Ultimo aggiornamento: 14.12.19

 

Cinque modi per utilizzare al meglio l’olio di cocco e realizzare ricette salutari con un tocco esotico!

 

Per le fritture e a crudo

In cucina l’olio di cocco trova molteplici impieghi, sia a livello industriale quanto in ambito casalingo. Viene spesso impiegato nell’industria dolciaria – e non solo – in sostituzione del burro e della margarina, oppure come alternativa salutare ad altri oli vegetali dannosi per la salute, come l’olio di palma o di colza. Si presenta, in genere, in forma solida e, per ottenere un condimento liquido, basta lasciarlo a bagnomaria o nel microonde fino a quando non avrà riacquistato una consistenza densa e corposa.

Il miglior olio di cocco per le preparazioni culinarie è quello extravergine bio, soprattutto quando lo si vuole impiegare per le fritture, data la sua ottima resa a temperature elevate.

Si può usare per saltare in padella carne, pesce e verdure, quindi anche quando non si tratta di frittura vera e propria, l’olio di cocco si dimostra un perfetto alleato in cucina.

Pur riuscendo a sopportare bene le temperature elevate, molti nutrizionisti consigliano di utilizzarlo a crudo, in modo che con il calore non vadano perse tutte le sostanze nutritive contenute. Come condimento, è possibile emulsionarlo con del succo di limone, erbe aromatiche e spezie, così da realizzare una sfiziosa vinaigrette per condire ogni genere di alimento o da spalmare su una fetta di pane tostato.

 

 

Dolci e prodotti da forno

Restando sempre in ambito culinario, l’olio di cocco si presta anche per la preparazione di dolci e prodotti da forno. Dato che l’estratto ha un sapore già abbastanza dolce, si potrà ridurre anche il quantitativo di zucchero da aggiungere al composto, ottimo per chi segue una dieta con basso indice glicemico.

È molto apprezzato dalle popolazioni dei paesi tropicali e del Sud America soprattutto per la realizzazione di paste sfoglie e frolle, ma proprio come il burro e la margarina, va usato rigorosamente freddo o al massimo a temperatura ambiente. La pasta frolla si prepara aggiungendo alla farina, al lievito e allo zucchero, precedentemente mescolati, l’olio di cocco e il latte a filo, impastando il tutto con l’aiuto di una planetaria o di uno sbattitore elettrico. Una volta ottenuto un composto liscio e compatto lo si dovrà avvolgere in una pellicola e lasciar riposare in frigorifero per circa un’ora.

Trascorso il tempo necessario, potrete utilizzare la pasta per realizzare crostate, biscotti e sformati di ogni tipo, dando libero sfogo al vostro estro culinario.

Essendo un ottimo sostituto del burro e di altri grassi vegetali, potete adoperarlo per qualsiasi tipo di ricetta dolce o salata, ad esempio per addensare i biscotti secchi sbriciolati per preparare la base di una cheescake, così da renderla più leggera e salutare.

 

Una sferzata di energia per chi pratica sport

L’olio che si estrae dalla polpa del cocco è molto calorico, ma ha anche uno spiccato potere saziante ed è capace di accelerare il metabolismo, due caratteristiche che lo rendono ideale per chi desidera tenere sotto controllo il peso corporeo e per chi pratica sport. Prima degli allenamenti, molti sportivi sono soliti preparare deliziosi frullati con l’olio di cocco, che viene spesso utilizzato al posto dello zucchero per dolcificare i preparati e renderli più nutrienti e salutari. Nonostante sia un alimento molto grasso, è in grado di dare una sferzata di energia all’organismo e di accelerare il metabolismo corporeo in modo da facilitare l’eliminazione delle calorie in eccesso.

Per godere delle sue innumerevoli proprietà nutritive è possibile aggiungerne un cucchiaio, sempre in sostituzione dello zucchero, a tisane, tè e cioccolate calde, e se vi piacciono i pop corn potete glassarli con del burro di cocco fuso. Ecco una ricetta per preparare uno spuntino facile e veloce prima di andare in palestra: tagliate una mela – o altra frutta di stagione – a fette sottili dallo spessore di circa un centimetro; disponetele su un piatto e aggiungete delle mandorle tritate e condite il tutto con due cucchiai di olio di cocco fuso precedentemente emulsionato con della cannella; quindi trasferite il tutto in freezer per circa due ore prima di gustare il vostro delizioso spuntino dal gusto esotico.

 

Cosmetici fai-da-te con l’olio di cocco

Se amate i prodotti naturali e i trattamenti fatti in casa, troverete nell’olio di cocco un prezioso alleato per la cura del corpo e dei capelli. Potete, infatti, preparare scrub, maschere, creme e lozioni da applicare sulla pelle per renderla morbida e setosa.

Un primo rimedio home made che possiamo realizzare con l’olio di cocco è una lozione esfoliante per il corpo: in un contenitore pulito unite mezzo bicchiere di olio di cocco puro a un cucchiaio di zucchero di canna, tre di olio di mandorle, uno di sale fino e qualche goccia (cinque al massimo) del vostro olio essenziale preferito. Una volta mescolati tutti gli ingredienti, lasciate riposare il composto in un luogo fresco e asciutto. A questo punto potete applicare lo scrub sul corpo prima della doccia.

Unendo poi l’olio ad acqua e un po’ di succo di limone si potrà preparare una crema idratante che saprà prendersi cura delle zone del viso maggiormente soggette a rughe e inestetismi, soprattutto in caso di pelle secca e delicata; mentre mescolando un litro di acqua, due cucchiai di olio di cocco e due gocce di olio essenziale di tea tree si otterrà un ottimo tonico struccante.

 

 

Per i capelli e per i denti

Pensavate fosse finita qui? E, invece, c’è dell’altro. In virtù delle sue proprietà emollienti e idratanti, l’olio di cocco è ideale anche per la cura dei capelli spenti e fragili. Potete adoperarlo come rimedio naturale per le doppie punte, applicandone qualche goccia sulle estremità dei capelli, oppure per eliminare l’antiestetico effetto crespo durante la messa in piega. In alternativa, potete anche usarlo come maschera nutriente dopo lo shampoo per rendere la chioma sana e splendente, specialmente durante il periodo estivo dopo un’esposizione prolungata ai raggi UV.

Sapevate che l’olio di cocco (ecco i migliori modelli) aiuta anche a sbiancare i denti? Ebbene sì, con questo portentoso estratto naturale si può realizzare un ottimo dentifricio sbiancante. Anche in questo caso la preparazione è piuttosto semplice: è sufficiente mescolare olio di cocco e bicarbonato in parti uguali fino a ottenere una crema simile alla tradizionale pasta dentifricia, e per avere un effetto purificante e rinfrescante basterà aggiungere dieci gocce di olio essenziale di menta piperita.