Domande Frequenti sugli scrub

Ultimo aggiornamento: 26.05.24

 

Cos’è lo scrub?

Lo scrub è un trattamento di bellezza costituito da una base fluida come un sapone, un latte o una crema e una componente solida di natura molto piccola, che chiameremo microsfere.

Il mercato propone flaconi che comprendono già le giuste proporzioni delle due fasi; i benefici di cui potrete godere riguardano sia le proprietà della base, sia quelle delle microsfere.

La prima svolgerà la tipica azione idratante, emolliente o purificante, a seconda della vostra esigenza.

La seconda procederà rimuovendo gli strati di cellule morte o di residui in maniera meccanica, vale a dire graffiando la cute grazie al massaggio che andrete ad effettuare.

 

A cosa serve lo scrub viso?

Il viso è una zona del corpo molto delicata, per questo necessita di prodotti specifici e di natura meno aggressiva rispetto ad altre parti del corpo.

Potreste aver bisogno di uno scrub viso qualora notiate delle pellicine soprattutto intorno al naso o all’altezza del mento.

Qui infatti potreste riscontrare una maggiore secchezza e dunque un accumulo di cellule morte che le microsfere andranno prontamente a rimuovere.

Lo scrub viso è utile anche in caso di punti neri e comedoni.

Dopo aver dilatato i pori con acqua calda o vapore infatti, il massaggio di un buono scrub viso può aiutare nello spostamento del sebo tipico dei punti neri e dunque nell’eliminazione degli antiestetici comedoni.

 

A cosa serve lo scrub corpo?

Per quanto riguarda il corpo invece, l’azione meccanica può essere decisamente più intensa in quanto gli strati epiteliali di gambe e braccia sono più propense a trattamenti maggiormente aggressivi.

Potreste realizzare di avere bisogno di uno scrub corpo qualora vediate le vostre gambe particolarmente secche, aspetto che si osserva facilmente grazie all’eccesso di cellule morte accumulate sulla superficie.

Ovviamente dovrete procedere anche con il giusto nutrimento e idratazione, ma anche in questo lo scrub corpo può aiutare, soprattutto se optate per una componente fluida come un latte o una crema.

Questo stesso trattamento può adattarsi anche ad altre zone del corpo come la schiena o i glutei, mentre per il cuoio capelluto dovrete optare per un acquisto specifico.

Come fare lo scrub?

Se avete terminato il vostro scrub corpo o se volete sperimentare qualche ricetta fai da te potrete unire la componente fluida che preferite ad una sostanza che funga da microsfera come il sale, lo zucchero o anche il caffè.

Vi basterà unire questi due ingredienti nelle giuste proporzioni; queste possono variare in base a come preferite la consistenza finale.

Tenete presente che dovrete aver modo di spalmare e massaggiare la vostra crema senza opposizioni e che i granelli devono essere sufficienti a coprire tutta la zona che richiede tale trattamento.

 

Ogni quanto fare lo scrub?

Essendo un trattamento piuttosto aggressivo, si consiglia di non superare la frequenza di una volta a settimana.

Questo è il tempo necessario affinché la pelle si rigeneri; intensificare la rimozione delle cellule più di una volta a settimana potrebbe causare un assottigliamento degli strati epiteliali che, alla lunga, porterebbe ad alcune problematiche.

Questo almeno è ciò che accade per il viso, mentre per le gambe, una situazione di reale necessità potrebbe richiedere che la frequenza venga intensificata ad ogni doccia.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI