Ultimo aggiornamento: 17.11.19

 

Un dispositivo amato da tutte le donne, in grado di domare anche i capelli più ribelli: cerchiamo di capire come funziona, com’è strutturato e come utilizzarlo al meglio  

 

Per tutti i capelli, un’unica soluzione

La spazzola lisciante è uno strumento finalizzato a facilitare la messa in piega casalinga, velocizzando i tempi ed evitando che la struttura del capelli s’indebolisca o si danneggi durante l’utilizzo. Coniuga due beauty tool in uno: la piastra e la spazzola.

Rispetto ai dispositivi tradizionali, il suo potere lisciante può essere, a seconda del modello scelto, di circa cinque o dieci volte più rapido. Cioè avviene grazie ad alcuni principali fattori: il rivestimento in ceramica o in tormalina e le diverse temperature regolabili che la rendono ideale per trattare ogni tipologia di capello.

Alcune spazzole di nuova generazione sono in grado di ionizzare i capelli: la presenza di queste cariche negative li rende brillanti e visibilmente sani e mantiene lontana l’elettricità statica e l’effetto crespo.

Le spazzole sono studiate e progettate nei minimi dettagli, nulla è lasciato al caso, persino la posizione dei tasti e del display, che devono essere sempre ben visibili. Prendiamo come esempio le setole, il cuore delle spazzole liscianti: sono pensate per compiere un massaggio sulla cute, stimolando i bulbi piliferi e la micro circolazione attraverso le loro punte speciali che restano fredde. Ciò consente al capello di rigenerarsi più velocemente.

È bene specificare che esistono due tipi di setole, ciascuna con una funzione diversa: arrotondate o classiche. La differenza è nel risultato, in quanto le spazzole liscianti con le setole classiche tirano il capello, mentre quelle arrotondate sono più delicate e gentili. Diversi possono essere i materiali utilizzati per le setole, tra questi: plastica, ceramica, nylon.

Non esiste una marca di spazzola lisciante più venduta di altre, poiché la scelta resta molto soggettiva. In generale si è riscontrata una preferenza per quelle con ionizzatore, anche se queste ultime hanno un costo più alto rispetto ai modelli più basic.

Inoltre deve risultarvi maneggevole e di facile impugnatura per facilitare l’uso, dunque anche il manico si rivela essere importante quando valutate l’acquisto di questo dispositivo. Meglio se ergonomico, piuttosto morbido e dotato di cavo girevole, qualità che vi consentiranno un uso più comodo.

 

 

Prima e dopo l’utilizzo della spazzola lisciante

Come ogni routine di bellezza che si rispetti, anche la spazzola lisciante prevede una piccola preparazione prima di essere utilizzata. È buona regola lavare i capelli applicando prodotti quali uno shampoo neutro, non eccessivamente schiumogeno, e un balsamo di buona qualità, indicato per la tipologia di chioma che si sta trattando.

Fate attenzione che questi prodotti non appesantiscano i vostri capelli e risciacquate con cura, asportando perfettamente tutti i residui. Essenziale, prima dell’utilizzo della spazzola lisciante, non utilizzare alcun tipo di prodotto per lo styling, come gli spray districanti senza risciacquo oppure degli oli illuminanti, o ancora prodotti anticrespo.

Alcuni di questi prodotti vi torneranno utili solo a piega ultimata. La spazzola si usa sui capelli completamente asciutti, precedentemente districati dai nodi e ben pettinati. Ciò facilita lo scorrere delle setole dalla radice alle estremità.

È sufficiente attaccarla a una presa di corrente, così come si fa con le piastre, e grazie alle diverse impostazioni, è possibile selezionare la temperatura più indicata che viene raggiunta in pochi minuti. Per capelli spessi e molto folti, indicativamente si consiglia una temperatura fra i 210°C e i 230°C.

Per capelli normali quella consigliata è compresa fra i 210°C e i 190°C, infine, se il vostro capello è da sottile a molto sottile, selezionate una temperatura più bassa, dai 200°C ai 170°C.

Per capelli su cui è stata effettuata una permanente, la temperatura deve essere molto più bassa. Si spazzolano i capelli in modo del tutto naturale, dalla radice alle punte, facendo attenzione a non tralasciare alcuna zona, fino al raggiungimento del look desiderato, che può risultare più morbido o il liscio perfetto che desiderate da sempre.

Per ottenere quello che gli hair stylist chiamano effetto “à-plomb”,  è consigliabile suddividere i capelli in sezioni e lavorare pian piano ciocca per ciocca, facendo in modo che queste non siano né troppo grandi, né troppo spesse. Evitate però di insistere per troppo tempo sulla stessa ciocca o rischierete di indebolire il capello.

Al termine dell’utilizzo, staccare la spina e lasciare che l’apparecchio si raffreddi. Come ultimo step di questa semplicissima hair routine, si può applicare un prodotto specifico per ottimizzare lo styling e il gioco è fatto!

Si ricorda che la manutenzione di questo accessorio di bellezza è fondamentale per conservarlo al meglio e farlo durare più a lungo. Inoltre tutti i prodotti per la cura dei capelli devono essere puliti regolarmente, per evitare che possano rimanervi sopra dei residui.

Per ragioni di sicurezza, è bene acquistare uno strumento che abbia il marchio CE, che ne dichiara la conformità.

Trattandosi di un apparecchio elettronico con numerosi parti in plastica, è necessario che sia contraddistinto da tale marchio, che assicura il rispetto di tutte le norme di sicurezza e che tuteli i consumatori, rispettando tutti i requisiti normativi.

 

 

Nuovi look in poche mosse

Non solo un liscio perfetto o una messa in piega fai da te degna di un professionista: con le tecniche giuste è possibile creare del movimento, come dettano le ultime tendenze in fatto di hair styling.

A poco a poco, sperimentandone l’utilizzo, è possibile acquisire una certa manualità, che vi permetterà di rinnovare e cambiare il vostro look a seconda dell’occasione, con poche, semplici mosse.

Per ottenere uno stile “morbido” vi basterà inserire una ciocca alla volta nel dispositivo, facendolo ruotare fino alle punte, per poi far scivolare via lentamente la spazzola lisciante, fino a lasciare la ciocca di capelli con delicatezza. 

Questo movimento deve durare almeno 10 secondi. Il tocco finale? Un velo di lacca,  vaporizzato a una distanza di 30 cm. Per uno stile naturale, si consiglia di aprire le ciocche con le dita mettendosi a testa in giù.