Ultimo aggiornamento: 26.07.21

 

Le palpebre cadenti sono un fenomeno che non crea solo problemi estetici, ma anche funzionali: come fare per risolvere questo problema?

 

Il fenomeno della ptosi palpebrale è un indice non solo di invecchiamento ma anche un evento che può causare problemi non da poco, come problemi alla vista. Se avete le palpebre superiori gonfie e cadenti, ciò può essere dovuto alla perdita della tonicità muscolare di questa parte del viso. 

Visto che la causa può essere proprio questa, ci sono diverse soluzioni che potrete tentare per correre ai ripari: alcuni rimedi naturali per palpebra gonfia sono la ginnastica facciale, in unione ad alcune sostanze che possono risolvere efficacemente il problema. 

Ma ci sono anche casi in cui si ha un occhio più chiuso dell’altro a causa di problemi come il calazio o l’orzaiolo o ancora per altri tipi di infezioni che interessano questa parte del corpo. Se è questo il vostro caso, dovrete sempre consultare il medico, l’unico in grado di consigliarvi i giusti prodotti per alzare le palpebre con un risultato senza controindicazioni.

Palpebre cadenti rimedi

Se state cercando dei rimedi per le palpebre cadenti, il primo da mettere in pratica, come vi accennavamo, è quello di esercitare le fasce muscolari attorno agli occhi: a questo si possono accompagnare soluzioni naturali, di non difficile reperimento.

Sciacquare il viso, per esempio, con abbondante acqua fredda può aiutare a mantenerla molto elastica e a rendere tonici i muscoli, che ricevono così una sferzata di vitalità. In questo modo si consente di contrastare il fenomeno delle palpebre cadenti.

Un ortaggio molto usato per la zona perioculare è il cetriolo, ricco di vitamine in grado di contrastare i radicali liberi e con notevoli proprietà antinfiammatorie. Potrete usarli sia come maschera per il viso, tagliandone delle fette e ponendole sotto gli occhi, ma anche integrarli nell’alimentazione.

Tra i rimedi per palpebra cadente c’è anche il tè verde, una sostanza ricca di antiossidanti e polifenoli, dalle conosciute proprietà antinfiammatorie. Potrete quindi tanto berlo, beneficiando delle sostanze contenute al suo interno, quanto fare degli impacchi sotto gli occhi, per rinforzare la zona oculare e perioculare.

Non sono da trascurare neppure gli impacchi alla camomilla, ottimi se la palpebra cadente è anche arrossata e infiammata, visto che ha un grande potere lenitivo. Basterà far raffreddare l’infuso e poi imbere dell’ovatta, lasciandola a mò di impacco sugli occhi per una buona mezz’ora. 

Infine, se non avete altro a disposizione, potrete usare anche i cubetti di ghiaccio nella zona del contorno occhi, per renderla più tonica e anche contro il fenomeno delle palpebre cadenti, visto che il freddo ha un grande potere decongestionante.

Alcuni esercizi di ginnastica facciale

Utile per diversi scopi, non solo contro le palpebre cadenti, la ginnastica facciale è utilizzata spesso contro le rughe, in quanto crea un effetto lifting in grado di risolvere problemi dovuti al passare del tempo. Si tratta di un rimedio anti età che non costa nulla e che richiede solo un po di tempo per dedicarsi a noi stessi.

 

Quali sono quelli più indicati per combattere l’età anagrafica? Provate questi:

Corrugate la fronte e aggrottate le sopracciglia

Contate fino a dieci

Rilasciate i muscoli del viso

Alzate le sopracciglia e aprite gli occhi

Spalancate gli occhi

Questo ciclo è da ripetere per almeno dieci volte per ottenere dei risultati nel tempo. La ginnastica facciale è in grado infatti di tonificare i muscoli e quindi di contrastare vari problemi, per cui se allenerete il muscolo frontale e la zona perioculare potrete allontanare efficacemente il pericolo di palpebre cadenti.

Quale ginnastica per il contorno occhi?

Sembra la cosa più semplice, eppure sbattere le palpebre è importante se si sta parecchio tempo davanti al PC o se si legge per diverse ore di seguito. In questi casi è opportuno quindi sbattere di continuo le palpebre per almeno 20 secondi, in modo da mettere in moto quella zona. 

Successivamente è opportuno tenere gli occhi chiuso per altri 20 secondi e poi spalancati per ancora 20 ulteriori secondi. 

 

Ginnastica per stimolare il muscolo frontale

In rete potrete trovare diversi tutorial per esercitare proprio il muscolo frontale, cioè quello che consente di sollevare e abbassare le sopracciglia. Se questo elemento non ha la giusta tonicità, comporta un abbassamento dell’elasticità e quindi le sopracciglia si appesantiscono, con la conseguente caduta delle palpebre.

Usando le dita si eseguono movimenti per creare un contrappeso e quindi spingere il muscolo a fare maggiore forza per contrarsi, spingendo verso l’alto. Allo stesso modo potrete trovare dei tutorial per contrastare anche la formazione delle borse e delle occhiaie, sempre esercitando i muscoli perioculari.

Si può correggere il fenomeno con il trucco?

Anche se avete la più bella e variegata palette ombretti non potrete risolvere in questo modo, cioè con il trucco, il problema delle palpebre cadenti. Tutto il contrario: anche con i toni chiari, purtroppo il fenomeno non sarà altro che sottolineato.

Non resta quindi che mettere in pratica i nostri consigli, soprattutto per prevenire il fenomeno, visto che dopo non sarà molto facile eliminare il problema, se non ricorrendo alla chirurgia. Come per tutto, anche in questo caso è importante prevenire, per cui, se avete paura di finire sotto i ferri e non volete perdere il vostro appeal neppure quando l’età avanza, seguite i nostri consigli di prevenzione e non ve ne pentirete!

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI