volta preparata la pelle, potete procedere con l’epilazione vera e propria. Se disponete di un modello Wet&Dry sarà possibile utilizzarlo direttamente sotto la doccia o nella vasca da bagno, anche se è sempre consigliabile passare il dispositivo sulla pelle bagnata anziché sotto il getto dell’acqua corrente.

Prima di procedere con il trattamento, verificate che la testina dell’epilatore sia perfettamente pulita e – se necessario – accorciare i fusti più lunghi con un rasoio per facilitare il passaggio dell’apparecchio.

Altra accortezza da adottare riguarda la scelta della velocità giusta, preferendo quella minima per le zone più sensibili (come l’inguine e le ascelle), e quella rapida per le parti del corpo più ampie.

Ricordate, inoltre, di mantenere la testina a un angolo di 45° rispetto alla superficie da trattare, passandola ovviamente sempre contropelo e sfruttando – se presente – la luce incorporata per individuare ed estirpare i peli più piccoli e nascosti.

Cosa fare dopo

Se dopo il trattamento sulla zona spuntano dei puntini rossi, non fatevi prendere dal panico perché si tratta di una reazione del tutto normale (soprattutto se si ha una cute particolarmente sensibile) che tende a sparire spontaneamente nel giro di qualche ora.

A ogni modo, una volta terminata l’epilazione è buona abitudine applicare una crema emolliente per restituire idratazione e morbidezza alla pelle, meglio ancora se formulata con sostanze lenitive e antinfiammatorie come la camomilla, l’aloe vera o la calendula.

Gli esperti, inoltre, raccomandano di aspettare almeno 24 ore dall’epilazione prima di esporsi al sole, dal momento che la pelle depilata risulta più sensibile e maggiormente soggetta a scottature ed eritemi.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come funziona l’epilatore a luce pulsata?

Qualora la propria sensibilità cutanea sia parecchio elevata, così come il dolore conseguente allo strappo dei peli, si può optare per un epilatore a luce pulsata, che non estirpa il fusto e lascia la pelle intatta. Questi dispositivi, infatti, funzionano attraverso un principio di fototermolisi selettiva che trasforma la luce policromatica ad alta intensità (IPL) in calore per indebolire il bulbo pilifero e impedire la rigenerazione del pelo.

Visto, però, che la luce pulsata agisce per “contrasto”, nel senso che è in grado di percepire la differenza di colore tra la melanina dei fusti e quella dei tessuti cutanei circostanti, il trattamento risulta efficace solo in caso di pelle chiara con peli scuri, in modo da colpire solo il bulbo pilifero lasciando la pelle illesa.

Come pulire l’epilatore?

Per una questione igienica, ma anche per mantenere intatta l’efficienza del proprio epilatore, al termine del suo utilizzo è necessario pulirlo per bene in modo da rimuovere i peli e la pelle morta dalla testina. Una volta smontata e tolta la peluria con la spazzolina in dotazione, vi basterà passarla sotto il getto dell’acqua calda, usando – se necessario – qualche goccia di sapone neutro per lavare le pinzette. Al termine dell’operazione, andrà asciugata con un panno di cotone per rimuovere ogni residuo d’acqua e scongiurare la formazione di ruggine.

 

Su quali zone del corpo si può utilizzare l’epilatore?

Gli epilatori sono concepiti per l’epilazione di tutto il corpo, quindi possono essere usati su gambe, ascelle, braccia, inguine e il viso. Se avete la necessità di trattare le zone di precisione, come l’area perilabiale e la zona bikini, è preferibile optare per un modello che disponga di accessori specifici pensati proprio per questo scopo, così da eseguire un trattamento completo senza essere costrette a effettuare ulteriori acquisti.

 

Quali sono i vantaggi dell’epilazione rispetto alla ceretta?

A differenza della ceretta, l’epilatore è in grado di rimuovere anche i peli più corti (da 0,5 mm circa), eliminando il fastidio di dover aspettare che il fusto cresca del tutto per avere una pelle liscia e morbida. In termini di durata, invece, non ci sono grosse differenze, poiché entrambe i trattamenti assicurano risultati soddisfacenti fino a 3-4 settimane.

 

Si può utilizzare un epilatore durante la gravidanza?

Dipende. Ci sono metodi per l’epilazione casalinga che, durante la gravidanza, sono del tutto sconsigliati (come la luce pulsata e il laser), e altri invece che richiedono le dovute precauzioni. Gli epilatori elettrici, nello specifico, possono essere usati tranquillamente anche durante la gestazione, ma solo se il modello in proprio possesso sia dotato di specifici accorgimenti volti a ridurre il trauma della pelle e rendere il trattamento meno doloroso. Dopo l’uso, inoltre, è buona norma applicare una crema post-depilatoria specifica che abbia un buon effetto lenitivo e permetta di ridurre i rossori e le eventuali irritazioni cutanee.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.06.21

 

Concedersi un bel pediluvio a fine giornata è la soluzione migliore in caso di piedi gonfi e appesantiti, rivelandosi un ottimo rimedio naturale anche per detossinare l’organismo e prevenire i calli. Ecco cinque ricette facili e veloci per preparare al meglio questa piccola coccola quotidiana.

 

In qualità di struttura biodinamica principale dell’organismo, i piedi sono responsabili della nostra postura, offrendoci una base solida su cui appoggiare il corpo. Per questo motivo, quando appaiono gonfi, doloranti e affaticati è importante prendersene cura ogni giorno nel modo giusto.

Tra i trattamenti idroterapici più indicati per concedersi un momento di meritato relax a fine giornata, il pediluvio si pone come rimedio naturale utile, non solo per migliorare il benessere e l’aspetto dei piedi, ma anche per depurare l’organismo e prevenire molti problemi di salute. In questo articolo vi mostreremo alcune ricette facili ed economiche per prepararne cinque tipi diversi, ognuno con una specifica finalità curativa e terapeutica.

 

I benefici del pediluvio

L’idroterapia è una pratica molto antica che sfrutta i benefici terapeutici dell’acqua per curare numerosi disturbi e promuovere il benessere fisico. Tra le tecniche più utilizzate da questa disciplina spicca sicuramente il pediluvio, un trattamento facilmente realizzabile anche a casa per rilassarsi e prendersi cura di sé. Utilizzato principalmente per lenire lo stress e la spossatezza, dona un immediato sollievo ai piedi aiutando a prevenire la formazione di calli e geloni.

Anche la pelle ovviamente ringrazierà, visto che aggiungendo alcuni ingredienti naturali all’acqua, come il bicarbonato e il limone, sarà possibile ammorbidire le screpolature e ripristinare l’elasticità della cute, mentre il sale aiuterà a lenire i gonfiori e le irritazioni. Gli oli essenziali, invece, saranno perfetti per realizzare un pediluvio rilassante che vi permetterà di allentare la tensione e lo stress accumulati nel corso della giornata.

Insomma, per ogni esigenza e problematica esiste un trattamento idroterapico specifico che potrete realizzare nell’intimità della vostra abitazione, meglio ancora se accompagnato da un rilassante bagno con bicarbonato in una delle migliori vasche idromassaggio in circolazione per concedersi una vera e propria coccola a costo zero!

Quando e come fare un pediluvio

Si fa presto a dire “pediluvio”, ma in realtà per realizzarne uno in modo corretto e godere di tutte le sue proprietà terapeutiche, è necessario adottare alcuni piccoli accorgimenti che vengono solitamente trascurati dalla maggior parte delle persone. Uno di questi è sicuramente la temperatura dell’acqua, che tende a variare a seconda dell’obiettivo che si vuole raggiungere e del periodo dell’anno in cui ci si trova.

Per esempio: un pediluvio caldo sarà indicato in caso di raffreddamento, dolori e reumatismi, mentre l’acqua fredda si rivelerà utile per stimolare la circolazione sanguigna e attenuare i gonfiori alle caviglie.

Anche le tempistiche di immersione cambiano in base alle circostanze, visto che i pediluvi con acqua calda richiedono in genere tempi di ammollo superiori ai venti minuti (soprattutto se hanno finalità rinvigorenti e riscaldanti), che si riducono a dieci per quelli tonificanti realizzati con acqua fredda.

Per quanto riguarda i momenti della giornata in cui concedersi questa piacevole coccola, in linea di massima si consiglia la sera prima di andare a dormire, nei fine settimana per rilassarsi e subito dopo aver fatto sport per dare un po’ di sollievo ai piedi doloranti. Ovviamente, si tratta di raccomandazioni generali di carattere puramente indicativo, poiché ogni momento sarà buono per concedersi un po’ di tempo per sé e per la cura dei propri piedi.

 

1. Come preparare un pediluvio antinfiammatorio

La prima ricetta che vi proponiamo prevede l’utilizzo di ingredienti facilmente reperibili in casa che non vi costringeranno a precipitarvi di corsa al supermercato per concedervi un momento di puro relax. Quello che vi occorre, oltre a una bacinella capiente riempita con dell’acqua tiepida, sono due cucchiaini di bicarbonato e qualche goccia di olio essenziale alla lavanda.

Per ottenere un maggior effetto rilassante e terapeutico potete versare nell’acqua anche qualche goccia di succo di limone e un cucchiaino di acqua ossigenata, e dopo soli dieci minuti di immersione i vostri piedi torneranno come nuovi.

2. Pediluvio fai da te con acqua e sale

Un grande classico dell’idroterapia fai da te è sicuramente il pediluvio con sale, utile soprattutto in caso di piedi gonfi e affaticati. Ideale anche per le donne in gravidanza che vogliono allentare le tensioni accumulate durante la giornata, prepararlo è davvero semplicissimo e alla portata di tutti.

Basta prendere una bacinella capiente e sciogliere due cucchiai di sale marino iodato nell’acqua tiepida, avendo premura di mescolare bene il tutto con un cucchiaio di legno per permettere al sale di sprigionare le sue proprietà benefiche. Per rendere il tutto ancora più rilassante potete anche utilizzare dei sali per pediluvio che aiutino a drenare i liquidi in eccesso e detergere la pelle in profondità, in modo da renderla più morbida ed elastica.

 

3. Pediluvio disinfettante con aceto

Noto per le sue proprietà disinfettanti e antibatteriche, l’aceto può essere utilizzato anche come rimedio naturale per donare un immediato sollievo ai piedi doloranti. Oltre a purificare la pelle in profondità, aiuta a ridurre le screpolature, prevenendo infezioni e micosi.

Per prepararlo basta diluire 100 ml di aceto di mele in 300 ml di acqua tiepida e lasciare i piedi in ammollo per 10-15 minuti. Per stemperare l’odore intenso dell’aceto, potete anche usare qualche goccia del vostro olio essenziale preferito, sebbene noi consigliamo quello di tea tree per potenziare le proprietà disinfettanti del pediluvio.

 

4. Un pediluvio contro i cattivi odori

In caso di cattivi odori, ma anche per lenire le irritazioni dovute alla ceretta o all’utilizzo dell’epilatore, la soluzione migliore è preparare un pediluvio con bicarbonato, a cui aggiungere un infuso di salvia o di zenzero e un paio di cucchiai di sale grosso da cucina. Dopo aver lasciato i piedi in ammollo per una decina di minuti, vi consigliamo di applicare sulla zona una crema idratante specifica per dare sollievo alla pelle secca e screpolata.

5. Pediluvio curativo per le unghie

Se vi state chiedendo come ammorbidire le unghie dei piedi, sappiate che esiste un pediluvio che potrete utilizzare come fase preparatoria per un pedicure fai da te. Già con un trattamento settimanale a base di acqua e sale sarà possibile risolvere velocemente il problema delle unghie incarnite, mentre in caso di micosi il rimedio più indicato sarà una miscela a base di bicarbonato di sodio e aceto di vino, a cui potrete aggiungere i vostri oli essenziali preferiti.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.06.21

 

Striscia depilatoria – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

Per risolvere il problema dei peli superflui con una soluzione efficace che non vi costringa a dissipare tutto il vostro budget riservato alla bellezza, potete ricorrere alla depilazione casalinga utilizzando delle strisce depilatorie già pronte. Meno aggressive sulla pelle e più pratiche da usare, sono un’ottima alternativa alla classica ceretta a caldo, ma dal momento che l’offerta sul mercato è veramente vasta, meglio avere qualche dritta su come scegliere il prodotto giusto. Dunque, mettetevi pure comode perché qualche consiglio per voi ce lo abbiamo, anzi ve ne diamo subito due: le Solimo in tessuto non tessuto sono arricchite con estratto di calendula per agevolare la rigenerazione dei tessuti epiteliali e proteggere la pelle dalle irritazioni. In alternativa, potete valutare le Veet per Pelli Sensibili, adatte per la depilazione di tutto il corpo, non contengono parabeni e cessori di formaldeide per assicurare un’elevata tollerabilità cutanea anche in caso di cute reattiva.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori strisce depilatorie – Classifica 2021

 

Scegliere le migliori strisce depilatorie per le proprie esigenze non è facile, soprattutto a causa della vasta gamma di offerte disponibili sul mercato. Grazie alla nostra tabella di comparazione potrete confrontare i prezzi e le caratteristiche dei tanti prodotti venduti online per individuare quello a voi più congeniale. Ogni articolo in classifica è corredato di una recensione scritta con il prezioso supporto dei pareri espressi dalle utenti, nonché di un link che rimanda alla pagina web dove acquistare il prodotto di proprio interesse a prezzi bassi.

 

 

Strisce depilatorie viso

 

1. Solimo Strisce depilatorie viso in tessuto non tessuto

 

Tra le migliori strisce depilatorie del 2021 segnaliamo quelle a marchio Solimo, realizzate in morbido tessuto non tessuto per rendere lo strappo più delicato e permettere di utilizzare la stessa striscia più volte. Si tratta, quindi, di un prodotto consigliato per gli utilizzi frequenti, anche perché proposto in un maxi formato da quattro confezioni a un costo molto conveniente, così da avere una buona scorta in casa senza spendere troppo.

Un altro aspetto positivo delle strisce depilatorie viso Solimo è la formula arricchita con estratto di calendula, che assicura una maggiore azione emolliente per donare elasticità alla pelle e proteggerla dalle irritazioni e dai rossori.

Inoltre, il loro utilizzo si rivela semplice e intuitivo anche per le meno esperte grazie alle dimensioni contenute che facilitano la depilazione delle zone di precisione, come labbro superiore e mento, senza essere costrette a tagliare le strisce a misura.

 

Pro

Delicate: La formula arricchita con estratto di calendula, oltre a donare un’ottima profumazione alla pelle, garantisce proprietà emollienti e lenitive.

Quantità: Il formato da quattro confezioni rappresenta un elemento vantaggioso per chi vuole risparmiare e avere una buona scorta in casa.

Dimensioni: Ogni striscia è tagliata su misura per depilare le diverse zone del viso con estrema precisione.

 

Contro

Lunghezza peli: Nonostante la buona qualità complessiva, la cera non si rivela efficace sui peli particolarmente corti e duri.

Acquista su Amazon.it (€10.41)

 

 

 

Strisce depilatorie Veet

 

2. Veet Strisce Depilatorie Corpo e Gambe per Pelli Sensibili

 

Veet, la migliore marca nel settore della depilazione, oggi ci propone delle strisce depilatorie formulate appositamente per le pelli sensibili. Nella quasi totalità dei casi, le consumatrici si sono dette più che soddisfatte delle prestazioni e della delicatezza del prodotto, venduto in confezione da tre pacchi per un totale di 48 strisce depilatorie Veet per corpo e gambe.

Gli unici commenti negativi riguardano la durata delle strips, che a quanto pare tendono a perdere la loro aderenza dopo un paio di strappi, diventando praticamente inservibili. Nonostante questo piccolo inconveniente, si tratta di uno dei prodotti più venduti e apprezzati sul mercato perché caratterizzato da un’esclusiva formula in easy-gel capace di estirpare anche i peli più corti e duri dalla radice, restituendo risultati impeccabili e duraturi.

Molto utili anche le salviettine post-depilazione incluse nella confezione, che permettono di rimuovere i residui di cera dalla pelle già con una sola passata.

 

Pro

Efficaci: La formula in gel si è dimostrata efficace anche sui peli più corti, rimuovendoli dalla radice per una pelle liscia e vellutata fino a tre settimane.

Per pelli sensibili: Arricchite con olio di mandorle ed estratto di fiordaliso, le strisce Veet sono indicate per chi ha una pelle molto sensibile o delicata, prevenendo l’insorgenza di rossori e irritazioni.

Pulizia: Per rimuovere i residui di cera dalla pelle si possono utilizzare le pratiche salviette post-depilazione a corredo.

 

Contro

Durata delle strisce: Sebbene l’offerta includa tre confezioni da 16 pezzi l’una, non si rivela un acquisto di lunga durata perché le strisce diventano inutilizzabili dopo appena due strappi.

Acquista su Amazon.it (€11.97)

 

 

 

Strisce depilatorie inguine

 

3. Veet Strisce Depilatorie Ascelle e Bikini per Pelli Sensibili

 

Dal punto di vista qualitativo, le strisce depilatorie inguine e ascelle a marchio Veet sono quanto di meglio il mercato metta a disposizione. Il prodotto arriva in una confezione contenente sedici strips pretagliate e quattro salviette imbevute di olio post-cera che ammorbidisce e idrata la pelle, donando un immediato sollievo in caso di irritazioni e bruciori.

Le strisce sono realizzate in solido TNT e presentano dimensioni contenute per agevolare il posizionamento sulle zone di precisione, rendendone l’utilizzo più confortevole e preciso. Per quanto il dolore allo strappo sia soggettivo, la maggior parte delle utenti dichiara che, dopo aver preso la mano, l’uso del prodotto si rivela meno doloroso rispetto alla ceretta a caldo e all’epilatore elettrico, e il merito va alla formula in easy-gel che aderisce solo al pelo e non alla pelle.

L’unico appunto riguarda le tempistiche richieste per il riscaldamento delle strisce, visto che per raggiungere la temperatura ottimale e ottenere una depilazione impeccabile sarà necessario frizionarle tra le mani per più di 30 secondi.

 

Pro

Delicate: Come facile dedurre dal nome, si tratta di un prodotto ben calibrato dal punto di vista della composizione per trattare con delicatezza una zona estremamente sensibile come quella dell’inguine.

Gel: Il dolore avvertito al momento dello strappo non è eccessivo, poiché la formula in gel aderisce solo al pelo senza tirare anche la cute.

Risultati di lunga durata: Efficaci anche sui peli più corti, lasciano la pelle perfettamente liscia e glabra fino a 28 giorni.

 

Contro

Tempi di riscaldamento: Se siete di fretta queste strisce depilatorie non sono adatte a voi, poiché la cera impiega un po’ di tempo ad arrivare alla temperatura ideale.

Acquista su Amazon.it (€3.39)

 

 

 

Strisce depilatorie uomo

 

4. No Hair Crew Strisce Depilatorie Corpo per uomo

 

Chi l’ha detto che la depilazione è “roba da donne”? Noi no di certo, visto che tra i nostri consigli d’acquisto figurano anche le strisce depilatorie uomo di No Hair Crew, progettate appositamente per la rimozione di peli maschili. Nella composizione troviamo gli estratti di arnica e calendula, entrambi dalle spiccate proprietà lenitive ed emollienti, che si propongono di mantenere la pelle morbida e idratata, riducendo al contempo il rischio di irritazioni e arrossamenti.

Nonostante il produttore dichiari che le strisce funzionino anche sui peli più corti, in realtà tale affermazione è stata ampiamente smentita dagli utenti che hanno avuto modo di testarle.

Molti di loro, infatti, non solo raccomandano di attendere che il pelo arrivi a una lunghezza di almeno 5 mm, ma sostengono che la cera tende a lasciare parecchi residui sul corpo, rendendo più disagevoli le successive operazioni di pulizia della pelle.

 

Pro

Versatili: Quelle di No Hair Crew sono strisce depilatorie pensate appositamente per la depilazione maschile e adatte per la rimozione dei peli di tutto il corpo.

Sicure: La formula completamente naturale, vegana e cruelty free le rende ideali anche in caso di cute sensibile, permettendo un trattamento delicato e rispettoso del pH cutaneo.

Con estratti naturali: L’aggiunta nella formula degli estratti di calendula e arnica punta a mantenere la pelle morbida e liscia, donando sollievo in caso di irritazioni.

 

Contro

Lunghezza peli: Se non volete rischiare di spezzare i fusti, vi consigliamo di eseguire il trattamento solo se i peli da estirpare presentino una lunghezza di almeno 5 mm.

Acquista su Amazon.it (€9.95)

 

 

 

Strisce depilatorie Strep

 

5. Strep Strisce Depilatorie Viso Crystal

 

Indecise su quali strisce depilatorie comprare? Allora provate a dare un’occhiata a quelle proposte da Strep, vendute in confezione da venti pezzi a un costo molto conveniente. Oltre a essere estremamente facili da usare, assicurano una depilazione omogenea e impeccabile grazie alla realizzazione in materiale trasparente che permette un’applicazione più precisa, velocizzando notevolmente i tempi del trattamento.

Un altro aspetto che in molte hanno apprezzato è la presenza dell’olio di camelia, che essendo particolarmente ricco di vitamina E, stimola la produzione della proteina del collagene per rendere la struttura epidermica morbida e setosa. Per questo motivo, l’uso delle strisce depilatorie Strep non provoca irritazioni e permette di godere degli effetti della depilazione fino a tre settimane.

Un ulteriore punto a favore sono le loro dimensioni ridotte che aiutano a rimuovere la peluria sulle piccole aree del viso, come labbro superiore, mento e guance, in modo efficace e con il minimo sforzo.

 

Pro

Con olio di camelia: L’aggiunta di questo ingrediente protegge la pelle dalle irritazioni e stimola i naturali meccanismi di autoriparazione delle cellule cutanee.

Comode: Le dimensioni contenute e la realizzazione in materiale trasparente ne aumentano la praticità d’uso, rendendo la depilazione del viso più pratica e confortevole anche per le meno esperte.

Risultati: Nonostante la formula leggera, rimuovono i peli alla radice con risultati equiparabili a quelli dell’estetista.

 

Contro

Salviette: Sulla qualità del prodotto in sé nulla da dire, mentre a deludere le aspettative sono state le salviette post-depilazione incluse nella confezione, che non fanno un buon lavoro nel rimuovere i residui di cera.

Acquista su Amazon.it (€2.8)

 

 

 

Rotolo strisce depilatorie

 

6. Ro.ial. Rotolo Per Epilazione in TNT

 

A chi, invece, preferisce ricorrere alla tradizionale ceretta a caldo consigliamo l’acquisto del rotolo di strisce depilatorie proposto da Ro.ial. Essendo interamente realizzato in TNT, presenta numerosi vantaggi rispetto ai tradizionali prodotti in viscosa e poliestere, assicurando una maggiore resistenza alle rotture e alle temperature elevate.

Una delle caratteristiche maggiormente apprezzate dalle utenti è lo spessore notevole delle strisce che, in combinazione alla particolare robustezza delle fibre, impedisce alla cera di oltrepassare il tessuto, rendendolo appiccicoso.

Oltre alla buona qualità, a rendere valido il prodotto è anche il costo molto conveniente del formato da 100 metri, che permette di tagliare le strisce a misura in base alla zona da depilare, restituendo un maggiore durata anche in caso di utilizzi frequenti. L’unica raccomandazione è quella di prestare attenzione al momento della ricezione del pacco, controllando che la confezione non sia danneggiata o aperta, com’è capitato ad altre utenti.

 

Pro

TNT: La realizzazione in tessuto non tessuto rende queste strisce depilatorie di gran lunga più solide e resistenti dei tradizionali prodotti di carta o poliestere.

Consistenza: Lo spessore è tale da agevolare lo strappo e impedire che la cera trapassi il tessuto, rendendone la superficie appiccicosa.

Durata: Il rotolo è lungo 100 metri, ponendosi come scelta ideale per chi vuole utilizzare le strisce a lungo senza essere costretto a spendere cifre esorbitanti o dover effettuare ulteriori acquisti nel breve periodo.

 

Contro

Spedizione: Molte utenti lamentano di aver ricevuto un pacco danneggiato o con il cellophane protettivo manomesso.

Acquista su Amazon.it (€7.4)

 

 

 

Strisce depilatorie Lycia

 

7. Lycia Strisce Depilatorie Delicate Touch

 

La prima cosa che ci è saltata subito all’occhio nell’analizzare le strisce depilatorie Lycia Delicate Touch è la composizione a base di biossido di titanio che permette una maggiore aderenza della cera al pelo. Il risultato è una depilazione impeccabile anche in caso di fusti particolarmente duri e corti, il tutto senza generare irritazioni o arrossamenti grazie alla formula arricchita con estratto di calendula.

Dai numerosi commenti positivi delle consumatrici si evince anche una certa soddisfazione in merito all’impatto traumatico dello strappo, giudicato poco doloroso e soprattutto molto efficace nella rimozione della peluria più spessa e dura.

A destare qualche perplessità è stata, invece, la poca maneggevolezza delle strips, che essendo leggermente più lunghe della media, risultano difficili da applicare sulle zone di precisione, come i baffetti e le sopracciglia, costringendo l’utente a tagliarle per facilitarne il posizionamento.

 

Pro

Ingredienti: Le strisce sono formulate con sostanze lenitive, come l’estratto di calendula e l’olio di cocco frazionato, per calmare le irritazioni e rendere la pelle morbida e liscia al tatto.

Composizione: La fase di strappo è resa più semplice dalla formulazione a base di biossido di titanio, che aderisce perfettamente al pelo facilitandone l’estirpazione.

Praticità: Le strisce possono essere utilizzate più volte e si riscaldano rapidamente, rendendo la depilazione più pratica e veloce.

 

Contro

Dimensioni: Pur essendo progettate appositamente per il viso, le loro dimensioni generose ne compromettono la maneggevolezza, risultando difficili da applicare sulle zone di precisione.

Acquista su Amazon.it (€8.98)

 

 

 

Strisce depilatorie braccia

 

8. Depilzero Strisce Depilatorie Corpo, Gambe e Braccia

 

Le strisce depilatorie braccia e gambe di Depilzero sono le migliori in fatto di resistenza, perché riescono a rimuovere anche i peli più duri e spessi senza che si rompano. Leggermente più larghe della media, permettono di gestire facilmente le zone più estese del corpo, come appunto le gambe e le braccia, accorciando sensibilmente i tempi necessari per una depilazione completa.

Tra gli ingredienti alla base della loro formulazione troviamo il tè verde e l’aloe vera, che oltre a lenire le irritazioni, idratano la pelle in profondità rendendola morbida ed elastica. La cera, grazie alla sua consistenza molto simile a un gel, aderisce meglio al pelo e non strappa la pelle, risultando meno dolorosa rispetto ad altri prodotti concorrenti.

Il prezzo del formato da ventidue pezzi appare abbastanza elevato, ma riteniamo che la buona qualità della formulazione e gli ottimi risultati riscontrati dalle utenti lo giustifichino ampiamente.

 

Pro

Lenitive: Grazie agli estratti di tè verde e aloe vera si evitano le irritazioni e i rossori ai quali è soggetta la pelle durante la depilazione.

Aderenza: Le strisce aderiscono bene anche ai peli più spessi e duri, rimuovendoli dalla radice senza spezzare il fusto.

Quantità: A differenza di altri prodotti simili, quello di Depilzero viene proposto in confezione da 22 strisce per assicurare una maggiore durata anche con un uso frequente.

 

Contro

Prezzo: Non è stata giudicato positivamente da tutti, nonostante la buona qualità della composizione e il numero cospicuo di strisce.

Acquista su Amazon.it (€12.5)

 

 

 

Guida per comprare le strisce depilatorie

 

Quali sono i prodotti più venduti sul mercato e quali caratteristiche valutare al momento dell’acquisto? È ciò che ci siamo chiesti al momento di preparare la nostra guida su come scegliere delle buone strisce depilatorie. Fate tesoro delle nostre conoscenze e utilizzate le informazioni che trovate qui di seguito per individuare il prodotto più adatto a voi, mantenendovi su prezzi accessibili.

 

Le tipologie

Apprezzate in modo particolare da chi ha poco tempo a disposizione e, soprattutto, da chi vuole risparmiare sull’estetista, le strisce depilatorie sono uno dei metodi più utilizzati per eliminare i peli superflui. La prima domanda da porsi ai fini di una scelta ragionata riguarda il tipo di utilizzo che se ne vuole fare, perché in base a questo si dovrà optare per un prodotto piuttosto che per un altro.

Benché la metodica di esecuzione sia sempre la stessa, ciascuna tipologia di ceretta presenta caratteristiche diverse che andranno a incidere sul risultato finale del trattamento. La soluzione più comoda è probabilmente quella di utilizzare delle strisce preconfezionate – meglio conosciute come cera a freddo – che, oltre a risultare più semplici da gestire, sono già pronte all’uso e non colano, quindi non si correrà il rischio di sporcare oggetti e vestiti.

Tuttavia, se si vogliono ottenere risultati più efficaci, la ceretta a caldo è sicuramente uno dei metodi migliori per una depilazione duratura. Rispetto alla tecnica a freddo è anche più efficiente perché il calore favorisce la dilatazione dei pori e facilita l’estirpazione del bulbo pilifero.

In vendita se ne possono trovare di diverse tipologie, partendo da quelle vendute in barattoli da scaldare a bagnomaria o in un apposito fornello scaldacera, fino a quelle dotate di un pratico sistema roll-on che permette un’applicazione più precisa e veloce.

Esiste, poi, un metodo epilatorio relativamente nuovo, la cosiddetta ceretta brasiliana, che non richiede l’utilizzo delle strisce di carta e risulta ideale per chi soffre di fragilità capillare o di follicolite perché aderisce solo al pelo e, una volta solidificata, si rimuove come un cerotto.

 

Quale scegliere in base al tipo di pelle

La scelta delle strisce depilatorie, oltre che sulla praticità d’uso, deve basarsi anche sulle caratteristiche della parte del corpo che si vuole depilare. Per le zone più sensibili, come il viso, le ascelle e l’inguine, sarebbe opportuno preferire un prodotto più delicato e formulato con ingredienti ad alta tollerabilità cutanea, tenendo conto anche del fatto che la peluria presente in quelle zone è meno spessa e resistente di quella di gambe e braccia.

Ma come scegliere il prodotto adatto alla propria tipologia di pelle? In commercio esistono diverse formule, quindi sta a voi decidere quale sia la migliore in base alle vostre caratteristiche cutanee. Quelle al miele, per esempio, sono ben tollerate da tutti i tipi di pelle, mentre quelle al titanio aderiscono meglio al pelo e risultano anche più facili da strappare.

A chi ha i capillari fragili o soffre di sensibilità cutanea consigliamo le strisce all’azulene, un olio botanico ricavato dai fiori di camomilla o achillea noto soprattutto per le sue spiccate proprietà lenitive sulla pelle.

Se è la prima volta che ricorrete alla depilazione fai da te, potete scegliere la ceretta all’ossido di zinco, caratterizzata da una formula ad alta resa che permette di rimuovere agevolmente anche i fusti più corti e spessi. Molto in voga negli ultimi tempi è anche la sugarwax, una cera a base di zucchero che svolge anche la funzione di scrub per favorire la rimozione dei tanto odiati peli incarniti.

Il necessario per un corretto utilizzo

Volete fare la ceretta da sole a casa? Allora, oltre alle strisce depilatorie, occorre che vi procuriate tutto il necessario per eseguire la depilazione in piena autonomia e, soprattutto, in modo corretto. La cera a caldo è sicuramente il metodo depilatorio più difficile da eseguire, poiché va sciolta in un pentolino o in un apposito fornello e stesa sulla pelle con una spatola, per poi essere strappata mediante l’uso di strisce in cotone o TNT.

Una valida alternativa per le meno esperte è la cera con applicatore a rullo. In questo caso basta posizionare la ricarica dentro lo scaldacera, collegarlo alla presa di corrente e attendere che il contenuto si sciolga. Fatto questo, non dovrete far altro che utilizzare il roll-on in dotazione per stendere la cera sulla zona interessata e poi strapparla via con le apposite strisce.

Prendiamo ora in considerazione le strisce a freddo, che sono più semplici da utilizzare rispetto alla ceretta a caldo perché già pronte all’uso. Ideali soprattutto per mani inesperte, che nelle altre ipotesi rischierebbero di ritrovarsi ricoperte di cera bollente, non necessitano di particolari abilità manuali perché una volta riscaldate (con l’asciugacapelli o lo sfregamento manuale) sarà sufficiente farle aderire sulla zona desiderata e tirarle in contropelo per rimuovere la peluria. Inoltre, a differenza del rullo e della cera tradizionale, possono essere trasportate ovunque perché occupano poco spazio e non richiedono l’utilizzo di particolari attrezzature.

 

 

 

Come utilizzare le strisce depilatorie

 

Dopo il rasoio elettrico, le strisce depilatorie sono il metodo più utilizzato per la depilazione casalinga. Più igieniche e pratiche rispetto alla dolorosa cera a caldo, sono già pronte all’uso e permettono di ottenere un ottimo risultato finale, rendendo la pelle liscia e setosa. Vediamo allora come usarle in modo corretto, senza necessariamente ricorrere all’aiuto dell’estetista.

Preparare la pelle al trattamento

L’epilazione a strappi è una tecnica di depilazione più veloce e conveniente rispetto ai trattamenti professionali eseguiti nei centri estetici. Ma come ottimizzare i risultati di questi metodiche casalinghe per la rimozione dei peli?

Anche se potrebbe sembrare scontato, prima di utilizzare le strisce depilatorie è importante preparare adeguatamente la pelle effettuando uno scrub esfoliante per rimuovere le cellule morte e sollevare i peli incarniti che tendono a rimanere intrappolati sotto la superficie cutanea.

Dopo l’esfoliazione, bisogna pulire e detergere con cura la zona per favorire l’adesione della cera al pelo, e in caso di cute sensibile o delicata è consigliabile fare un test di prova su una piccola porzione di pelle per accertarsi che il prodotto non crei irritazioni o altri sfoghi cutanei.

Prima di procedere verificate che sull’area da trattare non ci siano ferite o vene varicose, altrimenti sarebbe preferibile rivolgersi a una professionista per non aggravare ulteriormente la situazione.

Un piccolo trucco: se dovete depilare zone delicate come l’inguine o le ascelle, tenete sempre a portata di mano un po’ di talco per favorire l’assorbimento del sudore e consentire alla cera di aderire meglio ai fusti. Se possibile, vi consigliamo anche di fare un bagno caldo prima della depilazione, in modo da aprire i pori e ridurre il dolore avvertito con lo strappo.

 

Come applicare le strisce depilatorie

Una volta terminata la fase preparatoria, si può passare alla depilazione vera e propria. Per prima cosa, prendete una striscia e riscaldatela sfregandola energicamente tra le mani per qualche secondo oppure utilizzando l’asciugacapelli a temperatura intermedia.

Una volta che la cera si sarà scaldata, appoggiate la striscia sulla zona di interesse e praticate una leggera pressione con le dita seguendo la direzione del pelo per fare in modo che aderisca bene alla pelle.

A questo punto, afferratela da un lato e tirate in modo deciso dalla parte opposta, ossia in contropelo, in modo da rimuovere tutta la peluria. Per ottenere risultati migliori ed evitare la formazione di rossori, si consiglia di tenere la pelle tesa durante lo strappo, così da sentire anche meno dolore.

 

Piccoli accorgimenti post-depilazione

Al termine della depilazione non dimenticate di applicare una buona crema idratante o un olio dopocera specifico per lenire gli arrossamenti e rendere la pelle più liscia e morbida al tatto.

Infine, per eliminare i residui di ceretta che potrebbero rimanere attaccati sulla superficie cutanea, potete utilizzare le salviette post-depilatorie presenti, in genere, nelle confezioni delle strisce oppure applicare un po’ di olio d’oliva sulla zona.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come usare le strisce depilatorie?

A prescindere dal tipo di prodotto scelto, le modalità di utilizzo sono pressoché le stesse: dopo aver riscaldato la striscia fra le mani o con il fon, basta applicarla sulla zona da depilare e tirala via con un movimento deciso dal basso verso l’alto o comunque in direzione contraria rispetto al pelo. Prima della depilazione è buona norma effettuare uno scrub esfoliante e pulire la pelle per rimuovere le cellule morte e le impurità che potrebbero compromettere la buona riuscita del trattamento.

Come creare delle strisce depilatorie?

Per realizzate delle strisce depilatorie fai da te si possono utilizzare degli scampoli di stoffa, preferibilmente in cotone, ricavati da vecchie lenzuola o magliette. Per tagliarli a misura, regolatevi in base alle caratteristiche della zona da trattare: per le gambe dovranno essere più strette e lunghe, mentre per braccia, inguine e ascelle sarebbe meglio farle più piccole in modo da agevolare il posizionamento e lo strappo.

Per quanto riguarda la cera, se preferite utilizzare qualcosa di più “naturale”, ma soprattutto di più economico, basta scaldare in un pentolino un po’ di miele, un cucchiaino di zucchero e il succo di mezzo limone, mescolando il tutto fino a ottenere un composto fluido che andrete ad applicare sull’area da depilare.

 

Come togliere i residui delle strisce depilatorie?

Per rimuovere i rimasugli di cera dalla pelle si può sfruttare un olio vegetale a scelta tra quelli di oliva, mandorle dolci o cocco. Dopo averne applicato un piccolo quantitativo sulla zona appiccicosa, non dovrete far altro che distribuirlo uniformemente per favorire lo scioglimento dei residui e poi asportarli con l’aiuto di un batuffolo di cotone o un dischetto struccante.

 

Come tagliare le strisce depilatorie?

Per tagliare le strisce depilatorie occorrono solo un paio di forbici e un buon occhio. Tuttavia, se volete risparmiare tempo e fatica, in vendita si possono trovare degli appositi portarotoli, in plastica o metallo, che permettono di tagliare le strisce in modo preciso e della lunghezza che si desidera.

 

Cosa fare dopo l’uso delle strisce depilatorie?

Per mantenere l’area depilata in buono stato, oltre ad applicare un olio post-depilatorio per rimuovere i residui di cera dalla pelle, si raccomanda di non esporre la zona a fonti di calore, evitando docce troppo calde, saune e l’esposizione ai raggi solari almeno per le 24 ore successive.

Questo perché le temperature elevate, oltre ad aumentare la sensibilità cutanea, favoriscono la dilatazione dei pori con il conseguente rischio di irritazioni e infezioni. Qualora la pelle appaia secca e arrossata, si può applicare della crema idratante o un po’ di olio lenitivo per ammorbidire la zona e ottenere un immediato sollievo.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.06.21

 

Sebbene la depilazione “fai da te” sia più comoda ed economica, quando si tratta di eliminare i peli pubici è necessario adottare qualche accortezza in più per evitare arrossamenti e irritazioni. Ecco come scegliere la tecnica giusta.

 

Con l’estate ormai alle porte la lista delle cose da fare prima delle vacanze si allunga sempre di più e tra costumi da bagno, creme solari e altri accessori indispensabili per il mare, non resta che un unico piccolo problema da risolvere: i peli superflui.

Sebbene la maggior parte delle donne ricorra alla depilazione casalinga per sfoggiare una pelle liscia e morbida con un notevole risparmio di tempo e denaro, quando si tratta della zona bikini è importante scegliere il metodo giusto per ottenere risultati equiparabili a quelli dell’estetista, senza però causare irritazione all’inguine durante e dopo la seduta.

Acquistare il miglior epilatore o una buona crema depilatoria per l’inguine è già di per sé un’ottima strategia per dare alla zona un aspetto più curato e avere la certezza che non vi siano peli in bella mostra, ma prima di procedere è fondamentale sapere come utilizzare questi prodotti in modo corretto per garantirsi un trattamento efficace e duraturo.

Che ne dite, allora, di addentrarci insieme nel mondo della depilazione inguinale per scoprire le principali tecniche di rimozione dei peli pubici? Allora, mettetevi pure comode che a breve vi spiegheremo come scegliere il metodo più adatto alle vostre caratteristiche cutanee.

L’importanza dei peli pubici

Prima di entrare nel vivo del nostro post alla scoperta dei migliori trattamenti per depilare l’inguine, è bene fare qualche precisazione per mettere bene in chiaro le conseguenze e i rischi che simili interventi possono avere sulla la nostra salute intima.

Come facile intuire, la depilazione integrale è tutt’altra cosa rispetto al tradizionale sfoltimento dei peli pubici, che non sono solo un retaggio antiestetico con cui uomini e donne sono costretti a fare i conti fin dalla notte dei tempi, ma rappresentano un vero e proprio apparato difensivo indispensabile per la protezione delle nostre aree intime.

Sì, perché per quanto la peluria possa apparire sgradevole alla vista e intaccare il nostro ideale di femminilità, svolge il delicato compito di proteggere la pelle delicata della zona dalla proliferazione di microbi e batteri.

Non a caso, le persone che ricorrono alla depilazione totale dell’inguine sono maggiormente soggette a infezioni cutanee e arrossamenti proprio perché il compito principale dei peli è quello di mantenere stabile la temperatura della pelle, salvaguardandone il pH fisiologico nel rispetto della flora batterica stanziale.

Da non trascurare anche la loro importanza a livello sessuale: oltre a prevenire l’insorgenza di candide e herpes, i peli pubici riducono gli attriti durante i rapporti, proteggendo i genitali da abrasioni e microlesioni.

Il nostro consiglio, quindi, è quello di ricorrere alla depilazione dell’inguine totale solo quando strettamente necessario, scegliendo però la tecnica depilatoria più adatta alle proprie esigenze estetiche e cutanee.

 

Preparare la pelle al trattamento

A prescindere dal metodo scelto per la depilazione delle parti intime, se la pelle non viene preparata in modo adeguato l’efficacia e la durata del trattamento ne saranno irrimediabilmente compromessi. Per questa ragione, il nostro primo consiglio è quello di effettuare uno scrub esfoliante qualche giorno prima della seduta per rimuovere le cellule morte e le impurità presenti sulla superficie cutanea e prevenire, al contempo, la formazione dei tanto odiati peli incarniti.

Nel caso della ceretta all’inguine, è buona norma anche verificare che i fusti abbiano raggiunto una lunghezza minima di 4 millimetri per evitare di spezzarli durante lo strappo e ottenere così risultati migliori e più duraturi.

Qualora si preferisca un metodo di epilazione meno doloroso, come la crema depilatoria per le parti intime, è fondamentale scegliere una composizione che non contenga agenti chimici aggressivi o potenzialmente irritanti per la pelle, prestando attenzione a non avvicinare troppo il prodotto alle mucose genitali e perianali per evitare arrossamenti dell’inguine e dolorose irritazioni.

Infine, se scegliete di ricorrere al rasoio o all’epilatore elettrico, prima del trattamento è sempre consigliabile accorciare i peli e fare una bella doccia calda per favorire l’apertura dei pori.

 

Depilazione all’inguine fai da te: quale tecnica scegliere

La ceretta all’inguine totale è sicuramente il metodo più diffuso per depilare le zone intime ma, per ovvie ragioni, è anche il più doloroso. Con la cera a caldo, infatti, il bulbo pilifero viene estirpato alla radice per rallentare la successiva crescita dei fusti, rendendo la pelle liscia e setosa fino a tre settimane. Per chi è intollerante al dolore esiste un’altra tecnica depilatoria meno invasiva e più delicata, che consiste nell’applicare localmente una crema appositamente formulata per la zona bikini.

Oltre a essere più precisa e pratica da utilizzare, permette di dare alla regione inguinale la forma desiderata senza bisogno di rimuovere tutti i peli. Per contro, però, l’effetto del trattamento è meno duraturo rispetto alla ceretta e all’epilatore elettrico, all’ordine di dieci giorni al massimo.

Stesso discorso vale per il rasoio, ideale per chi ha poco tempo a disposizione e non vuole sentire dolore, ma con il rischio che si formino più peli incarniti e microtraumi cutanei. Per evitare questi inconvenienti, vi suggeriamo di depilarvi sempre sotto la doccia e solo dopo aver insaponato con cura la zona per agevolare lo scorrimento delle lame ed evitare dolorosi tagli.

Diversamente, l’uso dell’epilatore elettrico viene sempre sconsigliato per la depilazione inguinale, a meno che non si disponga di un dispositivo studiato appositamente per quella zona, avendo premura però di passarlo solo sulle aree più esterne dell’inguine, senza andare troppo in profondità per non irritare le mucose.

Un’altra valida alternativa, soprattutto per chi non ha una buona manualità, sono le strisce depilatorie che, oltre a essere meno aggressive sulla pelle e più pratiche da utilizzare rispetto alla tradizionale cera a caldo, risultano ideali per chi soffre di fragilità capillare o di follicolite.

Infine, se oltre all’efficacia puntate anche al risparmio, potreste valutare la cosiddetta epilazione con filo arabo mediante l’uso di un colibry epilator, un innovativo dispositivo composto da due bracci fissati a un anello metallico grazie a delle molle, che non necessita di alcun collegamento alla presa di corrente e permette la rimozione anche dei peli più corti e duri.

Consigli post-depilazione

Una volta stabilito come depilarsi le parti intime, è importante adottare alcuni accorgimenti al termine della seduta per mantenere la pelle morbida e liscia più a lungo. La prima cosa da fare è lavare con cura le zone interessate con un detergente a pH neutro e applicare un prodotto lenitivo specifico, in forma di olio o crema idratante, per ridurre i gonfiori e prevenire le irritazioni.

Nelle 24 ore successive alla depilazione si raccomanda, inoltre, di non esporre la pelle depilata ai raggi solari o a fonti di calore eccessive (come docce troppo calde e saune) per evitare la dilatazione dei pori con il conseguente rischio di infezioni e arrossamenti.

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.06.21

 

Le macchie bianche sulla pelle sono conseguenza di un’ipopigmentazione locale o generalizzata, dovuta prevalentemente a una carenza di melanina. Scopriamo insieme le forme più comuni di queste ipocromie cutanee e i trattamenti più efficaci per combatterle.

 

La comparsa di macchie bianche sulla pelle può essere legata a diversi fattori, tra cui in particolare la mancanza di melanina in specifiche aree cutanee.Sebbene la parte del corpo m aggiormente soggetta alla formazione di queste antiestetiche chiazze biancastre sia il viso, in genere compaiono anche su gomiti, gambe, mani e schiena.

A prescindere dal fattore scatenante, è sempre buona norma effettuare una visita specialistica presso un dermatologo per valutare l’entità del problema e approntare una terapia farmacologica o dermocosmetica adatta al proprio caso specifico.

Dal momento, però, che le ipocromie cutanee non sono tutte uguali, prima di farsi prendere da inutili allarmismi è bene approfondire l’argomento per capire di quale disturbo si sia affetti e le relative cause.

 

Le principali tipologie di ipopigmentazione cutanea

Come già anticipato, la comparsa di macchie e puntini bianchi sulla pelle è in genere dovuta a una mancata produzione di melanina – il pigmento responsabile del colorito cutaneo – a opera dei melanociti. Questo deficit può dipendere da svariati fattori, tra cui una prolungata esposizione ai raggi UV senza un’adeguata protezione solare, alimentazione scorretta, assunzione di specifici farmaci, squilibri ormonali e scarsa cura della pelle.

A metterci lo zampino spesso sono anche alcune patologie cutanee di natura fungina che determinano un’ipopigmentazione diffusa su tutto il corpo. Tra queste la più frequente è la vitiligine, un’affezione generalmente di origine ereditaria, che colpisce uomini e donne soprattutto in giovane età. Pur non essendo una malattia contagiosa, può comportare un disagio estetico e psicologico debilitante per chi ne è affetto, rendendo la pelle anche più sensibile alla luce del sole.

Dietro a una macchia ruvida sulla pelle, che appare generalmente squamosa e tendente a screpolarsi facilmente, può nascondersi anche la pitiriasi alba, una patologia cutanea benigna caratterizzata da chiazze biancastre con margini non ben definiti che generano secchezza e desquamazione locale.

Pur essendo un’affezione di cui ancora oggi non si conoscono esattamente le cause, tende a colpire prevalentemente chi ha una cute particolarmente secca e le persone già affette da specifiche malattie cutanee di origine infiammatoria, come la psoriasi e la dermatite atopica.

Dal momento, però, che i sintomi di questa depigmentazione epidermica sono del tutto simili a quelli causati dalla vitiligine e dalla pitiriasi versicolor (una micosi che colpisce lo strato superficiale del derma provocando macchie di diversa tonalità soprattutto su schiena, braccia e torace), la diagnosi deve essere fatta da un dermatologo per distinguerli dalle altre cause di alterazione del colorito della pelle.

Un ulteriore disturbo della pigmentazione cutanea che genera la formazione di piccole macchie bianche sul viso e sulle gambe è l’ipomelanosi guttata, dovuta principalmente all’invecchiamento cutaneo e microtraumi della pelle.

A ogni modo, è bene specificare che nessuna di queste patologie è contagiosa, per cui il ricorso a terapie farmacologiche non sempre si rivela necessario, poiché potrebbe essere sufficiente mantenere la cute ben idratata e protetta dagli agenti esterni mediante l’utilizzo di specifici trattamenti cosmetici. In alcuni casi, per prevenire e ridurre l’inestetismo, lo specialista potrebbe prescrivere dei farmaci corticosteroidi, da assumere però solo sotto la sua sorveglianza e per brevi periodi.

 

Diagnosi e cura

Nel momento in cui si riscontrano macchie bianche sulle gambe, sul viso e sulle braccia, oltre a rivolgersi al medico o al dermatologo, è importante prendersi cura della propria pelle in modo appropriato per evitare che il problema peggiori, mettendo a repentaglio il benessere e la salute generale dell’organismo.

Ovviamente, il trattamento da adottare dipende dalla natura e dall’entità del disturbo, quindi se si tratta di vitiligine sarà necessaria l’applicazione locale di pomate fotosensibilizzanti associate a una terapia fotodinamica mediante l’irradiazione di raggi ultravioletti a specifiche lunghezze d’onda.

Nel caso della pitiriasi versicolor è invece consigliata l’assunzione di farmaci antimicotici per via orale o topica, mentre per curare la pitiriasi alba sarà sufficiente adottare qualche accortezza in più nella propria skincare quotidiana per ripristinare il giusto livello di idratazione cutanea, riducendo contestualmente l’utilizzo di prodotti cosmetici aggressivi e trattamenti beauty traumatici per la pelle come l’epilatore e la ceretta.

Diverso, invece, il caso delle macchie bianche sulle unghie, che sono in genere causate da un’alterazione interna all’organismo a cui è possibile porre rimedio attraverso l’adozione di un regime alimentare ricco di vitamine, sali minerali e aminoacidi per ottenere una restitutio ad integrum totale.

 

Prevenzione e rimedi naturali

Quando si ha a che fare con problemi di natura estetica come le macchie bianche è importante fare proprio il detto “prevenire è meglio che curare”. In questi casi, infatti, la prevenzione gioca un ruolo chiave sia per ridurre gli inestetismi cutanei sia per evitare la ricomparsa delle antiestetiche ipocromie epidermiche.

Nel caso della pitiriasi versicolor, per esempio, è buona norma utilizzare detergenti e saponi formulati con sostanze antimicotiche per riequilibrare il pH fisiologico del derma e ripristinare le sue naturali capacità di difesa. Oltre a ciò, è possibile anche fare ricorso a trattamenti dermocosmetici ad azione batteriostatica aspecifica nel caso in cui l’ipopigmentazione cutanea sia dovuta a funghi e micosi.

A ogni modo, è sempre consigliabile evitare di esporsi al sole senza un’adeguata protezione e prestare maggiore attenzione alla propria igiene personale per evitare forme irritative che potrebbero peggiorare la situazione.

Inoltre, in caso di macchie bianche dovute a vitiligine e ipomelanosi guttata sarebbe opportuno anche migliorare le proprie abitudini alimentari, mangiando più frutta e verdura fresca per garantirsi un giusto apporto di vitamine e sali minerali, ed evitare alcune abitudini malsane come il fumo e il consumo di alcool.

Esistono, infine, alcuni rimedi naturali che possono rivelarsi utili per prevenire e attenuare il disturbo senza necessariamente ricorrere a trattamenti farmacologici mirati, come per esempio: pulire le zone affette dalle macchie bianche con del sapone allo zolfo, applicare localmente una miscela a base di acqua e bicarbonato di sodio per ridurre le infezioni e mantenere la pelle tonica ed elastica, oppure stendere qualche goccia di olio essenziale di tea tree sulle aree di interesse per contrastare la proliferazione di funghi e micosi.