Ultimo aggiornamento: 13.06.21

 

Se avete la fortuna di avere occhi belli come quelli cerulei, potete aver bisogno di sapere come usare bene il make up

 

Gli occhi cangianti o cerulei sono caratterizzati da una particolare tonalità di blu, che cambia a seconda della luce, delle stagioni e anche dell’umore. Il colore va dall’azzurro chiaro a quello scuro, ma può includere anche i toni del verde e del grigio.

Proprio per questa ragione, ovvero per il fatto che si tratta di un colore di occhi rari, è possibile utilizzare il make up in modo da esaltarli con varie tonalità: potrete infatti usare più palette di ombretti con colori caldi o anche freddi, includendo tutte le sfumature.

Lo scopo è quello di esaltare il colore naturale, utilizzando anche la matita, il mascara e l’eyeliner, per creare contrasti più interessanti. Per essere ancora più precisi, possiamo dire che il colore degli occhi cerulei è una tonalità molto particolare di blu, che tende a modificarsi in altre varianti.

 

Un colore raro

Ci sono molti personaggi famosi noti non solo per la loro bellezza o bravura ma anche per alcune caratteristiche che li rendono unici e facilmente riconoscibili: pensiamo agli occhi di ghiaccio di Paul Newman, o anche a Elizabeth Taylor, che aveva un colore davvero raro, il viola.

Dopo questa tonalità, vengono proprio gli occhi cerulei che, per quanto belli, possono facilmente mettere in crisi chi non sa come truccarli. Questo colore non solo è molto bello, ma anche caratterizzato da tonalità verdi o azzurre, che possono cambiare di giorno in giorno e spesso in base al tempo.

Infatti quando è sereno sono solitamente verdi, magari screziati di azzurro, mentre quando è nuvoloso potrete verificare che gli occhi grigi esistono sul serio! Se c’è un’alternanza tra queste due condizioni meteorologiche, il passaggio da una tonalità all’altra sarà più che normale.

Ma cosa vuol dire la parola ceruleo? Si intende un occhio di colore blu scuro o blu tendente al verde; tuttavia in alcune persone è più simile all’azzurro, in altre tende al verdone, al verde acqua o al verde chiaro. 

Chi ha in famiglia una persona con questo colore di occhi, probabilmente vedrà i propri figli o i nipoti ereditare tale caratteristica, che è tramandabile per via genetica. 

 

Come valorizzare il colore ceruleo

Sono molte le tecniche che possono essere utilizzate per valorizzare questa tipologia di occhi: ma prima di procedere con il make up è bene considerare una serie di fattori, che ci impediranno di commettere errori.

Bisogna infatti tenere a mente anche il colore del proprio incarnato, la forma del volto, il colore dei capelli e, infine, l’età, tutti fattori che rendono la persona unica nel suo genere. Inoltre, la scelta del giusto ombretto dipende anche dal momento della giornata e dall’occasione, oltre che dallo stile e dalla personalità della donna.

La regola generale vuole che, anche se è possibile osare con tutti i colori che desiderate, è bene partire da una base chiara, da stendere sulla palpebra, per poi creare delle sfumature e delle ombreggiature, servendosi di colori più scuri.

Basterà poi aggiungere un po’ di mascara, meglio se molto scuro, e delle ciglia finte, se volete allungare ancora di più lo sguardo.

 

Il trucco per gli occhi cerulei

Le donne con questo colore di occhi, che preferiscono truccarsi in maniera molto naturale, devono scegliere toni neutri o comunque molto tenui. Potranno quindi optare per una palette con il beige, il tortora e il marrone, meglio se in crema o con brillantini, in ogni caso molto luminosi.

Il tratto dell’occhio verrà invece definito con un velo di mascara e un po’ di eyeliner, molto leggero e appena percettibile. Alcune tecniche che esaltano molto questo colore sono lo smokey eyes e l’eye shadow: non dovranno quindi mancare il kajal e un ombretto scuro, da mettere con cura per evitare effetti indesiderati come l’occhio del panda. 

Tra le varie tonalità che più si addicono a questa tipologia di occhio ci sono il viola, il prugna, il melanzana e naturalmente anche il blu, tutti abbinabili a sfumature argentate o grigie. Potrete osare, se amate truccarvi con toni ancora più decisi, con il giallo, l’arancione o addirittura il rosso intenso. 

Ciò che invece non va bene con l’occhio ceruleo sono tutti i toni pastello, quindi il rosa, il verde chiaro o il celeste, perché non hanno la giusta intensità per metterlo in risalto. Lo sguardo in questo modo diventa poco intenso e si perde nella monotonia di un colore così leggero. Il mascara non deve mai mancare, così da creare una bella cornice d’insieme. 

Il gioco dei contrasti

Ci sono poi da considerare le altre caratteristiche della persona, quali appunto il colore dei capelli e la carnagione: se sono entrambe scure, la palette da acquistare deve contenere toni che vadano dal bronzo al rame, con tocchi di marrone, oro e corallo. Se si preferisce un make up più sofisticato, si può osare con il prugna e il viola.

Al contrario, sulla pelle chiara e davanti a capelli biondi, è possibile usare non solo il viola o le varianti del grigio, ma anche colori caldi come il bronzo, il dorato e il pesca. Naturalmente anche qui non dovranno mancare le sfumature, da creare preferibilmente con colori scuri, meglio se con il kajal o anche l’eyeliner. 

Concludiamo con le rosse, non quelle tinte ma quelle che hanno questo colore di capelli dalla nascita e che, spesso e volentieri, hanno anche gli occhi cangianti. In questo caso il make up dovrà essere più naturale possibile e puntare su colori molto naturali e caldi, che vadano bene con l’incarnato chiaro del soggetto.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments