Ultimo aggiornamento: 17.11.19

 

Una guida pratica alla scelta del beauty case più adatto, da quelli formato famiglia ai portatrucchi salvaspazio, ideali anche in viaggio

 

Prima di iniziare un viaggio è necessaria un po’ di organizzazione per evitare di lasciare a casa ciò che serve e soprattutto abiti, scarpe e prodotti di bellezza dei quali non si può fare a meno.

Non a tutti però piace preparare la valigia e questa operazione potrebbe creare un po’ di confusione, tanto che non è raro accada di rifarla più volte. Al primo tentativo è solitamente troppo piena da non chiudersi, ma con pazienza e impegno è possibile inserire tutto ciò che si desidera.

Il beauty case non può di certo mancare, perché è proprio lui che ha il compito di trasportare trucchi, creme e altri prodotti per la bellezza. Per aiutarvi in questo intento abbiamo deciso di riportare le varie tipologie di beauty case in commercio, così da scegliere il modello adatto alle vostre esigenze. 

 

Parola d’ordine: funzionalità 

Un buon beauty case è pratico e versatile, con scomparti diversi che consentono di organizzare al meglio i prodotti di bellezza da portare in vacanza. Non è però detto che sia un modello capiente quello giusto per voi, perché forse preferite le opzioni salvaspazio e poco ingombranti.

La scelta finale è ovviamente personale ma a farla da padrone è la funzionalità, che vi permette di non lasciare a casa i prodotti più importanti. Negli ultimi anni inoltre, per motivi di sicurezza, non è possibile trasportare più di 100 ml di liquido per prodotto: ovviamente dipende da dove andate, ma qualcosa la potete anche comprare quando siete già in vacanza. 

Detto ciò, un metodo per non dimenticare nulla a casa è quello di fare una lista partendo da ciò di cui ha bisogno il viso, per passare poi al corpo e ai trucchi. Ecco quindi come scegliere il beauty case migliore per il tipo di esigenze che avete.

 

 

Il beauty case “porta-tutto” o compatto?

Il beauty case formato famiglia è ideale per chi ama l’organizzazione, grazie alla presenza di tasche e scomparti, anche con zip in base al modello, che offrono spazi diversi per inserire con ordine i prodotti da portare in vacanza. In questo accessorio è solitamente possibile collocare anche le creme e gli shampoo per i bimbi o per il partner, date le loro dimensioni.

Un altro beauty case che stupisce per le sue ottime dimensioni è quello trasparente, che consente di inserire anche gli accessori più ingombranti come piastra e phon. Anche questa tipologia è ideale per trasportare i prodotti di un’intera famiglia che va in vacanza. 

L’unico svantaggio è la praticità, perché questi tendono a pesare di più degli altri modelli. Una soluzione alternativa ai grandi beauty case sono le pochette compatte, caratterizzate da un design studiato per occupare poco spazio in valigia, senza però dover rinunciare ai prodotti skincare che si usano a casa. 

Questi piccoli beauty case sono solitamente dotati di tasche interne ed esterne, che consentono una buona organizzazione e offrono la possibilità di inserire prodotti diversi. 

 

Il portatrucchi  e il portapennelli 

Un’opzione intelligente, per chi desidera occupare meno spazio possibile per i cosmetici in valigia, è il portatrucchi, un prodotto ideato per trasportare il make up in modo ordinato. 

Solitamente caratterizzato da dimensioni compatte, è una soluzione ideale per avere gli “essentials” a portata di mano in vacanza, come fondotinta, primer, mascara e un rossetto. 

Per tenere i pennelli in ordine, potete fare affidamento ai portapennelli ufficiali, come quelli che utilizzano i make-up artist. Questi oggetti favoriscono l’igiene e facilitano anche l’utilizzo di questi accessori, che restano divisi, facili da distinguere e da scegliere all’occorrenza. 

I portapennelli possono variare nel design, da pochette molto sottili a forme a tubo, quindi la scelta è puramente soggettiva. 

 

 

Il travel set

Un’altra soluzione intelligente per trasportare creme per il viso, shampoo e tutto il resto è quella di utilizzare i “travel set” che includono diversi flaconcini da riempire con i vari prodotti.

In commercio ne esistono due tipologie, che variano in base al tipo di materiale utilizzato per creare, ovvero la plastica o il silicone. I flaconcini in plastica sono i più economici: solitamente un set ne contiene quattro e tutti diversi tra loro. 

I tappi sono dotati di una chiusura di sicurezza, sempre in plastica, che evita al prodotto di fuoriuscire durante i vari spostamenti. Le forme e i tappi dei flaconcini inoltre sono diversi, per accogliere al meglio le varie consistenze di creme e profumi, e per assicurare un’applicazione semplice. 

Per evitare di confondervi quando li utilizzate, potete scrivere su ogni flacone che cosa contiene. Quelli in plastica sono riutilizzabili e si possono comodamente mettere all’interno del beauty case.

I flaconcini in silicone sono più igienici e duraturi proprio grazie al materiale che li costituisce, sono ideali per il trasporto di prodotti cremosi e facilissimi da spremere. La loro capienza è solitamente di 90 ml e sono caratterizzati da colori diversi, che consentono di decidere quale prodotto inserire senza fare confusione.