Ultimo aggiornamento: 06.12.19

 

Con questa guida vogliamo approfondire alcune informazioni utili sullo scrub, un elemento fondamentale per la nostra beauty routine, ma spesso trascurato

 

Tra gli scaffali delle profumerie è possibile incontrare i flaconi dello scrub molte volte: scrub viso, scrub corpo, scrub labbra e così via. Ma cos’è lo scrub? A cosa serve? Quante volte dobbiamo effettuarlo? Sono tutte domande che ci siamo posti almeno una volta e a cui vogliamo dare risposta oggi, cercando di fare chiarezza sulla moltitudine di informazioni che spesso cogliamo da internet o dai media. 

Vediamo quindi nel dettaglio di cosa si tratta e come farne un uso accurato e specifico, avendo cura di scegliere il prodotto più adatto alle nostre esigenze e valutando quali sono le caratteristiche da tenere presenti al momento dell’acquisto e dell’utilizzo.

 

Lo scrub

Lo scrub è un rimedio semplice da usare e antico, che si adatta a molte parti del corpo e a molti scopi. Come forse già sapete è realizzato con una componente fluida e una solida: la prima può essere un sapone, una crema o un olio, mentre la seconda si compone di piccole parti solide, di origine naturale o meno, indispensabili per l’azione meccanica ed esfoliante sulla pelle.

 

 

Lo scrub infatti agisce eliminando le cellule morte grazie proprio a queste microsfere che hanno il compito di portar via e di eliminare tutti gli elementi che si depositano sugli strati superiori della pelle e che la rendono generalmente spenta e grigia.

Non solo: la stessa azione si può effettuare anche sui piedi, per eliminare le parti più dure come i calli, sul cuoio capelluto, per ripristinare la produzione corretta di sebo, o sul corpo, per eliminare imperfezioni al tatto e per favorire la circolazione.

Lo scrub è quindi un prodotto versatile e utile in molte circostanze, oltre che un alleato formidabile per problematiche estetiche e non solo.

 

Lo scrub viso

La funzione di uno scrub viso quindi, è quella di rendere la pelle più liscia e compatta, eliminando imperfezioni e cellule morte e donando un colorito acceso e roseo. Non si può effettuare tutti i giorni, perché un’azione così frequente delle microsfere sulla pelle andrebbe a renderla troppo sottile e dunque maggiormente soggetta a irritazioni e arrossamenti.

Se non ci sono esigenze particolari e la vostra pelle è in buona salute quindi, lo scrub viso può essere effettuato una volta a settimana. Per ottenere il meglio da questo trattamento però, è importante che sia abbinato a una pulizia del viso profonda e accurata.

Affinché infatti le microsfere siano in grado di eliminare quanti più residui possibile, è importante che tali residui siano portati in superficie da diverse fasi. La prima di queste richiede che i pori siano ben dilatati e dunque che il viso entri in contatto per almeno 10 minuti con del vapore. 

Non è importante avere una sauna facciale vera e propria, basta mettere dell’acqua a bollire e arricchirla con bicarbonato, per poi avvicinarci il viso. Solo adesso potete procedere eliminando eventuali punti neri in maniera manuale o grazie ad appositi strumenti: solo adesso lo scrub potrà realmente eliminare tutti i residui di pelle in eccesso.

 

Lo scrub labbra

Sempre all’interno della vostra routine viso dovrete collocare anche il momento per la cura delle vostre labbra. Vi è mai capitato infatti di indossare un rossetto che dopo poco tempo ha creato antiestetiche pieghe o fatto emergere fastidiose pellicine? 

Se la vostra risposta è affermativa, probabilmente avete bisogno proprio di uno scrub labbra. La cadenza è ancora una volta settimanale e la formulazione è leggermente più delicata di quella dei prodotti per il viso, perché la pelle delle labbra è ancora più sottile e dunque più soggetta a eventuali irritazioni.

Il meccanismo è sempre lo stesso: dovrete effettuare movimenti circolari in modo da rendere le labbra morbide e pronte a indossare qualsiasi tipo di rossetto.

 

Lo scrub cuoio capelluto

Si tratta di una fase pre shampoo molto importante, ideale sia se soffrite di prurito, sia se percepite un’eccessiva produzione di sebo tra un lavaggio e l’altro. In entrambi i casi, lo scrub per il cuoio capelluto è un sistema molto efficace di risolvere queste e altre problematiche, un trattamento da effettuare, ancora una volta, con cadenza settimanale o bisettimanale.

Esagerare con lo scrub è un errore, ma esagerare con lo scrub cuoio capelluto lo è ancora di più perché si tratta di una parte del corpo molto delicata e a cui bisogna prestare molta cura. 

Effettuate quindi movimenti rotatori per pochi minuti, meglio se a testa in giù e sciacquate abbondantemente con acqua e shampoo, come di consueto. Potreste comunque aver bisogno di un passaggio in più poiché eventuali residui potrebbero rimanere tra i capelli più del dovuto.

 

 

Lo scrub corpo

Un’ultima funzionalità di questo prodotto è quella di esfoliante corpo: la pelle delle gambe e delle braccia è decisamente più spessa di quella delle altre parti del corpo. In questo caso, qualora sia necessario, la cadenza dello scrub può essere anche di più volte a settimana. Si presta a tutte quelle problematiche legate alla consistenza e all’aspetto della pelle, come ad esempio piccole bolle sottocutanee o anche l’effetto buccia d’arancia.

In questi casi infatti, lo scrub avrà una duplice funzionalità: da un lato le microsfere andranno a levigare la pelle rendendola più liscia, dall’altro un energico massaggio circolare dal basso verso l’alto andrà a ripristinare il corretto microcircolo del sangue, contribuendo a diminuire l’antiestetico effetto buccia d’arancia, molto comune nella zona dei glutei e delle cosce. 

Come avete visto quindi, lo scrub è un alleato molto potente sotto diversi punti di vista e per diversi scopi. Orientatevi quindi sul migliore scrub per voi e valutate quale delle esigenze che abbiamo elencato sono attribuibili al vostro corpo, in modo da beneficiare al massimo di un prodotto di questo tipo e da ottenere risultati ben visibili e in poche settimane. 

Ricordate infatti che si tratta di un trattamento aggressivo se effettuato troppo spesso e che conviene valutare bene le proprie caratteristiche per non incorrere in arrossamenti e fastidi.