Ultimo aggiornamento: 02.06.20

 

Una volta superata la soglia degli “anta” l’epidermide necessita di qualche accortezza in più per rallentare il decadimento cutaneo. In questo post vi daremo qualche utile consiglio per realizzare un trucco impeccabile a prova di età.

 

Che le rughe abbiano appena iniziato a fare capolino o siano già marcate, non fa differenza, ciò che conta davvero a qualsiasi età è dedicare alla skin care quotidiana la dovuta attenzione.

Si comincia da una corretta detersione del viso e si prosegue con l’idratazione, due step assolutamente fondamentali per poter realizzare un make up impeccabile, capace di nascondere quei fastidiosi inestetismi cutanei che minano la bellezza e la luminosità dell’incarnato.

Più si va avanti con gli anni e più la pelle tende a diventare secca e spenta, per cui dopo l’idratazione è consigliabile applicare un fondotinta dalla consistenza cremosa e leggera, in modo da ottenere un risultato soddisfacente senza appesantire troppo il derma.

Sebbene la bellezza non abbia età, ci sono piccoli accorgimenti che è bene adottare durante l’applicazione del trucco per valorizzare la pelle matura e renderla più tonica e uniforme. Proprio per questo, abbiamo deciso di dedicare il seguente articolo all’utilizzo del make up dopo i cinquant’anni, con una serie di consigli, segreti ed errori da evitare.

Questione di idratazione

Per realizzare un trucco impeccabile a prova di età, prima di tutto bisogna cominciare dalle basi, ovvero da una corretta skin care che preveda l’utilizzo di prodotti specifici per la detersione e l’idratazione.

Tonici e detergenti, quindi, andranno scelti con cura tenendo conto delle proprie esigenze cutanee. Ovviamente, i cosmetici che si utilizzavano a vent’anni non andranno più bene e bisognerà, pertanto, scegliere un prodotto che, oltre a rispettare il delicato equilibrio epidermico, sia in grado di nutrire e preparare adeguatamente la pelle ai trattamenti di bellezza successivi.

A prescindere dall’età, idratare il viso prima dell’applicazione del trucco è sempre necessario, ma dopo i cinquant’anni è bene prestare maggiore attenzione a questo passaggio, utilizzando i prodotti giusti.

Dopo aver deterso la pelle con cura, è consigliabile applicare un buon siero anti-age a base di acido ialuronico e retinolo, magari con l’aggiunta di vitamine antiossidanti che si propongano di rallentare l’azione dannosa dei radicali liberi.

Per quanto riguarda invece la zona perioculare, che è la più sensibile e delicata del volto, è necessario utilizzare un contorno occhi efficace su borse, occhiaie e zampe di gallina, possibilmente formulato a base di ingredienti naturali senza aggiunta di sostanze chimiche aggressive, come parabeni e conservanti.

Una volta terminata la beauty routine quotidiana si può passare al make up, che ci accompagnerà ogni giorno attraverso i giusti equilibri, colori e nuance per renderci ancora più sicure della nostra bellezza. 

 

Il fondotinta

Se la pelle del viso non ha grossi problemi di acne o couperose, ma presenta comunque un colorito spento e ingrigito, sarebbe opportuno evitare i fondotinta troppo coprenti, che rischiano solo di mettere in evidenza eventuali rughe e segni d’espressione.

Per donare luminosità al volto, le tonalità da preferire sono quelle calde del rosa e del pesca, quindi al bando i colori troppo scuri o aranciati. Per quanto riguarda, invece, la texture, vi consigliamo di scegliere un prodotto dalla consistenza fluida, in modo da apportare nutrimento alla pelle ed evitare di appesantirla.

Lo stesso discorso vale per il correttore, che non deve essere troppo pesante e pastoso per non rischiare di mettere in risalto le piccole imperfezioni del contorno occhi. I cosmetici migliori per chi ha una pelle matura sono quelli dalla formula leggera e idratante, poiché capaci di uniformare l’incarnato con un effetto assolutamente naturale.

Non dimenticate, infine, di terminare il lavoro con una leggera pennellata di blush illuminante sulle guance, utile anche per fissare il trucco applicato e far sì che duri più a lungo.

 

Sguardo da “cerbiatta” anche a cinquant’anni

Se c’è una regola valida sia per le donne in età matura sia per le adolescenti è quella di esaltare lo sguardo con ombretti e mascara. Sugli occhi andrebbe applicato un trucco adatto alle caratteristiche cutanee della zona: se le palpebre appaiono abbastanza distese e non sono presenti rughe o occhiaie particolarmente evidenti, si potranno utilizzare anche tonalità accese o comunque scure, purché ben sfumate per donare maggiore uniformità allo sguardo.

In caso contrario, sarebbe meglio virare verso nuance più neutre o su ombretti dalle formule non troppo pigmentate, da sfumare sulla palpebra mobile superiore procedendo dall’interno verso l’esterno.

Se la pelle della zona non è perfettamente distesa bisognerebbe evitare anche l’eye-liner, la cui linea potrebbe apparire storta e poco uniforme. In alternativa, si può utilizzare un ombretto del proprio colore preferito per definire e donare spessore all’attaccatura delle ciglia, che con l’avanzare dell’età tende a diventare irregolare.

Altri due splendidi alleati per dimostrare qualche anno in meno sono il piegaciglia e il mascara. Infine, per completare il trucco occhi, si può applicare una matita chiara sulla rima ciliare interna, soprattutto se lo sguardo appare stanco e appesantito.

 

Occhio alle sopracciglia

Un errore molto comune tra le donne mature? Quello di volumizzare eccessivamente la linea delle sopracciglia, creando un effetto “tattoo” abbastanza innaturale e artefatto. Vero è che con il passare degli anni l’arcata sopracciliare tende a perdere forma e spessore, ma questo non significa che bisogna rinfoltirla in modo eccessivo.

Il nostro consiglio è, quindi, di ridisegnare l’arco con la massima delicatezza servendosi di una matita specifica per sopracciglia, ovviamente dello stesso colore dei fusti, oppure di una tinta apposita, molto indicata soprattutto per riempire le zone vuote.

Sì alle labbra voluminose

Con il passare del tempo, anche le labbra tendono a diventare sottili e irregolari. Oltre ad applicare regolarmente un buon burrocacao per renderle morbide e idratate, un altro ottimo espediente per rimpolparle è l’utilizzo di un primer, utile anche per facilitare la successiva stesura del rossetto e fare in modo che duri più a lungo.

Per donare volume e definizione al contorno labbra, si può utilizzare una matita dello stesso colore del gloss, prestando attenzione, però, a non tracciare una linea troppo marcata e netta.

Infine, in merito alla tonalità del rossetto, potrete sbizzarrirvi con il colore che più vi piace senza timore di apparire delle teenager: dal rosa al fucsia, dal rosso rubino alle tonalità estive del pesca e dell’arancio, nessun colore risulterà eccessivo se indossato con la dovuta nonchalance.

Sulle labbra delle più agé l’ideale potrebbe essere anche l’applicazione di un gloss, poiché dona un colore intenso con un accattivante effetto volumizzante. Infine, ricordate che un make up eccessivo non va bene a nessuna età, altrimenti si rischia di apparire troppo volgari se non addirittura caricaturali.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments