Ultimo aggiornamento: 11.05.21

 

Le chiazze rosse sul viso in punti ben definiti sono un problema comune. Come risolverlo? In questo articolo qualche suggerimento per voi

 

Le macchie rosse sul viso si concentrano solitamente nelle zone della bocca, del naso e degli occhi e sono dovute spesso a un’irritazione della pelle. Questa, come altre problematiche che causano discromie, può essere coperta con un buon correttore, che però non risolve il problema alla radice. 

Quando infatti procederemo a struccarci, le macchie sul viso si ripresenteranno, diventando anche più evidenti perché avremo fatto un po’ di pressione per rimuovere il trucco. Come fare per eliminarle definitivamente? Dovremo andare a cercare la causa scatenante.

 

Se la causa è l’acne

L’acne è uno dei disturbi della pelle più comuni e, anche se non ci si pensa, è anche una delle cause principali delle chiazze rosse sul viso. Le ghiandole sebacee, infatti, soprattutto quando si è adolescenti, producono un eccesso di grasso e quindi anche dei brufoli.

A causa di questo fenomeno, può esserci una grande infiammazione proprio delle ghiandole, che producono troppo sebo: come conseguenza, non solo sfoghi cutanei sul viso ma anche brufoli dolorosi e punti neri.

L’effetto si prolunga e la guarigione si protrae nel tempo ma la faccia rossa può permanere ancora per molto, insieme a delle protuberanze sulla schiena e attorno alla bocca. Solitamente si tratta della conseguenza di sbalzi ormonali, dovuti ai farmaci o a cosmetici contenenti paraffine, al fumo e allo stress. 

Non è da sottovalutare anche un’alimentazione scorretta, che vede un eccesso di latte o di zuccheri, che altro non fanno se non far aumentare gli sfoghi sul viso.

Come contrastare l’acne?

Nei casi in cui il problema non si limita a un viso rosso ma si parla di una forma di acne molto grave, è bene chiedere il parere del dermatologo, che può prescrivere un antibiotico o del cortisone per cercare di arginare l’infiammazione.

Se notate anche fenomeni come una macchia rossa sul viso o avete un’acne molto leggera, cercate di limitare i danni eliminando le creme a base oleosa o anche i detergenti che contengono tensioattivi. Il perossido di Benozyl è una sostanza in grado di uccidere tutti i batteri, lenendo le irritazioni, per cui scegliete prodotti che lo contengano.

Dall’altro lato, ci sono azioni da evitare per non peggiorare la situazione, quindi non spremete i brufoli, non usate detergenti aggressivi e non usate un eccesso di trucco, che altro non farà se non chiudere ancora di più i pori. 

 

Se il problema è la Rosacea

Si tratta di uno dei disturbi più frequenti e che colpisce molto più le donne degli uomini: la rosacea è una malattia cronica che causa prurito sul viso e bruciore. Si manifesta solitamente verso i 30 anni di età e vede la sua causa in un difetto nel controllo dei vasi sanguigni.

In un sistema che funziona correttamente, i nervi stimolano la dilatazione dei vasi o la costrizione, a seconda se si sia in un ambiente caldo o freddo. Nella Rosacea la risposta della pelle è invece esagerata, quindi inizia a prudere, a bruciare, fino ad avere un viso arrossato, macchie e vene visibili.

Come trattare la Rosacea?

Naturalmente il primo passo è quello di consultare un dermatologo, che può dare una cura da seguire nel tempo, ma ci sono anche dei suggerimenti che possono aiutarvi a tenerla a bada, con una routine.

In primo luogo è necessario usare detergenti a pH neutro per il viso, che non irritano e non aggrediscono la barriera cutanea. Inoltre non usate creme troppo grasse o che contengano alcol. Evitate poi docce troppo calde, cibi piccanti e prediligete creme contenenti vitamina B3, in grado di ridurre le infiammazioni. 

 

Se il problema è la dermatite

Se il viso e soprattutto il contorno delle labbra sono piene di bollicine, probabilmente non state seguendo la giusta routine di cura del viso. La pelle forse si secca troppo e si riempie di macchie rosse, forse perché usate prodotti sbagliati.

Per qualche giorno cercate di non truccarla e vedrete che la dermatite pian piano scomparirà, grazie proprio al fatto di essere stata lasciata respirare un bel po’.

 

Se il problema sono le macchie rosse causate dal calore

Se vi esponete al sole troppo a lungo o se iniziate a sudare, il viso si riempie di macchie rosse? Potrebbe trattarsi di quelle dovute al calore, che vengono perché le ghiandole sudoripare vedono i loro condotti occludersi. 

Ne derivano delle vesciche che possono presentarsi anche sul resto del corpo e non causare solo un effetto molto antiestetico, ma del prurito molto difficile da sostenere. Purtroppo il punto è proprio questo: per quanto possiate desiderare di grattarvi, non potete farlo, altrimenti la situazione andrà a peggiorare.

Come risolvere questo problema?

Se le macchie di calore non sono molto estese, basterà un po’ di freddo: mettetevi all’ombra e fate degli impacchi per alleviare il prurito. Se questo è forte, potrete spalmare degli ungenti a base di cortisone e prendere degli antistaminici.

Se, invece, avete la pelle particolarmente sensibile e volete prevenire questo problema, basterà non esporsi al sole troppo a lungo e senza una protezione solare: questa deve essere sempre messa sul corpo, per cui potrete optare per uno spray, da spruzzare anche sotto il trucco, in modo da proteggere sempre la pelle.

Fate caso anche a come vi vestite, quindi mettete indumenti leggeri, meglio se in cotone, e usate biancheria da letto dello stesso tipo, in modo da prevenire i brufoli, le vesciche e le irritazioni.

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments