Ultimo aggiornamento: 06.12.19

 

Smalto Semipermanente – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

Avere le mani sempre curate e le unghie ordinate è uno dei sogni di ogni donna e uno dei modi affinché si realizzi è certamente quello di andare dall’estetista. Purtroppo però i costi non sempre lo consentono ed è per questo che entra in gioco lo smalto semipermanente che con un po’ di pratica vi consentirà una resa al pari di quella professionale. Dunque oggi vi presentiamo quelli che secondo noi e secondo gli utenti sono i migliori articoli in commercio a partire dal Kit completo firmato Mesauda, perfetto per chi necessita di tutto l’occorrente, e dalla Base&Top, sempre marcata Mesauda, per avere la comodità di due prodotti in uno.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 Migliori Smalti Semipermanenti – Classifica 2019

 

Iniziamo questa guida su come scegliere un buono smalto semipermanente con i pareri degli utenti in merito a sette dei migliori prodotti in commercio.

 

 

Kit smalto semipermanente

 

1. Mesauda Kit Semipermanente Unghie Completo Smalto

 

Partiamo da questo kit completo, un acquisto che consente di ottenere con una sola spedizione tutti i prodotti di cui avete bisogno per una manicure curata e professionale.

Tra questi elenchiamo il fornetto a raggi UV,  un flacone di base e top coat, una lima curva, il mattoncino bianco, una bottiglia di sgrassante da 125ml, una di remover, 100 pezzi di cellulosa per la rimozione, 10 bastoncini in legno d’arancio, un flacone di olio per cuticole e la ciotola levasmalto.

Come dicevamo, tutto ciò che occorre e di altissima qualità. Per poter iniziare subito, l’azienda spedisce anche un flacone di smalto, scelto tra l’ampia gamma dei suoi colori. Non sarà possibile scegliere preventivamente la tinta, poiché la confezione è già precedentemente imballata.

Inutile dire che gli acquirenti sono entusiasti e che apprezzano particolarmente il fatto di non dover ricorrere ad ulteriori acquisti. Peccato solo per qualche malfunzionamento del fornetto che in alcuni casi non ha avuto vita molto lunga.

Per aiutarvi ulteriormente nella scelta inseriamo il link per scoprire dove acquistare questo articolo e una comoda lista di pro e di contro.

 

Pro

Completezza: Uno dei vantaggi è certamente quello di avere, con un unico acquisto, tutto ciò di cui avrete bisogno per la cura delle vostre mani.

Costo: Se analizzassimo il prezzo di ogni componente arriveremo certamente a un costo complessivo molto più alto di quello che propone invece Mesauda.

Resa: Oltretutto gli utenti sono più che soddisfatti dell’effetto che l’applicazione di questi prodotti crea sulle unghie, brillante e duraturo.

 

Contro

Malfunzionamento: In certi casi il fornetto sembra essere arrivato a destinazione leggermente difettoso, rendendo o impossibile utilizzarlo o con un’autonomia molto bassa a livello di tempo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Smalto semipermanente Mesauda

 

2. Mesauda Gel Polish Base&Top per Semipermanente 14ml

 

Per utilizzare al meglio uno smalto semipermanente Mesauda vi serve, tra le altre cose, un prodotto apposito e formulato nella maniera più simile possibile. Pertanto oggi vi consigliamo di tenere in considerazione questo flacone, la cui composizione lo rende perfetto sia come base, sia come top coat.

Questo è un gran vantaggio, se si pensa che il più delle volte è obbligatorio orientarsi su due prodotti distinti, permettendo un risparmio economico e di materiali.

Gli utenti sono soddisfatti soprattutto dell’effetto che dà una volta applicato sull’unghia. Sembra infatti che basti poco prodotto per avere un effetto ben laccato e brillante. Ovviamente deciderete voi se optare per uno strato sottile e quindi un look più nude o procedere con più passaggi per un effetto simil gel. L’unica pecca osservata si riferisce alla durata; sembra infatti che dopo pochi giorni lo smalto tenda a sollevarsi dagli angoli, non riuscendo quindi a garantire i 10-15 giorni sperati.

Vediamo adesso, per riassumere quanto detto, quali sono i vantaggi e gli svantaggi principali di questo articolo così apprezzato.

 

Pro

Versatilità: Come abbiamo detto si tratta di un articolo che comprende due funzionalità in un’unica formulazione, permettendovi di risparmiare sotto tutti i punti di vista.

Effetto: Poiché si tratta di un elemento cruciale, essendo proprio il top coat ciò che permette all’unghia di assumere il tipico aspetto laccato e brillante, il fatto che gli utenti elogino proprio questo non può che essere un punto di forza.

Risparmio: Facendo due conti è facile notare che un flacone di questo tipo va a costare quanto uno dei due prodotti comprati singolarmente, mantenendo comunque una qualità eccellente.

 

Contro

Durata: Premettendo che la durata dello smalto dipende anche dalle modalità con cui è stato applicato, alcuni degli utenti hanno osservato che la durata stessa talvolta è di pochi giorni, contraria a quanto un buon prodotto dovrebbe garantire.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Smalto semipermanente Estrosa

 

3. Estrosa Smalto Gel Semipermanente Sugar Estrosa 7 ml

 

Analizziamo adesso questo smalto firmato Estrosa e scopriamo come mai è tra i migliori smalti semipermanenti del 2019.

Con un colore tenue e adatto a molte occasioni, la tonalità sugar riesce a colpire rendendo le mani eleganti e raffinate, grazie anche all’effetto laccato e brillante che è osservato praticamente in tutti i casi presi in esame.

Non solo, a facilitare la stesura c’è anche un pennellino molto ampio e dunque capace di stendere la giusta quantità di prodotto sull’intera unghia, senza sbavature né imperfezioni. Questo è dovuto sia alla scelta della fibra usata per le setole, sia per la forma data dal taglio delle stesse. I colori tra cui scegliere sono tantissimi, ma questo è quello che ha colpito di più, perfetto sia per look casual che per impreziosire outfit più raffinati.

Certo, data la ricercatezza cromatica, la facilità di erogazione e l’effetto garantito, non possiamo certo definirlo l’articolo più economico presente in commercio, ma non sembra comunque un problema per coloro che non vogliono rinunciare alle sue qualità. Andiamo avanti con i nostri consigli d’acquisto elencando anche in questo caso quali sono i vantaggi e gli svantaggi dello smalto che abbiamo analizzato.

 

Pro

Colore: Più tenue di un azzurro e più raffinato di un celeste, la tinta sugar che caratterizza questo smalto è molto in voga perché adatta non solo a tanti look diversi, ma anche a diverse fasce di età.

Applicazione: Tra gli aspetti particolarmente elogiati c’è la facilità di applicazione. Sembra infatti che la forma del pennellino si adatti perfettamente a quella dell’unghia, evitando imprecisioni e consentendo un’erogazione perfetta.

 

Contro

Costo: Per tutte queste ragioni appena elencate, non è da classificare tra i prodotti a prezzi bassi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Smalto semipermanente Layla

 

4. Layla Cosmetics Laylagel Polish Smalto Semipermanente per Unghie

 

Per molte consumatrici il migliore smalto semipermanente tra quelli venduti online è il gel polish Layl Cosmetics. Un punto di forza è certamente la tonalità: su una base viola infatti, si mischiano in maniera naturale sfumature di borgogna più chiare e anche i brillantini.

Questo è perfetto per una serata speciale, da abbinare a look monocromatici per dare luce, o perché no in gradazione. A serata finita, sappiate che le vostre unghie rimarranno intatte fino a 15 giorni. Questo è un altro degli aspetti da considerare al momento dell’acquisto infatti e, per non rimanere delusi da una durata per nulla paragonabile a quella professionale di un’estetista, l’azienda provvede ad elencare tutte le accortezze necessarie.

Non si limita solo a semplici istruzioni, ma consiglia tutti gli altri prodotti pensati per la manicure completa, specificando gli strumenti da usare e soprattutto i tempi per la polimerizzazione.

Certo, per tutte queste ragioni il costo è sicuramente da considerarsi medio alto, ma questo non sembra essere un problema per le acquirenti.

Elenchiamo adesso i pro e i contro di questo articolo così amato sul web.

 

Pro

Colore: Sicuramente originale la colorazione scelta da questa azienda che riesce a mettere d’accordo sia le amanti dei look dark, sia chi non vuole rinunciare a un tocco di luce.

Durata: Sono le utenti stesse a dirci che, con tutti gli accorgimenti necessari, lo smalto può durare fino a 15 giorni, al pari di un’estetista.

Istruzioni: Se siete alle prime armi e avete ancora dei dubbi su come si utilizzano questi prodotti non preoccupatevi, la casa produttrice provvede ad elencare materiali, strumenti e tempi di attesa necessari.

 

Contro

Prezzo: Non siamo davanti a un prodotto economico e dobbiamo necessariamente classificarlo tra gli articoli di fascia medio-alta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Smalto semipermanente  3 in 1

 

5. Elite99 Smalto Semipermanente 3 in 1 Smalto per Unghie

 

Si tratta di un prodotto 3 in 1 perché Elite99 ha pensato a una formulazione che comprende base, colore e top coat tutto insieme. Un gran vantaggio per una manicure all’ultimo minuto o in mancanza di tempo e prodotti adeguati.

La scelta può variare tra otto combinazioni differenti, ciascuna con sei diverse colorazioni contenute in flaconi da 7ml.

Il prezzo è imbattibile e il divertimento assicurato, gli utenti lamentano soltanto il fatto che i flaconi non sono distinguibili l’uno dall’altro e che quindi sia necessario aprirne uno ogni volta per controllare il colore all’interno. In alcuni casi inoltre la durata è stata di pochissimi giorni, causando talvolta fastidi dovuti probabilmente ad allergie; valutate questo aspetto prima di procedere con l’acquisto.

Per una coprenza sufficiente e dunque per non vedere striature e unghia di base, sono talvolta necessarie due passate, soprattutto se il colore scelto è tra i più chiari. Proseguiamo ancora una volta con i pro e i contro anche di questo articolo, per scoprire come mai è così apprezzato.

 

Pro

Varietà: Non solo potrete scegliere tra otto diverse confezioni, ma ciascuna di esse contiene ben sei colori diversi.

Costo: Siamo davanti a un set davvero economico, se paragonato ad altri analoghi, e questo non può che essere un gran vantaggio.

 

Contro

Resa: Per avere davvero un risultato coprente e brillante servono diverse passate, soprattutto se optate per colori chiari come il rosa.

Volume: Sebbene la varietà sia cosa apprezzata, non lo è altrettanto il fatto che ogni flacone contenga non più di 7ml, non sempre sufficienti per numerose applicazioni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Smalto semipermanente Shellac

 

6. CND Shellac Smalti Semipermanente Glacial Mist 7 ml

 

Proseguiamo la nostra guida per sapere quale smalto semipermanente comprare analizzando questo esempio e scoprendo come mai è tra i più apprezzati sul web.

Per quasi tutti gli utenti, Shellac è sinonimo di qualità. Per questo le sue 15 diverse colorazioni sono così apprezzate, specialmente Glacial Mist. Con una base azzurra e una cascata di brillantini e glitter, le vostri mani non passeranno certo inosservate.

Uno degli aspetti che non ha convinto la totalità delle acquirenti è che l’applicazione può risultare difficoltosa se ciò che si vuole ottenere è un effetto omogeneo. I brillantini infatti tendono ad accumularsi sull’applicatore prima, e sull’unghia poi, rendendo l’effetto poco gradevole.

Il problema si può risolvere prelevando il liquido dalla parte centrale del flacone, senza agitarlo precedentemente.

In ogni caso siamo davanti a uno dei prodotti più venduti online perché capace di garantire un effetto brillante e soprattutto duraturo. Rispettando i vari accorgimenti, infatti, è possibile mantenere le proprie unghie belle e curate anche oltre le due settimane.

Ancora una volta, proseguiamo con la lista dei vantaggi e degli svantaggi di questo articolo così amato.

 

Pro

Glitter: Non passerete inosservate, con questo smalto alle unghie, perché l’intensa carica di brillantini e glitter lo rende un accessorio perfetto per i look più speciali.

Durata: Dalla nostra comparazione si evince che questo sia l’esempio in grado di durare più degli altri. Con le giuste accortezze, infatti, potreste arrivare ben oltre le due settimane.

Qualità: Chi ha più esperienza sa distinguere tra uno smalto di qualità o meno e in questo caso non ci sono state rimostranze. Nessuna reazione, unghie sane e un effetto pari a quello professionale.

 

Contro

Intensità: Secondo alcuni gusti una sola passata non sarebbe sufficiente ad avere un effetto valido. Sembra infatti che la base sia molto trasparente e che si rischia di ottenere solo un blando strato cangiante.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Smalto semipermanente rosa

 

7. Annabelle Smalto Semipermanente Camaleonte Nail Polish UV LED

 

Tra le varie offerte vogliamo proporre anche questo articolo firmato Annabelle che presenta un formato del tutto nuovo. Con due passate di prodotto infatti e le varie norme da tenere in considerazione, la tonalità dello smalto cambierà a seconda della temperatura dell’ambiente e quindi della vostra mano.

Con una scelta che può variare tra sette opzioni e un costo decisamente competitivo, questo smalto si colloca tra i migliori e a dirlo è la maggior parte delle persone che lo ha provato. Particolarmente apprezzata è la durata, anche oltre le due settimane, e la brillantezza. Alcune critiche sono state mosse rispetto al fatto che non sempre il colore riportato sulla

confezione fosse lo stesso di quello effettivamente osservato sull’unghia e questo può aver creato qualche disappunto.

Un altro aspetto oggetto di critica riguarda la facilità di applicazione; sembra infatti che la consistenza sia stata in alcuni casi troppo liquida e in altri troppo densa. In ogni caso, difficoltosa da stendere e lunga da asciugare. Concludiamo anche questa sezione con i relativi pro e contro, sperando possano esservi utili.

 

Pro

Effetto: Una trovata geniale quella firmata Annabelle che con la sua tecnologia consente un effetto divertente e del tutto originale.

Durata: Il formato particolare non deve indurre a pensare che possa ledere alla durata. Molti utenti affermano di aver avuto unghie brillanti e curate ben oltre le due settimane.

Costo: Tutto questo a un prezzo più che vantaggioso e questo non può che essere un aspetto particolarmente apprezzato dagli acquirenti.

 

Contro

Consistenza: Questo aspetto è molto soggettivo e dipende dalla manualità e dalla confidenza che si ha con questi prodotti. In ogni caso, alcuni degli utenti si sono lamentati della difficoltà di applicazione, proprio per la consistenza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Solvente per smalto semipermanente

 

8. Mylee”Prep + Wipe” Gel-Nagellackreiniger und Reinigungsmittel für UV/LED

 

Concludiamo con due degli accessori fondamentali per la cura delle proprie unghie: il solvente per smalto semipermanente e lo sgrassatore finale.

La formulazione di questo prodotto infatti richiede un’azione specifica che solo il giusto remover sa dare, come in questo caso.

Non solo, chi ha già sperimentato sia da sola che in salone l’applicazione dello smalto semipermanente sa bene che il passaggio finale è quello più importante per rendere compatto e satinato lo strato di smalto: il cleanser.

Ebbene Mylee pensa a entrambe queste esigenze formulando due prodotti specifici che sono apprezzati per l’efficacia sulle unghie e per il rapporto qualità prezzo.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare uno smalto semipermanente

 

Avere mani sempre curate è il sogno di ogni donna, ma il mercato propone tantissime varianti per uno stesso prodotto e orientarsi all’inizio può non essere semplice.

Vediamo insieme quali sono le principali caratteristiche che troverete in commercio e quali sono gli aspetti da tenere in considerazione per effettuare un acquisto oculato.

Un prodotto o tanti prodotti?

Una prima distinzione va fatta sicuramente tra un set di prodotti o un prodotto singolo. Vedremo infatti che applicare lo smalto semipermanente vuol dire prendersi cura delle proprie unghie in maniera completa e per questo, ad ogni fase, corrisponderà il suo prodotto specifico.

Per questo potrete trovare, oltre allo smalto in sé, anche la base, il top coat, il solvente e lo sgrassatore.

Sta a voi decidere di cosa avete bisogno. Se siete all’inizio sicuramente dovrete acquistare tutto il necessario, ma tenete presente che non tutti i flaconi finiscono con le stesse tempistiche e che quindi dopo qualche tempo potreste optare anche per l’acquisto singolo.

In questo senso un set di prodotti può essere più economico del prodotto unico, valutate anche questo aspetto per non avere sorprese.

 

Tipologie

Come abbiamo detto ci sono molti step da seguire per avere un risultato al pari di quello professionale, ma per fortuna la tecnologia ha pensato anche ad accorciare i tempi in questo senso. Con la dicitura “one step” infatti, si intende un tipo di smalto semipermanente, ma che non richiede né la base, né il top coat, ma soltanto la polimerizzazione dello smalto stesso.

Per distinguere le varie tipologie dobbiamo anche soffermarci sulla differenza tra lo smalto semipermanente e il gel. Entrambi danno risultati molto duraturi, ma non condividono gli stessi prodotti specifici. Il gel necessita infatti di una preparazione e di una polimerizzazione diversa dallo smalto di cui ci stiamo occupando.

Massima attenzione quindi al momento dell’acquisto, per evitare di comprare il prodotto sbagliato; leggete sempre bene sulla confezione e nelle indicazioni riportate.

 

Colori

Tenendo presente che, se ben fatto, lo smalto semipermanente può durare quasi un mese (dipende anche molto dai tempi di crescita delle vostre unghie), è importante che scegliate un colore che non vi stanchi e che si possa adattare bene a diverse occasioni.

Negli ultimi anni hanno preso sempre più piega i colori pastello, ideali sia di giorno, sia di sera, magari per alleggerire qualche look più aggressivo. Questi non necessitano di grande precisione e molto spesso possono già essere utilizzabili dopo un solo passaggio.

Discorso diverso invece per i colori scuri e laccati. L’applicazione può risultare più difficile perché una piccola sbavatura sarà certamente visibile, inoltre può accadere che un solo passaggio non sia sufficiente a coprire l’unghia in maniera adeguata e dovrete quindi procedere con un’ulteriore strato.

 

Effetti

Inutile dire che l’effetto che ogni donna cerca in uno smalto semipermanente sia quello tipico di lucentezza, brillantezza e solidità. Queste caratteristiche possono variare a seconda del prodotto che scegliete, perché le formulazioni cambiano in base alle mode e alle preferenze del cliente e della casa produttrice.

Il cosiddetto effetto gel sta a significare uno strato certamente più alto di quello di uno smalto normale, per cui il top coat sarà probabilmente molto denso e prediligerà magari un doppio strato.

Per chi invece vuole solo un effetto duraturo e curato, ma che non ecceda in spessore, dovrà orientarsi verso una formulazione più liquida e accontentarsi di un unico passaggio.

Se la qualità dei prodotti è buona non avrete difficoltà né a passare due volte su uno stesso strato, senza creare bolle o grumi, né ad avere un effetto ben brillante anche con una sola passata.

 

Durata

Qualità, in questo caso, vuol dire anche durata. Sì, perché se è vero che non è difficile raggiungere i risultati paragonabili a quelli di un’estetista, in termini di colore e lucentezza, altrettanto non si può dire della durata. Molte sono le variabili che entrano in gioco in questo caso e, sebbene alcune possano provenire dalla modalità con cui il prodotto viene utilizzato,

altre dipendono esclusivamente dalla composizione dello smalto.

Se non riuscite a fare durare il vostro smalto per più di pochi giorni perché già dopo poco tende a sollevarsi dagli angoli, il problema potrebbe risiedere nella scelta di un prodotto sbagliato.

Rimozione

Un ultimo aspetto da tenere in considerazione è quello della rimozione. Tra le varie recensioni infatti è possibile notare che anche questo è motivo di analisi da parte degli utenti. Se da un lato non vogliamo che lo smalto venga via in pochi giorni, dall’altro non vogliamo neanche che impieghi molto tempo per essere rimosso.

Tempi molto lunghi di rimozione possono voler dire che le varie sostanze si sono attaccate alle vostre unghie in maniera troppo aggressiva e questo potrebbe causare un danno più difficile da risolvere.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come togliere lo smalto semipermanente?

Come abbiamo visto, lo smalto semipermanente necessita di un prodotto apposito per la sua rimozione. Evitate di rimuovere lo strato con la forza perché potreste causare danni alle vostre unghie.

Una volta individuato, applicare il prodotto su un batuffolo di cotone e strofinare può non essere sufficiente. Per questo esistono degli oggetti pensati per permettere l’immersione del dito all’interno del solvente per diversi minuti. In questo modo lo strato di smalto verrà via con delicatezza. Se non avete un oggetto simile, incartate il cotone imbevuto con della carta stagnola che applicherete sull’unghia e aspettare nuovamente alcuni minuti.

 

Lo smalto semipermanente rovina le unghie?

Lo smalto in generale è un prodotto che, alla lunga, potrebbe danneggiare le vostre unghie. Le conseguenze non sono irreversibili e, qualora vediate le vostre unghie particolarmente rovinate, basterà aspettare un po’ di tempo prima che queste tornino alla normalità.

Una regola da tenere presente, però, è che conviene aspettare qualche giorno tra un’applicazione e l’altra così da fare respirare le cellule. In queste giornate di pausa potete usare degli ingredienti specifici per il rinnovo cellulare o applicare degli olii nutrienti come quello di ricino o di cocco.

 

Come asciugare lo smalto semipermanente senza lampada?

La formulazione dello smalto semipermanente è tale che asciugarlo senza l’apposita lampada non è possibile. Il processo di polimerizzazione garantito dai raggi UV, infatti, è ciò che consente al liquido di solidificarsi e di assumere quindi la tipica struttura solida e ben lucida.

In alternativa però, il mercato offre dei prodotti effetto gel che non richiedono il fornetto apposito, ma che garantiscono risultati ottimali. Anche in questo caso avrete dei flaconi da abbinare di base e top coat e la durata è comunque molto più lunga di quella di un normale smalto.

 

Come faccio a far durare il mio smalto semipermanente?

Una delle domande più ricorrenti è proprio quanto dura lo smalto semipermanente. Ebbene, come abbiamo visto, per rispondere a questa domanda dobbiamo innanzitutto ricordare che il fattore durata è influenzato anche dalla qualità del prodotto acquistato. Ma non solo.

Nella sezione successiva vedremo con precisione quali sono le regole da tenere presenti

per ottenere risultati duraturi nel tempo, per adesso ricordiamo che la fase preliminare, quella di pulizia dell’unghia, è sicuramente la più importante. Lo smalto infatti richiede che l’unghia sia trattata in un certo modo e vuole ovviamente anche la sua base specifica.

Un altro dei motivi per cui uno smalto di questo tipo potrebbe non durare a sufficienza, è la mancata attesa tra un passaggio e l’altro. Bisogna che ogni strato sia realmente asciutto in modo da evitare che quello successivo si mischi, perdendo di efficacia.

 

Quanti strati servono per avere l’effetto desiderato?

In questo caso dobbiamo distinguere in base ai gusti. Chi ama i look nude e naturali potrebbe volere uno strato sottile, che non ingrossi l’unghia eccessivamente. In questo caso basterà uno strato di base, uno di smalto e uno di top.

All’aumentare di questo numero, aumenterà anche lo spessore e quindi ci si avvicina sempre più all’effetto gel. Con due strati di colore e due di top coat ad esempio, l’unghia risulterà molto spessa e il colore molto brillante.

 

 

 

Come utilizzare uno smalto semipermanente

 

Concludiamo quanto detto con l’insieme degli step da rispettare per ottenere un risultato professionale e per non rimpiangere più le lunghe sedute dell’estetista. Una volta che avete chiaro quali sono gli elementi da acquistare e quale colore faccia per voi, siete pronti per iniziare questa ultima sezione su come mettere lo smalto semipermanente.

 

 

Preparazione

Una buona parte del tempo è da dedicare proprio alla preparazione delle unghie. Oltre alla consueta manicure che può comprendere la limatura e la rimozione delle cuticole, dovrete creare le condizioni favorevoli affinché lo strato di smalto si attacchi con decisione e garantisca una lunga durata.

Innanzitutto spingete le cuticole verso il basso, in modo da ampliare il letto ungueale. Fatelo anche se non siete abituate perché è importante che lo smalto non si attacchi in nessun modo alla pelle, ma solo all’unghia stessa; potete decidere se spostarle soltanto o procedere a tagliarle, a seconda dei vostri gusti.

A questo punto dovrete usare la lima in maniera insolita. Dovrete infatti andare a grattare l’unghia in modo da far venire fuori tutte le cellule morte. Potete aiutarvi anche con il pratico cubo che spesso è in dotazione e con cui anche in questo caso lavorerete in modo analogo. L’effetto che volete ottenere è quello di un’unghia completamente ricoperta di residui; potete rimuoverne la parte in eccesso, ma lasciarne in buona quantità perché è grazie a questo che il prossimo step sarà realmente efficace.

 

Come fare lo smalto semipermanente

Una volta attaccato il fornetto alla corrente, questo avrà un interruttore e un altro pulsante che stabilisce il tempo. In genere potete optare per l’illuminazione di un minuto, di due minuti o infinita, ma questo può variare in base al modello.

In ogni caso, una volta attaccata la spina e acceso l’interruttore, la vostra lampada UV è pronta. Applicate uno strato di base sull’unghia pretrattata, avendo cura di distribuirla uniformemente su tutto il letto ungueale, senza lasciare spazi. A questo punto, mettete la mano sotto la lampada per uno o due minuti, a seconda di quanto indicato sulla confezione.

La base non dovrà essere asciutta, dunque non preoccupatevi se vedete ancora il liquido umido. Procedete adesso con il primo strato di smalto, a cui seguirà nuovamente la polimerizzazione di uno o due minuti, seguita da un nuovo strato (qualora dovesse essere necessario). Lo smalto dovrebbe già sembrare brillante e compatto, ma fate attenzione a non toccarlo inavvertitamente perché non è ancora pronto.

Ciò che completa la procedura è infatti il top coat, che va steso e asciugato anch’esso sotto la lampada, una o due volte, sempre a seconda dei gusti.

 

 

Fase finale e piccoli accorgimenti

Le vostre unghie sono quasi pronte. Ripetete l’asciugatura se volete essere sicure e non spaventatevi se vi sembra ancora umido. Manca infatti lo sgrassante che va applicato tramite un batuffolo imbevuto su tutta l’unghia, per eliminare le sostanze in eccesso. Adesso non dovrete temere impronti digitali o imperfezioni perché lo smalto è bene asciutto e soprattutto colorato e brillante. Se per gli smalti normali andare fuori e sbavare può essere un problema solo estetico, ma comunque risolvibile, per lo smalto semipermanente è importante che i vari passaggi siano quanto più precisi possibili.

Se la base non entra in contatto con tutto il letto ungueale infatti, lì lo smalto tenderà a non attaccare, da qui la possibilità che si sollevi anche dopo pochi giorni.

Se il colore non viene erogato con precisione non sarà possibile correggerlo ad asciugatura ultimata, tantomeno usare un solvente quando ancora è fresco, perché potreste eliminare anche la base sottostante.