Come utilizzare una maschera viso

Ultimo aggiornamento: 18.07.24

 

Oltre a purificare e idratare la pelle, le maschere di bellezza sono pensate anche per regalare qualche coccola beauty al viso.

Per questo motivo, prima di procedere con la stesura, è bene ritagliarsi qualche minuto da dedicare esclusivamente a se stesse e alla propria skincare quotidiana.

Dal momento che questi cosmetici sono diventati un must have irrinunciabile nella nostra routine di bellezza, per consentirvi di sfruttarne appieno i benefici, abbiamo preparato una piccola guida su cosa fare prima, durante e dopo l’applicazione.

 

Prima dell’applicazione

Per prendersi cura del viso in modo appropriato, il primo passo è preparare la pelle al trattamento che si appresta a ricevere. Come?

Rimuovendo accuratamente i residui di trucco e le cellule morte che fanno apparire l’incarnato spento e opaco, evidenziando le rughe e altre piccole imperfezioni che andremo a trattare successivamente con la nostra maschera di bellezza.

Eseguire una pulizia profonda è davvero semplicissimo e richiede pochi passaggi: prima di tutto, rimuovete ogni residuo di trucco con un detergente struccante specifico o dell’acqua micellare, facendo attenzione a strofinare il prodotto delicatamente sul viso e sul décolleté per non danneggiare il film protettivo che riveste naturalmente la pelle.

Dopo la detersione, un altro step importante è esfoliare accuratamente la cute per liberarla dalle cellule morte che impedirebbero alla maschera di aderire perfettamente al viso e ai suoi principi attivi di penetrare in profondità. 

Prima di passare alla fase successiva, se lo ritenete opportuno, applicate un buon tonico viso per riequilibrare il pH naturale del derma.

Se la vostra routine di bellezza prevede anche l’utilizzo di un siero rimpolpante, vi consigliamo di applicarlo prima della maschera, in modo da intensificare il trattamento grazie alla sua formulazione fluida e nutriente.

 

Durante l’applicazione

Fatta eccezione per i prodotti in tessuto, che vanno semplicemente appoggiati sul viso, le maschere in gel o in crema vanno stese con un pennellino a setole morbide o spalmate direttamente con le dita.

Per farle aderire perfettamente alla pelle, senza risultare troppo fastidiose o particolarmente appiccicose, è bene partire dal mento per poi passare al collo e terminare con guance e fronte, evitando il contorno occhi e il perimetro delle labbra.

In genere, sull’etichetta del prodotto viene riportano il tempo di posa necessario affinché i principi attivi contenuti facciano il loro lavoro, ed è pertanto importante rispettarlo alla lettera per un utilizzo corretto.

In effetti, sono in molte a pensare che lasciando agire la maschera più lungo di quanto indicato si intensificherà la sua efficacia, ma in realtà si potrebbe addirittura avere un effetto contrario. 

Alcuni principi attivi, infatti, potrebbero occludere i pori e impedire alla pelle di respirare, mentre altri potrebbero addirittura risultare aggressivi per la pelle se lasciati in posa per un tempo maggiore rispetto a quello consigliato.

Dopo l’applicazione

A differenza di quanto si possa immaginare, anche la rimozione della maschera richiede alcuni accorgimenti.

Per esempio utilizzare dell’acqua tiepida o servirsi di una spugna apposita per eliminare ogni residuo in modo delicato senza causare irritazioni.

Diverso, invece, il caso delle maschere peel off o in tessuto: qui la rimozione non richiede l’ausilio di acqua, poiché una volta asciugate si tolgono come una pellicola.

A ogni modo – a prescindere dalla tipologia di maschera – per sfruttarne al meglio tutti gli effetti benefici, al termine del trattamento si consiglia di applicare un generoso strato di crema idratante per mantenere il viso morbido ed elastico più a lungo.

Oppure in caso di pelle grassa un tonico riequilibrante che aiuti a chiudere i pori e a intensificare le proprietà astringenti della maschera.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI