Ultimo aggiornamento: 06.04.20

 

Quali sono le migliori e come scegliere la tipologia giusta se desiderate un look nuovo e sorprendente

 

Se, fino a qualche anno fa, l’allungamento dei capelli era un trattamento molto costoso a cui potevano fare ricorso solo le celebrità, oggi tutte le donne possono avere una chioma più lunga e voluminosa.

Il principale vantaggio delle extension è quello di non dover aspettare mesi, se non addirittura anni, per passare da un taglio corto a un’acconciatura extra long in linea con gli hair trend del momento. Quindi, anche se i vostri capelli crescono molto lentamente o nel caso in cui abbiate esagerato con le forbici durante l’ultima seduta dal parrucchiere, potrete apportare volume e consistenza alla vostra capigliatura applicando delle ciocche sintetiche o naturali di qualsiasi colore e lunghezza, lisce oppure mosse.

Tuttavia, è bene precisare che le extension capelli vendute online non sono tutte uguali, poiché ogni prodotto presenta qualità e caratteristiche diverse a seconda della materia prima impiegata e della fascia di mercato in cui si colloca. Non sono poche, infatti, le donne che, dopo averle applicate sulla propria chioma, restano deluse del risultato pur avendo speso cifre astronomiche per ottenere la lunghezza e lo spessore tanto desiderati.

Pertanto, prima di lanciarvi a capofitto nell’arrembante mondo delle hair extension, investendo denaro in qualcosa che non rispecchia le vostre esigenze, date un’occhiata al nostro post per scoprire come orientarvi in questo particolare settore beauty con maggiore consapevolezza.

 

I vantaggi delle extension

L’applicazione delle extension non è una tecnica che miracolosamente fa crescere i capelli in una sola notte, ma piuttosto consiste nell’aggiungere ciocche artificiali alla propria chioma naturale.

Il vantaggio principale di questo trattamento, perché di trattamento stiamo parlando, è quello di donare volume e/o lunghezza alla capigliatura senza essere costrette ad aspettare mesi affinché i propri capelli naturali crescano. Rispetto al passato, poi, questi prodotti sono diventati di gran lunga più accessibili e sono oggi disponibili in due versioni differenti: quelli realizzati con fibre sintetiche e quelli fatti con capelli veri.

I primi, pur essendo molto simili ai capelli umani, non hanno la stessa consistenza e lucentezza, ma in compenso presentano una grande varietà di colori, si possono applicare anche in autonomia senza doversi sottoporre a delle costose sedute dal parrucchiere e risultano più economici rispetto alle extension fatte con capelli veri.

Quest’ultime, invece, pur essendo più costose, sono in grado di uniformarsi alla perfezione con la propria chioma donando un effetto assolutamente naturale, per cui sarà difficile che qualcuno noti la differenza. Inoltre, a differenza di quelle sintetiche, possono essere esposte tranquillamente al calore dei dispositivi per lo styling (phon, piastre e arricciacapelli) senza pericolo che si rovinino e, in più, sarà possibile tingerle della propria tonalità preferita per creare dei meravigliosi giochi di luce, oppure dello stesso colore dei propri capelli per garantirsi un risultato assolutamente impeccabile.

Un altro pregio delle extension è che permettono di decidere se allungare la chioma solo temporaneamente, magari in vista di un ricevimento o di una serata importante, oppure per un periodo di tempo più o meno lungo, che va in genere dai tre ai sei mesi al massimo.

A tal proposito, è bene precisare che esistono diverse tecniche che permettono di fissarle ai capelli, come la cheratina, le clip e il biadesivo, tanto per citarne alcune, ognuna delle quali presenta caratteristiche, costi ed effetti diversi. Si può, inoltre, scegliere se applicare le ciocche solo in specifiche zone della testa, magari per dare volume e movimento all’acconciatura quando si hanno i capelli molto fini, oppure su tutta la chioma per renderla più lunga e voluminosa.

 

…e gli svantaggi

E ora la domanda che tutte si pongono: le extension rovinano i capelli? In effetti, non esiste una risposta univoca a questo quesito, poiché ci sono diversi fattori da prendere in considerazione.

Innanzitutto, bisogna valutare lo spessore e la consistenza dei propri capelli, dal momento che l’applicazione delle extension su quelli troppo sottili o fragili, oltre a diventare un’operazione abbastanza complessa, rischia di compromettere l’integrità della fibra capillare e di appesantire troppo la capigliatura sottoponendola a uno stress eccessivo.

In secondo luogo, occorre considerare la tecnica di fissaggio: l’applicazione mediante clip è la più utilizzata perché pratica e veloce, tanto è vero che può essere eseguita tranquillamente tra le mura domestiche senza doversi per forza rivolgere a un professionista; mentre la cosiddetta tecnica “a caldo”, pur garantendo una maggiore durata e un effetto più uniforme, è anche quella che tende a danneggiare maggiormente i capelli. Se la colla non viene applicata in modo corretto, infatti, si rischia di rovinare irrimediabilmente non solo il capello, ma anche il cuoio capelluto.

Un altro fattore che gioca un ruolo chiave in fase di scelta è la qualità del prodotto: le extension migliori sono quelle realizzate con la tecnica Remy (di cui parleremo nel prossimo paragrafo), che oltre a risultare più belle sotto il profilo estetico, sono lavorate in modo da minimizzare il rischio che si aggroviglino in fase di lavaggio o durante la messa in piega, ma è fondamentale che il collante utilizzato in fase di fissaggio sia privo di sostanze tossiche o potenzialmente aggressive.

Infine, è sempre preferibile rivolgersi a un professionista competente che sia in grado di distinguere i casi in cui è possibile intervenire con l’allungamento e quelli in cui il trattamento potrebbe risultare rischioso, così da consigliarvi la soluzione più adatta al vostro caso.

The hairdresser does hair extensions to a young girl, a blonde in a beauty salon. Professional hair care.

Le tipologie

Come abbiamo avuto modo di vedere, le extension si differenziano sia in base al tipo di fissaggio, che può essere più o meno duraturo e con risultati lievemente diversi, sia in termini di qualità. Sotto questo aspetto, le migliori sono quelle realizzate con capelli veri e lavorate con la cosiddetta tecnica Remy: in pratica, ogni elemento inserito all’interno della ciocca segue la stessa direzione radice-punta con cui i nostri capelli crescono naturalmente. Questo significa che, dopo averle lavate e asciugate, la loro struttura rimarrà integra e potranno, pertanto, essere tinte o esposte a fonti di calore durante lo styling senza pericolo che si danneggino.

Da qui è abbastanza evidente che per garantirsi un risultato soddisfacente e duraturo, senza rischio di compromettere la salubrità della chioma, è importante accertarsi che le extension siano di buona qualità e realizzate con capelli vergini che abbiano ancora le cuticole integre.

Ciononostante, nulla vi vieta di preferire un prodotto sintetico nel caso in cui la vostra intenzione sia quella di aggiungere lunghezza e consistenza all’acconciatura solo in via occasionale. In questo caso, vi consigliamo di optare per delle extension con clip che vi permettano di cambiare look ogni volta che lo desiderate, con l’ulteriore vantaggio di poterle applicare anche da sole, per poi rimuoverle la sera prima di andare a dormire.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di