Domande Frequenti sui deodoranti

Ultimo aggiornamento: 26.05.24

 

Come eliminare le macchie di deodorante indurite sulle magliette?

Molti deodoranti, anche quelli della migliore marca, possono lasciare antiestetiche macchie sui vestiti, che spesso si rivelano piuttosto difficili da rimuovere.

Per eliminare gli aloni induriti sui tessuti, è buona norma pretrattare la zona con una miscela di acqua e bicarbonato (o aceto) prima di inserire il capo in lavatrice.

Per gli indumenti non lavabili a macchina, invece, si può realizzare uno smacchiatore a base di sale, aceto e detersivo per i piatti da spruzzare direttamente sulla macchia, per poi tamponare la zona con un panno umido.

 

Bicarbonato come deodorante?

L’utilizzo del bicarbonato come deodorante non è una novità: da sempre considerato un efficace rimedio naturale contro il sudore, è in grado di creare un ambiente ostile alla proliferazione della flora batterica responsabile dei cattivi odori.

L’applicazione locale del bicarbonato, infatti, rende il pH ascellare alcalino per ridurre l’adesione dei batteri sulla superficie cutanea e facilitarne la successiva eliminazione.

 

Dove buttare le bombolette spray di deodorante?

Sebbene sia ormai pratica comune gettare le bombolette spray dei deodoranti direttamente nei rifiuti indifferenziati, in realtà bisogna prestare attenzione ai simboli riportati sul flacone.

Se sono presenti sigle o immagini che indicano la tossicità o l’infiammabilità del prodotto, allora andrà smaltito nei cassonetti appositi dei centri di raccolta.

In caso contrario, si potrà gettare la bomboletta, in acciaio o alluminio che sia, nella raccolta dei metalli/alluminio, mentre il tappo e l’erogatore vanno raccolti nell’apposito contenitore per la plastica.

Come creare un deodorante per ambienti?

Per rendere la propria casa profumata senza ricorrere a prodotti chimici nocivi tanto per la salute quanto per l’ambiente, si possono realizzare dei profumi “fai da te” utilizzando ingredienti naturali e facilmente reperibili.

Per esempio, si possono mescolare 20 gocce del proprio olio essenziale preferito a mezzo litro d’acqua e 10 ml di alcol per ottenere un deodorante per ambienti simile a quelli che si trovano in commercio.

Potete mettere la soluzione in un contenitore spray oppure in un flacone munito di midollini in legno per diffondere la fragranza nelle stanze della casa.

 

Cosa usare al posto del deodorante?

Oltre al già citato bicarbonato, in sostituzione ai tradizionali deodoranti si può usare anche dell’argilla areata o una pietra di rocca, che si propongono di assorbire efficacemente il sudore ed eliminare gli odori sgradevoli.

In alternativa, potete utilizzare anche della lavanda, dalle proprietà antibatteriche e lenitive, oppure dell’estratto di menta piperita che, oltre a minimizzare la proliferazione batterica, svolge un’efficace azione rinfrescante e purificante.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI