Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Principale vantaggio

L’eau de parfum Gentleman di Givenchy è una fragranza del gruppo legnoso-aromatico costruita attorno alle sofisticate note dell’iris e del patchouli per esaltare con elegante discrezione lo stile e il carattere dei moderni gentiluomini.

 

Principale svantaggio

Gli effluvi floreali della vaniglia nera e della lavanda tendono a sovrastare le note speziate della cannella e dei chiodi di garofano, risultando eccessivamente stucchevoli per chi non sopporta i profumi troppo dolci e persistenti.

 

Verdetto: 9.0/10

La qualità della composizione è eccellente, così come la persistenza del sillage che mantiene inalterate le sue caratteristiche di gradevolezza ed eleganza anche dopo diverse ore dall’applicazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

La piramide olfattiva

L’eau de parfum Gentleman di Givenchy è una fragranza sofisticata e audace che ben si adatta agli uomini di classe dal carattere marcatamente contemporaneo. Per quanto riguarda il target di età, si tratta di un profumo molto raffinato e sensuale capace di legarsi indissolubilmente alla persona che lo indossa, risultando quindi ideale sia per i moderni gentiluomini dalla personalità vibrante e carismatica sia per i giovani che vogliono esternare il loro lato romantico e passionale.

Non a caso, la principale protagonista della piramide olfattiva del Givenchy Gentleman è la sottigliezza floreale dell’iris, che viene ulteriormente accentuata dalle note speziate e vivaci del pepe nero. Le sfumature pepate lasciano, poi, il posto agli effluvi dolci e aromatici della lavanda e del bergamotto, intervallati dalle note di cuore dei chiodi di garofano e della cannella che creano un sillage ampio e persistente, capace di stimolare la fantasia e l’attrazione del pubblico femminile.

Come già anticipato, il profumo appartiene al gruppo legnoso-aromatico ed è stato ideato dai maestri profumieri Olivier Cresp e Nathalie Lorson con l’intento di creare una fragranza seducente e raffinata il cui fascino derivasse sia dalla forza sia dalla dolcezza della composizione.

A quanto pare, l’obiettivo è stato non solo raggiunto ma anche superato visto l’enorme successo riscosso dal prodotto dal 2018 (anno del suo lancio sul mercato) a oggi, ponendosi come uno dei profumi (ecco i migliori modelli) più iconici e avvolgenti del segmento luxury.

L’unico appunto che possiamo muovergli è la predominanza degli effluvi floreali della vaniglia nera e della lavanda, che nel drydown tendono a sovrastare le note speziate delle fragranze legnose, diventando stucchevoli per chi non ama le profumazioni troppo dolci e delicate.

Per chi è adatto?

Arrivati a questo punto sembra evidente come l’universo olfattivo del Givenchy Gentleman sia dedicato agli uomini eclettici e contemporanei che vogliono osare con accostamenti originali per esprimere il loro carattere raffinato ed elegante. Nella maggior parte dei casi l’intento della fragranza è quello di descrivere un uomo carismatico, dallo charme irresistibile e con un’attenzione estrema verso i più piccoli dettagli, ma appunto abbiamo scritto “nella maggior parte dei casi” non in tutti!

In effetti, le premesse che ne suggeriscono l’acquisto non si basano solo sulla componente caratteriale della persona che dovrà indossarlo – cosa che sarebbe praticamente impossibile vista la ricchezza di accordi che caratterizzano la fragranza – ma anche su ciò che si vuole comunicare agli altri. Forse non tutti lo sanno, ma ogni essenza ha una specifica identità olfattiva in grado di esprimere un determinato significato, che nel caso del Givenchy Gentleman sono dolcezza, passione e libertà dai canoni convenzionali.

Quindi, tornando alla domanda iniziale “per chi è adatto?”, possiamo affermare con assoluta certezza che sia gli uomini d’affari eleganti sia i classici “bad boy” con giacca in pelle e jeans strappati troveranno in questo profumo un modo intrigante per comunicare virilità e passione, con l’aggiunta di un pizzico di romanticismo e galanteria che sono sempre molto graditi al gentilsesso.

 

Quando indossarlo

Stabiliti il “come” e il “perché”, non ci resta che affrontare la questione del “quando” indossare la fragranza di Givenchy. Ovviamente, un profumo raffinato e di classe come questo andrebbe sfoggiato in vista di una serata importante o di una cerimonia formale, ma dal momento che stiamo parlando di un’essenza dal tono fresco ma allo stesso tempo strutturata con note sul fondo di fiori e legni pregiati, risulta perfetta per tutte le occasioni e a ogni età.

Nemmeno l’intensità e la persistenza del sillage deludono le aspettative, anche perché ne bastano davvero poche gocce per sortire l’effetto sperato. Anche il design iconico della bottiglia, con la sua linea squadrata e gli angoli curvi dal mood contemporaneo, esprime tutta la classe e la personalità del profumo, esaltando la mascolinità di ogni uomo con elegante discrezione.

Il prezzo del formato da 100 ml non è tra i più bassi sul mercato, ma vista l’eccellente qualità della composizione e l’attenzione riservata alla scelta delle materie prime, riteniamo valga ogni centesimo speso per l’acquisto.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Principale vantaggio

Lanciato sul mercato nel 2011, il profumo da uomo Gucci Guilty ha ridefinito il concetto di sensualità maschile, che si riflette negli accordi pungenti del patchouli e del legno di cedro sapientemente mescolati con le essenze naturali di lavanda e fiori d’arancio africani.

 

Principale svantaggio 

Il target a cui si rivolge la fragranza è quello degli uomini maturi che vogliono mettere l’accento sul carisma e l’eleganza, rivelandosi quindi poco adatta per un pubblico giovane.

 

Verdetto: 9.1/10

Nato per sedurre, questo profumo è un’arma magnetica che lascia dietro di sé una scia molto intensa e persistente, percepibile anche dopo diverse ore dall’applicazione. Ottima anche la longevità del sillage, che permette di indossarlo in ogni circostanza e contesto senza mai sfigurare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

L’universo olfattivo del Gucci Guilty

Se fosse sul banco degli imputati, il profumo da uomo Gucci Guilty sarebbe colpevole di far cadere tutte le donne ai suoi piedi. Sensuale e avvolgente grazie al suo jus magnetico capace di catturare immediatamente l’olfatto femminile già con le sole note floreali di fiori d’arancio africani e mandarino, si addice agli uomini carismatici e audaci che vogliono liberarsi dai pregiudizi e dalle convenzioni sociali.

Creato dal naso del maître parfumeur Jacques Huclier nel 2011, quando le fragranze fruttate ed energizzanti degli agrumi andavano particolarmente di moda, vede l’aggiunta nella composizione degli effluvi legnosi e sensuali del patchouli e del legno di cedro, che reinterpretano la firma olfattiva originale della nota maison italiana.

Non a caso, il profumo rivisita in chiave moderna due ingredienti classici della fougère maschile degli anni ’90 – il neroli e il tabasco – rendendoli protagonisti delle note di testa che annunciano un sillage dal carattere vibrante, dato dal connubio sensuale di cuoio e pepe rosa.

Per finire, la sua scia sfacciatamente mascolina viene esaltata da un fondo più intenso e caldo di ambra e vaniglia, soffuso da sfaccettature agrumate che conferiscono freschezza e vivacità alla fragranza. L’essenza resta quindi fedele alla brand identity di Gucci, aggiungendo però un tocco di energia e innovazione volto a ridefinire totalmente il concetto di stile e carisma.

 

Se l’abito non fa il monaco, lo fa il profumo!

Come già sottolineato, il Gucci Guilty è un profumo spudoratamente maschile che, nonostante i sentori forti e persistenti del cuoio, esprime un’eleganza straordinaria che ben si addice agli uomini raffinati e carismatici. Tuttavia, il suo enorme successo si deve anche alla particolare poliedricità della piramide olfattiva che, grazie alla sapiente combinazione di note fresche e sensuali al tempo stesso, è in grado di adattarsi a diversi stili e personalità.

Quindi, non solo ai moderni businessman che hanno un elevato rigore nel vestire, ma anche ai “bad boy” dal carattere diametralmente opposto che sanno esattamente cosa vogliono e non hanno paura di lottare per ottenerlo.

Stabilito chi può indossarlo, non resta dunque che capire quando: l’autunno è sicuramente il periodo dell’anno più indicato proprio perché gli effluvi di cuoio e legno di cedro riportano alla mente i colori e i profumi (lista dei migliori prodotti) tipici di questa stagione.

Dal momento, però, che il mosaico olfattivo si tinge anche di sfumature fresche ed energizzanti, date dai sentori agrumati e floreali del mandarino e della vaniglia, può essere indossato anche in primavera, mentre lo sconsigliamo d’estate a causa del suo sillage intenso e tenace che potrebbe diventare troppo opprimente per chi non è avvezzo a questo genere di odori.

Quando si tratta di stabilire l’adeguatezza di una fragranza a una persona, anche il fattore anagrafico è una discriminante significativa e, dal momento che stiamo parlando di un profumo molto maturo e serioso, non lo riteniamo adatto per gli under 30.

Per quanto la controparte femminile possa apprezzare il carattere e lo charm che si associa inevitabilmente a questa essenza, non è indicata ai giovani che vogliono divertirsi e fare baldoria con gli amici, magari cogliendo l’occasione per conquistare un’avvenente ragazza, a cui servirà un po’ di tempo per abituare il naso a questo genere di fragranza e iniziare ad apprezzarla.

 

Longevità e packaging

Gucci Guilty è dunque pensato per tutti gli uomini che vogliono sperimentare qualcosa di rivoluzionario e innovativo rispetto al solito trito profumo di nicchia. Il prezzo, a distanza di quasi dieci anni dal suo lancio sul mercato, resta ancora molto alto, ma la qualità della fragranza lo ripaga decisamente.

Le performance sono assolutamente eccellenti sia in termini di durata sia sul fronte dell’intensità, lasciando sul corpo un sentore fresco ed energico che lo rende adatto tanto per gli utilizzi giornalieri quanto per le occasioni speciali.

Non è da meno nemmeno il flacone, caratterizzato da una boccetta in vetro e metallo con l’iconica doppia G intrecciata della celebre casa di moda italiana, che richiama la forza e la sensualità di questo profumo.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Profumo da donna – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

Se siete alla ricerca della vostra nuova fragranza preferita, lasciatevi ispirare dalle nostre proposte per individuare il profumo da donna che meglio rappresenti la vostra personalità. In cima alla nostra “piramide olfattiva” non poteva che esserci il mitico Christian Dior J’Adore, un inno alle donne indipendenti e sicure di sé, che vogliono esprimere la propria forza con la femminilità. Subito dopo troviamo il Katy Perry Killer Queen, venduto in formato da 100 ml a un prezzo che farà sorridere anche le utenti più parsimoniose.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori profumi da donna – Classifica 2021

 

Andy Warhol ne fece oggetto d’arte in alcune delle sue serigrafie, ma a rendere il profumo da donna un’icona di stile ed eleganza fu Marilyn Monroe con la sua celebre frase: “Per andare a letto indosso solo due gocce di Chanel N°5”.

Nonostante le numerose innovazioni nel settore profumiero e i continui cambi di tendenza in fatto di gusti e accostamenti, gli eau de parfum “per lei” restano una potente arma di seduzione femminile capace di far perdere il controllo anche agli uomini più risoluti, creando alchimie misteriose e suggestioni a cui è impossibile resistere.

Ecco la classifica dei migliori profumi da donna del 2021, scelti dal nostro team tra i più venduti e apprezzati dal gentil sesso.

 

 

Profumo da donna Dior

 

1. Christian Dior J’Adore Eau de Parfum

 

Lanciato sul mercato nel 1999 a opera della celebre maestra profumiera Calice Becker, il profumo da donna Dior J’Adore continua a essere una delle fragranze più rappresentative della leggendaria maison francese, apprezzata anche dalle nuove generazioni. Appartiene al gruppo olfattivo floreale fruttato ed esordisce con una sensuale combinazione di magnolia, pesca e bergamotto, che alla fine ci porta a un bouquet floreale avvincente con note di muschio, vaniglia e cedro.

Sebbene il costo sia in linea con i prezzi dei prodotti a marchio Dior, risulta comunque elevato in rapporto al formato da 30 ml; quindi, per acquistarlo dovrete essere disposte a spendere una cifra importante, di cui però alla fine non vi pentirete.

Perfetto per tutte le occasioni e a ogni età, l’intensità e la persistenza del sillage non deluderanno le aspettative, anche nel caso in cui si decida di utilizzarne solo poche gocce. Il design inconfondibile della bottiglia è espressione di classe e personalità, trasmettendo l’essenza profondamente creativa e sensuale del contenuto.

 

Pro

Elegante: Persistente e voluttuoso, il J’Adore di Christian Dior è un eau de parfum dal carattere definito, capace di esaltare la femminilità di ogni ogni donna con elegante discrezione.

Sillage: Non sarà il profumo più economico in circolazione, ma ne bastano comunque poche gocce per ottenere una scia duratura che accompagna per tutto il giorno.

Versatile: Nonostante la veneranda età, è un profumo che anche le nuove generazioni stanno riscoprendo e imparando ad apprezzare; lo si può indossare in ogni circostanza e in abbinamento a qualsiasi outfit senza timore di sfigurare.

 

Contro

Costoso: La confezione da 30 ml viene venduta a costo notevole, ma visto l’enorme gradimento suscitato tra le donne, la cosa non dovrebbe sorprendere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Profumo da donna dolce

 

2. Katy Perry Eau de Parfum Killer Queen

 

Se vi state chiedendo quale profumo da donna comprare, perché ne cercate uno che non vi costringa ad alleggerire troppo le vostre finanze, l’eau de parfum Killer Queen di Katy Perry potrebbe rivelarsi una scelta vincente.

Ideato dalla famosa cantante statunitense, è una fragranza tipicamente floreale accompagnata da sensuali effluvi legnosi e muschiati. Le note di testa vedono prevalere i sentori del bergamotto e dei frutti di bosco, che lasciano poi spazio al gelsomino e al patchouli che chiudono la piramide olfattiva. Insomma, un intrigante mix tra eleganza e freschezza che saprà soddisfare le aspettative di chi cerca un profumo da donna dolce e frizzante allo stesso tempo.

A riscuotere uno straordinario successo tra il pubblico femminile è stata anche la particolare bellezza della confezione, costituita da un’elegante boccetta in vetro dalla forma di un rubino rosso che si pone anche come originale idea regalo che colpirà sicuramente nel segno.

 

Pro

Dolce: Il Killer Queen di Katy Perry è un profumo da donna dolce caratterizzato da una fragranza piacevole e delicata che si presta sia per gli utilizzi giornalieri sia per le occasioni importanti.

Idea regalo: Grazie all’affascinante confezione, a cui si abbina un prezzo abbastanza contenuto, si pone come originale regalo da fare a una donna schietta e avventurosa.

Rapporto quantità/prezzo: Il costo vantaggioso del formato da 100 ml ne permette l’acquisto anche a chi non può o non vuole spendere somme eccessive.

 

Contro

Persistenza: In comparazione agli altri profumi venduti online, la persistenza della fragranza non è eccezionale e tende a svanire dopo qualche ora dall’applicazione.

Acquista su Amazon.it (€18.13)

 

 

 

Profumo da donna Versace

 

3. Gianni Versace Eau de Toilette Red Jeans

 

La nostra panoramica prosegue con la recensione del profumo da donna Versace Red Jeans, venduto in un accattivante flacone da 75 ml a un prezzo che non spaventa. Oltre al costo conveniente, si fa apprezzare per la sua estrema delicatezza sulla pelle e la notevole persistenza della fragranza, caratterizzata da tenui effluvi di albicocca, fresia e ribes nero, che con il passare delle ore lasciano spazio agli aromi di mughetto, rosa e ylang ylang.

Le ultime note a essere percepite sono quelle del sandalo e della vaniglia, che hanno la capacità di sollecitare i ricordi portando la mente in un rigoglioso giardino fiorito. La caratteristica più interessante di questo profumo è il connubio equilibrato tra dolcezza e sensualità, caratteristica che lo rende adatto sia alle donne con una certa esperienza sia alle teenager che vogliono farsi notare dalla controparte maschile.

Se pensate sia proprio questo il profumo da donna adatto al vostro carattere, dopo la tabella riassuntiva qui di seguito troverete un link che rimanda allo store online che lo propone a prezzi bassi.

 

Pro

Intenso ma delicato: Le prime note a essere percepite sono quelle intense del ribes nero e della fresia, che lasciano poi il posto ai delicati effluvi di rosa e mughetto che ricordano un meraviglioso giardino fiorito.

Durata: Pur trattandosi di un eau de toilette, ha la stessa persistenza di un tradizionale profumo, con una durata che si protrae fino a dodici ore dall’applicazione.

Confezione: La bottiglia, dal design caratteristico e ben curato nei dettagli, è contenuta in una splendida scatola in metallo dal mood vintage che può essere utilizzata anche come originale oggetto decorativo.

 

Contro

Classico: Se state cercando un profumo stravagante e diverso dal solito, il Versace Red Jeans potrebbe disattendere le vostre aspettative.

Acquista su Amazon.it (€18.95)

 

 

 

Profumo da donna Yodeyma

 

4. Yodeyma Profumo Donna Iris 

 

Pur essendo un brand meno conosciuto rispetto ai celebri marchi Versace, Dior e Chanel, Yodeyma è considerata la migliore marca di profumi dalle donne di classe e dai gusti raffinati.

Proprio per questo motivo abbiamo deciso di includere tra i nostri consigli d’acquisto il profumo da donna Yodeyma Iris, che offre un perfetto connubio tra la dolcezza delle note floreali e la freschezza degli agrumi. Si pone come fragranza dolce e leggera pensata per le donne raffinate che vogliono lasciare dietro di sé una scia sensuale ma discreta, che esprima femminilità ed eleganza.

Per quanto riguarda il fattore qualità/prezzo, il prodotto si può acquistare online a un prezzo che potremmo definire nella media in rapporto al formato da 100 ml. Tuttavia, stando ai pareri di alcune utenti, non appena si spruzza il profumo sulla pelle si avverte un leggero sentore di alcol, che però tende a sparire man mano che la fragranza evapora.

 

Pro

Piramide olfattiva: Nelle note di testa c’è una prevalenza di sentori floreali, dati dagli effluvi di mughetto e rosa canina, stemperate da quelle di cuore e di fondo, che vedono l’unione del pompelmo e del sandalo.

Discreto: Dedicato alle donne di classe e dai gusti raffinati, piace soprattutto per la sua fragranza discreta e sensuale capace di adattarsi a qualsiasi occasione di utilizzo.

Bottiglia: Molto caratteristica anche la boccetta contenente la fragranza, che testimonia la sobrietà e l’eleganza del profumo.

 

Contro

Alcol: Chi ha un naso un po’ più delicato potrebbe avvertire un leggero odore di alcol dopo l’applicazione del profumo, anche se si tratta di un sentore che tende a sparire dopo qualche minuto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Profumo da donna Bulgari

 

5. Bvlgari Eau de Toilette Omnia Amethyste

 

A rendere unico il profumo da donna Bulgari Omnia Amethyste sono le note fiorite e legnose dell’iris e della rosa bulgara, che virano in un drydown più fresco e vivace, dato dagli aromi di pompelmo e legno di sandalo. Creato nel 2006 dal naso spagnolo di Alberto Morillas, viene proposto in formato da 65 ml a un prezzo non proprio economico ma comunque in linea con la qualità e all’affidabilità del marchio.

Se poi volete risparmiare sulla spesa finale, potete anche optare per i formati più piccoli da 40 e 25 ml, che possono tornare utili soprattutto a chi ha l’esigenza di portare il profumo con sé in viaggio o fuori casa senza occupare troppo spazio nella borsa.

In ogni caso, tenete presente che si tratta di un eau de toilette il cui principale punto a sfavore è la poca persistenza, visto che la scia tende ad affievolirsi dopo qualche ora dalla vaporizzazione.

 

Pro

Fragranza: Il Bulgari Omnia Amethyste appartiene al gruppo olfattivo floreale legnoso ed è costituito da un equilibrato mix di iris e rosa bulgara, arricchito dalle note fresche e vivaci del pompelmo e del sandalo.

Formati: A chi confronta i prezzi dei formati allo scopo di risparmiare farà sicuramente piacere sapere che Bulgari offre la possibilità di scegliere tra tre diverse versioni, da 65, 40 e 25 ml.

Flacone: Al pari della fragranza, anche il packaging è molto accattivante, creando un effetto ottico davvero suggestivo che saprà impreziosire la propria collezione di profumi.

 

Contro

Eau de toilette: Rispetto ai tradizionali eau de parfum, in questo caso la concentrazione di essenza è inferiore al 10%, e questo significa che la fragranza tende a svanire dopo qualche ora dalla vaporizzazione.

Acquista su Amazon.it (€52.59)

 

 

 

Profumo da donna Hermes

 

6. Hermes Eau de Toilette Un Jardin Sur Le Toit 

 

Nel 2011 viene lanciato sul mercato il nuovo profumo da donna Hermes Un Jardin Sur Le Toit, e il nome già dice tutto. Il naso di questa fragranza appartenente al gruppo olfattivo aromatico fruttato è di Jean-Claude Ellena, noto scrittore e profumiere francese, che dal 2004 lavora in esclusiva per la celebre casa di moda parigina.

Rientra tra i profumi femminili più apprezzati dagli uomini per il suo sillage romantico e sfrontato al tempo stesso, che racchiude una nota di seducente vanità. La dolcezza della mela rossa e della magnolia, che formano le note di testa, nascondono i sentori pungenti del rosmarino e della pera per un mix equilibrato di fiori e frutti che esprime al meglio il carattere delle donne forti e indipendenti.

Una delle principali carte vincenti del prodotto è la sua persistenza, dal momento che lascia dietro di sé un sillage che continua a farsi sentire anche dopo diverse ore dall’applicazione, senza mai perdere di intensità.

 

Pro

Sillage: Grazie alla sua fragranza fresca e fruttata, il profumo da donna Hermes lascia una scia decisa e persistente, ma senza eccedere o risultare troppo fastidiosa.

Versatile: Si adatta ai gusti della maggior parte delle donne perché può essere indossato sia per le occasioni importanti sia per quelle più informali, e per la stessa ragione risulta adatto a qualsiasi stagione.

Quantità: Il flacone da 100 ml assicura un buon numero di applicazioni e non costringe a dover effettuare un nuovo acquisto nel giro di poco tempo.

 

Contro

Ingombrante: La forma della bottiglia e il quantitativo notevole rendono il prodotto un tantino ingombrante, non proprio l’ideale per chi ha la necessità di portarlo con sé in viaggio inserendolo in borsa o in valigia.

Acquista su Amazon.it (€81.24)

 

 

 

Profumo da donna fresco

 

7.Byblos Profumo Da Donna Ghiaccio 

 

Se quello che state cercando è un profumo da donna fresco ed economico, il Byblos Ghiaccio potrebbe essere la soluzione perfetta per voi. Tanto per cominciare si tratta di una fragranza unisex, quindi utilizzabile in egual misura sia dagli uomini sia dalle donne, mentre il formato da ben 120 ml garantisce una lunga durata anche se condiviso con il proprio compagno.

Il prezzo è davvero conveniente e non costringe a fare i salti mortali per acquistare un profumo audace e ricco di brio. Le note di testa sono il bergamotto, l’arancia amara e il giacinto acquatico, che lasciano il posto alle note di cuore di ninfea e violetta. Terminano la piramide olfattiva gli effluvi di muschio, vetiver e mirra che avvolgono i sensi lasciando un sillage molto suggestivo che si addice soprattutto ai periodi estivi.

La presenza dell’erogatore spray facilita l’applicazione del profumo su tutto il corpo ed è ideale per quelle donne che sono sempre di corsa e non hanno molto tempo da dedicare alla propria routine di bellezza.

 

Pro

Fresco: Il Ghiaccio di Byblos è un profumo del gruppo floreale acquatico che si fa apprezzare per la gradevole sensazione di freschezza che lascia sulla pelle; perfetto per chi ama l’estate e il fresco odore degli agrumi.

Unisex: Può essere usato sia dagli uomini sia dalle donne, poiché caratterizzato da una fragranza abbastanza neutra che si adatta tanto ai gusti maschili quanto a quelli femminili.

Quantità/prezzo: Il formato da 120 ml permette di acquistare una quantità di profumo consistente senza dover spendere cifre esorbitanti.

 

Contro

Poco persistente: Non tutte le utenti si dicono soddisfatte della persistenza della fragranza, che tende a scomparire dopo poco tempo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Profumo da donna Cartier

 

8. Cartier Profumo da donna La Panthere 

 

Pur non rientrando tra le offerte più convenienti del mercato, il profumo da donna Cartier La Panthere ha fatto incetta di feedback positivi da parte delle utenti per la sua fragranza romantica e decisa che esprime sensualità in modo unico e distintivo.

Le note di testa di rabarbaro, anice e fragola richiamano l’attenzione generando una forte sensazione di benessere, mentre le note di cuore di muschio, fiori d’arancio e patchouli conquistano gli uomini che vogliono una compagna romantica e passionale al tempo stesso.

Siamo convinti che questo intrigante mix colpirà il vostro olfatto già dalla prima vaporizzazione, poiché la percentuale di composti aromatici è molto alta e permette alla fragranza di durare più a lungo sui vestiti e sulla pelle.

Anche se il costo non è vantaggioso per tutte, e molte preferiscono virare verso opzioni più economiche, la qualità della composizione non delude le aspettative, grazie soprattutto a una texture molto leggera e delicata che minimizza il rischio di irritazioni cutanee.

 

Pro

Persistenza: Il Cartier La Panthere è un profumo da donna che vanta un’alta concentrazione di essenze per garantire una persistenza prolungata anche dopo diverse ore dall’applicazione.

Equilibrato: Il sillage combina in modo equilibrato le note intense del rabarbaro e dell’anice con i freschi effluvi di fiori d’arancio e patchouli, per adattarsi a ogni gusto e stile.

Delicato: La consistenza leggera e non eccessivamente oleosa risulta delicata a contatto con la pelle, perfetto quindi per gli utilizzi giornalieri e per chi ha una cute molto sensibile.

 

Contro

Prezzo: Rispetto ai competitor, l’eau de parfum di Cartier viene venduto a un costo elevato che non lo rende accessibile per chiunque.

Acquista su Amazon.it (€60.62)

 

 

 

Guida per comprare un profumo da donna

 

La scelta di un profumo femminile è una questione estremamente soggettiva, e questo significa che non ci sono regole o caratteristiche precise da confrontare per stabilire quale fragranza sia la migliore. Molte donne la scelgono in base al proprio gusto personale, al carattere, alle circostanze di utilizzo e al periodo dell’anno, quindi non possiamo dispensare grossi consigli al riguardo.

L’unica cosa che possiamo fare per aiutarvi a capire come scegliere un buon profumo da donna è farvi da guida in questo affascinante mondo fatto di fragranze ed essenze, facendo chiarezza sulle principali famiglie olfattive e le differenze tra le varie formulazioni.

La composizione

Per scegliere un profumo bisogna partire dal presupposto che ogni prodotto ha una specifica composizione che ne definisce la fragranza.

Quando ci si reca in profumeria o si da una sbirciatina sui siti di e-commerce, capita spesso di imbattersi in termini come eau de parfum, essenza profumata, eau de toilette e acqua di colonia, senza sapere cosa significhino. La differenza riguarda principalmente due aspetti, ossia la concentrazione di oli essenziali diluita in alcool e la scelta delle materie prime.

Le eau de cologne (o acque di colonia) hanno una bassa concentrazione di essenze profumate, tra il 3 e il 6%, e un’elevata presenza di acqua. Questi preparati sono in grado di donare un’immediata sensazione di freschezza sulla pelle, ma per contro tendono a svanire in modo rapido, diventando una versione più femminile delle classiche lozioni dopobarba per gli uomini.

Negli eau de toilette la concentrazione di profumo si attesta intorno al 12-15%, risultando più duraturi rispetto alle acque di colonia ma meno intensi e persistenti degli eau de parfum, che hanno una concentrazione in alcool che va dal 15 al 20% circa.

Gli estratti, infine, sono prodotti in cui la percentuale di essenza arriva fino al 25-30%, assicurando la massima diffusione e persistenza della fragranza. Pur tenendo questo a mente, però, ricordate che il discorso relativo alla durata varia da prodotto a prodotto, quindi per scegliere il profumo giusto è necessario analizzarne la composizione anche sulla base della faglia olfattiva di appartenenza.

 

Le famiglie olfattive

Le sfaccettature che connotano una specifica composizione profumata e ne definiscono l’originalità prendono il nome di famiglia olfattiva, che raggruppa i profumi in base agli elementi che lo compongono.

A definire questa classificazione è stata la Société Française des Parfumeurs, con l’obiettivo di fornire a professionisti e appassionati una base terminologica comune e univoca. Le famiglie finora riconosciute sono sette, ossia:

– agrumata o esperidata, che si riferisce alle composizioni formulate a base di estratti di agrumi mediterranei o esotici (bergamotto, limone, mandarino, arancia, pompelmo, kumquat, lime e yuzu);

– orientale o ambrata, che definisce sensazioni olfattive molto avvolgenti e intense, spaziando dalle fragranze speziate a quelle legnose che vengono declinate sia al femminile sia al maschile;

– aromatica, che sfrutta un’ampia palette di essenze che rievocano la vita all’aria aperta, come la lavanda, la menta piperita, il timo, il rosmarino, l’anice e la salvia.

– floreale, a cui appartengono la maggior parte delle fragranze femminili, con un caleidoscopio di profumi fioriti che comprende il gelsomino, la rosa, l’iris, i fiori d’arancio e altre sfumature fresche e primaverili;

– fougère, in prevalenza maschile, che rievoca elementi boschivi o comunque erbacei con gradazioni più o meno fresche;

– cipriata o chypre, che predilige essenze tipicamente femminili come il bergamotto, la rosa canina, il gelsomino, il patchouli, il muschio di quercia e il labdano;

– legnosa, caratterizzata da una forte prevalenza di legni secchi (cedro e vetiver) e morbidi (sandalo ed effluvi ambrati).

Durata e persistenza

L’ultimo aspetto da considerare nella scelta del profumo riguarda la durata. Indubbiamente, la qualità e la quantità di oli essenziali utilizzati per la realizzazione del prodotto giocano un ruolo chiave in fase d’acquisto, visto che sono proprio queste sostanze a determinare l’intensità e la persistenza della fragranza.

Non solo, optando per un profumo che vede l’impiego di essenze di alta qualità si avrà un minore rischio di allergie e irritazioni cutanee, cosa che di sovente accade quando si acquistano profumi di fascia bassa.

Per fare in modo che il sillage duri più a lungo è quindi fondamentale scegliere un prodotto di buona fattura e caratterizzato da un’elevata concentrazione di oli profumati, tenendo conto però anche del pH della propria pelle.

Sulla cute secca, per esempio, la fragranza evapora più in fretta e la persistenza è minore, quindi sarebbe preferibile applicare un eau de parfum più intenso dopo aver idratato la pelle con una buona crema idratante. Al contrario, le pelli grasse assorbono meglio le sostanze odorose, che di conseguenza si disperderanno nell’aria più lentamente anche se si utilizza un eau de toilette più leggero.

 

 

 

Come utilizzare un profumo da donna

 

Indossare un profumo significa creare una sfumatura unica di noi stessi, esprimendo il nostro carattere attraverso le sensazioni olfattive che quella specifica fragranza riesce a evocare. Per riuscire nell’intento, però, non basta scegliere il miglior profumo da donna disponibile sul mercato, ma bisogna anche saperlo mettere. Se anche voi amate fare di questo elemento il vostro tratto distintivo, nelle righe che seguono vi daremo degli utili consigli su come utilizzarlo nel modo giusto.

Idratare la pelle prima dell’applicazione

Avete acquistato un nuovo profumo ma avete l’impressione che la fragranza scompaia dopo poco tempo? In effetti, questo è un problema molto comune a cui la maggior parte delle donne tenta di rimediare spruzzandone quantità spropositate sul corpo.

A parte il fatto che in questo modo a farne le spese sarà soprattutto il portafoglio, non è di certo il quantitativo utilizzato a influenzare la durata del profumo, ma il tipo di pelle, le parti del corpo su cui viene applicato e le modalità di conservazione della bottiglia.

A tal proposito, un piccolo trucchetto per emanare un buon odore tutto il giorno è idratare la pelle prima dell’applicazione, poiché le molecole odorose si legano meglio alle particelle d’acqua contenute nell’epidermide, diffondendo la fragranza più a lungo.

Oltre che per rendere l’odore più persistente, è importante effettuare questo passaggio anche per proteggere il derma dalle sostanze di sintesi contenute in questi cosmetici, evitando così fastidiose irritazioni o che la cute si secchi. Potete applicare la vostra crema idratante abituale su tutto il corpo o solo sulle zone che volete profumare, meglio se dopo la doccia o poco prima di uscire di casa.

 

Dove spruzzare il profumo

Un altro stratagemma per far durare il profumo più a lungo è applicarlo su specifiche zone del corpo, in particolare dietro le orecchie, sui polsi, dietro le ginocchia e nel solco dei seni. Questo perché la fragranza evapora meglio in quelle aree dove la temperatura corporea è più elevata e l’afflusso di sangue maggiore.

In ogni caso, non andrebbe mai spruzzato sugli abiti, poiché sui tessuti la fragranza tende a svanire dopo poche ore, lasciando oltretutto antiestetiche macchie difficili da rimuovere. Ricordate, inoltre, che i profumi non sono deodoranti, quindi non vanno assolutamente applicati nelle aree soggette a sudorazione come le ascelle, poiché l’alcol contenuto potrebbe irritare la pelle e creare diversi disagi.

Occhio alla quantità

Molte persone preferiscono abbondare con il profumo per timore che la fragranza non si senta o svanisca dopo poco tempo. In questo modo, oltre a ottenere un effetto contrario, si rischia di generare una sorta di “cacofonia” olfattiva che rischia di causare nausea e mal di testa a chi vi sta intorno, e bye bye effetto seducente!

Pertanto, quando si applica non bisogna avvertire la sensazione di pelle bagnata, altrimenti vuol dire che ne avete spruzzato troppo. Inoltre, il profumo andrebbe vaporizzato a una distanza compresa tra i 13 e i 18 cm dalla pelle e, fatta eccezione per le aree più sensibili (come inguine e ascelle) si può utilizzare su tutto il corpo e anche sui capelli.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Che differenza c’è tra eau de toilette e eau de parfum?

La differenza tra le due tipologie riguarda la concentrazione di essenza che viene diluita in alcol: negli eau de toilette si aggira intorno al 12%, mentre nell’eau de parfum può arrivare fino al 15-20%, risultando di conseguenza più duraturo e persistente sulla pelle.

Che cos’è l’estratto di profumo?

Si tratta di una particolare tipologia di profumo in cui la concentrazione di fragranza nell’alcol è più elevata (con percentuali che vanno dal 25 al 30%), assicurando una maggiore diffusione e persistenza dell’effluvio. Molti lo utilizzano solo di sera o in occasioni particolari (soprattutto quando si vuole fare colpo su qualcuno), ma in realtà può essere applicato in qualsiasi momento della giornata, con la sola accortezza di non esagerare con il quantitativo, poiché essendo molto concentrato potrebbe soffocare o nauseare chi vi sta vicino.

 

Si può applicare il profumo da donna sui capelli?

Sì, ma solo con alcune precauzioni. Dal momento che il sebo del cuoio capelluto potrebbe alterare il bouquet della fragranza creando un mix poco gradevole all’olfatto, si consiglia di spruzzare prima un velo di lacca su tutta la chioma affinché assorba lo sporco e il grasso in eccesso, dopo di che si potrà vaporizzare una piccola quantità di profumo a una distanza di circa 20 cm dalle ciocche.

 

Si possono mescolare due profumi da donna diversi?

Assolutamente no. Se si mischiano composti diversi, oltre a ottenere un risultato pessimo, c’è la possibilità che si verifichino reazioni chimiche pericolose che rischiano di provocare irritazioni e allergie alla pelle. Tuttavia, se volete creare una fragranza personalizzata potete mescolare tra loro le essenze pure, e se vi state chiedendo dove acquistare questi preparati la risposta è nelle erboristerie e sugli store online.

 

Quanto dura un profumo da donna e come si conserva?

Come ogni cosa, anche i profumi da donna non sono eterni, ma con qualche piccola accortezza è possibile allungarne sensibilmente la durata. Innanzitutto, il flacone andrebbe sempre conservato in un luogo fresco, asciutto e lontano da fonti di calore e luci intense.

Per fare in modo che l’aroma si mantenga integro per molto tempo senza subire particolari modifiche, occorre anche controllare che il tappo sia chiuso correttamente e, qualora la chiusura si fosse allentata, vi consigliamo di sigillare la boccetta con un foglio di alluminio per impedire che la fragranza evapori a contatto con l’aria.

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Profumo da Uomo – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

Gli uomini che puntano allo stile e all’eleganza non hanno bisogno di scendere a compromessi, ma meritano la migliore qualità al giusto prezzo. Che stiate cercando un classico intramontabile o una nuova fragranza che sappia esprimere al meglio la vostra mascolinità, potete lasciarvi ispirare dai dieci profumi che abbiamo appositamente selezionato per voi, in modo che possiate distinguervi dalla massa e attirare l’attenzione del gentil sesso. Agli uomini sportivi e avventurosi consigliamo Hugo Boss Profumo da uomo Boss Bottled Eau de Toilette, dal profumo intenso e sensuale dato dalle avvolgenti note d’ambra e sandalo; il Burberry For Men presenta, invece, una fragranza più fresca ed energizzante grazie alla sapiente combinazione di lavanda, menta selvatica, timo e bergamotto.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 10 Migliori Profumi da Uomo – Classifica 2021

 

Nella classifica che segue potrete leggere la nostra recensione dei migliori profumi da uomo del 2021, scelti dalla nostra redazione tenendo conto di una vasta gamma di esigenze. Attraverso la loro comparazione riuscirete a individuare il prodotto corrispondente ai vostri gusti personali.

 

Profumo da uomo Hugo Boss

 

1. Hugo Boss Profumo da Uomo Boss Bottled Eau de Toilette

 

Tra i prodotti più venduti e apprezzati del momento, quello che ci ha convinti di più è stato il profumo da uomo Hugo Boss, caratterizzato da una fragranza legnosa e ambrata che si addice agli uomini eleganti e raffinati. Le note principali del prodotto sono la cannella, il sandalo e il cedro, che si fondono perfettamente tra loro per aggiungere charme e carattere a qualsiasi outfit, assicurando una buona durata anche a distanza di diverse ore dall’applicazione.

Largamente apprezzato dagli utenti, soprattutto per il suo rapporto qualità/prezzo molto convincente, il Boss Bottled si contraddistingue anche per il flacone discreto e compatto, ideale per essere portato con sé in viaggio o a lavoro.

Come già anticipato, il prodotto presenta una profumazione molto forte e persistente che lo rende adatto per gli uomini maturi che vogliono mettere in evidenza la propria eleganza in ogni occasione; pertanto, lo riteniamo poco indicato per un target più giovane.

 

Pro

Fragranza: Il Boss Bottled è composto da note di testa di cannella, sandalo e cedro che virano poi verso delicati effluvi floreali per assicurare un effetto avvolgente e sensuale adatto a ogni circostanza.

Formato: Il flacone risulta discreto e di dimensioni compatte per essere portato comodamente con sé in viaggio, a lavoro o in palestra, senza occupare uno spazio eccessivo.

Prezzo interessante: Il motivo del grande successo nelle vendite del profumo di Hugo Boss è legato anche al prezzo vantaggioso del formato da 100 ml, che appare più economico rispetto a tanti altri prodotti concorrenti.

 

Contro

Forte: L’odore legnoso e ambrato del sandalo tende a prevalere sugli altri, e questo potrebbe non soddisfare le esigenze di chi cerca un profumo più leggero e discreto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Profumo da uomo Burberry

 

2. Burberry For Men Eau de Toilette Uomo 100 ml

 

Il profumo da uomo Burberry For Men fu ideato nel 1995 da Michel Almairac in collaborazione con l’azienda francese Creations Aromatiques, ma è ancora oggi tra i prodotti di maggior successo del brand.

Piace soprattutto per la sua fragranza fresca ed energica che lo rende adatto per gli utilizzi giornalieri, e il merito è da attribuirsi anche alla sua texture leggera e non eccessivamente oleosa che risulta delicata a contatto con la pelle.

Il giudizio relativo all’intensità e alla persistenza del profumo è molto positiva: le prime note di testa che si avvertono dopo l’applicazione sono quelle del bergamotto, della menta e del timo, che poi lasciano il posto all’aroma più intenso del legno di sandalo e del muschio; infine, la profumazione diventa piacevolmente delicata, lasciando sul corpo un sentore di freschezza e pulito.

Anche in questo caso, il costo del formato da 100 ml appare conveniente, perfetto quindi per chi non vuole sbilanciarsi troppo e contenere quanto più possibile la spesa riservata all’acquisto di un profumo.

 

Pro

Sillage: La scia del Burberry For Men appare intensa e persistente, grazie a una profumazione legnosa-aromatica costituita da note di legno di sandalo, vaniglia, menta, timo e muschio bianco.

Compatto: Le dimensioni della bottiglia consentono di portare il profumo comodamente con sé, inserendolo in un marsupio o in una piccola borsa da lavoro.

Economico: Pur essendo un profumo di buona qualità e di lunga durata, può essere acquistato a un prezzo molto competitivo, per la gioia di chi non vuole spendere somme eccessive per l’acquisto di un profumo

 

Contro

Per gli uomini dinamici: In fase di applicazione le prime note a farsi sentire sono quelle della menta e del timo, che si sposano alla perfezione con gli stili di vita dinamici e attivi. Per questa ragione, lo riteniamo poco adatto per chi preferisce una fragranza più floreale, che lasci sul corpo un profumo molto delicato e quasi impercettibile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Profumo da uomo Versace

 

3. Versace Dreamer Eau de Toilette Uomo 100 ml

 

Parliamo indubbiamente di un simbolo indiscusso dell’eleganza e del prestigio italiano, entrambi racchiusi nel profumo da uomo Versace Dreamer. La sua fragranza romantica e delicata attira l’olfatto e l’attenzione delle donne grazie alle sue note dolci, che spaziano dai sentori aromatici e fruttati del limone bianco all’avvolgente bouquet di fiori di garofano e rosa, completato dagli effluvi energizzanti della salvia e del dragoncello.

La bottiglia, dal design avvolgente e ben curato nei dettagli, si pone come affascinante idea regalo con il quale sarà difficile sfigurare. All’indiscussa qualità della composizione, che non ha nulla da invidiare ad altri marchi ugualmente famosi, Versace ha saputo abbinare un prezzo molto competitivo, che lo rende avvicinabile anche per chi non può o non vuole spendere somme eccessive.

Tra gli utenti c’è chi ha ritenuto la fragranza troppo leggera e poco persistente rispetto alla media, ma bisogna comunque considerare che si tratta di un “eau de toilette” che presenta una concentrazione più blanda di olio essenziali rispetto ai tradizionali profumi.

 

Pro

Versatile: Il Versace Dreamer, proposto dall’omonima casa di moda italiana, è un profumo romantico e delicato caratterizzato da una fragranza piacevole che si presta anche per gli utilizzi giornalieri e per un pubblico giovane.

Equilibrato: Estremamente delicato sulla pelle, riesce a combinare in modo equilibrato le fresche note fruttate del limone bianco e del mandarino con gli effluvi energizzanti della salvia e del dragoncello, per adattarsi a ogni gusto e stile.

Idea regalo: Con la sua inconfondibile confezione, abbinata a un prezzo di vendita che non spaventa, si pone come regalo accattivante da fare a un moderno sognatore.

 

Contro

Eau de toilette: Rispetto ai tradizionali profumi, che hanno una concentrazione di oli essenziali pari o superiore al 10%, in questo caso la percentuale si attesta intorno al 6%; per cui la fragranza tende a svanire dopo qualche ora dall’applicazione.

Acquista su Amazon.it (€29.46)

 

 

 

Profumo da uomo Creed

 

4. Creed Profumo da Uomo Millesime Imperial

 

A chi, invece, vuole distinguersi dalla massa senza badare a spese, consigliamo il profumo da uomo Creed Millesime Imperial, che colpisce per la sua fragranza particolare pensata per gli uomini che amano stupire ma senza eccedere in protagonismo.

Ma vediamo nel dettaglio la sua piramide olfattiva: in un primo momento emergono le note di testa del tabacco e della cannella; quando il profumo si asciuga l’aroma appare più delicato e floreale, con leggeri sentori di geranio e lavanda; infine, dopo un’ora dall’applicazione, la fragranza diventa muschiata e lievemente ambrata, per donare un tocco di sensualità a chi la indossa.

Adatto per gli uomini maturi e raffinati che vogliono lasciare dietro di sé una scia di profumo che faccia girare la testa alle donne, si fa apprezzare soprattutto per la sua durata che si protrae fino a otto ore dall’applicazione, un po’ meno invece per il costo elevato a cui viene venduto il formato da 50 ml, ritenuto proibitivo dai più.

 

Pro

Intenso ma delicato: Le prime note a essere percepite sono quelle intense del tabacco e della cannella, che lasciano poi il posto a una profumazione più delicata e leggera, data dagli effluvi della lavanda e del geranio.

Formato: La boccetta da 50 ml risulta leggera e compatta per permettere anche ai viaggiatori incalliti di non separarsi mai dal proprio profumo preferito.

Durata: Dal momento che stiamo parlando di una fragranza molto intensa e persistente, ne bastano appena due spruzzi per ottenere un effetto di lunga durata.

 

Contro

Costoso: Rispetto ai competitor, il Millesime Imperial di Creed viene venduto a un prezzo esorbitante che non lo rende accessibile per chiunque.

Acquista su Amazon.it (€161.9)

 

 

 

Profumo da uomo Bulgari

 

5. Bulgari Profumo da Uomo Man in Black 60 ml

 

Il profumo da uomo Bulgari Man in Black è stato lanciato sul mercato nel 2014 da Alberto Morillas, che ebbe la geniale intuizione di combinare note floreali e speziate in un’unica fragranza per dare vita a un mix intrigante e avvolgente; un’intuizione che col tempo ha dato i suoi frutti conquistando un’ampia schiera di fedelissimi clienti.

Complice la sua profumazione orientale e dolciastra, si adatta a ogni stagione e a qualsiasi età, sebbene riesca a dare il meglio di sé durante l’inverno o comunque quando il clima esterno non risulta particolarmente afoso. 

Il packaging presenta un’accattivante finitura nera – giusto per restare in tema – completata da affascinanti dettagli in oro che donano al flacone raffinatezza e stile. Tuttavia, gli unici commenti negativi da parte degli utenti riguardano proprio la confezione che, oltre a essersi dimostrata di discreta fattura, è dotata di un erogatore particolarmente fragile, che costringe a prestare maggiore attenzione durante l’utilizzo per evitare che si rompa.

 

Pro

Piramide olfattiva: In apertura troviamo sentori di tabacco, rum e spezie; a seguire le note di cuore si fanno più floreali grazie agli effluvi di Tuberosa e Iris; mentre nelle note di fondo si avvertono gli intensi sentori del cuoio, del legno di Guaiaco e della Fava Tonka.

Tascabile: Il formato da 60 ml, oltre a un prezzo decisamente bilanciato, si caratterizza per le sue dimensioni discrete e compatte, così da poterlo portare comodamente con sé fuori casa.

Versatile: Difficile sbagliare occasione o periodo, dal momento che il Man in Black di Bulgari può essere indossato in ogni stagione e contesto senza mai sfigurare, lasciando dietro di sé una scia duratura e gradevole.

 

Contro

Erogatore: Tanto di cappello al flacone raffinato e ben curato nei dettagli, ma sarebbe stata gradita una maggiore attenzione per l’erogatore, che risulta particolarmente fragile e poco resistente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Profumo da uomo Calvin Klein

 

6. Calvin Klein Eau De Toilette Unisex Ck One

 

Uno dei profumi più longevi, visto che è stato lanciato nel 1994, in una doppia versione: questa – in una confezione bianca e denominata One – e quella nota come Be (in confezione nera). Nonostante l’età, la fragranza, che è unisex, è ancora attuale ed estremamente piacevole, grazie all’equilibrio delle componenti utilizzate e alla sensualità che sprigionano. 

Alle note di testa, nelle quali si colgono limone, bergamotto, papaia e mandarino, fanno seguito quelle di cuore, in cui emergono la viola, il gelsomino, il mughetto e la noce moscata, per poi lasciare spazio alle note di coda, nelle quali si combinano ambra e muschio. Il tutto raccordato dall’aroma di tè verde che conferisce a questo eau di toilette il suo carattere e che gli ha permesso di essere apprezzato da diverse generazioni. 

Non tutti gli acquirenti sono convinti che il prodotto sia lo stesso che si trova nelle profumerie, soprattutto perché la fragranza appare diluita e poco persistente sulla pelle. Diciamo dunque che CK One è adatto a chi desidera un profumo molto piacevole ma non eccessivamente invadente. 

 

Pro 

Profumo: La fragranza è estremamente gradevole, d’altra parte la longevità ultra ventennale di CK One è la testimonianza più concreta del suo apprezzamento.

Prezzo: La confezione da 200 ml è venduta a un costo davvero interessante e che consente un buon risparmio rispetto all’acquisto in profumeria.

Unisex: Se volete regalarlo al vostro fidanzato, niente vi vieterà poi di utilizzarlo voi stesse, visto che la fragranza è adatta sia agli uomini sia alle donne. 

 

Contro

Persistenza: Qualche perplessità sulla concentrazione del profumo, che ha la tendenza a svanire piuttosto velocemente dalla pelle.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Profumo da uomo Givenchy

 

7. Givenchy Profumo da Uomo Gentleman

 

Passiamo ora a un brand meno conosciuto rispetto a quelli esaminati fin qui, ma comunque meritevole di considerazione per la qualità e la convenienza dei suoi prodotti. Il profumo da uomo Givenchy Gentleman viene proposto in formato da 100 ml a un prezzo abbastanza abbordabile, ma chi vuole risparmiare ulteriormente sulla spesa finale può anche optare per la versione più economica da 50 ml, utile soprattutto per coloro che hanno l’esigenza di portare il profumo con sé in viaggio.

Si tratta di una fragranza relativamente nuova, dal momento che è stata creata nel 2018 dal naso di Olivier Cresp e Nathalie Lorson: le note di testa sono la lavanda, il bergamotto e il pepe nero, che si fanno apprezzare per le loro doti energizzanti e la piacevole sensazione di freschezza che lasciano sul corpo anche dopo parecchie ore dall’applicazione.

Più floreali, invece, le note di cuore, date dalla sapiente combinazione di estratti di iris, cannella e chiodi di garofano; mentre a chiudere la piramide olfattiva sono i delicati effluvi di patchouli e vaniglia nera.

 

Pro

Fragranza: Il Givenchy Gentlemen appartiene al gruppo olfattivo legnoso-aromatico ed è costituito da un equilibrato mix di pepe nero, bergamotto e lavanda, che lascia poi spazio a leggeri sentori di patchouli e vaniglia nera.

Fresco e intenso: La scia è molto intensa e duratura, per cui ne bastano pochi spruzzi per coprire una serata intera e, grazie alla sua particolare freschezza, non risulta nauseante né eccessivamente stucchevole.

Flacone: Al pari del profumo, anche il packaging è molto interessante, poiché caratterizzato da una bottiglia in vetro trasparente che diventa scura nella parte centrale, creando un effetto ottico davvero suggestivo.

 

Contro

Poco speziato: Chi ama gli aromi speziati potrebbe trovare insufficienti le note lasciate dalla cannella e dai chiodi di garofano, che vengono quasi subito sovrastate dalle altre fragranze.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Profumo da uomo Gucci

 

8. Gucci Guilty Pour Homme Eau de Toilette

 

Anche il profumo da uomo Gucci Guilty appartiene alla famiglia olfattiva legnosa-aromatica, ma a differenza del precedente, non disdegna un tocco squisitamente floreale, dato dalla lavanda e dai fiori d’arancio africano. Il naso che lo ha realizzato è quello di Jacques Huclier, tra i più noti profumieri francesi che da tempo immemore collabora con le migliori case produttrici di profumi per creare fragranze sempre nuove e innovative.

Non a caso innovazione e novità sono i principali tratti distintivi del Gucci Guilty, caratterizzato da una composizione delicata e a basso contenuto di alcol, per essere rispettoso anche delle pelli più sensibili e reattive.

L’intensità del profumo può essere modulata a piacimento attraverso un numero più o meno elevato di spruzzi, ma anche nel caso in cui si decida di utilizzarne solo uno, o al massimo due, la persistenza e la durata del sillage non deluderanno le aspettative.

Il costo del formato da 90 ml non sembra eccessivo, ma certamente non rientra tra i più convenienti sul mercato; pertanto, prima di lanciarvi a capofitto nell’acquisto, vi consigliamo di leggere la tabella riassuntiva qui di seguito, che mette in luce i pregi e i difetti del prodotto.

 

Pro

Aromatico: Il Gucci Guilty rientra nella famiglia olfattiva dei profumi legnosi e aromatici, ma a differenza degli altri custodisce le note dolci e floreali della lavanda e dei fiori d’arancio africano.

Qualità/prezzo: Non si può considerare un prodotto economico, visto anche il marchio che lo produce, ma riteniamo che il costo a cui viene venduto il formato da 90 ml sia assolutamente in linea  con la buona qualità della formulazione.

Delicato sulla pelle: Si tratta di un profumo che è stato rilanciato sul mercato nel 2017 dopo una rivisitazione volta ad abbassare la gradazione alcolica della miscela, così da permetterne l’utilizzo anche a chi ha una pelle particolarmente sensibile o facilmente irritabile.

 

Contro

Flacone: Il design della bottiglia, per quanto gradevole e stiloso, non è ben calibrato in relazione al peso e alle dimensioni; per cui, se non si presta attenzione nel poggiarla, potrebbe facilmente cadere o danneggiarsi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Profumo da uomo Tom Ford

 

9. Tom Ford Profumo da Uomo Neroli Portofino

 

L’ultimo arrivato in casa Tom Ford è il profumo Neroli Portofino, un eau de toilette per uomo che rispecchia la qualità e il prestigio del marchio. Sarà probabilmente questo il motivo principale del costo esorbitante del formato da 100 ml, ma sta di fatto che il prodotto non si presenta di facile accesso per quanti dispongono di un budget limitato.

La piramide olfattiva si incentra sulle note agrumate del bergamotto, del mandarino, dell’arancia amara e del mirto, che ben si sposano con le note aromatiche della lavanda e del rosmarino, preludio all’ultima voce di questo profumo sensuale ed energizzante.

La fragranza porta la prestigiosa firma di Annick Menardo, profumiere ispanico che ha decretato il grande successo dei profumi dell’azienda Tom Ford, con la quale collabora da oltre dieci anni.

Si tratta, inoltre, di una fragranza unisex adatta sia per gli uomini sia per le donne, perfetta dunque se si vuole condividere il profumo con la propria compagna e rendere più sopportabile la spesa necessaria per il suo acquisto.

 

Pro

Packaging: La confezione richiama la freschezza e la sensualità della fragranza, restituendo un gioco di colori e forme molto intrigante.

Fresco: Le note agrumate del bergamotto e del mirto offrono una prolungata sensazione di freschezza che permane a lungo senza risultare troppo invadente; ideale sia per gli utilizzi giornalieri sia per le occasioni mondane.

Unisex: Può essere usato in egual misura tanto dagli uomini quanto dalle donne, poiché caratterizzato da una profumazione abbastanza neutra che si adatta ai gusti maschili e femminili.

 

Contro

Prezzo: Un prodotto che si fa apprezzare per la sua freschezza e originalità, ma per acquistarlo bisogna mettere mano al portafoglio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Profumo da uomo Dior

 

10. Christian Dior Fahrenheit Eau de Toilette Uomo

 

Eccoci arrivati all’ultimo prodotto in classifica, ma sicuramente non per la qualità. Si tratta del profumo da uomo Dior Fahrenheit, venduto in formato da 100 ml a un prezzo che potremmo definire “nella media” ma di certo non a buon mercato.

È stato lanciato nel 1988 da Jean-Louis Sieuzac e Michel Almairac, ma resta ancora oggi un must have irrinunciabile per quanti amano la sua inconfondibile profumazione legnosa e delicatamente floreale. Qui le note prevalenti sono quelle del biancospino e della noce moscata, mentre il caprifoglio, il cedro, il sandalo e il vetiver completano l’esperienza olfattiva.

Il suo carattere deciso e misterioso lo rende adatto soprattutto per gli uomini raffinati ed esigenti, mentre il packaging molto accattivante trasmette un’immediata sensazione di originalità e cura per i dettagli.

Inoltre, ne basta un piccolo quantitativo per sortire l’effetto sperato, e grazie alla sua particolare freschezza, non risulterà troppo pesante o eccessivamente fastidioso, soprattutto se utilizzato durante il periodo estivo.

 

Pro

Particolare: La profumazione del Dior Fahrenheit è diversa da tutte le altre: le note dolci e fresche del biancospino e del cedro si alternano agli effluvi legnosi del cuoio e del vetiver, offrendo diverse sfaccettature che ben si fondono tra loro.

Confezione: L’erogatore, al pari della bottiglia, è ben realizzato e permette di dosare sempre il giusto quantitativo di prodotto da applicare senza sprechi.

Persistenza: La scia che lascia sulla pelle appare intensa e duratura, assicurando una delicata sensazione di freschezza che fa sentire puliti e profumati per tutto il giorno.

 

Contro

Occhio all’INCI: Nella lista degli ingredienti figura anche il limonene, una sostanza che potrebbe provocare pericolose reazioni allergiche nei soggetti più sensibili; pertanto, è consigliabile leggere attentamente l’INCI del prodotto prima di procedere con l’acquisto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un profumo da uomo

 

Il profumo è sicuramente il tratto distintivo di un uomo, poiché aggiunge un tocco di raffinatezza e mistero a ogni outfit. Dalle fragranze intense ed energizzanti agli eau de parfum sensuali da usare nelle occasioni importanti, la scelta deve seguire i propri gusti personali, ma anche tenere conto di alcune caratteristiche imprescindibili che possano rendere l’acquisto valido sotto ogni aspetto.

Per aiutarvi a capire come scegliere un buon profumo da uomo abbiamo preparato una guida che, oltre a confrontare prezzi e qualità delle offerte più appetibili sul mercato, si propone di mettere in luce tutti gli aspetti da considerare in fase d’acquisto, in modo che possiate prendere la giusta decisione.

L’importanza del profumo

Addentrarsi nel variegato mondo dei profumi da uomo è un’esperienza sensoriale unica, visto che al giorno d’oggi esiste una fragranza adatta a qualsiasi occasione e capace di soddisfare ogni tipo di esigenza.

Si dice, infatti, che il profumo esprima la personalità di chi lo indossa, ed è per questo che le aziende del settore propongono una grandissima varietà di essenze in grado di esaltare la virilità e le doti di conquistatore dell’uomo moderno, che tanto piacciono alle donne.

Il profumo maschile, quindi, non è più solo un vezzo per “apparire”, ma un accessorio must have per chi vuole sentirsi a proprio agio nei rapporti interpersonali e valorizzare al massimo il proprio carattere.

Secondo un detto romano “l’omo, pe’ esse omo, ha ‘dda puzzà” (l’uomo per essere uomo, deve emanare cattivo odore). Vero, ma fino a un certo punto: per quanto l’odore del testosterone sia un richiamo irresistibile per il gentil sesso, a nessuno piace puzzare.

Ecco, quindi, che il profumo da uomo si propone di far star bene chi lo indossa e chi gli sta accanto, ma è fondamentale scegliere la fragranza giusta e prestare attenzione a non esagerare durante l’applicazione per non infastidire le persone che ci stanno attorno con un odore troppo forte e persistente.

 

Dagli oli essenziali ai profumi artificiali

Il profumo altro non è che una miscela di essenze profumate (naturali o artificiali), opportunamente dosate per restituire una specifica fragranza. Chi cerca qualcosa di più naturale, che non contenga sostanze artificiali di sintesi, può rivolgersi al mondo degli oli essenziali, una valida alternativa ai profumi tradizionali per chi ha una pelle sensibile o soffre di allergie a determinati elementi chimici.

Sono generalmente composti da estratti vegetali provenienti da piante, fiori, frutti, radici e legni, senza aggiunta di alcol o parabeni, e usati nella versione pura possono farci apprezzare la loro intensità e le molteplici sfumature.

I profumi tradizionali, invece, sono prodotti a base di fragranze artificiali del tutto simili alle cugine naturali, ma a differenza di queste ultime sono più durevoli sulla pelle e acquistabili a buon mercato. Il rovescio della medaglia è che sono poco degradabili, e questo significa che le sostanze contenute potrebbero accumularsi nel tessuto sottocutaneo dando origine, nel medio/lungo periodo, ad allergie o intolleranze.

Ricordiamo infine che le essenze, naturali o artificiali che siano, non vengono impiegate solo nella produzione dei tradizionali profumi maschili, ma anche nella formulazione di altri cosmetici legati alla cura della bellezza e del corpo; si pensi, per esempio, al comune deodorante, al dopobarba e alle acque di colonia.

 

La composizione

Per capire quale profumo da uomo comprare tra i tanti venduti online, bisogna partire dal presupposto che ogni prodotto presenta una composizione ben precisa che ne determina la fragranza.

Per produrre una specifica profumazione vengono utilizzati diversi elementi profumati, comunemente noti come materie odorose, scelti tra oltre 2.000 essenze naturali o sintetiche esistenti.

Da qui è chiaro che è proprio la composizione a determinare la nuance e l’intensità dei profumi disponibili in commercio e, in base alla percentuale di composti aromatici contenuti, possono essere classificati in: eau de toilette, che ne contengono circa il 6 – 9%; eau de parfum, dal 10 al 15% circa; e acqua di colonia, che in genere ha una concentrazione di oli essenziali non superiore al 5%.

Il profumo è, dunque, un composto a base di acqua, alcol (nel caso dei prodotti artificiali) e oli profumati; questo, in termini pratici, significa che maggiore è la concentrazione di queste sostanze maggiore sarà l’intensità del profumo e la sua persistenza.

Durata e persistenza

L’ultimo aspetto da considerare per stabilire quale sia il miglior profumo da uomo per le proprie esigenze, è la sua durata. Gli eau de parfum della migliore marca mantengono inalterata la loro essenza fino a un anno dall’apertura, e anche se manifestano evidenti cambiamenti di colore prima dello scadere di questo termine, la loro fragranza rimarrà comunque intatta.

Per fare in modo che il profumo duri più a lungo è fondamentale, quindi, scegliere un prodotto di buona qualità caratterizzato da un’elevata concentrazione di essenze e oli profumati, caratteristica da cui dipenderà anche la sua persistenza sul corpo. Tuttavia, la permanenza dell’effluvio non dipende solo dalla composizione ma anche dal pH della pelle.

La cute secca, per esempio, tende a non assorbire bene le sostanze odorose, che di conseguenza si disperderanno nell’aria. A questo problema si può ovviare facilmente attraverso l’utilizzo di una buona crema idratante, magari che abbia la stessa fragranza del profumo scelto.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come applicare il profumo da uomo?

Molti pensano che basti scegliere una buona fragranza e nebulizzarla diverse volte al giorno per garantirsi una maggiore durata, ma non è tutto qui. Ci sono, infatti, alcuni accorgimenti che è bene adottare per ottenere l’effetto sperato: innanzitutto, il profumo andrebbe spruzzato a una distanza di circa 20 cm dalla pelle e, fatta eccezione per le aree più sensibili come inguine e ascelle, si può usare su tutto il corpo. È preferibile, inoltre, che la zona sia pulita e asciutta, in modo da permettere alla fragranza di permanere a lungo sulla cute. 

 

Dove spruzzare il profumo da uomo?

Un altro aspetto molto importante che determina la durata del profumo sono le parti del corpo dove viene applicato. In effetti, la fragranza evapora meglio in quelle zone caratterizzate da una temperatura corporea abbastanza elevata, ossia dove è presente un maggior afflusso di sangue, come collo, lobi, gomiti e polsi.

 

Quanti spruzzi di profumo occorrono?

Per un effetto di lunga durata l’ideale sarebbe utilizzare giusto un paio di spruzzi di profumo nelle aree del corpo appena elencate, in modo che il calore sprigionato naturalmente dalla circolazione sanguigna ne favorisca l’evaporazione.

Per amplificarne l’efficacia si può anche nebulizzare l’essenza sui capelli. Sì, avete capito bene, il profumo può essere applicato anche sulla chioma, poiché le fibre capillari riescono a trattenere efficacemente la profumazione, garantendo un prolungato effetto long lasting. Per impedire, però, che l’alcol contenuto provochi un progressivo disidratamento del fusto capillare, è consigliabile vaporizzare il profumo su un pettine prima di passarlo sulla capigliatura.

 

Dove acquistare il profumo da uomo?

Il profumo da uomo si può acquistare direttamente in profumeria, dove in genere è presente un reparto beauty ben fornito e variegato. In questo modo, sarà possibile testare la profumazione prima di acquistarla. Tuttavia, se non avete tempo di recarvi al punto vendita potrete trovare degli ottimi prodotti anche sugli store online, basandovi magari sui pareri espressi dagli altri utenti.

 

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi nell’usare un profumo?

Secondo gli esperti, utilizzare il profumo è sinonimo di sicurezza e autostima, poiché trasmette agli altri una sensazione di pulizia e cura di sé che evita ogni possibile disagio nei rapporti interpersonali. Anzi, c’è addirittura chi pensa che il profumo renda più attraenti agli occhi della controparte femminile, oltre a essere un segno distintivo della propria personalità. 

Come aspetto negativo, però, bisogna segnalare che alcune sostanze chimiche contenute nei prodotti in commercio, soprattutto quelli venduti a prezzi bassi, possono comportare allergie o fastidiosi sfoghi cutanei e, se non si sceglie la fragranza giusta, il proprio odore potrebbe addirittura risultare sgradevole per chi ci sta intorno.

 

 

 

Come utilizzare un profumo da uomo

 

Indossare un profumo è un modo straordinario per esprimere la propria personalità e, proprio per questo motivo, la scelta deve essere ben ponderata, prestando attenzione alle caratteristiche cutanee, allo stile di vita e, non ultimo, ai gusti personali.

Se anche voi amate fare del profumo il vostro tratto distintivo, nelle righe che seguono troverete alcuni suggerimenti utili che vi guideranno nella scelta e nel corretto utilizzo della fragranza.

La differenza tra profumo e colonia

La principale distinzione tra i profumi maschili riguarda la loro composizione e la relativa durata: più un’essenza è ricca di oli essenziali, più sarà intensa e persistente. Alcune aziende famose propongono la medesima profumazione sia in versione eau de parfum sia come acqua di colonia, la cui differenza riguarda la concentrazione di elementi profumati.

La colonia, infatti, contiene dal 2 al 5% di oli essenziali, ed è in genere costituita da una base di acqua e alcol. Rispetto agli eau de parfum, risultano più leggere e rinfrescanti, per cui si può anche abbondare con il quantitativo da applicare senza pericolo di generare un odore troppo forte e persistente, ma per contro hanno una durata alquanto limitata.

I profumi, invece, hanno un’intensità maggiore e vanno applicati con più moderazione per emanare un buon odore senza però lasciare una scia troppo pungente e fastidiosa. L’ideale è che la fragranza si senta a una distanza di appena mezzo metro, per cui basta nebulizzarne un paio di spruzzi sulle zone di interesse (collo, polsi, petto, e orecchie) per rendere la pelle piacevolmente profumata ma con discrezione.

Chi, invece, non è avvezzo a utilizzare colonie e eau de parfum ma vuole emanare comunque un buon odore, soprattutto dopo la rasatura, può preferire un dopobarba, in crema, gel o lozione, per lenire la pelle e donarle un effluvio molto gradevole che va a sostituire quello del tradizionale profumo.

 

Le fragranze

Nel vasto panorama dei profumi da uomo c’è, quindi, chi è un fan sfegatato delle acque di colonia o dei classici dopobarba, chi invece non rinuncerebbe al proprio profumo preferito nemmeno sotto tortura, e chi infine preferisce condividere una fragranza unisex con la propria compagna.

A ogni modo, il mercato offre una profumatissima gamma di fragranze tra cui scegliere: ci sono quelle fruttate e rigeneranti indicate per il periodo estivo e quelle dalle note floreali adatte per gli uomini più raffinati che non rinunciano allo stile.

Senza contare, poi, i profumi muschiati e ambrati pensati per chi ha uno stile di vita particolarmente attivo e dinamico, oppure quelli dai sentori legnosi che donano al proprio look un tocco di mistero e charme.

Insomma, qualunque sia la vostra personalità trovare la fragranza giusta non dovrebbe essere difficile, l’importante è farsi guidare dal proprio istinto ed evitare sostanze troppo aggressive che non gioverebbero alla pelle, come ftalati, siliconi, petrolati e parabeni.

Packaging

Il nostro profumo dice molto di noi, ma non è solo la fragranza a essere una chiara espressione del nostro modo d’essere, ma anche la forma del flacone. Le boccette di profumo, infatti, non sono tutte uguali e ognuna racconta qualcosa della fragranza contenuta, lanciando alla clientela uno specifico messaggio.

Non a caso, le aziende del settore sanno bene che il packaging, al pari della qualità del profumo, è un elemento imprescindibile nel lancio di un nuovo prodotto, dal momento che anche l’occhio vuole la sua parte.

Il design della confezione, però, non ha solo finalità estetiche, ma incide anche sulla praticità di utilizzo del cosmetico. Chi viaggia spesso, per esempio, dovrebbe preferire un formato tascabile e compatto che possa essere inserito senza problemi in borsa o in valigia; mentre coloro che sono sempre attenti all’ambiente possono optare per un flacone ricaricabile da riempire all’occorrenza con la propria essenza profumata preferita.

 

 

 

Perché il profumo di un uomo seduce le donne?

 

Quando si vuole conquistare una donna non servono fiori e frasi romantiche, ma basta una fragranza, quella giusta. La comunicazione olfattiva è la migliore arma di seduzione di un uomo, quindi al bando poesie e cioccolatini, e applichiamo sulle zone strategiche un buon profumo che, all’occorrenza, lasci una scia a cui è impossibile resistere.

 

Quando si tratta di seduzione, l’olfatto gioca un ruolo fondamentale. Bellezza ed eleganza sono sicuramente un buon punto di partenza, ma nel momento in cui si vuole fare colpo su una donna anche la comunicazione olfattiva dettata dal fascino del profumo che si indossa può fare la differenza.

Tuttavia, per sfruttare al meglio questa particolare “arma di seduzione”, non basta acquistare il miglior profumo da uomo disponibile sul mercato, ma bisogna anche scegliere la fragranza giusta, tenendo conto del proprio stile di vita e del proprio carattere.

In effetti, l’incisività del binomio profumo/seduzione trova conferma anche nel mondo dell’arte, del cinema e della musica: basti pensare al film di Dino Risi “Profumo di donna” per capire quanto una fragranza possa rappresentare il tratto distintivo di una persona, uomo o donna che sia; oppure alla scena di “Ocean’s Thirteen” dove Matt Damon riesce a conquistare Ellen Barkin con un lembo di carta permeato di feromoni.

Quindi, sembra proprio che questa teoria del profumo come strumento di seduzione non sia del tutto infondata, anzi in un certo senso viene addirittura avvalorata dalla scienza. Il nostro corpo, infatti, produce delle sostanze endogene, chiamate feromoni, capaci di innescare reazioni comportamentali diverse, tra cui anche il richiamo sessuale.

Ma perché i profumi maschili vengono considerati afrodisiaci? E come riescono a fare breccia sui sensi della controparte femminile? Andiamo a scoprirlo.

 

I profumi che seducono

Quando si vuole conquistare la donna dei sogni, sicuramente la location, le buone maniere, l’outfit giusto e un’atmosfera romantica giocano un ruolo chiave, ma non sono tutto. C’è un particolare, in effetti, che può fare la differenza: il profumo.

L’odore che emaniamo può lasciare un ricordo piacevole nella testa del partner e accendere una scintilla che dà il via libera alla fantasia. È importante, quindi, capire come sfruttare al meglio questo piccolo asso nella manica per raggiungere il proprio obiettivo di conquista.

Innanzitutto, bisogna individuare la fragranza che possa fare colpo sul gentil sesso: i profumi legnosi e muschiati, per esempio, sono potentissimi detonatore di ricordi, poiché capaci di far riaffiorare nella mente di una donna sensazioni molto piacevoli. Le fragranze agrumate, invece, rappresentano veri e propri “biglietti da visita” della sensualità di un uomo, esprimendo il suo mood stilistico. Molto diffusi e apprezzati dalle gentildonne sono anche i profumi orientali, che aggiungono un tocco di mistero a qualsiasi outfit stimolando i sensi e la sfera del piacere.

 

I punti giusti

Una volta scelta la fragranza da indossare, non penserete mica sia finita qui? Per sedurre una donna è importante anche capire come applicare il profumo in modo corretto. Ci sono, infatti, dei punti strategici che permettono alla persona che si vuole attrarre di sentire appieno il sillage che il profumo indossato lascia dietro di sé.

Tra queste segnaliamo, in particolare, il collo e la zona dietro le orecchie, che consentono di percepire maggiormente la fragranza applicata e di farla durare più a lungo. Un buon escamotage, sempre in termini di seduzione, è quello di spruzzare un po’ di prodotto anche sulle guance, in modo che già al primo saluto la nostra “vittima” possa avvertire subito il nostro odore.

Altri punti particolari dove applicare il profumo sono i polsi, il gomito, dietro le ginocchia, le mani e il torace. Quindi, una volta scelto l’eau de parfum giusto e piazzato sui punti strategici del corpo, non vi resta che sprigionare tutto il vostro charme per fare colpo.

 

Quale fragranza scegliere per conquistare una donna

Vista la vasta gamma di fragranze disponibili in commercio, scegliere un profumo in base alla sua capacità di sedurre potrebbe diventare un’impresa davvero complicata. Sebbene il più delle volte si tenda a preferire una fragranza sulla scorta dei propri gusti personali, è bene tenere a mente che esistono bouquet particolari e scie olfattive molto persistenti capaci di stimolare specifici impulsi, compreso quello sessuale.

Le note “legnose” del patchouli e del sandalo sono le più seducenti in assoluto, poiché capaci di rispecchiare le tante sfaccettature della personalità maschile contemporanea: sicura e tenace nella mente ma forte e sensuale nell’anima, con un leggero alito di libertà.

I profumi floreali, invece, riflettono un carattere gentile e romantico, quindi se la donna che si vuole conquistare cerca un uomo dolce che sia sempre attento ai suoi bisogni, magari con una punta di passionalità – che non guasta mai – sono sicuramente una scelta azzeccata.

Le fragranze fruttate, soprattutto quelle caratterizzate dalle note fresche e avvolgenti degli agrumi, comunicano invece una certa estrosità e, allo stesso tempo, attenzione per i dettagli; mentre i profumi speziati, ovvero quelli dall’essenza penetrante e sensuale, esortano a inoltrarsi alla scoperta di quella personalità misteriosa e intrigante che tanto piace alle donne dal carattere forte.

Profumi ai feromoni: funzionano davvero?

Più che il profumo, la vera arma di seduzione di un uomo è il testosterone, un ormone tipicamente maschile deputato alla produzione dei cosiddetti feromoni. Questi ultimi sono sostanze chimiche in grado di inviare specifici segnali olfattivi che possono innescare risposte sessuali molto potenti. Le donne quando sono attratte da un uomo parlano spesso di “chimica”, ma in realtà sono proprio questi feromoni a prende inconsciamente il sopravvento.

Per seminare una scia irresistibile, si può allora ricorrere a profumi formulati proprio a base di queste sostanze. Incredibile ma vero: molte aziende famose hanno di recente lanciato sul mercato fragranze ai feromoni per aiutare gli uomini a fare colpo sulla controparte femminile.

Ogni profumazione si propone di esprimere la personalità di chi la indossa, per cui in vendita si possono trovare profumi pensati per renderci più attraenti, da utilizzare magari nei momenti di intimità o più semplicemente per sedurre al primo appuntamento.

Qualunque sia la fragranza preferita, recenti studi hanno dimostrato come i feromoni possano scatenare sentimenti di desiderio passionale e accendere l’interesse degli altri, ma ovviamente non si tratta né di pozioni magiche né di formule miracolose. Per far scattare la scintilla che porta all’innamoramento, i feromoni possono dare sicuramente il loro contributo, ma molto chiaramente dipende dalla nostra personalità e dalla nostra autostima.

Questi profumi, inoltre, non vengono utilizzati solo da chi è alla ricerca di un partner: molti uomini d’affari, infatti, li indossano per apparire più carismatici e guadagnare la fiducia di clienti e collaboratori, mentre altri li usano semplicemente per ottenere quel fascino aggiuntivo che li aiuti a sentirsi a proprio agio nei rapporti interpersonali.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Dolce & Gabbana Eau de Parfum Uomo Intenso 75 ml

 

Dolce & Gabbana non poteva di certo mancare nella nostra classifica dei migliori profumi da uomo e, dal suo catalogo, abbiamo scelto l’eau de parfum Intenso. La fragranza nasce nel 2014 ed è contenuta in una confezione raffinata ed elegante che strizza l’occhio alla modernità, rispecchiando in toto la filosofia del marchio che la produce. 

Difficile passare inosservati con questo profumo addosso che, come si evince dal nome, è molto intenso e persistente. Le note di testa del profumo da uomo Dolce & Gabbana spaziano dalla calendula ai delicati sentori floreali del geranio, mentre quelle di cuore propongono un gradevole contrasto di lavanda, cipresso e fieno. 

Chiudono la piramide olfattiva il sandalo e l’ambra, in grado di creare un sillage molto accattivante e duraturo che si adatta bene un po’ a tutte le stagioni, sebbene durante il periodo estivo tenda a diventare leggermente pesante e invadente. È disponibile in tre diversi formati, da 75, 125 e 200 ml, per cui l’utente, da questo punto di vista, ha un ampio margine di scelta sul quantitativo da acquistare.

 

Pro

Scia: La durata sulla pelle è soddisfacente, come lo è del resto il mix floreale e speziato molto equilibrato che lascia dietro di sé una scia intensa e inconfondibile.

Packaging: Non è solo la qualità della composizione ad aver colpito positivamente gli utenti, ma anche la cura riservata al confezionamento, che rispecchia l’eleganza e la raffinatezza del marchio.

Ampia scelta: L’azienda mette a disposizione tre diversi formati tra cui scegliere per venire incontro alle esigenze di tutti.

 

Contro

Poco adatto per l’estate: Sebbene la fragranza del profumo da uomo Dolce & Gabbana si presti a qualsiasi circostanza di utilizzo, riteniamo che non sia adatta per il periodo estivo a causa della sua eccessiva “invadenza”.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Il profumo è in grado di donare un tocco di eleganza e raffinatezza all’outfit di un uomo, rispecchiandone il carattere e la personalità. Nell’articolo di oggi vogliamo mettere in evidenza le basi per individuare la fragranza che racconti la propria storia e rifletta al contempo i gusti di chi dovrà indossarla.

 

Biglietto da visita degli uomini, il profumo è da sempre parte integrante dello stile e del mood maschile. Per questo motivo, scegliere un profumo da uomo economico e di qualità non è sempre un compito semplice, anche in virtù delle numerose proposte che dilagano sul mercato.

Cadere nella “trappola” delle campagne pubblicitarie è più facile di quanto si possa immaginare, e si finisce così con l’acquistare quel profumo all’ultimo grido che, alla fine, non si dimostra all’altezza delle proprie aspettative.

La fragranza, in effetti, deve valorizzare, o quantomeno completare, l’impronta olfattiva di una persona, senza però stravolgerla. Pertanto, per essere sicuri di fare la scelta giusta, bisogna tenere conto del proprio stile di vita e dei propri gusti personali, senza però trascurare la composizione del prodotto e le circostanze di utilizzo.

 

La piramide olfattiva

Per scegliere il profumo da uomo adatto alle proprie esigenze è fondamentale comprendere il meccanismo della cosiddetta “piramide olfattiva”, che indica in via teorica il grado di evaporazione e persistenza degli oli essenziali che compongono una specifica fragranza e che è costituita da tre differenti piani olfattivi: le note di testa, le note di cuore e le note di fondo.

Le prime a essere percepite sono quelle di testa, caratterizzate da sostanze volatili che scompaiono dopo poche ore dall’applicazione e, solitamente, costituite da sentori molto intensi capaci di donare alla fragranza corpo e profondità, determinando quindi la scelta del profumo.

Le note di cuore, o centrali, si avvertono subito dopo quelle di testa e conferiscono all’aroma il suo carattere distintivo. Questi effluvi, in pratica, sono più persistenti rispetto ai precedenti, poiché costituiscono la parte centrale del profumo creando il famoso “sillage”. Vengono, in genere, percepiti dopo qualche ora dall’applicazione e hanno una persistenza molto durevole che lascia una piacevole scia per tutto il giorno.

Ancora più persistenti sono le note finali, ossia quelle di fondo, che in certi casi possono arrivare anche fino al giorno successivo. Oltre ad amalgamare i vari elementi che compongono la composizione, questi effluvi evaporano con voluttuosa lentezza e rispecchiano la “personalità” della fragranza in tutte le sue sfaccettature.

A ogni modo, bisogna comunque considerare che l’interpretazione olfattiva di ciascun profumo varia anche in base all’acidità e alle caratteristiche della propria pelle: quelle secche, per esempio, tendono ad assorbire abbastanza in fretta gli oli essenziali contenuti nella composizione. 

In questi casi sono da preferire gli eau de parfum, mentre gli eau de toilette sono indicati per chi ha una cute grassa o mista, poiché capaci di garantire una buona intensità senza risultare eccessivamente pesanti.

 

La composizione

A fare la differenza tra un profumo e l’altro è anche la concentrazione di oli essenziali presente nella formulazione. Per realizzare una fragranza maschile vengono impiegati diversi elementi profumati (chiamati anche materie odorose), scelti tra fra circa 200 essenze naturali e più di 1.000 aromi sintetici.

La maggior parte dei profumi disponibili in commercio è, infatti, costituita da un sapiente mix di oli essenziali, acqua e alcol, ma visto che sono gli oli essenziali i principali portatori della fragranza, è chiaro che la loro concentrazione inciderà direttamente sull’intensità e la persistenza del profumo.

A seconda della loro percentuale è possibile classificare i profumi in: eau de parfum, che contengono il 15-20% di elementi profumati e hanno una persistenza che va dalle 12 alle 24 ore; eau de toilette, la cui percentuale varia dal 5 al 15% con una durata di circa 6/8 ore; acque di colonia, dove l’intensità non supera il 4%; e eau de fraiche, che contengono meno del 3% di oli essenziali e hanno una durata di poche ore.

 

La persistenza

Una buona fragranza si riconosce già al primo fiuto, ma se riesce a mantenere inalterata la sua essenza dopo diverse ore dall’applicazione quasi sicuramente si tratta di un prodotto di qualità.

Un altro fattore che influenza la durata e la persistenza di un profumo sono le aree del corpo dove viene applicato. I punti strategici che permettono di percepire maggiormente la fragranza, facendola anche durare più a lungo, sono quelli in cui la circolazione sanguigna è più accentuata, come la base del collo e dietro le orecchie.

Un altro grande classico sono i polsi, ma non bisogna commettere l’errore di strofinarli, altrimenti si rischia di alterare la temperatura, già di per sé alta, della zona modificando di conseguenza le note dell’essenza. Per garantirsi una maggiore durata si può anche spruzzare il prodotto sui capelli, con la sola accortezza di non eccedere con il quantitativo per evitare che l’alcol contenuto vada a seccare la fibra capillare.

Avete mai fatto caso che il più delle volte l’effluvio che si avverte all’apertura del flacone non corrisponde a quello che si percepisce sul corpo? Ebbene, questa differenza non deriva solo dalla qualità del profumo scelto, ma anche dal proprio tipo di epidermide: ogni pelle ha un odore particolare, determinato dal pH cutaneo, che cambia da persona a persona. Non solo, a modificare la percezione di una fragranza è anche la traspirazione, poiché il sudore, mescolandosi alle essenze e all’alcol contenuti nel profumo, tende a creare sentori completamente diversi.

Infine, un altro fattore che determina la persistenza di un profumo è il tasso lipidico del derma: se la pelle è grassa, per esempio, il sebo presente sulla superficie cutanea andrà a interagire con le materie odorose della composizione, alterandone in modo significativo il bouquet.

In conclusione, è consigliabile acquistare un profumo solo dopo averlo provato di persona e non perché è sembrato buono sulla pelle di un amico.

I gusti personali

Nel mondo dei profumi la differenza di genere è diventata ormai démodé. Ci sono, infatti, uomini che preferiscono “rubare” dal beauty case della propria compagna il suo profumo dalla fragranza unisex, e lo stesso vale per le donne. A ogni modo, il settore degli eau de parfum è in continua espansione e offre un variegato ventaglio di marche, tipologie e formati.

La scelta del profumo, a prescindere dalla notorietà e dai trend del momento, è una decisione strettamente personale che dovrebbe basarsi principalmente sull’emozione olfattiva che la fragranza è in grado di suscitare. Se le note che si avvertono colpiscono l’immaginazione e sollecitano i ricordi, magari stimolando anche la propria sensualità, allora molto probabilmente quello è il profumo giusto.

Dalle fragranze fruttate e fresche ideali per la stagione estiva, alle essenze ambrate e legnose che donano virilità e raffinatezza a chi le indossa, passando per gli aromi misteriosi e avvolgenti delle composizioni muschiate, affidarsi al proprio naso per scegliere il profumo che più corrisponda alla propria personalità e al proprio stile è sempre una strategia vincente, non dimenticatelo mai!

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Il mistero di un effluvio orientale, la freschezza di un aroma agrumato, le note calde del cedro: i profumi da uomo sono capaci di conquistare l’universo femminile, lanciando un chiaro messaggio di stile. Ecco le fragranze maschili che piacciono a lei.

 

Ah, le donne! Non puoi vivere con loro e non puoi vivere senza di loro. Tutti gli uomini, presto o tardi, fanno questa considerazione, ma poi alla fine la maggior parte di loro si ritrova a escogitare mille strategie per conquistare la donna dei propri sogni. 

Quando si vuole fare colpo su qualcuno non sempre è necessario avvalersi delle parole o di uno jus raffinato: basta una fragranza, quella giusta, per aumentare il proprio potere seduttivo e influenzare la percezione che gli altri hanno di noi.

Certo, non si può negare che le campagne pubblicitarie messe in atto dai brand più famosi abbiano contribuito a rendere alcuni profumi maschili molto ambiti, ma al di là del marketing ci sono delle note olfattive su cui puntare per accendere il desiderio femminile e fare breccia sui sensi della partner.

Ma procediamo per gradi: scegliere un ottimo profumo da uomo significa scegliere il proprio “biglietto da visita”, poiché capace di riflettere la personalità, il carattere e il mood di chi lo indossa. Non a caso, le percezioni sensoriali legate a un determinato sillage inducono la persona che ci sta di fronte a tracciare un ipotetico profilo di noi, risvegliando talvolta emozioni e ricordi molto piacevoli.

Da qui è chiaro che se non si vuole passare inosservati è d’obbligo scegliere la fragranza giusta. In questo post parleremo dei migliori profumi maschili, non i più costosi, famosi o apprezzati dalla massa, ma quelli che più degli altri si distinguono per il loro carattere seduttivo, rendendo più attraente un uomo.

 

I profumi che piacciono alle donne

Premesso che il principale tratto distintivo di un uomo è il suo profumo, ci sono fragranze capaci di sedurre una donna creando alchimie misteriose e suggestioni a cui è impossibile resistere. Prendiamo come esempio il nuovo Man in Black di Bulgari: le sue note orientali urlano energia e mascolinità, mentre i sentori speziati che chiudono la piramide olfattiva firmano la parte più misteriosa della composizione, rispecchiando la personalità virile e intrigante di chi lo indossa.

Un altro classico intramontabile che sta riscuotendo un grande successo è il Dior Sauvage, caratterizzato da piacevoli note aromatiche date dagli avvolgenti effluvi agrumati del mandarino, a cui si aggiungono i delicati sentori di cuoio e sandalo dello Sri Lanka che creano un sillage mascolino capace di sedurre le donne che subiscono il fascino dell’uomo forte e sicuro di sé.

Attenzione però: il profumo è sì una potente arma di seduzione, ma per raggiungere il proprio obiettivo di conquista è fondamentale scegliere la fragranza adatta. Le donne, infatti, hanno un olfatto più sviluppato rispetto agli uomini, quindi è importante che il profumo indossato sia gradito alle signore, in modo da creare un trait d’union fra il proprio gusto e quello sensibile e sagace del gentil sesso.

In commercio sono disponibili diverse tipologie di profumi che si differenziano per concentrazione e composizione: negli eau de parfum l’intensità della fragranza è compresa tra il 10% e il 15%, assicurando una persistenza sul corpo che va anche oltre le 24 ore. Gli eau de toilette, invece, contengono una percentuale di essenza tra il 3 e l’8%, per cui possono essere considerati una versione più leggera dei tradizionali profumi, ideali per gli uomini sobri ma comunque attenti ai dettagli. Infine, abbiamo le acque di colonia, la cui intensità è pari al 2-4% circa, con una durata di poche ore.

 

Le sette note olfattive che rendono attraenti gli uomini

Arrivati a questo punto, non ci resta che presentarvi le sette note olfattive capaci di rendere irresistibili gli uomini, aumentando il loro potere seduttivo.

 

Vetiver

Tra i legni impiegati nelle composizioni olfattive dei profumi maschili, il vetiver è quello che più degli altri conferisce alla fragranza un carattere deciso e misterioso. I suoi accordi affumicati avvolgono i sensi creando un’atmosfera suggestiva che si addice soprattutto ai periodi autunnali.

Il suo olio essenziale, estratto da una pianta indiana appartenente alla famiglia delle Poaceae, fu impiegato per la prima volta verso la fine degli anni Sessanta e ancora oggi si fa apprezzare per la sua eleganza senza tempo e la particolare freschezza che riporta alla mente piacevoli sentori di terra bagnata.

 

Cedro

Anche il cedro appartiene alla famiglia olfattiva dei legnosi, ponendosi come fragranza decisa, calda e persistente, spesso accompagnata da note di testa aromatiche e vagamente speziate. Il suo olio essenziale si estrae dalla corteccia dell’omonima pianta e si contraddistingue per il suo carattere frizzante e leggero, che molte donne trovano virile. Inoltre, il legno di cedro ha la capacità di sollecitare i ricordi di infanzia, riportando alla mente sentori molto simili a quelli dei pastelli che si utilizzavano tra i banchi di scuola.

 

Muschio

Sin dai tempi antichi, l’odore del muschio viene considerato una potente arma di seduzione maschile in virtù delle sue proprietà afrodisiache. I primi profumi muschiati della storia fanno la loro comparsa negli anni ‘50, quando Dior e Guerlain lanciarono sul mercato fragranze agrumate a cui vennero aggiunte avvolgenti note di muschio bianco.

Ancora oggi è uno degli effluvi più utilizzati nella creazione dei profumi maschili proprio perché esprime raffinatezza e sensualità allo stesso tempo, senza però risultare eccessivamente invadente.

 

Vaniglia

Anche alla vaniglia vengono attribuite proprietà afrodisiache, poiché capace di stimolare la libido femminile grazie alla presenza di sentori molto simili ai feromoni maschili. I profumi appartenenti a questa famiglia olfattiva si distinguono per il loro carattere dolce e avvolgente, ideale per conquistare le donne che vogliono un compagno romantico e passionale al tempo stesso.

Cuoio

Le note olfattive denominate “cuoio” sono considerate un patrimonio storico della profumeria, in quanto capaci di enfatizzare la sensualità della composizione. Anche in questo caso, ci troviamo di fronte a fragranze decise con leggere inflessioni vellutate, che delineano la figura di un uomo raffinato e virile.

 

Agrumi

Bergamotto, limone e arancia amara sono le note che, invece, compongono la piramide olfattiva dei profumi agrumati. Queste fragranze si addicono agli uomini solari e sportivi che vogliono essere irresistibili in ogni circostanza. Sebbene gli effluvi di agrumi si prestino a creare un’atmosfera informale e amichevole, le note di cuore caratterizzate da piacevoli incursioni di bouquet fioriti creano un effetto molto suggestivo in grado di fare breccia non solo sui sensi femminili, ma anche sulle emozioni e sugli stati d’animo.

 

Cardamomo

Utilizzato fin dai tempi dei greci e dei romani, l’essenza di cardamomo è alla base di molte creazioni profumate. Si tratta di una spezia tropicale che, in combinazione allo zafferano e alla vaniglia, riesce a creare un mix morbido e vellutato dai sentori lievemente floreali, ideale per chi vuole mettere in evidenza il proprio carattere dolce e premuroso, senza però apparire eccessivamente stucchevole.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Quando si vuole conquistare una donna non servono fiori e frasi romantiche, ma basta una fragranza, quella giusta. La comunicazione olfattiva è la migliore arma di seduzione di un uomo, quindi al bando poesie e cioccolatini, e applichiamo sulle zone strategiche un buon profumo che, all’occorrenza, lasci una scia a cui è impossibile resistere.

 

Quando si tratta di seduzione, l’olfatto gioca un ruolo fondamentale. Bellezza ed eleganza sono sicuramente un buon punto di partenza, ma nel momento in cui si vuole fare colpo su una donna anche la comunicazione olfattiva dettata dal fascino del profumo che si indossa può fare la differenza.

Tuttavia, per sfruttare al meglio questa particolare “arma di seduzione”, non basta acquistare il miglior profumo da uomo disponibile sul mercato, ma bisogna anche scegliere la fragranza giusta, tenendo conto del proprio stile di vita e del proprio carattere.

In effetti, l’incisività del binomio profumo/seduzione trova conferma anche nel mondo dell’arte, del cinema e della musica: basti pensare al film di Dino Risi “Profumo di donna” per capire quanto una fragranza possa rappresentare il tratto distintivo di una persona, uomo o donna che sia; oppure alla scena di “Ocean’s Thirteen” dove Matt Damon riesce a conquistare Ellen Barkin con un lembo di carta permeato di feromoni.

Quindi, sembra proprio che questa teoria del profumo come strumento di seduzione non sia del tutto infondata, anzi in un certo senso viene addirittura avvalorata dalla scienza. Il nostro corpo, infatti, produce delle sostanze endogene, chiamate feromoni, capaci di innescare reazioni comportamentali diverse, tra cui anche il richiamo sessuale.

Ma perché i profumi maschili vengono considerati afrodisiaci? E come riescono a fare breccia sui sensi della controparte femminile? Andiamo a scoprirlo.

 

I profumi che seducono

Quando si vuole conquistare la donna dei sogni, sicuramente la location, le buone maniere, l’outfit giusto e un’atmosfera romantica giocano un ruolo chiave, ma non sono tutto. C’è un particolare, in effetti, che può fare la differenza: il profumo.

L’odore che emaniamo può lasciare un ricordo piacevole nella testa del partner e accendere una scintilla che dà il via libera alla fantasia. È importante, quindi, capire come sfruttare al meglio questo piccolo asso nella manica per raggiungere il proprio obiettivo di conquista.

Innanzitutto, bisogna individuare la fragranza che possa fare colpo sul gentil sesso: i profumi legnosi e muschiati, per esempio, sono potentissimi detonatore di ricordi, poiché capaci di far riaffiorare nella mente di una donna sensazioni molto piacevoli. Le fragranze agrumate, invece, rappresentano veri e propri “biglietti da visita” della sensualità di un uomo, esprimendo il suo mood stilistico. Molto diffusi e apprezzati dalle gentildonne sono anche i profumi orientali, che aggiungono un tocco di mistero a qualsiasi outfit stimolando i sensi e la sfera del piacere.

 

I punti giusti

Una volta scelta la fragranza da indossare, non penserete mica sia finita qui? Per sedurre una donna è importante anche capire come applicare il profumo in modo corretto. Ci sono, infatti, dei punti strategici che permettono alla persona che si vuole attrarre di sentire appieno il sillage che il profumo indossato lascia dietro di sé.

Tra queste segnaliamo, in particolare, il collo e la zona dietro le orecchie, che consentono di percepire maggiormente la fragranza applicata e di farla durare più a lungo. Un buon escamotage, sempre in termini di seduzione, è quello di spruzzare un po’ di prodotto anche sulle guance, in modo che già al primo saluto la nostra “vittima” possa avvertire subito il nostro odore.

Altri punti particolari dove applicare il profumo sono i polsi, il gomito, dietro le ginocchia, le mani e il torace. Quindi, una volta scelto l’eau de parfum giusto e piazzato sui punti strategici del corpo, non vi resta che sprigionare tutto il vostro charme per fare colpo.

 

Quale fragranza scegliere per conquistare una donna

Vista la vasta gamma di fragranze disponibili in commercio, scegliere un profumo in base alla sua capacità di sedurre potrebbe diventare un’impresa davvero complicata. Sebbene il più delle volte si tenda a preferire una fragranza sulla scorta dei propri gusti personali, è bene tenere a mente che esistono bouquet particolari e scie olfattive molto persistenti capaci di stimolare specifici impulsi, compreso quello sessuale.

Le note “legnose” del patchouli e del sandalo sono le più seducenti in assoluto, poiché capaci di rispecchiare le tante sfaccettature della personalità maschile contemporanea: sicura e tenace nella mente ma forte e sensuale nell’anima, con un leggero alito di libertà.

I profumi floreali, invece, riflettono un carattere gentile e romantico, quindi se la donna che si vuole conquistare cerca un uomo dolce che sia sempre attento ai suoi bisogni, magari con una punta di passionalità – che non guasta mai – sono sicuramente una scelta azzeccata.

Le fragranze fruttate, soprattutto quelle caratterizzate dalle note fresche e avvolgenti degli agrumi, comunicano invece una certa estrosità e, allo stesso tempo, attenzione per i dettagli; mentre i profumi speziati, ovvero quelli dall’essenza penetrante e sensuale, esortano a inoltrarsi alla scoperta di quella personalità misteriosa e intrigante che tanto piace alle donne dal carattere forte.

Profumi ai feromoni: funzionano davvero?

Più che il profumo, la vera arma di seduzione di un uomo è il testosterone, un ormone tipicamente maschile deputato alla produzione dei cosiddetti feromoni. Questi ultimi sono sostanze chimiche in grado di inviare specifici segnali olfattivi che possono innescare risposte sessuali molto potenti. Le donne quando sono attratte da un uomo parlano spesso di “chimica”, ma in realtà sono proprio questi feromoni a prende inconsciamente il sopravvento.

Per seminare una scia irresistibile, si può allora ricorrere a profumi formulati proprio a base di queste sostanze. Incredibile ma vero: molte aziende famose hanno di recente lanciato sul mercato fragranze ai feromoni per aiutare gli uomini a fare colpo sulla controparte femminile.

Ogni profumazione si propone di esprimere la personalità di chi la indossa, per cui in vendita si possono trovare profumi pensati per renderci più attraenti, da utilizzare magari nei momenti di intimità o più semplicemente per sedurre al primo appuntamento.

Qualunque sia la fragranza preferita, recenti studi hanno dimostrato come i feromoni possano scatenare sentimenti di desiderio passionale e accendere l’interesse degli altri, ma ovviamente non si tratta né di pozioni magiche né di formule miracolose. Per far scattare la scintilla che porta all’innamoramento, i feromoni possono dare sicuramente il loro contributo, ma molto chiaramente dipende dalla nostra personalità e dalla nostra autostima.

Questi profumi, inoltre, non vengono utilizzati solo da chi è alla ricerca di un partner: molti uomini d’affari, infatti, li indossano per apparire più carismatici e guadagnare la fiducia di clienti e collaboratori, mentre altri li usano semplicemente per ottenere quel fascino aggiuntivo che li aiuti a sentirsi a proprio agio nei rapporti interpersonali.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Volete profumare la vostra casa senza utilizzare prodotti chimici? Grazie ai nostri consigli potrete realizzare un deodorante per ambienti “home made” sfruttando ingredienti naturali e facilmente reperibili, oltre che low cost.

 

Prendersi cura della propria casa è un’abitudine che può regalare grandi soddisfazioni a quanti voglio rendere gli spazi abitativi accoglienti e perfettamente igienizzati. Un valido aiuto per raggiungere questi obiettivi ci viene dato anche dai deodoranti per ambienti, il cui compito è quello di mantenere gradevole e profumata l’aria delle nostre abitazioni. 

Scegliere il miglior deodorante per le proprie esigenze è sicuramente il primo passo per neutralizzare gli odori sgradevoli e rendere gli ambienti più vivibili. Il problema, però, è che la maggior parte dei prodotti disponibili in commercio contiene sostanze di sintesi nocive sia per la salute umana sia per l’ecosistema, e il fatto che le scritte sulle etichette sembrano arabo di certo non migliora le cose.

La soluzione migliore è, quindi, quella di creare dei profumi per ambienti “fai da te”, sfruttando ingredienti naturali, facilmente reperibili e soprattutto economici. In questo modo, oltre a salvaguardare la propria salute e quella dell’ecosistema, si potrà dare un tocco personale alla propria casa con aromi insoliti e originali rispetto a quelli che si trovano solitamente nei supermercati. Di seguito, vi proponiamo cinque ottime ricette per realizzare un deodorante “home made” unico ed efficace.

 

Deodorante per ambienti al limone

Questo deodorante per ambienti è adatto a ogni stanza della casa: in camera da letto, nel bagno e soprattutto in cucina, dove l’odore di cucinato è predominante rispetto al resto. Queste affascinanti composizioni possono trovare posto anche all’interno degli armadi o su un tavolo, poiché si tratta di elementi decorativi che non occupano troppo spazio.

Inoltre, in virtù del suo profumo fresco e piacevole, il limone risulta ideale per eliminare i cattivi odori di muffa e tabacco, oltre a essere un valido disinfettante. La preparazione di questo efficace deodorante per ambienti è abbastanza semplice e richiede pochi ingredienti.

Per prima cosa procuratevi: una scorza di limone, mezzo bicchiere di alcol denaturato, qualche goccia di olio essenziale al limone, 200 ml di acqua distillata e dei midollini di legno.

Prendete una boccetta di vetro trasparente e, dopo averla riempita per metà con l’alcol, inserite la scorza di limone e lasciatela macerare per almeno 5 ore. Trascorso questo tempo, aggiungete l’acqua distillata e unite al composto dieci gocce di olio essenziale al limone, mescolando energicamente il tutto per far amalgamare bene gli ingredienti.

A questo punto, non dovrete far altro che inserire i bastoncini nella bottiglia e posizionarla dove preferite, con la sola accortezza di cambiare a giorni alterni la posizione dei midollini per intensificare la diffusione della fragranza.

 

Bicarbonato di sodio

Dalla pulizia delle superfici di casa alla bellezza del corpo, il bicarbonato di sodio è da sempre considerato una fonte inesauribile di utilizzi e soluzioni “home made”. Non a caso, si rivela estremamente efficace anche come deodorante per ambienti, soprattutto in virtù delle sue proprietà igienizzanti e anti-odore.

Per creare un profumo per la casa a base di questo portentoso ingrediente naturale, riempite un contenitore spray vuoto (come quelli di profumi e cosmetici, dopo averli lavati accuratamente) con acqua calda, bicarbonato e qualche goccia del vostro olio essenziale preferito, o in alternativa con del succo di limone.

Dopo aver mescolato bene il tutto, spruzzate la soluzione nelle stanze della casa per diffondere un gradevole profumo di pulito, e all’occorrenza anche sui tessili e la biancheria da letto per eliminare eventuali odori di umidità e muffa.

 

Candele profumate

Se vi piacciono le candele profumate ma temete che quelle disponibili in commercio contengano sostanze chimiche dannose per la salute e per l’ambiente, anche in questo caso potete ricorrere al buon vecchio fai da te.

A dispetto di quanto si possa pensare, realizzare questi profumati elementi decorativi per la casa con ingredienti 100% naturali ed ecologici è molto facile. Per prima cosa, procuratevi della cera d’api naturale e mettetela a bagnomaria in un pentolino per farla sciogliere.

Una volta ottenuta una consistenza piuttosto liquida, aggiungete qualche goccia dell’olio essenziale che preferite e mescolate il tutto con un cucchiaio di legno per impedire la formazione di grumi. Ora procedete con la preparazione degli stoppini intrecciando due fili di cotone spesso, prestando attenzione però alla lunghezza. Lo stoppino, infatti, dovrà essere almeno cinque centimetri più lungo dello stampo che utilizzerete per dare forma alla vostra candela, altrimenti non sarà possibile accenderla.

A questo punto, posizionate il lucignolo in verticale al centro dello stampo (per facilitare l’operazione vi consigliamo di immergerlo per qualche secondo nella cera bollente per farlo indurire), versate la cera ancora calda e attendete finché il composto non si sarà solidificato. Se avete utilizzato un contenitore di vetro trasparente, potete anche lasciare la candela al suo interno, altrimenti estraetela dallo stampo una volta che si sarà raffreddata.

Per rendere la composizione ancora più gradevole sotto il profilo estetico, potete aggiungere alla cera liquida del colorante naturale della vostra tonalità preferita oppure dei petali di fiori secchi.

 

Gelatine profumate

In alternativa alle candele si possono realizzare delle coloratissime gelatine profumate da lasciare in bella vista su un mobile o una mensola della casa. Ecco come procedere: in un pentolino portate a bollore 200 ml di acqua fredda, aggiungete 50 grammi di gelatina in polvere e mescolate fino a che non si sarà sciolta completamente. Unite al composto un pizzico di sale continuando a mescolare e, quando avrà assunto una consistenza pastosa, aggiungete 20/30 gocce del vostro olio essenziale preferito e un po’ di colorante alimentare della tonalità che più vi piace.

Infine, versate il composto nel contenitore scelto (meglio se in vetro trasparente) e lasciatelo raffreddare: la vostra gelatina profumata è pronta per diffondere un piacevole profumo in tutta la casa per circa un mese.

Gessetti profumati

Se oltre a profumare la casa, cercate una soluzione che contribuisca anche a decorarla, vi consigliamo di preparare degli accattivanti gessetti profumati. Grazie ai numerosi stampi disponibili in commercio sarà possibile realizzare elementi decorativi di diverse forme e colori, da appendere alle pareti o posizionare all’interno di vasi e ciotole per impreziosire gli ambienti.

Per prepararli potete ricorrere a due tecniche: la prima consiste nell’utilizzare della polvere di gesso ad asciugatura rapida, facilmente reperibile nei negozi di bricolage; mentre la seconda prevede l’uso del bicarbonato in sostituzione del comune gesso, che a quanto sembra assicura gli stessi risultati.

In entrambe i casi il procedimento è lo stesso e consiste nell’aggiungere a un bicchiere di gesso (o bicarbonato) mezzo bicchiere di acqua, mescolando il composto con cura per impedire la formazione di grumi. Ora, unite al preparato venti gocce del vostro olio essenziale preferito e, se volete creare dei gessetti colorati, un po’ di colorante naturale.

Una volta mescolato bene il tutto, versate l’impasto negli stampini e lasciate in posa per qualche ora, fino a che non si sarà indurito. Voilà, i vostri gessetti profumati fai da te sono pronti per profumare gli ambienti domestici con originalità e stile.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Che si tratti di un deodorante tradizionale o di un antitraspirante, questi cosmetici svolgono il loro compito in modo efficace e, nella maggior parte dei casi, riducono gli odori sgradevoli, impedendone la formazione. Di fatto, però, i consumatori non conoscono bene la differenza tra le varie formulazioni, argomento che tratteremo in maniera approfondita nel presente post.

 

L’estate è sicuramente il periodo dell’anno in cui la voglia di vacanze e di pomeriggi passati a rilassarsi in riva al mare si fa maggiormente sentire. Ma è anche quello della sudorazione incoercibile, delle ascelle “pezzate” e degli odori sgradevoli, per non parlare poi delle imbarazzanti macchie sui vestiti e delle docce che sembrano non bastare mai.

Ma come eliminare questi sgraditi inconvenienti? Le soluzioni, in effetti, sono tantissime, anche se la maggior parte dei consumatori spesso non è adeguatamente informata sull’argomento. In America, per esempio, il deodorante più venduto è l’antitraspirante, che viene considerato un vero e proprio farmaco, a differenza del nostro Paese che invece lo cataloga come cosmetico, al pari di quello tradizionale.

La confusione, quindi, è abbastanza lecita e presuppone una maggiore cautela in fase di scelta. Sebbene venga considerato un nemico da combattere, in realtà il sudore è fondamentale per la regolazione della temperatura corporea, mentre i veri responsabili degli aromi spiacevoli sono i batteri che, attivandosi a contatto con le sostanze volatili presenti sulla pelle, generano secrezioni maleodoranti.

Per prevenire la proliferazione degli odori imbarazzanti è buona norma prestare la dovuta attenzione alla propria igiene personale, cambiare gli abiti con una certa frequenza e utilizzare un deodorante adatto alle proprie esigenze cutanee e formulato per risolvere una specifica problematica. A questo punto sorge spontanea una domanda: quale formulazione scegliere tra le tante disponibili in commercio? La risposta è nel post a seguire.

 

Deodorante o antitraspirante?

Ai fini di una scelta consapevole, è fondamentale conoscere la differenza tra deodorante e antitraspirante. Secondo uno studio condotto dall’Università di Catania nel 2016, un consumatore su tre è convinto che le due tipologie siano assolutamente identiche, nulla di più sbagliato naturalmente!

Per quanto apparentemente simili tra loro, gli antitraspiranti e i deodoranti sono cosmetici che sfruttano meccanismi d’azione diversi, svolgendo di conseguenza una specifica funzione. I primi sono formulati prevalentemente con sali di alluminio, il cui compito è quello di ridurre la sudorazione bloccando temporaneamente l’attività delle ghiandole endocrine. In questo modo, il sudore non riesce a uscire anche per diversi giorni consecutivi, per cui il rischio di emanare un cattivo odore è quasi pari a zero.

Questi cosmetici sono abbastanza sicuri e non comportano particolari effetti collaterali, sebbene il loro utilizzo prolungato e in quantità eccessive potrebbe irritare la pelle, generando talvolta pruriti e bruciori a livello locale.

Il deodorante, invece, agisce direttamente sui batteri responsabili dei fenomeni degradativi delle componenti volatili solforose presenti sulla cute, mascherando di conseguenza gli odori sgradevoli senza, però, eliminarli del tutto. Visto, poi, che questi prodotti svolgono anche una funzione antibatterica e antisettica, sono in grado di assicurare un duplice effetto, ossia regolare la sudorazione e bloccare l’attività dei batteri che proliferano sulla superficie cutanea.

A differenza dei precedenti, però, la loro efficacia è alquanto limitata e, dal momento che la loro formula si basa principalmente sull’impiego di alcol e profumi di sintesi, potrebbero comportare nei soggetti più sensibili dolorose irritazioni e pericolose reazioni allergiche.

Per scegliere il prodotto giusto, dunque, è importante sapere di cosa si ha bisogno: se di un cosmetico che copra semplicemente gli odori (deodorante) o di uno che blocchi la sudorazione (antitraspirante). Leggere l’INCI dei deodoranti prima di acquistarli è il primo passo per evitare di mettere a repentaglio la salute della propria pelle, così da non avere brutte sorprese, come allergie, sfoghi cutanei e irritazioni, dovute alla presenza di sostanze a cui si è intolleranti o sensibili.

 

Quale formulazione scegliere

Per scegliere il deodorante giusto bisogna tenere conto delle proprie preferenze e abitudini, senza trascurare – ovviamente – il tipo di problematica sulla quale si vuole agire. In commercio si possono trovare diversi tipi di deodoranti e antitraspiranti con formule e consistenze specifiche che si propongono di soddisfare ogni tipo di esigenza: spray, stick, roll-on, creme, squeeze, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

In effetti, queste tipologie sono più o meno identiche in quanto a efficacia, mentre quello che cambia è solo il metodo di applicazione. I deodoranti in spray sono i più diffusi, poiché consentono una rapida asciugatura e non necessitano di un contatto diretto con la pelle, dimostrandosi quindi ideali nel caso in cui si voglia condividerli con altre persone.

Gli stick e i roll-on, invece, sono più pratici da applicare e permettono di modulare il quantitativo di prodotto da utilizzare a seconda delle esigenze, ma per questioni igieniche ne viene sconsigliata la condivisione.

A chi soffre di iperidrosi (sudorazione eccessiva) e ha una pelle particolarmente sensibile, consigliamo le formule in crema, che però necessitano di maggiore accortezza in fase di stesura per evitare di macchiare gli indumenti, soprattutto se non vengono fatte asciugare in modo perfetto.

 

Consigli per una corretta applicazione

Prima di applicare il deodorante o l’antitraspirante è buona norma provvedere a una corretta igiene personale. Oltre a lavare con cura la zona di interesse, è bene utilizzare un sapone a pH neutro che non vada ad alterare il delicato equilibrio epidermico.

Si consiglia, inoltre, di cambiare gli abiti con una certa frequenza, soprattutto in estate o quando si svolgono attività sportive ad alto impatto, e lavarli con un ciclo ad alte temperature per eliminare eventuali cariche batteriche.

Infine, dopo la depilazione è preferibile attendere almeno un giorno prima di applicare il deodorante, scegliendone uno specifico che contenga sostanze lenitive e idratanti.

Gli ingredienti da evitare

Per scegliere il prodotto giusto, al di là delle preferenze e dei gusti personali, bisogna considerare anche la propria tipologia di pelle: per chi ha una cute normale, che non presenta particolari sensibilità o allergie, un cosmetico vale l’altro, mentre in caso di pelle delicata o reattiva, la decisione andrà ponderata con maggiore attenzione.

In entrambe i casi, sarebbe meglio stare alla larga da ingredienti chimici di sintesi, come profumi artificiali e parabeni, che rischiano di compromettere il delicato equilibrio idrolipidico della zona, mentre i soggetti sensibili dovrebbero optare per cosmetici molto delicati e di stampo naturale.

In alternativa al deodorante tradizionale, si può utilizzare la pietra di allume di potassio (o allume di rocca) che, oltre a eliminare efficacemente i cattivi odori, è assolutamente priva di sostanze aggressive e potenzialmente irritanti. 

Esistono, infine, altri ingredienti naturali dalle proprietà antibatteriche e antitraspiranti che possono essere sfruttati per autoprodurre in casa un buon deodorante fai da te, come la salvia, dalle note proprietà antisettiche e rinfrescanti, il rosmarino, a effetto purificante e astringente, e la camomilla, che si fa apprezzare per la sua azione igienizzante e tonificante.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Con l’arrivo dell’estate, uno dei must have di bellezza che non manca mai nei beauty case dei consumatori è il deodorante. Ma sul web (e non solo) è facile cadere vittima delle fake news che riguardano questo prodotto. Scopriamo insieme quali sono le bugie più diffuse sui deodoranti.

 

Tra tintarella, spiagge e attività sportive, la bella stagione porta con sé tutto il suo carico di entusiasmo ed euforia, ma segna anche l’arrivo di uno dei problemi più imbarazzanti e temuti da uomini e donne: la sudorazione. 

Certo, si può ricorrere a uno dei migliori deodoranti venduti online, ma è anche vero che su questi prodotti se ne sentono di tutti i colori: dai cosmetici antitraspiranti a base di sali di alluminio e zinco che promettono fino a 48 ore di protezione, alle leggende metropolitane secondo cui il loro utilizzo potrebbe addirittura aumentare il rischio di sviluppare tumori cutanei.

Ma quante di queste dicerie corrispondono a verità? In questo post abbiamo raccolto i cinque pregiudizi più comuni legati all’uso dei deodoranti, aggiungendo alcuni utili consigli per una scelta consapevole.

 

Il deodorante è inutile se ci laviamo con una certa frequenza?

IN PARTE VERO, IN PARTE FALSO. Quando da bambini uscivamo a giocare all’aperto con i nostri amici la mamma ci raccomandava sempre di non sudare, ma ovviamente nessuno ha la facoltà di controllare la propria sudorazione in modo volontario. Succede e basta, ed è un bene che sia così.

In caso di sforzi fisici, stimoli emotivi o quando fa particolarmente caldo, il nostro organismo avverte automaticamente la necessità di dissipare il calore accumulato per mantenere la temperatura corporea costante, tra i 36 e i 37° C. Questo processo di regolazione avviene proprio attraverso la sudorazione, che è dunque un meccanismo naturale e inevitabile almeno quanto la respirazione.

A dispetto di quanto si possa pensare, il sudore in sé è una sostanza incolore e inodore, e i veri responsabili degli odori sgradevoli sono i batteri che si vengono a formare al suo interno. Visto che la sudorazione rappresenta una barriera protettiva naturale del nostro organismo, è chiaro che i deodoranti non dovrebbero bloccarla del tutto, ma piuttosto neutralizzarne gli effetti negativi.

Sicuramente una corretta igiene personale, con lavaggi frequenti, l’uso di detergenti a pH neutro e un cambio frequente di abiti, aiuta a tenere sotto controllo la proliferazione dei cattivi odori, così come radersi nelle aree del corpo che producono più umidità, come ascelle e inguine.

Visto, però, che per molti di noi questi accorgimenti potrebbero non bastare per regolare la sudorazione e la conseguente formazione di sostanze volatili maleodoranti, diventa fondamentale l’uso di un buon deodorante che si proponga di minimizzare la proliferazione degli enzimi batterici responsabili dei fenomeni degradativi del sudore senza, però, alterare il delicato equilibrio epidermico della zona: i migliori in tal senso sono quelli formulati con sostanze antitraspiranti (come i sali di alluminio e lo zinco), o ad azione batteriostatica per inibire l’attività della flora batterica che genera i cattivi odori.

 

È vero che i deodoranti formulati con alluminio sono cancerogeni?

FALSO. In effetti, la notizia (o per meglio dire la “fake news”) circola in rete da un po’ di tempo, generando inutili allarmismi tra i consumatori. Alcuni di questi articoli mettono in guardia sul fatto che i sali di alluminio e i parabeni contenuti in molti deodoranti avrebbero un effetto cancerogeno, poiché impedirebbero alla pelle di eliminare determinate tossine con il sudore, promuovendo così lo sviluppo di tumori e linfonodi. Si sostiene anche che l’abitudine di depilare le ascelle favorisca la penetrazione di sostanze tossiche attraverso l’epidermide.

Inutile dire che si tratta solo di sciocche credenze popolari che non hanno alcun riscontro scientifico. Recenti studi, infatti, hanno dimostrato che in realtà non esiste alcuna relazione di causa ed effetto tra queste sostanze e il rischio di sviluppare un tumore. È bene anche precisare che ricorrere alla ceretta o al rasoio può sì aumentare il rischio di irritazioni e infezioni cutanee, senza però modificare l’assorbimento delle suddette sostanze attraverso la cute.

Chi cerca una valida alternativa ai tradizionali cosmetici antitraspiranti disponibili sul mercato, può utilizzare l’allume di rocca o di potassio, una pietra inodore e incolore priva di alcol, siliconi e parabeni. Questi prodotti naturali sono ideali per quanti hanno una cute particolarmente sensibile o delicata, poiché riducono al minimo il rischio di irritazioni e dermatiti da contatto, regolando al contempo la traspirazione della pelle, mantenendola fresca e asciutta per tutto il giorno.

 

Per avere una maggiore “copertura” è necessario utilizzare un deodorante antitraspirante?

VERO E FALSO. I deodoranti antitraspiranti che assicurano fino a 48 ore di protezione, in genere, mantengono tutte le promesse fatte (in alcuni casi, infatti, la loro persistenza può durare fino a due giorni e persino di più), ma molto – ovviamente – dipende anche dalla propria igiene personale.

Per far sì che il deodorante svolga il suo compito nel miglior modo possibile, è necessario lavare accuratamente la zona di interesse prima dell’applicazione, in modo da rimuovere le impurità e permettere alle sostanze contenute di ridurre la proliferazione degli odori sgradevoli.

 

Si può applicare il deodorante subito dopo la depilazione?

VERO, MA BISOGNA ADOTTARE ALCUNE PRECAUZIONI. Dopo la depilazione è preferibile non applicare nulla sulla pelle, ma se proprio non possiamo farne a meno, è consigliabile utilizzare un deodorante specifico, delicato e formulato senza aggiunta di sostanze chimiche potenzialmente irritanti.

Come già anticipato, la sudorazione è un processo fisiologico naturale che il nostro organismo attiva automaticamente per mantenere la temperatura corporea costante: il sudore, oltre a svolgere un’importante funzione termoregolatrice e antisettica, elimina le tossine e mantiene inalterato l’equilibrio idrolipidico della cute; insomma, è fondamentale per il benessere del nostro organismo.

Per ridurre la formazione degli odori sgradevoli, in commercio sono disponibili prodotti adatti a ogni tipo di esigenza, con caratteristiche e funzioni diverse in base alle abitudini e alle preferenze di ciascuno.

Dopo la rasatura, a prescindere dalla tecnica depilatoria utilizzata, la pelle è più stressata e sensibile, per cui è consigliabile applicare il deodorante nelle 24 ore successive, o quantomeno sceglierne uno che non vada ad alterare il delicato pH cutaneo della zona. 

A ogni modo, è buona norma lavare le ascelle subito dopo la depilazione con acqua tiepida e un detergente neutro; e prima di utilizzare il deodorante, è bene testarlo su una piccola parte di pelle per essere sicuri che non generi irritazioni o fastidiosi bruciori.

I deodoranti dermatologicamente testati sono più sicuri?

FALSO. Quando sulle etichette dei cosmetici appare la scritta “dermatologicamente testato”, questo non vuol dire che il prodotto sia più sicuro di altri, anzi in realtà potrebbe contenere ugualmente sostanze allergizzanti o sensibilizzanti.

L’unico espediente che può aiutarci a individuare un deodorante efficace che non comporti alcun rischio per la salute della nostra pelle, è quello di leggere attentamente l’INCI del prodotto, ossia la lista degli ingredienti contenuti, per scegliere consapevolmente quello adatto alle proprie esigenze cutanee.