Ultimo aggiornamento: 11.05.21

 

D’inverno o d’estate, avere le mani screpolate è un problema non solo estetico ma anche fastidioso. Come risolverlo e prevenire la secchezza? 

 

Le mani screpolate sono un problema che affligge uomini e donne d’estate ma soprattutto durante la stagione fredda. Questo accade perché non si presta la dovuta attenzione a una parte del corpo che richiede la stessa cura del viso, per cui è bene seguire una routine che le includa.

Avere le mani secche significa avere la pelle desquamata, senza idratazione, che tende a irritarsi con molta facilità. Se non le si presta la dovuta attenzione, finisce per avere addosso anche tagli o addirittura si possono formare le ragadi sulle mani, fino ai più dolorosi geloni.

Il problema è molto fastidioso e, arrivati a un punto del genere, non sono sufficienti rimedi generici ma è necessario intervenire con una corretta idratazione e non con una semplice crema mani.

Vediamo prima di tutto a cosa è dovuto questo fenomeno e come porvi rimedio con la prevenzione.

 

Le cause delle mani screpolate

Le mani possono rovinarsi, come detto, non solo durante il periodo freddo, in cui sono più sottoposte agli agenti atmosferici, ma anche l’estate, quando il caldo tende a seccarle ancora di più se si parte da una base non ben idratata.

Se siete soliti lavare i piatti, i detergenti, a causa della loro azione aggressiva, non faranno altro che peggiorare la situazione, per cui finirete per avere mani che si spellano e molto dolore. Anche l’alimentazione, se non include frutta e verdura, prevede un peggioramento della situazione, visto che l’idratazione parte dall’interno. 

Ecco qui qualche suggerimento per prevenire e curare la situazione, prima che sia troppo tardi.

Evitare prodotti aggressivi

Solitamente i detersivi per piatti sono molto aggressivi, per cui può capitare che, a lungo andare, si creino anche le ragadi sulle dita delle mani, con conseguente dolore. Meglio quindi preferire i saponi neutri, con crema idratante o con ingredienti emollienti, come l’aloe vera o l’olio di cocco. 

 

Lavare le mani e asciugarle seguendo il metodo giusto

Soprattutto a causa del periodo che stiamo vivendo, lavare le mani è un’azione non solo necessaria ma anche da ripetere più volte, specialmente se usciamo e tocchiamo molti oggetti. Una detersione eccessiva però può causare secchezza: seguendo qualche accorgimento il problema smetterà di esistere.

Prima di tutto evitate di usare acqua troppo calda, poi lavate le mani moto delicatamente, senza sfregare. Asciugatele bene, in quanto i residui di acqua potrebbero implicare un maggiore screpolamento; inoltre usate un panno in cotone, che non irrita la pelle. 

 

Applicare una crema

Tra i rimedi per le mani screpolate c’è sicuramente la crema, specialmente quella idratante e nutriente, da preferire e mettere sempre se si ha una pelle secca di base. Meglio optare per una con olio di jojoba, karitè, burro di cacao o mandorle dolci.

Se il problema è però già avanzato, potete pensare di optare per una crema per le ragadi delle mani, per eliminare i tagli, o ancora per una pomata antibiotica o anche la vaselina. Fare un impacco e lasciarlo agire è la soluzione consigliabile: se i vostri figli insistono per farsi aiutare a montare i loro nuovi dinosauri di Lego, dovrete farli aspettare se volete ottenere un buon risultato. 

Usare i guanti

Se fa particolarmente freddo, è preferibile usare dei guanti di lana per proteggere le mani, mentre, per lavare i piatti, usare quelli di gomma aiuta a prevenire la screpolatura. 

 

L’importanza della protezione solare

La crema solare deve essere applicata sulle mani d’estate, in quanto è in grado di proteggerle anche dai dannosi raggi UV. Questa parte del corpo viene solitamente esclusa anche da questo rituale, invece è bene includerla per prevenire la secchezza, il prurito e la screpolatura.

Se non volete spalmarla perché vi infastidisce la sensazione finale, stendetela su un dorso con l’altro dorso, così da preservare il palmo.

 

I rimedi della nonna per le mani screpolate

Tra le soluzioni naturali per le mani secche, il più gettonato è l’impacco di olio essenziale, da eseguire più volte durante la settimana. Potrete scegliere tra quello di jojoba, di oliva, di cocco o anche di mandorle dolci. 

Lavate bene le mani e asciugatele, poi spalmate bene l’olio con un massaggio: il nostro consiglio è quello di eseguire questo rito la sera, prima di andare a dormire, e di lasciare agire tutta la notte l’olio, premunendosi di mettere dei guanti in cotone, così da non sporcare le lenzuola. 

Se ritenete che si tratti di una procedura troppo difficile o non sopportate di dormire con le mani coperte, potete tenere l’impacco per mezz’ora, con l’impegno di eseguirlo almeno due o tre volte la settimana. Questo è anche uno dei rimedi per le ragadi delle mani o per la prevenzione di tali disturbi.

Qualche ricetta fai da te

Potete anche pensare di ricreare qualche ricetta in casa, con prodotti di uso comune, se volete risparmiare e non acquistare ingredienti insoliti. Potrete infatti realizzare i decotti, molto semplici da preparare.

 

Decotto di camomilla o di calendula

L’ingrediente principale è l’acqua calda, nella quale basterà immergere due bustine di camomilla, se non volete usare i fiori freschi, da bollire per creare un infuso. Immergete poi e mani all’interno per circa 15 minuti, asciugate e terminate con un olio o una crema nutriente. Al posto della camomilla potete usare anche la calendula, che ha proprietà antinfiammatorie, o anche l’olio di lavanda.

Date un’occasione anche alle maschere, che potrete fare in casa con alimenti di uso comune.

 

Maschera all’uovo o all’avocado

In realtà la parte da usare sarà il tuorlo, altamente nutriente, che dovrà essere spalmato sulle mani e lasciato agire per 15 minuti all’incirca. Potete optare anche per l’avocado, che ha proprietà idratanti ed emollienti: basta schiacciarne la polpa con una forchetta, aggiungere olio e acqua e lasciare in posa per circa 15 minuti.

Miele e olio di mandorle

Per preparare questa maschera saranno sufficienti due cucchiaini di miele e tre gocce di olio di mandorle: miscelate e applicate sulle mani, lasciate in posa 20 minuti e poi risciacquate. 

 

Aloe vera

Se non vi spaventa un po’ di impegno in più e avete a disposizione un frullatore, prendete la polpa dell’aloe, dopo averla estratta dalla foglia, e frullatela con olio di calendula, camomilla, miele e burro di karitè. Il composto ottenuto sarà morbido, per cui potrete spalmarlo sulle mani come una crema.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments