Ultimo aggiornamento: 30.03.23

 

Dopo il rasoio elettrico, le strisce depilatorie sono il metodo più utilizzato per la depilazione casalinga.

Più igieniche e pratiche rispetto alla dolorosa cera a caldo, sono già pronte all’uso e permettono di ottenere un ottimo risultato finale, rendendo la pelle liscia e setosa.

Vediamo allora come usarle in modo corretto, senza necessariamente ricorrere all’aiuto dell’estetista.

 

Preparare la pelle al trattamento

L’epilazione a strappi è una tecnica di depilazione più veloce e conveniente rispetto ai trattamenti professionali eseguiti nei centri estetici. Ma come ottimizzare i risultati di questi metodiche casalinghe per la rimozione dei peli?

Anche se potrebbe sembrare scontato, prima di utilizzare le strisce depilatorie è importante preparare adeguatamente la pelle effettuando uno scrub esfoliante per rimuovere le cellule morte e sollevare i peli incarniti che tendono a rimanere intrappolati sotto la superficie cutanea.

Dopo l’esfoliazione, bisogna pulire e detergere con cura la zona per favorire l’adesione della cera al pelo, e in caso di cute sensibile o delicata è consigliabile fare un test di prova su una piccola porzione di pelle per accertarsi che il prodotto non crei irritazioni o altri sfoghi cutanei.

Prima di procedere verificate che sull’area da trattare non ci siano ferite o vene varicose, altrimenti sarebbe preferibile rivolgersi a una professionista per non aggravare ulteriormente la situazione.

Un piccolo trucco: se dovete depilare zone delicate come l’inguine o le ascelle, tenete sempre a portata di mano un po’ di talco per favorire l’assorbimento del sudore e consentire alla cera di aderire meglio ai fusti.

Se possibile, vi consigliamo anche di fare un bagno caldo prima della depilazione, in modo da aprire i pori e ridurre il dolore avvertito con lo strappo.

Come applicare le strisce depilatorie

Una volta terminata la fase preparatoria, si può passare alla depilazione vera e propria. Per prima cosa, prendete una striscia e riscaldatela sfregandola energicamente tra le mani per qualche secondo oppure utilizzando l’asciugacapelli a temperatura intermedia.

Una volta che la cera si sarà scaldata, appoggiate la striscia sulla zona di interesse e praticate una leggera pressione con le dita seguendo la direzione del pelo per fare in modo che aderisca bene alla pelle.

A questo punto, afferratela da un lato e tirate in modo deciso dalla parte opposta, ossia in contropelo, in modo da rimuovere tutta la peluria.

Per ottenere risultati migliori ed evitare la formazione di rossori, si consiglia di tenere la pelle tesa durante lo strappo, così da sentire anche meno dolore.

 

Piccoli accorgimenti post-depilazione

Al termine della depilazione non dimenticate di applicare una buona crema idratante o un olio dopocera specifico per lenire gli arrossamenti e rendere la pelle più liscia e morbida al tatto.

Infine, per eliminare i residui di ceretta che potrebbero rimanere attaccati sulla superficie cutanea, potete utilizzare le salviette post-depilatorie presenti, in genere, nelle confezioni delle strisce oppure applicare un po’ di olio d’oliva sulla zona.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI