Ultimo aggiornamento: 16.10.19

 

Come si applicano, quanto durano e come prendersene cura così da avere uno sguardo capace di lasciare il segno

 

Tutte le donne sognano di avere ciglia più belle, folte e voluminose fin dal mattino senza dover ricorrere necessariamente a mascara ed eyeliner. Il trend del momento per sfoggiare uno sguardo ammaliante e occhi più sensuali sono le exstension, una vera rivoluzione in campo cosmetico che, grazie alle nuove tecnologie, vede l’impiego di materiali sempre più biocompatibili per creare uno straordinario look dall’effetto wow.

Hanno il grande pregio di riprodurre la struttura naturale della rima ciliare, ma in più donano maggiore spessore e curvatura partendo da una base più larga che si va man mano stringendo in punta fino a scomparire. Oltre alla durata e a un risultato assolutamente naturale, un altro grande pregio delle extension lo si ritrova nella loro particolare funzione correttiva, poiché sono in grado di definire e regolarizzare il taglio innato degli occhi.

Inoltre, ne esistono di diversi colori, lunghezze e spessori, e questo consente di scegliere il trattamento più adatto alle caratteristiche dei propri lineamenti e di personalizzare l’applicazione in base alle esigenze. Ogni occhio, infatti, ha delle qualità da valorizzare e piccoli difetti da correggere, quindi non è detto che la stessa tecnica vada bene per tutte.

Nel tentativo di risolvere ogni vostro possibile dubbio al riguardo, abbiamo dedicato questo piccolo vademecum ai diversi trattamenti allunganti per le ciglia, soffermandoci in particolare su come si applicano le extension, quanto durano e come prendersene cura.

 

Materiali e tipologie

L’estensione delle ciglia è un particolare trattamento di ispessimento e allungamento realizzato mediante l’applicazione di eyelashes finte attraverso una particolare colla oftalmologicamente testata e sicura che non compromette in alcun modo la zona interessata.

In genere, per la loro realizzazione vengono utilizzati materiali sintetici, ma le extension ciglia più vendute, sebbene molto costose, restano quelle costruite con speciali fibre in seta o visone, due materiali assolutamente anallergici e dermocompatibili che concedono una maggiore durata e un risultato assolutamente naturale, quindi una volta applicate sarà difficile che qualcuno si accorga della loro presenza!

In base al prodotto scelto si potrà creare un look naturale, glamour o stravagante, aggiungendo una determinata lunghezza e un particolare effetto alle proprie ciglia. A tal proposito, le extension possono avere una specifica curvatura che viene contrassegnata in genere con le lettere J, B, C e D: le J-Curl sono molto simili alle nostre ciglia e vengono utilizzate per creare un effetto assolutamente naturale, poiché presentano una curva abbastanza lieve che le rendono adatte per chi vuole semplicemente infoltire la rima ciliare senza allungare eccessivamente il pelo; le B-Curl, invece, hanno una curvatura media e vengono in genere consigliate a coloro che hanno ciglia dritte o irregolari. 

Le donne che, invece, vogliono avere uno sguardo da “cerbiatta” possono optare per le versioni C o D Curl, laddove le prime presentano una curvatura molto accentuata per donare uno straordinario effetto allungante, e le seconde una ancora più estrema, volta ad aprire al massimo lo sguardo, con un risultato più stravagante ed eccentrico.

 

 

Le tecniche

Oltre a scegliere il tipo di extension più adatto alla conformazione dei propri occhi, bisogna prestare attenzione anche alla tecnica di applicazione. La più utilizzata è la “one to one” che, come il termine stesso suggerisce, consiste nell’applicare su ogni ciglia una fibra artificiale più lunga e incurvata. In questo modo, si otterrà un risultato molto naturale e quasi impercettibile, ragion per cui risulta particolarmente indicata per quante non necessitano di infoltimento ma solo di allungamento.

In caso di ciglia sottili e rade si consiglia, invece, la tecnica 3D che prevede l’adesione sulla rima ciliare di piccoli ciuffetti sottili in fibra leggerissima, che si propongono di donare non solo lunghezza ma anche spessore. A tal proposito, se l’intenzione è quella di ottenere maggiore volume si possono preferire altri livelli di tridimensionalità, dal 3D fino al 9D.

Se non sapete quale scegliere, potete rivolgervi a un eyelash designer specializzato che saprà guidarvi nella scelta del trattamento più adatto alle vostre necessità e al vostro stile di vita: in questo modo le extension dureranno più a lungo e vi permetteranno di svolgere le vostre attività quotidiane senza avvertire alcun fastidio.

 

Applicazione e durata

Per l’estensione delle ciglia esistono, dunque, diversi trattamenti tra cui scegliere ma tutti hanno una durata complessiva di circa due ore, durante le quali il professionista si occuperà di applicare le eyelashes o i ciuffetti sulla rima ciliare superiore servendosi della tecnica designata.

Durante la seduta, le ciglia dell’arcata inferiore verranno debitamente preservate da eventuali eccedenze di colla con un patch, mentre su quelle della palpebra superiore verrà steso un primer che andrà a rimuovere ogni residuo di trucco e tutte quelle impurità che potrebbero compromettere la buona riuscita del risultato. Servendosi di particolari pinzette, l’operatore procede a incollare singolarmente le fibre tramite un’apposita colla – che ricordiamo è assolutamente dermocompatibile e sicura per la pelle – ma non prima di aver separato accuratamente le ciglia naturali con l’aiuto di un apposito pettine separa ciglia.

Per quanto riguarda la durata, con una singola applicazione l’effetto sarà visibile fino a tre/quattro settimane, sebbene la permanenza delle extension tende a variare in base alle caratteristiche della persona che si sottopone al trattamento. Questo perché, essendo incollate sulle ciglia naturali, seguiranno il normale ciclo di vita del pelo, e visto che la crescita e la caduta di quest’ultimo cambia da persona a persona è chiaro che anche la durata delle eyelashes sarà condizionata dalla fase anagen del ciclo follicolare.

Visto, poi, che in media perdiamo dalle due alle tre ciglia al giorno, dopo qualche settimana dall’ultima seduta potrebbe essere necessario un piccolo refill, nel corso del quale il professionista applicherà delle nuove extension solo dove sono cadute le precedenti, in modo da restituire uniformità alla rima ciliare.

 

 

Manutenzione e consigli

Molte donne spesso preferiscono rinunciare alle extension nell’erronea convinzione che dopo l’applicazione saranno necessarie particolari cure e manutenzioni per far sì che i risultati durino più a lungo.

In realtà, prendersi cura delle eyelashes è piuttosto semplice, basta solo adottare alcuni piccoli accorgimenti: innanzitutto, nelle prime ventiquattr’ore successive all’applicazione bisogna fare attenzione a non bagnarle ed evitare di truccare gli occhi.

Per quanto possa sembrare scontato, è fondamentale non strofinare gli occhi con forza in caso di prurito, poiché questo gesto potrebbe favorire il distacco delle ciglia finte e creare un antiestetico diradamento in alcune zone dell’arcata ciliare.

Infine, ricordate che le extension vanno sempre protette durante tutta la loro durata, per cui quando dovete struccarvi evitate di utilizzare cosmetici aggressivi a base di oli che potrebbero far perdere aderenza alla colla.