Ultimo aggiornamento: 17.10.21

 

Avete mai sentito parlare di gommage? Potrete averne grandi benefìci se seguite le nostre indicazioni: non solo al viso ma anche al corpo!

 

Se avete letto in giro la parola gommage sapete che parliamo di un trattamento altamente esfoliante, che elimina tutte le cellule morte senza creare irritazioni alle pelli. Utilizzare un peeling corpo come questo non solo dona ossigeno ai tessuti, ma rinnova anche la pelle, trascinando via con sé tutte le cellule morte. 

Se state pensando che esista solo il gommage corpo, vi sbagliate in quanto anche il viso potrà averne grande beneficio, non solo con la pelle grassa o impura ma anche secca o sensibile.

Ma di cosa parliamo esattamente, di cosa si compone e come si fa? Vediamolo insieme.

 

Gommage viso e corpo

Quando parliamo di gommage intendiamo uno scrub esfoliante, che elimina le imperfezioni, come le cellule morte, i punti neri e così via. Se questo prodotto viene usato da un professionista, come l’estetista, il suo finish è leggermente abrasivo.

Si tratta però di un’azione molto delicata sulla pelle, in particolar modo se lo si passa sul viso, in quanto deve essere sufficiente a rinnovare la grana della pelle oltre a eliminare tutte le impurità dovute anche all’inquinamento. 

Esfoliare corpo e volto vuol dire ottenere una pelle liscia e levigata, che perde tutto lo stress e acquista un bel tono. Questo scrub esfoliante è talmente valido da poter essere usato anche per il cuoio capelluto, in quanto non solo si elimina il sebo in eccesso, ma si va anche ad agire sulle lunghezze, detossinando la chioma. 

Che differenza c’è tra scrub e gommage?

Anche se finora abbiamo usato i due termini allo stesso modo, c’è però una bella differenza tra uno scrub per il corpo e un gommage: il primo è infatti molto più aggressivo, in quanto può contenere sale, nocciolini, parti altamente abrasive e dall’azione molto più profonda.

Il gommage invece è molto più delicato, tanto che può essere utilizzato anche su una zona fragile come le labbra. Questo accade perché all’interno di questo trattamento ci sono elementi come la polvere di riso o di avena, che agiscono senza irritare, per cui vanno bene anche per le pelli con couperose, spesso molto sensibili.

Un altro trattamento molto simile è il peeling, che però è chimico, infatti vengono usati acidi ed enzimi che penetrano a fondo la pelle: per questa ragione è sempre bene rivolgersi a un esperto, vista la natura di questo trattamento.

 

Gommage cos’è e come si fa?

Come altre tecniche simili, il gommage si basa sull’abrasione della pelle, sulla quale deve essere massaggiato; prima di farlo, però, è opportuno detergere la cute. Subito dopo dovrete procedere a un massaggio, con una leggera pressione, ed eseguendo movimenti circolari.

In questo modo otterrete un risultato migliore anche se dopo vorrete usare una crema depilatoria, in modo da eliminare meglio tutti i peli superflui. Ma quando è il momento più indicato per fare il gommage? Di certo la sera, quando corpo e viso hanno accumulato molte impurità, ma va bene la mattina, per preparare il viso a ricevere il makeup.

Al posto dello scrub corpo è possibile effettuare il gommage una o due volte alla settimana, in modo da tenere sempre l’epidermide ben pulita. 

Come fare il gommage viso

Al pari di quello per il corpo, il gommage per il viso ci consente di ottenere una pelle più liscia e levigata, in quanto non solo viene esfoliata ma anche massaggiata, con il vantaggio di una buona azione anti età.

Una volta pulita, infatti, potrete mettere un siero e una crema nutrienti o idratanti, eseguendo mosse dal basso verso l’alto, in modo che i principi attivi vengano assorbiti meglio. Dall’azione del gommage, però, deve essere escluso il contorno occhi: questa parte del viso è infatti molto delicata, per cui è preferibile non effettuare l’esfoliazione per evitare problemi. 

 

Perché non rinunciare al gommage corpo

Il gommage è un’operazione alla quale è molto difficile rinunciare: un modo delicato per non dover procedere con un’esfoliazione più aggressiva, così da poterne fare anche più e con maggiore frequenza. 

Uno dei vantaggi di questo procedimento è anche quello di eliminare un problema come quello dei peli incarniti o della pelle secca, oltre a uno stimolare la circolazione, che aiuta a ridurre il problema della cellulite: basterà procedere con un massaggio che va dal basso verso l’alto, quindi dalle caviglie. 

Potrete inoltre insistere sui talloni, sui gomiti e sulle caviglie, per eliminare la pelle morta e avere un risultato molto valido, specialmente se volete esporre queste parti del corpo in estate.

Come fare il gommage labbra?

Come abbiamo detto in precedenza, è possibile far beneficiare anche le labbra dell’azione esfoliante del gommage, nonostante si tratti di una delle parti più delicate del nostro corpo. In questo caso, quello per cui optare deve essere ricco di oli nutrienti, in quanto la pelle deve essere anche idratata e nutrita.

Se siete soliti avere problemi di screpolature o pellicine, non solo nel periodo freddo ma anche d’estate, dovrete andare a rimuovere queste parti morte. Applicare infatti il burrocacao o il balsamo labbra non bastano: le parti in eccesso saranno sempre lì e l’effetto finale sarà tutt’altro che piacevole.

Per questo è bene praticare prima il gommage e poi stendere l’idratante sulle labbra, che in questo modo penetrerà anche meglio. In alternativa, potreste pensare di usare un mini guanto esfoliante, creato apposta per questa parte del viso, da passare leggermente inumidito su parte superiore e inferiore.

il risultato sarà lo stesso, ma dovrete provvedere a idratare meglio la parte, anche con solo qualche goccia di olio di oliva.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI