Ultimo aggiornamento: 20.01.21

 

Farsi un tatuaggio non è solo un trend del momento, ma anche un modo per esprimere la propria personalità e raccontare qualcosa in più di se stessi agli altri. Ecco cosa rappresentano i tattoo più comuni.

 

Oggi chi decide di tatuarsi lo fa per diversi motivi: a volte è solo una questione di vanità e di pura apparenza, ma c’è anche chi lo considera un modo per esprimere la propria personalità o per incidere sulla pelle un ricordo indelebile di un’esperienza o di una persona cara. A ogni modo, il tatuaggio è sempre una scelta molto personale, poiché ogni disegno, frase o simbolo ha uno specifico significato che va al di là della propria interpretazione personale.

I Maori, per esempio, li utilizzavano per raccontare la loro storia, per i guerrieri erano un segno di riconoscimento volto a incutere terrore agli avversari, mentre alcune popolazioni primordiali gli attribuivano un valore apotropaico per allontanare la sfortuna e gli spiriti maligni.

Se anche voi state pensando di farne uno, in questo articolo troverete alcune informazioni utili che vi aiuteranno a individuare il tattoo perfetto per voi.

 

Gli animali

Non c’è dubbio che quelli che hanno come soggetto un animale siano tatuaggi bellissimi e anche molto significativi. Ogni specie, reale o mitologica che sia, ha un suo significato, che passa dall’essere un semplice ricordo di un’esperienza vissuta a un modo originale per esprimere un lato del proprio carattere.

In altri casi, si può scegliere di farsi tatuare un animale sulla pelle perché legato a una leggenda antica o a un significato attribuitogli da una data società. È il caso della Carpa Koi, un animale mitologico che, secondo la cultura giapponese, fu trasformato in drago per risalire i fiumi che conducevano alle porte del cielo.

Restando sempre in ambito di animali leggendari, tra i tatuaggi più significativi rientra senza alcun dubbio anche la fenice, considerata simbolo di rinascita fisica e spirituale in virtù della sua capacità di risorgere dalle proprie ceneri.

Oltre a ciglia finte ed extension, nell’universo femminile ci sono numerosi tattoo che sono diventati molto di tendenza negli ultimi tempi, e non solo per la bellezza estetica, ma anche per il loro profondo significato. Tra i tatuaggi donna più gettonati ci sono sicuramente le farfalle che, oltre a essere l’emblema indiscusso della femminilità, simboleggiano anche il cambiamento e la rinascita.

Il loro fascino deriva, non solo dalla raffinatezza e dall’eleganza, ma anche dal ciclo di vita notoriamente breve, che per molti rispecchia la forza e la tenacia necessarie per superare le proprie fragilità e spiccare il volo verso la libertà.

Altra icona della seduzione femminile è sicuramente il gatto. Quante volte abbiamo sentito pronunciare la frase “hai gli occhi da gatta” per fare un complimento a chi ha uno sguardo profondo e ammaliante? Sebbene nelle antiche leggende egiziane questo animale era visto come il guardiano dell’oltretomba, in realtà il suo significato va ben oltre il mistero e la magia, tanto è vero che oggi viene considerato un simbolo di indipendenza e libertà che rimanda al cambiamento interiore e al proprio desiderio di distaccarsi dalle rigide regole della società moderna.

Tra i tattoo uomo più diffusi ricordiamo invece:

il leone, che nel Buddhismo rappresenta la saggezza, ma anche simbolo di forza, coraggio e fierezza;

la tigre, selvaggia e indomabile, viene scelta per esprimere la passione, la forza e il desiderio di vivere la vita senza inibizioni;

il delfino, emblema indiscusso di intelligenza e protezione, simboleggia la vitalità e la capacità di superare i momenti difficili;

e il cavallo, tra gli animali più nobili del creato, è sicuramente simbolo di forza, libertà ed eleganza.

 

I fiori

Chi l’ha detto che i disegni dei tatuaggi devono necessariamente essere grandi e ben visibili? Ebbene, anche con i tattoo piccoli è possibile esprimere il proprio modo d’essere e raccontare qualcosa in più agli altri della propria vita, oltre ovviamente a rappresentare degli affascinanti abbellimenti per valorizzare specifiche zone del proprio corpo. Ecco perché, a prescindere dalla grandezza, è importante scegliere un soggetto che sia quanto più possibile personale e unico.

Ovviamente, lasciarsi ispirare dalle tendenze del momento, magari per trovare delle idee sul tatuaggio da farsi fare, è sicuramente un buon punto di partenza per esternare il proprio stile e la propria personalità, ma se state cercando qualcosa di davvero speciale e significativo, nel mondo dei tatuaggi piccoli i fiori occupano i primi posti delle classifiche globali.

In Giappone, per esempio, sono molto in voga i fiori di ciliegio, che simboleggiano rinascita e coraggio nonostante la loro particolare fragilità, e il fiore di loto, la cui bellezza ne ha fatto emblema di perfezione e purezza, sebbene il suo significato più profondo sia la fertilità, dato soprattutto dalla capacità di questa pianta acquatica di sbocciare nel fango.

In Occidente, invece, sono molto diffusi i girasoli, le margherite e le rose, che oltre a essere i tatuaggi floreali più amati da uomini e donne, vengono generalmente associati ai significati di eleganza, bellezza, amore e passione.

I tatuaggi uomo più diffusi

Se per molte donne i tattoo floreali sono un must have di tendenza, i soggetti più in voga nell’universo maschile sono bussole, velieri e ancore. Queste ultime, in particolare, sono il simbolo per eccellenza dei marinari e delle loro avventure, quindi in qualità di tatuaggi possono esprimere la necessità di avere un “porto sicuro”, inteso come bisogno di instaurare un legame profondo con qualcuno o qualcosa, ma senza rinunciare alla propria indipendenza.

La bussola, invece, assume un significato diverso a seconda della cultura di appartenenza ma, in genere, incarna il desiderio di trovare la propria strada per raggiungere i propri obiettivi e l’equilibrio interiore, mentre il veliero viene tatuato, in genere, per esprimere il proprio senso di libertà e di orgoglio.

Esistono, infine, altri tatuaggi che vengono scelti sia dagli uomini sia dalle donne per il loro valore emotivo e culturale, come per esempio l’albero della vita, che simboleggia l’immortalità, la saggezza, la forza d’animo e tanti altri sentimenti interiori che sono ben radicati, proprio come le sue radici, nell’animo umano.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments