Ultimo aggiornamento: 09.07.20

 

Una serie di suggerimenti e consigli per tenere a bada i capelli senza rovinarli

 

Lavare i capelli è un gesto di bellezza che non deve assolutamente mancare nella nostra routine quotidiana: avere una chioma pulita e in ordine è fondamentale per prendersi cura di sé e sentirsi a proprio agio in ogni situazione, d’altronde stiamo pur sempre parlando di una vera e propria arma di seduzione femminile.

Se il vostro obiettivo è quello di avere una chioma forte e splendente, con risultati sempre all’altezza delle aspettative, dovete impegnarvi e cominciare ad abbandonare quelle cattive abitudini che alla lunga possono comprometterne la salute e la bellezza. 

Come? Se non avete tempo e denaro da spendere dal parrucchiere, potete fare tesoro dei nostri consigli, che vi insegneranno come prendervi cura dei vostri capelli con il buon vecchio fai da te e ottenere uno styling impeccabile.

 

Ogni quanto lavare i capelli

Una volta alla settimana? A giorni alterni? Tutti i giorni? Sembra assurdo, eppure un gesto così semplice e scontato come il lavaggio dei capelli può incidere molto sul loro stato di salute, e quando si tratta di capire quante volte lavarli, molte persone rimangono nel dubbio e decidono, pertanto, di fare di testa propria.

Certo, potremmo effettuare delle ricerche sul web per trovare la risposta, ma visto che dermatologi e hair stylist spesso dispensano pareri differenti e contrastanti, rischiamo solo di uscirne ancora più confuse. C’è chi sostiene che i capelli vadano lavati a giorni alterni per impedire che l’accumulo di sebo indebolisca la fibra capillare; chi, invece, afferma che un lavaggio troppo frequente, al contrario, stimoli la produzione di sebo; e chi, infine, assicura che la soluzione migliore sia quella di fare lo shampoo tre volte a settimana.

 

 

Come è facile dedurre, non esiste una risposta univoca che vada bene per tutte, perché molto dipende dal proprio stile di vita, dalle abitudini alimentari e, non ultima, dalla tipologia di capello. Le variabili che entrano in gioco sono tante, ma con qualche piccola accortezza possiamo tranquillamente capire qual è la frequenza ideale in base alle nostre esigenze e cosa fare per mantenere la chioma in perfetta salute.

Iniziamo subito col dire che lavare i capelli tutti giorni non è sinonimo di una maggiore pulizia, ma al contrario rischia di indebolire il fusto capillare e rendere la capigliatura più spenta e piatta. La cadenza dovrebbe essere, in genere, di due volte a settimana, tuttavia ci sono anche casi in cui, per motivi estetici, bisogna fare lo shampoo con maggiore frequenza, per esempio se si ha un cuoio capelluto particolarmente grasso o si fa sport quotidianamente.

Ma non è solo una questione di tempi, bisogna anche utilizzare i prodotti giusti. Quando applichiamo lo shampoo, infatti, non ci stiamo solo prendendo cura della nostra capigliatura, ma stiamo anche sensibilizzando la cute e stressando i capelli.

È fondamentale, quindi, evitare cosmetici troppo aggressivi, che sicuramente non sono adatti per nessun tipo di capello. Non dimenticate, poi, che lavare i capelli tutti i giorni vuol dire anche asciugarli tutti i giorni, sottoponendoli di conseguenza ai continui shock termici causati da phon, piastre e altri dispositivi per lo styling. Un buon punto di partenza è ridurre l’uso di cosmetici da applicare prima e dopo il brushing e individuate il giusto “mix” di prodotti per provvedere alla propria hair care quotidiana senza stressare la chioma più del dovuto.

 

Cosa fare quando non abbiamo il tempo di lavare i capelli?

Sarà sicuramente capitato anche a voi di essere tremendamente in ritardo e accorgervi che i vostri capelli necessitano di una rinfrescata. Se non avete tempo per uno shampoo completo, potete fare affidamento su alcune soluzioni “last minute” che vi permetteranno di averli puliti e lucenti in un batter d’occhio e senza l’utilizzo di acqua e phon.

Se la vostra piega necessita di un intervento dell’ultimo minuto potete ricorrere a uno degli shampoo secchi più venduti (ecco i migliori modelli) e apprezzati dalle donne che sono sempre di fretta ma che non vogliono rinunciare a un brushing sempre perfetto e impeccabile. Ideale quando non si ha a disposizione l’acqua per poter lavare i capelli in modo tradizionale, ma anche per renderli più voluminosi, si propone di eliminare il sebo e le impurità dalla chioma semplicemente spazzolandola.

Tuttavia, ci preme precisare che per quanto il cosmetico si dimostri pratico e utile in caso di emergenza, non deve mai sostituire lo shampoo vero e proprio, quindi è sempre meglio non utilizzarlo in maniera troppo frequente, ma solo in caso di effettiva necessità.

 

 

Come tenere a bada i capelli prima e dopo lo shampoo

Quello dei capelli che si elettrizzano dopo lo shampoo è un problema che angoscia molte donne, ma con qualche piccolo escamotage si può facilmente risolvere.

Per ovviare al tanto temuto effetto frizz, per fortuna ci sono alcuni piccoli espedienti, naturali e non, che si propongono di mantenere la chioma perfettamente in piega anche dopo qualche giorno dal lavaggio.

Il nostro primo consiglio riguarda proprio il momento dello shampoo: se i capelli tendono a diventare grassi e unti con la stessa rapidità con cui vi cambiate le scarpe, è chiaro che sarà necessario un lavaggio più frequente, ma visto che abbiamo già avuto modo di sottolineare che questa non è mai una buona abitudine, almeno si può cercare di limitare i danni scegliendo un prodotto specifico per questa problematica. 

Non solo, se i vostri capelli diventano crespi ed elettrizzati subito dopo lo shampoo, questo è un chiaro segnale che i cosmetici utilizzati non sono quelli giusti, quindi è bene correre tempestivamente ai ripari acquistando uno shampoo a Ph neutro che agevoli l’equilibrio del cuoio capelluto.

Oltre a riservare particolare attenzione ai cosmetici da usare, è possibile dire addio all’incubo dei capelli spenti e sfibrati con alcuni rimedi naturali efficaci tanto quanto i costosi trattamenti beauty messi a punto nel settore dell’hair care.

Per esempio, potete realizzare una maschera idratante mescolando il tuorlo di un uovo a un cucchiaio di olio puro di mandorle dolci e un cucchiaino di miele; una volta amalgamato il tutto, lasciate il composto in posa per 10 minuti circa prima di procedere con il lavaggio tradizionale. Un altro valido espediente è quello di fare un impacco con dell’olio di jojoba o di cocco, due sostanze naturali capaci di nutrire e riparare la fibra capillare.

Ricordate, infine, che i capelli non vanno mai spazzolati in modo energico e se volete mantenere la piega più a lungo potete anche adottare alcuni accorgimenti durante la notte, come legare i capelli in una treccia o utilizzare una federa di seta per ridurre l’elettricità statica che si forma con lo sfregamento contro il cuscino.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments