Ultimo aggiornamento: 09.07.20

 

Trucchi e consigli per fare sport senza stressare la chioma, in modo che resti in forma come il resto del corpo

 

Capelli in perfetto ordine e sport non è sempre una combinazione vincente: già è difficile riuscire a inserire una sessione di allenamento in una giornata piena di impegni, figuriamoci avere il tempo di rifare lo shampoo e acconciare la chioma dopo una lunga e snervante sudata in palestra.

Che sia per pigrizia o a causa di un rendez vous dell’ultimo momento, dedicare un po’ di spazio alla propria hair care quotidiana diventa una vera e propria impresa quando si pratica sport, e si finisce così per avere i capelli in uno stato pietoso. Non temete, grazie ai nostri consigli potrete mantenere la vostra chioma in forma anche dopo una sessione di workout.

 

Lavare i capelli dopo la palestra, sì o no?

Visto che sudore e capelli sporchi sono due concetti che spesso e volentieri vanno a braccetto, non c’è da stupirsi se molte donne credono al luogo comune secondo cui dopo ogni allenamento è obbligatorio lavare i capelli anche se abbiamo fatto lo shampoo il giorno prima.

Chi si dedica quotidianamente a qualche attività sportiva, va in palestra tre/quattro volte a settimana o dedica un’ora al giorno al fitness sa benissimo di cosa stiamo parlando: la sola idea di evitare lo shampoo dopo un allenamento sfiancante è musica per le orecchie. 

Con questo, però, non vogliamo insinuare che dopo una sudata un lavaggio più frequente dei capelli non sia necessario, ma bisogna comunque trovare una regolarità ideale che da un lato impedisca al sudore di occludere i pori e di compromettere il delicato equilibrio del cuoio capelluto e dall’altro favorisca il benessere e la vitalità della chioma.

Ovviamente, la frequenza di lavaggio dipende anche dal tipo di attività fisica svolta e, soprattutto, dalla tipologia di capello. In genere, chi ha una chioma crespa e folta deve lavarla con minore frequenza rispetto alle persone con capelli sottili e grassi; mentre coloro che sono soliti sottoporre la capigliatura a colorazioni, stiraggio e trattamenti estremi dovrebbero usare prodotti specifici ed evitare di utilizzare piastre e phon a temperature molto elevate.

Il discorso cambia per chi pratica nuoto: il cloro usato per disinfettare l’acqua delle piscine è il principale nemico dei capelli, poiché incide sull’integrità della fibra capillare e rende la chioma spenta, arida e disidratata. A tal proposito, è importante che i nuotatori, dopo ogni training, eliminino la sostanza dai capelli lavandoli accuratamente, anche se durante l’allenamento hanno indossato la cuffia.

 

 

Shampoo secco: un “salvapiega” per le donne sportive

Una pratica comune, prima e dopo l’attività sportiva, è quella di esagerare con il lavaggio dei capelli. Spesso si eccede con la quantità di shampoo e con lo sfregamento, altre volte invece si utilizzano prodotti sbagliati o troppo aggressivi. Certo, prendersi cura della propria chioma è importante, soprattutto dopo una sudata in palestra, ma bisogna sempre farlo nel modo giusto. Innanzitutto, evitate di applicare troppi cosmetici per lo styling, come maschere, conditioner e creme, che non fanno altro che appesantire i capelli e privarli della loro luce naturale.

La moderatezza è sempre la soluzione migliore: non a caso, gli esperti consigliano di lavare i capelli due o tre volte a settimana al massimo, ma se proprio non vi sentite a vostro agio se l’acconciatura non è impeccabile, potete ricorrere ai migliori shampoo secchi in circolazione. 

Questi prodotti, disponibili in polvere o in formato spray, sono in genere formulati con amido, talco e sostanze purificanti che, agendo in sinergia, si propongono di assorbire le impurità e gli oli del cuoio capelluto, scongiurando il tanto temuto effetto “capelli unti”.

Utile per detergere al volo la chioma in situazioni d’emergenza, non richiede l’uso di acqua e fon, e si dimostra un prezioso alleato anche per conferire corpo e volume alla chioma, senza bisogno di trascorrere ore e ore davanti allo specchio.

 

Come si usa

Visto che è praticamente impossibile non sudare durante gli allenamenti, per molte sportive utilizzare un buon shampoo secco diventa un ottimo escamotage per eliminare il sebo in eccesso dal cuoio capelluto e avere i capelli sempre puliti e in perfetto ordine. Si può usare in alternativa allo shampoo classico per dare una rinfrescare alla chioma o quando non abbiamo tempo di lavarla, ma ricordate che il suo impiego deve restare occasionale e non deve mai sostituire il lavaggio tradizionale.

Applicarlo è facilissimo: dopo aver spazzolato la chioma e diviso i capelli in ciocche, non dovete far altro che spruzzare – o spargere, nel caso delle versioni in polvere – il prodotto sulla capigliatura a una distanza di 20 – 30 centimetri dal cuoio capelluto, facendo attenzione ad applicarlo in modo omogeneo solo nella zona della cute. 

La seconda fase consiste nel praticare un leggero massaggio per favorire l’assorbimento delle sostanze purificanti, e dopo aver atteso il tempo di posa necessario, in genere tra i tre e i cinque minuti, basta spazzolare energicamente i capelli per rimuovere gli eventuali residui.

Il risultato? Una chioma assolutamente pulita e voluminosa, praticamente perfetta per un appuntamento dell’ultimo minuto, un happy hour in compagnia o per realizzare una pettinatura “last minute” dopo la palestra.

 

 

Le acconciature ideali per fare sport

D’accordo, ci sono tanti prodotti che ci consentono di avere i capelli perfettamente puliti dopo la palestra, e questo lo abbiamo assodato. Ma quello che molte di voi probabilmente non sanno è che esistono delle acconciature che permettono di fare sport liberamente, senza quel fastidioso problema della piega che non dura.

Molte donne commettono l’errore di legare i capelli come capita, magari facendo una coda alta con un elastico qualsiasi per impedire che i ciuffi cadano sul viso: nulla di più sbagliato! Questa piccola negligenza si ritorcerà inevitabilmente contro la vostra bellissima chioma e il risultato sarà quello di spezzare e indebolire progressivamente il fusto capillare, senza contare il fatto che una pettinatura troppo stretta impedisce al sudore di evaporare e al cuoio capelluto di respirare.

Pertanto, se proprio non riuscite a fare a meno della coda, cercate almeno di utilizzare un elastico morbido che abbia un impatto più “delicato” sui vostri capelli. In alternativa, potete raccoglierli in una treccia morbida che parte dalle radici oppure in uno chignon alto ma non troppo tirato, mentre a chi ha un taglio corto consigliamo una fascia elastica o una bandana che impedisca al sudore di cadere sulla fronte. 

In commercio se ne possono trovare di tutti i tipi e di qualsiasi colore, così potrete unire l’utile al dilettevole, scegliendone una che si abbini alla perfezione alla vostra mise da palestra per sfoggiare un look trendy e ricco di stile.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments