Domande Frequenti sui colori per capelli

Ultimo aggiornamento: 22.02.24

 

Come scegliere il colore dei capelli test?

Il colore dei capelli può raccontare agli altri qualcosa in più su di noi, soprattutto se non è quello naturale ma rappresenta una scelta consapevole dettata dai nostri gusti personali.

Tuttavia, dal momento che non esistono tonalità che stanno bene a tutti, bisogna tenere conto del proprio incarnato, dei propri occhi e, non ultima, della propria tipologia di capello.

A ogni modo, in vendita si possono trovare tantissime nuance tra cui scegliere per sfoggiare un look impeccabile che esprima al meglio la propria personalità;

ma se volete avere maggiori garanzie sui risultati, esistono anche delle app scaricabili sullo smartphone che vi permetteranno di sperimentare “virtualmente” diverse tonalità per valutare gli esiti più o meno felici della tinta prima di applicarla.

 

Come scegliere il colore dei capelli in base al viso?

Scegliere il colore adatto a noi non è sempre un compito facile:

che si tratti di coprire la ricrescita dei capelli bianchi o di cambiare semplicemente look, aggiungendo degli accattivanti riflessi alla chioma, per fare la scelta giusta bisogna considerare diversi fattori, primo tra tutti il sottotono della propria pelle.

I toni freddi, ossia corrispondenti a una carnagione diafana o rosata, prediligono le tonalità forti e decise, come il rosso, il biondo glaciale o il nero corvino;

mentre chi ha una pelle scura o comunque dai sottotoni caldi dovrebbe scegliere nuance più luminose e tendenti al dorato, come il cioccolato, il caramello, il castano e il rosso ramato.

 

Come scaricare il colore dai capelli?

Per scaricare il colore dai capelli si può ricorrere a dei trattamenti specifici facilmente reperibili in commercio o ad alcuni rimedi casalinghi meno invasivi ma comunque efficaci.

Uno di questi è l’acido ascorbico (altrimenti noto come vitamina C), che è in grado di scomporre le sostanze chimiche, generalmente presenti nelle tinte, per schiarire il colore di uno o due toni.

Se, invece, preferite una soluzione più veloce e risolutiva, anziché optare per una decolorazione fai da te (i cui risultati potrebbero, se non effettuata in modo corretto, peggiorare ulteriormente la situazione), si può utilizzare un color remover.

Si tratta di un decapante non aggressivo che sfrutta le proprietà del perossido di idrogeno per eliminare i pigmenti chimici dai capelli e riportarli progressivamente alla loro tonalità naturale.

Capelli decolorati come tornare al colore naturale?

Se dopo una decolorazione volete ritornare al vostro colore base, dovrete farlo in maniera graduale per non sottoporre la chioma a un eccessivo stress.

A tal proposito, ci sono due possibilità: aspettare che i capelli ricrescano, tagliandoli ogni 4-6 settimane per ritoccare il taglio ed eliminare i fusti danneggiati dalle sostanze chimiche contenute nella tinta.

Oppure coprire i capelli decolorati con una tonalità simile al proprio colore originale, magari utilizzando le radici come guida per individuare quella giusta.

In casi estremi, però, è preferibile rivolgersi al proprio parrucchiere di fiducia, che dopo aver valutato la situazione, procederà con un balayage per scurire le ciocche più danneggiate e dare maggiore tridimensionalità al colore.

 

Dove acquistare un colore per capelli?

La cosa migliore – ça va sans dire – sarebbe comprare la tinta presso un negozio specializzato nella vendita di prodotti per parrucchieri.

Ma se preferite acquistare online o non avete tempo di recarvi presso un punto vendita, potrete trovare numerose offerte a prezzi bassi anche sulle piattaforme di e-commerce.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI