Ultimo aggiornamento: 19.05.22

 

Macchina da Cucire – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto

 

Realizzare l’abito dei propri sogni diventa possibile solo grazie a una buona macchina da cucire e all’acquisizione della giusta tecnica. Si tratta infatti di un oggetto senza tempo, che tramandano le nonne, ma che affascina anche le ragazze più giovani. Capire come acquistare un oggetto di questo tipo non è semplice: è importante infatti conoscerne il funzionamento e sapere su quali aspetti è più opportuno concentrarsi. Vogliamo oggi fare chiarezza su alcuni di questi fattori e presentare quelli che, secondo gli utenti, sono i migliori articoli in vendita, come Singer 1409, con ben 15 diverse operazioni di cucito, e Uten ES-COSE-JK, facile da usare anche per i principianti.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 7 Migliori Macchine da Cucire – Classifica 2022

 

Ecco alcuni dei pareri degli utenti in merito a quelli che il web presenta tra gli articoli più venduti online e di cui adesso andiamo a elencare le caratteristiche.

 

 

Macchina da cucire Singer

 

1. Singer 1409 Promise Macchina da Cucire

 

Singer propone una delle migliori macchine da cucire del 2022: questo modello presenta ovviamente un pedale elettrico, che secondo i più regola la velocità in maniera graduale e funzionale.

Riceverete in dotazione un piedino multifunzione e uno per cerniere, oltre a quello per bottoni e per asole. Gli accessori sono davvero tanti, tre ricambi per gli aghi, tre boine, un taglia asole e altro ancora.

Le operazioni realizzabili sono ben 15 ed è possibile regolare sia la lunghezza dei punti che l’ampiezza dello zig-zag. Un braccio libero permette la lavorazione di tessuti tubolari come maniche di camicia o gamba di pantalone e un comodo manuale di istruzioni rende il suo utilizzo davvero alla portata di tutti.

Non si adatta a tutti coloro che hanno già fatto uso di una macchina da cucire e che richiedono la lavorazione di tessuti difficili o spessi, perché la qualità dei materiali e la struttura del piedino non lo consentirebbero.

Vediamo quindi quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questo primo modello firmato Singer.

 

Pro

Qualità/prezzo: Per un prezzo davvero accessibile riceverete a casa un articolo molto valido, ideale se siete alle prime armi e non volete azzardare un acquisto esoso.

Principianti: Un libretto delle istruzioni chiaro e comodo vi guiderà nell’apprendimento del cucito molto rapidamente, consentendo così anche ai principianti di poter imparare in fretta.

Accessori: Nonostante il costo decisamente vantaggioso, l’azienda si occupa di spedire anche numerosi altri accessori, tra cui diverse tipologie di piedini, bobine, aghi di ricambio e altro ancora.

Acquisti ulteriori: Basterà ricordare nome e modello per poter ampliare facilmente il set accessori, perché Singer consente di procedere con numerosi altri acquisti di utensili abbinati.

 

Contro

Non professionale: Certamente non si adatta a tutti coloro che hanno già una certa dimestichezza con un oggetto di questo tipo, perché alcune funzioni più avanzate non sono presenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina da cucire portatile

 

2. Uten Mini Macchina da Cucire Elettrica Portatile Professionale

 

Una vera e propria macchina da cucire portatile quella firmata Uten, che propone un oggetto dalle dimensioni ridotte e dalla duplice possibilità di utilizzo. Il suo funzionamento infatti può avvenire sia con il consueto pedale e dunque tramite uso di corrente, sia con un semplice bottone, purché le batterie siano ben cariche.

Sono possibili in questo senso due velocità e possiede in dotazione ben 12 aghi: potrete effettuare comodamente tutte le operazioni di routine come orlo e bordatura e con il doppio filo riuscirete ad ottenere cuciture davvero resistenti.

Le istruzioni sono intuitive e facili da comprendere e di questo gli utenti sono davvero soddisfatti. Certo, la sua struttura appare minuta e poco stabile, forse per la qualità dei materiali che non ha convinto una piccola parte di coloro che ne hanno fatto uso.

Chi desidera infatti uno strumento professionale ed efficace su tutti i tessuti, non troverà in questo modello Uten ciò che cerca, perché è pensato per piccoli lavori di cucito da parte di coloro che si affacciano a questo mondo per la prima volta.

Riassumiamo quanto detto con una comoda lista di pro e di contro di questo modello.

 

Pro

Dimensioni: Piccola e compatta, questa macchina da cucire si adatta a ripiani anche non necessariamente ampi, perché è pensata proprio per poter essere utilizzata ovunque.

Portatile: Il suo funzionamento prevede anche la possibilità di utilizzare un semplice bottone per avviarla e di non doverla necessariamente connettere ad alcuna presa di corrente.

Istruzioni: Sono in molti ad affermare che, nonostante fossero al loro primo utilizzo, sia stato possibile acquisire facilmente le giuste conoscenze, guardando il libretto delle istruzioni e l’apposita sezione online.

Velocità: Oltre al bottone che si occupa della sua accensione e del suo spegnimento, potrete modulare la velocità del vostro lavoro in due diversi livelli.

 

Contro

Fili: Alcuni utenti non sono rimasti del tutto soddisfatti perché hanno riscontrato difficoltà nell’utilizzo del filo, che tende a incepparsi numerose volte.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina da cucire Necchi

 

3. Necchi M20B Necchi Macchina per Cucire

 

Il modello proposto da Necchi presenta numerosi elementi a suo favore: i punti disponibili consentono di realizzare lavori anche molto complessi, oltre che motivi decorativi. Sono 15 i programmi possibili e comprendono anche la possibilità di realizzare le asole.

L’unica pecca che in alcuni osservano però risiede nella difficoltà di utilizzo proprio di tale funzione, che tende spesso a incepparsi e rende di fatto impossibile crearle. Prevede ovviamente anche la possibilità di lavorare con stoffe circolari, grazie alla grande varietà di comandi posizionati sul frontale della macchina e dunque facili da usare.

La luce sul piano da lavoro e la possibilità di rimuovere e sostituire i piedini, fanno sì che questo articolo si collochi tra quelli più venduti e risulti quindi tra i più apprezzati online.

Oltre al link per sapere dove acquistare questo modello, date un’occhiata anche alla seguente lista dei suoi pro e dei suoi contro.

 

Pro

Accessori: In dotazione riceverete praticamente l’occorrente per ogni tipo di lavorazione, rendendo così un unico acquisto sufficiente per l’utilizzo più che completo del macchinario.

Tessuti: A differenza di altri modelli visti, con questa macchina potrete lavorare tutti i tessuti, anche i più spessi, perché presenta il piedino dall’altezza regolabile.

Qualità/prezzo: Se paragonata ad articoli con stesse prestazioni, ma di marche diverse, questa macchina da cucire presenterà un valido rapporto qualità/prezzo.

Facilità: I tasti funzione, posti sul lato frontale, e l’immediatezza del suo funzionamento, la rendono una macchina adatta anche alle persone più anziane, o a coloro che provano per la prima volta a farne uso.

 

Contro

Asola: In alcuni casi si sono riscontrati dei malfunzionamenti con la funzione asola, che potrebbe inceppare la macchina e richiedere l’interruzione dell’intero lavoro.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mini macchina da cucire

 

4. AYUTOY Mini Macchina da Cucire Portatile

 

Se ancora non sapete quale macchina da cucire comprare, ma desiderate che sia del formato mini, valutate le caratteristiche dell’articolo che stiamo per descrivere. Con delle dimensioni davvero contenute e un peso leggero da sostenere, questo prodotto risulta pratico e compatto.

Si adatta in particolare a tutti quei piccoli lavori per i quali un oggetto più ampio sarebbe solo un ingombro. L’alimentazione è a batteria e ne richiede in particolare quattro, che però non sono incluse nella confezione e a cui quindi dovrete pensare in un secondo momento.

Si tratta di un acquisto ideale anche per i bambini, oltre che ovviamente per i principianti di ogni età, perché il suo funzionamento è davvero intuitivo. Nonostante le dimensioni minute, è in grado di lavorare fluidamente su molte tipologie di tessuto, anche quelle apparentemente più spesse: questo è uno dei pregi dei quali gli utenti sono davvero soddisfatti.

Vediamo ancora una volta quali sono i punti di forza e i punti di debolezza di questo modello appena descritto.

 

Pro

Prezzi bassi: Si tratta senza dubbio dell’articolo più economico di questa sezione, per questo si presta anche come semplice idea regalo, per chi desidera affacciarsi a questo mondo senza investire in un oggetto costoso.

Dimensioni: Essendo un modello mini non occuperà spazio sul vostro piano da lavoro e si adatterà quindi anche alla scrivania e alla camera dei più piccoli.

Praticità: Si adatta a tutti quei lavoretti per i quali l’uso di una macchina da cucire usuale sarebbe davvero solo un ingombro.

 

Contro

Istruzioni: Non essendo un prodotto italiano, le istruzioni sono interamente in inglese e questo non sempre ha convinto coloro che hanno impiegato molto tempo per poterne comprendere le modalità di utilizzo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina da cucire Brother

 

5. Brother CX70PE Patchwork Edition Macchina da Cucire

 

Dalla comparazione effettuata emerge anche questo articolo firmato Brother: si tratta di un modello davvero professionale, per cui il prezzo è decisamente più alto di quelli visti precedentemente.

Presenta ben 70 diversi punti di cucito, molti dei quali sono ornamentali ed è dotata di un sistema semplificato per l’inserimento della spoletta, la piccola bobina necessaria per il posizionamento del filo inferiore.

I materiali di cui si compone la rendono molto robusta e adatta anche alla realizzazione di lavori di alta sartoria, perché presenta la scocca interna in metallo. Sarà possibile sfruttarla con una duplice funzione: quella classica, con il pedale e il filo da legare alla corrente, e quella tramite un comodo pulsante start/stop.

Il tutto è realizzabile su una grande varietà di tessuti, jeans spessi compresi. Gli utenti ne sono davvero soddisfatti e apprezzano in particolar modo lo schermo LCD, la doppia illuminazione LED e il comodo DVD che aiuta a capire al meglio le istruzioni.

Per analizzare con criterio le varie offerte, date un’occhiata alla lista dei vantaggi e degli svantaggi di questo prodotto firmato Brother.

 

Pro

Professionale: Con i suoi 70 punti e la possibilità di lavorare ogni tessuto, questa macchina da cucire si può definire professionale, perché consente la lavorazione e la decorazione di ogni tipologia di stoffa.

Schermo LCD: Con questo sistema vi sarà possibile monitorare al massimo il vostro lavoro, avendo chiari lunghezza, spessore e tipologia di punto.

DVD: Non dovrete andare su internet a cercare come funziona, perché l’azienda consegna anche un DVD che contiene tutte le informazioni necessarie per aiutarvi nell’uso.

 

Contro

Prezzo: Viste la qualità e la resa di questo oggetto, il costo sale decisamente sopra la media, collocando la macchina tra i prodotti di fascia medio-alta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina da cucire per bambini

 

6. Cool Maker Macchina da Cucire Sew ‘N Style

 

Per estendere la passione del cucito anche ai più piccoli, Cool Maker pensa a una macchina da cucire per bambini. Il suo colore turchese la rende davvero appetibile e presenta anche un comodo cassetto, ideale per riporre tutti gli accessori necessari per il confezionamento di piccoli lavori.

Essendo pensato per i bimbi, la sua struttura si presta anche alla lavorazione di tessuti particolari come quelli elastici o leggeri come il tulle. Tra le varie specifiche elenchiamo anche la possibilità di realizzare pom pom, ideali per abbellire i lavori con piccole decorazioni.

Per poter iniziare subito a usarla, riceverete in dotazione anche due pezzi di tulle, due cartamodelli da cui poter prendere spunto, due scampoli in feltro con tre diversi elementi decorativi, oltre che un pezzo di tessuto elastico con la sua corda.

Il tutto è completato da diversi gomitoli, uno di filo, uno di nastro, due di filato per la realizzazione dei pom pom e una guida per l’uso.

Vediamo le specifiche di questo modello tutto nuovo, elencando quelli che sono i suoi pregi e i suoi difetti.

 

Pro

Funzionamento: Sebbene si tratti di una macchina da cucire, il suo funzionamento risulta davvero immediato ed è in grado così di appassionare anche i più piccoli.

Accessori: L’azienda si occupa di consegnare anche tutta una serie di accessori pensati per poter subito iniziare a lavorare anche i tessuti apparentemente più difficili.

Decorazioni: Per rendere ancora più belle le creazioni dei più piccoli, troverete anche molti elementi decorativi come quelli in feltro, oltre che la possibilità di realizzarne di nuovi, come i pom pom.

 

Contro

Stoffe: Secondo alcuni utenti, il kit di tessuti, ricevuto in dotazione, risulta un po’ scarso, per cui dovrete trovare altre stoffe da lavorare, dopo solo pochi utilizzi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina da cucire Pfaff

 

7. Pfaff Macchina da Cucire Select 4.2

 

Concludiamo la ricerca della migliore macchina da cucire con l’ultimo articolo firmato Pfaff.

Con un prezzo che va ben oltre quelli appena visti, questo prodotto consente di scegliere tra 40 punti, grazie al suo sistema Easy Pfaff, molto facile da usare.

Rispetto ai modelli visti, offre la possibilità di lavorare anche cuscini e piumini perché il piedino ha un’altezza variabile. Ovviamente potrete regolare la larghezza e la lunghezza dei punti e realizzare asole senza dover necessariamente girare il tessuto.

Il braccio libero è molto sottile, consentendo così di poter lavorare anche stoffe tubolari sottili come i polsini. Le posizioni dell’ago variano molto, in modo da permettere cuciture molto precise anche in presenza di piccoli oggetti, come la chiusura lampo.

Sono molti poi gli extra che rendono il lavoro ancora più agevole, come il tagliafilo in posizione accessibile, l’arresto dell’avvolgimento quando la bobina è piena e un’illuminazione dell’area di lavoro molto ampia.

Per analizzare al meglio le caratteristiche di questo modello, vediamo l’ultimo elenco dei suoi pro e dei suoi contro.

 

Pro

Professionale: Adatta a chi ha già molta esperienza in questo campo, la macchina da cucire in questione consente il confezionamento di ogni abito possibile, anche quelli con tessuti più spessi.

Doppio trasporto: Con questo sistema sarà facile anche la lavorazione di stoffe leggere come la seta o il lino.

Easy Select: Visto il gran numero di comandi possibile, questo sistema consente una maggiore facilità nella scelta e nella selezione delle caratteristiche del punto da eseguire.

 

Contro

Costo: Si tratta ovviamente di un articolo molto costoso, da consigliare principalmente a chi ha una buona manualità con il cucito.

Istruzioni: Alcuni lamentano il fatto che le istruzioni siano interamente in spagnolo e che quindi la comprensione delle stesse sia leggermente più difficoltosa del previsto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Altri prodotti

 

8. Pfaff Passport 2.0

 

Questa macchina da cucire si colloca tra le migliori proposte del web per il gran numero di funzioni possibili e per la sua praticità. Si tratta infatti di un oggetto davvero completo e adatto alla realizzazione di molti capi.

I punti disponibili sono infatti ben 70 e si ottengono cambiando sei piedini, che riceverete in dotazione insieme a molti altri accessori tra cui bobine, aghi e molto altro. Il modello è molto comodo e presenta tra le altre cose due luci a LED per l’illuminazione completa del piano da lavoro e la possibilità di rendere quest’ultimo ampio a sufficienza, per lavorare anche con tessuti molto grandi.

Un sistema di scorrimento all’avanguardia fa sì che la stoffa scorra senza intoppi e il piedino può essere sollevato fino a consentire la lavorazione di tessuti anche davvero spessi. Potete poi decidere di realizzare ricami, asole e rammendi a mano e un comodo menù laterale vi consentirà di visualizzare l’intero panorama dei punti disponibili.

Vediamo adesso quelli che sono i vantaggi e gli svantaggi di questa macchina da cucire così apprezzata sul web.

 

Pro

Tessuti: Con questa macchina da cucire potrete lavorare su tessuti di vario tipo, dai più sottili ai più spessi, grazie al sistema di scorrimento integrato e alla possibilità di sollevare il piedino dal piano.

Accessori: L’azienda consegna anche tutto gli accessori necessari per iniziare a lavorare immediatamente, senza dover ricorrere ad acquisti aggiuntivi.

Punti: Il numero di punti possibili è di 70 e spaziano da quelli utili a quelli decorativi e il tutto utilizzando soltanto sei piedini.

 

Contro

Istruzioni: Le istruzioni sono sì ben dettagliate, ma non sono presenti in italiano e questo causa alcune difficoltà per coloro che non comprendono altre lingue.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

9. Singer Tradition 2282

 

La macchina da cucire in questione è firmata Singer, da sempre una garanzia per quanto riguarda la qualità e la durata dei suoi prodotti. Le appartenenti alla linea Tradition sono macchine che si rifanno ai primi esemplari Singer e che vengono poi rinnovati e rivisti in chiave moderna.

Siamo quindi davanti a uno strumento di base che si presta alla realizzazione di molti capi, in tutta semplicità. Perfetta anche per chi è agli inizi infatti, questa macchina conta 32 punti, dagli utili ai decorativi, e la possibilità di realizzare asole in un unico passaggio. Tali punti possono essere poi modificati in lunghezza e larghezza grazie a una manopola in plastica posta sul davanti.

Gli utenti lo ritengono l’acquisto ideale per le piccole riparazioni e per lavori semplici ma di grande effetto, osservando soltanto che le caratteristiche tecniche della macchina non sempre consentono una grande libertà in termini di tessuti.

I più spessi o i più sintetici infatti potrebbero non adattarsi al piedino in dotazione o all’assenza di trasporto integrato.

Vediamo adesso quelli che sono pregi e difetti dell’articolo appena descritto.

 

Pro

Istruzioni: Pur trattandosi di una marca straniera sono presenti le istruzioni per l’uso in italiano, che sono ben chiare e sufficienti per poter comprendere al meglio il funzionamento della macchina.

Infilatura ago automatica: Questa aggiunta risparmia molto tempo ed è perfetta per coloro che iniziano adesso a cucire e che non hanno molta dimestichezza con tali strumenti.

Facilità: Si tratta del modello ideale per i principianti, perché la sua manovella per scegliere i punti e la sua essenzialità consentono di poterne fare uso in fretta e in maniera molto semplice.

 

Contro

Tessuti: Non tutte le stoffe possono essere lavorate con questa macchina, né quelle troppo spesse (se non per un tempo limitato), né quelle ad alte contenuto di fibra sintetica.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

10. Singer 1408 1408SIN

 

Analizziamo adesso quelli che sono gli aspetti principali di questa macchina da cucire, pensata per i neofiti ma apprezzata anche dai più esperti. Si tratta infatti di un modello piuttosto basilare, che consente la lavorazione di piccole confezioni o la realizzazione di aggiustamenti e modifiche ai capi che già avete in casa.

Le funzioni disponibili sono infatti 14 e i piedini con cui si possono realizzare sono cinque. Li riceverete a casa insieme a molti altri accessori, in modo che possiate iniziare subito a lavorare.

Pur trattandosi di un modello così essenziale, in molti osservano che anche i tessuti, solitamente più difficili da trattare, sono in realtà ben supportati sia dal piedino sia dall’ago, consentendo quindi massima libertà di scelta.

Il lavoro procede quindi in modo agevole, grazie anche alla possibilità di rimuovere il braccio libero e di poter lavorare quindi anche su capi di forma tubolare. Gli utenti lo ritengono un acquisto dall’ottimo rapporto qualità/prezzo e osservano che l’apprendimento del suo utilizzo sia facile e rapido.

Vediamo quindi, per riassumere quanto detto, pregi e difetti dell’oggetto in questione.

 

Pro

Facilità: Sono tutti concordi nel dire che, nel giro di poche settimane, è possibile passare da principiante a quasi professionista, grazie alla facilità di utilizzo di questo strumento.

Qualità/prezzo: L’investimento iniziale non è esoso e, considerando anche l’insieme degli accessori che riceverete in dotazione, si può affermare che è davvero ottimo il rapporto qualità/prezzo.

Tessuti: Pur essendo un modello di base, la sua struttura consente la lavorazione di varie tipologie di tessuto, anche alcune tra quelle solitamente meno indicate come il jeans o l’ecopelle.

 

Contro

Bobina inferiore: L’inserimento della bobina inferiore, verticale, crea talvolta alcuni difetti nella fluidità del lavoro, causando inceppamenti e rotture del filo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accessori

 

Piedini per macchina da cucire

 

ALLOMN Kit di Piedini da Orlo per Macchina da Cucire

 

Qualora la vostra macchina da cucire non dovesse presentare tutti gli accessori necessari alla realizzazione di ciò che desiderate, valutate la possibilità di integrarli con qualche piccola aggiunta.

Il set di Allomn consta in 42 piedini per macchina da cucire multifunzione: si adatta a molte tipologie di prodotti come Singer o Brother e consente di rinnovare il proprio acquisto senza dover ricorrere a uno nuovo.

Gli utenti ritengono che si tratti di pezzi davvero robusti, paragonabili a quelli originali e per questo sono per la maggior parte molto soddisfatti. Poiché non sarebbe possibile elencare il funzionamento di tutti i pezzi, in certi casi è necessaria la ricerca approfondita online e questo aspetto non ha convinto alcuni degli utenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore macchina da cucire?

 

Per sapere come scegliere una buona macchina da cucire vogliamo adesso elencare alcune delle caratteristiche fondamentali per essere sicuri di realizzare un scelta adatta alle vostre esigenze. Valutate quindi gli aspetti che ritenete più importanti per voi e date un’occhiata a quanto segue.

 

 

Principianti o professionisti

Vogliamo iniziare con la prima distinzione fondamentale, per capire su quale prodotto è meglio orientarsi. In questo senso infatti il mercato propone macchine adatte a chi si affaccia al mondo del cucito per la prima volta o a chi ha già una buona dimestichezza con il funzionamento di questi oggetti.

Le differenze stanno innanzitutto nella quantità di punti possibili: una macchina professionale infatti presenta una grande varietà di lavorazioni e questo potrebbe disorientare coloro che richiedono, in una fase iniziale, solo alcuni elementi di base.

In secondo luogo, una macchina per principianti non potrà consentire la lavorazione di tutti i tessuti: il piedino infatti potrà alzarsi solo di una certa quantità rispetto alla base, risultando più sicuro, ma totalmente inadatto a cucire stoffe spesse come la pelle o il jeans.

Questa differenza si estende poi anche alla durezza e alla variabilità degli aghi, che in una prima fase di apprendimento è totalmente ininfluente.

 

Adulti o bambini

Sembrerà strano, ma il mercato propone anche delle macchine da cucire per bambini. Si tratta di modelli giocattolo, ideali per far appassionare anche i più piccoli a questo mondo e totalmente sicuri per le loro manine.

La struttura infatti prevede solitamente un ago a scomparsa, ossia uno che non entrerà a contatto con le dita dei più piccoli e quindi totalmente innocuo. Il prezzo di questi articoli è generalmente molto basso e richiede soltanto piccole aggiunte come ricambi di stoffe e di fili per creare varie decorazioni.

 

Accessori

La questione degli accessori è molto ampia e diventa un fattore centrale per determinare il prezzo di una macchina da cucire e il suo valore. Parliamo infatti di piedini, bobine, aghi di ricambio e altro ancora, che sono spesso aggiunti alla consegna della macchina da cucire e che consentono quindi di poter iniziare subito a lavorare senza bisogno di nessun nuovo acquisto.

Tra gli accessori più importanti ci sono i piedini: si tratta di quella parte metallica posta in fondo alla punta dell’ago, che consente innanzitutto di proteggere la punta delle dita durante il lavoro, ma soprattutto di tenere il tessuto dritto e ben allineato durante il movimento.

A seconda della stoffa scelta e del lavoro da fare, il piedino deve essere cambiato: dunque più se ne ha e più sarà possibile spaziare con decorazioni, punti e applicazioni diverse. In caso contrario sarà necessario procedere con un ulteriore acquisto e questo comporta la scelta di un piedino che sia compatibile con la macchina che possedete.

 

Istruzioni

Sia che siate alle prime armi, sia che abbiate già confidenza con la macchina da cucire, il libretto delle istruzioni risulta uno degli elementi principali per capire il funzionamento dell’oggetto che avete davanti.

Ogni macchina infatti è diversa e non è detto che l’utilizzo di un modello implichi necessariamente la conoscenza del funzionamento di uno diverso. Prediligete quindi le aziende che si occupano di spiegare, con numerosi particolari, come utilizzare l’articolo che avete scelto.

Questo è possibile sia grazie a consueti libretti, che devono comunque essere tradotti in italiano qualora l’azienda sia straniera, sia grazie ai più comodi DVD. Apprendere tramite un video quali sono le azioni da effettuare, infatti, può essere di grande aiuto e può aiutarvi ad assumere una certa confidenza con la macchina che avete acquistato.

Qualora poi non foste soddisfatti di quanto riportato sul libretto, il web generalmente propone diverse soluzioni, sia in termini di articoli, sia di video, che dovrebbero potervi aiutare in caso di difficoltà.

 

 

Tessuti

Un ultimo aspetto che ci teniamo a sottolineare è quello riguardante i tessuti. Non tutte le macchine da cucire infatti presentano le stesse caratteristiche e questo si ripercuote automaticamente sulla tipologia di stoffe che vi è consentito usare o meno.

Iniziamo dai tessuti spessi: in questa categoria rientrano il jeans, la pelle e tutte quelle stoffe che hanno cuciture molto alte. In questo caso è importante che optiate per un modello in cui l’altezza del piedino sia regolabile. Alzandolo al massimo quindi, dovreste avere lo spazio necessario per il posizionamento della stoffa in questione.

Fatto questo, valutate anche la resistenza dell’ago: uno di bassa qualità infatti, o di un materiale scarso, potrebbe non reggere allo spessore di un bordo in jeans, ad esempio, rischiando così la sua rottura e causando quindi la necessità di una, non sempre facile, sostituzione.

Questo discorso non vale invece per tessuti come la seta o il lino: in questo caso invece dovete indirizzarvi verso modelli che abbiano un buon livello di attrito sulla base, in modo che la stoffa non vada a scivolare e a causare cuciture necessariamente storte.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanto vale una macchina da cucire Singer antica?

Se siete appassionati di cucito e desiderate avere un pezzo unico in casa vostra, probabilmente state pensando di acquistare una Singer antica. I prezzi in questo caso variano moltissimo in base al fatto che il modello sia o meno ancora funzionante.

Può accadere infatti che alcuni articoli vengano utilizzati solo come elementi di arredamento e per questo il loro prezzo potrebbe anche aggirarsi intorno ai 100 euro. Questa cifra va a salire notevolmente, fino ai 600 euro, qualora vogliate un oggetto ancora funzionante, la cui manutenzione richiede molta pazienza e attenzione nella ricerca dei giusti materiali.

 

Come infilare il filo nella macchina da cucire portatile?

Infilare l’ago di una macchina da cucire portatile è molto semplice: vi basterà infatti seguire il percorso previsto da ciascun modello. Solitamente si tratta di un foro laterale e una sorta di rocchetto in alto, prima di doverlo inserire ovviamente all’interno dell’ago, posto nella parte frontale della macchina.

 

Come smontare una macchina da cucire Singer?

Se avete bisogno di spostare la vostra macchina da cucire, in caso di trasloco o di un regalo, potreste aver bisogno di smontarla, invece di trasportarla tutta intera. La base, contenente la bobina inferiore, è generalmente attaccata al resto, grazie a un semplice meccanismo a incastro facilmente sfilabile.

Per quanto riguarda le altre componenti però, potreste aver bisogno di una figura esperta: i pezzi infatti sono minuti e necessitano di cacciaviti e altri strumenti specifici che difficilmente si hanno in casa e il cui utilizzo richiede precisione e cautela.

 

Come mettere il filo nella macchina da cucire?

Ogni macchina da cucire è diversa, ma l’inserimento del filo nell’ago conta sempre di alcuni passaggi molto semplici da effettuare e che, tranne qualche piccola variante, si ripresentano in tutti i modelli.

Nella parte superiore della macchina è solitamente presente un bastoncino, talvolta estraibile, su cui dovrete posare il rocchetto del filo che dovrete usare. Il posizionamento deve avvenire in modo che il capo del filo sia posto dietro di voi.

Fatto questo, dovrete seguire il percorso stabilito dalla vostra macchina, che prevede solitamente il passaggio da uno o più rocchetti, o da uno o più fori pensati per tenere il filo in tensione.

Una volta effettuato tutto il percorso, sarete arrivati in prossimità dell’ago: abbassate il piedino per avere più manualità e aguzzate la vista.

 

Perché si spezza il filo della macchina da cucire?

Il filo della macchina da cucire si può spezzare per diversi motivi. Il principale tra questi è che non sia in tensione: per risolvere questo piccolo inconveniente dovrete probabilmente sfilare il cotone e procedere nuovamente con la procedura di inserimento dell’ago, seguendo i passaggi elencati sopra.

La tensione del filo si perde generalmente proprio quando uno di questi passaggi non è avvenuto o è avvenuto in maniera scorretta.

 

Come usare piedini della macchina da cucire?

I piedini della macchina da cucire devono essere usati e cambiati a seconda della stoffa che si sta utilizzando e a seconda di cosa si sta applicando. Sono infatti pensati appositamente per la cucitura della cerniera o per la realizzazione di un’asola: basterà sostituirli a quello usuale e procedere normalmente, per poter usufruire della loro struttura specifica.

 

 

 

Come utilizzare un macchina da cucire

 

Per prendere dimestichezza con questo strumento così versatile, considerato spesso difficile e poco pratico, analizziamo quali passaggi seguire per utilizzare al meglio una macchina da cucire.

 

Se avete appena ricevuto come regalo una macchina da cucire o se ne avete appena acquistata una per cimentarvi in questa pratica così stimolante, probabilmente siete in cerca di una guida che spieghi passo passo quelli che sono gli step da seguire per poter iniziare. Premettendo che ogni modello è diverso dall’altro e che ciò che vale per uno potrebbe non valere per un altro, cerchiamo di dare delle dritte quanto più generiche possibile, così da coprire una fetta di modelli grande a sufficienza da soddisfare i più.

 

Le impostazioni

Che sia una macchina da cucire economica o un modello all’avanguardia, la prima cosa da fare è certamente quella di selezionare alcuni valori utili al funzionamento della macchina stessa.

Molti modelli presentano delle manopole da ruotare, altri un display, in ogni caso avrete certamente la possibilità di selezionare lo spessore, la larghezza, la lunghezza e la tipologia del punto che pensiate possa essere adatto alla vostra lavorazione.

 

Il comando relativo alla tipologia di punto vi consentirà di scegliere tra quello normale, lo zig zag e tra tutti quelli disponibili dal modello, a seconda della sua complessità. Una volta scelto questo, non vi resta che adattare gli altri valori in base alla stoffa che avete davanti e in base a quanto visibile o robusto volete che sia l’effetto finale.

 

Infilare l’ago

Fatto questo sarete pronti per infilare l’ago, ossia per far passare il filo attraverso la sua cruna. Non tutti sanno che la macchina da cucire necessita di due bobine, ossia di due piccoli gomitoli che compongono la parte superiore e inferiore della cucitura.

Per la parte superiore andrà benissimo il rocchetto che avete acquistato e che va inserito verticalmente su un bastoncino, situato generalmente in alto a destra. Una volta fatto scorrere un po’ del filo dovrete seguire il percorso indicato dalla vostra macchina.

Solitamente ci sono dei segni che faranno da guida al filo stesso e che comprendono spesso passaggi da altri rocchetti, inserimenti in meccanismi metallici e così via. Una volta concluso il percorso, vi troverete davanti all’ago ed è qui che dovrete inserire la punta del filo, tirarne una quantità sufficiente e lasciarla appoggiata, per il momento, sulla parte interna della macchina.

Come abbiamo anticipato già, è necessario occuparsi anche della bobina inferiore: si presenta generalmente di piccole dimensioni e richiede di essere inserita nella parte sottostante l’ago, avendo cura di lasciare una parte del filo al di fuori del vano in cui verrà inserita.

Adesso è necessario far uscire il filo inferiore, così da farlo congiungere con quello posizionato in precedenza. Per fare questo basterà girare lentamente la manopola posta sulla destra, responsabile del movimento in alto e in basso dell’ago.

Questo movimento fa sì che il filo superiore raccolga quello inferiore, in modo che quest’ultimo emerga dal foro in cui è stato posizionato.

 

Il posizionamento della stoffa

Una volta sistemati i due fili il gioco è fatto: se tutto è andato come si deve infatti, la macchina è pronta per poter essere messa in funzione. Assicuratevi che sia collegata alla corrente e accendete la luce, che vi aiuterà nel visualizzare il lavoro.

Qualsiasi cosa dobbiate fare, anche la più semplice, necessita di una prima fase di cucitura detta imbastitura. Con un ago e un filo piuttosto leggero, e a mano, andrete ad abbozzare l’effetto finale del vostro lavoro, facendo punti ampi a sufficienza, da poter essere poi rimossi con facilità e senza che si impiglino nella cucitura ufficiale.

In questo modo la stoffa sarà ben salda e non dovrete preoccuparvi del suo posizionamento. Tenete la porzione di tessuto in eccesso verso l’esterno, ossia dal lato sinistro, in modo che la parte interna, più piccola e meno spaziosa, contenga soltanto la stoffa da cucire.

Posizionate il tutto al di sotto dell’ago, evitando di iniziare dal bordo e lasciando invece qualche millimetro di spazio tra il margine della stoffa e l’inizio della cucitura. Per la vostra sicurezza è fondamentale abbassare il piedino, ossia il tassello metallico che circonda l’ago e che terrà ferma l’intera lavorazione.

Se tutto è stato posizionato correttamente, avrete la stoffa poggiata sul piano, con il piedino abbassato, un filo proveniente dall’alto e uno dal basso, che dovrete far scorrere in modo da poterli impugnare e tenere accoppiati verso l’interno.

 

Il pedale

Adesso siete veramente pronti per iniziare. Posizionate il pedale dal lato che preferite e indossate scarpe comode, che vi facciano percepire la pressione del piede sul pedale stesso.

Sarà proprio con questa pressione che si metterà in funzione l’ago: quanto più vorrete premere il pedale, quanto più la macchina andrà veloce, abbiate quindi cura di effettuare alcune prove, in modo da comprendere la sensibilità della macchina stessa al vostro tocco.

Ricordatevi di tenere sempre i fili ben tesi verso la parte interna, soltanto per i primi secondi di cucitura, così da non farli scorrere e sfilare dall’ago. Un poco alla volta quindi premete il pedale e aiutate la stoffa a scorrere, seguendo il ritmo che l’ago vi dirà.

Se il tessuto non è né troppo sottile né troppo spesso, vi basterà soltanto indirizzarlo in modo da effettuare cuciture dritte.

La chiusura

Non appena solleverete il piede dal pedale la macchina si fermerà e voi avrete appena effettuato la vostra prima cucitura. A questo punto vi basta sollevare il piedino, rimuovere la stoffa dalla sua posizione e tagliare i fili che la collegano ancora alla base.

Vi troverete sicuramente con una cucitura aperta, che necessita di essere sigillata, utilizzando i due lembi di filo ed effettuando alcuni nodi per una maggiore sicurezza. Molti modelli presentano sul lato sinistro un piccolo taglierino; vi basterà farci passare i fili attraverso che questo procederà al loro taglio.

In assenza di questo strumento, sarà sufficiente tenere a portata di mano le forbici da lavoro con cui effettuare la stessa operazione.

 

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI