Ultimo aggiornamento: 13.06.21

 

Tutto quello che devi sapere prima di comprare Follixin

 

Quello della caduta dei capelli è un disturbo piuttosto comune che colpisce soprattutto gli uomini in età matura: si stima che circa un quarto della popolazione maschile ne soffra, sebbene non sia raro che si manifesti anche nelle donne e nei soggetti giovani. Le cause possono essere svariate, dalla predisposizione genetica ai fattori fisiologici, passando anche per le componenti psicologiche correlate allo stress e all’ansia.

Oltre a incidere negativamente sulla vita di chi ne è affetto, può dipendere anche da una dieta poco equilibrata e alcune cattive abitudini, come il fumo, l’abuso di alcol e il ricorso frequente a trattamenti chimici aggressivi che mettono a dura prova l’integrità e il benessere della struttura capillare. 

Al momento il settore tricologico offre una vasta gamma di cosmetici che, pur mantenendo un profilo “green”, si pongono come efficaci promotori della crescita, rispettando l’equilibrio fisiologico del cuoio capelluto.

Dopo un’attenta analisi di mercato, fortemente influenzata dalle opinioni espresse dagli utenti sui forum online, siamo giunti alla conclusione che uno dei prodotti anticaduta maggiormente apprezzati dai consumatori è il Follixin, un integratore 100% vegetale venduto in formato da sessanta pillole e formulato a base di costituenti naturali con una sinergia di azione che assicura risultati riscontrabili già nel breve periodo.

 

I prezzi migliori – Come comprare Follixin

Prima di formulare le nostre opinioni sul Follixin, è importante precisare che non si tratta di un farmaco soggetto a prescrizione medica ma di una supplementazione alimentare da assumere con lo scopo di integrare eventuali carenze nutritive che generano ipersecrezione sebacea ai danni del naturale pH del cuoio capelluto.

Tuttavia, la seborrea non è il solo disturbo che questo integratore è in grado di contrastare, poiché i suoi effetti benefici riguardano anche la massa della capigliatura, aumentando progressivamente lo spessore dei fusti e sincronizzando il ciclo di crescita dei capelli in fase anagen.

Come anticipato, Follixin è disponibile in confezione da sessanta pillole – a un costo di circa 49 euro – per coprire fino a un mese di trattamento, ma chi compra online potrà usufruire degli sconti messi a disposizione dall’azienda per acquistare il pack da tre o cinque barattoli a un prezzo basso.

 

Ricordiamo, inoltre, che l’integratore non si trova in farmacia né su Amazon, e si può reperire solo in rete sul sito ufficiale www.follixin.it, con la possibilità di poter richiedere un campione gratuito per testarne la validità e l’efficacia prima di procedere con l’ordine.

Nonostante il costo non proprio economico, il prodotto ha conquistato un buon numero di opinioni positive sui forum e i social network, dove si possono trovare anche le foto degli utenti prima e dopo il trattamento.

Quanto al metodo di pagamento, dopo aver compilato il modulo con i propri dati e confermato l’ordine, sarà possibile pagare sia online con carta di credito sia in contrassegno alla consegna del pacco, e nel caso in cui non si fosse soddisfatti dei risultati ottenuti, sarà possibile ottenere un rimborso totale della somma versata.

I benefici di Follixin

Bene, ora che abbiamo fatto chiarezza sui dettagli tecnici, è arrivato il momento di concentrarci sui benefici e i risultati garantiti da questo nuovo ritrovato della tricologia. Innanzitutto, precisiamo che l’integratore è formulato principalmente per coloro che soffrono di alopecia o calvizie avanzata, ma può essere assunto anche da chi ha riscontrato un evidente diradamento dei capelli (focalizzato soprattutto nella zona frontale e temporale), con progressiva miniaturizzazione del follicolo.

La sua formula brevettata si propone di lenire le infiammazioni del cuoio capelluto e proteggere la fibra capillare da contaminazioni esterne, rendendo la chioma visibilmente più sana e corposa.

Oltre a essere un trattamento preventivo contro l’alopecia androgenetica, si pone anche come cura terapeutica di tipo riparativo in caso di capelli fragili e ipersecrezione sebacea, rilasciando gradualmente i suoi attivi nutritivi e rinforzanti per inibire la caduta capillare e stimolare al contempo la crescita di nuovi fusti.

Il motivo per cui il prodotto ha riscosso maggiore successo rispetto ad altri prodotti anticaduta venduti a un prezzo basso, risiede nella sua composizione a base di ingredienti del tutto naturali e clinicamente testati contro ogni possibile reazione avversa. Inoltre, è in grado di fornire all’organismo le sostanze necessarie per il nutrimento dei follicoli piliferi, allo scopo di impedire e/o ritardare la caduta dei capelli.

Non a caso, tra le principali cause della calvizie si colloca anche l’ostruzione dei pori, che oltre a ostacolare la crescita e il corretto sviluppo dei fusti, indebolisce la radice del capello provocandone il distaccamento precoce dal bulbo.

Ebbene, Follixin si è dimostrato efficace anche nel risolvere questa problematica, visto che i suoi principi attivi contribuiscono a stimolare la circolazione sanguigna per favorire la rigenerazione dei follicoli alla radice e liberare contestualmente i pori ostruiti.

I risultati? La guaina che riveste la fibra capillare verrà rinforzata e ispessita direttamente dall’interno, così che possa assolvere il suo naturale compito di rivitalizzare le zone compromesse del cuoio capelluto, favorendo la crescita di nuovi capelli e prevenendone la caduta.

 

Come funziona Follixin?

Sebbene non si trovi in vendita a un prezzo basso, il 78% degli utenti che hanno provato il Follixin dichiara di aver riscontrato risultati apprezzabili già dopo un mese di trattamento, e le opinioni pubblicate sui forum online ne sono una chiara conferma. L’efficacia del prodotto sta nel fatto che le pillole vanno assunte per via orale, con una biodisponibilità nettamente superiore rispetto alle creme e alle lozioni.

Questo perché i principi attivi contenuti non subiscono sostanziali disgregazioni prima di raggiungere il torrente ematico, favorendo quindi il transito nel tratto gastro-intestinale per massimizzarne la metabolizzazione da parte dell’organismo.

Come già sottolineato, Follixin è un integratore che, a differenza dei tradizionali prodotti per la haircare a uso topico, agisce direttamente dall’interno per fornire al corpo un plus di nutrienti dalle proprietà rinforzanti e ristrutturanti, che arrestano progressivamente la caduta dei capelli, stimolandone la ricrescita.

Proprio per questo motivo l’efficacia del trattamento è visibile già dopo il primo ciclo di assunzione, garantendo un’effettiva rigenerazione del bulbo pilifero nelle zone più diradate e normalizzando i fenomeni infiammatori del cuoio capelluto.

Da qui appare, dunque, evidente come l’incisività di questo prodotto sia dovuta al suo complesso meccanismo d’azione, intervenendo prontamente sul problema perché prima inibisce la caduta dei capelli e poi ripristina la normale funzionalità della fase follicolare per stimolarne la ricrescita.

Oltre alla rapidità d’azione, un’altra cosa molto interessante è che l’integratore favorisce la naturale crescita dei capelli prima e dopo la fine del trattamento, per cui sarà possibile beneficiare dei risultati ottenuti per diverso tempo.

Posologia

Preposto che l’efficacia del supplemento è un processo graduale e non istantaneo, ci preme precisare che i suoi effetti, per quanto riscontrabili nel breve periodo, risulteranno migliori con un utilizzo costante e regolare.

In effetti, sebbene in molti dichiarino di aver notato miglioramenti tangibili nella consistenza e nello spessore dei capelli già dopo un mese di assunzione, per ottenere risultati ottimali bisognerà comunque seguire la terapia per almeno novanta giorni, premessa ovviamente la corretta somministrazione del prodotto.

A tal proposito, specifichiamo che l’uso del Follixin non richiede l’adozione di alcun regime alimentare specifico né un cambiamento drastico delle proprie abitudini di vita. Ciononostante, è sempre consigliabile seguire una dieta sana ed equilibrata, fatta soprattutto di vitamine e minerali antiossidanti che permettano alle sostanze contenute di agire nel pieno del loro potenziale.

Sarebbe auspicabile anche eliminare alcune cattive abitudini (come il fumo, il consumo eccessivo di alcol e il ricorso a trattamenti chimici aggressivi), allo scopo di aumentare ulteriormente gli effetti benefici della supplementazione e ottenere riscontri positivi sulla propria salute.

Quanto alla posologia, l’azienda raccomanda di assumere due pillole di Follixin al giorno per un periodo di almeno sei mesi, intervallati da una sospensione di una settimana per impedire che il corpo si “abitui” agli attivi presenti nel prodotto.

Nei casi estremi – ossia quando l’entità del problema ha superato la soglia di tollerabilità – è possibile anche aumentare la dose consigliata per fornire all’organismo un maggior quantitativo di attivi utili a ripristinare l’equilibrio naturale del cuoio capelluto. In queste eventualità, però, è buona norma consultare preventivamente un dermatologo tricologo o un nutrizionista per farsi consigliare la quantità da assumere in base al proprio quadro clinico.

Infine, vi ricordiamo che durante il trattamento (ma anche dopo la sospensione) sarà necessario prendersi cura della capigliatura con prodotti e detergenti specifici, formulati con sostanze naturali che non vadano a inficiare l’efficacia degli attivi contenuti nell’integratore, il tutto seguendo scrupolosamente le indicazioni riportate sul foglietto illustrativo.

 

Follixin – Ingredienti

Finora abbiamo fatto un gran parlare dei risultati e dei benefici offerti dal Follixin, ma per comprenderne appieno l’efficacia bisogna capire quali siano gli ingredienti alla base della sua formula. Innanzitutto, è bene precisare che tutti i composti contenuti nel prodotto sono di derivazione naturale e certifica, il che rappresenta già di per sé un buon incentivo all’acquisto.

In cima alla lista degli ingredienti troviamo l’estratto di equiseto, che oltre ad agire come potente antiforfora, si propone di aumentare la crescita dei fusti del 59%, ispessendone visibilmente la struttura.

Come seboregolatore abbiamo l’estratto di ortica, un’essenza naturale utile per nutrire e rinforzare i capelli fragili o soggetti a rottura, che esercita anche un’azione riequilibrante sul cuoio capelluto grasso.

Non mancano all’appello minerali dalle proprietà nutraceutiche, come il potassio, lo zinco, il magnesio e la quercetina, che agendo in perfetta sinergia rinforzano i capelli dalle radici alle punte, restituendo una chioma visibilmente più sana e lucente.

Infine, la ricca presenza di acido pantotenico (vitamina B5), niacina e acido folico aiuta a rigenerare i follicoli piliferi danneggiati, raddoppiando il tasso di crescita dei capelli e arrestandone la caduta.

Follixin – Effetti collaterali

A differenza delle tradizionali fiale anticaduta disponibili in farmacia, Follixin è un integratore naturale che si compra online senza alcun obbligo di prescrizione medica. Questo perché la sua formula consta solo di ingredienti vegetali, controllati in ogni fase della filiera produttiva e distributiva, che non comportano alcun effetto collaterale significativo.

Pertanto, il principale vantaggio derivante dall’assunzione dell’integratore è quello di utilizzare un prodotto sicuro e certificato che sfrutta solo sostanze clinicamente testate, con effetti anticaduta e di ricrescita dei capelli riscontrati dal 93% degli utenti che lo hanno provato.

Questo significa che il trattamento non funziona nel restante 7% dei casi, anche se la causa non è da ricercarsi nella scarsa efficacia del prodotto, quanto piuttosto nella presenza di quadri clinici complessi, dovuti alla combinazione di diverse patologie da trattare con cure e farmaci più specifici.

 

Opinioni

Dopo aver esaminato tutte le possibili variabili legate all’assunzione del Follixin, le nostre opinioni sul prodotto sono più che positive. In base ai numerosi trial scientifici che ne comprovano l’efficacia, possiamo senza alcun dubbio affermare che questo integratore anticaduta è davvero in grado di aumentare la quantità e lo spessore dei capelli, aiutando a coprire quelle aree del cuoio capelluto già diradate o glabre.

Bastano solo tre settimane di assunzione continuativa per vedere i primi risultati, non solo sul fronte della ricrescita ma anche in merito alla salute del capello e del cuoio capelluto. Dopo un mese di trattamento, la fibra capillare apparirà più resistente e spessa di prima, con un effettivo rallentamento della rottura e caduta dei fusti.

 

 

Domande frequenti

 

Che cos’è Follixin?

Si tratta di un integratore alimentare formulato con vitamine e minerali che aiutano a prevenire la caduta dei capelli, senza alterare il pH naturale del cuoio capelluto.

 

I risultati del trattamento sono dimostrati?

Sì, prima della messa in vendita il prodotto è stato sottoposto a rigidi test di laboratorio volti ad avvalorare la sicurezza degli attivi contenuti e la loro efficacia.

È necessaria la prescrizione medica per acquistare l’integratore?

Dal momento che stiamo parlando di una supplementazione a base di ingredienti naturali e clinicamente testati, non è soggetta ad alcun obbligo di ricetta, anche se si consiglia comunque di consultare il proprio medico di fiducia per valutare l’adeguatezza dell’integrazione al proprio caso specifico.

 

Dopo quanto tempo si possono riscontrare gli effetti del trattamento?

Follixin è un integratore che agisce in modo graduale, per cui i primi risultati saranno visibili dopo un certo tempo di utilizzo, che può variare da trenta giorni a sei mesi.

 

Quante compresse al giorno bisogna assumere per migliorare la salute e l’aspetto dei capelli?

La dose raccomandata è di due pillole al giorno, ma nei casi più accentuati di diradamento dei capelli è possibile aumentare la razione giornaliera, previo consulto con uno specialista. Ogni confezione contiene sessanta compresse.

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.06.21

 

Tutto quello che devi sapere prima di comprare Hair Care Panda

 

Prendersi cura dei propri capelli è importante, non solo per avere un aspetto fantastico in ogni momento della giornata ma anche per evitare seccature come le doppie punte o la debolezza globale che porta a perderne in quantità ogni volta che ci si spazzola. Un capello privo di vitalità ha un colore spento ed è anche un indicatore del vostro stato di salute. Basti pensare che indebolimenti improvvisi potrebbero spiegarsi con una colorazione o decolorazione eccessivamente forte e aggressiva, o anche con problemi alla tiroide, ghiandola che regola i processi del metabolismo influenzando il ciclo di sonno/veglia e persino il battito cardiaco.

Se hanno un colore smorto potrebbe anche dipendere dalla dieta che state seguendo, dove mancano proteine e minerali. Infine, anche fattori come il fumo o l’eccessivo utilizzo della piastra per capelli hanno un impatto da non sottovalutare. Insomma, avrete ormai capito che la cura dei capelli non è unicamente volta ad apparire belli e desiderabili. 

Uno dei prodotti maggiormente apprezzati degli ultimi tempi è Hair Care Panda, un prodotto che si allontana dalla solita formula in pillole per offrire un insieme di vitamine e altri ingredienti sotto forma di morbide gelatine o caramelle gommose, da assumere su base quotidiana. Se siete incuriositi e volete scoprire di più in merito al prodotto non vi resta altro da fare che leggere la nostra recensione.

 

I prezzi migliori – Come comprare Hair Care Panda

Chi volesse acquistare confezioni di Hair Care Panda a prezzo basso dovrebbe sicuramente rivolgersi al sito ufficiale del produttore, evitando di recarsi in farmacia dove potrebbe essere applicato un sovrapprezzo. Nel negozio ufficiale potrete acquistare diverse tipologie di prodotti, non soltanto quindi le gelatine per i capelli ma anche confezioni di collagene in pillole, siero idratante per rendere i capelli setosi, siero rigenerante a base di argan per capelli secchi e così via. 

 

C’è una buona notizia per chi compra online su Amazon dal momento che il multivitaminico è presente anche sul sito di e-commerce più famoso del pianeta. Ricordiamo comunque che l’acquisto tramite sito Hair Care Panda o rivenditori certificati sarebbe da preferirsi, per evitare di ritrovarsi con confezioni contraffatte, evenienza rara ma in cui è comunque possibile incappare.

I benefici di Hair Care Panda

Secondo le opinioni degli acquirenti che hanno provato le gelatine Hair Care Panda, i risultati sono visibili sin dalle prime settimane di assunzione dell’integratore. I benefici prevedono innanzitutto una minore perdita di capelli quando ci si spazzola, sia prima sia dopo aver fatto lo shampoo, inoltre riacquisteranno il loro colore, brillando come mai prima. 

Un capello più sano è un capello robusto, forte e che non presenta doppie punte, pertanto se presentate uno dei problemi elencati, Hair Care Panda fa esattamente al caso vostro. È possibile inoltre trovare numerose testimonianze non solo sul sito ufficiale ma anche su forum e riviste specializzate, che hanno convinto anche i più scettici a dare al prodotto una chance.

 

Come funziona Hair Care Panda?

Quando si parla di integratori, pillole, vitamine o altri prodotti che promettono di essere la cura miracolosa ai propri problemi bisogna sempre prestare attenzione ed evitare di cadere in trappole spillasoldi. Il primo passo da compiere è dunque quello di trovare fonti attendibili, siano esse su forum o siti di settore, presso cui informarsi sull’effettiva validità del prodotto. 

Successivamente bisogna prendersi un po’ di tempo per indagare sull’effettivo funzionamento e gli ingredienti utilizzati, solo così potrete effettuare un acquisto sicuro e consapevole. Per quanto concerne il funzionamento di Hair Care Panda, non c’è nulla di particolarmente complesso dal momento che la formula è costituita principalmente da vitamine e minerali che vanno a integrare quanto non assimilato con la dieta quotidiana. Nella sezione in basso andremo comunque ad analizzare la composizione completa in modo da comprendere al meglio tutti i benefici per i capelli.

 

Posologia

Quando si assumono pillole di varia natura il pericolo di dimenticare di ingerirle è dietro l’angolo, un po’ per svogliatezza e un po’ perché non si è ancora abituati all’idea di seguire una cura specifica. Il problema però è perfettamente aggirato da Hair Care Panda che le sostituisce con delle caramelle gommose dall’aspetto e dal sapore intrigante che è impossibile dimenticare. Bisogna prenderle sempre dopo i pasti e vi basterà mangiarne due al giorno per iniziare a vedere i primi risultati.

Hair Care Panda Ingredienti

Passiamo ora alla composizione di Hair Care Panda, per vedere in dettaglio tutti gli ingredienti che troverete all’interno di ogni singola caramella gommosa. Come abbiamo precedentemente accennato, si tratta di un complesso di vitamine e minerali che aiutano a ristabilire il naturale equilibrio dell’organismo, riportando i valori nella norma là dove vi sono carenze che causano problemi ai capelli. 

Il primo ingrediente, sicuramente il più importante della formula, è la biotina, nome utilizzato per indicare la vitamina B8 (spesso chiamata anche vitamina H o I). Normalmente questa viene assunta con alimenti come latte e formaggio ma anche in altri prodotti come funghi, piselli, arachidi e persino nel lievito di birra. Il nostro organismo ne produce generalmente in quantità più che sufficienti, tuttavia è possibile che vi siano delle carenze e il primo indicatore è la presenza di crampi notturni. 

Sarà capitato anche a voi di svegliarvi nel cuore della notte con un dolore lancinante a un muscolo, generalmente delle gambe, riconducendolo spesso a una posizione errata assunta durante il sonno. Se da un lato ciò è vero, dall’altro la causa potrebbe essere anche una mancanza di biotina. Aumentarne la dose nell’organismo non solo non causa effetti collaterali ma aiuta a proteggere pelle e capelli, riducendo la presenza di dermatite seborroica.

A seguire abbiamo la niacina, altra vitamina idrosolubile spesso identificata anche con il nome di vitamina B3 o PP. Il suo scopo è quello di aiutare la circolazione sanguigna, facendo respirare le cellule e proteggere la pelle. Il nostro organismo non ne produce ma viene introdotta tramite alimenti come carne di pollo, salmone, tonno e anche spinaci. Se si segue una dieta varia ed equilibrata è difficile notare carenze di niacina ma l’integrazione per tutti gli altri soggetti è comunque consigliata, avendo cura di non eccedere la dose quotidiana massima per adulti che è di 15 o 18 mg/g a seconda del sesso.

Anche la vitamina B6 va introdotta tramite la dieta e proprio come la niacina è presente in prodotti alimentari come gli spinaci e nel pesce, con quantità minime anche in alcuni frutti. Il suo scopo è quello di regolare l’attività ormonale e combattere gli effetti dell’invecchiamento ma si è dimostrata utile anche come cura per gli stati di depressione. La sua presenza in Hair Care Panda è comunque principalmente legata all’effetto anti-invecchiamento per le cellule dell’organismo.

La vitamina A, è anche conosciuta con il nome di retinolo poiché uno dei suoi benefici ha a che fare con la vista. Non si tratta dell’unico vantaggio però, altrimenti non avrebbe avuto senso introdurlo nelle caramelle gommose qui analizzate, secondo studi recenti sembra riesca anche a rendere i capelli più lucenti, evitando la formazione di forfora e il fenomeno di ispessimento.

Aprendo una breve parentesi sui minerali, troviamo il selenio, spesso presente in cereali, frutti, ortaggi e frattaglie di animali. Questo oligominerale combatte i radicali liberi che si formano nell’organismo e che sono gli elementi principali che portano all’invecchiamento. La tiroide è un organo che utilizza il selenio in grandi quantità e per mantenerne il giusto funzionamento bisogna averne in quantità sufficienti per combattere problemi come la tiroidite. Anche lo zinco, presente nel corpo in quantità minime, ha comunque un suo ruolo fondamentale. La carenza di questo minerale può portare infatti alla caduta di capelli, infezioni e anche problemi di natura psicologica.

Questi sono solo gli ingredienti principali di Hair Care Panda, ve ne sono anche altri in misura minore come la vitamina B12, per aiutare a ridurre la stanchezza; la vitamina B1, la vitamina E che protegge dallo stress ossidativo e l’acido pantotenico. Tutti svolgono ruoli molto simili agli ingredienti già visti, aiutando però contestualmente tutto il corpo umano. Le opinioni espresse dagli esperti in materia non possono dunque che essere positive poiché non vi sono elementi potenzialmente dannosi.

 

Hair Care Panda Effetti collaterali

Sottolineiamo, anche alla luce degli ingredienti che abbiamo analizzato nel paragrafo precedente, che le gelatine Hair Care Panda non hanno alcun tipo di effetto collaterale e possono quindi essere consumate senza dover parlare necessariamente col proprio medico di fiducia. Chi non dovesse vedere differenze tra prima e dopo l’assunzione, però, non dovrebbe aumentare il numero di caramelle quotidiane poiché se non c’è un chiaro miglioramento della salute del capello, significa che l’apporto di vitamine introdotte nell’organismo tramite la dieta è più che sufficiente a nutrire la chioma.

Opinioni

Le opinioni entusiaste sul prodotto non sono riconducibili solo al prezzo basso che ne permette l’acquisto a tutti i consumatori, ma anche all’attenzione posta agli ingredienti. Hair Care Panda è infatti completamente vegano, privo quindi di lattosio e gelatina animale, ingredienti che chi conduce uno stile di vita specifico non può consumare. 

Gli utenti dei forum specializzati applaudono anche la scelta di essere quanto meno allergizzante possibile, poiché non contiene glutine e noci di varia natura, elementi che solitamente sono poco tollerati da sempre più persone. Sull’efficacia la questione è invece un po’ più dibattuta poiché, se la maggior parte degli utilizzatori è soddisfatta dei risultati, alcuni non notano differenze. Il corpo umano e la sua condizione variano di persona in persona, quindi è anche possibile che alcuni individui non traggano benefici dall’uso di Hair Care Panda.

 

 

Domande frequenti

 

Cos’è Hair Care Panda?

Probabilmente avrete già sentito parlare del prodotto su note riviste come Glamour o Cosmopolitan, tuttavia per chi lo scopre solo ora, tramite la nostra pagina, Hair Care Panda è un integratore costituito principalmente da complessi vitaminici.

 

A cosa serve di preciso?

Tutti gli ingredienti che trovate nel prodotto, descritti ed elencati accuratamente nella sezione che potete trovare più in alto, servono ad aiutare l’organismo in caso di carenze, migliorando la salute della pelle e dei vostri capelli, rendendoli più vivi, lucenti e sani.

Quanto costa Hair Care Panda?

Il prezzo basso dell’integratore è un fattore da non sottovalutare, soprattutto per chi è ancora indeciso e vuole dargli una chance. Spesso infatti confezioni simili hanno un costo di almeno 50 euro, mentre con Hair Care Panda potrete acquistare singole confezioni a prezzi che vanno dai 28 ai 35 euro.

 

Come si usa?

Non si tratta di integratore in pillole ma, per rendere l’assunzione più semplice da ricordare, il produttore ha optato per un formato insolito: piccole gelatine piacevoli da mangiare. Proprio come i classici orsetti gommosi, potrete consumarne una dopo i pasti principali, per un massimo di due al giorno.

Effettuando una comparazione tra prima e dopo l’assunzione, potrete notare delle differenze sostanziali già dopo le prime due settimane di utilizzo. I risultati quindi non tarderanno a manifestarsi se seguite la posologia in modo corretto e con costanza.

 

Dove posso acquistare Hair Care Panda?

Chi compra online avrà sicuramente meno difficoltà a trovare il prodotto poiché è disponibile per l’acquisto sia sul sito ufficiale sia sul sito di e-commerce Amazon, difficilmente però potrete reperirle in farmacia.

 

Sono vegano, posso usare Hair Care Panda?

La formula messa a punto dalla compagnia è perfetta anche per chi segue un regime dietetico vegano e necessita quindi di integrare alcune vitamine che è possibile trovare in carni di vario tipo. Non è presente gelatina animale, latte o derivati, pertanto non dovrete preoccuparvi nel caso di consumo di Hair Care Panda.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13.06.21

 

Dal 2020 il mondo è cambiato totalmente: per alcune persone ciò non ha influito più di tanto sul loro stile di vita, in attesa della riapertura. Per altre invece la vita si è trasformata in un incubo.

 

Sono sempre stata una persona piuttosto ansiosa e con gli anni, probabilmente anche per cause genetiche, la situazione è notevolmente peggiorata, tuttavia riuscivo in qualche modo a gestire l’ansia senza enormi difficoltà. Peccato che l’arrivo della pandemia abbia totalmente rotto questa sorta di equilibrio, anche se in realtà, tutto sommato, mi è stata d’aiuto per affrontare la vita in modo differente.

 

Gli ultimi mesi del 2019

La stragrande maggioranza della popolazione mondiale viveva normalmente e io ero appena giunta a un punto cruciale della mia esistenza: avevo lasciato un’attività che non mi stava dando nessuna soddisfazione ed ero alla ricerca di un altro impiego che potesse fare al caso mio. La mia ansia ha notevolmente influito anche su questo, poiché qualsiasi colloquio o prova di lavoro volessi compiere non mi sentivo mai sicura, anche se, nonostante ciò, riuscivo comunque a fare una buona impressione sui datori.

In questo periodo inoltre, stetti anche molto male: febbre alta da metà novembre e una tosse che è rimasta a farmi compagnia fino alla fine di febbraio, tuttavia, non avrei nemmeno lontanamente pensato che avrebbe potuto trattarsi di Covid-19. Non è stato facile, ma dopo alcuni mesi sono riuscita a trovare un impiego piuttosto stimolante e che non mi costringeva a farmi chilometri di auto per raggiungere la sede, poiché veniva svolto in smart working.

L’arrivo delle prime notizie dalla Cina

Ricordo ancora quando nel mese di febbraio io e le mie amiche scherzavamo sulla questione: “sarà come l’N1H1”, “ma sì, scommetto che è l’ennesima malattia strana come quella della mucca pazza che serve solo a fare notizia”, “vedrai che è solo una banale influenza”. Prendevo in giro anche i miei genitori, che vivono a 600 km di distanza da me, già parecchio angosciati della situazione a causa delle notizie allarmanti che davano su tutte le reti nazionali, di cui non mi preoccupavo affatto di ascoltare.

Io nel frattempo avevo iniziato il nuovo lavoro, dunque la mia mente era impegnata in ben altro, compreso un imminente trasloco che avrei dovuto affrontare da lì a breve. Purtroppo da lì a pochi giorni le cose, come ben sapete, sono peggiorate al punto tale da rendermi conto della gravità di ciò che stava per accadere.

 

Il lockdown

A marzo del 2020 vivevo in un piccolo paese dell’Emilia Romagna, una delle regioni più colpite durante la prima ondata del virus, dunque, il giorno 8 di quello stesso mese, la notizia della chiusura totale fu per me un grosso colpo. L’ansia non mi faceva dormire la notte, non riuscivo a pensare durante il giorno e cercavo di tenermi in qualche modo impegnata con il lavoro e le pulizie.

Per fortuna ero in smart working, perché l’idea di mettere piede fuori casa mi angosciava in modo terribile. Ciò però non bastava affatto a calmarmi, e avevo costantemente una sensazione di peso sul petto che mi faceva mancare il respiro. Non c’erano mascherine, i reparti di detersivi erano vuoti ed era diventato impossibile riuscire ad acquistare l’alcol etilico, ma per fortuna i miei genitori in Campania riuscirono a comprarne alcuni flaconi e a spedirmeli.

Ho avuto momenti di straniamento totale: la prima volta che sono andata al centro commerciale più vicino ho assistito a una scena che mai avrei immaginato di dover vivere, se non di fronte allo schermo di un cinema con un fumante sacchetto di pop-corn tra le mani. La fila infinita di carrelli, i volti coperti, i guanti in plastica, ma soprattutto il silenzio assoluto del luogo, le luci soffuse e un’unica voce proveniente dallo speaker che ci invitava a stare ad almeno un metro di distanza l’uno dall’altro. Durante quelle occasioni, e talvolta ancora oggi passeggiando tra le strade, ho dei momenti in cui mi sento come se tutto ciò non fosse reale, ma solo frutto di un brutto incubo.

Ho iniziato quindi a temere costantemente per i miei genitori, gli amici e tutti i miei parenti, e l’unico modo per cercare di non pensare alla situazione era pulendo casa. Lo facevo tutti i giorni, e quando ero costretta a uscire appena tornata lavavo tutto, anche la giacca, e cercavo di disinfettare qualunque cosa. L’aumento esponenziale dell’ansia ha provocato in me tanti altri problemi, tra cui la misofobia, ovvero la paura incontrollata dello sporco. Inoltre, non vivendo da sola ma con il mio compagno e un cane, ero terribilmente preoccupata anche per loro, tanto da costringere il primo a darmi i suoi vestiti, il cellulare, le chiavi e tutto ciò che fosse possibile disinfettare quando rientrava in casa.

Non volevo più uscire neanche per fare una passeggiata, un po’ per timore di incontrare le autorità, che tutti i giorni dalle otto del mattino si piazzavano vicino casa a multare chiunque fosse in giro, un po’ proprio per la preoccupazione di non riuscire a gestire una semplice camminata da sola.

Inoltre, abitare all’interno di un’area verde non ha fatto aiutato, considerato il divieto di poterci entrare, dunque a differenza di tante altre persone che invece ne approfittavano per portare in giro il proprio cane tante volte al giorno, io lo facevo solo la mattina presto prima dell’arrivo dei vigili, per poi lasciare il compito delle restanti uscite al mio paziente e comprensivo fidanzato. Insomma, ero rinchiusa in casa a lavorare e pulire costantemente, piangevo in continuazione, non chiudevo occhio durante la notte e, talvolta, mi è balenata l’idea di farla finita per paura di dover affrontare la situazione ancora a lungo o un eventuale contagio dei miei cari.

L’aiuto psicologico è fondamentale

Verso luglio, quando le Regioni erano ormai aperte, io avevo ancora qualche difficoltà a uscire di casa: per fortuna riuscì a vedere i miei genitori e altri parenti, senza però sentirmi mai totalmente sicura di andare a pranzo al ristorante o semplicemente di abbracciarli. Purtroppo però, considerato l’aumento esponenziale dei contagi, l’allegria è durata ben pochi mesi e verso la fine settembre mi sono resa conto che non avrei potuto affrontare di nuovo un altro lockdown senza nessun sostegno.

Ed è per questo che ho deciso di chiedere aiuto a una figura professionale, qualcuno che potesse darmi un supporto psicologico nei momenti in cui io non riuscivo più a gestire lo scorrere dei pensieri spiacevoli e degli oscuri presagi, che vagavano oramai da un anno nella mia mente. Il covid ha incrementato lo sviluppo di attività a distanza dunque è stato facile trovare uno psicoterapeuta che potesse prendermi in cura effettuando delle sedute online. Oggi l’ansia c’è ancora, ma grazie al lavoro che sto svolgendo insieme a questa persona mi sento decisamente più forte nell’affrontare alcune situazioni per me molto difficili.

La mia storia vuole essere da monito per tutti quelli che non hanno il coraggio di iniziare un percorso simile, per paura dei pregiudizi e per il timore di essere etichettati come “diversi”.
Ciò che stiamo affrontando da oramai più di un anno è una situazione che nessuno si sarebbe mai aspettato di dover vivere, che ha avuto un impatto anche su chi si riteneva psicologicamente più forte degli altri.