Ultimo aggiornamento: 16.10.19

 

Date un’occhiata a questi pratici consigli, per evitare di rovinare le vostra ciglia naturali e di mantenere al meglio quelle finte. 

 

Le ciglia finte sono un accessorio amatissimo e presente in diverse varianti: quelle classiche si applicano con la colla e si possono riutilizzare più volte, anche senza dover ricorrere all’ausilio dell’estetista. Sono la soluzione perfetta per chi ha intenzione di spendere poco senza rinunciare a uno sguardo intenso e poco make up. Ci sono però delle considerazioni da fare per garantire il massimo risultato: in questa guida ci occupiamo di tutti quegli errori da evitare per assicurarsi un’applicazione al bacio.

 

Non si tagliano 

Le ciglia finte, che si applicano con la colla, sono solitamente caratterizzate da lunghezze e forme diverse, in modo tale da poter scegliere il modello adatto al proprio occhio. 

Molto dipende dal tipo di risultato che si intende ottenere: chi desidera un effetto naturale opterà per un modello classico, mentre chi ama le ciglia molto lunghe, per ingrandire l’occhio, sceglierà le altre tipologie. Ce ne sono moltissime, ma la cosa importante è iniziare partendo dalla selezione del modello adatto per la forma del proprio occhio. 

Se è la prima volta che le acquistate e non sapete quale tipologia sia meglio per voi, il nostro consiglio è quello di optare per almeno due diverse. Ricordate che l’occhio deve essere ben coperto dalle ciglia, proprio nello stesso modo di quelle naturali per evitare un effetto “fake”. 

Un errore da non fare è quello di tagliarle in lunghezza o in larghezza dopo averle indossate, perché rischiate di eliminare anche le vostre naturali e compromettere il loro aspetto. 

 

 

Colla di qualità e la giusta quantità

Un altro errore da non fare è quello di usare una colla di scarsa qualità che non garantisce lunga tenuta alle ciglia finte e soprattutto rischia di irritare l’occhio. Prima di ogni utilizzo è meglio agitarla con cura per farla scaldare e favorire così l’attacco a quelle vere. È meglio metterne poca piuttosto che troppa, in modo tale da non rischiare di farla colare negli occhi.

All’interno della confezione trovate un piccolo strumento che ha il compito di aiutarvi in questo, così da non correre rischi per la vista. Non tutti i tipi di colla solo uguali: la differenza principale consiste nel loro tempo di asciugatura.

Le migliori sono quelle ad asciugatura rapida, che non necessitano di attesa per l’applicazione, tuttavia sono anche quelle più difficili da usare, soprattutto se non avete dimestichezza con questo genere di accessori. 

 

Prima e dopo l’applicazione 

È giunto il momento di applicare le ciglia finte: un altro prezioso accorgimento per garantire il massimo risultato, è quello di attaccarle seguendo la lunghezza dell’occhio senza arrivare fino in fondo. 

L’ideale sarebbe lasciare almeno 5 mm di spazio e posizionarle all’inizio del condotto lacrimale. Per prendere le misure basta poggiare le ciglia finte sull’occhio prima di applicarle con la colla, in modo da non commettere errori quando è troppo tardi.

Dopo averle collocate al loro posto, è meglio evitare di stendere prodotti oleosi sul viso, optando per detergenti più delicati e cercando di stare lontane dagli occhi, così da prolungare la loro vita. 

Con le ciglia finte non è necessario mettere il mascara, a meno che non desideriate un effetto più intenso e a patto che non sia un waterproof. 

 

Rimuoverle senza tirare 

L’errore che si commette spesso è quello di tirare le ciglia finte, con la speranza che quelle naturali non vengano via con loro. Ecco, questa è la cosa più sbagliata che si possa fare. Ci sono diversi metodi per rimuoverle: la soluzione più semplice è quella di acquistare prodotti realizzati appositamente per questo scopo. 

Li potete trovare online o avere maggiori informazioni dalla vostra estetista di fiducia, che vi saprà indirizzare sui marchi migliori. Se volete fare da sole, potete provare il metodo del vapore emanato da un pentolino con acqua calda: basta lasciare il viso all’interno di un asciugamano e al di sopra del pentolino, come si fa con i fumenti, e il gioco è fatto. 

Un altro metodo fai da te consiste nell’utilizzare l’olio d’oliva con un batuffolo di cotone: basta passarlo sulle ciglia per far sciogliere la colla e facilitare la rimozione. Sono i metodi più utilizzati e i migliori per evitare di rovinare le proprie ciglia naturali. 

 

 

L’importanza della manutenzione 

Infine, ci occupiamo della conservazione delle ciglia finte, studiate per essere riutilizzate, per cui è essenziale tenerle nel modo corretto. Dopo averle tolte è fondamentale rimuovere tutti gli eventuali residui di colla presenti e lasciarle pronte per la nuova applicazione. 

Se non vengono pulite come si deve, saranno molto difficili, se non impossibili, da mettere. La corretta manutenzione è necessaria per avere delle ottime ciglia finte: si tratta di una routine semplice che non richiede molto sforzo o l’acquisto di prodotti costosi, ma è molto importante per mantenerle nel miglior modo più a lungo possibile. 

Inoltre, il nostro consiglio è quello di trovare un posto dove collocarle, in modo da evitare che possano prendere polvere. In linea di massima è quasi sempre possibile utilizzare la confezione di vendita, ma se non fosse così vanno benissimo le scatolette dei gioielli ad esempio. 

L’applicazione e la rimozione delle ciglia finte, soprattutto agli inizi, potrebbe richiedere un po’ di tempo, ma non temete, perché è sempre questione di pratica e già a partire dalla seconda applicazione tutto risulterà più semplice.