Come utilizzare le ciglia finte

Ultimo aggiornamento: 18.07.24

 

Eccoci arrivati alla sezione più importante dell’intera guida, quella che permette di scoprire come mettere le ciglia finte. Un alleato così efficace per la bellezza di ogni donna necessita solo di qualche accorgimento per poterlo sfruttare al meglio e questo è quello che vogliamo fare con gli ultimi consigli.

 

Preparazione

Questa fase è una delle più importanti e spesso molto sottovalutata. Gli step per un make up completo sono tanti, dunque può essere difficile collocare il momento esatto per applicare le ciglia finte.

Se non siete alle prime armi e avete già avuto modo di notare che le vostre ciglia finte non necessitano di altri accorgimenti, come un po’ di mascara o di ombretto, allora sapete già che il momento esatto è quello finale, quando siete praticamente già pronte, ma vi manca solo l’ultimo tocco.

Fate attenzione a non rovinare quanto già fatto con le mani o con le pinzette e lavorate con estrema delicatezza.

Per molte tipologie invece, come quelle a colla ad esempio, è importante perfezionare il trucco per rendere l’applicazione più omogenea possibile.

Potreste aver bisogno infatti di nascondere la colla con dell’ombretto o dell’eyeliner, o di sfumare un trucco già abbozzato con ulteriori ritocchi.

 

Ciglia finte a colla

Dobbiamo distinguere innanzitutto tra le due tipologie disponibili, iniziamo dalle ciglia finte a colla.

Se avete optato per questa modalità avrete anche già scelto, o ricevuto in dotazione, la colla apposita.

I flaconi sono generalmente pensati per erogare la giusta quantità di prodotto, poiché hanno un beccuccio molto sottile, ideato proprio per distribuire il contenuto sullo strato in plastica che fa da base all’intero arco.

Dovrete lavorare abbastanza rapidamente perché i tempi di asciugatura sono molto brevi, così da consentirvi di procedere con eventuali aggiustamenti senza dover aspettare molto.

Non spaventatevi del colore della colla; può accadere infatti che appaia color bianco, ma dopo pochi secondi dovrebbe assumere invece il tipico aspetto trasparente e dunque facilmente mascherabile dal resto del make up.

Dovrete poi appoggiare l’arco sulla vostra palpebra, facendolo adattare il più possibile alla vostra conformazione di base e aspettare qualche secondo che la colla faccia presa.

In questo caso potrete aiutarvi con delle pinzette che facilitano l’individuazione della giusta posizione.

Discorso analogo vale per la tipologia one to one, che necessita però di un’attenzione maggiore nell’individuare quali sono i punti di maggiore necessità e nel mantenere la giusta simmetria tra i due occhi.

Ciglia finte magnetiche

La differenza sostanziale tra le due tipologie risiede nel fatto che non è possibile, in questo caso, lavorare con le pinzette, a meno che queste non siano di un materiale diverso dal metallo.

La motivazione è banale; il ferro di questo strumento non va d’accordo con il magnete che caratterizza questa tipologia e questo vi obbliga a lavorare con le dita, nella maniera più delicata possibile.

Il consiglio è quello di partire dallo stato superiore, appoggiarlo sulla rima ciliare che avrete eventualmente accentuato con un po’ di rimmel, e posizionarlo in maniera precisa facendo combaciare le estremità.

Solo adesso potrete procedere con il posizionamento del secondo strato; lavorate con delicatezza, ma con movimenti decisi, in modo che lo strato superiore non si sposti.

Ovviamente il consiglio è quello di fare tanta pratica e di utilizzare uno specchio che può essere sia quello comune, posto davanti a voi, sia uno di quelli più piccoli che potrete appoggiare al di sotto del vostro viso, in modo che la posizione assunta dalla palpebra vi sia di aiuto nei movimenti.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI