Ultimo aggiornamento: 02.06.20

 

Entrambi i cosmetici sono formulati per uniformare la grana della pelle e rendere l’incarnato più radioso, ma con delle sostanziali differenze. Sebbene negli ultimi tempi ci sia stato un vero e proprio “boom” delle blemish balm, perché più leggere e idratanti rispetto ai fondotinta classici, nel frattempo anche questi ultimi si sono evoluti, diventando sempre più soft e impalpabili. Vediamo, dunque, cosa scegliere a seconda del proprio tipo di pelle.

 

Il settore cosmetico, tra spinta produttiva e attenzione verso il consumatore, nell’ultimo decennio ha conosciuto un trend di crescita costante, proponendo prodotti sempre più innovativi volti a rivoluzionare totalmente il mondo del make-up.

Tra le ultime novità si collocano anche le BB cream, una particolare crema da giorno che idrata e protegge la pelle del viso, uniformandone il colorito. Ma le sue proprietà basteranno per farci dire addio al fondotinta?

Le prime fan di questo cosmetico a metà strada tra un trattamento beauty e un prodotto per il make-up sono state le fashion addicted giapponesi, per le quali avere un viso perfetto e senza antiestetiche imperfezioni è assolutamente imprescindibile. 

Da qualche tempo, però, questo trend ha letteralmente invaso anche il nostro Paese, diventando un must have irrinunciabile soprattutto per le donne che, non avendo molto tempo a disposizione da dedicare alla propria skincare quotidiana, sono sempre alla ricerca di nuovi espedienti che semplifichino la routine mattutina del trucco.

Le BB cream (o blemish balm cream), in effetti, sono creme colorate, dalla consistenza leggera e lievemente coprente, che non alterano il colorito naturale dell’incarnato, ma piuttosto lo uniformano per nascondere le piccole imperfezioni. Inoltre, vantano anche proprietà idratanti e protettive, poiché contengono sia un fattore di protezione per schermare i raggi UV sia attivi antiossidanti che contrastano l’invecchiamento cutaneo.

A questo punto, però, sorge spontanea una domanda: considerati tutti questi aspetti, si può usare una BB cream in alternativa al fondotinta? La risposta non è così scontata come potrebbe sembrare, perché molto dipende dalle proprie esigenze e dal risultato che si vuole ottenere. Per risolvere ogni possibile dubbio, in questo post cercheremo di evidenziare le caratteristiche, i pregi e i difetti dei due prodotti.

 

Il fondotinta

Il fondotinta è il cosmetico per eccellenza, da sempre utilizzato come base per il trucco per rendere l’incarnato omogeneo e coprire le piccole imperfezioni del viso. È la scelta ideale soprattutto quando si vuole ottenere una coprenza maggiore per mascherare discromie, macchie cutanee, brufoli e rughe. Ancora, viene consigliato anche qualora si desideri sfoggiare un look impeccabile, dal momento che la sua texture corposa e ricca di pigmenti nasconde in maniera efficace tutti gli inestetismi che minano la bellezza e la luminosità del volto.

Il rovescio della medaglia, però, è che se non si presta attenzione a scegliere la tonalità giusta per il proprio tipo di pelle si rischia di ottenere un risultato contrario a quello desiderato, creando un antiestetico effetto “maschera” dovuto all’accumulo di prodotto tra le rughe e le pieghe della pelle.

Per fortuna, di recente i vari brand cosmetici hanno notevolmente ampliato i loro cataloghi, proponendo fondotinta sempre più innovativi e calibrati in funzione di specifiche esigenze cutanee: fluidi e leggeri per le pelli secche o soggette a desquamazione localizzata, opacizzanti per quelle grasse, anti-age e idratanti per le donne mature che vogliono nascondere e prevenire rughe, occhiaie e altri segni evidenti dell’invecchiamento ossidativo.

Un altro aspetto da considerare è la coprenza: tendenzialmente le BB cream offrono una copertura abbastanza leggera, che in certi casi non riesce a celare in modo efficace le imperfezioni presenti sul viso, mentre i fondotinta da questo punto di vista assicurano un ampio margine di scelta, dato che la loro coprenza può essere alta, media o bassa a seconda delle preferenze personali e dell’effetto che si vuole ottenere.

Se si desidera un look più naturale, bisognerà orientarsi su prodotti dalla consistenza fluida o in mousse, magari formulati con l’aggiunta di attivi umettanti o idratanti per rendere più luminose ed elastiche le zone del viso soggette a secchezza; nel caso in cui si vogliano coprire le imperfezioni più evidenti e marcate con un finish simil porcellana, è bene puntare su un fondotinta dalla coprenza medio-alta e dalla texture compatta.

 

La BB cream

Abbiamo tessuto le lodi dei fondotinta, ma questo non significa che siano più validi delle nuovissime BB cream: la loro funzione, in effetti, è quella di rendere la pelle più tonica e idratata, oltre a rappresentare la soluzione ideale per tutte quelle donne che vogliono un incarnato luminoso e levigato senza ricorrere a mille trucchi e belletti.

Si tratta, dunque, di cosmetici multitasking la cui funzione principale è quella di idratare, uniformare e proteggere. Inoltre, grazie alla loro formula arricchita con pigmenti colorati, assicurano un effetto simile (ma non uguale) a quello di un comune fondotinta, andando al contempo a nutrire la pelle in profondità come farebbe una normale crema idratante.

Questo significa che si può applicare una beauty balm anche in alternativa al fondotinta, ma solo se l’obiettivo che si vuole raggiungere è uniformare la grana della pelle e non quello di coprire le imperfezioni più tenaci e accentuate. Ideale per creare una base leggera e dal finish assolutamente naturale – ragion per cui ne viene consigliato l’uso soprattutto durante i mesi estivi – non appesantisce il derma e lascia una piacevole sensazione di freschezza percepibile per tutto il giorno.

La BB cream più venduta è anche quella arricchita con attivi anti-age e liftanti, che si propongono di stimolare la naturale produzione di collagene ed elastina per contrastare la formazione di rughe e apportare al contempo nutrimento alla pelle, che apparirà visibilmente più tonica e rimpolpata.

Simili ma differenti

Oltre alla coprenza e al finish, un altro fattore che sancisce la differenza tra BB cream e fondotinta riguarda la circostanza di utilizzo. La prima risulta più indicata per chi ha i minuti contati al mattino ma non vuole uscire di casa con la faccia da zombie, poiché con un solo gesto idrata, leviga, protegge e uniforma, semplificando notevolmente la routine del trucco.

D’altro canto, però, il fondotinta assicura un effetto levigato e setoso particolarmente apprezzato da chi vuole essere sempre impeccabile, soprattutto in occasione di un ricevimento o una serata importante; ma in questo caso bisognerà prestare maggiore attenzione in fase di applicazione per non creare un look innaturale o troppo artefatto.

Se, poi, si abbia la necessità di realizzare un trucco long lasting, i fondotinta waterproof sono la soluzione migliore, mentre chi non vuole rinunciare al make-up nemmeno in spiaggia, dovrebbe puntare su una BB cream con SPF, così da nascondere le piccole imperfezioni del viso e proteggere la pelle dai dannosi raggi solari.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments