Ultimo aggiornamento: 17.10.21

 

Avete il naso a patata e cercate un rimedio, anche non invasivo, per nascondere questo difetto? Vediamo insieme come agire per minimizzarlo

 

Il naso a patata è caratterizzato da una punta tonda e abbastanza larga, oltre ad avere ali nasali molto voluminose. Anche se ognuno è bello per come è, potreste vivere questo elemento come un problema: in questo caso possiamo proporvi un po’ di soluzioni che fanno al caso vostro. 

Ma prima vediamo insieme come si compone un naso normale.

 

Le caratteristiche del naso

Quando parliamo di naso, parliamo di quella prominenza che si trova al centro della faccia e che divide gli occhi e le guance. Grazie a questa parte del corpo abbiamo il senso dell’olfatto e, soprattutto, respiriamo. 

 

Ma come si compone?

La radice nasale è la parte superiore ed è quella che fa un tratto continuo con la fronte.

Il ponte nasale si trova appena sotto la radice ed è la porzione compresa tra i due occhi.

Il dorso o cresta è ciò che costituisce proprio la prominenza del naso.

La punta o apice è la parte inferiore del naso esterno ed è quella che ha le due narici.

Le ali sono le parti che circondano le narici.

Quando parliamo del naso patata intendiamo un naso largo sulla punta, con ali nasali molto voluminose. Di conseguenza, le narici appaiono molto grandi e possono risultare antiestetiche.

Esistono anche diverse tipologie di questo elemento, come quello classico, ma con in più una bella gobba sul dorso e il naso a punta con ali nasali non larghe ma strette. 

 

Rifarsi il naso a patata

Se non avete timori e volete risolvere una volta per tutte il dilemma, non potrete che ricorrere alla rinoplastica per il naso a patata, ovvero un’operazione chirurgica che rimodella il naso e quindi elimina i difetti per come vengono percepiti. 

In questo caso specifico, verranno toccate la punta e la cartilagine che costituisce le ali nasali, quindi si otterrà un naso più piccolo e armonioso, che resterà così per sempre.

Rimpicciolire il naso senza chirurgia

Se volete ridurre la punta del naso senza chirurgia potrete invece optare per alcuni trucchi che vi aiuteranno a minimizzare il problema senza bisturi ma con l’uso sapiente di un pennello per trucco.

Partiamo da un consiglio che può sicuramente fare al caso vostro: per nascondere un naso a patata molto importante è opportuno puntare su un’altra parte del viso, quindi, per esempio, focalizziamoci sugli occhi.

In questo caso possiamo realizzare un valido smokey eyes, andando a scurire proprio la parte esterna dell’occhio e a illuminare gli angoli, così che l’attenzione di chi ci guarda vada tutta diretta proprio in questa zona del viso e non nella parte centrale.

Da abbinare o da fare da solo, c’è anche il nose contouring, ovvero il saper modificare sapientemente la forma del naso con giochi di luci e ombre e quindi usando un bel po’ di makeup.

Per ottenere un buon risultato, basterà prendere un pennello da blush, uno per le sfumature, un illuminante e un bronzer preferibilmente opaco. Una volta in possesso di tutti questi elementi, dovrete scurire le alette e le pareti laterali del naso, andando poi a illuminare la parte centrale, concentrandovi sulla punta e allungando così la forma del naso. 

Grazie a questo gioco ottico, apparirà meno largo e più lungo, quindi guadagnerà in armonia e potrete così ridurre questo problema, senza ricorrere alla chirurgia, certo una tecnica molto invasiva. 

Usare una molletta

Se siete appassionati di letteratura e, soprattutto, vi è capitato di vedere qualche trasposizione di Piccole Donne, ricorderete che Amy, una delle protagoniste, usa una molletta per cercare di modificare la forma del naso e averlo più bello.

Quello che sembra un assurdo rimedio della nonna è in realtà un metodo usato realmente: in commercio potrete infatti trovare una specie di tutore che stringe il naso e che, se usato per almeno 15 minuti al giorno, è in grado di tirare il tessuto cartilagineo di almeno 1 mm al mese.

Questo oggetto costa non poco, circa 50 euro, ma promette risultati invidiabili: se credete di non risolvere con un semplice contouring o state cercando una soluzione definitiva che non sia la strada della chirurgia, dare una chance a questo metodo è una buona idea. 

Provare con gli esercizi

Forse non lo sapete, ma non esiste il solo workout per il corpo: anche il viso ne può beneficiare, non solo per contrastare le rughe ma anche per ridurre le dimensioni del naso a patata. Come per gli esercizi per il corpo, anche in questo caso la parola d’ordine è costanza, altrimenti è anche inutile che vi avviciniate all’idea di provare.

Ecco qui un esempio di come potrete tentare di risolvere: usate gli indici per premere i lati del naso, poi iniziate a respirare con molta forza, pressando sul fondo i lati delle narici e riducendo poi la quantità di aria inglobata. 

Dovrete ripetere questo esercizio per almeno dieci volte e per quattro volte ogni giorno, se volete iniziare a vedere qualche risultato. In alternativa, provate questo: muovete il naso a destra e a sinistra, con l’accortezza di tenere fermo il resto del viso.

Ripetendolo per almeno 60 secondi, almeno due o tre volte al giorno, andrete a rinforzare i muscoli del naso e lo renderete più affilato, contrastando quindi il gonfiore in punta. Come vedete, ci sono diverse soluzioni che potete usare per ridurre il problema, con il trucco, gli esercizi e senza dover ricorrere per forza alla chirurgia.

Naturalmente, se avete il coraggio di affrontare l’operazione, vedrete risolvere una volta per tutte il problema e non dovrete perdere tempo ogni volta a modificare luci e ombre, per apparire con un naso meno pronunciato. A voi la scelta!

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI