Ultimo aggiornamento: 04.12.22

 

La tecnica dell’armocromia è importante non solo per capire come truccarsi, ma anche per scegliere il colore di capelli che più ci si addice. Vediamo in cosa consiste

 

Avete mai sentito parlare dell’armocromia? Come capire se il trucco che avete è scelto è giusto, infatti, ve lo dice proprio questa tecnica, che studia i colori più adatti a noi, in base ai capelli, agli occhi e al colore della pelle.

Seguendola riusciremo a non commettere errori, risaltando il nostro incarnato e finendo anche per scegliere il colore capelli più indicato per noi. Se siete tra le tante che amano spesso cambiare tinta, ma vi siete ritrovate a sbagliare e quindi a ottenere un effetto tutt’altro che gradevole, questa tecnica può risolvere il problema.

Partendo dal nostro tono e dal sottotono dell’incarnato, infatti, l’armocromia aiuta chi non sa come scegliere il colore dei capelli individuando quello più indicato. 

 

Come capire il tono della pelle?

Vi sarete imbattuti in vari “come capire il sottotono della pelle test” e anche degli stessi per individuare il tono della pelle: vi aiutiamo a capire effettivamente come si determina questo valore, attraverso alcuni trucchi abbastanza semplici. 

 

Il test dello specchio

Prima di decidere quale colorazione capelli scegliere, potrete eseguire il test dello specchio: lavate il viso per bene, eliminando ogni eventuale residuo di trucco. Fate in modo di trovarvi in una stanza ben illuminata dalla luce del sole: a questo punto guardate per bene la vostra pelle, scoprendone così tutte le sfumature.

Il test della camicia

Se vi piace osare con tutto, non solo con i colori per capelli, un altro test che potete fare è proprio questo: infatti tutti siamo soliti indossare vestiti di tonalità specifiche, in quanto sono quelle a metterci a nostro agio.

Questo vuol dire che, proprio in base a come ci vestiamo, possiamo comprendere i migliori abbinamenti anche per i capelli. Quando nel nostro guardaroba abbiamo più indumenti gialli, rossi, arancioni e così via, vuol dire che il nostro sottotono è caldo, mentre se prediligiamo verde, blu o toni freddi, lo stesso sarà il nostro sottotono.

 

Il test delle vene

Potrete scegliere quella giusta tra le tinte per capelli anche facendo questo test, che rende molto semplice individuare il proprio sottotono. Mettetevi sotto la luce del sole e guardate i polsi: se le vene hanno un colore tendente più al verde, il vostro sottotono è caldo, se invece è viola o blu, il vostro sottotono sarà freddo. 

 

Il test degli occhi

Forse non abbiamo mai considerato le sfumature dei nostri occhi, eppure anche queste sono importanti: se queste sono più tendenti al dorato o ai toni nocciola, avrete un sottotono caldo; se invece sono al grigio o blu, avrete un sottotono neutro o freddo.

I colori di capelli in base alle stagioni

Le tinte capelli possono essere scelte, come abbiamo detto, in base al nostro sottotono, proprio come i trucchi: possiamo raggruppare queste caratteristiche sotto le stagioni, che hanno dei toni ben definiti. 

Quelli caldi sono dedicati all’estate e all’autunno, quelli freddi all’inverno e alla primavera. Per quanto riguarda l’inverno, la categoria che appartiene a questa stagione ha la pelle chiara e quindi deve prediligere la base blu, viola o anche viola tendente al rosso.

Via libera quindi a capelli neri con riflessi blu, al color cioccolato, al rosso mogano, mentre meglio evitare il biondo o anche il rosso rame, che non si addicono alla vostra pelle. Se ci avviciniamo a una stagione come la primavera, il colore della pelle è sempre chiaro ma vincono le sfumature color pesca.

Questo vuol dire che può diventare ambrata se si abbronza: ecco allora che possiamo osare con un biondo platino, un biondo cenere o anche un castano. Meglio, in questo caso, evitare colori come il biondo miele o il rosso rame.

L’autunno è caratteristica di tutte quelle pelli che hanno una base scura e che si abbronzano con molta facilità. Il colore dei capelli più indicato in questo caso è il caramello, ma anche il miele o il castano, invece è preferibile evitare i biondi in generale.

L’estate, infine, è propria di tutte le carnagioni scure o olivastre, che quindi tendono ad abbronzarsi con molta facilità e che assumono un colorito ancora più nero. Qui dovrete illuminare, quindi osare con un bel biondo dorato, un castano chiaro o uno champagne. 

Se siete amanti dei colori scuri, qui non potrete osare con il nero o con le sfumature cenere, che non farebbero altro che incupire il vostro incarnato. 

Qualche raccomandazione

Anche se queste sono regole che possiamo rispettare in generale, soprattutto se non vogliamo rischiare poi di dover andare in giro con una parrucca, dobbiamo sempre ricordare di optare per quelle tonalità che ci fanno stare bene.

Se, quindi, il tono e il sottotono della nostra pelle non vanno bene con un determinato colore, ma questo a noi piace proprio da impazzire, osiamo e cediamo al nostro istinto: male che vada, non ripeteremo più la mossa, se si rivelerà un errore madornale!

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI