Ultimo aggiornamento: 04.12.22

 

Forse ne avete solo sentito parlare e non sapete esattamente di cosa si tratti: vediamo insieme quali sono le caratteristiche e gli usi del primer

 

Il primer, come dice la parola stessa, si deve mettere prima di altri trucchi, questo perché il suo scopo deve essere quello di consentire al fondotinta o ad altro makeup di fissarsi per bene e di mantenersi il più a lungo possibile. 

Il primer viso è il più importante, in quanto funge da base principale per tutto il resto del maquillage, ma ce ne sono vari, con funzioni differenti, che sono indicati per ogni tipo di pelle e quindi consentono di trattare diverse problematiche. 

Se avete una pelle grassa e quindi usate spesso i cerotti per punti neri per eliminare tutte le imperfezioni, potrete ottenere un risultato migliore grazie al primer trucco, visto che leviga la pelle, incluse le rughe, oltre a permettere di stendere meglio il makeup.

 

Come scegliere il miglior primer

Il miglior primer viso non è una questione di marchio o simili, ma della tipologia di pelle per la quale è stato creato. Ne esistono moltissimi, da quello illuminante, all’idratante, all’opacizzante, al levigante e fino al correttivo.

Queste differenti funzioni sono dovute alla formulazione del prodotto: se non sapete come scegliere un buon primer makeup, ecco qui qualche suggerimento. 

Primer idratante viso

Se la vostra pelle è secca o matura, avete bisogno proprio di un prodotto del genere, solitamente un gel, una crema o un olio che ha la funzione di rendere l’epidermide più ricettiva nei confronti del trucco. 

Non prolunga infatti la durata del fondotinta, ma gli permette di restare ben elastico e omogeneo per tutta la giornata. Quale preferire tra le tre formulazioni? Se siete soliti non mettere crema viso questa è quella da preferire, tanto che può contenere anche acido ialuronico o particelle microriflettenti, che donano maggiore luminosità.

Dovrete optare invece per il gel se la pelle non è molto secca, quindi va bene questa scelta anche in estate. L’olio, infine, è più indicato per l’inverno per le epidermidi abbastanza disidratate. 

 

Primer opacizzante viso

Questi sono certamente i primer più utilizzati per prolungare la durata del makeup, visto che la loro formulazione siliconica crea una barriera tra la pelle e il fondotinta, impedendogli di sciogliersi a causa della produzione di sebo. 

Di conseguenza, si tratta di un elemento essenziale per il trucco pelle grassa, in quanto consente una maggiore tenuta. Diventano importanti soprattutto se si utilizzano cipria e fondotinta opacizzanti ma la nostra pelle è molto ricca di sebo, per cui questi due elementi non bastano. 

Primer riempitivo

Se i pori dilatati e le rughe sono il vostro maggior problema, dovrete usare questa tipologia di primer, ricco di elementi siliconici, che hanno proprio lo scopo di riempire dove ce n’è bisogno.

Non sorprendetevi per la formulazione, che è molto densa: anche per questo dovrete usarlo solo nelle zone che devono essere levigate. Se avete molte rughe, questo primer evita che il fondotinta si vada ad accumulare proprio nelle pieghe più profonde. 

 

Primer correttivo

Questo face primer è in grado di correggere una colorazione non desiderata della pelle, motivo per il quale se ne deve scegliere il colore. 

Il viola va a neutralizzare i pigmenti gialli

Il rosa contrasta le macchie scure

Il pesca dona luminosità

Il verde elimina il rossore

L’azzurro illumina l’incarnato

Come si usa il primer

Per capire come applicare correttamente il primer, dobbiamo basarci sulla sua formulazione. In ogni caso, è sempre necessario mettere una buona crema idratante sul viso: successivamente, se la vostra intenzione è quella di usare un primer idratante in gel o crema, potrete stenderlo con un pennello o le mani.

Quelli oleosi dovranno essere applicati solo con le dita; i riempitivi, quelli con una formulazione pastosa, per capirci, devono invece essere pressati sulla pelle, proprio per consentire ai siliconi di eliminare i solchi. 

Ricordate anche che il fondotinta deve essere associato correttamente al primer: se, per esempio, usiamo insieme un fondotinta a base acquosa e un primer a base siliconica, non otterremmo la giusta stesura. Inoltre potrete miscelare quelli in crema o olio al fondo, ma non quelli opacizzanti, che hanno una formula più secca e che devono essere stesi prima.

 

Quando si applica il primer?

La domanda in realtà è: “devo necessariamente mettere un primer viso?” La risposta è sì, in alcune stagioni e se si ha una pelle che richiede un metodo per fissare bene il trucco. Naturalmente l’epidermide grassa ne ha un gran bisogno e l’evento per il quale ci si trucca anche: un matrimonio o tutti quelli che comportano lacrime o sudore.

Questo non vuol dire che non possiate avere una pelle perfetta anche tutti gli altri giorni: se amate truccarvi, il primer non può che far parte della vostra routine quotidiana. Potrete infatti metterlo sul viso anche tutti i giorni, purché la vostra pelle sopporti bene la formulazione. 

Se non volete opprimere eccessivamente la vostra epidermide, potete puntare tutto su quello correttivo, che rende ancora più efficace o sostituisce il correttore. Ciò che non dovrete dimenticare è di sentirvi sempre a vostro agio e di far respirare la pelle, optando anche per un prodotto con formulazione adatta alla vostra.

Non trascurate poi di struccare per bene l’epidermide, in modo da evitare la formazione di brufoli e punti neri, a causa di un trucco ben fatto ma non rimosso nella maniera giusta. 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI