Ultimo aggiornamento: 17.10.21

 

Se state cercando la forma delle unghie più adatte a voi, questo articolo può aiutarvi a capire come sceglierla tra quelle più gettonate

 

La forma unghie è molto importante per conferire il giusto stile alla nostra persona: indovinare quella giusta può valorizzare una parte tanto bella come le mani. Quali sono quelle più in voga e in grado di far diventare le nostre estremità il top? Vediamolo insieme.

 

Unghie arrotondate

Tra le forme unghie più vicine a quelle naturali c’è sicuramente la tonda: questa segue il perimetro del letto ungueale e non si discosta più di tanto dalla linea delle dita. Per dare il massimo, è preferibile che le nostre unghie non siano troppo lunghe. 

Si tratta di una forma di unghia  molto comoda, che rende facile la gestione della manicure ed è indicata soprattutto se siete solite lavorare molte ore al computer. Stanno bene a chi ha mani di media misura, in quanto, se le si hanno troppo piccole, possono farle risultare quasi da bambina. 

Per quanto riguarda i colori di smalto da utilizzare, vanno bene tutti, ma non ci sarà molto spazio per disegni se siete appassionate di nail art. 

Unghie semplici e naturali

Se siete amanti delle unghie corte, lasciarle naturali è la scelta giusta: sono pratiche e fanno comodo a chi non ha intenzione di apparire troppo. Con queste unghie vanno bene gli smalti trasparenti o molto scuri, se si apprezza lo stile dark. 

 

Unghie di forma ovale

Questa forma è quella da preferire per le unghie di lunghezza media, che devono terminare con la punta abbastanza tondeggiante ma non troppo. Questa tipologia è da preferire per chi ha una mano abbastanza paffuta e corta che, in questo modo, ha maggiore respiro. 

In questo caso potrete tanto mettere tutti gli smalti che volete, monocromi o meno, divertirvi con le decorazioni oppure pensare alla sola french manicure, che dona anche molta eleganza.

 

Forma di unghie quadrata

Se preferite la forma geometrica, dovrete optare per quelle quadrate, che spesso sono realizzate con il gel unghie per un risultato migliore. Molto meglio se queste non sono troppo lunghe, caso in cui è preferibile limarle per ottenere le unghie a ballerina, ovvero a punta.

Chi ha le dita larghe dovrebbe evitare questa forma, mentre sta bene a chi le ha sottili e affusolate. Molto indicate per la french manicure, ma vanno bene anche con colori fluo.

Unghie squadrate e ovali: le squoval

Questo neologismo definisce appunto unghie che hanno un insieme di queste due forme: sono quindi quadrate ma hanno anche la punta tondeggiante. Ideali se amate portare le unghie lunghe, vanno bene davvero per tutti, ovvero sia per chi ha le dita lunghe, sia per chi le ha corte, proprio per il gioco ottico che si viene a creare. 

Per quanto riguarda gli smalti, vanno bene quelli glitter, a specchio, ma anche chi ama eseguire lavori di nail art avrà lo spazio giusto per lavorare. 

 

Unghie mandorla

Le unghie a mandorla sono molto simili a quelle di forma ovale, ma se ne differenziano perché si assottigliano in punta ma non diventano appuntite all’esasperazione. Sono certamente classiche e perfette per chi ha mani piccole e dita sottili.

Non sono consigliabili a chi ha mani paffute o dita molto lunghe, che così apparirebbero troppo allungate. Gli smalti adatti sono tutti quelli con toni del rosso, del beige, del rosa e i nude.

 

Forme esasperate: le unghie a stiletto

La forma qui è molto appuntita e la lunghezza esasperata: per ottenerle spesso si fa uso del gel, a meno che non abbiate unghie molto resistenti, che potete far crescere a dismisura senza farle spezzare.

Per sceglierle dovrete essere disposte ad avere azioni abbastanza limitate e ad apparire artificiose, visto che queste unghie sono tutt’altro che naturali. Gli smalti da prediligere sono quelli opachi, che smussano un po’ tutta l’aggressività che queste unghie trasmettono con la loro forma esasperata. 

Unghie a punta

Dette anche unghie “mountain peak”, queste unghie hanno la punta alta come la cima di una montagna, da cui il secondo nome. Si tratta di un modello molto versatile, che quindi sta bene tanto alle mani di dimensioni regolari, quanto a quelle più grandi.

Preferite gli smalti di tono pastello o nude o sbizzarritevi con la nail art, che queste unghie possono facilmente favorire. 

 

In conclusione: partire dalla forma delle mani

Il criterio principale di scelta è sempre la forma della vostra mano: in base a questa potrete stabilire anche quella dell’unghia. A unirsi a questo ci sono anche la lunghezza delle dita e l’ampiezza di quello che si chiama letto ungueale.

 

In sintesi, ecco uno schema per capire come prendere la giusta decisione:

Se avete le mani piccole, la forma di unghie giusta può essere quadrata, a mandorla o squoval

Se avete le mani grandi, optate per le tonde, le squoval o le ovali

Se avete dita lunghe e sottili, potrete scegliere tra le tonde, le quadrate, le ovali, quelle a punta e le squoval

Se avete dita corte, meglio quelle a punta, le ovali, le squoval, le quadrate e quelle a mandorla

Se avete il letto ungueale stretto, la scelta si riduce a quadrate, squoval oppure a mandorla

Se avete, infine, il letto ungueale largo, potrete optare per le tonde, le squoval o le ovali.

Se non siete esperte o avete dubbi, consultare un’estetista è sempre una valida idea, in quanto può anche darvi utili consigli sui colori da preferire e sulla comodità o meno di una forma rispetto a un’altra.

In questo modo non andrete incontro a problemi sul lavoro, se state per scegliere una forma poco adatta al tipo di mestiere che svolgete.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI