Ultimo aggiornamento: 27.11.21

 

Avete mai sentito parlare dell’aromaterapia? Vi aiutiamo a capire di cosa si tratta e come trarre beneficio dagli oli essenziali.

 

Quando parliamo di aromaterapia intendiamo quella branca della fitoterapia che usa gli oli essenziali  per curare disturbi e malattie, oltre ad aiutare a mantenere un buon equilibrio psicofisico.

Ma cosa sono gli oli essenziali? Si tratta di quelle sostanze che producono odore e che derivano dalle piante; si ottengono tramite la distillazione a vapore di varie parti, come la corteccia, le radici, ma anche i fiori e le foglie. 

L’aromaterapia sfrutta ogni olio essenziale  per diffondere il profumo nell’ambiente e dare beneficio, per le applicazioni sulla cute e anche tramite inalazione. Lo scopo è quello di far stare bene chi vi si sottopone: queste sostanze infatti sono balsamiche, hanno effetti battericidi, lenitivi e antispasmodici.

Gli oli essenziali naturali possono essere usati puri o diluiti, anche se la quantità da usare deve sempre essere tenuta d’occhio, in modo che non si vada incontro a delle controindicazioni.

 

Gli oli essenziali: benefici

 

Ci sono molti problemi fisici e mentali che l’aromaterapia è in grado di contrastare e per l’esattezza:

  • Contro i sintomi del raffreddamento, vengono usati gli oli balsamici, cioè quelli che possono purificare le vie respiratorie e rafforzare il nostro sistema immunitario. Per esempio vengono impiegati l’eucalipto o la menta per il mal di gola e per calmare la tosse;
  • Se si ha l’influenza, meglio usare il pino o la lavanda, che non solo hanno proprietà calmanti ma anche riequilibranti. Il limone, inoltre, è ottimo perché ha proprietà antibiotiche;
  • Il mal di testa trova sollievo grazie alla menta piperita, dalle proprietà antinfiammatorie, e al basilico, che ha una funzione rilassante;
  • Per le allergie sono utili la salvia, quando l’effetto è la tosse, e il sandalo, che ha la funzione di antisettico naturale;
  • Per le irritazioni della cute olii essenziali validi sono la lavanda, il gelsomino, la salvia e il rosmarino, che hanno proprietà cicatrizzanti e antisettiche. Gli estratti di geranio e di camomilla possono invece dare un beneficio in quanto sono molto lenitivi;
  • Per curare le punture di insetto non serve un profumo da donna ma un olio di eucalipto, di geranio o anche di menta piperita se si vogliono allontanare questi animali, quelli di camomilla e lavanda per lenire la pelle;
  • Utili anche per le rughe, gli oli essenziali puri di camomilla o di rosa;
  • Per purificare la pelle, vanno bene estratti di agrumi;
  • Per combattere la cellulite, usate il ginepro, che è drenante e un buon depurativo e il geranio, un valido riequilibrante;
  • Per i capelli potrete usare indifferentemente gli oli di lavanda, limone e geranio ma, se li avete grassi, un buon olio è quello di rosmarino, mentre per quelli secchi va bene la salvia;
  • L’utilizzo oli essenziali va bene anche per i problemi muscolari, per cui il pompelmo può migliorare il tono e prevenire ogni tipo di infiammazione, il pino è da preferire per i reumatismi e la cannella è utile per ripristinare l’energia;
  • L’olio essenziale di salvia è anche un valido disintossicante, invece la camomilla calma in caso di infezione di natura batterica;
  • In caso di infestazioni da parte di parassiti nell’intestino è utile la cannella, che non solo è un antisettico ma aiuta anche a migliorare la digestione;
  • Infine la melissa calma e ripristina l’equilibrio intestinale, mentre la menta piperita contrasta la formazione di gas e la colite.

Gli oli essenziali per il benessere psicofisico

 

Per quanto riguarda il sistema nervoso, la nostra guida agli oli essenziali può aiutarvi a capire quali usare:

  • La lavanda è molto utile per calmare la mente, per cui accendere un incenso a base di questo olio essenziale può essere fondamentale per migliorare la concentrazione;
  • Il timo rosso, la menta e il rosmarino hanno tutti e tre il vantaggio di aiutare la mente a concentrarsi;
  • La verbena è invece utilizzata per trattare i soggetti iperattivi, che così possono riuscire a calmare la mente e a trovare la giusta via per lavorare o studiare;
  • Il sandalo ha invece il vantaggio di agire sul sistema nervoso, ripristinando il suo normale funzionamento.

 

L’aromaterapia è inoltre molto utile per trattare problematiche come l’ansia e lo stress e per combattere l’insonnia:

  • La melissa è per eccellenza un valido regolatore della pressione sanguigna, per cui calma e riequilibra la mente;
  • La lavanda o la camomilla sono valide come rilassanti, inoltre può essere usato il loro olio essenziale durante gli attacchi di panico. Basta applicare qualche goccia sui polsi per avere un effetto calmante;
  • Contro la depressione vanno bene tanto il bergamotto quanto il geranio e il sandalo, che agiscono come riequilibranti, mentre la loro combinazione è una valida alternativa alla melatonina per combattere l’insonnia;
  • Contro la stanchezza potrete applicare l’estratto di rosa sulle tempie oppure fare un pediluvio con un olio essenziale di lavanda.

L’aromaterapia per i problemi di natura femminile

 

Grazie agli oli essenziali è possibile anche riequilibrare gli ormoni femminili, soprattutto se soffrite della sindrome premestruale, di dolori durante il ciclo o per la gravidanza:

  • Se avete problemi durante il preciclo, potete beneficiare del gelsomino, in grado di rilassare i nervi, o del pompelmo, che combatte la fame nervosa;
  • Il bergamotto è invece un valido alleato contro la cistite, mentre la menta esplica una buona azione antinfiammatoria;
  • La camomilla e la salvia sono validi rilassanti, mentre il basilico è ottimo contro gli spasmi: abbinare tutti questi oli non potrà che dare benessere prima e durante il ciclo;
  • Per quanto concerne il parto, potrete invece preparare la pelle con gli oli di rosa e camomilla, due elementi che sono fondamentali anche per stare meglio durante la menopausa. 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI