Ultimo aggiornamento: 17.01.22

 

Avete mai notato un po’ di peluria sul mento e vi siete chieste se sia normale? Vediamo insieme perché cresce e come eliminarla

 

I peli sotto il mento sono presenti in molte donne e possono creare un bel disagio dal punto di vista estetico. Non parliamo di quella peluria chiara, comune un po’ a tutte, ma veri e propri peli scuri, che spesso fanno parte di un fenomeno che prende il nome di irsutismo mento

Molto dipende dalla quantità di elementi presenti ma, prima o poi, è il caso di indagare le cause che, non sempre, potrebbero essere dovute a delle patologie ormonali. 

 

Quali possono essere le cause dei peli sul mento?

Ci sono diversi fattori che possono provocare i peli superflui mento, partendo dalla genetica, che causa allo stesso modo anche l’eccesso di acne e le occhiaie. Ci sono poi i problemi ormonali ei peli che sono strettamente collegati, soprattutto con l’arrivo del primo ciclo mestruale.

Ciò può essere causato dalla massiccia produzione di ormoni androgeni, che possono portare alla barba sotto il mento, anche abbastanza visibile. In altri casi, ma sempre legati alla produzione ormonale, interviene la menopausa: a partire dai 70 anni in su è molto difficile che non cresca la peluria sul viso.

Collegamento tra ovaio policistico e peli

Un fattore che determina certamente la peluria in eccesso sul volto è la sindrome dell’ovaio policistico, che si esplica soprattutto in adolescenza, con mal di testa, disordini di tipo mestruale e acne, in associazione ai peli sul seno e sul mento.

Quando ci si trova davanti a una problematica del genere, è bene consultare il medico, visto che la PCOs causa anche danni maggiori. Un’altra causa può anche essere la cosiddetta sindrome di Cushing, ovvero un eccesso di cortisolo nel sangue, l’ormone dello stress, che può causare anche effetti come le smagliature, l’aumento di peso e il diabete.

In ogni caso, è sempre opportuno ascoltare il consiglio del medico, così da scongiurare altri problemi.

 

Come eliminare i peli dal viso 

Dopo aver capito quali siano le cause dell’irsutismo, è opportuno verificare quali metodi possiamo seguire per eliminare tutti i peli in eccesso. Partiamo da quello che sembra la soluzione più facile, ovvero il rasoio, e che invece è molto dannoso per questo problema. 

Non solo infatti i peli vengono eliminati solo superficialmente ma poi ricrescono anche più duri e rendono difficile quindi l’eradicazione totale. Anche la crema depilatoria non risolve il problema, in quanto la formulazione chimica causerà anche brufoli e punti neri. 

Le pinzette

Se ci troviamo in presenza di peli morbidi sul viso, possiamo usare le classiche pinzette per sopracciglia e tirarli via con delicatezza. Il vantaggio sta nel rimuovere il problema in definitiva, visto che in questo modo andranno a ricrescere con molta meno fretta e saranno anche più deboli. 

 

La ceretta

Un metodo più veloce delle pinzette è la ceretta, meglios e fatta dall’estetista. In questo modo, infatti, si può rimuovere il pelo alla radice e rallentarne la crescita fino a un massimo di quattro settimane. 

Molto importante fare uno scrub prima dell’epilazione e, se possibile, optare per la ceretta araba o sugarwax, ovvero quella caratterizzata da zucchero, limone e acqua, che è molto più delicata. 

 

L’epilatore elettrico

Non parliamo del classico epilatore, in quanto ha testine troppo grandi o comunque non è pensato per lavori di precisione, ma di quello specifico per questa zona. L’importante è che siano efficienti e abbastanza compatti da intrappolare i peli del viso, più difficili da prendere. 

La decolorazione

Anche se solitamente questi peli sono molto sottili, il colore molto scuro li rende ancora più visibili. Per questo motivo un’altra soluzione molto valida può essere la decolorazione: economica e, soprattutto, non dolorosa come con l’epilazione o la ceretta. 

 

Il threading

Questa tecnica consiste in un filo, che viene guidato sulla pelle mentre viene girato, e che roteando tira via i peli dalla pelle. Viene anche chiamato “filo arabo” e in commercio potrete trovare molte soluzioni, se non volete andare dall’estetista a sperimentarlo. 

Considerate che, se avete la pelle sensibile, potreste però avere rossori e anche peli incarniti, per cui procedete sempre allo scrub ed evitate metodi molto aggressivi, che potrebbero causare effetti collaterali indesiderati.

 

Il laser

Parliamo dei laser medicali, che emettono un impulso di luce e arrivano fino alla radice del pelo, dove l’energia si traduce in calore, danneggiando le cellule che vanno a costituire i peli che, così, tendono a cadere e a non crescere più.

Naturalmente questa tecnica ha maggiore effetto sui peli più scuri e pigmentati.

La luce pulsata

Un altro metodo per eliminare i peli superflui è quello della luce pulsata, che si serve di impulsi che raggiungono la radice, per cui gli effetti finiscono per essere uguali al laser. Se, però, consideriamo i macchinari classici, questi hanno una testina troppo grande per riuscire a trattare per bene zone di dimensioni ridotte, come appunto il mento.

In questo caso è consigliabile optare per i dispositivi di uso domestico, che hanno la testina molto più piccola e quindi sono ideali proprio allo scopo: dovrete però essere molto costanti, se volete raggiungere risultati importanti, altrimenti meglio lasciare perdere. 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI