Ultimo aggiornamento: 14.12.19

 

Avere un viso giovane, morbido, elastico e luminoso non è più solo un sogno! Con una corretta idratazione, tra acqua e cosmetici, si possono ottenere grandi risultati.

 

Per avere una pelle sempre liscia, morbida e giovane esiste un’abitudine che non deve assolutamente mancare nella propria routine di bellezza quotidiana: l’idratazione epidermica. Il benessere della nostra pelle scaturisce, infatti, dal nutrimento che le si fornisce tramite il giusto apporto d’acqua, una dieta equilibrata ricca di frutta e verdura, e l’uso dei cosmetici giusti.

A tal proposito, è fondamentale individuare la formula idratante più adatta alla tipologia della propria pelle e imparare a utilizzarla in modo corretto e costante, così da avere un viso morbido, liscio e giovane a lungo.

 

Preservare l’idratazione cutanea a ogni età

Il sogno di ogni donna è quello di avere un viso setoso e perfettamente idratato, soprattutto se si ha la sfortuna di avere una pelle particolarmente secca o soggetta a desquamazione.

Tra i venti e i trent’anni l’utilizzo di antiossidanti come retinolo, coenzima Q10 e licopene a scopo preventivo deve essere associato ai tradizionali cosmetici idratanti, in modo da impedire il progressivo inaridimento della pelle; mentre a partire dai quarant’anni, ossia quando la naturale produzione da parte dell’organismo di collagene ed elastina inizia a diminuire drasticamente, è consigliabile ricorrere a specifici prodotti anti-age, poiché in questa fase della vita i tessuti epiteliali cominciano a perdere tono e consistenza, con la conseguente comparsa di rughe e altri antiestetici inestetismi.

In ogni caso, già verso i venticinque anni è importante modificare la propria beauty routine introducendo creme e sieri ad azione idratante. È l’età in cui la pelle del viso è al massimo del suo splendore, ma è anche il periodo in cui comincia inesorabilmente il suo declino: la produzione di sebo tende a calare, così come la sua capacità di trattenere le particelle d’acqua, e rallenta progressivamente anche il normale ricambio cellulare.

Ma non fatevi prendere dal panico, perché non stiamo insinuando che a venticinque anni il viso è già irrimediabilmente invecchiato, anzi quelli appena delineati sono normalissimi processi fisiologici ancora impercettibili a quell’età. Ecco perché è proprio questo il momento migliore per intraprendere un’azione preventiva contro la secchezza e l’invecchiamento cutaneo. Come? Con una buona idratazione quotidiana naturalmente!

Applicare con costanza una crema viso idratante o un buon acido ialuronico garantisce alla pelle tutte le sostanze di cui ha bisogno per apparire al top, così da contrastare l’azione dannosa degli agenti esterni e di qualsiasi altro elemento minacci di seccarla o rovinarla.

 

 

Prima di tutto una corretta alimentazione

Come si evince dal titolo, non v’è dubbio alcuno che il proprio stile di vita, e in particolare le abitudini alimentari, può influenzare non solo il benessere del nostro organismo ma anche quello della pelle. Ludwig Feuerbach diceva “Noi siamo quello che mangiamo” e in effetti il pensiero del filosofo rispecchia appieno la realtà. Per ottenere una pelle sempre giovane, compatta e idratata è importante seguire un’alimentazione equilibrata che apporti all’organismo la giusta quantità di lipidi e acqua, altrimenti è chiaro che il tegumento, in quanto organo più esteso del nostro corpo, tenderà a diventare più fragile e quindi secco.

È fondamentale, dunque, bere molti liquidi e introdurre nella propria dieta alimenti ricchi di acqua, un’abitudine che non solo si propone di garantire benessere alla pelle, ma anche di diminuire il rischio di malattie e cali di energia. Per mantenere la cute fresca e idratata bisognerebbe bere da uno a due litri d’acqua al giorno, e non sarebbe male prepararsi di tanto in tanto una buona tazza di tè verde o altri infusi a effetto disintossicante. In questo modo, si elimineranno anche tutte le tossine in eccesso e si potrà purificare l’organismo.

Altre sostanze che non dovrebbero mai mancare nel proprio regime alimentare sono: le vitamine del gruppo B, che incentivano le reazioni metaboliche del corpo volte alla produzione delle fibre di collagene ed elastina; la vitamina C, che grazie alle sue numerose proprietà antiossidanti aiuta a minimizzare la proliferazione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare; e acidi grassi essenziali, quali Omega 3 e 6, in genere contenuti negli oli vegetali (di oliva, soia, girasole, noci, ecc.), nel pesce (acciughe, salmone e tonno), e nella frutta secca.

 

Cosa rende la pelle idratata

Più passa il tempo più la pelle del viso tende a perdere consistenza e la sua naturale capacità di trattenere l’umidità, e non appena entra in riserva d’acqua, comincia a diventare opaca, arida e anche più sensibile. Per prevenire il problema, bisognerebbe mantenere un livello ottimale di idratazione cutanea applicando in modo costante un buon cosmetico idratante.

L’acqua, in effetti, è un elemento fondamentale per il benessere della pelle e ha il compito cruciale di garantirle una condizione di perfetta funzionalità e di migliorarne l’aspetto generale. A giocare un ruolo chiave è anche l’acido ialuronico (controllare qui la lista delle migliori offerte) che, agendo in profondità, riesce ad assorbire e trattenere le particelle d’acqua, mentre le acquaporine (particolari proteine che le conducono verso gli strati più superficiali della cute) contribuiscono a mantenere inalterato l’equilibrio idrico della pelle. Questi meccanismi metabolici, però, risultano efficaci solo se il film idrolipidico cutaneo è integro e compatto, cosa che si può ottenere con l’applicazione regolare di un idratante appropriato. 

 

 

Come idratare la pelle del viso

Per idratare la pelle a fondo sicuramente utilizzare in maniera costante una crema viso di qualità è un buon punto di partenza. Prima di iniziare il trattamento, però, è bene procedere per gradi e iniziare innanzitutto da una corretta pulizia del viso. Una volta pulito e deterso le zone di interesse con un tonico o un latte detergente, si può applicare una crema o un siero a base di sostanze che ricompattano la cute, come nel caso della glucosamina, dei ceramidi e del retinolo. Insomma, cosmetici idratanti sì, ma solo quelli ad azione mirata!

Per garantirsi il massimo dell’idratazione si possono utilizzare anche cosmetici a base di oli vegetali, come quelli di argan e di jojoba, e se volete ottenere un trattamento ancora più intensivo, potete anche applicare una o due volte a settimana una maschera viso ricca di vitamine A ed E, che agendo in sinergia riparano le strutture cellulari danneggiate dai raggi UV e dall’inquinamento atmosferico, oltre a correggere i segni dell’invecchiamento cutaneo.

A proposito di raggi UV, un ulteriore accorgimento per preservare l’idratazione della pelle facciale è quello di utilizzare a una crema viso con filtri solari, in modo che la cute sia sempre protetta dagli effetti dannosi del photoaging.

Infine, ricordate che è sempre preferibile applicare al mattino una crema che apporti idratazione ai tessuti cutanei, mentre prima di andare a dormire un cosmetico specifico per la notte, così da aiutare i tessuti epiteliali ad autorigenerarsi naturalmente durante il riposo.