Come utilizzare un epilatore

Ultimo aggiornamento: 20.06.24

 

Dopo aver stabilito quale epilatore comprare, è fondamentale imparare a utilizzarlo in modo corretto per evitare ogni possibile trauma per la pelle e la formazione di dolorose irritazioni.

Se non sapete come fare, in questa parte conclusiva della nostra guida vi daremo alcuni utili consigli che vi permetteranno di sfruttare al meglio tutte le potenzialità del vostro nuovo alleato di bellezza, senza alcun rischio per la salute e il benessere del derma.

 

Preparare la pelle al trattamento

La prima cosa da fare per epilarsi in maniera corretta è preparare la pelle al trattamento. Tutti gli epilatori, elettrici o a luce pulsata che siano, vanno utilizzati solo sulla cute perfettamente pulita e libera da eventuali cellule morte.

Oltre a lavare accuratamente la zona con un sapone neutro prima dell’utilizzo del dispositivo, è consigliabile effettuare uno scrub esfoliante qualche giorno prima del trattamento, in modo da prevenire sia le infezioni batteriche a carico del follicolo pilifero sia la formazione di peli incarniti.

Passiamo all’epilazione

Una volta preparata la pelle, potete procedere con l’epilazione vera e propria.

Se disponete di un modello Wet&Dry sarà possibile utilizzarlo direttamente sotto la doccia o nella vasca da bagno, anche se è sempre consigliabile passare il dispositivo sulla pelle bagnata anziché sotto il getto dell’acqua corrente.

Prima di procedere con il trattamento, verificate che la testina dell’epilatore sia perfettamente pulita e – se necessario – accorciare i fusti più lunghi con un rasoio per facilitare il passaggio dell’apparecchio.

Altra accortezza da adottare riguarda la scelta della velocità giusta, preferendo quella minima per le zone più sensibili (come l’inguine e le ascelle), e quella rapida per le parti del corpo più ampie.

Ricordate, inoltre, di mantenere la testina a un angolo di 45° rispetto alla superficie da trattare, passandola ovviamente sempre contropelo e sfruttando – se presente – la luce incorporata per individuare ed estirpare i peli più piccoli e nascosti.

Cosa fare dopo

Se dopo il trattamento sulla zona spuntano dei puntini rossi, non fatevi prendere dal panico perché si tratta di una reazione del tutto normale (soprattutto se si ha una cute particolarmente sensibile) che tende a sparire spontaneamente nel giro di qualche ora.

A ogni modo, una volta terminata l’epilazione è buona abitudine applicare una crema emolliente per restituire idratazione e morbidezza alla pelle, meglio ancora se formulata con sostanze lenitive e antinfiammatorie come la camomilla, l’aloe vera o la calendula.

Gli esperti, inoltre, raccomandano di aspettare almeno 24 ore dall’epilazione prima di esporsi al sole, dal momento che la pelle depilata risulta più sensibile e maggiormente soggetta a scottature ed eritemi.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI